Archivi tag: prequel

Michael Gandolfini sarà Tony Soprano

Michael Gandolfini sarà Tony Soprano

Michael Gandolfini sarà Tony Soprano nel prequel dei Sopranos intitolato The Many Saints of Newark

Michael Gandolfini sarà Tony SopranoMichael Gandolfini sarà Tony Soprano, il figlio di James Gandolfini è stato scelto per interpretare il boss italoamericano nell’attesissimo prequel de I Soprano di David Chase. Il titolo della pellicola è The Many Saints of Newark e racconterà il New Jersey anni Sessanta con le lotte tra afroamericani e italiani

“È un grande onore prendere l’eredità di mio padre e vestire i panni di Tony Soprano sono emozionato di avere l’opportunità di lavorare con David Chase e l’incredibile squadra di talenti che ha assemblato per The Many Saints of Newark”. Ha dichiarato Michael Gandolfini a Deadline

Michael ha avuto modo di mostrare le sue abilità recitative apparendo in episodi di “The Deuce” e “Law & Order True Crime“, ma questa sarà la prima volta che interpreterà un ruolo da protagonista. Secondo Deadline, Chase e il suo team hanno fatto un lungo processo di audizioni, prima di decidere di dargli il ruolo di Tony Soprano.

Michael Gandolfini sarà Tony Soprano 2Michael Gandolfini sarà Tony Soprano in The Many Saints of Newark

David Chase, già sceneggiatore della serie tv, sta lavorando alla scrittura di The Many Saints of Newark, che sarà diretto da Alan Taylor. I dettagli della trama non sono ancora stati diffusi, ma la storia sarà ambientata nel New Jersey degli anni Sessanta, nel mezzo delle lotte tra afroamericani e italoamericani.

Gli eventi si concentreranno durante gli scontri di Newark del luglio 1967, che sono terminati con la morte di ventisei persone e centinaia di feriti. Nella pellicola sarà protagonista anche per il padre di Tony, Giovanni “Johnny Boy”, il primo boss della famiglia che nella serie tv era comparso solo attraverso qualche flashback, e la versione giovane di sua moglie Livia Soprano, interpretata nella serie da Nancy Marchand.

I Soprano sono una delle più famose serie tv di sempre, una delle prima di grandissimo successo che hanno fatto la storia della HBO, che è andata in onda per sei stagioni dal 1999 al 2007. Lo show ha vinto ben ventuno Emmy Awards e cinque Golden Globe ed inoltre lanciato la carriera di James Gandolfini, prematuramente scomparso a soli 51 anni a Roma nel 2013. Interpretando il boss italoamericano Tony Soprano, l’attore era infatti diventato una star.

L.M..

Naomi Watts farà il prequel di Game of Thrones

Naomi Watts farà il prequel di Game of Thrones

Naomi Watts farà il prequel di Game of Thrones, sarà una carismatica esponente dell’alta società

Naomi Watts farà il prequel di Game of ThronesNaomi Watts fara il prequel di Game of Thrones, dopo lunghe consultazioni sarà una delle protagoniste principali del pilot del prequel di Il Trono di Spade. Non sappiamo molto del personaggio che l’attrice interpreterà, solo che a detta degli autori sarà “una carismatica esponente dell’alta società che nasconde un oscuro segreto”.

In precedenza è apparsa nel revival di Showtime di Twin Peaks ed è nota per i suoi ruoli in film come Mulholland Drive I Heart Huckabees, Birdman (The Unexpected Virtue of Ignorance), St. Vincent, The Ring, King Kong e J. Edgar.
Naomi Watts ha anche ottenuto le nomination all’Oscar per i suoi ruoli in 21 Grams e The Impossible.

Naomi Watts farà il prequel di Game of ThronesNaomi Watts farà il prequel di Game of Thrones, nel progetto coinvolto ovviamente George R.R. Martin

La storia è scritta da Jane Goldman insieme a George R.R. Martin, co-creatori della serie, la Goldman si occuperà anche della sceneggiatura e sarà showrunner. Tra i produttori esecutivi anche James Farrell e Jim Danger Gray (Orange Is the New Black, Hannibal) e Chris Symes (The Alienist) come co-produttore esecutivo. La serie prequel sarà ambientata migliaia di anni prima della saga delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco, e racconterà il declino dall’Età dell’Oro degli Eroi, la successiva decadenza, i segreti della storia di Westeros e le vere origini degli Estranei.

Naomi Watts farà il prequel di Game of ThronesLa serie di Goldman prequel di Game of Thrones andrà in onda anch’essa su HBO e fa parte di una dei progetti legati alla serie madre che verranno creati negli anni. L’esatta natura della trama di ogni progetto è stata tenuta ancora nascosta, sebbene Martin abbia già chiarito che ogni progetto è un prequel piuttosto che uno Spin-off e che nessuno degli attuali cast principali della serie sarà coinvolto. Ha anche escluso le teorie dei fan secondo cui ognuno di loro si concentrerà sui suoi personaggi Ser Duncan l’Alto (Ser Duncan the Tall), Aegon the Unlikely o Dunk and Egg così come sono popolarmente conosciuti. Ha anche detto che la ribellione di Robert non sarà oggetto di alcun prequel.

Luca Miglietta

Better Call Saul vicina alla conclusione

Better Call Saul vicina alla conclusione

Better Call Saul vicina alla conclusione, il finale della quarta stagione di Better Call Saul ha quasi concluso la trasformazione di Jimmy McGill in Saul Goodman

Better Call Saul vicina alla conclusioneBetter Call Saul vicina alla conclusione. Queste quattro stagioni ci hanno fatto fare moltissime ipotesi su come Jimmy McGill si sarebbe trasformato nell’amorale Saul Goodman. Dopo aver visto la puntata (4×10) che conclude la quarta stagione gli sceneggiatori ci hanno quasi dato completamente la risposta.

Alla fine  di questo episodio infatti Jimmy rivela di voler usare di nuovo la sua licenza da avvocato ma non con il suo vero nome perchè ha intenzione di cambiarlo. E’ prevedibile quale possa essere. Per riottenere la licenza ha ingannando la commissione, ma quel che è ben più grave è arrivando addirittura a mentire a Kim Wexler, la donna che lo ha sempre sostenuto nel bene e nel male.

Peter Gould co-creatore assieme a Vince Gilligan ha rivelato a The Hollywood Reporter che la serie è ormai quasi alle battute finali:

la serie è conclusa e, nel bene o nel male, raccontiamo una storia con un inizio, uno sviluppo e una conclusione. Sembra davvero che siamo molto più vicini alla fine che all’inizio. Non so quante stagioni avremo ancora per certo e ovviamente ciò dipende da quanto ancora abbiamo da raccontare. Contiamo molto sui nostri fan che ci permettono di andare avanti e staremo a vedere. Prima che la quinta stagione sia finita, credo avremo una chiara idea di quanto ancora potremo proseguire. Gould ha anche ammesso che è già avvenuta una discussione in merito al futuro della serie. La AMC e la Sony hanno supportato il progetto, ma come ricordato dal co-creatore tutto dipenderà da quanta storia c’è ancora da raccontare. Stando a quanto dichiarato da Peter Gould Better Call Saul è quindi molto vicino alla sua conclusione. Si sta avvicinando al punto di arrivo e ciò è stato dimostrato anche dalle ultime parole pronunciate da Saul nel finale di stagione: It’s all good, man!

Better Call Saul vicina alla conclusioneBetter Call Saul vicina alla conclusione, probabilmente si concluderà con la quinta stagione come Breaking Bad

La battuta finale di Jimmy, “It’s All Good, Man” è il definitivo salto verso Saul Goodman, il segnale di una trasformazione che sarà oggetto della prossima quinta stagione, già confermata da AMC e Sony.

I produttori della serie hanno inoltre precisato in più di un’occasione che Better Call Saul non avrà vita più lunga della serie madre: dal momento che Breaking Bad è composto da sole cinque stagioni è quindi probabile che quello sarà il limite massimo anche per il suo prequel.

Questo finale ci fa ancora comprendere di più perchè Guillermo Del Toro preferisca Better Call Saul a Breaking Bad.

L.M.