Archivi tag: Willem Dafoe

Spider-Man al cinema, dalla prima uscita ai successivi

Spider-Man al cinema, dalla prima uscita ai successivi

Tutti i film in cui è apparso Spider-Man dal 2002, la prima volta del super eroe sul grande schermo, ad oggi

Spider-Man al cinema, dalla prima uscita ai successiviNel primo Spider-Man del 2002 il giovane Peter Parker è un teenager come tanti altri che vive nei sobborghi di New York con gli zii Ben e May e studia al liceo scientifico Midtown. Il ragazzo ha un amore impossibile per la bella vicina di casa Mary Jane Watson (Kirsten Dunst). Durante una gita scolastica Peter verrà morso da un ragno geneticamente modificato e scoprirà di aver acquisito dei veri e propri superpoteri come sensi più sviluppati, forza e resistenza incredibilmente potenziati, la capacità di potersi attaccare ed arrampicarsi sui muri e l’abilità di produrre e lanciare una ragnatela dai polsi. Ottiene inoltre il senso di ragno premonitore che lo avverte di qualsiasi pericolo. E’ così che diventerà il super eroe che conosciamo tutti e si schiererà dalla parte del bene contro il malvagio Norman Osborn, in arte Green Goblin.

Spider-Man ha un cast di attori molto giovani ed ancora poco conosciuti ai tempi come Kirsten Dunst e James Franco, che sono poi diventati attori affermati con moltissime pellicole girate, un successo minore ma comunque eccellente per l’altro attore giovane Tobey Maguire che interpretava Peter Parker. A Willem Dafoe la parte del cattivo Norman Osborn che diventa lo spietato Green Goblin. Spider-Man è film del 2002 diretto da Sam Raimi, basato sui fumetti dell’Uomo Ragno, creati da Stan Lee e Steve Ditko e pubblicati dalla Marvel Comics. Un film che ebbe un notevole successo tanto da far sì che Sam Raimi realizzasse i due seguiti Spider-Man 2 (2004) e Spider-Man 3 (2007).

In Spider-Man 2 Peter deve affrontare il Dottor Octopus, uno scienziato a cui si attaccano quattro braccia meccaniche e che comincia ad essere pericoloso per l’incolumità delle persone. Nel cast, oltre a Maguire, sono presenti nuovamente Kirsten Dunst e James Franco nei ruoli di Mary Jane Watson ed Harry Osborn, il villain Otto Octavius (Dottor Octopus) viene interpretato da Alfred Molina. In Spider-Man 3 Peter deve vedersela con un simbionte alieno unitosi al suo costume di Spider-Man, il misterioso Uomo Sabbia, vero responsabile della morte di suo zio Ben, ed infine il suo amico Harry, divenuto il nuovo Goblin per vendicare la morte di suo padre per mano di Peter. Nel cast, oltre a Maguire, sono presenti Kirsten Dunst, James Franco, Thomas Haden Church e Topher Grace, nei ruoli di Mary Jane Watson, Harry Osborn, Flint Marko e Eddie Brock.

Dopo la trilogia di Sam Raimi è uscito un reboot diretto da Marc Webbin in cui Andrew Garfield interpretava Peter Parker e composto da due pellicole: The Amazing Spider-Man (2012), The Amazing Spider-Man 2 – Il potere di Electro (2014). Nei due film Peter è innamorato di Gwen Stacy (Emma Stone), figlia di un capo della polizia e questa volta i cattivi sono la Lizard, Electro, Green Goblin e Rhino. Peter Parker a differenza che nella trilogia precedente cerca di scoprire come sono deceduti i suoi genitori Richard e Mary Parker. Le due nuove pellicole sono basate sulla versione Ultimate di Brian Michael Bendis e Mark Bagley.

Fin’ora abbiamo parlato dei veri e propri film incentrati solo sulla figura del super eroe, ma a partire dal 2016 Spider-Man compare anche all’interno delle nuove saghe cinematografica ambientata nell’Universo cinematografico Marvel (Marvel Cinematic Universe). L’eroe viene interpretato da Tom Holland ed è amico del miliardario e Avenger, Tony Stark (Robert Downey Jr.), l’uomo che indossa l’armatura e diventa il super eroe Iron Man. L’inventore miliardario utilizzerà il suo genio e costruirà a Peter un costume iper tecnologico dotato di un’intelligenza artificiale. In questa serie di pellicole è innamorato di ancora altre ragazze diverse da Mary Jane Watson come Liz Toomes e Michelle Jones, sue compagne di scuola. Questa volta Spider-Man dovrà affrontare l’Avvoltoio, Shocker, il Riparatore, Thanos, l’Ordine Nero, Magnum, Hydro-Man, Molten Man, l’Uomo Sabbia e lo Scorpione.

Prima di parlarvi di questi film bisogna solo fare un salto indietro nel tempo e parlarvi del fatto che sei anni prima, nel 2010, Peter Parker era comparso in un cameo in Iron Man 2. E’ un bambino mascherato da Iron Man che cerca di aiutare il suo super eroe preferito a sconfiggere uno dei robot di Whiplash. Iron Man, quando il bambino mascherato è in pericolo perchè il robot vuole eliminarlo, interviene e lo salva.

Le pellicole ambientate nell’universo Marvel di cui vi avevamo accennato prima sono: Captain America: Civil War (2016), dove Peter Parker viene reclutato dalla squadra di Tony Stark per combattere contro Capitan America e i suoi alleati. Peter fa la guardia nel Queens usando il nome Spider-Man; il giovane non ha il super potere della ragnatela, ma deve fabbricarsi dei lancia ragnatele e un costume con in materiali di fortuna che trova nei bidoni della spazzatura. Tony Stark gli crea, come vi avevamo anticipato, un costume tecnologico che permette a Spider-Man di combattere e sconfiggere il Soldato d’Inverno, Falcon e Ant-Man. Stark però pensa che il ragazzo non sia ancora pronto e lo rimanda a casa per evitare che si faccia male.

In Spider-Man: Homecoming (2017) Peter è diventato un eroe di quartiere piuttosto popolare e continua ad aiutare Tony Stark. Durante una festa Peter scopre un commercio di armi chitauriane illegali e pezzi delle sentinelle Ultron. Il suo nemico sarà Adrian Toomes, in arte l’Avvoltoio, che riuscirà a sconfiggere ed a far fallire il furto di un aereo di Stark. Dopo aver sconfitto Toomes scopre che si tratta del padre Liz, una ragazza che gli piace molto, così lo consegna alle autorità per farlo incarcerare. Tony Stark per la bravura di Peter nel risolvere la questione gli propone di unirsi agli Avengers mostrandogli anche l’abito Iron Spider. Peter però declina l’invito e decide di rimanere solo un eroe di quartiere.

In Avengers: Infinity War (2018) invece Peter Parker si trova su un autobus di New York quando i due membri dell’Ordine Nero, Fauce d’Ebano e l’Astro Nero, sorvolano la grande mela con la loro astronave. Raggiunge il Greenwich Village per aiutare Iron Man, il Dottor Strange e Wong. Thanos (Josh Brolin) vuole le sei gemme elementari che permettono a chi le possiede di raggiungere l’onnipotenza. Le sei gemme rappresentano diversi poteri dell’Universo come la realtà, il tempo, lo spazio e la spiritualità. Il super cattivo vuole dimezzare la popolazione dell’Universo per risolvere il problema della sovrappopolazione e preservarlo. Dovranno fermarlo i Guardiani della Galassia e gli Avengers, di cui fanno parte Tony Stark e Peter Parker. Un film dal cast eccezionale: Chris Pratt, Scarlett Johansson, Benedict Cumberbatch, Elizabeth Olsen, Karen Gillian, Zoe Saldana, Bradley Cooper, Chris Evans, Robert Downey jr., Tom Holland, Brie Larson, Dave Bautista, Chris Hemsworth, Vin Diesel, Samuel L. Jackson Cobie Smulders, Vin Diesel, Dave Bautista, Karen Gillan, Zoe Saldana, Brie Larson, Elizabeth Olsen, Robert Downey Jr., Sebastian Stan, Tom Holland, Bradley Cooper, Samuel L. Jacksson, Jeremy Renner, Paul Rudd, Peter Dinklage, Mark Ruffalo, Josh Brolin, Paul Bettany, Benedict Wong, Pom Klementieff e Chadwick Boseman.

E non pensate che sia finita qui, perchè Tom Holland riprenderà il suo ruolo in Avengers: Endgame e in Spider-Man: Far from Home, entrambi previsti per il 2019.

Luca Miglietta

Chi vincerà l’Oscar come miglior attore protagonista?

Chi vincerà l’Oscar come miglior attore protagonista?

Chi vincerà l’Oscar come miglior attore protagonista? La premiazione degli Oscar 2019 è imminente

Chi vincerà l'Oscar come miglior attore protagonista?Chi vincerà l’Oscar come miglior attore protagonista? Tutti stanno dicendo la loro su chi vincerà l’Oscar il prossimo fine settimana, io non ho potuto vedere tutte le pellicole in gara, sia per poter giudicare il miglior film, che la miglior attrice ed il miglior regista. Per la miglior pellicola ad esempio non son riuscito a visionare Black panther, La favorita e Roma, ho visto solamente BlacKkKlansman, Bohemian rhapsody, Green book, A star is born e Vice.
Una categoria in cui posso giudicare chi merita la statuetta è quella di miglior attore, dove son candidati Christian Bale (Vice), Braedly Cooper (A star is born), Willem Dafoe (At eternity’s gate), Rami Malek (Bohemian rhapsody) e Viggo Mortensen (Green book).
Una cosa è sicura quest’anno rispetto ad altri anni la scelta Academy sarà molto più difficile, non accadeva da un po’. Una statuetta già quasi assegnata è solamente quella come Oscar 2019 alla miglior canzone a Shallow di A Star Is Born, cantata da Lady Gaga, Bradley Cooper.

Chi vincerà l'Oscar come miglior attore protagonista? 2Comincio dal migliore a mio giudizio: Bradley Cooper che interpreta Jackson Maine, una star della musica rock con problemi di alcol, nel film A star is born. Bradley Cooper nella pellicola non è stato solo attore, ma anche regista, produttore e sceneggiatore. L’attore offre una meravigliosa interpretazione non solamente dal punto di vista attoriale, ma anche sotto l’aspetto canoro e della presenza scenica che si addice ad una rockstar con tanti problemi, ma pur sempre con un forte magnetismo. L’attore infatti è riuscito a mostrare perfettamente la tensione autodistruttiva del cantante.

Bradley Cooper interpretando Jackson Maine ha cantato live in scena per tutta la pellicola. Pare sia stata Lady Gaga a convincere Bradley Cooper a cantare, originariamente si pensava dovesse cantare solo in playback. Un coefficiente di difficoltà molto superiore a quello ad esempio del favorito per i bookmakers Rami Malek, che interpreta anch’esso un cantante. Rami Malek è aiutato dall’interpretare Fraddie Mercury, una rockstar davvero esistita e si limita a metterla in scena in maniera celebrativa e piena di energia. Bradley Cooper è giunto alla sua quarta nomination, dopo Il lato positivo, American Hustle e American Sniper.

Chi vincerà l'Oscar come miglior attore protagonista? 3La seconda piazza se la merita Christian Bale che per interpretare Dick Cheney (vicepresidente degli Stati Uniti durante l’amministrazione di George W. Bush) in Vice – L’uomo nell’ombra ha dovuto mettere su molti chili. Christian Bale si è dimostrato ancora una volta il più grande trasformista del cinema di oggi, perfettamente a suo agio con aumenti e diminuzioni di peso repentini, aiutati da make-up che lo rendono quasi  irriconoscibile. Nel 2011 aveva già vinto l’Oscar per The Fighter nel 2011 nella categoria di miglior attore non protagonista.

Terzo posto per Viggo Mortensen per l’interpretazione di Frank Tony Lip Villalonga in Green Book. Una interpretazione davvero riuscita, ma la sua vittoria sarà sicuramente ostacolata dal fatto che la pellicola di Peter Farrelly sembra un candidato molto forte nelle categorie per miglior film e per miglior attore non protagonista, dove è nettamente favorito Mahershala Ali. Per Mortensen questa è la terza nomination, dopo quelle ricevute per La promessa dell’assassino e Captain Fantastic. Se dovesse vincere sarebbe un trionfo per Green Book insomma.

Chi vincerà l'Oscar come miglior attore protagonista? 4Chi vincerà l’Oscar come miglior attore protagonista? Passiamo al favorito dagli scommettitori: Rami Malek

Quarta piazza per Rami Malek al suo primo vero grande ruolo da protagonista nel film Bohemian Rhapsody di Bryan Singer a cui è subentrato Dexter Fletcher. In questa pellicola la domanda sorge spontanea l’Oscar lo merita Freddie Mercury o Rami Malek? Probabile vinca Rami Malek, ma ci chiederemo sempre se la statuetta l’ha vinta il defunto leader dei Queen o l’attore americano. L’attore si è mimetizzato così tanto in Freddie Mercury che, oramai, quando ci si trova davanti ad un filmato con il vero cantante, guardando distrattamente, non riusciamo a capire se si tratti di lui o Rami Malek. Un esempio è il concerto di Wembley con la recitazione dell’attore che è un’esatta copia, inquadratura per inquadratura, del movimento del corpo di Mercury.

Chi vincerà l'Oscar come miglior attore protagonista? 5Quinta piazza per l’ottimo Van Gogh di Willem Dafoe nel film Sulla soglia dell’eternità di Julian Schnabel. L’attore è fresco vincitore della Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile all’ultimo Festival di Venezia. Quarta candidatura per Willem Dafoe dopo Platoon, L’ombra del vampiro e Un sogno chiamato Florida.

L.M.

Spider-Man (2002 film)

Spider-Man (2002 film)

Spider-Man,  pellicola diretta da Sam Raimi

Spider-Man Sam Raimi Willem Dafoe, Kirsten Dunst, Tobey Maguire James Franco Spider-Man. Peter Parker (Tobey Maguire) è un teenager come tanti altri, con un amore impossibile per la bella vicina Mary Jane Watson (Kirsten Dunst). Peter vive nei sobborghi di New York con gli anziani zii e studia al liceo.
Quando verrà morso da un ragno con il DNA geneticamente modificato e ne acquisisce i poteri diventando il super eroe che tutti conosciamo. Credendo di essere responsabile della morte dello zio Ben si schiererà dalla parte del bene contro il malvagio Norman Osborn che diventa il super cattivo Green Goblin (Willem Dafoe).

Spider-Man è un film del 2002 diretto da Sam Raimi, basato sui fumetti dell’Uomo Ragno, creati da Stan Lee e Steve Ditko e pubblicati dalla Marvel Comics.
Spider-Man  divenne un successo sia di pubblico che di critica. Con 821 708 551$ in tutto il mondo, il film batté diversi record, diventando il 3° film più visto nel 2002 dietro a Harry Potter e la camera dei segreti e Il Signore degli Anelli – Le due torri. Il successo del film, portò il regista Sam Raimi a realizzare due seguiti, Spider-Man 2 nel 2004 e Spider-Man 3 che però non furono dello stesso livello di questa pellicola. Nel 2012, la Columbia Pictures, la stessa casa di produzione del film, distribuì nei cinema The Amazing Spider-Man diretto da Marc Webb, un reboot della saga cinematografica slegato dalla precedente trilogia diretta da Raimi.

Spider-Man Sam Raimi Willem Dafoe, Kirsten Dunst sexy, Tobey Maguire James Franco 2Titolo originale: Spider-Man
Paese di produzione: Stati Uniti d’America
Anno: 2002
Durata: 121 min
Genere: azione, drammatico, avventura
Regia: Sam Raimi
Soggetto: dai fumetti Marvel Comics
Sceneggiatura: David Koepp
Produttore: Ian Bryce, Laura Ziskin
Produttore: esecutivo Avi Arad, Stan Lee, Grant Curtis
Casa di produzione: Columbia Pictures (detentrice dei diritti), Marvel Studios
Distribuzione (Italia): Columbia Pictures
Fotografia: Don Burgess
Montaggio: Arthur Coburn, Bob Murawski
Effetti speciali: John Dykstra
Musiche: Danny Elfman
Scenografia: Neil Spisak

Attori e personaggi:

Tobey Maguire: Peter Parker/Spider-Man
Willem Dafoe: Norman Osborn/Green Goblin
Kirsten Dunst: Mary Jane Watson
James Franco: Harry Osborn
Rosemary Harris: zia May Parker
Cliff Robertson: zio Ben Parker
J. K. Simmons: J. Jonah Jameson
Elizabeth Banks: Betty Brant
Joe Manganiello: Flash Thompson
Bill Nunn: Robbie Robertson
Ted Raimi: Hoffman
Jack Betts: Henry Balkan
Gerry Becker: Maximilian Fargas
Ron Perkins: Dottor Mendel Stromm
Michael Papajohn: Dennis Carradine
Stanley Anderson: Generale Slocum
Randy Savage: Sega Ossa McGraw
Macy Gray: se stessa
Bruce Campbell: Annunciatore ring
Lucy Lawless: Ragazza Punk
Stan Lee: Uomo alla parata
Octavia Spencer: Donna al check-in

Spider-Man trailer: Link streaming youtube

Spider-Man Sam Raimi Willem Dafoe, Kirsten Dunst, Tobey Maguire James Franco 3Da un grande potere, derivano grandi responsabilità.

With great power comes great responsibility. (Ben Parker)

Chi sono? Sicuri di volerlo sapere? La storia della mia vita non è per i deboli di cuore. Se qualcuno ha detto che era una bella favoletta, se qualcuno vi ha raccontato che ero solo un tizio normale senza una preoccupazione al mondo, quel qualcuno ha mentito. Ma ve l’assicuro: questa, come qualsiasi storia che valga il racconto, è a proposito di una ragazza. Questa ragazza. La ragazza della porta accanto: Mary Jane Watson. La donna che ho amato fin da prima di cominciare ad apprezzare le ragazze. Vorrei potervi dire che sono io quello accanto a lei.

Who am I? You sure you want to know? The story of my life is not for the faint of heart. If somebody told you it was a happy tale, if somebody said I was just your average guy, not a care in the world… somebody lied. But let me assure you, this, like any other story worth telling, is all about a girl. That girl, The girl next door. Mary Jane Watson. The woman I loved since before I even liked girls. I’d like to tell you that’s me next to her. (Peter Parker) 

Beh, diamo un’occhiata al giornale. Ecco gli annunci di lavoro. Vediamo cosa c’è: computer… Venditore di computer, tecnico di computer, analista di computer. Oddio, perfino i computer hanno bisogno dell’analista, oggigiorno! (Ben Parker); Certe volte, se conosci una persona, riesci a vedere il suo futuro. (Peter Parker); Quarantamila anni di evoluzione e abbiamo appena intaccato l’enormità del potenziale umano… (Norman Osborn); Chi è Spider-Man? È un criminale! Ecco chi è! (Jameson); Riusciamo ad avere una foto di Julia Roberts in tanga e non rimediamo una foto di questo essere? (Jameson); Non vuol essere famoso? Ed io lo faccio diventare famigerato! (Jameson); Questa fa schifo… Idem… Idem… Mega schifo… Ti do duecento dollari per il malloppo. (Jameson); Nonostante tutto quello che hai fatto per loro alla fine ti odieranno. (Goblin); Io lo conosco un po’, diciamo che sono il suo fotografo ufficioso. (Peter Parker); Fai già anche troppo: università, lavoro, tutto questo tempo con me… Non sei mica Superman, sai? (May Parker); Qualunque cosa io faccia e per quanto mi sforzi, le persone che amo sono sempre quelle che pagano. (Peter Parker); Quello che la gente ama più dell’eroe è vederlo cadere. (Goblin); Ci sono otto milioni di persone in questa città, e quelle masse brulicanti esistono al solo scopo di sollevare i pochi esseri eccezionali sulle loro spalle. Tu e io; siamo esseri eccezionali. Potrei schiacciarti come un insetto in questo momento… ma ti sto offrendo una scelta. Unisciti a me. Immagina che cosa potremmo realizzare insieme. Che cosa potremmo creare… oppure potremmo distruggere ogni cosa! Causare la morte di innumerevoli innocenti battendoci egoisticamente, ancora e ancora e ancora, fino a morire entrambi! È questo che vuoi? Pensaci bene, eroe! (Goblin); Noi siamo quello che scegliamo di essere. Ora scegli! (Goblin); Miseria dolore e morte, ecco quale è stata la tua scelta. Io ti ho offerto la mia amicizia… e tu mi hai sputato in faccia! (Goblin); Hai tessuto la tua ultima ragnatela, Spider-Man. Se tu non fossi stato così egoista, la morte della tua amichetta sarebbe stata rapida e indolore. Ma adesso che mi hai fatto incazzare sul serio, le infliggerò una morte lenta, e dolorosa! M.J. ed io… ci divertiremo, come pazzii! (Goblin)

L.M.

Los Angeles River (LA River)

Los Angeles River (LA River)

Los Angeles River, il fiume più amato dai registi hollywoodiani per le scene di inseguimenti

Los Angeles River (LA River)

Los Angeles River, ha dato molto al cinema, pensate a film come Terminator o Grease

L’inizio ufficiale del Los Angeles River (LA River) è alla confluenza del Bell Creek, che nasce tra le Simi Hills e dell’Arroyo Calabasas, che sgorga tra le Santa Monica Mountains, a Canoga Park nella città di Los Angeles. Il fiume da Canoga Park, appena ad est della California State Route 27 nella parte occidentale della San Fernando Valley, scorre fino alla foce nell’Oceano Pacifico a Long Beach.

Il fiume ha diversi affluenti e scorre in un canale di cemento dopo una serie di alluvioni catastrofiche la peggiore delle quali nel 1939. Seppur rare, essendo un corso d’acqua per lo più secco, le inondazioni portavano morte e distruzione, così il Corpo di ingegneri dell’esercito americano trasformò il fiume in ciò che Joe Linton, autore di Down By the Los Angeles River, descrive come una “superstrada per l’acqua”.

Los Angeles River (LA River) 2

Negli ultimi anni però diversi gruppi di ambientalisti si battono affinché il canale di cemento venga tolto e il fiume venga ripristinato della vegetazione naturale e della fauna selvatica. Porzioni del Los Angeles River hanno ora l’habitat restaurato e sono stati anche avanzati dei progetti per la costruzione di parchi lungo il fiume.

Il Los Angeles River è sempre stato molto utilizzato dall’industria cinematografica grazie alla sua desolata superficie piatta di cemento. Il letto del fiume oltre che essere completamente canalizzato dall’uomo è semi asciutto durante la maggior parte dell’anno ed è un luogo ideale per le riprese.

E’ perfetto per girare scene d’azione in una città congestionata dal traffico come Los Angeles, perché il corso d’acqua avvolto nel cemento è uno spazio privo del traffico dell’ora di punta. Viene così utilizzato per girare gare e inseguimenti in auto, infatti sono congeniali ai registi le sue pareti inclinate e il suo letto liscio; si presta ottimamente anche per altre scene che richiedono un ambiente aperto e deserto all’interno di una città caotica come quella californiana.

Los Angeles River (LA River) 3

Sul Los Angels river non hanno girato solo film, ma anche numerosi programmi televisivi, video musicali e videogiochi. Tra i giochi pensate a Midnight Club: Los Angeles, Grand Theft Auto: San Andreas e Grand Theft Auto V, tra i programmi televisivi alla sedicesima stagione di Hell’s Kitchen, dove la squadra perdente è stata costretta a pulire il fiume L.A. come punizione per non aver vinto la sfida della squadra.

Ciascuno dei 10 ponti che sovrastano il letto del fiume nel centro di Los Angeles è unico. Costruiti negli anni ’20 e nei primi anni ’30 sono dei veri e propri tesori architettonici progettati dall’ingegnere Merrill Butler.

Los Angeles River (LA River) terminator 2

Tra i principali film girati sul Los Angeles River vi possiamo ricordare:

Terminator 2 – Il giorno del giudizio (Terminator 2: Judgment Day)

Cominciamo con questo film, perché si svolge molto probabilmente in Terminator 2 la scena più memorabile e coinvolgente girata nel Los Angeles River. In questo capolavoro, diretto da James Cameron e con protagonista Arnold Schwarzenegger, è difficile dimenticare la scena in cui John Connor ed il T-800 scappano in moto dal T-1000, che li insegue su di un camion tra i canali di cemento del fiume di Los Angeles.

Terminator 2 Los Angeles River (LA River)

Grease

Una delle scene più famose della pellicola è girata nell’arido letto del fiume, chi non ricorda l’indimenticabile gara di resistenza tra Danny e Leo? La scena si svolge tra il primo e il settimo ponte stradale sul Los Angeles River.

Los Angeles River (LA River) Grease

Il cavaliere oscuro – Il ritorno (The Dark Knight Rises)

Nell’ultimo capitolo della trilogia di Batman diretta da Christopher Nolan, uno dei migliori inseguimenti in auto si svolge  nel Los Angeles River. Vi è un inseguimento che coinvolge la polizia e Batman, che a sua volta è alle calcagna del cattivo di turno Bane.

Los Angeles River (LA River) 4 batman

Drive

Si tratta di un film in cui Ryan Gosling interpreta un pilota d’auto, che oltre a lavorare come meccanico e stuntman cinematografico a Hollywood, arrotonda prestando servizio come autista per alcuni rapinatori di banche. Anche qui una bellissima scena ambientata nel Los Angeles River.

Drive Los Angeles River (LA River)

Senza un attimo di tregua (Point Blank)

Anche questo ottimo film noir del 1967, diretto da diretto da John Boorman e interpretato da Lee Marvin e Angie Dickinson, non può mancare una scena d’azione che si svolge nel Los Angeles River.

Point Blank Los Angeles River (LA River)

Vivere e morire a Los Angeles (To Live & Die In LA)

Un’altra bellissima sequenza nel Los Angeles River si svolge in questa notevole pellicola diretta da William Friedkin e con protagonisti Willem Dafoe e William Petersen. Un inseguimento nel fiume che rimane certamente impresso nello spettare per lungo tempo.

Los Angeles River (LA River) car

Tra le altre pellicole sulle sponde del Los Angeles River ricordiamo:

Assalto alla Terra (1954)

Cleopatra Jones: Licenza di uccidere (1973)

Baby Killer (1974)

Chinatown (1974)

La corsa più pazza del mondo (1976)

Tuono blu (1983)

Le avventure di Buckaroo Banzai nella quarta dimensione (1984)

Repo Man – Il recuperatore (1984)

Drive Los Angeles River (LA River) 2

Fuori in 60 secondi (1991)

Pazzi a Beverly Hills (1991)

Point Break – Punto di rottura (1991)

Last Action Hero – L’ultimo grande eroe (1993)

Patto di sangue (1993)

The Core (2003)

The Italian Job (2003)

Transformers (2007)

In Time (2011)

Luca Miglietta

Los Angeles River (LA River) The Italian job

 

 

 

 

Abel Ferrara cerca location in Piemonte

Abel Ferrara cerca location in Piemonte

Per il suo nuovo film che si intitolerà “Siberia” Abel Ferrara cerca location in Piemonte

Siberia avrà un cast che comprende attori come: Nicolas Cage, Willem Dafoe e Isabelle Huppert

Abel Ferrara cerca location in PiemonteAbel Ferrara cerca location in Piemonte. Il regista americano Abel Ferrara sta cercando le location sulle montagne innevate piemontesi per girare il suo prossimo film Siberia.

Siberia avrà un grande cast: sarà interpretato da Nicolas Cage, Willem Dafoe e Isabelle Huppert. Lo conferma il presidente di Fip (Film Investimenti Piemonte), Paolo Tenna, a margine della presentazione di un nuovo progetto di distribuzione in Piemonte dei film prodotti sul territorio.

Già la scorsa settimana Abel Ferrara ha fatto alcuni sopralluoghi in Val Granda e in altre località piemontesi. Il regista sta quindi cercando per il film, ispirato al celebre Libro Rosso di Carl Gustav Jung, ambientazioni che ricordino le lande siberiane.

Alla produzione molto probabilmente parteciperanno investitori locali, grazie anche alle nuove norme sul tax-credit previste dalla nuova legge sul cinema. Un film che porterà sicuramente dei benefici in termini economici alla regione del nord ovest italiano.

Il film di Ferrara non sarà l’unico che verrà girato in Piemonte, perchè Siberia è uno dei venti progetti di film attualmente in visione dalla Film Commission Torino Piemonte, che quest’anno ha visto aumentare la sua attività di oltre il 5%.

Robert Rodriguez

Robert Rodriguez

Robert Rodríguez and Quentin TarantinoRobert Rodriguez è un autore a tutto tondo che sceneggia, dirige, monta e produce i suoi film, spesso compone addirittura la colonna sonora. Sì lo conoscete, lo avrete sicuramente visto alle premiazioni internazionali con i suoi inconfondibili abiti: stivali da cowboy, bandana e cappello texano.
Robert Rodriguez si è imposto in breve tempo nel panorama cinematografico internazionale grazie alle sue trovate geniali e imprevedibili, condite dalla sua inconfondibile ironia. Il regista texano si diverte a mettere in scena ogni tipo di diavoleria per divertire ed appassionare lo spettatore, facendolo evadere dalla monotonia della vita quotidiana, in ogni fotogramma infatti si può percepire la voglia di Robert Rodriguez di giocare con il pubblico e sorprenderlo. Quando si tratta di confezionare un film ci sa davvero fare dietro la macchina da presa.
Fin da piccolo Rodriguez mostrò uno spiccato interesse per il cinema: nell’inverno del 1981, quando aveva solo dodici anni, durante la proiezione 1997: Fuga da New York di John Carpenter, esclamò con grinta: “Anch’io sarei capace di girare quella roba!”.
Raggiunge la fama internazionale nel 1992 col il film El Mari
El mariachi di Robert Rodriguez con Carlos Gallardo, Consuelo Gómez, Jaime de Hoyosachi, un action movie incentrato sulla leggendaria figura del Mariachi, un suonatore di chitarra messicano, con tante sparatorie e recitato da attori semisconosciuti. Questo film venne realizzato con un budget di soli 7000 dollari, in parte guadagnati facendo da cavia per sperimentare su se stesso un nuovo farmaco anti-colesterolo, ed ebbe numerosi riconoscimenti, tra cui il prestigioso Audience Award del Sundance Film Festival.
Dopo il grande successo della sua prima pellicola Robert ha una chance a Hollywood: gli viene data carta bianca per riprendere con un budget notevolmente superiore la ricetta fortunata del primo film. Nel 1995 così esce l’ottimo Desperado con ancora protagonista il Mariachi, che questa volta ha le fattez
Desperado di Robert Rodriguez. Con Antonio Banderas, Salma Hayek, Steve Buscemi, Joaquim de Almeida, Quentin Tarantino streamingze di Antonio Banderas, che è affiancato da una splendida e sensuale Salma Hayek: anche questa volta il protagonista-suonatore di chitarra dovrà combattere contro i narcotrafficanti a suon di sparatorie e botte da orbi.
Il regista assieme all’amico Que
ntin Tarantino darà vita, nel 1996, a Dal tramonto all’alba: il primo in veste di regista e produttore, il secondo in quelle di sceneggiatore ed attore al fianco di George Clooney, Harvey Keitel, Juliette Lewis, Salma Hayek, Tom Savini e Danny Trejo.
 Nel 1998 esce il modesto The Faculty nel quale alcuni studenti della Herrington High, tra cui Elijah Wood e Josh Hartnett, devono vedersela con dei parassiti alieni. Nel film sono inoltre presenti la solita Salma Hayek nei panni di un’infermDal Tramonto All'Alba (From Dusk till Dawn) di Robert Rodriguez con Harvey Keitel, Juliette Lewis, George Clooney, Salma Hayek, Danny Trejo, Tom Savini e Quentin Tarantino streaming 1iera e Robert Patrick.
Robert Rodriguez nel 2001 con Spy Kids decide di cambiare genere e fare un film adatto anche ai più piccoli. In questo film recitano il suo attore feticcio Antonio Banderas, Carla Gugino, Alexa Vega, Daryl Sabara e Danny Trejo.
Nel 2002 e nel 2003 usciranno i due seguiti di Spy Kids.
Nel 2003 finalmente torna al genere che è più nelle sue corde con l’otti
mo C’era Una Volta in Messico, capitolo conclusivo della Trilogia del Mariachi, ancora con protagonista Banderas nei panni del Mariachi, affiancato da Salma Hayek, Mickey Rourke, Jhonny Depp, Willem Dafoe, Eva Mendes e Danny Trejo.
Nel 2005 dirige Sin City, l’ad
Spy kids streaming con Antonio Banderas, Carla Gugino,  Alexa Vega e Danny trejo di Robert Rodriguezattamento cinematografico dell’omonimo fumetto di Frank Miller e Le avventure di Sharkboy e Lavagirl in 3-D.
Nel 2007, con
l’amico Tarantino, si dedicherà all’ambizioso progetto di Grindhouse, un omaggio ai film d’expolitation degli anni ’70 ed ’80. L’opera è divisa in due episodi, il primo è Grindhouse – A prova di morte (Death Proof) con protagonista Kurt Russell e diretta Quentin Tarantino, il secondo capitolo, Grindhouse – Planet Terror, quello meglio riuscito tra i due, è diretto dallo stesso Rodriguez. In Planet Terror un virus ha trasformato gli esseri umani in zombie barcollanti, affamati di carne umana e solo il giovane Wrey (Freddy Rodriguez) e la sua ragazza Cherry (Rose McGowan) sono l’unica speranza per la razza umana. Tra gli attori sono inoltre presenti: Mamachete kills di robert rodriguez con Danny Trejo, Antonio Banderas, Charlie Sheen, Michelle Rodriguez, Jessica Alba, Mel Gibson, Alexa Vega streaming rley Shelton, Josh Brolin, Michael Biehn, Naveen Andrews, Michael Parks, Jeff Fahey e Bruce Willis.
Nel 2009 dirige Il Mist
ero Della Pietra Magica, prima del suo grande ritorno nel 2010 con Machete, che ha come protagonista l’ex agente messicano Machete Cortez, dal volto scavato e segnato dal tempo e dai modi rudi. Machete Cortez è interpretato dall’attore feticcio di Robert Rodriguez Danny Trejo, affiancato da Michelle Rodriguez, Robert De Niro, Jessica Alba, Steven Seagal, Jeff Fahey, Lindsay Lohan, Cheech Marine e Don Johnson.
Nel 2011 esce Spy Kids 4 – È tempo di eroi e nel
2013 tornano le avventure di Machete Cortez in Machete Kills con protagonisti: Danny Trejo, Antonio Banderas, Charlie Sheen, Michelle Rodriguez, Jessica Alba, Mel Gibson, Alexa Vega, Sofía Vergara, Amber Heard, Zoë Saldaña,Cuba Gooding Jr., Tom Savini e Lady Gaga.

Luca Miglietta

Dal Tramonto All'Alba (From Dusk till Dawn) di Robert Rodriguez con Harvey Keitel, Juliette Lewis, George Clooney, Salma Hayek, Danny Trejo, Tom Savini e Quentin Tarantino streaming