Archivi tag: Zoë Saldaña

Spider-Man al cinema, dalla prima uscita ai successivi

Spider-Man al cinema, dalla prima uscita ai successivi

Tutti i film in cui è apparso Spider-Man dal 2002, la prima volta del super eroe sul grande schermo, ad oggi

Spider-Man al cinema, dalla prima uscita ai successiviNel primo Spider-Man del 2002 il giovane Peter Parker è un teenager come tanti altri che vive nei sobborghi di New York con gli zii Ben e May e studia al liceo scientifico Midtown. Il ragazzo ha un amore impossibile per la bella vicina di casa Mary Jane Watson (Kirsten Dunst). Durante una gita scolastica Peter verrà morso da un ragno geneticamente modificato e scoprirà di aver acquisito dei veri e propri superpoteri come sensi più sviluppati, forza e resistenza incredibilmente potenziati, la capacità di potersi attaccare ed arrampicarsi sui muri e l’abilità di produrre e lanciare una ragnatela dai polsi. Ottiene inoltre il senso di ragno premonitore che lo avverte di qualsiasi pericolo. E’ così che diventerà il super eroe che conosciamo tutti e si schiererà dalla parte del bene contro il malvagio Norman Osborn, in arte Green Goblin.

Spider-Man ha un cast di attori molto giovani ed ancora poco conosciuti ai tempi come Kirsten Dunst e James Franco, che sono poi diventati attori affermati con moltissime pellicole girate, un successo minore ma comunque eccellente per l’altro attore giovane Tobey Maguire che interpretava Peter Parker. A Willem Dafoe la parte del cattivo Norman Osborn che diventa lo spietato Green Goblin. Spider-Man è film del 2002 diretto da Sam Raimi, basato sui fumetti dell’Uomo Ragno, creati da Stan Lee e Steve Ditko e pubblicati dalla Marvel Comics. Un film che ebbe un notevole successo tanto da far sì che Sam Raimi realizzasse i due seguiti Spider-Man 2 (2004) e Spider-Man 3 (2007).

In Spider-Man 2 Peter deve affrontare il Dottor Octopus, uno scienziato a cui si attaccano quattro braccia meccaniche e che comincia ad essere pericoloso per l’incolumità delle persone. Nel cast, oltre a Maguire, sono presenti nuovamente Kirsten Dunst e James Franco nei ruoli di Mary Jane Watson ed Harry Osborn, il villain Otto Octavius (Dottor Octopus) viene interpretato da Alfred Molina. In Spider-Man 3 Peter deve vedersela con un simbionte alieno unitosi al suo costume di Spider-Man, il misterioso Uomo Sabbia, vero responsabile della morte di suo zio Ben, ed infine il suo amico Harry, divenuto il nuovo Goblin per vendicare la morte di suo padre per mano di Peter. Nel cast, oltre a Maguire, sono presenti Kirsten Dunst, James Franco, Thomas Haden Church e Topher Grace, nei ruoli di Mary Jane Watson, Harry Osborn, Flint Marko e Eddie Brock.

Dopo la trilogia di Sam Raimi è uscito un reboot diretto da Marc Webbin in cui Andrew Garfield interpretava Peter Parker e composto da due pellicole: The Amazing Spider-Man (2012), The Amazing Spider-Man 2 – Il potere di Electro (2014). Nei due film Peter è innamorato di Gwen Stacy (Emma Stone), figlia di un capo della polizia e questa volta i cattivi sono la Lizard, Electro, Green Goblin e Rhino. Peter Parker a differenza che nella trilogia precedente cerca di scoprire come sono deceduti i suoi genitori Richard e Mary Parker. Le due nuove pellicole sono basate sulla versione Ultimate di Brian Michael Bendis e Mark Bagley.

Fin’ora abbiamo parlato dei veri e propri film incentrati solo sulla figura del super eroe, ma a partire dal 2016 Spider-Man compare anche all’interno delle nuove saghe cinematografica ambientata nell’Universo cinematografico Marvel (Marvel Cinematic Universe). L’eroe viene interpretato da Tom Holland ed è amico del miliardario e Avenger, Tony Stark (Robert Downey Jr.), l’uomo che indossa l’armatura e diventa il super eroe Iron Man. L’inventore miliardario utilizzerà il suo genio e costruirà a Peter un costume iper tecnologico dotato di un’intelligenza artificiale. In questa serie di pellicole è innamorato di ancora altre ragazze diverse da Mary Jane Watson come Liz Toomes e Michelle Jones, sue compagne di scuola. Questa volta Spider-Man dovrà affrontare l’Avvoltoio, Shocker, il Riparatore, Thanos, l’Ordine Nero, Magnum, Hydro-Man, Molten Man, l’Uomo Sabbia e lo Scorpione.

Prima di parlarvi di questi film bisogna solo fare un salto indietro nel tempo e parlarvi del fatto che sei anni prima, nel 2010, Peter Parker era comparso in un cameo in Iron Man 2. E’ un bambino mascherato da Iron Man che cerca di aiutare il suo super eroe preferito a sconfiggere uno dei robot di Whiplash. Iron Man, quando il bambino mascherato è in pericolo perchè il robot vuole eliminarlo, interviene e lo salva.

Le pellicole ambientate nell’universo Marvel di cui vi avevamo accennato prima sono: Captain America: Civil War (2016), dove Peter Parker viene reclutato dalla squadra di Tony Stark per combattere contro Capitan America e i suoi alleati. Peter fa la guardia nel Queens usando il nome Spider-Man; il giovane non ha il super potere della ragnatela, ma deve fabbricarsi dei lancia ragnatele e un costume con in materiali di fortuna che trova nei bidoni della spazzatura. Tony Stark gli crea, come vi avevamo anticipato, un costume tecnologico che permette a Spider-Man di combattere e sconfiggere il Soldato d’Inverno, Falcon e Ant-Man. Stark però pensa che il ragazzo non sia ancora pronto e lo rimanda a casa per evitare che si faccia male.

In Spider-Man: Homecoming (2017) Peter è diventato un eroe di quartiere piuttosto popolare e continua ad aiutare Tony Stark. Durante una festa Peter scopre un commercio di armi chitauriane illegali e pezzi delle sentinelle Ultron. Il suo nemico sarà Adrian Toomes, in arte l’Avvoltoio, che riuscirà a sconfiggere ed a far fallire il furto di un aereo di Stark. Dopo aver sconfitto Toomes scopre che si tratta del padre Liz, una ragazza che gli piace molto, così lo consegna alle autorità per farlo incarcerare. Tony Stark per la bravura di Peter nel risolvere la questione gli propone di unirsi agli Avengers mostrandogli anche l’abito Iron Spider. Peter però declina l’invito e decide di rimanere solo un eroe di quartiere.

In Avengers: Infinity War (2018) invece Peter Parker si trova su un autobus di New York quando i due membri dell’Ordine Nero, Fauce d’Ebano e l’Astro Nero, sorvolano la grande mela con la loro astronave. Raggiunge il Greenwich Village per aiutare Iron Man, il Dottor Strange e Wong. Thanos (Josh Brolin) vuole le sei gemme elementari che permettono a chi le possiede di raggiungere l’onnipotenza. Le sei gemme rappresentano diversi poteri dell’Universo come la realtà, il tempo, lo spazio e la spiritualità. Il super cattivo vuole dimezzare la popolazione dell’Universo per risolvere il problema della sovrappopolazione e preservarlo. Dovranno fermarlo i Guardiani della Galassia e gli Avengers, di cui fanno parte Tony Stark e Peter Parker. Un film dal cast eccezionale: Chris Pratt, Scarlett Johansson, Benedict Cumberbatch, Elizabeth Olsen, Karen Gillian, Zoe Saldana, Bradley Cooper, Chris Evans, Robert Downey jr., Tom Holland, Brie Larson, Dave Bautista, Chris Hemsworth, Vin Diesel, Samuel L. Jackson Cobie Smulders, Vin Diesel, Dave Bautista, Karen Gillan, Zoe Saldana, Brie Larson, Elizabeth Olsen, Robert Downey Jr., Sebastian Stan, Tom Holland, Bradley Cooper, Samuel L. Jacksson, Jeremy Renner, Paul Rudd, Peter Dinklage, Mark Ruffalo, Josh Brolin, Paul Bettany, Benedict Wong, Pom Klementieff e Chadwick Boseman.

E non pensate che sia finita qui, perchè Tom Holland riprenderà il suo ruolo in Avengers: Endgame e in Spider-Man: Far from Home, entrambi previsti per il 2019.

Luca Miglietta

Robert Rodriguez

Robert Rodriguez

Robert Rodríguez and Quentin TarantinoRobert Rodriguez è un autore a tutto tondo che sceneggia, dirige, monta e produce i suoi film, spesso compone addirittura la colonna sonora. Sì lo conoscete, lo avrete sicuramente visto alle premiazioni internazionali con i suoi inconfondibili abiti: stivali da cowboy, bandana e cappello texano.
Robert Rodriguez si è imposto in breve tempo nel panorama cinematografico internazionale grazie alle sue trovate geniali e imprevedibili, condite dalla sua inconfondibile ironia. Il regista texano si diverte a mettere in scena ogni tipo di diavoleria per divertire ed appassionare lo spettatore, facendolo evadere dalla monotonia della vita quotidiana, in ogni fotogramma infatti si può percepire la voglia di Robert Rodriguez di giocare con il pubblico e sorprenderlo. Quando si tratta di confezionare un film ci sa davvero fare dietro la macchina da presa.
Fin da piccolo Rodriguez mostrò uno spiccato interesse per il cinema: nell’inverno del 1981, quando aveva solo dodici anni, durante la proiezione 1997: Fuga da New York di John Carpenter, esclamò con grinta: “Anch’io sarei capace di girare quella roba!”.
Raggiunge la fama internazionale nel 1992 col il film El Mari
El mariachi di Robert Rodriguez con Carlos Gallardo, Consuelo Gómez, Jaime de Hoyosachi, un action movie incentrato sulla leggendaria figura del Mariachi, un suonatore di chitarra messicano, con tante sparatorie e recitato da attori semisconosciuti. Questo film venne realizzato con un budget di soli 7000 dollari, in parte guadagnati facendo da cavia per sperimentare su se stesso un nuovo farmaco anti-colesterolo, ed ebbe numerosi riconoscimenti, tra cui il prestigioso Audience Award del Sundance Film Festival.
Dopo il grande successo della sua prima pellicola Robert ha una chance a Hollywood: gli viene data carta bianca per riprendere con un budget notevolmente superiore la ricetta fortunata del primo film. Nel 1995 così esce l’ottimo Desperado con ancora protagonista il Mariachi, che questa volta ha le fattez
Desperado di Robert Rodriguez. Con Antonio Banderas, Salma Hayek, Steve Buscemi, Joaquim de Almeida, Quentin Tarantino streamingze di Antonio Banderas, che è affiancato da una splendida e sensuale Salma Hayek: anche questa volta il protagonista-suonatore di chitarra dovrà combattere contro i narcotrafficanti a suon di sparatorie e botte da orbi.
Il regista assieme all’amico Que
ntin Tarantino darà vita, nel 1996, a Dal tramonto all’alba: il primo in veste di regista e produttore, il secondo in quelle di sceneggiatore ed attore al fianco di George Clooney, Harvey Keitel, Juliette Lewis, Salma Hayek, Tom Savini e Danny Trejo.
 Nel 1998 esce il modesto The Faculty nel quale alcuni studenti della Herrington High, tra cui Elijah Wood e Josh Hartnett, devono vedersela con dei parassiti alieni. Nel film sono inoltre presenti la solita Salma Hayek nei panni di un’infermDal Tramonto All'Alba (From Dusk till Dawn) di Robert Rodriguez con Harvey Keitel, Juliette Lewis, George Clooney, Salma Hayek, Danny Trejo, Tom Savini e Quentin Tarantino streaming 1iera e Robert Patrick.
Robert Rodriguez nel 2001 con Spy Kids decide di cambiare genere e fare un film adatto anche ai più piccoli. In questo film recitano il suo attore feticcio Antonio Banderas, Carla Gugino, Alexa Vega, Daryl Sabara e Danny Trejo.
Nel 2002 e nel 2003 usciranno i due seguiti di Spy Kids.
Nel 2003 finalmente torna al genere che è più nelle sue corde con l’otti
mo C’era Una Volta in Messico, capitolo conclusivo della Trilogia del Mariachi, ancora con protagonista Banderas nei panni del Mariachi, affiancato da Salma Hayek, Mickey Rourke, Jhonny Depp, Willem Dafoe, Eva Mendes e Danny Trejo.
Nel 2005 dirige Sin City, l’ad
Spy kids streaming con Antonio Banderas, Carla Gugino,  Alexa Vega e Danny trejo di Robert Rodriguezattamento cinematografico dell’omonimo fumetto di Frank Miller e Le avventure di Sharkboy e Lavagirl in 3-D.
Nel 2007, con
l’amico Tarantino, si dedicherà all’ambizioso progetto di Grindhouse, un omaggio ai film d’expolitation degli anni ’70 ed ’80. L’opera è divisa in due episodi, il primo è Grindhouse – A prova di morte (Death Proof) con protagonista Kurt Russell e diretta Quentin Tarantino, il secondo capitolo, Grindhouse – Planet Terror, quello meglio riuscito tra i due, è diretto dallo stesso Rodriguez. In Planet Terror un virus ha trasformato gli esseri umani in zombie barcollanti, affamati di carne umana e solo il giovane Wrey (Freddy Rodriguez) e la sua ragazza Cherry (Rose McGowan) sono l’unica speranza per la razza umana. Tra gli attori sono inoltre presenti: Mamachete kills di robert rodriguez con Danny Trejo, Antonio Banderas, Charlie Sheen, Michelle Rodriguez, Jessica Alba, Mel Gibson, Alexa Vega streaming rley Shelton, Josh Brolin, Michael Biehn, Naveen Andrews, Michael Parks, Jeff Fahey e Bruce Willis.
Nel 2009 dirige Il Mist
ero Della Pietra Magica, prima del suo grande ritorno nel 2010 con Machete, che ha come protagonista l’ex agente messicano Machete Cortez, dal volto scavato e segnato dal tempo e dai modi rudi. Machete Cortez è interpretato dall’attore feticcio di Robert Rodriguez Danny Trejo, affiancato da Michelle Rodriguez, Robert De Niro, Jessica Alba, Steven Seagal, Jeff Fahey, Lindsay Lohan, Cheech Marine e Don Johnson.
Nel 2011 esce Spy Kids 4 – È tempo di eroi e nel
2013 tornano le avventure di Machete Cortez in Machete Kills con protagonisti: Danny Trejo, Antonio Banderas, Charlie Sheen, Michelle Rodriguez, Jessica Alba, Mel Gibson, Alexa Vega, Sofía Vergara, Amber Heard, Zoë Saldaña,Cuba Gooding Jr., Tom Savini e Lady Gaga.

Luca Miglietta

Dal Tramonto All'Alba (From Dusk till Dawn) di Robert Rodriguez con Harvey Keitel, Juliette Lewis, George Clooney, Salma Hayek, Danny Trejo, Tom Savini e Quentin Tarantino streaming

Avatar

Avatar

Nel 2154, Jake Avatar streaming Sam Worthington, Sigourney Weaver, Michelle Rodriguez James Cameron recensione tramaSully  un ex marine costretto a vivere sulla sedia a rotelle,  viene mandato sul pianeta Pandora, in una missione di esplorazione in sostituzione del fratello morto. Pandora si trova a 44 anni luce dalla Terra è un mondo primordiale, ricoperto da foreste pluviali, l’atmosfera sul luogo è irrespirabile, così sono stati creati degli avatar, pilotati da esseri umani e identici alla popolazione dei Na’vi, gli umanoidi che vivono su Pandora. La missione è finanziata dalla RDA, una compagnia interplanetaria terrestre, che vuole sfruttare i giacimenti minerari di Pandora, gli indigeni però si ribellano alla colonizzazione. Jake, con il suo avatar  dovrà cercare conoscerli e scoprire come farsi accettare da loro per poi negoziare con loro i termini di accordo con i terrestri. Jake però impara a conoscere e ad amare gli indigeni….  Avatar Sam Worthington, Sigourney Weaver, Michelle Rodriguez James Cameron streaming recensione trama

Strepitoso l’impianto scenico e visivo grazie anche all’uso del 3D,  il contenuto invece è troppo banale e prevedibile. La storia manca di mordente e mancano vere emozioni.
Da vedere solo in 3D, altrimenti non ne vale la pena.  Avatar streaming 3d di James Cameron con Sam Worthington, Sigourney Weaver, Michelle Rodriguez citazioni, dialoghi e frasi

Titolo originale: Avatar

Paese: USA

Anno: 2009

Durata: 166 Min

Genere: Azione, Fantascienza, Thriller, Avventura

Regia: James Cameron

Sceneggiatura: James Cameron

Attori: Sam Worthington, Sigourney Weaver, Giovanni Ribisi, Michelle Rodriguez, Zoe Saldana, Joel David Moore, Laz Alonzo, Wes Studi, Stephen Lang, Peter Mensah, CCH Pounder, Dileep Rao, Matt Gerald, Scott Lawrence, Jacob Tomuri

Fotografia: Mauro Fiore

Montaggio: John Refoua, Stephen E. Rivkin

Musiche: James Horner

Produzione: Twentieth Century-Fox Film Corporation, Lightstorm Entertainment, Giant Studios Inc.

Distribuzione: 20th Century Fox

Formato: Colore 1.85 : 1

Curiosità su Avatar:

Avatar è un progetto cinematografico ideato da James Cameron nel 1995.

Gli attori hanno recitato all’interno di uno spazio chiamato volume, usato anche per filmare dal vivo il movimento dei cavalli al galoppo.

Avatar è il primo film ad utilizzare il nuovo logo della 20th Century Fox animato da Blue Sky Studios, i creatori de L’era glaciale.

La maggior parte delle scene in live action di Avatar sono state girate a Wellington, in Nuova Zelanda.

In Avatar gli attori hanno usato una specie di casco a cui era collegata una piccola telecamera per catturare il movimento degli occhi e le espressioni del viso.

La Ubisoft ha realizzato un videogioco tratto da Avatar il cui titolo è “James Cameron’s Avatar – Il gioco”, accolto freddamente da critica e consumatori.

Nel novembre 2010 Leo Ortolani, l’ideatore di Ratman, ha realizzato la parodia di Avatar nel fumetto Avarat.

È anche uscito un libro, intitolato “L’universo di Avatar. Genesi del capolavoro di James Cameron”, pubblicato in Italia il 25 novembre 2009 dall’editore Il Castoro. Il volume, scritto da Lisa Fitzpatrick e corredato da numerosi disegni e bozze, tratta principalmente del lavoro artistico che ha preceduto la realizzazione del film.

La colonna sonora di Avatar è stata affidata a James Horner, che aveva già composto la musica di due film di Cameron, Aliens e Titanic. L’album Avatar: Music from the Motion Picture è stato pubblicato il 15 dicembre 2009 con l’etichetta Atlantic Records, e contiene 14 tracce composte da James Horner, inclusa I See You (Theme from Avatar) cantata da Leona Lewis.

James Cameron e tutta la sua troupe non hanno badato a spese quando hanno deciso di dare vita ad Avatar. Avatar è costato infatti ben 237 milioni di dollari escludendo la campagna promozionale, che è costata ben 150 milioni di dollari.

Avatar è riuscito ad ottenere un incasso di ben 3 miliardi di dollari.

Sono stati necessari ben 14 anni di preparazione prima di poter iniziare le riprese di Avatar.

Con Avatar James Cameron è riuscito ad aggiudicarsi la vittoria del Golden Globe come miglior regista e come miglior film drammatico. Avatar è riuscito ad aggiudicarsi anche la vittoria di tre premi Oscar minori, come migliore fotografia, come migliore scenografia e come migliori effetti speciali.

Errori presenti in Avatar (può contenere spoiler):

Nella scena di Avatar in cui Jake Sully è nella sala comando della base umana e Parker sta spiegando che i Na’vi sono scimmie blu, in due diversi stacchi Jake tiene prima le braccia distese appoggiate al tavolo degli ologrammi, poi conserte e poi di nuovo distese.

Durante la battaglia finale Trudy e Quaritch si bucano reciprocamente gli abitacoli, da quei buchi dovrebbe entrare l’aria di pandora che è nociva per gli umani, ma ne a Trudy ne al colonnello succede qualcosa.

Nella scena di Avatar in cui Parker vuole cacciare i Na’vi dal loro villaggio per poter estrarre il minerale dice “ucciderli non è bello, ma c’è una cosa che gli azionisti odiano di più di una cattiva pubblicità, ed è un cattivo estratto conto trimestrale”. Però il termine estratto conto si applica ai conti correnti, non ai bilanci delle aziende, per le quali è più corretto utilizzare il termine trimestrale di cassa. Si tratta di un errore nella traduzione italiana, non prendiamo in considerazione la versione originale.

Alla fine dei Avatar, quando gli umani vengono fatti risalire sulle loro navette per abbandonare il pianeta, ci son gli avatar di Grace e dell’altro scienziato ma sono morti entrambi.

Nella scena in cui Jake con le sembianze dell’avatar cade dal cavallo alieno in una pozza di fango si sporca tutto, ma poco dopo, senza essersi pulito, ha la faccia solo lievemente sporca.

Jake viene inquadrato in una delle capsule ed ha la barba che sta ricrescendo dopo averla tagliata, poco dopo è completamente sbarbato di nuovo.

Nella scena di Avatar in cui la dottoressa Augustine parla con Parker, sposta la tazza col piede per fargli sbagliare il tiro al golf, dice “ops!” e incrocia le braccia dietro la schiena. Nella battuta successiva la dottoressa dice “mi serve un ricercatore, non mi serve un marine ignorante”, in questa scena ha ancora le braccia incrociate dietro la schiena. Nel Cambio di inquadratura successivo, quando viene inquadrata di spalle, le sue braccia sono lungo il corpo.

Nella scena di Avatar in cui Jake parla con Neytiri dopo che lei lo ha colpito e lui è sdraiato al suolo, lei gli dice: “Tu sei come un bambino, parli poco e non combini nulla!” e lui le risponde: “Calma, sss…”, guardate il bastone: prima è alla sinistra di Jake un po’ lontano dal suo corpo, al cambio scena quando si alza in piedi è sotto il suo braccio.

Nella scena di Avatar in cui Jake inginocchiato inizia a parlare con l’albero delle anime per chiedere ad Eywa di intervenire nella battaglia con gli umani, ha una specie di treccia che gli scende sulla schiena, al cambio di inquadratura da posteriore a frontale, la treccia è sul suo petto sopra la spalla.

Nella parte finale di Avatar il colonnello Quaritch trova il laboratorio mobile vicino all’albero casa, arriva Neytiri alle sue spalle cavalcando un enorme animale e lui la vede arrivare nello specchietto retrovisore. Potete notare che lui si muove a velocità normale e lei nello specchio al rallentatore.

Citazioni e frasi tratte da Avatar:

Mentre ero sul letto di un ospedale militare, con un bel buco sparato nel centro della mia vita, ho cominciato a sognare di volare. Ero libero. Ma prima o poi… ti devi svegliare. (Jake Sully)

Davanti a noi c’era Pandora. Uno cresce sentendone parlare, ma non avevo mai immaginato che ci sarei andato. (Jake Sully)

Una vita finisce e un’altra comincia. (Jake Sully)

Non si può essere un ex marine. Posso esserne fuori. Ma la grinta non la perdi più. (Jake Sully)

Mi ero detto che potevo superare tutte le prove che un uomo può superare. (Jake Sully)

Non siete più in Kansas, siete su Pandora, signore e signori. Non dimenticatelo, ogni secondo di ogni giorno. (Colonnello Miles Quaritch)

Come capo della sicurezza, è mio compito farvi restare vivi. Ma non ci riuscirò. Non con tutti voi. Se vorrete restare vivi, dovrete mantenere un autocontrollo di ferro. Dovrete sottostare a determinate regole; le regole di Pandora. (Colonnello Miles Quaritch)

Ecco perché siamo qui: per l’unobtanium. Perché questa piccola pietra grigia si vende a 20 milioni al chilo. (Parker Selfridge)

Siamo sull’orlo della guerra e tu dovresti trovare una soluzione diplomatica. (Parker Selfridge alla dottoressa Grace Augustine)

Rilassati e cerca di svuotare la mente. Non è difficile per te. (Dottoressa Grace Augustine a Jake Sully)

È fantastico! (Jake Sully nel suo corpo da Avatar)

Il più forte mangia il più debole, e nessuno muove un dito. (Jake Sully)

L’assenza di gravità ti fa ammosciare. E se sei moscio, Pandora ti caca via morto senza darti nessun preavviso. (Colonnello Miles Quaritch)

Uccidere degli indigeni non è affatto bello. Ma c’è una cosa che gli azionisti detestano più della cattiva pubblicità… ed è un pessimo estratto conto trimestrale. (Parker Selfridge)

Non fare nulla di straordinariamente stupido. (Dottoressa Grace Augustine a Jake Sully)

Dovreste vedere le vostre facce. (Trudy Chacòn mentre attraversano in volo le montagne fluttuanti di Pandora)

Con Neytiri o impari in fretta o muori. (Jake Sully)

Lei parla di una rete di energia che scorre in tutte le creature viventi. Dice che tutta l’energia è solo in prestito, e che un giorno bisogna restituirla. (Jake Sully riferendosi a Neytiri)

Adesso mi sembra questa la realtà, e il mondo reale la fantasia. (Jake Sully)

Non è che ti sei perso nel bosco? (Colonnello Miles Quaritch a Jake Sully)

Ero un guerriero che aveva sognato di poter portare la pace. Ma prima o poi… ti devi svegliare. (Jake Sully)

Reietto, traditore, alieno. Ero tornato nella condizione di non essere visto. Io avevo bisogno del loro aiuto… e loro del mio, ma per poterli guardare di nuovo negli occhi, dovevo dare una prova tangibile della mia fedeltà. A volte tutta la vita si riduce ad un unico, folle gesto. (Jake Sully)

Quando qualcuno è seduto su una cosa che vuoi, lo rendi tuo nemico, così poi sei giustificato a prendertela! (Jake Sully)

Se Grace è con te, guarda nei suoi ricordi, vedi il mondo da cui proveniamo; non esiste verde lì. Hanno ucciso la loro Madre e faranno la stessa cosa qui. (Jake Sully)

La gente del cielo ci ha mandato il messaggio che loro possono prendersi quello che vogliono e nessuno può fermarli. Ma noi manderemo loro il nostro messaggio: cavalcate veloci, quanto vi può portare il vento, e dite agli altri clan di venire. Dite loro che Toruk Macto li chiama a raccolta! E ora volerete, con me! Miei fratelli! E sorelle! E noi faremo vedere alla gente del cielo che loro non possono prendersi quello che vogliono! E che questa, questa terra è nostra! (discorso di Jake Sully al clan degli Omaticaya)

E io che mi aspettavo qualche piano tattico che non comprendesse il martirio. Andiamo contro dei bombardieri con gli archi e le frecce. (Trudy Chacón)

Hey Sully! Come ci si sente a tradire la propria specie?! (…) Credi di essere uno di loro?! Svegliati, bellezza! (Colonnello Miles Quaritch)

Io ti vedo. (Neytiri e Jake Sully)

Io ti vedo, Fratello e ti ringrazio.
Il tuo spirito va con Eywa.
Il tuo corpo rimane qui, per diventare parte del Popolo. (Jake Sully quando uccide il suo primo animale)

Dialoghi tratti da Avatar:

  • Augustine: Quanto laboratorio hai fatto?
  • Jake: Una volta ho sezionato una rana.
  • Augustine: Ecco, vedi? Ecco, ci pisciano addosso senza neanche farci la cortesia di chiamarla pioggia!
  • Augustine: Allora, quante ore di link hai accumulato?
  • Norm Spellman: Emh… Più o meno cinquecentoventi.
  • Augustine: Molto bene! E tu, quante ne hai accumulate?
  • Jake: Nessuna. Però ho letto il manuale!
  • Augustine: Dimmi che è uno scherzo.
  • Augustine: Quindi hai pensato di venire quassù – nell’ambiente più ostile all’uomo, senza nessuna preparazione – e capire come andare? Ma che ti ha detto il cervello?
  • Jake Sully: Forse ero stufo dei dottori che mi dicevano cosa non potevo fare.
  • Augustine: Ci minaccia per difendere il suo territorio. Non scappare, altrimenti carica.
  • Jake: E allora che faccio? Ci ballo?
  • Jake: Volevo ringraziarti per aver ucciso quegli affari.
  • Neytiri: Non ringraziare. Non ringraziare per questo. Questo è triste. Uccidere è triste.
  • Jake: E va bene. Se ami i tuoi piccoli amici della foresta, perché non mi hai fatto ammazzare? Cosa hai pensato?
  • Neytiri: Perché salvare te?
  • Jake: Sì, perché salvarmi.
  • Neytiri: …Tu hai un cuore forte… Sei senza paura… Ma sei stupido! Ignorante come un bambino.
  • Jake: Devi aiutarmi.
  • Neytiri: Non dovresti essere qui.
  • Jake: Ok. Portami con te.
  • Neytiri: No, torna a casa.
  • Jake: No.
  • Neytiri: Torna a casa.
  • Augustine: Jake, svegliati. Coraggio, svegliati. Jake, l’avatar è salvo?
  • Jake: Sì, dottoressa; e non può immaginare dove sono finito.
  • Trudy: Siamo in VFR da qui in avanti.
  • Norm: Che significa?
  • Trudy: Significa che devi vedere dove vai.
  • Norm: Ma non si vede niente!
  • Trudy: Eh, appunto! Bella fregatura, non ti pare?
  • Neytiri: Tu sei Omaticaya adesso. Potrai costruire il tuo arco con il legno di albero casa e potrai scegliere una donna. Abbiamo molte belle donne. Ninath è una cantante magnifica.
  • Jake: Ma io non voglio Ninath.
  • Neytiri: Perhan è una brava cacciatrice.
  • Jake: Sì, è una brava cacciatrice. (guardando Neytiri) Io ho già scelto… ma quella donna deve scegliere me.
  • Neytiri (sorride): Ti ha già scelto. (si baciano)
  • Jake: È finita Quaritch!
  • Quaritch: Non è finito niente finché respiro.
  • Jake: Speravo che lo dicessi.

Trailer: Avatar

Luca Miglietta

Avatar streaming 3d di James Cameron con Sam Worthington, Sigourney Weaver, Michelle Rodriguez  curiosità, errori e bloopers