Archivi tag: Guardiani della Notte

Game of Thrones 8×06

Game of Thrones 8×06

Game of Thrones 8×06, la puntata che ha fatto discutere molti in Italia e nel resto del mondo, con cui si conclude l’amata serie tv della HBO. Questo articolo contiene spoiler, se non avete visto la puntata non andate avanti a leggere, salvatelo e fatelo più avanti

Game of Thrones 8x06 DaenerysGame of Thrones 8×06 si apre con Tyrion Lannister, Jon Snow e Ser Davos Seaworth che camminano tra le macerie di Approdo del Re, provocate da Daenerys col suo drago. Tutto intorno a loro c’è morte e disperazione. Nella scena dopo Tyrion prende una torcia e scende lungo le scale che conducono alle Cripte dove sono morti Jaime e Cersei. Spostando le macerie trova i corpi dei fratelli.

Daenerys sui resti della scalinata reale della Fortezza Rossa, davanti a Dothraki e Immacolati nomina Verme Grigio comandante di tutte le sue armate, Maestro di Guerra della Regina. La Regina dei draghi annuncia al suo esercito nuove battaglie:

la guerra non è ancora finita. Non riporremo le nostre armi, finché non avremo liberato tutti i popoli del mondo. Da Grande Inverno a Dorne. Da Lannisport a Qarth. Dalle Isole dell’Estate al Mare di Giada. Uomini, donne, bambini, hanno sofferto sotto la ruota per troppo tempo. Distruggerete la ruota con me?

Game of Thrones 8x06 jon snow ser davosMentre i soldati acclamano la loro Regina, Tyrion, Jon Snow e Arya assistono spaventati al tiranno che è diventata Daenerys. Poi il Folletto si avvicina alla Regina che lo accusa di averlo liberando suo fratello Jamie. Il Folletto le ricorda di non essere l’unico a essere venuto meno ai propri giuramenti: “io ho liberato mio fratello e tu hai fatto una carneficina e hai distrutto la città”. Tyrion dicendo questo si toglie il sigillo di Primo Cavaliere e lo butta lontano, così Daenerys Targaryen ordina ai suoi uomini di imprigionarlo.

Un finale di Game of Thrones che farà storcere il naso a molti, come tutta l’ultima stagione del resto, tanto che è nata una PETIZIONE ONLINE PER RIGIRARE TUTTA L’OTTAVA STAGIONE

Jon viene raggiunto da Arya, che lo mette in guardia dalla Khaleesi: “so riconoscere un’assassina, quando ne vedo una”. Poi Jon si reca da Tyrion, rinchiuso in attesa di essere giustiziato. Il nano gli domanda se ci sia vita dopo la morte e il giovane risponde di non saperlo. Tyron gli dice che la cosa in fondo le rende felice, perché l’oblio è “quanto di meglio potesse sperare” ed elenca i crimini di cui si è macchiato: l’omicidio di Shae, l’omicidio di suo padre e il tradimento della sua regina. Quando Jon Snow gli dice che secondo lui non l’ha tradita, il nano ribadisce che l’ha fatto e che lo rifarebbe, dopo avere visto quello che Daenerys Targaryen ha fatto: ” io ho scelto la mia sorte. Gli abitanti di Approdo del Re no”.

Game of Thrones 8x06 sansa starkJon risponde di non potere giustificare quello che Daenerys ha fatto, ma che almeno la guerra è finita. Tyrion, convinto che Daenerys non avrebbe mai smesso di combattere, dice al giovane lupo: “in fondo, la nostra regina è fuoco e sangue”. E subito dopo il nano aggiunge:

Ovunque lei arriva, uomini malvagi muoiono. Lei accresce il suo potere e la sua convinzione di essere buona e giusta. Lei crede che il suo destino sia costruire un mondo migliore per tutti. Se avessi questa convinzione, se l’avessi davvero, non uccideresti chiunque si frapponesse tra te e il paradiso?

Tyrion dice a Jon Snow di sapere che la ama e gli rivela che anche lui la ama e che quella è stata la sua debolezza. Il giovane Stark risponde citando il Maestro Aemon dei Guardiani della Notte: “l’amore è la morte del dovere”, ed il nano ribatte: ” A volte, il dovere è la morte dell’amore”. Poi il nano lo esorta a reagire contro la Regina.

il trono di spade 8x06 jon snow Daenerys TargaryenDopo avere parlato con Tyrion, Jon raggiunge Daenerys nella Fortezza Rossa. Lei giustifica i massacri compiuti dai suoi soldati come necessari, anche la morte dei bambini non è un crimine per lei. Jon cerca di convincere Daenerys a cambiare atteggiamento, ma lei replica che le sue azioni sono ispirate dalla compassione e lo invita ad unirsi a lei per costruire un mondo migliore: “un mondo buono, perché io so cosa è buono”.

Jon dopo aver tentato di farle cambiare idea la bacia e poi la pugnala al cuore. Arriva Drogon e Jon pensa che stia per ucciderlo, ma fuoco del drago non è rivolto a lui, bensì al’Iron Throne . Il drago scioglie il Trono di Spade, forgiato con le spade della migliaia di nemici sconfitti da Aegon I Targaryen, poi solleva il corpo di Daenerys e si allontana in volo.

Game of Thrones 8x06 jon snow sansa stark streamingNella scena dopo un consiglio di pace formato dalle principali casate del Continente Occidentale e da Verme Grigio, in rappresentanza delle forze del Continente Orientale, si riunisce nella Fossa del Drago nella Capitale. Si parla della sorte di Tyrion e di Jon Snow ed inoltre di quella dei Sette Regni. Tyrion Lannister interviene al consiglio e dice:

Cosa unisce le persone? Armate? Oro? Vessilli? No, storie. Non c’è niente di più potente di una buona storia. Niente può fermarla. Nessun nemico può sconfiggerla. E chi ha una storia migliore di Bran the Broken? Il bambino che è caduto da una torre ed è sopravvissuto. Sapeva che non avrebbe più camminato, perciò ha imparato a volare. Si è spinto oltre la Barriera, un bambino storpio. Ed è diventato il Corvo a Tre Occhi. È la nostra memoria, il custode di tutte le nostre storie. Di guerre, matrimoni, nascite, massacri, carestie. Dei nostri trionfi. Delle nostre sconfitte. Del nostro passato. Chi meglio di lui per guidarci verso il futuro?. D’ora in poi, non ci saranno re per nascita. Saranno eletti dai signori e dalle signore di Westeros, in questo posto, per servire il Reame.

Il trono di spade 8x06 jon snow streamingBran Stark accetta e tutti i presenti lo acclamano re. Tutti, tranne Sansa Stark, che prima di accettare, chiede l’indipendenza del Nord e suo fratello gliela concede. Come primo atto Bran nomina Tyrion suo Primo Cavaliere. Dopo l’elezione di Bran Stark e la sua nomina a Primo Cavaliere, Tyrion va da Jon Snow e gli comunica che il nuovo re ha deciso di mandarlo tra i Guardiani della Notte per accontentare tutti. I due poi si salutano e Jon Snow va a dire addio a Sansa, Arya e Bran. Arya gli dice che non potrà andare a trovarlo, perché non tornerà a Nord, ma viaggerà per scoprire cosa c’è a ovest di Westeros.

Il nuovo Concilio Ristretto è presieduto da Bran e Tyrion ed ha come membri anche Bronn, Ser Davos e Samwell Tarly. Jon Snow arriva al Castello Nero e scopre che ad attenderlo all’interno ci sono Tormund, il Popolo Libero e Ghost. mentre Sansa viene incoronata Regina del Nord, Jon Snow si mette in marcia verso le terre del Profondo Nord insieme alla gente alla quale è sempre davvero legato ed appartenuto. Così si conclude la popolare serie HBO.

Luca Miglietta

Motivo dell’addio di Jon Snow a Ghost

Motivo dell’addio di Jon Snow a Ghost

Motivo dell’addio di Jon Snow a Ghost, una scena che per come si è sviluppata ha fatto storcere il naso a numerosi fan che si sono scatenati in rete

Motivo dell'addio di Jon Snow a GhostMotivo dell’addio di Jon Snow a Ghost. Su internet i fan sono scatenati, continuano a parlare di Game of Thrones 8×04 e della scena d’addio di Jon Snow al suo metalupo. Nella quarta puntata dell’ottava serie Jon Snow dice addio a Tormund, Samwell Tarly e al suo metalupo Ghost. Jon parla con Tormund e gli chiede di portare con se al Nord Spettro perché il sud non è un posto per metalupi. I fan però si aspettavano sicuramente una scena d’addio più sentita, non uno sguardo e basta come avviene nella puntata.

Ghost, nella versione italiana Spettro, è il metalupo albino di Jon Snow. I due hanno vissuto insieme ogni genere d’avventura: quando Jon viene accoltellato mortalmente dai Guardiani della Notte traditori Spettro veglia sul suo corpo prima che Lady Melisandre lo riporti in vita per volere del Signore della Luce. Nella puntata Game of Thrones 8X03 Ghost partecipa alla grande battaglia di Grande inverno contro gli Estranei.

Motivo dell'addio di Jon Snow a Ghost 2Ecco cosa pensano della scena in questione il regista ed i due attori che hanno partecipato alla scena

David Nutter, il regista dell’episodio, ha spiegato il motivo di questo addio piuttosto freddo, è un motivo tecnico: “Visto che i metalupi vengono creati con la CGI, volevamo fare la scena nel modo più semplice possibile. E penso che abbia avuto molto più impatto in questo modo”

Anche Kristofer Hivju che interpreta Tormund è d’accordo con la scelta degli autori: “penso che Jon abbia ragione, il sud non è un posto per i metalupi. Nel secondo o terzo episodio della serie hanno ucciso uno di loro (Lady, il metalupo di Sansa Stark) è un animale selvaggio. Penso che per Ghost sia meglio andare al nord”.

Anche a John Bradley, che nella serie della Hbo interpreta Samwell Tarly, ha difeso la scelta registica: “Jon era consapevole del sacrificio che stava facendo nel dover lasciare queste importanti figure della sua vita. E anche loro lo sanno. Ghost sa di essere importante per Jon. E Jon sa che Ghost è molto importante per lui”.

L.M.

Melisandre

Melisandre

Melisandre, un personaggio importante in molti episodi della serie e vero e proprio deus ex machina della punta Game of Thrones 8X03

Game of Thrones melisandre Carice van HoutenMelisandre è un personaggio non sempre ricorrente ma importantissimo quando appare in Game of Thrones. Lei è interpretata da Carice van Houten nella serie televisiva della HBO. Melisandre è una sacerdotessa del Signore della luce, che si unisce a Stannis Baratheon (Stephen Dillane), in cui vede la reincarnazione del leggendario Azor Ahai.

Melisandre crede ciecamente nella potenza del suo dio e si fa beffe di chi segue le altre religioni, veste sempre di rosso ed ha delle visioni che riesce a vedere tra le fiamme.

Nella sesta serie di Game of Thrones resuscita Jon Snow, pugnalato a morte da dei compagni traditori dei Guardiani della notte. La donna pulisce le ferite del ragazzo e gli taglia alcune ciocche dei capelli e della barba per bruciarle tra le fiamme ed infine la sacerdotessa pone le sue mani sul corpo senza vita di Jon, cantando un’antica canzone di Valyria. Salva la vita a Jon Snow (Kit Harington), ma questo è solo una delle azioni chiave che la sacerdotessa del Signore della luce compie nella serie tratta dai libri di George R. R. Martin.

Game of Thrones melisandre Carice van Houten 2Nell’ottava ed ultima stagione di Game of Thrones, ha un ruolo ancora più importante, infatti Melisandre prima della decisiva battaglia di Grande inverno nella terza puntata, giunge a Winterfell.
Ser Davos Seaworth, che la conosce bene ed in passato l’ha osteggiata è meravigliato ed un po’ inquieto quando la Strega Rossa arriva a Grande inverno. Melisandre per tranquillizzarlo gli dice che prima dell’alba sarà morta. La comparsa di Melisandre prima dello scontro decisivo contro gli Estranei però non ci deve sorprendere perchè prima di andarsene da Roccia del drago e tornare a Volantis, nella settima stagione aveva promesso il suo ritorno a Varys:

tornerò, caro Ragno, un’ultima volta. Devo morire in questa strana terra, proprio come te.

Game of Thrones melisandre Carice van Houten jon snow daenerysIl ruolo chiave assunto dalla sacerdotessa del Signore della luce nella puntata Game of Thrones 8X03, intitolata The Long Night

Il ruolo della sacerdotessa non finisce qui: nella terza puntata dell’ottava stagione di Game of Thrones, fa scaturire il fuoco delle spade dei Dothraki e, quando i soldati non riescono a dare fuoco alle trincee, ci pensa lei con la sua magia. Dentro una sala del castello di Grande Inverno Melisandre incontra Arya Stark (Maisie Williams), mentre sono alle prese con la battaglia contro gli Estranei. Melisandre le rammenta il loro precedente incontro (terza stagione), quando la sacerdotessa dai capelli rossi aveva sussurrato alla ragazza:

vedo un’oscurità in te. E in quell’oscurità, gli occhi mi fissavano. Occhi marroni, occhi azzurri, occhi verdi. Occhi chiusi per sempre. Ci rincontreremo.

Melisandre quindi dice nuovamente una parte di questa frase ad Arya: “occhi marroni, occhi verdi e occhi azzurri”. Arya Stark capisce in quell’istante che è destinata a uccidere il Re della Notte, che ha gli occhi azzurri. Esce fuori dal castello e va a trafiggere il Night King salvando tutti quanti.

Nella parte finale della puntata Game of Thrones 8X03, dopo aver compiuto il suo destino ed aver salvato tutte le popolazioni dei Sette regni dalla terribile minaccia degli Estranei, Melisandre si toglie la collana magica, esce dalle mura del castello, si accascia a terra e muore.

Luca Miglietta

 

Samwell Tarly

Samwell Tarly

Samwell Tarly, un personaggio fondamentale per le scoperte che fa in Game of Thrones

Game of Thrones samwell tarly ‎John Bradley jon snow Kit HaringtonSamwell Tarly è un personaggio molto importante della saga di Game of Thrones. George R. R. Martin ha molto probabilmente voluto rendere omaggio al grande scrittore fantasy J. R. R. Tolkien, dando il nome Sam alla spalla goffa, ma allo stesso tempo molto intelligente di Jon Snow. Samvise Gamgee è l’amico e compagno fidato di Frodo Baggins nella famosissima saga letteraria e cinematografica de Il signore degli anelli.

Samwell Tarly, interpretato da John Bradley, quando lo conosciamo nella prima serie di Game of Thrones è un timido ed impacciato ragazzo che non ha la stoffa per far parte dei Guardiani della notte. Al Castello Nero è deriso e maltrattato dai compagni e subito Jon Snow comincia a provare simpatia per lui scegliendo di aiutarlo a destreggiarsi in un ambiente tanto pericoloso.

Game of Thrones samwell tarly ‎John Bradley jon snow Kit Harington 2Samwell è un brav’uomo che pensa a salvare donne e bambini anche a rischio di passare dei dei guai. Sam nel corso della serie ucciderà un Estraneo e scoprirà la vera natura della minaccia che incombe sui Sette Regni. Ama moltissimo leggere libri antichi e questa sua passione sarà fondamentale per scoprire come uccidere gli Estranei e soprattutto conoscere le vere origini dell’amico Jon Snow. Negli antichi volumi della cittadella scopre che è figlio di Rhaegar Targaryen, il fratello maggiore di Daenerys e di Lyanna Stark, la sorella minore di Ned Stark (‎Sean Bean). Il vero nome con cui è stato battezzato Jon è Aegon Targaryen, una scoperta importantissima.

Samwell rivelerà all’amico che non il bastardo Stark, ma ha sangue reale nelle vene nella prima puntata dell’ottava stagione di Game of Thrones. Seguiranno aggiornamenti

Luca Miglietta

Jon Snow

Jon Snow

Jon Snow, uno dei personaggi più importanti della popolarissima serie tv Game of Thrones, la sua vita e tutte le sue gesta

Jon Snow knightJon Snow è uno dei personaggi di Game of Thrones più interessanti ed avventurosi, forse è il motore principale de Il trono di spade. Subisce una notevole evoluzione: dopo tante battaglie, tanto sangue e tanti pericoli nei luoghi più disparati, da umile figlio bastardo di Eddard “Ned” Stark scopre le sue importanti e regali origini. Jon infatti nell’ottava stagione conosce chi erano i suoi veri genitori. Jon Snow è un personaggio creato dallo scrittore statunitense George R. R. Martin e interpretato da Kit Harington. Prenderò in esame solamente il personaggio della serie tv non quello del Game of Thrones letterario.

All’inizio della serie è un giovane mite ed abile con la spada, che essendo un figlio bastardo e senza origini importanti decide di unirsi ai Guardiani della Notte, un ordine militare speciale creato per proteggere la Barriera, un gigantesco muro che separa i Sette Regni dagli attacchi dei Bruti che vivono più a nord.

Jon Snow sansa starkDopo essere entrato nei Guardiani della Notte, scopre che la maggior parte di loro sono solo assassini, stupratori e uomini senza onore mandati lì a scontare la loro pena, salvo poche eccezioni. Nel giro di poco tempo, dopo una spedizione a nord della Barriera romperà il giuramento esitando ad uccidere una ragazza bruta di Ygritte disobbedendo agli ordini dei suoi superiori. Presto si innamorerà della ragazza, infrangendo il voto di castità che aveva fatto in quanto Guardiani della Notte.

Si unirà a Mance Rayder, il Re oltre la Barriera contro la grande minaccia che si  nasconde tra i ghiacci e che può annientare tutti i popoli che incontra: gli Estranei, che non si vedevano da millenni. Dopo aver aiutato Ygritte e un gruppo di uomini a oltrepassare la barriera Jon Snow tornerà sui suoi passi e deciderà di tornare al Castello Nero, dove si terrà una battaglia terribile tra Bruti e Corvi. Nella battaglia Jon Snow dovrà dire per sempre addio all’amata Ygritte, colpita a morte da una freccia.

Jon Snow viene eletto nuovo Lord Comandante e decide di allearsi con i Bruti nell’ormai imminente lotta contro gli Estranei, cosa che lo rende impopolare tra i Guardiani della Notte. Alcuni confratelli lo tradiranno e lo uccideranno, ma Jon torna in realtà in vita grazie alla magia di Melisandre (Carice van Houten) sacerdotessa del Signore della Luce. Si riunisce a Sansa Stark (Sophie Turner), arrivata alla barriera insieme a Podrick Payne e a Brienne of Tarth e viene a sapere delle atrocità compiute da Ramsay Bolton a Grande Inverno.

Decide di liberare Grande inverno dall’occupazione dei Bolton riunendo le poche casate del Nord rimaste fedeli agli Stark, ma alla fine a combattere al suo fianco ci saranno soltanto i Bruti e gli uomini della combattiva Lyanna Mormont. Quando la Battaglia dei Bastardi rischia di trasformarsi in una sonora sconfitta arriva in suo aiuto la sorellastra Sansa Stark (che poi si scoprirà cugina) con i cavalieri della Valle di Arryn e Ramsay viene sconfitto. Tornato a Grande Inverno viene proclamato all’unanimità Re del Nord. Jon Snow ha l’unico obiettivo di fermare i pericolosissimi Estranei ed il loro Night King, così lascia Grande Inverno parte per incontrare Daenerys Targaryen (‎Emilia Clarke) con cui vuole stringere un’alleanza. Lui e la Regina dei draghi si incontrano per la prima volta a Roccia del Drago.

Jon Snow Daenerys Targaryen battle night kingJon Snow torna nel nord e durante una spedizione oltre la Barriera gli Estranei circondano il suo esercito e solo l’intervento di Daenerys riesce a salvare il gruppo. Jon così la riconosce come sua regina e nel finale della settima stagione di Game of Thrones tra i due su di una nave scoppia la passione. Nel frattempo Bran Stark (Isaac Hempstead-Wright) e Samwell Tarly (John Bradley) hanno scoperto la vera identità di Jon: è figlio di Rhaegar Targaryen (fratello maggiore di Daenerys ed erede al trono) e Lyanna Stark (sorella minore di Ned), e il suo vero nome è “Aegon Targaryen“. Questo lo rende di fatto l’unico Targaryen maschio in linea di successione, non è più il bastardo Stark, ma ha il diritto di reclamare, se lo volesse, come sua la corona dei Sette Regni.

Jon uno dei pochi personaggi di Game of Thrones quasi totalmente estraneo agli intrighi di palazzo e ai giochi di potere

Jon Snow nella seconda puntata dell’ottava stagione di Game of Thrones, dopo aver scoperto chi sono i suoi veri genitori dall’amico Samwell Tarly, rivela a Daenerys Targaryen, le sue vere origini. Dopo l’incredibile rivelazione i due vengono interrotti dall’imminente battaglia con i non morti.

Nella puntata Game of Thrones 8×04, dopo la battaglia vinta contro gli Estranei, Jon Snow rivela le sue vere origini a SansaArya al Parco degli Dei, facendosi promettere di non rivelarle a nessuno. Sansa però viene meno alla promessa quando Tyrion prima di lasciare Grande Inverno va a salutarla e le chiede di dare una possibilità alla Regina dei draghi. Nel momento in cui Tyrion sta per allontanarsi infatti Sansa lo richiama e rivela al Folletto le vere origini di Jon. Si capisce dalla frase “E se ci fosse qualcun altro? (erede al trono) Qualcuno migliore?”, che sta per dirglielo.

Jon Snow aegon targaryen fireSeguiranno aggiornamenti.

Luca Miglietta