Archivi tag: Guerre Stellari

Annegata nella luce della luna, asfissiata dal mio reggiseno

Annegata nella luce della luna, asfissiata dal mio reggiseno

Annegata nella luce della luna, asfissiata dal mio reggiseno, ecco il curiosissimo epitaffio che voleva Carrie Fisher sulla sua tomba

Annegata nella luce della luna, asfissiata dal mio reggiseno Carrie Fisher Leia“Annegata nella luce della luna, asfissiata dal mio reggiseno”, questo era l’epitaffio che Carrie Fisher voleva scritto sulla sua tomba, come aveva scritto in un divertente passaggio del libro autobiografico “Wishful Drinking“.

Nel libro Carrie Fisher aveva ricordato che durante le riprese di Star Wars, il regista George Lucas si avvicinò, guardando in che modo era vestita, e le disse che non poteva indossare un reggiseno sotto il vestito. L’attrice aveva chiesto meravigliata: “Ok, ma perchè?”, e George Lucas le rispose: “perchè nello spazio non esiste la biancheria intima” e c’è una ragione: “quando vai nello spazio il tuo corpo non pesa più. Fino qui, tutto bene, giusto? Ma poi il tuo corpo si espande, però il tuo reggiseno non lo fa. Quindi vieni asfissiata dal tuo stesso reggiseno”.

Annegata nella luce della luna, asfissiata dal mio reggiseno Carrie Fisher Star WarsQuesto dialogo surreale tra Carrie Fisher ed il regista aveva colpito l’attrice convincendola che questo sarebbe stato perfetto per farsi ricordare dopo la morte. Carrie Fisher nella sua autobiografia aveva scritto: “credo che sarebbe fantastico per un epitaffio, quindi dico ai miei amici più giovani che, indipendentemente da come morirò, voglio che venga scritto che sono annegata nella luce della luce, asfissiata dal mio reggiseno”.

Questo epitaffio è diventato realtà alla scomparsa dell’attrice americana che interpretava l’indimenticabile Principessa Leila?

Forse era la frase che Carrie Fisher avrebbe davvero voluto sulla lapide della sua tomba, forse era solo una battuta, però l’originalissimo epitaffio: “Annegata nella luce della luna, asfissiata dal mio reggiseno”, nessuno l’ha scritto alla sua morte avvenuta il 27 dicembre 2016.

Annegata nella luce della luna, asfissiata dal mio reggiseno Carrie Fisher Star Wars 2Carrie Fisher, durante tutte le riprese di Star Wars, non ha ovviamente mai indossato il reggiseno sotto il costume di scena per essere più realistica, dopo essere stata convinta da George Lucas. Curioso che Star Wars sia realistico per quanto riguarda il reggiseno della Principessa Leila e poi ci siano molte scene dove la fisica non viene rispettata ed è abbastanza alla buona.

Luca Miglietta

Rogue One: A Star Wars Story (2016)

Rogue One: A Star Wars Story

Rogue One: A Star Wars Story, lo spin off della saga

Rogue One: A Star Wars Story, un film da non perdere

Rogue One, A Star Wars Story Gareth Edwards Felicity Jones, Diego Luna, Ben Mendelsohn, Mads Mikkelsen, Riz Ahmed, Donnie Yen, Alan Tudyk, Wen JiangRogue One: A Star Wars Story, diretto da Gareth Edwards, è il primo capitolo di una nuova avventurosa serie cinematografica che esplora i personaggi e gli eventi che ruotano intorno alla saga di Guerre Stellari. Come si colloca temporalmente Rogue One nell’universo di Star Wars? E’ precedente al quarto capitolo uscito nel 1977 Star Wars Episodio IV: Una Nuova Speranza e successivo al terzo Star Wars: Episodio III – La vendetta dei Sith, uscito nel 2005.

Rogue One racconta le vicende di un improbabile gruppo di eroi che intraprendono la difficilissima missione di sottrarre i piani della Morte Nera. Tra di loro c’è Jyn Erso, la figlia di Galen Erso, un ingegnere scientifico ribelle, costretto dall’Impero alla costruzione della più potente arma di distruzione di massa dell’Impero, la Morte Nera. La ragazza verrà accompagnata nell’impresa anche dal capitano Cassian Andor, un droide imperiale riprogrammato dai ribelli e da altre persone incontrate sul loro cammino. La loro missione sarà fondamentale per le vicende di Star Wars, perché saranno poi i piani che permetteranno a Luke Skywalker di distruggere la Morte nera in Star Wars Episodio IV: Una Nuova Speranza.

Rogue One, A Star Wars Story Gareth Edwards Felicity Jones, Diego Luna, Ben Mendelsohn, Mads Mikkelsen, Riz Ahmed, Donnie Yen, Alan Tudyk, Wen Jiang 3Il film racconta proprio quanto descritto nelle didascalia scorrevole all’inizio del primo Star Wars di sempre, l’episodio IV. Non potete non ricordarvi il celebre incipit del 1977:

è un periodo di Guerra Civile. Navi spaziali ribelli, dopo aver colpito una base segreta, hanno ottenuto la loro prima vittoria contro il malvagio Impero Galattico. Durante la battaglia, spie ribelli sono riuscite a rubare i piani tecnici dell’arma decisiva dell’Impero, la Morte Nera, una stazione spaziale corazzata da una potenza tale da distruggere un intero pianeta. Inseguita dai biechi agenti dell’Impero, la Principessa Leila sfreccia verso casa a bordo della sua nave stellare, custode dei piani rubati che possono salvare il suo popolo e ridare la libertà alla Galassia.

Noi spettatori, come già accaduto vedendo La vendetta dei Sith, sappiamo più o meno come andrà a finire la vicenda: il piano apparentemente suicida funzionerà perché i piani cadranno nelle mani dell’alleanza ribelle e della principessa Leia, per essere poi recuperati nel quarto episodio da Luke, che andrà a chiedere aiuto a Obi-Wan Kenobi. Quello che ne viene fuori però è strabiliante: un film che a differenza de Il risveglio della forza riesce ad armonizzare elementi nuovi ed omaggi al passato, grazie ad una buona sceneggiatura ed all’ottima regia di Gareth Edwards.

Rogue One, A Star Wars Story Gareth Edwards Felicity Jones, Diego Luna, Ben Mendelsohn, Mads Mikkelsen, Riz Ahmed, Donnie Yen, Alan Tudyk, Wen Jiang 5Rogue One proprio nell’introdurre elementi nuovi riesce dove J. J. Abrams aveva fallito nel settimo episodio dell’anno scorso. Gareth Edwards infatti fa capire fin dall’inizio che il suo film non vuole essere considerato un normale episodio di Star Wars, ma qualcosa di diverso. Un film che strizza l’occhio in più di un’occasione a pellicole di genere bellico, piuttosto che al fantasy ed alla fantascienza a cui erano abituati in fan della saga.

Edwards e gli sceneggiatori Chris Weitz e Tony Gilroy hanno fatto un ottimo lavoro nel trasportare all’interno di un genere come quello fantascientifico elementi tipici dei film di guerra: la rappresaglia dei ribelli contro l’impero, i piani di estrazione o i preparativi ed i piani di battaglia. Viene mostrata la guerra stellare, ma anche quella più terrena con tutti gli orrori connessi al conflitto, come accade nella cruda realtà di tutti i giorni. Una guerra sporca e spietata con scontri a terra e duelli aerei in un crescendo di emozioni.

Assieme ai nuovi elementi bellici inseriti coraggiosamente dal regista, non mancano però i moltissimi rimandi alla mitologia di Star Wars, che consente allo spin-off di trovare un posto nei cuori dei fan, vecchi e nuovi.

Rogue One, A Star Wars Story Gareth Edwards Felicity Jones, Diego Luna, Ben Mendelsohn, Mads Mikkelsen, Riz Ahmed, Donnie Yen, Alan Tudyk, Wen Jiang 2All’inizio di Rogue One balza subito agli occhi dello spettatore la mancanza delle tipiche didascalie iniziali a scorrimento, che hanno contraddistinto la saga. Un elemento che potrebbe a prima vista disorientare i fan, ma la pellicola con il trascorrere dei minuti diventa sempre più uno Star Wars a tutti gli effetti ed addirittura forse il più riuscito dopo Star Wars: Episodio V – L’Impero colpisce ancora.

Rogue One ci presenta l’Alleanza ribelle in maniera diversa dal solito: un movimento diviso nelle decisioni, chi preferisce azioni di guerriglia terroristica, chi dibattiti parlamentari, cosa che porta a decisioni più lente del solito. Viviamo l’agire nell’ombra e nel segreto, tutti i sacrifici, le battaglie e le quasi impossibili imprese a cui sono costretti i ribelli. Tra il loro avversari invece per la prima volta veniamo a sapere che ci sono dissidi e lotte interne tra i sottoposti all’imperatore per avere maggior potere.

Chi sono i membri dell’eroico equipaggio?

La bella e coraggiosa Jyn Erso ben interpretata da Felicity Jones, il cui padre Galen Erso, (un ottimo Mads Mikkelsen) è costretto con la forza ad ultimare la Morte Nera. A completare la squadra l’ufficiale Cassian Andor (Diego Luna), un ex pilota dell’Impero di nome Bodhi (Riz Ahmed), un divertente droide chiamato K-2SO e due vecchi guerrieri, il cieco con una grande devozione alla Forza Chirrut Îmwe (un bravissimo Donnie Yen) e l’amico Baze Malbus (Jiang Wen).

Rogue One, A Star Wars Story Gareth Edwards Felicity Jones, Diego Luna, Ben Mendelsohn, Mads Mikkelsen, Riz Ahmed, Donnie Yen, Alan Tudyk, Wen Jiang Darth VaderTra i cattivi troviamo un Darth Vader in grande spolvero e minaccioso pur comparendo in poche scene, il malvagio Grand Moff Tarkin, ricostruito in computer grafica e il Direttore Krennic (Ben Mendelsohn), l’ufficiale a cui è affidata la costruzione della Morte Nera. Quest’ultimo merita una menzione perché, a differenza di tutti gli altri seguaci dell’impero a cui eravamo abituati nella saga, è un personaggio con un lato più umano ed emotivo.

Sorge spontaneo il paragone accennato all’inizio tra Rogue One ed Il risveglio della forza. Gareth Edwards riesce proprio dove J. J. Abrams aveva fallito l’anno scorso: il riuscire davvero a capire lo spirito di Star Wars e di cosa avevano davvero bisogno i fan storici. Il regista oltre a dimostrare un’ottima padronanza con la macchina da presa riesce a cogliere appieno la poesia e la mitologia dietro la saga ed a coinvolgere gli spettatori di tutte le età. Introdurre elementi nuovi e toni più dark senza stravolgere la magia della saga, non era per niente facile, ottima prova.

Andatelo a vedere non ne rimarrete certo delusi. Rogue One dopo un avvio che ingrana lentamente nella seconda parte della pellicola ha un ritmo forsennato, un climax ascendente fino ai titoli di coda. Il passo della vicenda cambia completamente dal momento in cui si forma il manipolo di eroi che dovrà recuperare i piani della morte nera.

Rogue One, A Star Wars Story Gareth Edwards Felicity Jones, Diego Luna, Ben Mendelsohn, Mads Mikkelsen, Riz Ahmed, Donnie Yen, Alan Tudyk, Wen Jiang 6Lingua originale: inglese
Paese di produzione: Stati Uniti d’America
Anno: 2016
Durata: 135 minuti
Colore: colore
Audio: sonoro
Rapporto: 2.35:1
Genere: fantascienza, azione
Regia: Gareth Edwards
Soggetto: John Knoll, Gary Whitta
Sceneggiatura: Chris Weitz, Tony Gilroy
Produttore: Kathleen Kennedy, Allison Shearmur, Simon Emanuel
Produttore esecutivo: John Knoll, Jason D. McGatlin
Casa di produzione: Lucasfilm
Distribuzione: Walt Disney Studios Motion Pictures
Fotografia: Greig Fraser
Montaggio: Jabez Olssen, John Gilroy, Colin Goudie
Effetti speciali: Neil Corbould, John Knoll
Musiche: Michael Giacchino
Scenografia: Doug Chiang, Neil Lamont

Attori e personaggi che interpretano:

Felicity Jones: Jyn Erso
Diego Luna: Cassian Andor
Ben Mendelsohn: Orson Krennic
Donnie Yen: Chirrut Îmwe
Mads Mikkelsen: Galen Erso
Alan Tudyk: K-2SO
Jiang Wen: Baze Malbus
Forest Whitaker: Saw Gerrera

Trailer Rogue One: link 1 lingua originale

Trailer Rogue One: link 2 italiano

Luca Miglietta

Rogue One, A Star Wars Story Gareth Edwards Felicity Jones, Diego Luna, Ben Mendelsohn, Mads Mikkelsen, Riz Ahmed, Donnie Yen, Alan Tudyk, Wen Jiang 7

L’incidente automobilistico di Mark Hamill

L’incidente automobilistico di Mark Hamill

Si diffuse la leggenda secondo la quale, per giustificare il fatto che il viso di Mark Hamill fosse cambiato, venne aggiunta la scena in cui Luke è sbranato da un Wampa

L'incidente automobilistico di Mark Hamill 2Un incidente che costò all’attore ben sette ore di intervento chirurgico

L’incidente automobilistico di Mark Hamill. L’11 gennaio 1977, un giorno prima di quello fissato per girare una delle scene finali di Guerre Stellari, Hamill rimase coinvolto in un incidente d’auto nel quale riportò la frattura del naso e dello zigomo sinistro. Un trauma di una certa entità perchè richiese sette ore di intervento chirurgico e che rese necessario l’utilizzo di un sostituto dell’attore per le scene da completare.

Questo brutto incidente stradale, che gli causò gravi traumi facciali avvenne tre anni prima dell’uscita di Star Wars: Episodio V – L’impero colpisce ancora. Si diffuse così la leggenda secondo la quale la scena iniziale, in cui Luke Skywalker è sbranato da un Wampa, fosse stata aggiunta per giustificare il fatto che il viso di Mark Hamill fosse cambiato per le cicatrici causate dal trauma.

George Lucas però confermò che la sequenza era già presente nella sceneggiatura.

Luca Miglietta

L'incidente automobilistico di Mark Hamill

Quando Harrison Ford chiese di uccidere Ian Solo

Quando Harrison Ford chiese di uccidere Ian Solo

Quando Harrison Ford chiese di uccidere Ian Solo George LucasGeorge Lucas, il padre di Star Wars, ha rivelato un aneddoto molto curioso ad Empire: durante le riprese di Guerre Stellari 5: L’impero colpisce ancora, Harrison Ford gli chiese di uccidere Ian Solo, il personaggio che l’attore interpretava.

Voi vi starete chiedendo il perché, vero? Noi non lo sappiamo, ma probabilmente Harrison Ford fece questa strana richiesta perché temeva di rimanere troppo legato a Ian Solo, cosa che avrebbe potuto precludergli altri progetti. Ian solo è sicuramente uno dei personaggi più famosi della storia del cinema, però questo non ha impedito all’attore americano di interpretare altri ruoli, basti pensare che solo pochi anni dopo Star Wars 5 ha vestito i panni di altri due personaggi leggendari: Rick Deckard in Blade Runner di Ridley Scott e Indiana Jones ne I predatori dell’arca perduta di Steven Spielberg.

George Lucas ha dichiarato:

Harrison continuava a urlarQuando Harrison Ford chiese di uccidere Ian Solo Star Wars Episodio V - L'Impero colpisce ancora streaming di Irvin Kershner con Harrison Ford, Carrie Fisher, Billy Dee Williams, Mark Hamill, Alec Guinness 119mi sempre la stessa cosa “Uccidimi! Uccidimi! Uccidimi! Ma io gli ho risposto: “Non posso ucciderti. Ho bisogno di te fino alla fine del prossimo film. Ma farò qualcosa per te di ancora meglio. Ti metto in una lastra di calcestruzzo e ti spedisco su Marte a bordo di una navicella.

Il regista ha poi proseguito parlando del quinto capitolo di Star Wars e in particolare della scena in cui Luke Skywalker scopre che il malvagio Darth Vader è in realtà suo padre:

Quando Harrison Ford chiese di uccidere Ian Solo Star Wars Episodio V - L'Impero colpisce ancora streaming di Irvin Kershner con Harrison Ford, Carrie Fisher, Mark Hamill, Billy Dee Williams 04E’ stata una scena veramente notevole. Internet non c’era ancora ma il seguito dei fan era veramente immenso. Non l’avevo detto assolutamente a nessuno. Neanche il produttore lo sapeva. Solo quando James Earl Jones venne sul set, verso la fine delle riprese, fu rivelato tutto. Ci aspettavamo la fuga di qualcuno, ma questo non avvenne. Personalmente, credo sia stata una delle ultime vere rivelazioni. Ora, credo che non si possa più ripetere una cosa del genere.

Nel 2012 è stata ufficializzata l’acquisizione della sua LucasFilm da parte di The Walt Disney Company per 4,05 miliardi di dollari, ma il regista continua ad essere orgoglioso dell’eredità che ha lasciato al cinema con la saga di Star Wars:

Amo i film di Guerre Stellari. SoQuando Harrison Ford chiese di uccidere Ian Solo Star Wars Episodio V - L'Impero colpisce ancora streaming di Irvin Kershner con Harrison Ford, Carrie Fisher, Billy Dee Williams, Mark Hamill, Alec Guinness 20no contento di averli fatti. Sono stati progettati per ispirare i bambini a pensare fuori dagli schemi. Hanno fatto davvero la differenze e li rivedo un po’ in tutti i film dello stesso genere di oggi. E’ interessante il fatto che se ne parli ancora.

Il 18 dicembre 2015, in tutto il mondo uscirà Star Wars: Episodio 7, che vedrà il ritorno di Harrison Ford e di altri componenti del cast originale e sarà diretto da J.J. Abrams il padre di Lost.

Breve trama di Star Wars V: L’Impero colpisce ancora:
Quando Harrison Ford chiese di uccidere Ian Solo Star Wars Episodio V - L'Impero colpisce ancora streaming di Irvin Kershner con Harrison Ford, Carrie Fisher, Billy Dee WilliamsSono trascorsi tre anni dalla battaglia di Yavin, durante la quale la Morte Nera è stata distrutta e le forze ribelli fedeli all’antica Repubblica galattica capeggiate dalla Principessa Leila Organa, Luke Skywalker e Ian Solo si sono rifugiati sul gelido pianeta Hoth. Le truppe imperiali, ancora una volta guidate dal perfido Dart Fener, sono decise una volta per tutte a stroncare i focolai di ribellione. Il malvagio Lord Dart Fener è inoltre ossessionato dall’idea di trovare il giovane Skywalker e per stanarlo ha inviato migliaia di sonde fino ai più lontani confini dello spazio.

Star Wars V: L’Impero colQuando Harrison Ford chiese di uccidere Ian Solo Star Wars Episodio V - L'Impero colpisce ancora streaming di Irvin Kershner con Harrison Ford, Carrie Fisher, Mark Hamill, Billy Dee Williams 0pisce ancora è diretto da Irvin Kershner ed ha come protagonisti oltre Harrison Ford anche Carrie Fisher, Mark Hamill, Alec Guinness, Anthony Daniels, Billy Dee Williams, Brigitte Kahn, Bruce Boa, Burnell Tucker, Frank Oz, Christopher Malcolm, Clive Revill, Dennis Lawson, Des Webb, Ian Liston, Jack McKenzie, Jack Purvis, Jeremy Bulloch, Jerry Marte, John Dicks, John Morton, John Ratzenberger, Julian Glover, Kenneth Colley, Kenny Baker, Mark Jones, Michael Culver, Michael Sheard, Milton Johns, Norman Chancer, Norwich Duff, Oliver Maguire, Peter Mayhew, Quando Harrison Ford chiese di uccidere Ian Solo Star Wars Episodio V - L'Impero colpisce ancora streaming di Irvin Kershner con Harrison Ford, Carrie Fisher, Billy Dee Williams, Mark Hamill, Alec Guinness 118Ray Hassett, Richard Oldfield, Robin Scobby

Citazioni e dialoghi: Star Wars: Episodio V – L’Impero colpisce ancora

Luca Miglietta

Quando Harrison Ford chiese di uccidere Ian Solo Star Wars Episodio V - L'Impero colpisce ancora streaming di Irvin Kershner con Harrison Ford, Carrie Fisher, Mark Hamill, Billy Dee Williams 5

I migliori film degli anni 70

I migliori film degli anni 70

I migliori film degli anni 70 Apocalypse Now streaming di Francis Ford Coppola con Robert Duvall, Dennis Hopper, Martin Sheen, Marlon Brando, Laurence Fishburne, Harrison FordDopo aver stilato la classifica degli anni ’90, poi la classifica degli anni ’80, è arrivato il momento per volgere il nostro sguardo agli anni della New Hollywood e del rafforzamento del cinema indipendente, che si dimostrò una importante alternativa alle major.
Gli anni ’70 sono anni di trasgressione, lotta politica e voglia di libertà, ma pure un periodo di eventi drammatici come la Guerra in Vietnam, denunciata in film come Apocalypse Now o Il cacciatore, ma che si fa pure sentire in film come Taxi Driver.
Sono gli anni nei quali il cinema americano cambia faccia grazie a giovani talenti come Martin Scorsese, Steven Spielberg e George Lucas e registi già affermati come Francis Ford Coppola, Stanley Kubrick, Brian De Palma e Robert AI migliori film degli anni 70 Taxi Driver streaming di Martin Scorsese con Robert De Niro, Cybill Shepherd, Jodie Foster, Peter Boyle, Harvey Keitel 27ltman. Infine in questo periodo si affermano autentici mostri sacri del cinema come Robert De Niro, Al Pacino e Meryl Streep.
Dopo tante parole non mi resta che proporvi la mia personale lista, che prova a racchiudere I migliori film degli anni 70:

 

Apocalypse Now (Francis Ford Coppola)

Taxi Driver (Martin Scorsese)I migliori film degli anni 70 Arancia Meccanica I film più censurati della storia

Alien (Ridley Scott) 

Qualcuno volò sul nido del cuculo (Milos Forman)

Il Padrino (Francis Ford Coppola)

Il cacciatore (Michael Cimino)

Arancia Meccanica (Stanley Kubrick)

Manhattan (Woody Allen)I migliori film degli anni 70 Mean Streets - Domenica in chiesa, lunedì all'inferno streaming di Martin Scorsese con  Robert De Niro, Harvey Keitel, David Proval, Amy Robinson, Richard Romanus, Cesare Danova 1

Il padrino – Parte seconda (Francis Ford Coppola)

Mean Streets – Domenica in chiesa, lunedì all’inferno (Martin Scorsese)

Quel pomeriggio di un giorno da cani (Sidney Lumet)

Fuga da Alcatraz (Don Siegel)

Chinatown (Roman Polanski)I migliori film degli anni 70 Star Wars Episodio IV - Una nuova speranza streaming di George Lucas, con Mark Hamill, Harrison Ford, Carrie Fisher, Peter Cushing, Alec Guinness 4

Frankenstein Junior (Mel Brooks)

Io e Annie (Woody Allen) 

Star Wars: Episodio IV – Una nuova speranza (George Lucas)

Serpico (Sidney Lumet)

Barry Lyndon (Stanley Kubrick)

Animal House (John Landis)I migliori film degli anni 70 Animal House streaming con John Belushi, Tim Matheson, John Vernon, Kevin Bacon, Donald Sutherland e Karen Allen di John Landis 27

I duellanti (Ridley Scott)

Oltre il giardino (Hal Ashby)

Giù la testa (Sergio Leone)

Piccolo grande uomo (Arthur Penn)

Corvo rosso non avrai il mio scalpo (Sydney Pollack)

Lo Squalo (Steven Spielberg)I migliori film degli anni 70 Punto zero (Vanishing Point) streaming con Barry Newman, Cleavon Little, Karl Swenson, Paul Koslo, Dean Jagger, Victoria Medlin, Anthony James di Richard C. Sarafian 18

Il dittatore dello stato libero di Bananas (Woody Allen)

Duel (Steven Spielberg)

Punto zero – Vanishing Point (Richard C. Sarafian)

Distretto 13 – le brigate della morte (John Carpenter)

I tre giorni del Condor (Sydney Pollack)I migliori film degli anni 70 Distretto 13 - Le brigate della morte streaming di John Carpenter con Austin Stoker, Darwin Joston, Laurie Zimmer, Martin West, Tony Burton 13

Halloween – La notte delle streghe (John Carpenter)

Amici miei (Mario Monicelli)

Rocky (John G. Avildsen)

 

Segue: I migliori film degli anni 2000

I migliori film degli anni 70 Mean Streets - Domenica in chiesa, lunedì all'inferno streaming di Martin Scorsese con  Robert De Niro, Harvey Keitel, David Proval, Amy Robinson, Richard Romanus, Cesare Danova 9

 

La spada-laser di Star Wars può diventare realtà

La spada-laser di Star Wars può diventare realtà

La spada-laser di Star Wars può diventare realtà Star Wars Episodio VI - Il ritorno dello Jedi streaming di Richard Marquand. Con Mark Hamill, Harrison Ford, Carrie Fisher, Billy Dee Williams, Anthony Daniels 27Mikhail Lukin, professore di fisica alla Harvard e Vladan Vuletic, professore di fisica al MIT, hanno scoperto che i fasci di fotoni, lanciati a gruppi attraverso uno strato di atomi di rubidio, hanno la tendenza a raggrupparsi, e poi formare una nuova molecola, che sarebbe in grado di riprodurre l’effetto di luce delle spade laser di Star Wars.
Il professor Lukin ha spiegato questa scoperta, pubblicata sul sito web Nature.com :
“La maggior parte delle proprietà della luce proviene dal fatto che i fotoni sono senza massa e che non interagiscono tra di loro ma quello che noi abbiamo fatto è stato creare un particolare tipo di mezzo in cui fotoni interagiscono con tale forza che cominciano a comportarsi come se avessero una massa, ed essi si raggruppano per formare una molecola. Tale condizione è stata discussa per qualche tempo La spada-laser di Star Wars può diventare realtà Star Wars Episodio VI - Il ritorno dello Jedi streaming di Richard Marquand. Con Mark Hamill, Harrison Ford, Carrie Fisher, Billy Dee Williams, Anthony Daniels 25da un punto di vista teorico, e fino ad ora non era mai stato osservata. ”
Il professore ha continuando citando la saga di Star Wars: “Confrontare questa scoperta con spade laser non è inutile. Quando i fotoni interagiscono tra loro, essi crescono e si discostano. La fisica di ciò che accade in queste molecole è simile a quello che si vede nei film “.
Mikhail Lukin poi conclude: “Noi non sappiamo ancora a che cosa può servire questa scoperta, ma è un nuovo stato della materia. Abbiamo buone speranze per pensare che nuove applicazioni emergeranno, mentre noi continuiamo a definire le proprietà delle molecole fotoniche.”
In ogni caso, cari appassionaLa spada-laser di Star Wars può diventare realtà Star Wars Episodio VI - Il ritorno dello Jedi streaming di Richard Marquand. Con Mark Hamill, Harrison Ford, Carrie Fisher, Billy Dee Williams, Anthony Daniels 015ti di Guerre Stellari, l’intenzione dei due scienziati è quella di creare computer che possano essere utilizzati per studi di fisica quantistica e purtroppo per voi non si stanno preparando a combattere l’Impero Galattico di Darth Sidious e del suo apprendista Darth Vader.

Luca Miglietta

La spada-laser di Star Wars può diventare realtà Star Wars Episodio VI - Il ritorno dello Jedi streaming di Richard Marquand. Con Mark Hamill, Harrison Ford, Carrie Fisher, Billy Dee Williams, Anthony Daniels 008

Star Wars, scena tagliata del “Ritorno dello Jedi” riabilita Obi-Wan Kenobi

Star Wars, scena tagliata del “Ritorno dello Jedi” riabilita Obi-Wan Kenobi

Star Wars, scena tagliata del "Ritorno dello Jedi" riabilita Obi-Wan Kenobi Guerre stellari - Il ritorno dello JediRecentemente sono stati diffusi  alcuni LaserDisc originali della prima trilogia di Guerre Stellari, dove sono presenti scene tagliate e inedite.  In uno di questi laser disc è presente un dialogo eliminato da Star Wars: Episodio VI – Il Ritorno dello Jedi, che, se fosse stato lasciato da George Lucas nella pellicola, avrebbe reso sicuramente più oscura e meno moralmente etica l’intera saga. Stiamo parlando della scena che si svolge sul pianeta Dagobah, in cui un morente Yoda, svela a Luke di essere stato lui a impedire a Obi-wan di rivelargli la verità sul padre.
L’importanza di questo vStar Wars, scena tagliata del "Ritorno dello Jedi" riabilita Obi-Wan Kenobi Star Wars Episodio V - L'Impero colpisce ancora streaming di Irvin Kershner con Harrison Ford, Carrie Fisher, Mark Hamill, Billy Dee Williams 5 star wars laserdiscideo non è di poco conto, perché ribalterebbe completamente la prospettiva con la quale gli appassionati di Star Wars hanno sempre guardato i personaggi, infatti, vedendolo, ci viene da pensare che il rapporto tra Obi-Wan Kenobi e il suo maestro Yoda sia molto meno paritario di quello che si era sempre pensato e che gli Jedi siano meno saggi e pacifici. Lo stesso Luke Skywalker, se le cose si fossero svolte in questo modo, sarebbe risultato molto diverso agli occhi dello Star Wars, scena tagliata del "Ritorno dello Jedi" riabilita Obi-Wan Kenobi Star Wars Episodio VI: Il ritorno dello Jedi streaming star wars laserdiscspettatore, sarebbe sembrato quasi una marionetta nelle mani del Maestro Jedi per potersi vendicare del Lato oscuro della forza.
Yoda lo avrebbe manipolato non facendogli conoscere volutamente la verità e facendogli pensare che Darth Vader fosse solo un nemico da eliminare e non Anakin Skywalker, ex Jedi e soprattutto suo padre.

Ecco la scena incriminata:

http://www.youtube.com/watch?v=nx-DMIHF6gs

Ecco tutto il contenuto del laser disc:

Full 30 Mins Return of the Jedi EditDroid Laserdisc *OFFICIAL* (Star Wars LaserDisc)

Star Wars, scena tagliata del "Ritorno dello Jedi" riabilita Obi-Wan Kenobi Star Wars Episodio VI: Il ritorno dello Jedi streaming star wars laserdisc 1

La Morte Nera non verrà costruita: l’amministrazione Obama ha deciso

Negli Stati Uniti i cittla morte neraadini hanno il diritto di inoltrare petizioni al governo, che è costretto a rispondere in via ufficiale se la richiesta sia stata accompagnata da almeno 25.000 firme. Di recente oltre 34.000 americani hanno sottoscritto una petizione per chiedere a Barack Obama di “costruire una stazione spaziale sul modello della Morte Nera” di Guerre Stellari per garantire agli Stati Uniti oltre alla supremazia aerea anche quella spaziale. Sembra incredibile, ma è tutto vero.
Il governo ha dovuto diramare una risposta ufficiale ad opera di Paul Shawcross, il responsabile dell’amministrazione Obama per la gestione del budget destinato allo sviluppo e alla ricerca scientifica.
La Casa Bianca ha formalmente respinto la richiesta, dimostrando anche molto umorismo. La costruzione della Morte Nera non è all’orizzonte per diversi motivi tra i quali:

  • il costo spropositato dell’opera stimato in oltre 850.000.000.000.000.000 di dollari che non si vuol far pagare ai contribuenti americani in un momento di crisi economica
  • il fatto che amministrazione non intende far saltare in aria altri pianeti
  • il fatto che la Morte Nera ha il difetto di poter essere distrutta da una semplice  navetta spaziale guidata da un solo uomo

Se volete leggere l’intera risposta basta andare sul sito della Casa Bianca: https://petitions.whitehouse.gov/response/isnt-petition-response-youre-looking

Luca Miglietta