Archivi tag: Museo Nazionale del Cinema di Torino

Museo Cinema entro 2016 nuovo direttore

Museo Cinema, entro 2016 nuovo direttore

Museo Cinema entro 2016 nuovo direttore, incarico Barbera è stato prorogato per scegliere il successore

Alberto Barbera Museo Cinema, entro 2016 nuovo direttore

Incarico prorogato a Alberto Barbera a causa dell’elevato numero di candidature


Museo Cinema, entro 2016 nuovo direttore
. Alberto Barbera è stato riconfermato direttore del Museo Nazionale del Cinema di Torino fino al 31 dicembre. Il Comitato di Gestione dell’ente ha deciso di prolungargli di due mesi l’incarico di direttore.

La sua nomina scadeva fra due giorni e il nome del suo successore doveva essere annunciato oggi. L’elevato numero di candidature pervenute per la successione ha infatti impedito di arrivare ad una scelta definitiva, come era stato ipotizzato in un primo momento. Le domande arrivate sotto la Mole sono state ben 88, un numero molto alto rispetto alle previsioni. Lo ha precisato lo stesso Comitato di Gestione, che in una nota si è detto

molto compiaciuto per la qualità e la quantità delle candidature pervenute, segno che il Museo gode di prestigio nel mondo delle istituzioni culturali.

Alberto Barbera aveva assunto l’incarico di direttore del Museo nazionale del Cinema di Torino 2004 e lascia dopo tredici anni. Alla fine del suo incarico si dedicherà a tempo pieno al ruolo di direttore artistico della Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia.

A Torino prima mostra dedicata a Gus Van Sant a partire dal 6 ottobre

A Torino prima mostra dedicata a Gus Van Sant

A Torino prima mostra dedicata a Gus Van Sant, viaggio nel mondo del regista a partire dal 6 ottobre

A Torino prima mostra dedicata a Gus Van SantA Torino prima mostra dedicata a Gus Van Sant. Quello che propone il Museo Nazionale del Cinema di Torino, dal 6 ottobre al 9 gennaio è un viaggio nell’universo di uno dei più interessanti e innovativi registi della scena indipendente contemporanea.

La prima mostra dedicata al lavoro di Gus Van Sant è coprodotta dal Museo Nazionale del Cinema con la Cinémathèque francaise di Parigi e la Cinémathèque de Lausanne. La mostra è reduce del successo della prima parigina ed è curata da Matthieu Orléan. Presenta collaborazioni originali con artisti come William Eggleston, Bruce Weber, M Blash e David Bowie e una retrospettiva dei film del regista.

Tra le opere troviamo dei giovanissimi Keanu Reeves, Nicole Kidman, Matt Damon catturati da polaroid che li fissano in un’eterna giovinezza, dipinti e acquerelli che ritraggono volti sconosciuti e paesaggi onirici, video e colonne sonore in cui la musica è la cassa di risonanza dei percorsi interiori dei suoi personaggi, immagini e sequenze entrate ormai nella storia del cinema.