Archivi tag: Seattle

Sully (2016) di Clint Eastwood

Sully (2016) di Clint Eastwood

Sully (2016) di Clint Eastwood al 34° Torino Film Festival

Sully (2016) di Clint Eastwood, Tom Hanks, Aaron Eckhart, Laura Linney, Anna GunnTra le moltissime prime visoni e non che potrete ammirare al Torino Film Festival c’è sicuramente Sully. Si tratta del nuovo film di Clint Eastwood, che è già stato colto positivamente nelle sale americane ma nel nostro paese uscirà a partire dal primo dicembre. Quindi non si può certo perdere l’anteprima al Tff sabato 19 alle 19,30 al Reposi Tre, dove Sully sarà proiettato in versione originale con sottotitoli in italiano.

Tra gli ospiti in sala all’anteprima torinese ci sarà inoltre proprio Chesley ‘Sully’ Sullenberger, il comandante dell’aereo su cui s’incentra la storia.

Sully è il primo film ad essere girato interamente in formato IMAX e si basa sull’autobiografia Highest Duty: My Search for What Really Matters, scritta dallo stesso Chesley Sullenberger con l’aiuto del giornalista Jeffrey Zaslow.

Sully (2016) di Clint Eastwood, Tom Hanks, Aaron Eckhart, Laura Linney, Anna Gunn 6Sully

Lingua originale: inglese
Paese di produzione: Stati Uniti d’America
Anno: 2016
Durata: 96 min
Colore: colore
Audio: sonoro
Rapporto: 2,39 : 1
Genere: biografico, drammatico
Regia: Clint Eastwood
Soggetto: memorie di Chesley Sullenberger, Jeffrey Zaslow (co-autore)
Sceneggiatura: Todd Komarnicki
Produttore: Clint Eastwood, Frank Marshall, Tim Moore, Allyn Stewart
Produttore esecutivo: Bruce Berman, Kipp Nelson
Casa di produzione: BBC Films, FilmNation Entertainment, Flashlight Films, The Kennedy/Marshall Company, Malpaso Productions, RatPac Entertainment, Village Roadshow Pictures, Warner Bros.
Distribuzione in Italia: Warner Bros.
Fotografia: Tom Stern
Montaggio: Blu Murray
Musiche: Christian Jacob
Scenografia: James J. Murakami
Costumi: Deborah Hopper
Trucco: Debra-Lee Davidson, Ren Rohling, Matthew Silva, Nico Sohn

Sully (2016) di Clint Eastwood, Tom Hanks, Aaron Eckhart, Laura Linney, Anna Gunn 4
Attori e personaggi che interpretano:

Tom Hanks: Chesley ‘Sully’ Sullenberger
Aaron Eckhart: Jeff Skiles
Laura Linney: Lorraine Sullenberger
Anna Gunn: dott. Elizabeth Davis
Autumn Reeser: Tess Soza
Holt McCallany: Mike Cleary
Jerry Ferrara: Michael Delaney
Molly Hagan: Doreen Welsh
Jamey Sheridan: Ben Edwards
Max Adler: Jimmy Stefanik
Sam Huntington: Jeff Kolodjay
Valerie Mahaffey: Diane Higgins
Chris Bauer: Larry Rooney
Mike O’Malley: Charles Porter
Jeff Kober: L.T. Cook
Ann Cusack: Donna Dent
Michael Rapaport: Pete

Sully (2016) di Clint Eastwood, Tom Hanks, Aaron Eckhart, Laura Linney, Anna Gunn 3 streamingSinossi si Sully

Il 15 gennaio 2009, il volo US Airways 1549 decolla dall’aeroporto LaGuardia di New York, direzione Charlotte, Carolina del Nord. A bordo ci sono centocinquanta passeggeri e in cabina di pilotaggio il comandante Chesley «Sully» Sullenberger e il copilota Jeff Skiles. A 2800 piedi d’altezza uno stormo di uccelli colpisce il velivolo, costringendo il pilota a un ammaraggio d’emergenza, perfettamente riuscito. Nessun passeggero perde la vita in quello che è ricordato come il «Miracolo dell’Hudson», e solo grazie alla destrezza e all’esperienza di Sully. Sul comandante, però, lo scampato incidente ha conseguenze emotivamente devastanti, complici le varie testimonianze che è chiamato a rilasciare al National Transportation Safety Board per difendere le sue azioni.

Sully (2016) di Clint Eastwood, Tom Hanks, Aaron Eckhart, Laura Linney, Anna Gunn 2 streamingA Tom Hanks a proposito del film e del suo personaggio aveva detto:

Sully non è un film sui supereroi con poteri straordinari, ma la storia di un uomo che cercava solo di fare bene il proprio lavoro. Il libro sui fatti realmente tutti accaduti, Highest Duty: My Search for What Really Matters, scritto dallo stesso Sullenberg e ancora oggi un best seller del New York Times, mi aveva affascinato e coinvolto anche per l’inchiesta che seguì.

E poi ha proseguito:

non credo ai miracoli: Sully sapeva semplicemente che, con la sua esperienza, avrebbe potuto tentare e portare a termine ciò che fece. Poi nei minimi particolari spiegò tutto alle compagnie di assicurazione aeree, che lo misero sotto torchio con una inchiesta che mirava a scardinare e a minare la sua reputazione. Sully amava il volo sin da quando, ragazzino di 14 anni, aveva iniziato a prendere dimestichezza con gli aeroplani, e quella sua esperienza da pilota provetto e da uomo ormai adulto, cambiò non solo la sostanza della sua esistenza, ma anche quella di tanti dei suoi passeggeri.

Sully (2016) di Clint Eastwood, Tom Hanks, Aaron Eckhart, Laura Linney, Anna Gunn 5Clint Eastwood parla così del suo film:

il film è un tributo agli abitanti di New York, avrebbe potuto essere una catastrofe ma non lo è stata grazie all’abilità dei piloti.

Clint Eastwood alla presentazione del film a Los Angeles aveva anche raccontato un episodio della sua vita quando si era trovato faccia a faccia con la morte, proprio a causa di un disastro aereo.

Avevo 21 anni, ero nella Army sulla Navy Plane di un volo da Seattle ad Alameda. Per una tempesta, l’aereo semplicemente “cadde” a Pont Reyes, in California. Mi ritrovai nelle gelide acque del Pacifico e nuotando mi dissi: “Ventuno anni sono pochi anni per una persona che vuole vivere!”. Ho spesso pensato alle riflessioni che feci in quel giorno di pericolo.

Anni dopo poi il regista scoprì anche che le acque di quel tratto di Oceano Pacifico erano popolate di squali bianchi. Un episodio che deve averlo influenzato nel girare Sully.

Trailer di Sully: Link

Luca Miglietta

Sully (2016) di Clint Eastwood, Tom Hanks, Aaron Eckhart, Laura Linney, Anna Gunn 7

Bill Gates e Steve Jobs

Bill Gates e Steve Jobs

Bill Gates e Steve Jobs, i rapporti che intercorrevano tra i leader dei due grandi colossi dell’informatica

Bill Gates e Steve Jobs young steve jobs and bill gates togetherBill Gates e Steve Jobs, come viene descritto il loro rapporto al cinema, dai I pirati di Silicon Valley, all’appena uscito Steve Jobs

Bill Gates e Steve Jobs sono state due figure molto importanti per lo sviluppo dell’informatica, come lo sono stati i due co-fondatori di Microsoft ed Apple, Paul Allen e Steve Wozniak.

Ma qual era davvero il rapporto tra Bill Gates e Steve Jobs? Questo legame viene ottimamente descritto in maniera romanzata nel film-Tv I pirati di Silicon Valley diretto da Martyn Burke ed interpretato da Noah Wyle, Anthony Michael Hall, Joey Slotnick e Josh Hopkins.

Nella pellicola vengono infatti narrate le vicende di Apple, Microsoft e dei loro fondatori alla fine degli anni ’70. Si vedono tante idee originali e rivoluzionarie, ma anche tante scopiazzature di invenzioni altrui, pensate al sistema del mouse o delle cartelle che Apple e Jobs avevano copiato dalla Xerox, che non credeva nel progetto, o il sistema DOS che Bill Gates compra per pochi dollari ad un’azienda di Seattle, oppure all’elaborazione di Windows 1.0 sulla base dei prototipi del Macintosh.

I pirati di Silicon Valley Martyn Burke Noah Wyle, Anthony Michael Hall, Joey Slotnick, Josh Hopkins streaming Pirates of Silicon ValleyUn dirigente Xerox che non aveva capito l’importanza dell’invenzione poi copiata dalla Apple dichiara: “Vorreste che la Xerox lanciasse un aggeggio che si chiama topo?”. Steve Jobs giustificandosi per aver preso un’idea altrui dice citando Picasso “I bravi artisti copiano, i grandi artisti rubano”, invece Bill Gates, per giustificarsi quando Jobs lo accusa di aver copiato il sistema a finestre della Apple afferma “Non ti ho copiato, diciamo che avevamo un vicino di casa in comune (Xerox), e quando sono entrato a fregargli il televisore, mi sono accorto che l’avevi già fatto tu”.

I pirati di Silicon Valley è un film interessate che permette di far conoscere a coloro che non sono appassionati di informatica o di storia, come è evoluto il settore dei personal computer e chi ne sono stati i protagonisti. Non tutti infatti conoscono il fatto che Bill Gates e la sua azienda Microsoft inizialmente fossero alleati di Steve Jobs per lo sviluppo di alcuni software per la Apple, come ad esempio Microsoft Word. Poi Bill Gates, lanciando per la prima volta il rivoluzionario sistema operativo Windows, che si adattava ad ogni tipo di computer, aveva quasi mandato in rovina la Apple ed era diventato l’uomo più ricco del mondo. La Apple era andata in crisi perché i produttori di computer avversari erano bisognosi di un software efficiente e per loro Windows è stata la svolta.

Steve Jobs Danny Boyle Michael Fassbender, Kate Winslet, Seth Rogen, Jeff Daniels, Katherine Waterston streaming 3Da poco più di una settimana è inoltre uscito nelle sale italiane nuovo film di Danny Boyle sulla vita di Steve Jobs (di cui abbiamo parlato pochi giorni fa in questo articolo), che ci permette di conoscere di più sul co-fondatore della Apple, anche se non parla dei suoi avversari nel campo. Viene mostrata la fase buia di Apple senza però spiegare che è dovuta al lancio del nuovo Windows che aumenta moltissimo le vendite dei PC avversari.

Steve Jobs può contare su un ottimo cast, perché i personaggi prendono corpo grazie alle buone interpretazioni di Michael Fassbender, Kate Winslet, Seth Rogen e Jeff Daniels.

Bill Gates tre giorni fa al programma Desert Island Discs trasmesso su BBC Radio 4, parlando del suo rapporto con Steve Jobs ha detto:

Steve era davvero appassionato di musica amava i Beatles come me e accennò a questo brano quando fummo intervistati insieme.[…] Solo io e lui conosciamo l’intensità del rapporto e i bei ricordi conseguenti. Nei primi tempi, l’intensità del nostro rapporto riguardava sempre progetti e cose del genere; quando Steve si ammalò, diventò più maturo e parlavamo delle nostre vite e dei nostri ragazzi.

Bill Gates e Steve Jobs young bill gatesGates durante l’intervista ha anche parlato del fatto che Steve Jobs aveva un’incredibile attitudine nel design, cosa che gli invidiava e che con i suoi collaboratori era molto duro anche se riusciva ad ottenere il meglio dalle persone (cosa che si vede molto bene nel film di Danny Boyle).

Bill Gates ha spiegato anche la mancanza di giustificazione alle accuse di spietatezza che erano state spesso rivolte a Microsoft nel costruire il suo impero:

solo se si afferma che avere prezzi super-economici significa essere spietati. In questo senso, si: siamo stati aggressivi.

Il creatore della Microsoft ha poi parlato della Fondazione Bill & Melinda Gates creata nel 2007 con la moglie Melinda French. Bill Gates ha infatti spiegato che la decisione di donare la stragrande maggioranza del loro patrimonio per buone cause, non è stata per loro una decisione difficile:

non ci saremo sempre e pensiamo che solo una piccola porzione debba andare ai nostri ragazzi che dovranno scegliere la propria strada per il mondo da soli.

Jobs Joshua Michael Stern Ashton Kutcher, Josh Gad, Lukas Haas, Victor Rasuk, Dermot Mulroney, Matthew Modine, James Woods streamingDel resto Bill Gates è stato l’uomo che ha dato la possibilità di accedere ai computer alle persone di ogni classe sociale, lanciando sul mercato un software che poteva essere utilizzato su tutti i computer (dal più costoso al più economico) a differenza delle scelte elitarie del suo avversario Steve Jobs. Senza però l’intraprendenza di Steve Jobs forse il mondo dei PC non avrebbe avuto uno sviluppo così repentino, perché nessuno avrebbe voluto prendere in considerazione le idee a quel tempo geniali di Steve Wozniak.

Esiste un altro film, che, raccontando la vita di Steve Jobs, cita anche la Microsoft e Bill Gates in alcune sequenze ed è il mediocre Jobs, diretto da Joshua Michael Stern e con protagonisti Ashton Kutcher, Josh Gad, Lukas Haas, Victor Rasuk, Ron Eldard, Giles Matthey, Dermot Mulroney, Matthew Modine e James Woods.

Se volete conoscere molto altro ancora sul rapporto tra Bill Gates e Steve Jobs dovete affidarvi ai documentari, perchè non esistono altre pellicole.

Luca Miglietta

Bill Gates e Steve Jobs steve wozniak steve jobs