Archivi tag: Jules Winnfield

La tomba di Nick Fury in Captain America: The Winter Soldier

La tomba di Nick Fury in Captain America: The Winter Soldier

La tomba di Nick Fury in Captain America: The Winter Soldier ha una citazione di Ezechiele 25:17

La tomba di Nick Fury in Captain America: The Winter SoldierLa tomba di Nick Fury in Captain America: The Winter Soldier del 2014 ha la famosa citazione biblica di Pulp Fiction del regista Quentin Tarantino. Nick Fury nel film è interpretato da Samuel L. Jackson che in Pulp Fiction interpreta Jules Winnfield e pronucia la famosa frase tratta da un passo biblico di fantasia. Sulla lapide della tomba compare la scritta: «The path of the righteous man… Ezekiel 25:17» che tradotta in italiano è «Il cammino dell’uomo timorato… Ezechiele 25:17».

Il passo biblio completo è: “Ezechiele 25:17. Il cammino dell’uomo timorato è minacciato da ogni parte dalle iniquità degli esseri egoisti e dalla tirannia degli uomini malvagi. Benedetto sia colui che nel nome della carità e della buona volontà conduce i deboli attraverso la valle delle tenebre, perché egli è in verità il pastore di suo fratello e il ricercatore dei figli smarriti. E la mia giustizia calerà sopra di loro con grandissima vendetta e furiosissimo sdegno su coloro che si proveranno ad ammorbare e infine a distruggere i miei fratelli. E tu saprai che il mio nome è quello del Signore quando farò calare la mia vendetta sopra di te.”

La tomba di Nick Fury in Captain America: The Winter Soldier 2La tomba di Nick Fury in Captain America: The Winter Soldier ha fatto nascere una teoria

Da qui sono nate le più disparate supposizioni, secondo una di queste bisogna considerare che la storia di Nick Fury è un segreto, e Jules in Pulp Fiction decide di diventare un brav’uomo per via del miracolo. Dopo essersi ritirato dalla vita del sicario per conto di Marsellus Wallace, secondo questa teoria, viene reclutato nello SHIELD per mettere le sue abilità al lavoro per proteggere le persone e si fa rapidamente strada fino al grazie alla sua abilità, intelligenza e dedizione. Aveva già fatto parte dei corpi speciali al tempo della guerra del Vietnam, per poi doversi arrangiare con altri mestieri adatti alle sue capacità, quando questa era terminata.

La tomba di Nick Fury in Captain America: The Winter Soldier 3Nick Fury fa parte dei “Howling Commandos” in Vietnam, dopo la fine della guerra, le truppe americane erano profondamente impopolari in America. Molti reduci del Vietman in quel periodo storico sono diventati senzatetto come ad esempio John Rambo nelle pellicole di Sylvester Stallone. Se Nick Fury era un veterano è possibile che abbia utilizzato le sue capacità nel crimine per sopravvivere. Non avrebbe usato il suo nome legale per ovvi motivi. Così si pensa che, dopo essersi ritirato dalla vita del criminale dopo Pulp Fiction, sia ritornato nello SHIELD.

La tomba di Nick Fury in Captain America: The Winter Soldier ovviamente se avete visto la pellicola è finta, perchè ha inscenato la sua morte, in modo che tutti lo ritengano deceduto, e possa svolgere la sua missione in segreto. Non è uno spoiler perchè non è un colpo di scena finale e neppure un elemento così determinante, ma accade nello svoglimento della trama e se avete deciso di leggere questo articolo probabilmente avete già visto il film.

La tomba di Nick Fury in Captain America: The Winter Soldier 4 DATA USCITA: 26 marzo 2014
GENERE: Azione, Avventura, Fantasy
ANNO: 2014
PAESE: USA
DURATA: 128 Min
REGIA: Joe Russo, Anthony Russo
ATTORI: Chris Evans, Samuel L. Jackson, Anthony Mackie, Scarlett Johansson, Robert Redford, Sebastian Stan, Cobie Smulders, Frank Grillo, Toby Jones, Emily VanCamp

L.M.

Nella valigetta di Pulp Fiction c’è la musica Rock and Roll

Nella valigetta di Pulp Fiction c’è la musica Rock and Roll

Nella valigetta di Pulp Fiction c’è la musica Rock and Roll, una teoria poco diffusa e conosciuta in Italia e molto interessante

Nella valigetta di Pulp Fiction c'è la musica Rock and RollNella valigetta di Pulp Fiction c’è la musica Rock and Roll. Molti nel corso degli anni si sono divertiti a fare teorie e fantasticare su cosa ci sia realmente nella valigetta di Pulp Fiction, anche noi gli abbiamo dedicato un articolo alcuni anni fa.

E’ doveroso ora dare spazio a questa bizzarra teoria su cosa ci sia nella valigetta di Pulp fiction apparsa in rete da ormai un po’ di tempo, ma quasi sconosciuta nel nostro paese.  Questa teoria che ha fatto molto discutere su Reddit ritiene che Pulp Fiction parli della musica in America e nella valigetta ci sia la musica Rock and Roll.

Marsellus Wallace rappresenta l’origine della musica rock in America (blues, motown, soul, ecc.) Jules Winnfield è Chuck Berry e Vincent Vega è Elvis Presley. I due scagnozzi di Marcellus vanno a riprendere la valigetta dai nerd che l’hanno sottratta al loro capo. I nerd forse rappresentano i produttori di dischi avidi, che hanno approfittato della musica nera per fare i soldi ai danni di molti musicisti neri.

Nella valigetta di Pulp Fiction c'è la musica Rock and RollIl motivo per cui l’uomo che scarica la pistola contro Jules e Vincent non è in grado di colpirli è che le leggende della musica non possono mai morire e resteranno per sempre nella storia. Jules capisce questa cosa e si rende conto che sta combattendo una lotta inutile.

Continuiamo a parlarvi della teoria per cui nella valigetta di Pulp Fiction c’è la musica Rock and Roll

Zucchino” e “Coniglietta” che cercano di appropriarsi della valigetta rappresentano la British invasion. La British Invasion è stata influenzata dal blues e dalla musica pop. Jules li lascia uscire con i soldi, ma conserva il suo portafoglio con scritto “Bad Mother Fucker”. Che può significare: “possono rubare ed essere influenzati dalla musica più antica, ma non possono prendere uno stile da leggende”.

Nella valigetta di Pulp Fiction c'è la musica Rock and RollButch Coolidge, che viene presentato come un pugile che deve fare un combattimento, rappresenta una musica rock nuova e interessante, che è diventata molti importante, ma a Marcellus non piace. Butch decide di non combattere e scappa via. Entrambi vengono catturati dai redneck che rappresentano la musica country, che ha anch’essa rubato molto al blues e alla musica nera. Questo è dimostrato dal fatto che i due redneck violentano Marcellus, e Butch, che ha la possibilità di scappare, decide di tornare indietro e salvarlo per rispetto.

Marcellus decide di lasciare che Butch viva perchè accetta che ci sia una nuova musica e non c’è niente che possa fare per fermarlo. L’orologio rappresenta che con il passare del tempo, la musica nuova continuerà a essere fatta e sarà influenzata da ciò che li ha preceduti.

Luca Miglietta

Nella valigetta di Pulp Fiction c'è la musica Rock and Roll