Archivi tag: Nazioni Unite

Morgan Freeman cerca di salvare le api

Morgan Freeman cerca di salvare le api

Morgan Freeman cerca di salvare le api dall’estinzione trasformando il suo ranch del Mississippi in un santuario per le api

Morgan Freeman cerca di salvare le api
Morgan Freeman cerca di salvare le api. Negli ultimi decenni veleni, pesticidi, campi magnetici, mutazioni climatiche e diminuzione di suolo non urbanizzato, hanno causato una drastica diminuzione della popolazione mondiale di api. Un recente rapporto delle Nazioni Unite ha evidenziato che la loro scomparsa potrebbe avere effetti disastrosi per l’intera umanità. Negli Stati Uniti, gli scienziati e gli agricoltori hanno lanciato l’allarme: il numero di colonie di api attive per ettaro è diminuito del 90% dal 1962.

Morgan Freeman, famoso per aver interpretato Dio in Una settimana da Dio e per aver vinto l’Oscar al miglior attore non protagonista per Million dollar baby sta cercando di fermare la diminuzione della popolazione di api trasformando il suo ranch del Mississippi in un santuario per le api. L’attore si interessò per la prima volta all’apicoltura nel 2014 quando divenne il suo hobby. Da allora Morgan Freeman ha importato più di 26 alveari dall’Arkansas nel suo ranch di 124 acri nel Mississippi, che è diventato un paradiso per le api. Il suo ranch ha moltissimo trifoglio, magnolia e lavanda in fiore.

Morgan Freeman è entrato così a far parte del movimento globale a sostegno della conservazione delle api, e continua a sensibilizzare sul tema, spiegando alla gente quanto sia importante preservare le api. L’attore ha più volte osservato:

c’è bisogno di uno sforzo comune per riportare le api sulla Terra. Non capiamo che sono alla base, io credo, della crescita del pianeta.

Morgan Freeman cerca di salvare le api seven
Secondo Greenpeace infatti 70 colture alimentari su 100 sono impollinate dalle api, che quindi permettono il 90 per cento della nutrizione mondiale e per questo il fatto che il loro numero sia in calo è preoccupante.
Le api impollinano la maggior parte dei frutti e delle verdure che noi mangiamo e senza di loro gli esseri umani e moltissimi altri animali rischierebbero l’estinzione.

Insomma si deve invertire al più presto questa pericolosissima tendenza e fare di tutto per evitare l’estinzione delle api

Per evitare che le api si estinguano basterebbe mettere al bando i pesticidi nell’apicoltura e combattere i cambiamenti climatici. Negli USA si sta diffondendo l’installazione di un Bee Brick, ovvero una sorta di mattone bucato che funga da casa per le api da mettere in cortile o in giardino.

Si può, anche senza disporre di una tenuta di 50 ettari come Morgan Freeman, contribuire alla salvaguardia delle api coltivando piante e fiori che le attirino e le nutrano, ad esempio tulipani oppure rosmarino ed erba cipollina, molto utili anche per preparare piatti gustosi.

Luca Miglietta

Before the flood dal 21 ottobre in alcuni cinema, poi su National Geographic

Before the flood

Before the flood, ll nuovo film ambientalista di Leonardo DiCaprio

before the flood

Before the flood parla della più grande catastrofe che il nostro pianeta si trova a dover fronteggiare: i cambiamenti climatici

Before the Flood (letteralmente “prima dell’inondazione”) è diretto da Fisher Stevens, che nel 2010 aveva prodotto The Cove, un film incentrato sulla caccia ai delfini in Giappone, che si aggiudicò l’Oscar per il Miglior documentario. Il docufilm è impreziosito inoltre dalle  dalle musiche composte da Trent Reznor e Atticus Ross.

Dal 21 ottobre Before the Flood sarà mostrato in alcuni cinema statunitensi, per permettergli l’eventuale candidatura agli Oscar; poi verrà trasmesso a fine ottobre sul canale tv National Geographic. Verrà tradotto in 45 lingue e sarà possibile vederlo in 171 paesi, tra i quali il nostro. Leonardo DiCaprio produttore ed interprete del documentario ha dichiarato:

Voglio solo sapere quanto siamo andati oltre e cosa possiamo fare per fermarlo (il cambiamento climatico).

before the flood 3

Il docu-film è infatti nato, secondo gli autori, per rispondere principalmente a queste due domande: a che punto sono i cambiamenti climatici? Cosa possiamo fare per contrastare questo fenomeno?

Il film mostra i gravissimi effetti dell’innalzamento delle temperature globali, e DiCaprio cerca di fare chiarezza sul problema incontrando alcune delle persone più influenti del pianeta, come il presidente degli Stati Uniti Barack Obama, Papa Francesco e Elon Musk, CEO di Tesla Motors.

L’impegno ambientalista di Leonardo DiCaprio è ormai conosciuto, ha infatti nel tempo donato milioni di dollari per la tutela dell’ambiente e prodotto Cowspiracy, un documentario sull’impatto degli allevamenti.

before the flood 2

La star hollywoodiana, nel corso del Climate summit 2014 di New York, in qualità di messaggero di pace delle Nazioni Unite, aveva chiesto ai capi di stato di tutto il mondo:

il mondo ci sta guardando, vi chiediamo di proteggerlo,

grazie a Before the flood DiCaprio rinnova la supplica, sottolineando questa necessità:

abbiamo bisogno di leader, non solo negli Stati Uniti, ma in tutto il mondo, che credano nella scienza del cambiamento climatico e che abbiano il coraggio di prendere posizione per il nostro Pianeta.

before the flood 4
Leonardo DiCaprio with Elon Musk

Trailer di Before the flood: link

Director
Fisher Stevens

Production Company
Appian Way, Insurgent Docs, RatPac Documentary Films

Executive Producer
Martin Scorsese, Adam Bardach, Mark Monroe, Zara Duffy

Producer
Leonardo DiCaprio, Fisher Stevens, Brett Ratner, James Packer, Jennifer Davisson, Trevor Davidoski

Screenplay
Mark Monroe

Cinematographer
Antonio Rossi

Editor
Geoff Richman, Ben Sozanski, Brett Banks, Abhay Sofsky

Primary Publicity
Cinetic Marketing

US Sales Agent
Cinetic Media

US Distributor
National Geographic

Luca Miglietta

before the flood 5