Archivi tag: Ritorno al futuro

Notizie del giorno attraverso i tweet

Notizie del giorno attraverso i tweet

Notizie del giorno attraverso i tweet
Anche oggi vi riporto le notizie del giorno attraverso i tweet del profilo ufficiale del blog su Twitter. Non son riportate in ordine cronologico, ma di importanza. Anche oggi qualche notizia sul coronavirus che sta bloccando il cinema e creando problemi di ogni tipo. Buona lettura.

Reunion a sorpresa di #RitornoalFuturo, a 35 anni dal primo film. Christopher Lloyd e Michael J. Fox si sono ritrovati ieri per un evento benefico. Hanno condiviso due foto sui rispettivi account Instagram. Il motivo è stato un torneo di poker benefico. continua…

Il torneo è stato organizzato dalla fondazione intitolata proprio a #MichaelJFox, che finanzia la ricerca sul morbo di Parkinson. La malattia è stata diagnosticata all’attore nel 1991, a soli 30 anni d’età, e un anno dopo aver girato Ritorno al futuro parte III.
#DuckTales 3 uscirà il 4 aprile su Disney XD con due episodi inediti. La terza stagione mostrerà la famiglia Duck viaggiare per il mondo alla ricerca di artefatti perduti, mentre un’organizzazione segreta legata al passato di Paperone cercherà di fermarli a ogni costo. continua…
Tra i personaggi che appariranno in #DuckTales ci saranno anche Paperina, Pippo, e personaggi tratti da TaleSpin, Cip e Ciop agenti speciali e Darkwing Duck. Le guest star delle puntate saranno Giancarlo Esposito, Selma Blair, Kristofer Hivju, Bebe Neuwirth, Retta.
Sono più di 30 milioni di dollari i costi aggiuntivi che la MGM dovrà affrontare dopo la decisione di spostare le date di uscita di #NoTimeToDie da aprile a novembre per via dell’emergenza #coronavirus. L’epidemia ha, infatti, portato lo studios a far slittare la pellicola.

Notizie del giorno attraverso i tweet, oggi sono molte, di seguito altri tweet, alcuni legati all’emergenza coronavirus come ormai da alcuni giorni

Tori Spelling ha rivelato il soprannome che #LukePerry le aveva dato sul set di Beverly Hills 90210. “Mi chiamava Camel Lashes. Ho detto ‘Mi stai dando del cammello’. E lui ha subito risposto ‘No, sai cosa vuol dire? I cammelli hanno le ciglia più meravigliose e lunghe di tutti”.
Ian Ziering ha postato su Instagram un’immagine che lo ritrae con #LukePerry:”Difficile credere che sia passato un anno da quando abbiamo perso Luke. Anche se il tempo guarisce le ferite, il dolore della perdita dura per sempre. Mi manchi così tanto amico. #RIPLuke”
#Contagion è tra i film più venduti del momento grazie al #coronavirus. La pellicola di Steven Soderbergh è incentrata su un virus che da Hong Kong raggiunge gli Stati Uniti e si diffonde in tutto il mondo facendo milioni di morti. Tra i film più popolari anche su Amazon e iTunes
Volevo nascondermi ha sfidato il #Coronavirus nella settimana in cui l’Italia chiude per tentare di arginare la diffusione del virus. Si piazza al primo posto del box office italiano con solo 44mila euro incassati in due giorni di programmazione. #coronvirusitalia.
#TomHolland ha svelato di aver rubato degli oggetti di scena dai set dei film #Marvel di cui è stato protagonista nel ruolo di Peter Parker. Intervistato da BBC Radio1, ha dichiarato che la sua casa è piena di memorabilia dei film perché non riesce a resistere e conserva tutto.
Un uomo truccato e vestito come #Joker è stato arrestato in #Missouri dopo aver lanciato delle minacce di morte utilizzando il livestream di #Facebook. Il cinquantunenne Jeremy J. Garnier è stato così bloccato dalla polizia di University City, informata del contenuto del video.

Notizie del giorno attraverso i tweet

Notizie del giorno attraverso i tweet

Notizie del giorno attraverso i tweet
Anche oggi vi riporto le notizie del giorno attraverso i tweet del profilo ufficiale del blog su Twitter. Non son riportate in ordine cronologico, ma di importanza. Anche oggi qualche notizia sul coronavirus che sta bloccando anche il cinema. Buona lettura.

Il #coronavirus ferma #JamesBond. La MGM, la Universal e i produttori di Bond, Michael G Wilson e Barbara Broccoli, hanno annunciato, “dopo un’attenta valutazione e attraverso l’analisi del mercato cinematografico globale”, che l’uscita di #NoTimeToDie sarà posticipata. continua…

#NoTimeToDie, diretto da Cary Joji Fukunaga con #DanielCraig, Léa Seydoux, Ralph Fiennes, Rami Malek, uscirà nel Regno Unito il 12 novembre 2020, seguiranno le altre date internazionali tra cui il lancio Usa il 25 novembre. In Italia il film uscirà il 12 novembre.

Christopher Lloyd, che interpreta Emmett “Doc” Brown nella trilogia di Ritorno al futuro, tornerà in tv con un ruolo da guest star nella serie #NCIS. L’episodio in cui apparirà l’attore andrà in onda sugli schermi televisivi americani in primavera. La data ancora da annunciare.

#The100 si concluderà con gli episodi della settima stagione e #TheCW ha ora annunciato che uscirà mercoledì 20 maggio alle 20 in america. Il progetto potrebbe inoltre dare vita a uno spinoff prequel, che verrà introdotto da una puntata dello show originale ideato come pilot.

Le prime immagini della #Batmobile usata in #TheBatman sono comparse in rete grazie al regista Matt Reeves scatenando entusiasmo su Twitter, i fan hanno paragonato l’auto di Batman ai bolidi della saga di Fast & Furious ribattezzando il film in arrivo “The Bat & the Furious”.

Notizie del giorno attraverso i tweet, oggi sono molte, di seguito altri tweet, alcuni legati all’emergenza coronavirus come ormai da alcuni giorni

#JasonStatham ha abbandonato all’improvviso la lavorazione di The Man From Toronto, commedia action in cui avrebbe recitato con Kevin Hart. L’addio dell’attore, confermato dalla Sony su #Deadline, è arrivato a poche settimane dal primo ciak. Questo tarderà la produzione.

#Vikings 6 arriva oggi in #streaming su #Netflix nel catalogo di marzo 2020. Vedremo la prima parte della sesta stagione della serie con Travis Fimmel, trasmessa da History. La serie tv ideata e scritta da Michael Hirst avrà #KatherynWinnick (Lagertha) a dirigere un episodio.

Il servizio televisivo americano Dish offre 1000 dollari a chi è disposto a guardare 15 ore di #TheOffice in poco più di una settimana. L’iniziativa, per la quale è possibile iscriversi online fino al 16 marzo, è organizzata in occasione del quindicesimo anniversario della serie. continua…

Il vincitore riceverà anche altri premi oltre alla somma di denaro prevista, tra cui gadget dello show e una tessera promozionale di #Netflix. Avrà però il compito di guardare 15 ore della serie con Steve Carell (circa 45 episodi su 200) nel corso di nove giorni.

#GabrieleMuccino si scaglia contro le misure di contenimento del #coronavirus, sostenendo che il settore della cultura abbia subito un colpo durissimo. Musei, cinema e teatri, chiudono mentre altri esercizi dove le persone si ritrovano vengono lasciati aperti senza problema.

L.M.

 

Mostra su Ritorno al futuro a Torino

Mostra su Ritorno al futuro a Torino

Mostra su Ritorno al futuro a Torino, si chiama “Back to the Future” come il titolo del film in lingua originale

Mostra su Ritorno al futuro a Torino
Sta per arrivare “Back to the Future”, la mostra su Ritorno al futuro a Torino. L’esposizione verrà ospitata al Mufant, il Museo torinese del Fantastico e della Fantascienza, e sarà inaugurata oggi, domenica 2 febbraio e durerà fino al 30 aprile

Si tratta di un vero e proprio omaggio a Ritorno al futuro, un cult movie, a 35 anni dalla sua uscita. I visitatori potranno ammirare molti esemplari del collezionista torinese Giancarlo Ghibaudo. Tra gli oggetti esposti libri, giocattoli, videogiochi, fumetti, fogli di produzione del film e le tavole a disegno (chiamate cell) della meno nota serie animata del 1991. Serie animata ovviamente basata sul film del 1985, scritto da Bob Gale con Robert Zemeckis che ne ha curato anche la regia.

Mostra su Ritorno al futuro a Torino 1
Il Mufant è il primo museo in Italia interamente dedicato a tematiche fantastiche e fantascientifiche e si trova in via Guglielmo Reiss Romoli 49/bis a Torino. Per tutti gli appassionati di fantascienza, i fan della pellicola e per i tutti cinefili, questa mostra rappresenta un’occasione imperdibile per conoscere aneddoti e curiosità su Ritorno al futuro.

Domani non solo parte la mostra sul popolare film che racconta le vicende di Marty McFly e Doc Emmett L. Brown, verrà anche inaugurata la statua che riproduce il dragone Fucanglong. amato da molte generazioni

Inoltre, in occasione del Capodanno Cinese – che purtroppo nel mondo non si è potuto festeggiare per bene a causa dello scoppio dell’epidemia di coronavirus 2019-nCoV – oltre alla mostra sul Ritorno al futuro verrà inaugurata la statua che riproduce il dragone Fucanglong. La creatura fantastica della mitologia cinese custodisce i tesori sepolti nelle viscere della terra.

Mostra su Ritorno al futuro a Torino 3
Sempre nel 1985 era uscito L’anno del dragone, pellicola di Michael Cimino con Mickey Rourke che interpretava un poliziotto reduce del Vietnam, che combatte la malavita della Chinatown di New York.

Alla mostra è anche esposto un documento importante: il foglio di produzione nel quale si scopre che il primo attore scelto per il suo ruolo era in realtà Eric Stoltz, poi rimpiazzato da Michael J. Fox perché Zemeckis preferiva un personaggio più ironico.

L.M.

Twin Pines Mall

Twin Pines Mall, il centro commerciale di Ritorno al futuro, che cambia nome per effetto delle azioni di Marty

Il primo segnale dell’alterazione della realtà provocata dal viaggio di Marty nel passato appare quando lui stesso torna nel presente e il nome del centro commerciale non è più “Twin Pines Mall”,  ma è diventato “Lone Pine Mall”

Twin Pines Mall, il centro commerciale di Ritorno al futuro
Le due insegne del centro commerciale inserite nella stessa foto

Sono tantissime le curiosità che si possono notare ad una visione attenta di Ritorno al futuro, spesso su questo blog se ne è parlato. Una di queste riguarda il cambiamento del nome del centro commerciale di Hill Valley, provocato dalle azioni di Marty quando torna indietro nel passato.

Se vi ricordate nel 1985, quando Marty McFly viene svegliato nel cuore della notte da Doc Emmett Brown per assistere al suo esperimento scientifico, i due si incontrano nel parcheggio di un centro commerciale. Il nome del centro commerciale è Twin Pines Mall (Centro Commerciale Pini Gemelli).

Twin Pines Mall back to the future
Marty nel 1955 modifica tanti aspetti del passato che avranno un effetto dirompente quando ritonerà alla sua vita di tutti i giorni

Quando Marty finisce nel 1955 cercando di scappare dai terroristi libici che hanno ucciso l’amico Doc, il centro commerciale non esisteva ancora ed al suo posto c’era il ranch di Mr Peabody.

Marty quando esce dalla DeLorean DMC-12, essendo una macchina del futuro ed indossando un casco, viene scambiato per un alieno e minacciato con un fucile. Il ragazzo nello scappare abbatte uno dei due pini gemelli della fattoria. Il ranch era chiamato “Twin Pines Ranch”.

Quando il protagonista di Ritorno al futuro torna nel 1985, le sue azioni nel passato hanno avuto delle conseguenze ed una di queste è il cambiamento del nome del centro commerciale in “Lone Pine Mall” (Centro Commerciale Pino Solitario).

Luca Miglietta

Le mutande di Ritorno al futuro indossate da Marty

Le mutande di Ritorno al futuro indossate da Marty McFly

Ecco quale ora il vero marchio che c’era sulle mutande di Ritorno al futuro, nella traduzione italiana si crea un anacronismo facilmente evitabile utilizzando un Brand diverso da Levi Strauss in luogo dell’originale

Le mutande di Ritorno al futuro indossate da Marty McFly
Le mutande di Ritorno al futuro. Il nome che Lorraine Baines da al figlio Marty in Ritorno al futuro non è Levi Straus come nella versione doppiata in italiano o spagnolo, ma Calvin Klein. In quella francese invece viene chiamato Pierre Cardin.

Un motivo c’è: in Italia nel 1985, l’anno in cui è uscita la pellicola, nessuno sapeva che marca fosse la Calvin Klein. Il marchio non aveva ancora spopolato da noi come già aveva fatto negli Stati Uniti. Il marchio Calvin Klein diventa infatti popolare e molto venduto nel nostro paese a partire dagli anni novanta.

Le mutande di Ritorno al futuro indossate da Marty McFly
Un pasticcio creato dai traduttori italiani e spagnoli, che crea problemi spazio – temporali, curioso pensando alla tematica dei viaggi nel tempo di cui tratta il film

Ve ne renderete conto se provate a guardare Ritorno al futuro in lingua originale. Questa scelta dei traduttori italiani crea un anacronismo, che in lingua originale non c’è: negli Stati Uniti del 1955 i Levi’s erano già molto conosciuti. La Levi’s è nota addirittura fin dalla fine del XIX secolo e quindi Lorraine non avrebbe mai potuto pensare che quel ragazzo venuto dal nulla si chiamasse Levi Strauss, dopo avere letto questo nome sulle sue mutande ed i Jeans di Marty.

Ecco perchè in lingua originale Lorraine chiama Marty Calvin Klein, un nome che negli anni cinquanta non significava nulla, perchè l’azienda, fondata dall’omonimo stilista, nacque solo nel 1968. Proprio l’anno in cui nella finzione cinematografica nasce Marty McFly, chissà se gli sceneggiatori  Robert Zemeckis (anche regista) e Bob Gale ci avevano pensato.

Luca Miglietta

Scena del treno di Ritorno al futuro – Parte III

Scena del treno di Ritorno al futuro – Parte III

Scena del treno di Ritorno al futuro – Parte III, quando gli effetti speciali erano veramente speciali

Scena del treno di Ritorno al futuro - Parte III
Ecco una foto che spiega come è stata girata la scena del treno di Ritorno al futuro – Parte III. Sono stati utilizzati dei modellini che riproducevano sia la locomotiva del treno a vapore, che la DeLorean DMC-12.  Intanto la scena veniva ripresa con un cinepresa montata a bordo di una macchina che procedeva lentamente accanto ai modellini che si muovevano sulla finta ferrovia della Hill Valley del vecchio West.

Sorge spontane la battuta di Doc nel primo film della saga di Ritorno al Futuro: “Scusa la rozzezza di questo modello ma non ho avuto il tempo di farlo in scala e di dipingerlo”. Battuta fatta quando il dottor Emmett Brown nel 1955 mostra all’amico Marty McFly il modellino che spiega come riportarlo nel 1985 sfruttando la forza del fulmine.

Scena del treno di Ritorno al futuro - Parte III di zemeckis
Erano anni in cui la computer grafica non era ancora entrata nel mondo del cinema in maniera massiccia, altri tempi, in cui l’inventiva e l’immaginazione erano la migliore tecnologia. Il film uscito proprio nel 1990, pochi anni dopo i registi cominciano a capire che possono cominciare a sfruttare le potenzialità della CGI. Gli anni Novanta sono proprio il periodo che segna la svolta definitiva nell’impiego della computer grafica nel cinema.

Ecco alcuni dati della famosissima pellicola cult degli anni novanta

Ritorno al futuro – Parte III (Back to the Future Part III) è un film del 1990 diretto da Robert Zemeckis, terzo e ultimo episodio della omonima trilogia.  La pellicola ha una durata di 118 minuti. Tra gli attori ricordiamo Michael J. Fox, Christopher Lloyd, Mary Steenburgen, Thomas F. Wilson, Lea Thompson, Elisabeth Shue, Harry Carey Jr., J.J. Cohen, Flea, Dub Taylor, James Tolkan, Sean Gregory Sullivan, Mike Watson, Jeffrey Weissman, Christopher Wynne, Ricky Dean Logan, Bill McKinney, Marvin J. McIntyre

L.M.

Doc di Ritorno al Futuro a Torino

Doc di Ritorno al Futuro a Torino

Doc di Ritorno al Futuro a Torino, dove gira uno spot per la 500

Doc di Ritorno al Futuro a TorinoDoc di Ritorno al Futuro a Torino. Ieri mattina, lunedì 18 giugno 2018, Doc di Ritorno al Futuro ha girato uno spot a Torino. Christopher Lloyd per alcune ore ha girato in via Carlo Alberto e piazza Bodoni, che per l’occasione sono tornate negli anni Cinquanta. Questo per via del set cinematografico che dalle cinque ha immobilizzato l’isolato all’angolo con via dei Mille.

La strada è la protagonista del nuovo spot della Fca, che cita la pellicola cult Ritorno al Futuro.

Doc di Ritorno al Futuro a Torino. L’attore Christopher Lloyd torna nei panni dello scienziato della macchina del tempo nel film cult. Lo spot viene girato in piazza Bodoni con scenografie anni Cinquanta di Paolo Coccorese

L’attore veste il suo consueto camice bianco, ha i capelli sparati e il suo solito sguardo stupefatto, ed è il personaggio scelto dall’azienda automobilistica torinese per presentare la nuova versione della 500 che, con una nuvola di fumo, sbuca all’improvviso nel passato della città.

Doc di Ritorno al Futuro a TorinoQuesta volta non è una DeLorean DMC-12, ma una 500 e non sbuca ad Hill Valley, ma nella Torino anni cinquanta con il suo traffico di auto d’epoca resuscitate per l’occasione. Troviamo una Lancia Fulvia, Fiat 1100 e vecchie 500. Queste bellissime vetture da museo hanno fatto avanti e indietro per tutto il tempo delle riprese per riprodurre la vita di allora in una via Carlo Alberto d’antan. Tra attori e comparse una cinquantina di persone, tutte vestite con abiti di quel periodo. Compare anche un vigile, citazione evidente del film con Alberto Sordi (Il vigile), che per un soffio non viene investito dal nuovo modello della Fca che appare all’improvviso nella strada come faceva la DeLorean in Ritorno al Futuro.

Luca Miglietta

Doc di Ritorno al Futuro a Torino

Nessun reboot di Ritorno al Futuro finchè potrò dire la mia

Nessun reboot di Ritorno al Futuro finchè potrò dire la mia

Frank Marshall rassicura sull’intoccabilità del franchise: nessun reboot di Ritorno al Futuro finchè potrò dire la mia

ritorno al futuro Frank Marshall: nessun reboot di Ritorno al Futuro finchè potrò dire la miaFortunatamente nessun reboot di Ritorno al Futuro ed Et in vista

Nessun reboot di Ritorno al Futuro finchè potrò dire la mia. Frank Marshall, il famoso produttore dei due cult degli anni Ottanta Et e Ritorno al futuro, ha insistito sul fatto che finché lui potrà respingere le richieste, non ci sarà mai e poi mai un reboot dei due film.

Purtroppo in questi ultimi anni ad Hollywood per carenza di idee stanno facendo una serie di remake/reboot di celebri pellicole di culto, nella maggior parte dei casi peggiori dell’originale. Remake che in alcuni casi non hanno neppure avuto grande successo come il clamoroso flop al botteghino di Ben Hur, che rispetto all’originale del 1959 (aveva portato a casa ben 11 Oscar e un enorme successo di pubblico) è stato ignorato nelle sale. In altri come in quello di Star Wars: Il risveglio della Forza, hanno avuto un grande successo di pubblico, ma hanno diviso la critica e deluso numerosi fan. I fan cresciuti con gli eroi ed i film originali si sono infatti trovati davanti a un rifacimento non all’altezza.

Finalmente però una buona notizia: nessun reboot di Ritorno al Futuro. Marshall ha lavorato in tutti e tre i film di Back To The Future come produttore esecutivo, e già in passato aveva sottolineato che non avrebbe permesso ad alcun regista di avvicinarsi al classico del 1985 per farne una nuova versione. Il produttore ha riconfermato questa dichiarazione in una recente intervista per Yahoo!, insistendo sul fatto che l’opera diretta da Robert Zemeckis non ha alcun bisogno di essere toccata.

Ritorno al futuro parte III streaming di Robert Zemeckis con Christopher Lloyd, Michael J. Fox, Mary Steenburgen, Lea Thompson, James Tolkan, Elisabeth Shue, Thomas F. Wilson 138 Frank Marshall: nessun reboot di Ritorno al Futuro finchè potrò dire la miaFrank Marshall ha infatti affermato:

sì, finché io avrà modo di dire la mia è sicuro che non ci sarà nessun intervento. Esattamente come ciò che già esiste per ET, siamo intenzionati a far si che questi film di culto non vengano mai toccati in futuro.

Robert Zemeckis stesso nel 2015 aveva detto:

il film non può avvenire senza la sua approvazione, e lui non vuole fare nè un remake nè un reboot.

Anche Bob Gale, sceneggiatore al pari di Robert Zemeckis della trilogia, aveva affermato nel 2014 che non poteva essere girato un Ritorno al Futuro 4. aveva poi aggiunto però:

ammettiamolo, abbiamo visto un sacco di sequel realizzati anni e anni dopo, e non credo di poterne citare uno che sia fatto bene. Non credo che si possa ricatturare lo spirito degli originali.

Dichiarazioni molto confortanti che però non lasciano del tutto tranquilli: perchè l’impossibilità di fare un remake sembra essere ancorata alla permanenza di Marshall in qualità di produttore. Cosa succederà quando il produttore andrà in pensione? Per un bel numero di anni in ogni caso non si parlerà di un rifacimento delle avventure di Marty McFly e Doc Emmett L. Brown a bordo della loro DeLorean.

Luca Miglietta

Ritorno al futuro parte II streaming di Robert Zemeckis con Michael J. Fox, Christopher Lloyd, Lea Thompson, Thomas F. Wilson, Elisabeth Shue, James Tolkan 36 Frank Marshall: nessun reboot di Ritorno al Futuro finchè potrò dire la mia

Vince Trump, Ritorno al Futuro 2 ha avuto di nuovo ragione

Vince Trump, Ritorno al Futuro 2 ha avuto di nuovo ragione

Vince Trump le elezioni americane, in Ritorno al Futuro 2 nel 1985 alternativo era diventato uno degli uomini più influenti d’America

Vince Trump, Ritorno al Futuro 2 ha avuto di nuovo ragione Ritorno al futuro parte II streaming di Robert Zemeckis con Michael J. Fox, Christopher Lloyd, Lea Thompson, Thomas F. Wilson, Elisabeth Shue, James Tolkan 29Vince Trump e diventa presidente degli USA, come nel film di Robert Zemeckis il futuro è più fosco

Tutto il mondo stamattina si è svegliato con una previsione inaspettata: vince Trump le presidenziali americane.

Era già palese che Donald Trump fosse stato utilizzato come modello di riferimento per la versione futura di Biff Tannen, nemesi di Marty McFly, ma a confermarlo ci ha pensato un anno fa Bob Gale. Lo sceneggiatore e produttore di Ritorno al Futuro 2 in un’intervista al Daily Beast ha infatti affermato:

ci abbiamo pensato quando abbiamo fatto il film! Se guardate Ritorno al futuro parte II troverete una scena in cui Marty si confronta con Biff nel suo ufficio, in cui vi è un’immagine di Biff alle sue spalle appesa alla parete, e c’è un momento in cui Biff assume la stessa posizione del ritratto.

Vince Trump, Ritorno al Futuro 2 ha avuto di nuovo ragione biff-tannen-portrait-donald-trump-back-to-the-future-2Vi ricordate infatti la scena in cui Marty McFly dice a Biff Tannen “Dobbiamo parlare”, lancia il telecomando della tv nella vasca e nomina l’almanacco sportivo? Biff subito dopo caccia le ragazze dalla vasca, indossa una vestaglia e va con Marty nel suo ufficio. Qui si mette proprio davanti ad un enorme ritratto di se stesso, dietro il quale c’è la cassaforte che contiene il grande almanacco sportivo. In questa scena, Michael J. Fox e Thomas Francis Wilson (che interpreta Biff) discutono, ed il “Trump del 1985” si mette quasi in posa sotto il ritratto in modo da enfatizzare la scena.

Vince Trump, Ritorno al Futuro 2 ha avuto di nuovo ragione Ritorno al futuro parte II streaming di Robert Zemeckis con Michael J. Fox, Christopher Lloyd, Lea Thompson, Thomas F. Wilson, Elisabeth Shue, James Tolkan 020Bob Gale e Robert Zemeckis hanno proprio voluto descrivere un personaggio molto rassomigliante al Donald Trump di trent’anni fa. Biff Tannen a ben vedere come personaggio, prima di diventare ricco grazie alle scommesse vinte per via dell’almanacco sportivo, era megalomane, arrogante, furbo e violento nei gesti. Nonostante tutto era comunque irresistibile per i suoi seguaci, che sono pronti a seguirlo senza pensarci due volte. Personaggio perfetto per essere trasformato in una copia di Donald Trump nel futuro alternativo.

Solo il futuro ci dirà se gli americani con la loro scelta discutibile hanno avuto ragione, non ci resta che augurargli che Donald Trump non trasformi l’America nella Hill Valley del 1985, buia sporca, senza leggi certe ed infestata dai teppisti.

Luca Miglietta

Vince Trump, Ritorno al Futuro 2 ha avuto di nuovo ragione Ritorno al futuro parte II streaming di Robert Zemeckis con Michael J. Fox, Christopher Lloyd, Lea Thompson, Thomas F. Wilson, Elisabeth Shue, James Tolkan 21

I Chicago Cubs vincono le World Series

I Chicago Cubs vincono le World Series

Maledizione è sfatata, i Chicago Cubs vincono le World Series

Ritorno al futuro parte II streaming di Robert Zemeckis con Michael J. Fox, Christopher Lloyd, Lea Thompson, Thomas F. Wilson, Elisabeth Shue, James Tolkan 011 I Chicago Cubs vincono le World SeriesI Chicago Cubs vincono le World Series, la predizione di Ritorno al futuro parte II è in ritardo di un anno

Dapo una lunghissima attesa, i Chicago Cubs vincono le World Series e sono i campioni MLB. Il baseball incorona la regina del 2016, che torna sul trono ad oltre un secolo dall’ultimo trionfo (1908) e a ben 71 anni dall’ultima apparizione alle World Series, datata 1945.

I Cubs conquistano il titolo aggiudicandosi la decisiva gara 7 della finalissima per 8-7 al decimo inning sul diamante dei Cleveland Indians, che finiscono al tappeto dopo aver sprecato il vantaggio di 3-1 nella serie. Eroe della storica serata è Ben Zobrist che alla decima ripresa, dopo il rocambolesco 6-6 maturato nei 9 inning regolamentari, piazza un doppio che spezza l’equilibrio.

ritorno-al-futuro-parte-ii-i-chicago-cubs-vincono-le-world-seriesSe vi ricordate in Ritorno al futuro parte II (1989) viene predetta la vittoria dei Cubs. Ritorno al futuro – Parte II, per chi non avesse visto, è un film anni ottanta in cui il protagonista con una Delorean trasformata in macchina del tempo andava nel futuro (del tempo) il 21 ottobre 2015. Pensate alla scena in cui Marty McFly è per strada quando un notiziario-ologramma lo informa della vittoria dei Cubs. Robert Zemeckis e gli sceneggiatori hanno pensato di dover immaginare per il futuro una delle cose più improbabili del mondo e si sono inventati che i Cubs avevano vinto le World Series. L’anno scorso era già accaduto un fatto eccezionale: i Cubs pur non vincendo avevano raggiunto le World Series, ma quest’anno, con un anno di ritardo rispetto al predizione di Ritorno al futuro – Parte II, ce l’hanno fatta.

Ritorno al futuro parte II streaming di Robert Zemeckis con Michael J. Fox, Christopher Lloyd, Lea Thompson, Thomas F. Wilson, Elisabeth Shue, James Tolkan 8 I Chicago Cubs vincono le World SeriesI Chicago Cubs nonostante la loro sfortuna sono sempre stati una delle squadre con più tifosi in America, assieme ai vincenti New York Yankees, i Los Angeles Dodgers, i Boston Red Sox e St.Louis Cardinals. I Dodgers e Cardinals più o meno ogni tanto riescono vincere spezzando il dominio dei New York Yankees, i Red Sox non ci son riusciti per 86 anni, ma dal 2004 han ricominciato alla grande e da allora si son presi tre World Series.

Ritorno al futuro parte II streaming di Robert Zemeckis con Michael J. Fox, Christopher Lloyd, Lea Thompson, Thomas F. Wilson, Elisabeth Shue, James Tolkan 56 I Chicago Cubs vincono le World SeriesOra capite perchè in Ritorno al futuro avevano scelto tra le previsoni assurde quella della vittoria dei Cubs. C’è un’altra predizone che potrebbe forse avverarsi con un anno di ritardo: gli Stati uniti con una presidente donna. Tra meno di una settimana infatti si scoprirà se, al termine di una delle peggiori campagne elettorali della storia americana a suon di colpi bassi, trionferà Hillary Clinton o il miliardario Donald Trump.

Luca Miglietta

Ritorno al futuro parte II streaming di Robert Zemeckis con Michael J. Fox, Christopher Lloyd, Lea Thompson, Thomas F. Wilson, Elisabeth Shue, James Tolkan 57 I Chicago Cubs vincono le World Series