Archivi tag: Robert Duvall

Il Don Chisciotte maledetto di Terry Gilliam

Il Don Chisciotte maledetto di Terry Gilliam

Il Don Chisciotte maledetto di Terry Gilliam, un film che ha avuto un lungo periodo di gestazione

Il Don Chisciotte maledetto di Terry GilliamPer realizzare quello che è stato definito il Don Chisciotte maledetto Terry Gilliam ha dovuto attendere moltissimo tempo, ben diciotto anni. La sua idea di realizzare un film sul celebre eroe del romanzo di Miguel de Cervantes nacque nel 2000, per poi essere messa da parte dopo diversi problemi sul set nel 2002. Il titolo della pellicola prima che si archiviasse il progetto doveva essere “The man who killed don Quixote

Erano stati investi oltre 30 milioni di dollari per il progetto, davvero tanti se si considera che era un progetto europeo, ma in due anni vennero girate solo pochissime scene. Erano stati scelti ottimi attori come Johnny Depp, all’epoca una delle più grandi star in circolazione, che avrebbe dovuto interpretare il giovane tornato nel passato e scambiato da Don Chisciotte per il suo fedele Sancho Panza, e l’attore francese Jean Rochefort che doveva vestire i panni di Don Chisciotte della Mancia. Quest’ultimo era stato così voluto da Terry Gilliam che, pieno di entusiasmo all’idea di interpretare l’eroe spagnolo, in meno di sette mesi imparò l’inglese quasi da zero per entrare nel cast.

Il Don Chisciotte maledetto di Terry Gilliam 2Il film ha avuto una delle lavorazioni più disastrose della storia del cinema, le riprese sul set in Spagna, sono state interrotte più e più volte a causa dei più svariati motivi. Johnny Depp cadde da cavallo procurandosi un infortunio che rallentò non di poco i lavori, ed inoltre si faticava a trovare gli altri attori principali, le comparse. Tutti questi ritardi cominciavano a preoccupare gli investitori che temevano per i loro guadagni.

Nel 2002, a complicare le cose un violento nubifragio in un’area desertica spagnola dove stavano girando rovinò telecamere e distrusse il set. Dopo la pausa forzata dettata dal mal tempo a Jean Rochefort venne una doppia ernia del disco e una infezione alla prostata a forza di stare in sella al suo cavallo. Il regista decise di cambiare il luogo delle riprese perchè la conformazione desertica del posto era stata completamente ridisegnata dall’acqua, non c’erano più le dune e la sabbia si era trasformata in un pantano melmoso.   I problemi di salute di Jean Rochefort peggiorarono costringendolo a lasciare il cast facendo precipitare ancora di più la situazione: ora si doveva rifare il casting per il ruolo principale del film.

Il Don Chisciotte maledetto di Terry Gilliam 3Nonostante tutti gli sforzi per continuare Terry Gilliam dovette arrendersi, vari membri della produzione si licenziarono e cominciarono i problemi finanziari, perchè la produzione dovette pagare una penale di 15 milioni di dollari per l’interruzione delle riprese, una cifra davvero alta se pensate che il budget iniziale era di 32 milioni di dollari.

Il produttore Jeremy Thomas nel 2005 contattò Gilliam per convincerlo a riprendere il progetto e nel 2008 annunciarono di essere pronti a ripartire con nuove riprese da zero senza utilizzare il materiale già registrato. Robert Duvall fu scelto per interpretare Don Chisciotte, Johnny Depp che continuava ad essere interessato al suo personaggio si era reso disponibile facendo però presente che era ancora legato a un contratto con la Disney che gli concedeva di lavorare al progetto a patto che si riuscisse a terminare entro una certo data. Il film però entrò in produzione solo nel 2009 e si dovette cercare un sostituto di Johnny Depp tra Colin Farrell ed Ewan McGregor. Purtroppo però a causa dei ritardi il film venne di nuovo cancellato.

Il Don Chisciotte maledetto di Terry Gilliam 4Il Don Chisciotte maledetto di Terry Gilliam, ecco quando c’è stata la svolta

Nel Luglio 2016 venne annunciato che “The man who killed Don Chixotte” si sarebbe fatto e le riprese sarebbero partite ad ottobre di quell’anno. Vennero scelti Adam Driver, che era da poco diventato famoso interpretando Kylo Ren ne Il risveglio della ForzaJonathan Pryce per interpretare il famoso cavaliere errante spagnolo. Ci furono anche questa volta ritardi nelle riprese, il film era ormai considerato Il Don Chisciotte maledetto di Terry Gilliam, tutti erano convinti sarebbe stato lo stop definitivo, ma in maniera insperata le riprese cominciarono senza più problemi.

Sembrava tutto risolto poi è scoppiata la querelle legale tra Gilliam e l’ex produttore Paulo Branco, che non ha permesso al film di concorrere per la Palma d’oro al 71º Festival di Cannes. La prima parte di sfortune, quelle fin al 2002, che avete potuto leggere in maniera più dettagliata, furono il soggetto di un documentario: Lost in La Mancha realizzato da Keith Fulton e Louis Pepe, due collaboratori di Gilliam. Inoltre nel maggio del 2018, due giorni prima dell’anteprima di Cannes, Gilliam ha addirittura subito la perforazione di un’arteria che è stata erroneamente riportata dai media come un ictus. Non si può che definirlo “il Don Chisciotte maledetto di Terry Gilliam”, diciott’anni di produzione non son male, tanto che il regista ha inserito nei titoli di testa l’avverbio “Finalmente!”. Si può annoverare tra i film maledetti di cui vi avevo parlato in questo articolo: I film maledetti.

Il Don Chisciotte maledetto di Terry Gilliam 5

TITOLO ITALIANO: L’uomo che uccise Don Chisciotte
TITOLO ORIGINALE:
The Man Who Killed Don Quixote
DATA USCITA: 27 settembre, 2018
GENERE: Avventura, Fantasy
ANNO: 2018
PAESE: Spagna, Gran Bretagna, Francia, Portogallo
DURATA: 137 Min
REGIA: Terry Gilliam
ATTORI: Adam Driver, Jonathan Pryce, Stellan Skarsgård, Olga Kurylenko, Joana Ribeiro, Jordi Mollà, Jason Watkins, Óscar Jaenada, Sergi López, Rossy de Palma

Luca Miglietta

La testa di cavallo del Padrino

La testa di cavallo del padrino

La storia di come venne girata la scena della testa di cavallo del padrino

La testa di cavallo del padrino La testa di cavallo del padrino. Una delle scene più scioccanti del film è quella celebre della testa di cavallo mozzata nel letto. Per girare questa scena cult lo studio aveva invitato Francis Ford Coppola a usare una finta testa di cavallo, ma al regista non piaceva il modello scelto, non era a parere suo così realistica.

I trovarobe dovettero cercare in poche ore una vera testa e trovarono un cavallo pronto per il macello in una fabbrica di cibo per cani nel New Jersey. Durante le prove era stata utilizzata una testa finta, che al momento delle riprese venne sostituita con quella vera, il tutto però avvenne all’insaputa dell’attore John Marley, nessuno gli disse che per il ciak avrebbero usato una testa vera. L’attore all’oscuro della scelta del regista se ne accorse mentre stavano girando, notando la differenza tra le due teste di cavallo e sentendo l’inconfondibile odore del sangue. Un motivo per cui le urla di John Marley nella scena della testa di cavallo del padrino sembrano così autentiche, come Francis Ford Coppola da regista navigato immaginava sarebbe successo.

La testa di cavallo del padrino 2La testa di cavallo del padrino ha causato critiche a Francis Ford Coppola da parte degli animalisti che però non erano ben informati come si erano davvero svolti i fatti

Successivamente Coppola parlando delle riprese de Il padrino ricordò l’episodio: “Un giorno ci arrivò sul set una cassa con del ghiaccio secco con dentro…la testa del cavallo.” Ha confessato di aver ricevuto negli anni molte lettere particolarmente aggressive da parte degli attivisti animalisti riguardo alla testa del cavallo, perché pensavano che il regista avesse ucciso un cavallo per la scena.

Il padrino (The Godfather) è un film del 1972 di Francis Ford Coppola, con Marlon Brando con Al Pacino, James Caan, Robert Duvall, John Cazale, Richard S. Castellano, Gianni Russo, Talia Shire e Diane Keaton. La sceneggiatura è stata scritta da Francis Ford Coppola e Mario Puzo.

L.M.

Apocalypse Now (colonna sonora)

 Colonna sonora di Apocalypse Now

Apocalypse Now ha vinto beApocalypse Now (colonna sonora) Apocalypse Now streaming di Francis Ford Coppola con Robert Duvall, Dennis Hopper, Martin Sheen, Marlon Brando, Laurence Fishburne, Harrison Fordn due premi oscar e la Palma d’Oro al Festival di Cannes, ma è ricordato da tutti anche per la sua splendida colonna sonora, che unisce grandi brani rock a musiche composte appositamente per il film dallo stesso regista Francis Ford Coppola e da suo padre Carmine.
La musica del resto in Apocalypse Now ha ruolo fondamentale e lo si capisce fin dall’inizio. Il film si apre al suono di The End dei Doors che si confonde con il boato di elicotteri ed esplosioni sullo sfondo, mentre vi sono continue dissolvenze fra un bombardamento e la camera d’albergo del capitano Willard, giocate sulla contiguità fra le pale delle eliche e quelle del ventilatore della stanza. Ad un certo punto Willard, preso dalla disperazione, crolla a terra, proprio nel momento in cui solitamente Jim Morrison lo faceva nelle esibizioni dei Doors.
The End era stato composto nel 1966 da Jim Morrison, dopo la rottura con la fidanzata Mary Werbelow. La traccia venne registrata ai Sunset Sound Recording Studios di Los Angeles nell’estate di quell’anno, per una durata di oltre undici minuti e fu inserita come pezzo di Apocalypse Now (colonna sonora) Apocalypse Now streaming di Francis Ford Coppola con Robert Duvall, Dennis Hopper, Martin Sheen, Marlon Brando, Laurence Fishburne, Harrison Ford TheVillageAttackchiusura dell’album d’esordio dei Doors dal titolo The Doors, pubblicato il 4 gennaio 1967.
Parlando della colonna sonora di Apocalypse Now non si può certamente dimenitcare la Cavalcata delle Valchirie di Richard Wagner, eseguita per l’occasione dall’Orchestra Filarmonica di Vienna. Questo brano, nel film, viene fatto diffondere da altoparlanti sugli elicotteri dal colonnello Kilgore quando decide di attaccare e bombardare con il Napalm una spiaggia solo per liberare una zona in cui poter fare surf.
Tra i brani che si possono ascoltare nell’opera di Coppola vi sono inoltre (I Can’t Get No) Satisfaction dei Rolling Stones, composta nel 1965 presente nell’album Out of Our Heads, Suzie Q, un brano del 1957 reinterpretato per il film dai Flash Cadillac e Surfin Safari dei Beach Boys del 1962.

Monologo sull’orrore di Kurtz: link

Alcune tracce presenti nel film:

The Doors – The End

Cavalcata delle Valchirie (Walkürenritt) – Richard Wagner

(I Can’t Get No) Satisfaction – Rolling Stones

Surfin Safari – Beach Boys

Luca Miglietta

Apocalypse Now (colonna sonora) Apocalypse Now streaming di Francis Ford Coppola con Robert Duvall, Dennis Hopper, Martin Sheen, Marlon Brando, Laurence Fishburne, Harrison Ford

Jack Reacher – La prova decisiva

Jack Reacher - la prova decisiva con Tom Cruise, Rosamund Pike e Robert DuvallA Pittsburgh, in Pennsylvania un cecchino spara tra la folla e uccide cinque persone senza apparenti legami l’una con l’altra, mentre conducono la vita di tutti i giorni . Gli indizi portano rapidamente ad un ex soldato e tiratore scelto di nome James Barr. Il killer viene arrestato e brutalmente preso a botte durante l’interrogatorio e prima di cadere in coma fa un solo nome: Jack Reacher.
Jack Reacher un ex investigatore dell’esercito americano che nJack Reacher streaming con Tom Cruise, Rosamund Pike e Robert Duvallon si sa dove si trovi, perché ha volutamente fatto perdere le proprie tracce. Quando la notizia della morte di Barr arriva a Jack, che conosce l’uomo avendo indagato su di lui, si presenta alla polizia per aiutare a svolgere le indagini.  Così Jack Reacher insieme all’avvocatessa Helen Rodin cercherà di scoprire la verità.

Jack Reacher è il nomeJack Reacher streaming, Tom Cruise, Rosamund Pik, Robert Duvall del protagonista di una serie di romanzi scritti dall’americano Lee Child a partire dal 1997. Questo film, il primo a lui dedicato, è tratto dalla sua nona avventura che si intitola “One Shot”, un solo colpo.
Il regista del film è Christopher McQuarrie, famoso per aver scritto la sceneggiatura de I soliti sospetti, per la quale nel 1996 si è guadagnato il premio Oscar.
A suo agio Tom Cruise nella parte del ex detective militare Jack Reacher, che vive in incognito e che aiuta l’avvocato Helen Rodin interpretato dalla bella RosamJack Reacher - la prova decisiva streaming con Tom Cruise, Rosamund Pike e Robert Duvallund Pike a risolvere il caso. Piccola parte per il sempre ottimo Rober Duval nel ruolo di Martin Cash, il proprietario del poligono di tiro.
Jack Reacher è un thriller d’azione divertente che non annoia mai e intrattiene lo spettatore fino alla fine.

 

Titolo originale: Jack Reacher

Lingua originale: inglese

Paese di produzione: Stati Uniti d’America

Anno: 2012

Durata: 130 min

Genere: azione, drammatico, crimine

Regia: Christopher McQuarrie

Attori: Tom Cruise, Rosamund Pike, Robert Duvall, Richard Jenkins, Werner Herzog, Alexia Fast, David Oyelowo, Kristen Dalton, Jai Courtney

Soggetto: Lee Child (romanzo La prova decisiva)

Sceneggiatura: Christopher McQuarrie

Produttore: Tom Cruise, David Ellison, Dana Goldberg, Don Granger, Gary Levinsohn, Kevin J. Messick, Paula Wagner

Produttore esecutivo: Jake Myers

Casa di produzione: Paramount Pictures, Mutual Film Company, Skydance Productions

Fotografia: Caleb Deschanel

Montaggio: Kevin Stitt

Effetti speciali: Shade VFX

Musiche: Joe Kraemer

Scenografia: James D. Bissell

Costumi: Susan Matheson

Trailer italiano: https://www.youtube.com/watch?v=jzrwSEA_q3M

Trailer in lingua originale: https://www.youtube.com/watch?v=kK7y8Ou0VvM