Archivi tag: Torino

Doc di Ritorno al Futuro a Torino

Doc di Ritorno al Futuro a Torino

Doc di Ritorno al Futuro a Torino, dove gira uno spot per la 500

Doc di Ritorno al Futuro a TorinoDoc di Ritorno al Futuro a Torino. Ieri mattina, lunedì 18 giugno 2018, Doc di Ritorno al Futuro ha girato uno spot a Torino. Christopher Lloyd per alcune ore ha girato in via Carlo Alberto e piazza Bodoni, che per l’occasione sono tornate negli anni Cinquanta. Questo per via del set cinematografico che dalle cinque ha immobilizzato l’isolato all’angolo con via dei Mille.

La strada è la protagonista del nuovo spot della Fca, che cita la pellicola cult Ritorno al Futuro.

Doc di Ritorno al Futuro a Torino. L’attore Christopher Lloyd torna nei panni dello scienziato della macchina del tempo nel film cult. Lo spot viene girato in piazza Bodoni con scenografie anni Cinquanta di Paolo Coccorese

L’attore veste il suo consueto camice bianco, ha i capelli sparati e il suo solito sguardo stupefatto, ed è il personaggio scelto dall’azienda automobilistica torinese per presentare la nuova versione della 500 che, con una nuvola di fumo, sbuca all’improvviso nel passato della città.

Doc di Ritorno al Futuro a TorinoQuesta volta non è una DeLorean DMC-12, ma una 500 e non sbuca ad Hill Valley, ma nella Torino anni cinquanta con il suo traffico di auto d’epoca resuscitate per l’occasione. Troviamo una Lancia Fulvia, Fiat 1100 e vecchie 500. Queste bellissime vetture da museo hanno fatto avanti e indietro per tutto il tempo delle riprese per riprodurre la vita di allora in una via Carlo Alberto d’antan. Tra attori e comparse una cinquantina di persone, tutte vestite con abiti di quel periodo. Compare anche un vigile, citazione evidente del film con Alberto Sordi (Il vigile), che per un soffio non viene investito dal nuovo modello della Fca che appare all’improvviso nella strada come faceva la DeLorean in Ritorno al Futuro.

Luca Miglietta

Doc di Ritorno al Futuro a Torino

Al Tff il thriller erotico Sadie (2016)

Al Tff il thriller erotico Sadie

Il thriller erotico Sadie è inserito nella sezione Festa mobile

thriller erotico Sadie Craig Goodwill Analeigh Tipton, Nina Senicar, Marta Gastini, Jakob Cedergren, Jan Bijvoet e Pietro GiuntiSadie è una produzione Italo canadese diretta da Craig Goodwill

Al 34 Torino Film Festival, che si svolgerà dal 18 al 26 novembre ci sarà il thriller psicologico a sfondo erotico Sadie. Il film sarà in programma il 19 e il 20 novembre
ed è stato inserito nell’interessantissima sezione di Festa Mobile. Questa sezione avrà un ricco programma e si svolgerà durante l’arco di tutta la manifestazione.

Sadie è una produzione Italo Canadese diretta da Craig Goodwill già regista nel 2014 di Patch Town. Tra gli attori troviamo Analeigh Tipton, attrice con alle spalle molte serie tv, ma già comparsa sul grande schermo in Lucy di Luc Besson e Crazy Stupid, Love). A completare il cast Nina Senicar, Marta Gastini (Io & Marilyn, Il rito, Dracula 3D e Evil Things – Cose cattive), Jakob Cedergren, Jan Bijvoet e Pietro Giunti.

thriller erotico Sadie Craig Goodwill Analeigh Tipton, Nina Senicar, Marta Gastini, Jakob Cedergren, Jan Bijvoet e Pietro Giunti 3Sadie è stato inoltre girato interamente a Torino tramite il sostegno della Film Commission Torino Piemonte.  Si tratta a detta del regista di un film sensuale, onirico, ma anche ricco di violenza e mistero.

Craig Goodwill a proposito del film ha infatti dichiarato (come riportato qualche mese fa dal sito http://movieplayer.it):

il concept è quello di trattare la violenza contenuta in Sadie in modo poetico. Il film è ricco di violenza, ma anche mistero, erotismo e psicologia. Attraverso la scoperta del dolore e del piacere arriviamo a conoscere la verità. Applicando queste nozioni, vogliamo condurre il pubblico in un viaggio nella psicologia e nella deviazione morale fino a fargli sperimentare la sottile linea tra i nostri desideri e l’impatto sulla nostra anima.

thriller erotico Sadie Craig Goodwill Analeigh Tipton, Nina Senicar, Marta Gastini, Jakob Cedergren, Jan Bijvoet e Pietro Giunti 4Ecco la sinossi ufficiale del film:

Durante il tour promozionale del suo libro in Italia, la scrittrice in erba Sadie Glass incontra il suo ex amante Alex, che la convince a seguirlo assieme a un’enigmatica ragazza di nome Francesca in una villa immersa nella campagna piemontese. Qui Sadie dovrà affrontare i demoni del suo passato, restando coinvolta in un surreale gioco di omicidi e tradimenti.

Titolo originale del film: Sadie
Genere: Thriller erotico
Nazione: Canada, Italia
Colore: colore
Anno di uscita: 2016
Regia: Craig Goodwill
Durata: 92 minuti
Attori: Analeigh Tipton, Nina Senicar, Marta Gastini, Jakob Cedergren, Jan Bijvoet e Pietro Giunti
Produttori: Brian Dreyfuss, Neil Dunn
Produttore esecutivo: Simon Fawcett
Musica: Silvio Amato
Costumi: Cristina Audisio

thriller erotico Sadie Craig Goodwill Analeigh Tipton, Nina Senicar, Marta Gastini, Jakob Cedergren, Jan Bijvoet e Pietro Giunti 2

Museo Cinema entro 2016 nuovo direttore

Museo Cinema, entro 2016 nuovo direttore

Museo Cinema entro 2016 nuovo direttore, incarico Barbera è stato prorogato per scegliere il successore

Alberto Barbera Museo Cinema, entro 2016 nuovo direttore

Incarico prorogato a Alberto Barbera a causa dell’elevato numero di candidature


Museo Cinema, entro 2016 nuovo direttore
. Alberto Barbera è stato riconfermato direttore del Museo Nazionale del Cinema di Torino fino al 31 dicembre. Il Comitato di Gestione dell’ente ha deciso di prolungargli di due mesi l’incarico di direttore.

La sua nomina scadeva fra due giorni e il nome del suo successore doveva essere annunciato oggi. L’elevato numero di candidature pervenute per la successione ha infatti impedito di arrivare ad una scelta definitiva, come era stato ipotizzato in un primo momento. Le domande arrivate sotto la Mole sono state ben 88, un numero molto alto rispetto alle previsioni. Lo ha precisato lo stesso Comitato di Gestione, che in una nota si è detto

molto compiaciuto per la qualità e la quantità delle candidature pervenute, segno che il Museo gode di prestigio nel mondo delle istituzioni culturali.

Alberto Barbera aveva assunto l’incarico di direttore del Museo nazionale del Cinema di Torino 2004 e lascia dopo tredici anni. Alla fine del suo incarico si dedicherà a tempo pieno al ruolo di direttore artistico della Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia.

Sottodiciotto apre con Shock in My Town (1 al 7 dicembre)

Sottodiciotto apre con Shock in My Town

Sottodiciotto apre con Shock in My Town, il 1 dicembre, al CAP 10100 serata evento

The Velvet Underground & Nico, Banana Andy Warhol Sottodiciotto apre con Shock in My Town (1 al 7 dicembre)Sottodiciotto apre con Shock in My Town, il festival si svolgerà dall’1 al 7 dicembre

Sottodiciotto Film Festival & Campus apre la sua diciassettesima edizione con Shock in My Town – Velvet Underground. Sottodiciotto quest’anno si svolgerà dall’1 al 7 dicembre e avrà la nuova direzione di Steve Della Casa.

Shock in My Town – Velvet Underground secondo gli organizzatori getta un ponte ideale tra la cultura giovanile di oggi e di ieri. Si tratta di uno spettacolo multimediale di Enrico Verra, con la direzione artistica di Max Casacci dei Subsonica. Alla vigilia dei 50 anni dall’uscita di uno dei dischi cult del secolo scorso, The Velvet Underground & Nico, pubblicato nel 1967 grazie a Andy Warhol, autore anche della celeberrima copertina, in cui campeggiava la famosa banana sbucciabile, il Festival rende omaggio a quello che è considerato generalmente il più grande album di debutto di tutti i tempi. Album che è finito al primo posto nella lista dei 50 “che hanno cambiato la musica” secondo The Observer.

L’ideatore del progetto, il regista Enrico Verra ha spiegato:

Brian Eno ha detto che il disco dei Velvet quando uscì vendette poche copie, ma tutti quelli che lo comprarono si misero a suonare e fondarono una band. La grandezza del gruppo di Reed e Cale è stata proprio quella di spingere altri a suonare e il loro è stato un effetto molto lungo, che è rimbalzato su più generazioni. Senza i Velvet non sarebbe esistita la maggior parte della new wave e tanto dell’indie rock contemporaneo. Sono stati dei grandi traghettatori, dei veri passeur culturali, che hanno anche dato vita, in modo avanguardistico, a un connubio perfetto tra cinema e musica. In questo senso ci sembra giusto ricordarli all’interno di un Festival come Sottodiciotto & Campus, che ha come scopo primario quello di essere un traghettatore di cinema e cultura verso le nuove generazioni.

Max Casacci, direttore artistico del progetto ha sottolineato:

I Velvet Underground, nella cultura rock rappresentano, sotto molti aspetti, l’abbattimento dei confini. I temi trattati nelle canzoni, l’approccio al suono di derivazione quasi concettuale, l’interazione con l’arte contemporanea sono elementi che smarcano quell’avventura acida ed elettrica dagli stereotipi del genere; è questo che ha reso i Velvet Underground la band capace di ispirare o influenzare molte rivoluzioni sonore nei decenni successivi e ancora oggi, a un ragazzo che si avvicina alla musica, la loro è una Storia che merita di essere raccontata.

Per ricordare la grande band americana di Lou Reed e John Cale, una delle più innovative e rivoluzionarie dell’intera storia del rock e lo straordinario milieu creativo e il milieu creativo della New York anni ’60, viene ricreata, il 1 dicembre, al CAP 10100, una performance simile all’Exploding Plastic Inevitable, lo show ideato per i concerti dei Velvet a New York e a Los Angeles. L’evento sarà a partire dalle 22.

The Velvet Underground & Nico Sottodiciotto apre con Shock in My Town (1 al 7 dicembre)

ToHorror Film Fest da domani a Torino in via Po

ToHorror Film Fest da domani a Torino in via Po

ToHorror Film Fest da domani a Torino in via Po per la sua sedicesima edizione

ToHorror Film Fest da domani a Torino in via PoToHorror Film Fest da domani a Torino in via Po (da martedì 11 a sabato 15 ottobre)

ToHorror Film Fest da domani a Torino in via Po. Il ToHorror Film Fest “Mangiami – Sauté di cultura cannibale“, arriva alla sua sedicesima edizione che si svolgerà da martedì 11 a sabato 15 ottobre.

Il ToHorror si svolgerà in due location: il cinema Greenwich di via Po 30 per le prime visioni del concorso Lungometraggio e per gli eventi, e il Blah Blah Cine/Club di via Po 21 per le repliche, i fuori concorso, il concorso Cortometraggi e gli incontri.

Il ToHorror Film Fest aprirà i battenti con il tema di fondo “Mangiami, dal cinema cannibalico alla società cannibale“. Sarà secondo gli organizzatori una riflessione su quanto la cultura sia poco prolifica e quanto invece si affidi a cannibalizzare le altre epoche, le altre opere, rigurgitando vecchi stili, incapaci di mordere davvero il tessuto sociale. Il cannibale come conformista.

Tra gli appuntamenti in programma troviamo:

  • 3 concorsi: lungometraggi, cortometraggi, sceneggiature
  • 11 premi: lungometraggi, cortometraggi, sceneggiature, effetti speciali, opera prima, talento artigianale
  • 7 lungometraggi in concorso da Italia, Inghilterra, Spagna, USA, Germania tra animazioni, documentari e live action
  • 25 cortometraggi da tutto il mondo
  • 8 sceneggiature in concorso
  • 2 eventi internazionali: The Invitation di Karyn Kusama e Ballad in Blood di Ruggero Deodato
  • 3 Rassegne: Mangiami, Fuori Menù e Frattaglie. Ovvero il genere fantastico nel videoclip musicale
  • 4 incontri con professionisti e studiosi del fantastico: cinema, letteratura, fumetti, tutto quanto ci permette di oltrepassare lo specchio.

Troverete i biglietti a 6 euro per la formula intera, 5 euro per quella ridotta. L’abbonamento con 9 spettacoli (7 lungometraggi + 2 proiezioni fuori concorso) sarà a 30 euro. Vi saranno anche molti eventi gratuiti.

Ulteriori informazioni le troverete qui:

ToHorror Film Fest
Blah Blah cine / club, via Po 21 – Torino
Tel. (+39) 340.85.07.814
Email: info@tohorrorfilmfest.it
Sito: www.tohorrorfilmfest.it

David Bowie nell’immagine logo del Tff

David Bowie nell’immagine logo del Tff

David Bowie nell’immagine logo del Tff, che si terrà a Torino dal 18 al 26 novembre

David Bowie nell'immagine logo del TffDavid Bowie nell’immagine logo del Tff. Nell’immagine guida del 34/o Torino Film Festival, traviamo David Bowie, icona della musica e della cultura contemporanea morto quest’anno.

La decisione è stata resa nota dai vertici della manifestazione cinematografica in programma dal 18 al 26 novembre a Torino. David Bowie oltre che straordinario musicista è stato attore cinematografico e teatrale, pittore. David Bowie ha dato moltissimo al cinema perchè è apparso in oltre 15 film, in alcuni casi da protagonista, in altri con semplici cammei.

Tra i tanti film in cui è comparso David possiamo ricordare: 2006, The Prestige; 2001, Zoolander; 1996, Basquiat; 1992, Fuoco Cammina con me; 1988, L’ultima tentazione di Cristo; 1986, Labyrinth – Dove tutto è possibile; 1983, Miriam si sveglia a mezzanotte; 1982, Furyo; 1981, Christiane F. noi i ragazzi dello zoo di Berlino; 1976, L’uomo che cadde sulla Terra.

L’immagine scelta dal Tff è tratta da uno di questi film: una scena di Absolute Beginners, diretto da Julien Temple nel 1986. L’immagine è stata rielaborata dall’agenzia creativa Independent Ideas.

Resi noti anche alcuni dei film in programma al prossimo Tff, di età diversissime tra loro: dai film usciti nel 2016, Sully di Clint Eastwood, Abosolutely Fabulous: The Movie di Mandie Fletcher, La felicità umana di Maurizio Zaccaro a Intolerance di Griffith, del 1916 e di cui vi avevamo parlato la settimana scorsa in questo articolo: link.

Luca Miglietta

A Torino prima mostra dedicata a Gus Van Sant a partire dal 6 ottobre

A Torino prima mostra dedicata a Gus Van Sant

A Torino prima mostra dedicata a Gus Van Sant, viaggio nel mondo del regista a partire dal 6 ottobre

A Torino prima mostra dedicata a Gus Van SantA Torino prima mostra dedicata a Gus Van Sant. Quello che propone il Museo Nazionale del Cinema di Torino, dal 6 ottobre al 9 gennaio è un viaggio nell’universo di uno dei più interessanti e innovativi registi della scena indipendente contemporanea.

La prima mostra dedicata al lavoro di Gus Van Sant è coprodotta dal Museo Nazionale del Cinema con la Cinémathèque francaise di Parigi e la Cinémathèque de Lausanne. La mostra è reduce del successo della prima parigina ed è curata da Matthieu Orléan. Presenta collaborazioni originali con artisti come William Eggleston, Bruce Weber, M Blash e David Bowie e una retrospettiva dei film del regista.

Tra le opere troviamo dei giovanissimi Keanu Reeves, Nicole Kidman, Matt Damon catturati da polaroid che li fissano in un’eterna giovinezza, dipinti e acquerelli che ritraggono volti sconosciuti e paesaggi onirici, video e colonne sonore in cui la musica è la cassa di risonanza dei percorsi interiori dei suoi personaggi, immagini e sequenze entrate ormai nella storia del cinema.

Mappa film girati a Torino

Mappa film girati a Torino

Mappa film girati a TorinoL’Associazione Museo Nazionale del Cinema ha sviluppato uno studio sulle location dei principali e più conosciuti film girati a Torino, al quale è seguita la realizzazione di una mappa cartacea in italiano e inglese. Questa mappa è disponibile in forma cartacea presso i punti di informazione turistica della città e in forma digitale sul sito Movie on the Road.
Sono state selezionate 24 location cinematografiche selezionate ed ognuna di esse è identificata con un numero. Ogni set cinematografico presenta inoltre una fotografia rappresentativa e una scheda bio-filmografica del regista o di uno dei protagonisti del film che lo hanno reso celebre.

Tra questi film vi sono:

  • Dario Argento in Profondo rosso (Piazza C.L.N.)
  • Woody Allen con Hannah e le sue sorelle (Teatro Regio, Piazza Castello 215)
  • Marcello Mastroianni ne La donna della domenica (Mercato del Balôn, Via Borgo Dora)
  • Penelope Cruz in Venuto al mondo (Cavallerizza Reale, Via Verdi 9)
  • Vittorio Gassman in Profumo di donna (Palazzo della Vittoria, Corso Francia 23)
  • Carlo Verdone ne I due carabinieri (Piazza Carlo Felice)
  • Peter Greenaway in Ripopolare la Reggia (Reggia di Venaria Reale)
  • Cate Blanchett in Heaven (Palazzo Carignano, Piazza Carignano)
  • Michael Caine in Un colpo all’italiana (The Italian Job) (Piazza Gran Madre di Dio)
  • Nanni Moretti ne La seconda volta (Via Murazzi del Po)
  • Michelangelo Antonioni ne Le amiche  (Piazza Camillo Benso Conte di Cavour)
  • Paolo Sorrentino con Il divo (Palazzo Saluzzo Paesana, Via della Consolata 1)
  • Audrey Hepburn in Guerra e pace (Palazzo Madama, Piazza Castello)
  • Marco Tullio Giordana con La meglio gioventù (Palazzo Scaglia di Verrua, Via Stampatori 4)
  • Stefano Accorsi in Santa Maradona (Piazza Emanuele Filiberto 9 “Pastis”)
  • Davide Ferrario con Dopo mezzanotte (Via Po angolo Via Rossini, Via Accademia Albertina)
  • Erminio Macario in Non me lo dire (Piazza San Carlo)
  • Mario Monicelli con I compagni (Cittadella di Torino, Via Cernaia angolo Corso Galileo Ferraris)
  • Gianni Amelio con Così ridevano (Galleria Umberto I)
  • Giovanni Pastrone con Cabiria (Via Mantova 38)
  • Lina Wertmüller con Mimì metallurgico ferito nell’onore (Parco del Valentino)
  • Ettore Scola con Trevico-Torino – Viaggio nel Fiat-Nam (Monte dei Cappuccini, Via Maresciallo Gaetano Giardino 39)
  • Gian Maria Volonté ne Il sospetto (Real Basilica di Superga, Strada della Basilica di Superga 73)
  • Dante Ferretti (Museo Egizio, Via Accademia delle Scienze 6)

Mappa film girati a Torino Museo Nazionale del Cinema Mole AntonellianaMa non è tutto, perché oltre alle 14 location, la mappa del sito Movie on the Road, riporta i 6 luoghi simbolo del cinema a Torino: la Mole Antonelliana, dove ha sede il Museo Nazionale del Cinema, Palazzo Chiablese, prima sede del Museo del Cinema, l’Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza, il Cinema Romano, prima sala italiana d’essai ad essere riconosciuta dalla Confédération internationale des Cinémas d’Art e d’Essai, la sede di Film Commission Torino Piemonte e di FIP (Film Investimenti Piemonte) e la Fert, storico studio di produzione di inizio novecento.

Per quanto riguarda la mappa disponibile in forma digitale, il sito è di semplice utilizzo: è sufficiente cliccare sulla singola location per visualizzare la relativa scheda bio-filmografica e scoprire le tappe più vicine per prosegMappa film girati a Torino Palazzo Chiableseuire il percorso turistico attraverso la città virtuale. Si può inoltre inserire la propria posizione direttamente sulla mappa e ricercare la via più breve per raggiungere i luoghi cinematografici desiderati.
Ovviamente la mappa digitale è in continuo aggiornamento rispetto alla sua versione cartacea, infatti sul portale è presente un numero maggiore di location, oltre che numerosi video, curiosità e percorsi tematici.
Sul sito si possono inoltre trovare percorsi cine-turistici consigliati lungo la città.

Mappa in pdf: SCARICA-QUI-MOVIE-ON-THE-ROAD

Indirizzo sito web: Movie on the Road

Mappa film girati a Torino