Archivi tag: The Prodigy

Morto Luke Perry

Morto Luke Perry

È morto Luke Perry, addio alla star di Beverly Hills 90210

Morto Luke PerryÈ morto Luke Perry, il Dylan McKay di Beverly Hills 90210, serie cult degli anni Novanta, a soli 52 anni. L’attore non ce l’ha fatta, è deceduto questo pomeriggio al St. Joseph Hospital di Los Angeles, dopo che qualche giorno fa era stato colpito da un ictus gravissimo.

L’attore americano era stato colto dal malore mentre si trovava nella sua casa nel distretto di Sherman Oaks a Los Angeles e le sue condizioni erano apparse da subito molto gravi, tanto da indurre i medici a metterlo in coma indotto. I medici lo avevano sedato nella speranza di permettere al suo cervello di lottare e riprendersi dal violento colpo, ma il danno era evidentemente già troppo esteso.

Luke Perry nel corso della sua carriera è apparso in varie pellicole, ma viene ricordato soprattutto per la sua partecipazione nel telefilm cult anni novanta Beverly Hills 90210 in cui girò tutte le stagioni dal 1990 al 1995 e poi dal 1998 al 2000, interpretando Dylan McKay.

Luke Perry aveva anche preso parte a “Buffy – L’Ammazza Vampiri“, che ebbe così grande successo commerciale da aprire le porte alla famosa omonima serie televisiva horror-action scritta da Joss Whedon con protagonista Sarah Michelle Gellar. Tra gli altri film anche “Il quinto elemento“, diretto da Luc Besson, “Crocevia per l’inferno” e l’italiano “Vacanze di Natale ’95” con Massimo Boldi e Christian De Sica.

Morto Luke Perry, simpsonSotto forma di disegno animato era apparso più volte nel serie I Simpson come telespalla e  fratello di Krusty il Clown. Aveva anche dato la voce a se stesso nel cartone I Griffin nell’episodio 19 della seconda stagione, dal titolo “Prima pagina”. Era presente anche nel cartone animato della Hanna-Barbera “Johnny Bravo”. Prende infatti parte all’episodio 4×22 dei Simpson intitolato Lo show di Krusty viene cancellato (Krusty Gets Kancelled), dove viene sparato da un cannone attraverso diversi edifici, tra cui una fabbrica di carta vetrata ed infine una fabbrica di cuscini, che viene successivamente fatta saltare in aria da una squadra di demolizioni. Nonostante ciò sopravvive e partecipa alla festa al bar di Boe. Luke Perry si rivede anche seduto accanto agli altri al funerale di Krusty nell’episodio della terza stagione Bart la spia (Bart the Fink).

Luke Perry ha ricoperto ruoli importanti anche in altre serie famose, come “Oz“, “Body of proof“, “Will & Grace” e “Riverdale“. La star aveva ultimato le riprese del prossimo film di Quentin Tarantino, in uscita il 9 agosto, dedicato a Charles Manson e intitolato “C’era una volta a Hollywood“.

Morto Luke Perry 2Nato a Mansfield in Ohio nel 1966, dopo il liceo si era trasferito a Los Angeles per inseguire il sogno della recitazione, iniziando la sua carriera televisiva a 16 anni in alcune soap opera, prima di arrivare alla svolta della carriera con Beverly Hills 90210 nel 1990. Il ruolo dell’affascinante e solitario Dylan McKay nella serie per teenager gli diede grande popolarità e divenne l’eroe di milioni di ragazzine in tutto il mondo che seguivano le sue storie d’amore con Brenda (interpretata da Shannen Doherty) e Kelly (interpretata da Jennie Garth).

Il Dylan McKay di Luke Perry era una sorta di James Dean rivisitato: girava su una motocicletta, indossava un giubbotto di pelle nera, aveva il vizio dell’alcol e si portava dietro quel misto di dolore e voglia di trasgredire a ogni costo. Beverly Hills 90210 è stata la prima teen drama a cui son succedute il famoso “Dawson’s Creek“, “The O.C.“. e “One Tree Hill“.

Morto Luke Perry 3 È morto Luke Perry, addio alla star di Beverly Hills 90210 proprio quando era stato annunciato il ritorno della serie

Per uno scherzo del destino era stato ricoverato lo stesso giorno in cui la Fox aveva annunciato una reunion del cast di Beverly Hills 90210 con sei nuovi episodi ed i vecchi interpreti della serie pronti a tornare nei loro ruoli storici. Tra di loro Jason Priestley, Jennie Garth, Ian Ziering, Gabrielle Carteris, Brian Austin Green e Tori Spelling.

Un progetto a cui Luke Perry non aveva aderito, anche se aveva garantito la sua partecipazione eccezionale a qualche episodio, perchè era impegnato sul set della serie televisiva Riverdale, dove aveva da poco concluso di girare alcune scene negli studi di Los Angeles.

Luke Perry se n’è andato circondato dall’affetto dei suoi figli, Jack e Sophie, della fidanzata Wendy Madison Bauer e l’ex moglie Minnie Sharp, della madre, del fratello Tom, della sorella Amy e degli amici più cari. Molti i messaggi di sostegno da amici e colleghi erano già arrivati subito dopo l’ictus, fra di loro, anche Ian Ziering, Sharon Stone e Shannen Doherty.

Morto Luke Perry 4 Ian Ziering, lo Steve Sanders di Beverly Hills, molto legato all’attore, via social ha pubblicato uno scatto di loro due insieme accompagnato da un messaggio toccante: «Carissimo Luke, mi crogiolerò per sempre nei ricordi bellissimi che abbiamo condiviso in questi ultimi trent’anni. Possa il tuo viaggio essere arricchito dalle anime straordinarie di chi ci ha lasciati prima di te, così come hai fatto con coloro che hai lasciato. Che Dio gli riservi un posto a lui vicino, se lo merita».

Shannen Doherty, molto amica dell’attore ha detto a People, poco dopo aver appreso la notizia che era morto Luke Perry «sono scioccata, il mio cuore è spezzato. Devastata per la perdita del mio amico. Ho così tanti ricordi con Luke che mi fanno sorridere, e che sono impressi nel mio cuore e nella mia mente. Luke era un uomo intelligente, silenzioso, umile e complesso, con un cuore d’oro e un pezzo infinito di integrità e amore». Leonardo DiCaprio, che ha diviso con lui le scene nel film di Quentin Tarantino “Once Upon a Time in Hollywood”, ha detto «Luke Perry era un artista di buon cuore e di incredibile talento. È stato un onore poter lavorare con lui. I miei pensieri e le mie preghiere vanno a lui e ai suoi cari. (trad. Luke Perry was a kindhearted and incredibly talented artist. It was an honor to be able to work with him. My thoughts and prayers go out to him and his loved ones)».

È morto Luke Perry, addio alla star di Beverly Hills 90210Molly Ringwald, sua collega in Riverdale, dopo che è morto Luke Perry ha scritto «Il mio cuore è spezzato. Mi mancherai tanto», anche Madchen Amick, attrice nella serie lo ha ricordato con affetto. Sarah Michelle Gellar, ha dichiarato: «La mia vita da studentessa delle superiori è stata plasmata da Brenda e Dylan. Non doveva andare a finire così. Spero che la sua famiglia sia consapevole di tutte le vite che Luke ha influenzato. “Ho scelto. Ho scelto te. Voglio te. Ti ho sempre voluto”. Questa è la sua battuta che io amo di più in assoluto».

Morto Luke Perry lo stesso giorno di Keith Flint, il cantante dei The Prodigy a 49 anni e c’è chi dice che con loro due siano morti gli anni novanta, una frase che in queste ore è stata utilizzata spesso dai media non solo nostrani ma di tutto il mondo. Vi lasciamo con una frase tratta da pronunciata proprio dal personaggio interpretato da Luke Perry in Beverly Hills 90210 “Qualcuno dice che la nostra vita è già scritta. Ma, forse, il destino è fatto da un numero infinito di strade che si intersecano tra di loro e sta a noi scegliere quale percorrere”.

L.M.

Blade

Blade

Blade streaming con Wesley Snipes, Stephen Dorff e Kris KristoffersonBlade nasce mezzo uomo e mezzo vampiro, dopo che sua madre è stata morsa da una delle creature della notte, quando lo teneva ancora in grembo. La madre in seguito al parto muore e Blade divenuto adulto cercherà di vendicarsi della sua morte diventando uno sterminatore di vampiri. Possiede più poteri di qualsiasi essere umano o vampiro. Ad aiutarlo ci sarà Abraham Whistler, un cacciatore ormai anziano che blade streaming con Wesley Snipes, Stephen Dorff, Kris Kristofferson e N'Bushe Wrightvive in un laboratorio super attrezzato e si è occupato di Blade fin da quando era ancora un bambino.
Il più pericoloso nemico di Blade è il giovane immortale Deacon Frost, che con l’aiuto di un computer riesce a tradurre il Libro di Erebo, la bibbia dei vampiri. L’antico scritto contiene la formula che permetterà a Frost di cambiare in negativo le sorti della razza umana. Solo Blade sarà in grado di fermarlo.

Blade è tratto dall’omonimo fuBlade streaming con Wesley Snipes, Stephen Dorff, Kris Kristoffersonmetto di Mark Wolfman ed è il primo di una trilogia incentrata sul personaggio i cui seguiti saranno Blade II e Blade: Trinity.
Blade è conosciuto per essere stato il primo film ad adottare il “bullet time”,  un effetto speciale e tecnica cinematografica che permette di vedere ogni momento della scena al rallentatore mentre l’inquadratura sembra girare attorno alla scena alla velocità normale. In una scena infatti Blade spara a Diacono Frost e la telecamera mostra le pallottole a rallentatore; questa tecnica poi è stata ripresa e resa celebre dai fratelli Wachowski in Matrix.Blade streaming con Wesley Snipes e Kris Kristofferson
Wesley Snipes si trova perfettamente a proprio agio nei panni del mezzosangue Blade, essendo un grande esperto di arti marziali, che spesso vengono utilizzate dal protagonista nel film.
Blade è un film d’azione con buoni effetti speciali e con un gran ritmo. Per una serata senza pretese.

Blade streaming di Stephen Norrington con Wesley Snipes, Stephen Dorff, Kris Kristofferson, N'Bushe Wright, Donal Logue 1 citazioni, dialoghi e frasiTitolo originale: Blade

Paese di produzione: USA

Anno: 1998

Durata: 120 min

Genere: azione, horror, supereroi

Regia: Stephen Norrington

Attori: Wesley Snipes, Stephen Dorff, Kris Kristofferson, N’Bushe Wright, Donal Logue, Arly Jover, Kevin Patrick Walls, Udo Kier, Traci Lords

Soggetto: dal fumetto della Marvel Comics

Sceneggiatura: David S. Goyer

Produttore: Robert Engelman, Peter Frankfurt e Wesley Snipes

Produttore esecutivo: Lynn Harris, Joseph Calamari, Stan Lee, Avi Arad, Jon Divens, Michael De Luca e Andrew J. Horne

Casa di produzione: New Line Cinema, Marvel Studios, Amen Ra Film e Imaginary Forces

Distribuzione (Italia): Warner Bros.

Fotografia: Theo van de Sande

Montaggio: Paul Rubell

Musiche: Mark Isham

Scenografia: Kirk M. Petruccelli

Costumi: Sanja Milkovic Haysù

Curiosità su Blade:

Blade è uscito nelle sale italiane il 7 Gennaio 2000, la data di uscita negli USA è del 21 Agosto 1998.

Le riprese del film si sono svolte nel periodo tra il 5 Febbraio 1997e il 6 Giugno 1997 in Canada, Inghilterra, Russia e USA.

Nel 2000 l’Activision ha pubblicato per Game Boy Color e PlayStation il videogioco Blade, ispirato al film.

Traci Lords, ex-attrice porno, interpreta Racquel in un cameo all’inizio di Blade.

Shannon Lee, figlia di Bruce Lee, appare brevemente nella sequenza iniziale di Blade, quella nella quale la madre di Blade viene portata all’ospedale.

Il film ha due finali alternativi:
nel primo il Diacono Frost si trasforma nel demone denominato La Magra.
nel secondo una figura oscura fissa Blade e Karen sul tetto. Questo personaggio è Morbius, villain dei fumetti Marvel, che, come ha dichiarato David S. Goyer, nelle intenzioni della produzione doveva essere il nemico in Blade II. La scelta venne accantonata.

La band britannica The Prodigy era stata contattata per fare la colonna sonora di Blade, ma ha dovuto rinunciare all’offerta a causa di altri impegni.

Errori presenti in Blade:

All’ inizio di Blade, nella scena che si svolge nell’ospedale, molti colpi vengono sparati su Blade, ma la sua mantella poco dopo aver subito i colpi non ha più i fori.

Nella scena di lotta fra Blade e Diacono Frost, la macchia di sangue sul volto di Frost cambia lato un paio di volte.

Quando Blade ed il cattivo lottano nella metropolitana, il treno passa per circa 2 minuti. Facendo un calcolo questo treno dovrebbe essere lungo un chilometro, incredibile!

Verso la fine del film Blade getta un vampiro e si può vedere il materasso sul quale cade.

Durante le scene finali di Blade che si svolgono nel tempio la vampira vestita con la pelliccia bianca alterna scene con la pelliccia a scene senza.

All’inizio di Blade viene spiegato come possono essere uccisi i vampiri: con aglio, argento o sole. Nelle scene finali del film invece Blade ammazza prima un vampiro con un osso e poi ne uccide un’altro serie a mani nude. Strano!

Il diacono Frost quando incontra Blade in un parco afferma di non bruciarsi al sole perchè si è messo una crema a schermo totale, la cosa può avere un senso, ma perchè gli occhi non gli vanno a fuoco? Si può notare chiaramente che non ha una sorta di lenti coprenti che gli oscurino tutto il bulbo!

Durante una scena in cui inquadrano il cielo e dei grattacieli s’intravvede una macchi scura sopra un grattacielo. Rivedendo la sequenza di Blade lentamente ci si rende conto che quella macchia non è altro che una mosca e i grattacieli sono dei modellini.

Nella battaglia con il Vampiro all’Ospedale, il cattivo prende un estintore e lo alza per tirarlo a Blade, ma quando Blade gli taglia il braccio, non c’è traccia dell’estintore!

Quando Blade e Karen aprono la porta che da sul tetto dell’ospedale si vede che i proiettili dei poliziotti la bucano e che è di legno. In un inquadratura successiva si può notare che la porta è diventata magicamente di metallo e i proiettili non l’hanno bucata. Miracoli di Blade!

Frasi e citazioni presenti in Blade:

Brutti stronzi, che fate, sparate a me? (Blade ai poliziotti in ospedale)

Quinn. Farti a pezzi comincia a stancarmi un po’! Ho pensato di usare il fuoco, tanto per cambiare. Porta i miei saluti a Frost! (Blade a Quinn)

Di nuovo a fingere di essere un umano! Andiamo, risparmiami il numero dello zio Tom, ti prego! Non puoi continuare a negare quello che sei. Pensi che gli umani accetterebbero un mezzosangue come te? Non lo faranno. Hanno paura di te, devono averne! Sei un animale, sei un fottuto maniaco! Guardali, Blade. Sono bestiame, pezzi di carne… Fa differenza il modo in cui finirà il loro mondo? Epidemie, guerre, fame… Per noi la moralità è un concetto che non esiste. Facciamo parte della selezione naturale, noi siamo… la nuova razza! (Frost a Blade)

Stanotte, l’età dell’uomo giunge al termine. (Frost)

Si compri una pistola. Se comincia a diventare sensibile alla luce del sole, se scopre di avere sete nonostante abbia già bevuto, le suggerisco di usarla su se stessa. Sarà sempre meglio dell’alternativa.(Abraham Whistler a Karen)

Mira alla testa o al cuore e se sbagli … sono cazzi tuoi! (Blade)

Presto o tardi la sete vince sempre! (Blade)

Dialoghi presenti in Blade:

  • Blade: Allora, lezione numero uno su come si uccidono i vampiri. Le croci e l’acqua santa non servono a niente, dimentica quello che hai visto nei film. Usa un paletto, l’argento o la luce del sole. Sai usare una di queste?
  • Karen: No, ma imparerò alla svelta.
  • Blade: La sicura è tolta, il colpo è in canna. Proiettile d’argento a espansione riempito con aglio. Punta alla testa o al cuore, e se sbagli… sono cazzi tuoi!
  • Blade: In giro c’ è qualcosa di peggio dei vampiri.
  • Karen: Ad esempio?
  • Blade: Ad esempio io.
  • Whistler (parlando di Blade): Lo trovai quando aveva solo tredici anni. Viveva in mezzo alla strada e mangiava come i barboni. Il suo bisogno di sangue si è sviluppato con la pubertà. Lo scambiai per un vampiro, all’inizio… e per poco non lo uccisi. Ma poi capii cos’era. La madre di Blade fu morsa da un vampiro mentre era incinta. Lei morì, ma lui sopravvisse, e purtroppo subì alcuni mutamenti genetici. Può resistere all’aglio, all’argento, persino alla luce del sole. E ha la loro forza. Domani a quest’ora tutte le sue ferite saranno rimarginate. Però invecchia come un umano… i vampiri invecchiano molto più lentamente di noi. Ha anche ereditato la loro sete di sangue.
  • Karen: Credevo che il siero servisse ad eliminarla.
  • Whistler: Ci resta poco tempo. Il suo corpo comincia a rifiutarlo. E fino ad ora, i miei sforzi per trovare una cura sono falliti.
  • Karen: Perché date la caccia ai vampiri?
  • Whistler: Avevo una famiglia… una moglie e due bambine. Un giorno capitò a casa nostra un vagabondo… un vampiro. Usò la mia famiglia per un tragico gioco. Mi costrinse a decidere chi avrebbe ucciso per primo. Noi ne uccidiamo tanti quanti ne troviamo, ma sta peggiorando.
  • Karen: A causa di Frost?
  • Whistler: Sta accadendo qualcosa nelle alte sfere dei vampiri… qualcosa di grosso. E scommetto la vita che quel figlio di puttana c’è dentro fino al collo.
  • Karen: Whistler mi ha raccontato quello che ti è successo… Mi ha detto che cosa sei.
  • Blade: Tu non mi conosci. Tu non sai un bel niente di me. Io non sono umano.
  • Karen: A me lo sembri, invece…
  • Blade: Gli umani non bevono sangue.
  • Karen: È successo tanto tempo fa. Forse dovresti dimenticarlo…
  • Blade: Ho passato tutta la mia vita a cercare l’essere che aveva ucciso mia madre… e che mi ha reso quello che sono. E ogni volta che faccio fuori uno di quei mostri è come se mi riprendessi un pezzo di vita normale. Perciò, non venirmi a dire di dimenticare!

Alcune canzoni estratte dalla colonna sonora di Blade:

Confusion (Pump Panel Recon Mix)
scritta da Stephen Morris, Peter Hook, Bernard Sumner, Gillian Gilbert e Arthur Baker
eseguita da New Order

Bad Moon Rising
scritta da John Fogerty
eseguita da Creedence Clearwater Revival

Ah Singapore
scritta da Naoko Yamano
eseguita da Shonen Knife

Dealing with the Roster
scritta da Tom Holkenborg and Patrick Ian Tilon
eseguita da Junkie XL

Rainbow Voice
scritta da David Hykes
eseguita da David Hykes

Ni Ten Ichi Ryu (Two Swords Technique)
scritta da Photek
eseguita da Photek

Trailer lingua originale: Blade

Luca MigliettaBlade streaming di Stephen Norrington con Wesley Snipes, Stephen Dorff, Kris Kristofferson, N'Bushe Wright, Donal Logue curiosità, errori e bloopers