Archivi tag: funerale

Se qualcuno di voi piangerà al mio funerale

Se qualcuno di voi piangerà al mio funerale non vi parlerò mai più

Se qualcuno di voi piangerà al mio funerale non vi parlerò mai più, una frase molto famosa di Stan Laurel

Se qualcuno di voi
piangerà al mio funerale
non vi parlerò mai più

(Stan Laurel)

Se qualcuno di voi piangerà al mio funerale non vi parlerò mai più Stan LaurelSi tratta di una frase che Stan Laurel pronunciò negli ultimi anni della sua vita, quando nonostante avesse numerosi problemi di salute, non perse mai il proprio umorismo con gli amici. Si dice addirittura che in punto di morte abbia detto ironicamente all’infermiera: “Vorrei essere in montagna a sciare” e lei gli avesse chiesto “Le piace sciare, Signor Laurel?”, una domanda a cui lui rispose “No, lo detesto ma sempre meglio che stare qui”.

Son passati 54 anni dal 23 Febbraio del 1965, il giorno in cui ci ha lasciato Stan Laurel uno dei più grandi attori comici di sempre. Stan Laurel, pseudonimo di Arthur Stanley Jefferson, è nato a Ulverston in Inghilterra il 16 giugno 1890. L’attore, considerato uno dei più grandi attori comici di tutti i tempi e grande innovatore è meglio conosciuto al grande pubblico per il ruolo di Stanlio del duo comico Stanlio e Ollio, assieme a Oliver Hardy.

Buster Keaton, uno dei maestri del periodo del cinema muto classico, durante la cerimonia funebre di Stan Laurel aveva detto:

«Chaplin wasn’t the funniest, I wasn’t the funniest, Stan Laurel was the funniest.»

«Chaplin non era il più divertente, io non ero il più divertente, Stan Laurel era il più divertente.»

Stan Laurel passava gran parte della sua giornata sul set e in sede di montaggio, essendo lui un attore, regista e montatore non accreditato dei suoi film. Era uno sceneggiatore di gag impareggiabile, forse il più grande della storia del cinema, quasi tutti gli sketch della coppia Stanlio e Ollio li concepiva e li montava lui. Era il supervisore artistico e motore trainante della coppia. Stan Laurel non  si riprese mai dalla morte dell’amico e compagno di avventure Oliver Hardy morto 1957 e lasciò il cinema e il mondo dello spettacoloper sempre.

L.M.

Jean Reno al funerale di Johnny Hallyday

Jean Reno al funerale di Johnny Hallyday

Jean Reno al funerale di Johnny Hallyday assieme a molte altre personalità francesi e di altri paesi legge Chanson des Escargots qui vont à l’enterrement

Jean Reno al funerale di Johnny Hallyday

Ieri, oltre a Marion Cotillard di cui abbiamo parlato nell’articolo precedente, anche Jean Reno al funerale di Johnny Hallyday

Jean Reno al funerale di Johnny Hallyday. Alla cerimonia tenutasi nella chiesa della Madeleine, dopo che quattro musicisti hanno suonato diversi pezzi di Johnny Hallyday davanti alla sua bara, ha preso la parola l’attore Jean Reno, che ha letto una poesia di Jacques Prévert intitolata Chanson des Escargots qui vont à l’enterrement.

Questo testo è stato scelto dalle figlie del cantante Jade e Joy e dalla loro madrina; racconta la storia di due lumache che vanno alla sepoltura di una foglia morta. Ecco il testo letto da Jean Reno al funerale di Johnny Hallyday:

Chanson des Escargots qui vont à l’enterrement

A l’enterrement d’une feuille morte

Deux escargots s’en vont

Ils ont la coquille noire

Du crêpe autour des cornes

Ils s’en vont dans le soir

Un très beau soir d’automne

Hélas quand ils arrivent

C’est déjà le printemps

Les feuilles qui étaient mortes

Sont toutes réssuscitées

Et les deux escargots

Sont très désappointés

Mais voila le soleil

Le soleil qui leur dit

Prenez prenez la peine

La peine de vous asseoir

Prenez un verre de bière

Si le coeur vous en dit

Prenez si ça vous plaît                                     Jean Reno al funerale di Johnny Hallyday

L’autocar pour Paris                                          Jean Reno al funerale di Johnny Hallyday

Il partira ce soir                                               Jean Reno al funerale di Johnny Hallyday

Vous verrez du pays                                       Jean Reno al funerale di Johnny Hallyday

Mais ne prenez pas le deuil

C’est moi qui vous le dis

Ça noircit le blanc de l’oeil

Et puis ça enlaidit

Les histoires de cercueils

C’est triste et pas joli

Reprenez vos couleurs

Les couleurs de la vie

Alors toutes les bêtes

Les arbres et les plantes

Se mettent à chanter

A chanter à tue-tête

La vrai chanson vivante

La chanson de l’été

Et tout le monde de boire

Tout le monde de trinquer

C’est un très joli soir

Un joli soir d’été

Et les deux escargots

S’en retournent chez eux

Ils s’en vont très émus

Ils s’en vont très heureux

Comme ils ont beaucoup bu

Ils titubent un petit peu

Mais la haut dans le ciel

La lune veille sur eux

Video della lettura della poesia da parte di Jean Reno: Link 1 streaming youtube

Ecco una traduzione della poesia in Italiano:

Canzone delle lumache che vanno al funerale

Al funerale di una foglia morta
Due lumache se ne vanno
Hanno il guscio nero
La fascia nera nelle corna
Se ne vanno nella sera
Un bellissima sera d’autunno
Ahimè quando arrivano
È già primavera
Le foglie che erano morte
Sono tutte resuscitate
E le due lumache
Sono molto deluse
Ma ecco il sole
Il sole che gli dice
Prendete prendete il disturbo
Il disturbo di sedervi
Prendete un boccale di birra                              Jean Reno al funerale di Johnny Hallyday
Se ne avete l’animo                                          Jean Reno al funerale di Johnny Hallyday
Prendete se vi piace
L’autobus per Parigi
Partirà stasera
Girerete il mondo
Ma non prendete il lutto
Sono io che ve lo dico
Annerisce il bianco degli occhi
E poi vi imbruttisce
Le storie dei funerali
Sono tristi e per niente belle
Riprendete i colori
I colori della vita
Allora tutte le bestie
Gli alberi e le piante
Si mettono a cantare
A cantare a squarciagola
La vera canzone viva
La canzone dell’estate
E tutti a bere
Tutti a trincare
È proprio una bella sera
Una bella sera d’estate
E le due lumache
Se ne tornano a casa
Se ne vanno assai commosse
Se ne vanno felicissime
Avendo bevuto tanto
Barcollano un pochino
Ma lassù nel cielo
La luna veglia su loro.‎

Leggi anche: Marion Cotillard al funerale di Johnny Hallyday

L.M.