Crea sito

Tarantino propose da ubriaco a Pierce Brosnan di girare un film

Quentin Tarantino propose da ubriaco a Pierce Brosnan di girare un film

Quentin Tarantino propose da ubriaco a Pierce Brosnan di girare un film dedicato a James Bond, disse all’attore: “Sei il James Bond migliore, voglio fare un film di James Bond!”

Quentin Tarantino propose da ubriaco a Pierce Brosnan di girare un film
La morte può attendere, Die Another Day – James Bond, Pierce Brosnan

Quentin Tarantino propose da ubriaco a Pierce Brosnan di girare un film dedicato a James Bond. Un film che per ovvi motivi venne mai stato realizzato. Pierce Brosnan ha rivelato questo divertente aneddoto, che risale al periodo in cui il regista stava promuovendo Kill Bill Volume. 2, in un’intervista rilasciata ad Esquire.

Pierce Brosnan aveva interpretato il ruolo di James Bond per la quarta ed ultima volta nel 2002, ne La morte può attendere diretto da Lee Tamahori. L’attore, interprete di 007 ha raccontato: “Voleva vedermi, quindi sono andato a Hollywood un giorno dopo essere stato in spiaggia e l’ho incontrato al Four Seasons. Sono arrivato lì alle sette di sera, mi piace essere puntuale. Sono diventate le sette e un quarto, nessun segno di Quentin, era di sopra impegnato in alcuni incontri con la stampa. Qualcuno mi ha mandato un martini e l’ho bevuto…ho aspettato fino alle sette e mezza, e ho pensato ‘Dove cavolo è?’ Mi hanno detto che si scusava, quindi ho pensato ‘okay, mi bevo un altro martini’2.

Un film che non venne mai realizzato, ma sicuramente Quentin Tarantino avrebbe girato un James Bond diverso a quello a cui siamo abituati, sarebbe stato molto interessante

Quando finalmente il regista è arrivato all’incontro l’attore era piuttosto ubriaco, così pure Quentin Tarantino si è messo a bere a sua volta. Il regista diventato ubriaco ha cominciato a dire sbattendo i pugni sul tavolo “Sei il James Bond migliore, voglio fare un film di James Bond!” Se il film fosse stato realizzato, secondo Pierce Brosnan “Sarebbe però stato un buon film da guardare”.

Luca Miglietta