Donald Trump tra film e serie tv

Donald Trump tra film e serie tv

Donald Trump tra film e serie tv, un personaggio familiare al pubblico del grande e piccolo schermo

Donald Trump tra film e serie tv Donald Trump 2Donald Trump tra film e serie tv, anche questo può averlo aiutato nella corsa alla Casa Bianca

Donald Trump tra film e serie tv. La scorsa notte, quella tra l’8 e il 9 ottobre ha decretato che Donald Trump sarà il quarantacinquesimo presidente degli Stati Uniti. E’ riuscito a sovvertire ogni pronostico che dava come favorita la sua sfidante la democratica Hillary Clinton.

Donald Trump ha dovuto lottare contro il suo stesso partito repubblicano, che, dalle primarie vinte a sorpresa, non gli ha mai dato un vero appoggio, è sempre stato una sorta di outsider la cui vittoria era piuttosto improbabile.

Probabilmente è riuscito a farcela anche grazie al fatto che dagli anni novanta in poi è apparso numerosissime volte in tv e in film e serie tv. Pensate solo al reality show televisivo The Apprentice o al fatto che essendo amico del proprietario della WWE (World Wrestling Entertainment) Vince McMahon partecipò anche a qualche show come ospite.

Ecco l’esperienza di Donald Trump tra film e serie tv:

I fantasmi non possono farlo (Ghosts Can’t Do It), regia di John Derek (1989)
Mamma, ho riperso l’aereo – Mi sono smarrito a New York, regia di Chris Columbus (1992)
Piccole canaglie (1994)
Willy, il principe di Bel-Air – serie TV, episodio 4×25 (1994)
Funny Money – Come fare i soldi senza lavorare (The Associate), regia di Donald Petrie (1996)
La tata – serie TV, episodio 4×04 (1996)
Susan – serie TV, episodio 1×22 (1997)
The Drew Carey show – serie TV, episodio 2×24 (1997)
Celebrity, regia di Woody Allen (1998)
Spin City – serie TV, episodio 2×14 (1998)
Sex and the City – serie TV, episodio 2×08 (1999)
Zoolander, regia di Ben Stiller (2001)
Two Weeks Notice – Due settimane per innamorarsi, regia di Marc Lawrence (2002)

Vince Trump, Ritorno al Futuro 2 ha avuto di nuovo ragione

Vince Trump, Ritorno al Futuro 2 ha avuto di nuovo ragione

Vince Trump le elezioni americane, in Ritorno al Futuro 2 nel 1985 alternativo era diventato uno degli uomini più influenti d’America

Vince Trump, Ritorno al Futuro 2 ha avuto di nuovo ragione Ritorno al futuro parte II streaming di Robert Zemeckis con Michael J. Fox, Christopher Lloyd, Lea Thompson, Thomas F. Wilson, Elisabeth Shue, James Tolkan 29Vince Trump e diventa presidente degli USA, come nel film di Robert Zemeckis il futuro è più fosco

Tutto il mondo stamattina si è svegliato con una previsione inaspettata: vince Trump le presidenziali americane.

Era già palese che Donald Trump fosse stato utilizzato come modello di riferimento per la versione futura di Biff Tannen, nemesi di Marty McFly, ma a confermarlo ci ha pensato un anno fa Bob Gale. Lo sceneggiatore e produttore di Ritorno al Futuro 2 in un’intervista al Daily Beast ha infatti affermato:

ci abbiamo pensato quando abbiamo fatto il film! Se guardate Ritorno al futuro parte II troverete una scena in cui Marty si confronta con Biff nel suo ufficio, in cui vi è un’immagine di Biff alle sue spalle appesa alla parete, e c’è un momento in cui Biff assume la stessa posizione del ritratto.

Vince Trump, Ritorno al Futuro 2 ha avuto di nuovo ragione biff-tannen-portrait-donald-trump-back-to-the-future-2Vi ricordate infatti la scena in cui Marty McFly dice a Biff Tannen “Dobbiamo parlare”, lancia il telecomando della tv nella vasca e nomina l’almanacco sportivo? Biff subito dopo caccia le ragazze dalla vasca, indossa una vestaglia e va con Marty nel suo ufficio. Qui si mette proprio davanti ad un enorme ritratto di se stesso, dietro il quale c’è la cassaforte che contiene il grande almanacco sportivo. In questa scena, Michael J. Fox e Thomas Francis Wilson (che interpreta Biff) discutono, ed il “Trump del 1985” si mette quasi in posa sotto il ritratto in modo da enfatizzare la scena.

Vince Trump, Ritorno al Futuro 2 ha avuto di nuovo ragione Ritorno al futuro parte II streaming di Robert Zemeckis con Michael J. Fox, Christopher Lloyd, Lea Thompson, Thomas F. Wilson, Elisabeth Shue, James Tolkan 020Bob Gale e Robert Zemeckis hanno proprio voluto descrivere un personaggio molto rassomigliante al Donald Trump di trent’anni fa. Biff Tannen a ben vedere come personaggio, prima di diventare ricco grazie alle scommesse vinte per via dell’almanacco sportivo, era megalomane, arrogante, furbo e violento nei gesti. Nonostante tutto era comunque irresistibile per i suoi seguaci, che sono pronti a seguirlo senza pensarci due volte. Personaggio perfetto per essere trasformato in una copia di Donald Trump nel futuro alternativo.

Solo il futuro ci dirà se gli americani con la loro scelta discutibile hanno avuto ragione, non ci resta che augurargli che Donald Trump non trasformi l’America nella Hill Valley del 1985, buia sporca, senza leggi certe ed infestata dai teppisti.

Luca Miglietta

Vince Trump, Ritorno al Futuro 2 ha avuto di nuovo ragione Ritorno al futuro parte II streaming di Robert Zemeckis con Michael J. Fox, Christopher Lloyd, Lea Thompson, Thomas F. Wilson, Elisabeth Shue, James Tolkan 21

Le star che voteranno Donald Trump tra poche ore

Le star che voteranno Donald Trump

Le star che voteranno Donald Trump tra poche ore

Le star che voteranno Donald Trump Le star che voteranno Donald Trump tra poche ore, le abbiamo cercate, non sono tante, perchè la maggior parte sta con la Hillary Clinton

Le star che voteranno Donald Trump. Manca davvero pochissimo, tra poche ore inizieranno le votazioni negli Stati Uniti, al termine delle quali scopriremo il vincitore. Tutto il mondo seguirà con un certo interesse il risultato finale delle elezioni in uno degli stati più influenti e potenti al mondo.

E’ stata senza ombra di dubbio una delle peggiori campagne elettorali della storia americana, fatta di colpi di scena e insulti tra i due candidati. Sono probabilmente due candidati totalmente impresentabili, che potrebbero fare molti danni nel mondo: da un lato abbiamo le politiche xenofobe e razziste di Trump, dall’altro quelle guerrafondaie e imperialiste della Clinton.

Gli USA e di conseguenza anche il mondo avranno solo da perdere qualsiasi sia il risultato di queste elezioni, non ci resta che attendere. Chissà che vincerà tra repubblicani e democratici, anche se molti membri dei due partiti non si riconoscono nei loro candidati.

Ma veniamo a noi, chi voteranno le star americane? La maggior parte dei vip non ha fatto mistero che sceglierà la candidata democratica Hillary Clinton da Beyoncé a Madonna (Farò sesso orale con chi vota Clinton) e George Clooney e tanti altri. Robert De Niro addirittura ha definito Trump in un video “uno stupido, un cane, un maiale, un artista della stronzata, un disastro nazionale”. Tantissimi vip addirittura pur non schierandosi completamente con la Clinton si sono detti completamente contrari alle politiche di Trump.
Pensate infatti al repubblicano di ferro Arnold Schwarzenegger che pur non dichiarando le proprie intenzioni elettorali, ha affermato:

per la prima volta da quando sono diventato cittadino americano nel 1983, non voterò per il candidato repubblicano alla presidenza.

Il cast di Will e Grace addirittura distanza di dieci anni dall’ultima puntata si è riunito. Will, Grace, Karen e Jack si sono ritrovati per discutere sulle loro intenzioni di voto in un video di dieci minuti. Video in aiuto di Hillary Clinton.

Tra i tantissimi Vip abbiamo faticato, ma ne abbiamo trovato qualcuno favorevole al controverso miliardario newyorkese. Partiamo dall’attore repubblicano John Voight che sul suo account Twitter ha così risposto all’attacco di Robert De Niro a Trump:

mi vergogno per il mio collega Bobby DeNiro e la sua invettiva contro Donald Trump. Che parole schifose ha usato contro un candidato presidenziale… che ha lavorato molto più duro di chiunque altro nell’ultimo anno e mezzo per cercare di dare un messaggio giusto al popolo americano. Conosco molti uomini che hanno utilizzato termini sessuali simili nei confronti delle donne soprattutto quando erano più giovani. Le parole di Donald Trump non sono così dannose come l’invettiva di Robert DeNiro. Le parole di Trump non hanno fatto male a nessuno. Potete immaginare un repubblicano dire parole come quello di Robert DeNiro usate contro (Hillary) Clinton o Barack Obama? Darebbero tutti di matto“.

Voterà Trump Clint Eastwood, che si è detto stufo del buonismo e del politicamente corretto:

ci stiamo tutti segretamente stancando del politicamente corretto, quella in cui siamo è una generazione di leccaculo e di fighette. Per questo voto Trump, anche se ha detto un sacco di cose stupide.

Anche Chuck Norris voterà Donald Trump ed ha fatto un appello nel quale invita tutti i repubblicani d’America a votarlo compatto. L’attore che ha interpretato Walker Texas Ranger si è infatti così espresso:

se i repubblicani non si mobiliteranno a favore di Trump, perderemo le elezioni. Questo avrà come conseguenza anche la perdita di numerosi seggi al Congresso e al Senato. I democratici domineranno il Congresso e la presidenza per chissà quanto tempo. Il peggio è che i seggi della Corte suprema andranno a persone vicine a Hillary Clinton. Le loro decisioni nei prossimi dieci anni smantelleranno o distruggeranno quel poco che rimane del nostro paese. Ogni voto che non sarà per Trump, andrà chiaramente a favore di Clinton, la quale spera che il giorno del voto i repubblicani rimarranno a casa o andranno a pescare. Voglio incoraggiare tutti i repubblicani, siano essi pro-establishment, moderati, liberali o conservatori, a unirsi per il bene del paese.

Anche il cantante conservatore Kid Rock è tra le star che voteranno Donald Trump.

Voterò per Trump. Come molta altra gente, sia democratica che repubblicana, sento che avere alla Casa Bianca gente come Hillary Clinton sia un po’ beccarsi sempre la stessa merda. Il mio parere è: lasciate che quell’uomo d’affari governi come se stesse facendo business. E poi la sua campagna elettorale è stata divertente da morire. Diamogli una possibilità.

Kristie Alley, la star di Senti chi parla, da un bel po’ di tempo sparita dai radar del cinema e dei media, ha fatto un pubblico endorsement a Donald Trump perchè diventi presidente via Twitter.

Stephen Badwin ha dichiarato pieno supporto a Donald Trump in un’intervista alla CNN.

Penso che sia fantastico. Lo amo. Penso che sarebbe un grande presidente. Non è un politico, e non gli importa di quello che pensano le persone. E questo è il motivo per cui è in aumento nei sondaggi. Lui dice quello che pensa.

Gary Busey, tra le star che voteranno Donald Trump ha dichiarato a FOX411:

Lo conosco personalmente. Lo conosco professionalmente. E’ un bravo ragazzo. E’ tagliente. Può cambiare il Paese.

Lou Ferrigno, il due volte Mister Universo e interprete della serie tivù della fine degli Anni ’70 The Incredible Hulk, ha espresso tutta la sua stima nei confronti di Trump. Ha infatti dichiarato a TMZ:

Donald è il migliore. E’ un ragazzo fantastico. Spero che vada fino in fondo.

Fran Drescher, diventata famosa negli anni novanta per il ruolo di Fran Fine (Francesca Cacace nell’adattamento italiano), nella sitcom La tata, ha dichiarato:

penso che Trump sia molto divertente, e sta dicendo un sacco di cose che gli altri non hanno davvero il coraggio di dire.

Dalla parte di Donald Trump anche il rapper Sean Combs, in arte Puff Daddy.

L’attore e regista Robert Davi repubblicano di ferro e un praticante cattolico è un grande sostenitore di Trump:

se Ronald Reagan è stato il Gary Cooper della politica, Trump è il John Wayne. Preferisco avere un Presidente che dica le cose come stanno che un ingannatore.

Per rimanere in tema Aissa Wayne, attrice e figlia di John Wayne è dalla parte di Trump:

l’America ha bisogno di aiuto e abbiamo bisogno di un forte leader. Abbiamo bisogno di qualcuno come il signor Trump, con una qualità da leadership, qualcuno con coraggio, qualcuno forte come John Wayne.

A differenza delle star della musica e di Hollywood a maggioranza dalla parte della Clinton, sono molti gli sportivi schierati con Trump, tra loro Tom Brady, leggendario quarterback dei New England Patriots di Boston, capace di giocare sei Superbowl, vincerne quattro ed essere eletto migliore in campo in tre. Sono suoi sostenitori anche il golfista John Daly, Dennis Rodman, Latrell Sprewell e l’ex wrestler ed attore Hulk Hogan, che si è espresso così:

sul ring non voglio nessun altro. Voglio solo Trump.

Infine tra gli sportivi è un grande sostenitore di Donald Trump l’ex campione del mondo di boxe Mike Tyson:

dovrebbe essere il prossimo Presidente degli Stati Uniti. Cerchiamo qualcosa di nuovo. Guidiamo l’America come un’azienda in cui non importino i colori. Chiunque può fare il suo lavoro.

Spunta un vecchio film porno con Donald Trump

Spunta un vecchio film porno con Donald Trump

Spunta un vecchio film porno con Donald Trump a scovarlo il sito di notizie Buzzfeed

Spunta un vecchio film porno con Donald Trump, lo danneggerà nella corsa alla Casa Bianca?

Spunta un vecchio film porno con Donald Trump 2Spunta un vecchio film porno con Donald Trump. Mentre negli Stati Uniti si sta facendo sempre più accesa la campagna elettorale  Buzzfeed ha scoperto che nel 2000 Donald Trump aveva partecipato ad un porno-soft di Playboy.

Il film in questione si intitola Playboy Video Centerfold e racconta le avventure di Carol e Darlene, che visitano città molte città tra bagni caldi e serate in nightclub. Durante il loro viaggio di scoperta sessuale si imbattono nel miliardario newyorchese che, per festeggiare, stappa una bottiglia di champagne e lo versa su una coniglietta di Playboy. Un film hard pieno di conigliette poco vestite, anche se il miliardario appare vestito di tutto punto e si limita al gesto di stappare la bottiglia. Questo rischia di far perdere qualche voto nell’America devota e bigotta, che potrebbe non premiarlo alle urne. La cosa non potrebbe piacere ad esempio agli evangelici, che hanno un grosso peso elettorale. Intanto su Twitter, come riportano negli USA, c’è già chi ha scritto “cosa penserà Gesù di tutto questo?”

Donald Trump era già apparso in passato in varie pubblicità, tra le quali quella di Pizza Hut e quella degli Oreo, ed aveva fatto una serie di camei in Willy il principe di Bel-Air, la famosa serie con protagonista Will Smith e in Mamma ho riperso l’aereo.

Come riporta The Huffington Post, il sito di notizie Buzzfeed ha fatto sapere di aver scovato il video di Playboy da un rivenditore specializzato di base a Buffalo, nello Stato di New York, ma che opera esclusivamente online.

Scena tratta dal film soft-porno Playboy Video Centerfold

Scena tratta dal film soft-porno Playboy Video Centerfold