Archivi tag: Kit Harington

Game of Thrones 8×06

Game of Thrones 8×06

Game of Thrones 8×06, la puntata che ha fatto discutere molti in Italia e nel resto del mondo, con cui si conclude l’amata serie tv della HBO. Questo articolo contiene spoiler, se non avete visto la puntata non andate avanti a leggere, salvatelo e fatelo più avanti

Game of Thrones 8x06 DaenerysGame of Thrones 8×06 si apre con Tyrion Lannister, Jon Snow e Ser Davos Seaworth che camminano tra le macerie di Approdo del Re, provocate da Daenerys col suo drago. Tutto intorno a loro c’è morte e disperazione. Nella scena dopo Tyrion prende una torcia e scende lungo le scale che conducono alle Cripte dove sono morti Jaime e Cersei. Spostando le macerie trova i corpi dei fratelli.

Daenerys sui resti della scalinata reale della Fortezza Rossa, davanti a Dothraki e Immacolati nomina Verme Grigio comandante di tutte le sue armate, Maestro di Guerra della Regina. La Regina dei draghi annuncia al suo esercito nuove battaglie:

la guerra non è ancora finita. Non riporremo le nostre armi, finché non avremo liberato tutti i popoli del mondo. Da Grande Inverno a Dorne. Da Lannisport a Qarth. Dalle Isole dell’Estate al Mare di Giada. Uomini, donne, bambini, hanno sofferto sotto la ruota per troppo tempo. Distruggerete la ruota con me?

Game of Thrones 8x06 jon snow ser davosMentre i soldati acclamano la loro Regina, Tyrion, Jon Snow e Arya assistono spaventati al tiranno che è diventata Daenerys. Poi il Folletto si avvicina alla Regina che lo accusa di averlo liberando suo fratello Jamie. Il Folletto le ricorda di non essere l’unico a essere venuto meno ai propri giuramenti: “io ho liberato mio fratello e tu hai fatto una carneficina e hai distrutto la città”. Tyrion dicendo questo si toglie il sigillo di Primo Cavaliere e lo butta lontano, così Daenerys Targaryen ordina ai suoi uomini di imprigionarlo.

Un finale di Game of Thrones che farà storcere il naso a molti, come tutta l’ultima stagione del resto, tanto che è nata una PETIZIONE ONLINE PER RIGIRARE TUTTA L’OTTAVA STAGIONE

Jon viene raggiunto da Arya, che lo mette in guardia dalla Khaleesi: “so riconoscere un’assassina, quando ne vedo una”. Poi Jon si reca da Tyrion, rinchiuso in attesa di essere giustiziato. Il nano gli domanda se ci sia vita dopo la morte e il giovane risponde di non saperlo. Tyron gli dice che la cosa in fondo le rende felice, perché l’oblio è “quanto di meglio potesse sperare” ed elenca i crimini di cui si è macchiato: l’omicidio di Shae, l’omicidio di suo padre e il tradimento della sua regina. Quando Jon Snow gli dice che secondo lui non l’ha tradita, il nano ribadisce che l’ha fatto e che lo rifarebbe, dopo avere visto quello che Daenerys Targaryen ha fatto: ” io ho scelto la mia sorte. Gli abitanti di Approdo del Re no”.

Game of Thrones 8x06 sansa starkJon risponde di non potere giustificare quello che Daenerys ha fatto, ma che almeno la guerra è finita. Tyrion, convinto che Daenerys non avrebbe mai smesso di combattere, dice al giovane lupo: “in fondo, la nostra regina è fuoco e sangue”. E subito dopo il nano aggiunge:

Ovunque lei arriva, uomini malvagi muoiono. Lei accresce il suo potere e la sua convinzione di essere buona e giusta. Lei crede che il suo destino sia costruire un mondo migliore per tutti. Se avessi questa convinzione, se l’avessi davvero, non uccideresti chiunque si frapponesse tra te e il paradiso?

Tyrion dice a Jon Snow di sapere che la ama e gli rivela che anche lui la ama e che quella è stata la sua debolezza. Il giovane Stark risponde citando il Maestro Aemon dei Guardiani della Notte: “l’amore è la morte del dovere”, ed il nano ribatte: ” A volte, il dovere è la morte dell’amore”. Poi il nano lo esorta a reagire contro la Regina.

il trono di spade 8x06 jon snow Daenerys TargaryenDopo avere parlato con Tyrion, Jon raggiunge Daenerys nella Fortezza Rossa. Lei giustifica i massacri compiuti dai suoi soldati come necessari, anche la morte dei bambini non è un crimine per lei. Jon cerca di convincere Daenerys a cambiare atteggiamento, ma lei replica che le sue azioni sono ispirate dalla compassione e lo invita ad unirsi a lei per costruire un mondo migliore: “un mondo buono, perché io so cosa è buono”.

Jon dopo aver tentato di farle cambiare idea la bacia e poi la pugnala al cuore. Arriva Drogon e Jon pensa che stia per ucciderlo, ma fuoco del drago non è rivolto a lui, bensì al’Iron Throne . Il drago scioglie il Trono di Spade, forgiato con le spade della migliaia di nemici sconfitti da Aegon I Targaryen, poi solleva il corpo di Daenerys e si allontana in volo.

Game of Thrones 8x06 jon snow sansa stark streamingNella scena dopo un consiglio di pace formato dalle principali casate del Continente Occidentale e da Verme Grigio, in rappresentanza delle forze del Continente Orientale, si riunisce nella Fossa del Drago nella Capitale. Si parla della sorte di Tyrion e di Jon Snow ed inoltre di quella dei Sette Regni. Tyrion Lannister interviene al consiglio e dice:

Cosa unisce le persone? Armate? Oro? Vessilli? No, storie. Non c’è niente di più potente di una buona storia. Niente può fermarla. Nessun nemico può sconfiggerla. E chi ha una storia migliore di Bran the Broken? Il bambino che è caduto da una torre ed è sopravvissuto. Sapeva che non avrebbe più camminato, perciò ha imparato a volare. Si è spinto oltre la Barriera, un bambino storpio. Ed è diventato il Corvo a Tre Occhi. È la nostra memoria, il custode di tutte le nostre storie. Di guerre, matrimoni, nascite, massacri, carestie. Dei nostri trionfi. Delle nostre sconfitte. Del nostro passato. Chi meglio di lui per guidarci verso il futuro?. D’ora in poi, non ci saranno re per nascita. Saranno eletti dai signori e dalle signore di Westeros, in questo posto, per servire il Reame.

Il trono di spade 8x06 jon snow streamingBran Stark accetta e tutti i presenti lo acclamano re. Tutti, tranne Sansa Stark, che prima di accettare, chiede l’indipendenza del Nord e suo fratello gliela concede. Come primo atto Bran nomina Tyrion suo Primo Cavaliere. Dopo l’elezione di Bran Stark e la sua nomina a Primo Cavaliere, Tyrion va da Jon Snow e gli comunica che il nuovo re ha deciso di mandarlo tra i Guardiani della Notte per accontentare tutti. I due poi si salutano e Jon Snow va a dire addio a Sansa, Arya e Bran. Arya gli dice che non potrà andare a trovarlo, perché non tornerà a Nord, ma viaggerà per scoprire cosa c’è a ovest di Westeros.

Il nuovo Concilio Ristretto è presieduto da Bran e Tyrion ed ha come membri anche Bronn, Ser Davos e Samwell Tarly. Jon Snow arriva al Castello Nero e scopre che ad attenderlo all’interno ci sono Tormund, il Popolo Libero e Ghost. mentre Sansa viene incoronata Regina del Nord, Jon Snow si mette in marcia verso le terre del Profondo Nord insieme alla gente alla quale è sempre davvero legato ed appartenuto. Così si conclude la popolare serie HBO.

Luca Miglietta

Arya Stark

Arya Stark

Arya Stark, un personaggio fondamentale soprattutto nell’ottava stagione di Game of Thrones della Hbo

Game of Thrones Arya Stark, Sansa Stark, Bran StarkArya Stark, interpretata da Maisie Williams, fin dal primo episodio nutre disprezzo verso gli usi e costumi di palazzo, predilige arco, frecce, spade e pugnali ai modi di fare di una Lady. Sarà il fratellastro Jon Snow a regalarle la sua prima spada, a cui lei da il nome Ago. Ha una meta-lupa di nome Nymeria.

Nel tragitto da Grande Inverno ad Approdo del Re, Joffrey Baratheon, erede al trono e promesso sposo di Sansa Stark, minaccia Arya e la ragazza viene prontamente difesa da Nymeria, che aggredisce Joffrey. Arya Stark fa fuggire la sua meta-lupa per evitare che venga uccisa, però non può fare nulla per salvare la vita di un amico che si trovava con lei al momento dell’incidente e il giovane ragazzo viene ucciso dal Mastino. Arya così comincia a provare odio nei confronti di Cersei Lannister, Joffrey Baratheon e del Mastino, Sandor Clegane e da quel momento cercherà in ogni modo di vendicarsi.

Giunti ad Approdo del Re, il padre Ned Stark (‎Sean Bean) le permette di prendere lezioni di spada con l’insegnante Syrio Forel. Dopo la morte improvvisa di Re Robert Baratheon, Ned Stark verrà accusato di alto tradimento dal nuovo sovrano, Joffrey Baratheon (Jack Gleeson), e viene imprigionato. Durante la cerimonia di condanna a morte del Lord di Grande Inverno il Guardiano della Notte Yoren trova Arya Stark tra la folla e le risparmia la decapitazione del padre. Per salvarle la vita, Yoren nasconde la vera identità di Arya Stark tagliandole i capelli, facendola passare per un ragazzo ed unendola ad un gruppo di giovani orfani e criminali destinati alla Barriera. Alcune guardie dei Lannister che incontrano nel tragitto però uccidono Yoren e catturano i ragazzi per portarli alla fortezza di Harrenhal, dove si trova Tywin Lannister, impegnato in un duro scontro con Robb Stark. Arya riesce a mantenere segreta la sua identità, e grazie a Jaqen H’ghar, un misterioso uomo a cui la ragazza aveva salvato la vita, riconquista la libertà e fugge.

Game of Thrones 8 Arya Stark, Sansa StarkLa sua fuga viene interrotta quando incontra il Mastino, che vuole riportarla alla sua famiglia sotto lauto compenso. Arya riesce a fuggire dalle grinfie del Mastino quando Brienne of Tarth lo sconfigge in duello. Arya Stark così decide di partire alla volta di Braavos, dove entra nella Casa del Bianco e del Nero. Qui sotto la guida proprio di Jaqen H’ghar, che le impone un durissimo addestramento, imparerà a essere “nessuno” ed una abilissima e spietata assassina. Arya Stark finito l’addestramento capisce che è giunta l’ora di tornare a casa e portare a termine la sua vendetta, spuntando gli ultimi nomi della sua lista.

Muove vendetta è contro Walder Frey (David Bradley), colpevole dell’omicidio della madre Catelyn Stark e del fratello Robb durante le Nozze Rosse. Arya Stark servirà al vecchio Lord Frey un pasticcio di carne preparato con i corpi dei suoi figli, Walder il Nero e Lothar Frey. Dopo avergli detto quali erano gli ingredienti di quello che aveva appena mangiato, gli taglia la gola rivelandogli la sua vera identità.

Dopo la morte di Walder Frey, si traveste da quest’ultimo per completare il suo piano: organizzare un banchetto alle Torri Gemelle con tutti i membri della casata e uccidere i figli maschi di Casa Frey con un potente veleno.

Arya Stark viene a sapere che Sansa Stark e Jon Snow hanno ripreso Grande Inverno e la ragazza decide quindi di tornare a casa.
Bran Stark dona ad Arya la daga in acciaio di Valyria ricevuta da Petyr Baelish.

Game of Thrones 8 Arya Stark gendryNell’ottava stagione di Game of Thrones la giovane Stark è un personaggio cruciale ai fini della vicenda

Arya Stark ha un ruolo fondamentale nell’ottava stagione perchè nella puntata Game of Thrones 8X03, è lei ad uccidere Il re della notte ed a sconfiggere gli Estranei durante la battaglia di Grande inverno. Arya conficca il pugnale in acciaio di Valyria nel corpo del Night King nello stesso punto in cui i Figli della foresta avevano messo l’ossidiana per generarlo.

Nella puntata Game of Thrones 8×04 Gendry trova Arya Stark intenta a scoccare frecce e le racconta con entusiasmo della sua nomina a Lord di Capo Tempesta e le chiede di diventare la sua Lady. Arya lo bacia e poi gli risponde che lei non è non sarà mai una Lady e gli augura buona fortuna. Alla fine della punta Arya Stark parte con il Mastino alla volta di Approdo del re.

Luca Miglietta

Kit Harington parla di Game of Thrones 8X03

Kit Harington parla di Game of Thrones 8X03

Kit Harington parla di Game of Thrones 8X03, la puntata che parla della Battaglia di Grande inverno contro gli Estranei

Kit Harington parla di Game of Thrones 8X03Kit Harington parla di Game of Thrones 8X03, una puntata importantissima di Game of Thrones che ha molto fatto discutere i fan. L’attore che interpreta Jon Snow, ha dichiarato di essere rimasto molto sorpreso di non aver ucciso il Re della Notte. Ha infatti affermato:

Pensavo che sarei stato io! Però mi piace questa scelta. Dà all’addestramento di Arya uno scopo ed è molto meglio il modo in cui lo uccide lei. Forse qualcuno tra il pubblico potrebbe rimanere deluso dal fatto che Jon abbia dato la caccia al Re degli Estranei ma non si siano scontrati direttamente. Una battaglia epica che non accadrà mai. Però è la cosa giusta per i personaggi ed è interessante, dato che a uccidere il nemico non è la persona che ci si aspettava.

Kit Harington parla di Game of Thrones 8X03 a sorpresaE’ stata molto sorpresa nel leggere la sceneggiatura anche Maisie Williams, l’attrice che interpreta il personaggio di Arya Stark. Ha infatti raccontato a Entertainment Weekly:

Ho subito pensato che nessuno avrebbe apprezzato. Che Arya non lo meritasse. In ogni serie, quando costruisci un villain, la cosa più difficile da fare è renderlo impossibile da sconfiggere e alla fine ucciderlo. Deve essere fatto in modo intelligente, altrimenti le persone potrebbero pensare ‘beh, non doveva essere così forte se una ragazza mingherlina entra in scena e lo pugnala’. Bisogna rendere il momento memorabile. Poi ho chiesto al mio ragazzo cosa ne pensasse e lui ha reagito tipo ‘Mmm, non avrebbe dovuto essere Jon a farlo?’.

Ecco le parole originali di Maisie Williams alla famosa rivista americana

I immediately thought that everybody would hate it; that Arya doesn’t deserve it. The hardest thing is in any series is when you build up a villain that’s so impossible to defeat and then you defeat them. It has to be intelligently done because otherwise people are like, ‘Well, [the villain] couldn’t have been that bad when some 100-pound girl comes in and stabs him.’ You gotta make it cool. And then I told my boyfriend and he was like, ‘Mmm, should be Jon though really, shouldn’t it?’

L.M.

Melisandre

Melisandre

Melisandre, un personaggio importante in molti episodi della serie e vero e proprio deus ex machina della punta Game of Thrones 8X03

Game of Thrones melisandre Carice van HoutenMelisandre è un personaggio non sempre ricorrente ma importantissimo quando appare in Game of Thrones. Lei è interpretata da Carice van Houten nella serie televisiva della HBO. Melisandre è una sacerdotessa del Signore della luce, che si unisce a Stannis Baratheon (Stephen Dillane), in cui vede la reincarnazione del leggendario Azor Ahai.

Melisandre crede ciecamente nella potenza del suo dio e si fa beffe di chi segue le altre religioni, veste sempre di rosso ed ha delle visioni che riesce a vedere tra le fiamme.

Nella sesta serie di Game of Thrones resuscita Jon Snow, pugnalato a morte da dei compagni traditori dei Guardiani della notte. La donna pulisce le ferite del ragazzo e gli taglia alcune ciocche dei capelli e della barba per bruciarle tra le fiamme ed infine la sacerdotessa pone le sue mani sul corpo senza vita di Jon, cantando un’antica canzone di Valyria. Salva la vita a Jon Snow (Kit Harington), ma questo è solo una delle azioni chiave che la sacerdotessa del Signore della luce compie nella serie tratta dai libri di George R. R. Martin.

Game of Thrones melisandre Carice van Houten 2Nell’ottava ed ultima stagione di Game of Thrones, ha un ruolo ancora più importante, infatti Melisandre prima della decisiva battaglia di Grande inverno nella terza puntata, giunge a Winterfell.
Ser Davos Seaworth, che la conosce bene ed in passato l’ha osteggiata è meravigliato ed un po’ inquieto quando la Strega Rossa arriva a Grande inverno. Melisandre per tranquillizzarlo gli dice che prima dell’alba sarà morta. La comparsa di Melisandre prima dello scontro decisivo contro gli Estranei però non ci deve sorprendere perchè prima di andarsene da Roccia del drago e tornare a Volantis, nella settima stagione aveva promesso il suo ritorno a Varys:

tornerò, caro Ragno, un’ultima volta. Devo morire in questa strana terra, proprio come te.

Game of Thrones melisandre Carice van Houten jon snow daenerysIl ruolo chiave assunto dalla sacerdotessa del Signore della luce nella puntata Game of Thrones 8X03, intitolata The Long Night

Il ruolo della sacerdotessa non finisce qui: nella terza puntata dell’ottava stagione di Game of Thrones, fa scaturire il fuoco delle spade dei Dothraki e, quando i soldati non riescono a dare fuoco alle trincee, ci pensa lei con la sua magia. Dentro una sala del castello di Grande Inverno Melisandre incontra Arya Stark (Maisie Williams), mentre sono alle prese con la battaglia contro gli Estranei. Melisandre le rammenta il loro precedente incontro (terza stagione), quando la sacerdotessa dai capelli rossi aveva sussurrato alla ragazza:

vedo un’oscurità in te. E in quell’oscurità, gli occhi mi fissavano. Occhi marroni, occhi azzurri, occhi verdi. Occhi chiusi per sempre. Ci rincontreremo.

Melisandre quindi dice nuovamente una parte di questa frase ad Arya: “occhi marroni, occhi verdi e occhi azzurri”. Arya Stark capisce in quell’istante che è destinata a uccidere il Re della Notte, che ha gli occhi azzurri. Esce fuori dal castello e va a trafiggere il Night King salvando tutti quanti.

Nella parte finale della puntata Game of Thrones 8X03, dopo aver compiuto il suo destino ed aver salvato tutte le popolazioni dei Sette regni dalla terribile minaccia degli Estranei, Melisandre si toglie la collana magica, esce dalle mura del castello, si accascia a terra e muore.

Luca Miglietta

 

Game of Thrones 8X03

Game of Thrones 8X03

Game of Thrones 8X03, cosa è successo, riassunto della puntata ed anticipazione delle prossime

Game of Thrones 8X03 curiosità, spoiler, anticipazioni, chi è mortoGame of Thrones 8X03 era forse la puntata più attesa dell’ultima stagione, la più lunga di tutta la serie TV, interamente incentrata sulla battaglia tra gli alleati dei due Targaryen. La Battaglia di Grande Inverno soni 82 minuti di tensione, paura e scene molto cupe. Se non avete ancora visto l’episodio non proseguite nella lettera, è un articolo pieno di spoiler su questa puntata.
I primi dieci minuti di Game of Thrones 8×03 descrivono i momenti di attesa precedenti all’arrivo dell’armata dei non morti.

Il nemico è vicino, sta arrivando, ma prima della battaglia giunge a Winterfell Melisandre, la sacerdotessa del Signore della luce. Ser Davos Seaworth è meravigliato ed addirittura un po’ spaventato alla vista della Strega Rossa, ma lei per tranquillizzarlo gli dice che prima dell’alba sarà morta. La comparsa di Melisandre in Game of Thrones 8×03 non è così strana perchè prima di andarsene da Roccia del drago e tornare a Volantis, nella settima stagione aveva promesso il suo ritorno a Varys: “Tornerò, caro Ragno, un’ultima volta. Devo morire in questa strana terra, proprio come te”.
La battaglia ha inizio Daenerys Targaryen e Jon Snow cavalcano i loro draghi e fanno arrosto tutti i non morti che gli capitano a tiro. Mouiono tanti Dotharaki ed Immacolati, muore Edd, dopo avere salvato la vita all’amico Samwell Tarly e tutti i sopravvissuti si ritirano dentro Grande Inverno.

Game of Thrones 8X03 curiosità, spoiler, anticipazioni, chi è morto 2I soldati non riescono a dare fuoco alle trincee, ma ci pensa Melisandre con la sua magia. Inizia l’assedio del castello. Melisandre nel castello ricorda ad Arya Stark (Maisie Williams) ciò che le aveva profetizzato nella terza stagione: “Vedo dell’oscurità in te. E nell’oscurità vedo degli occhi che mi fissano. Occhi marroni, occhi blu, occhi verdi. Occhi che tu farai chiudere per sempre. Ci incontreremo ancora”, e subito capiamo che gli occhi blu a cui si riferiva sono quelli degli Estranei.

Lyanna Mormont si sacrifica per uccidere un gigante non-morto. Il Night king viene disarcionato da Viserion, così come Jon Snow (Kit Harington) da Rheagal e Daenerys (Emilia Clarke) rimane l’unica a cavalcare un drago. La regina dei draghi vede il Re della Notte vulnerabile a terra urla “Dracarys” ed il drago sputa fuoco contro di lui. Il Night king però resiste al fuoco e sopravvive, a quanto pare le fiamme non possono ucciderlo.

Daenerys viene attaccata dai non morti e disarcionata da Drogon, è nei guai, ma a salvarla corre in suo aiuto il fidato Jorah Mormont (Iain Glen), pronto come sempre a rischiare la vita per la sua amata regina. Jaime Lannister, Brienne, Tormund, Jon Snow, Samwell Tarly, Podrick e Il Mastino combattono nel castello, Tyrion, Sansa Stark e Varys se la vedono brutta nelle cripte.

Game of Thrones 8X03 curiosità, spoiler, anticipazioni, chi è morto jonIl Re della Notte raggiunge Bran e Theon. Theon dopo essere stato ringraziato da Bran per aver fatto di tutto per proteggerlo si lancia contro il Night King e muore. Bram guarda impassibile il re della notte, pare impossibile che qualcuno possa giungere a salvarlo, son tutti occupati nella battaglia. Nel momento più buio giunge Arya Stark che si lancia sul Re della Notte, che la prende per il collo. Sembra che stia per ucciderla, ma la ragazza trafigge il Night King con la daga di Valyria. Il Night king esplode in tanti pezzi di ghiaccio, così come tutto il suo esercito. Jorah, dopo aver salvato la sua Regina, alla fine della battaglia si accascia e muore. Daenerys è disperata

Melisandre dopo aver contribuito in maniera fondamentale alla sopravvivenza di tutti si toglie la collana lascia il castello e muore riducendosi in cenere.

Ora una serie di curiosità, chi è sopravvissuto alla battaglia di Grande inverno e momenti salienti che forse vi sono sfuggiti nella puntata Il trono di spade 8X03

ll bilancio della battaglia di Grande inverno tra i personaggi principali è meno pesante di quello che ci saremmo aspettati. A cadere in Game of Thrones 8X03 sono Melisandre, ser Jorah Mormont, Lyanna, Theon Greyjoy, Edd Tollett e Beric Dondarrion (Richard Dormer), compiuto lo scopo per cui il signore della luce lo aveva resuscitato più volte: salvare la vita Arya. Si son salvati Jon Snow, Arya Stark, Sansa Stark, Bran Stark, Daenerys, Tormund, Jaime, Brienne di Tarth, Gendry, Pod, Tyrion, Sandor Clegane, Ser Davos, Missandei, Sam, Gilly e Varys.

Game of Thrones 8X03 curiosità, spoiler, anticipazioni, chi è morto i viviArya conficca il pugnale in acciaio di Valyria nel corpo del Re della notte nello stesso punto in cui i Figli della foresta avevano messo l’ossidiana per generarlo, come avevamo visto nella visione di Bran durante la sesta stagione. L’arma inoltre dovrebbe essere il pugnale che Ditocorto diceva di aver perso in una scommessa in favore di Tyrion, lo stesso che nella prima stagione era stato usato dal sicario che aveva tentato di uccidere Bran. Proprio nella settima stagione Ditocorto (Aidan Gillen) lo cede a Bran, che a sua volta lo da alla sorella Arya.

Il regista dell’episodio Game of Thrones 8X03, Miguel Shapochnik, ha detto più volte di essersi ispirato alla battaglia del Fosso di Helm de Il Signore degli anelli: Le due torri, ma di non voler ripetere la scelta di illuminare tutto tramite fonti di luci innaturali. Alcune scene per questo motivo sembrano particolarmente buie e difficili da interpretare perchè i personaggi e gli ambienti sono immersi nella più completa oscurità. Del resto l’episodio s’intitola La lunga notte.

Luca Miglietta

Jon Snow

Jon Snow

Jon Snow, uno dei personaggi più importanti della popolarissima serie tv Game of Thrones, la sua vita e tutte le sue gesta

Jon Snow knightJon Snow è uno dei personaggi di Game of Thrones più interessanti ed avventurosi, forse è il motore principale de Il trono di spade. Subisce una notevole evoluzione: dopo tante battaglie, tanto sangue e tanti pericoli nei luoghi più disparati, da umile figlio bastardo di Eddard “Ned” Stark scopre le sue importanti e regali origini. Jon infatti nell’ottava stagione conosce chi erano i suoi veri genitori. Jon Snow è un personaggio creato dallo scrittore statunitense George R. R. Martin e interpretato da Kit Harington. Prenderò in esame solamente il personaggio della serie tv non quello del Game of Thrones letterario.

All’inizio della serie è un giovane mite ed abile con la spada, che essendo un figlio bastardo e senza origini importanti decide di unirsi ai Guardiani della Notte, un ordine militare speciale creato per proteggere la Barriera, un gigantesco muro che separa i Sette Regni dagli attacchi dei Bruti che vivono più a nord.

Jon Snow sansa starkDopo essere entrato nei Guardiani della Notte, scopre che la maggior parte di loro sono solo assassini, stupratori e uomini senza onore mandati lì a scontare la loro pena, salvo poche eccezioni. Nel giro di poco tempo, dopo una spedizione a nord della Barriera romperà il giuramento esitando ad uccidere una ragazza bruta di Ygritte disobbedendo agli ordini dei suoi superiori. Presto si innamorerà della ragazza, infrangendo il voto di castità che aveva fatto in quanto Guardiani della Notte.

Si unirà a Mance Rayder, il Re oltre la Barriera contro la grande minaccia che si  nasconde tra i ghiacci e che può annientare tutti i popoli che incontra: gli Estranei, che non si vedevano da millenni. Dopo aver aiutato Ygritte e un gruppo di uomini a oltrepassare la barriera Jon Snow tornerà sui suoi passi e deciderà di tornare al Castello Nero, dove si terrà una battaglia terribile tra Bruti e Corvi. Nella battaglia Jon Snow dovrà dire per sempre addio all’amata Ygritte, colpita a morte da una freccia.

Jon Snow viene eletto nuovo Lord Comandante e decide di allearsi con i Bruti nell’ormai imminente lotta contro gli Estranei, cosa che lo rende impopolare tra i Guardiani della Notte. Alcuni confratelli lo tradiranno e lo uccideranno, ma Jon torna in realtà in vita grazie alla magia di Melisandre (Carice van Houten) sacerdotessa del Signore della Luce. Si riunisce a Sansa Stark (Sophie Turner), arrivata alla barriera insieme a Podrick Payne e a Brienne of Tarth e viene a sapere delle atrocità compiute da Ramsay Bolton a Grande Inverno.

Decide di liberare Grande inverno dall’occupazione dei Bolton riunendo le poche casate del Nord rimaste fedeli agli Stark, ma alla fine a combattere al suo fianco ci saranno soltanto i Bruti e gli uomini della combattiva Lyanna Mormont. Quando la Battaglia dei Bastardi rischia di trasformarsi in una sonora sconfitta arriva in suo aiuto la sorellastra Sansa Stark (che poi si scoprirà cugina) con i cavalieri della Valle di Arryn e Ramsay viene sconfitto. Tornato a Grande Inverno viene proclamato all’unanimità Re del Nord. Jon Snow ha l’unico obiettivo di fermare i pericolosissimi Estranei ed il loro Night King, così lascia Grande Inverno parte per incontrare Daenerys Targaryen (‎Emilia Clarke) con cui vuole stringere un’alleanza. Lui e la Regina dei draghi si incontrano per la prima volta a Roccia del Drago.

Jon Snow Daenerys Targaryen battle night kingJon Snow torna nel nord e durante una spedizione oltre la Barriera gli Estranei circondano il suo esercito e solo l’intervento di Daenerys riesce a salvare il gruppo. Jon così la riconosce come sua regina e nel finale della settima stagione di Game of Thrones tra i due su di una nave scoppia la passione. Nel frattempo Bran Stark (Isaac Hempstead-Wright) e Samwell Tarly (John Bradley) hanno scoperto la vera identità di Jon: è figlio di Rhaegar Targaryen (fratello maggiore di Daenerys ed erede al trono) e Lyanna Stark (sorella minore di Ned), e il suo vero nome è “Aegon Targaryen“. Questo lo rende di fatto l’unico Targaryen maschio in linea di successione, non è più il bastardo Stark, ma ha il diritto di reclamare, se lo volesse, come sua la corona dei Sette Regni.

Jon uno dei pochi personaggi di Game of Thrones quasi totalmente estraneo agli intrighi di palazzo e ai giochi di potere

Jon Snow nella seconda puntata dell’ottava stagione di Game of Thrones, dopo aver scoperto chi sono i suoi veri genitori dall’amico Samwell Tarly, rivela a Daenerys Targaryen, le sue vere origini. Dopo l’incredibile rivelazione i due vengono interrotti dall’imminente battaglia con i non morti.

Nella puntata Game of Thrones 8×04, dopo la battaglia vinta contro gli Estranei, Jon Snow rivela le sue vere origini a SansaArya al Parco degli Dei, facendosi promettere di non rivelarle a nessuno. Sansa però viene meno alla promessa quando Tyrion prima di lasciare Grande Inverno va a salutarla e le chiede di dare una possibilità alla Regina dei draghi. Nel momento in cui Tyrion sta per allontanarsi infatti Sansa lo richiama e rivela al Folletto le vere origini di Jon. Si capisce dalla frase “E se ci fosse qualcun altro? (erede al trono) Qualcuno migliore?”, che sta per dirglielo.

Jon Snow aegon targaryen fireSeguiranno aggiornamenti.

Luca Miglietta

 

 

Sansa Stark

Sansa Stark

Sansa Stark, evoluzione del personaggio

Sansa Stark, evoluzione del personaggioSansa Stark, il personaggio interpretato dalla bellissima ‎Sophie Turner ha avuto una costante evoluzione positiva nel corso delle stagioni di Game of Thrones. Nella prima stagione è una ragazzina superficiale e viziata, che pensa solamente a diventare una regina infischiandosene di cosa debba fare per raggiungere la meta.

Nell’ottava ed ultima stagione de Il trono di spade è diventata una donna saggia in grado di prendere decisioni difficili e usare la diplomazia quando serve. Una intelligente Lady di palazzo, che è pronta a tutto per difendere il luogo dove è nata e cresciuta. «Tanti ti hanno sottovalutata in passato, molti di loro sono morti» è quello che le dice Tyrion Lannister (Peter Dinklage) infatti nella prima puntata dell’ottava stagione, quando si rincontrano a Winterfell dopo tanto tempo. Battuta a cui lei rispende prontamente: «e pensare che una volta ti credevo l’uomo più intelligente della terra».

Sansa Stark, evoluzione di un personaggio complesso Sansa Stark è dovuta crescere a causa anche di una esistenza segnata da terribili tragedie, come: la perdita dei genitori (quella del padre per mano del promesso marito addirittura) e del fratello, tre matrimoni, tutti forzati e con una vita di coppia drammatica. Sopravvissuta a Joffrey Baratheon e a Ramsey Bolton non è da tutti.

Sansa Stark dimostra spesso di essere una donna saggia in grado di prendere decisioni difficili

Se La Battaglia dei Bastardi, che vede ad affrontarsi gli eserciti di Jon Snow (Kit Harington) e Ramsay Bolton (Iwan Rheon) per il controllo di Grande Inverno, è vinta non è merito di Jon e del suo eroismo, ma dei rinforzi che porta Sansa. Grazie alla donna arrivano in soccorso di quello che ai tempi era il fratellastro Petyr Baelish (Aidan Gillen) e i Cavalieri della Valle.

Sansa Stark, evoluzione di un personaggio complesso la sua vitaSe molte famiglie, quando Jon vuole radunare un grosso esercito, restano fedeli agli Stark è merito di Sansa. E’ merito suo se tutti si fideranno di Jon Snow e lo eleggeranno Re del Nord. Prima della imminente battaglia contro gli estranei ed il Re della notte è l’unica che pensa a come sfamare le ingenti truppe, draghi compresi, giunte a Winterfell. Sembra incredibile, ma nessuno ci aveva pensato.

Sansa Stark nel secondo episodio dell’ottava stagione si mostra molto fredda e diffidente nei confronti della Madre dei Draghi quando quest’ultima decide di parlare con lei, seguendo il consiglio del fidato Jorah Mormont (Iain Glen). Khaleesi le chiede il perché di questa diffidenza e che pensa che si per via di Jon. Sansa non le nasconde di pensare che lei lo stia manipolando, Daenerys Targaryen (Emilia Clarke) replica che ha accantonato il proposito di una vita per essere al fianco di Jon in una guerra che non è la sua e che non sa chi dei due abbia manipolato l’altro. Sansa sempre molto concreta chiede alla Madre dei draghi cosa accadrà al Nord e a Grande Inverno dopo la guerra, lei infatti intende reclamare l’indipendenza della sua terra, ma Daenerys dimostra di non poterlo accettare. Anche qui Sansa dimostra molto sangue freddo, molta concretezza ed astuzia. Sansa Stark, evoluzione di un personaggio straordinarioNella puntata Game of Thrones 8×04, Sandor Clegane e Sansa parlano al banchetto di festeggiamento dopo la battaglia vinta contro gli Estranei. Il Mastino le dice che è cambiata molto e che se lei lo avesse seguito lontano dalla capitale, non avrebbe subito quello che ha subito. Sansa Stark però prontamente risponde: “Se non ci fossero stati Ditocorto, Ramsay e tutto il resto, sarei stata un uccellino per sempre”. Tutte le sue sofferenze l’hanno resa la donna che è ora e quindi non le rinnega.

Nella stessa puntata Jon Snow rivela le sue vere origini a SansaArya al Parco degli Dei, facendosi promettere di non rivelarle a nessuno. Sansa però viene meno alla promessa quando Tyrion prima di lasciare Grande Inverno va a salutarla e le chiede di dare una possibilità alla Regina dei draghi. Nel momento in cui Tyrion sta per allontanarsi infatti Sansa lo richiama e rivela al Folletto le vere origini di Jon. Si capisce dalla frase “E se ci fosse qualcun altro? (erede al trono) Qualcuno migliore?”, che sta per dirglielo.

Vedremo cosa succederà nelle prossime puntate sicuramente la vediamo come una promettente candidata al trono di spade, forse più Daenerys Targaryen, che sta cominciando a dare qualche segno di pazzia come il padre, il re folle.

Sansa Stark, evoluzione di un personaggio interessanteIntanto in rete i fan continuano a scrivere come secondo loro si concluderà la serie, staremo a vedere, questo articolo si aggiornerà col passare degli episodi, ne mancano ancora 2.

Luca Miglietta

Kit Harington rischiò di morire da bambino

Kit Harington rischiò di morire da bambino

Kit Harington rischiò di morire da bambino, ha raccontato a Metro.co.uk: “Per pochi secondi non sono morto”

Kit Harington rischiò di morire da bambinoKit Harington rischiò di morire da bambino. Tutti stanno aspettando l’ottava e ultima stagione di Game of Thrones attendendo con ansia di scoprire come si comporteranno Jon Snow e Daenerys Targaryen. Chi conquisterà Il trono di Spade? Gli estranei chi li fermerà? Una lotta finale che si preannuncia ricca di colpi di scena.

In attesa di scoprire la data della premiere dell’ottava e ultima stagione di Game of Thrones, di cui abbiamo fatto solo delle ipotesi in precedenti articoli, Kit Harington ha raccontato qualche aneddoto del suo passato a Metro.co.uk:

Una volta sono quasi annegato in una piscina quando avevo quattro anni. Ero a pochi secondi dalla morte, a quanto pare.

Ma si tratta dell’unico incontro ravvicinato con la morte per l’attore protagonista dello show della HBO, perchè aveva raccontate al The Sun che durante le riprese di Spooks finì contro un muro:

Non dovevo attraversare quel muro, è stato un errore, ha funzionato brillantemente per il film ma ha fatto un male dell’inferno. Se rallenti la sequenza mi vedi perdere conoscenza per un secondo.

Kit Harington rischiò di morire da bambinoKit Harington rischiò di morire da bambino, così racconta alla stampa, ma non si lascia sfuggire nulla sul finale di Game of Thrones

Tutti però si aspettavano qualche rivelazione sulla prossima stagione di Game of Thrones, ma l’attore non ha detto nulla così come ha fatto la maggior parte del cast. Peter Dinklage, l’interprete del nano Tyrion Lannister, divenuto Primo Cavaliere di Daenerys Targaryen ha dichiarato ad esempio:

Nel mondo televisivo non ci sono scrittori migliori di Dan Weiss e David Benioff. Hanno concluso la serie splendidamente, meglio di come avrei mai potuto immaginare. La storia del mio personaggio si conclude magnificamente, che sia tragica o meno.

Sophie Turner l’interprete dell’affascinate Sansa Stark ha raccontato che molti fan dello show saranno soddisfatti, ma anche che molti ne rimarranno delusi.

Nikolaj Coster-Waldau, l’interprete di Jaime Lannister ha elogiando il finale ed espresso la sua gratitudine per l’opportunità che gli è stata data di interpretare il personaggio:

Ho scritto agli sceneggiatori quando ho finito di leggere e ho detto ‘non penso che avreste potuto fare un lavoro migliore per finire questa storia’. Per me è stato molto soddisfacente ma anche molto sorprendente.

Harington è particolarmente grato a Game of Thrones non solo perchè gli ha permesso di diventare famoso, ma anche perchè gli ha fatto trovare l’amore conoscendo sul set Rose Leslie (Ygritte), l’attrice che ha sposato pochi mesi fa.

L.M.

Kit Harington rischiò di morire da bambino

Emilia Clarke dice addio a Game of Thrones

Emilia Clarke dice addio a Game of Thrones

Emilia Clarke dice addio a Game of Thrones, commovente il commiato sui social

Emilia Clarke dice addio a Game of ThronesSono salita a bordo di una barca per salutare l’isola che, per quasi 10 anni, è stata la mia casa quando ero lontana dalla mia…

Emilia Clarke dice addio a Game of Thrones e al suo personaggio Daenerys Targaryen con un commuovente post su Instagram. L’attrice saluta anche l’Irlanda, che l’ha ospitata per tutte le puntate di Game of Thrones, dopo la fine delle riprese dell’ottava e ultima stagione delle serie. Nella foto che accompagna le sue parole sul suo profilo Instagram è ritratta in un prato fiorito.

L’attesa messa in onda di Game of Thrones è prevista per la primavera 2019. “E’ stato un viaggio, grazie per la vita che mai ho sognato di poter vivere e per la famiglia che non smetterà mai di mancarmi”, conclude la Clarke. Molti i commenti dispiaciuti dei fan e i complimenti dei suoi colleghi: “Sono fiero di te, ti voglio bene”, risponde Jason Momoa, che interpretava Khal Drogo nella prima stagione della serie tv. “Che dolci parole. Ti voglio bene”, ribatte Lena Headey, che interpreta l’ambiziosa Cersei Lannister nella saga. Sophie Turner ha invece celebrato la fine delle riprese con un tatuaggio.

Emilia Clarke dice addio a Game of ThronesEmilia Clarke dice addio a Game of Thrones, Kit Harington vuole liberarsi di Jon Snow

Una voce fuori dal coro è quella di Kit Harington che sembra invece essere felice per la fine della serie: intervistato da Entertainment Weekly, ha parlato della sua vita post Game of Thrones e in particolare di come pensa di liberarsi del personaggio che l’ha reso celebre: “Vorrei allontanarmi per un po’ e godermi l’anonimato, tagliare i capelli molto corti e rendermi il più diverso possibile da Jon Snow. Per quanto riguarda la barba sarà più difficile tagliarla, perché mi piace molto, ma dovrò farlo: per me ormai è una cosa simbolica. Non potrò affrontare il mio prossimo ruolo con l’aspetto di Jon Snow: sarà fantastico ma per farlo devo sbarazzarmi di lui”.

L’ottava e ultima stagione non sarà un vero e proprio addio. HBO ha ordinato ufficialmente la produzione di uno spin-off, un prequel ambientato migliaia di anni prima che racconterà “la discesa del mondo dall’età dell’oro degli eroi nella sua ora più buia”, ha detto l’emittente statunitense in una nota.

L.M.

Emilia Clarke dice addio a Game of Thrones

Emilia Clarke ed i fan

Emilia Clarke ed i fan

Emilia Clarke ed i fan di Game of Thrones: il matrimonio da cui è fuggita in Croazia

Emilia Clarke ed i fan di Game of ThronesEmilia Clarke ed i fan, a volte per gli attori sono un vero e proprio incubo ma l’attrice prende la cosa con leggerezza

Emilia Clarke ed i fan di Game of Thrones. Emilia Clarke, attrice che nel fortunato show televisivo Game of Thrones (in italiano Il trono di spade) interpreta il ruolo di Daenerys Targaryen ha più volte raccontato del suo rapporto con i fan. L’attrice ha spiegato divertita che può tranquillamente trascorrere del tempo insieme ai suoi colleghi, come Kit Harington (Jon Snow) o Gwendoline Christie (Brienne di Tarth), senza che le persone si rendano conto che sono star dello show. Forse i fan sono disorientati dal fatto che il loro look nella vita di tutti i giorni e diverso da quello che hanno nella serie quando indossano gli abiti di scena.

Emilia Clarke ed i fan di Game of ThronesI fan quando la riconoscono poi le chiedono di scattare una foto ricordo o un selfie con lei e le ragazze curiose poi chiedono ad Emilia Clarke se stia davvero insieme a Kit Harington.
Emilia Clarke ed i fan di Game of Thrones
Parlando della sua esperienza con i fan Emilia Clarke ha anche raccontato un episodio divertente accaduto in Croazia qualche anno fa. L’attrice si trovava in un hotel del paese balcanico insieme alla collega de Il trono di spade Nathalie Emmanuel (Missandei). Mentre stavano scendendo in ascensore per raggiungere la reception, Emilia ha sentito una musica che le era molto famigliare e quando le porte si sono aperte si è trovata di fronte a un matrimonio a tema ‘Il trono di spade’ celebrato proprio nell’hotel in cui alloggiava.

Emilia Clarke ed i fan di Game of ThronesLe due attrici hanno immediatamente premuto il bottone dell’ascensore per richiudere le porte e sono corse ad avvertire il collega Peter Dinklage che rischiava di ritrovarsi anche lui tra i fan al matrimonio. Insomma un vero e proprio matrimonio da incubo per gli attori che si sono poi nascosti in corridoio a bere vino nella speranza di non essere notati da nessuno degli invitati.

Luca Miglietta

Emilia Clarke ed i fan di Game of Thrones