De Niro propone Al Pacino presidente degli USA

De Niro propone Al Pacino presidente degli USA

De Niro propone Al Pacino presidente degli USA e Donald Trump in carcere, durante la cerimonia de l’American Icon Award. L’attore non perde di nuovo occasione per attaccare il presidente USA, di nuovo sulla bocca di tutti in questi giorni per il bando Huawei

De Niro propone Al Pacino presidente degli USARobert De Niro propone Al Pacino presidente degli USA durante l’American Icon Award, una manifestazione che premia le personalità più importanti degli Stati Uniti. Quest’anno tra i vincitori c’è il suo grande amico ed attore Al Pacino. L’attore italo-americano è stato premiato da Robert De Niro, che nonostante il clima di festa non ha perso l’occasione di attaccare ancora una volta Donald Trump.

Non bisogna essere meravigliati perchè Robert De Niro è ormai molto tempo che attacca il presidente USA, questa volta ha esordito il suo discorso con: “non pensavate davvero di cavarvela senza un sano e sincero ‘vaffanculo a Trump’” a cui son seguiti applausi e sonori fischi. Robert De Niro ha poi proseguito indicando una personalità che potrebbe sostituire Donald Trump come presidente americano:

il mio compatriota e amico di una vita Al Pacino non guida l’America, ma forse dovrebbe farlo lui al posto di Trump. Si è guadagnato il nostro rispetto e la nostra ammirazione e merita questo tributo. D’altra parte, l’individuo che attualmente pretende di guidare questo paese non è degno di alcun tributo, a meno che non si pensi al suo impeachment e alla sua reclusione come una sorta di omaggio. Ed è solo così che potrebbe rendere di nuovo grande l’America.

De Niro propone Al Pacino presidente degli USA 2Robert De Niro conclude il suo discorso facendo un gioco di parole con il celebre motto repubblicano che recita ‘make America great again‘. L’attore aveva attaccato duramente il presidente USA già nel 2016:

è così stupido. E’ un cane, un maiale. Un artista della stronzata, un disastro nazionale. Mi fa arrabbiare il fatto che questo Paese sia arrivato al punto di consentire a quest’idiota di arrivare sin qui. Dice che prenderebbe la gente a pugni in faccia. A me piacerebbe prenderlo a pugni. E questo genere di persona che vogliamo presidente? Penso di no.

Non si tratta degli unici attacchi di Robert De Niro a Donald Trump, perchè negli ultimi anni vi sono state moltissime critiche dell’attore al presidente usa. L’attore italo-americano si è spesso lanciato in dichiarazioni anche abbastanza forti

Lo scorso ottobre aveva vietato l’ingresso al presidente americano in tutti i locali nipponici Nobu, di cui la star di Hollywood è co-fondatore dichiarando: “Non ti voglio nei miei ristoranti, saresti cacciato”.

De Niro propone Al Pacino presidente degli USA 3Robert De Niro si è scontrato contro Donald Trump anche ad aprile 2019, questa volta descrivendolo come “aspirante ganster”, intervistato da Stephen Colbert al The Late Show, dove era stato invitato per parlare del suo nuovo film intitolato “The Irishman” diretto Martin Scorsese. Nel film che uscirà in autunno interpreterà il sicario Frank Sheeran, detto l’irlandese, che lavorava come killer per la mafia e così ha approfittato per attaccare Donald Trump:

alla gente piace il genere fuorilegge, peccato che ora abbiamo un aspirante gangster alla Casa Bianca. Anche i gangster hanno una morale e hanno un’etica. Hanno un codice e sai che quando dai a qualcuno la tua parola è la tua parola, perché tutto ciò che hai è la tua parola. Questo ragazzo non sa nemmeno cosa significhi.

In questi giorni si parla di nuovo moltissimo degli Stati uniti di Donald Trump a causa del bando verso Huawei, che ha inserito il colosso cinese nella “entity list”, la lista nera che vieta alle aziende statunitense di rifornirlo. La decisione ha spinto Google a decapitare gli smartphone Huawei, privandola delle licenze Android, il sistema operativo di cui si serve la multinazionale cinese per far funzionare i propri telefoni. Huawei che lancerà secondo i rumors il suo nuovo sistema operativo in autunno.

L.M.

Isaac Kappy morto suicida

Isaac Kappy morto suicida

Isaac Kappy morto suicida, attore diventato famoso grazie al film Thor ed alla popolarissima serie tv Breaking Bad

Isaac Kappy morto suicidaIsaac Kappy morto suicida a 42 anni, lanciandosi sulla Statale 40 da un ponte della Transwestern Road in Arizona. L’attore, noto per i suoi ruoli in film come Terminator Salvation e Thor e nelle serie tv di successo Breaking Bad e The Night Shift, è poi addirittura stato travolto da un pick up che transitava sulla strada sottostante.

L’attore, nato ad Albuquerque nel 1977 era divenuto popolare non solo per le sue interpretazioni sul piccolo e grande schermo, ma anche per essere un seguace delle teorie complottiste del QAnon. Secondo questa teoria esisterebbe un “deep state” negli Stati Uniti, uno stato ombra del quale fanno parte i poteri forti (servizi segreti, polizia federale ed esercito) che starebbero cospirando contro l’attuale presidente americano Donald Trump.

La teoria complottista del QAnon era nata in rete alla fine ottobre 2017, quando un utente della sezione di 4chan dedicata alla politica (/pol), che si era firmato come “Q Clearance Patriot” aveva iniziato a lasciare messaggi in un thread dal titolo “Calm before the Storm” (La calma prima della tempesta). Insomma una di quelle mille teorie complottiste assurde che nascono in rete periodicamente.

Una vita piuttosto travagliata quella dell’attore americano, negli ultimi tempi lontano dalla macchina da presa

Isaac Kappy convinto seguace dell’assurda teoria del QAnon aveva accusato e denunciato per pedofilia diversi vip e star di Hollywood, come Steven Spielberg, Tom Hanks e Seth Green.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Beware the man that has nothing to lose, for he has nothing to protect.

Un post condiviso da Isaac Kappy (@isaackappy) in data:

Nel 2017 era stato accusato di aver aggredito ad una festa Paris Jackson, la figlia di Michael Jackson: la ragazza aveva detto che l’attore aveva tentato di strangolarla ma lui negò sempre l’accusa. I suoi profili Facebook e Twitter erano stati bannati proprio a causa delle sue opinioni controverse, ma è stato lui stesso a cancellare tutti i post del suo account Instagram superstite proprio un paio di giorni prima di suicidarsi.

Nell’ultimo suo messaggio di domenica scorsa Isaac Kappy ha ammesso di aver fatto uso di droghe e alcol in passato, di aver usato persone per soldi e di avere numerosi debiti e insolvenze fiscali tra gioco d’azzardo e tasse non pagate. Emblematico è l’ultimo passaggio del suo post: “Attenti all’uomo che non ha nulla da perdere, perché non ha nulla da proteggere”. Un messaggio d’addio insomma.

L.M.

Game of Thrones 8×05 predetto dai Simpson?

Game of Thrones 8×05 predetto dai Simpson?

Game of Thrones 8×05 predetto dai Simpson? Si può affermare che, alle tante previsioni azzeccate dalla serie animata, si aggiunge anche l’aver descritto in parte cosa sarebbe successo due anni dopo nella battaglia di Approdo del Re?

Game of Thrones 8×05 predetto dai Simpson? I Simpson 29X01 I Servson (The Serfsons) Game of ThronesGame of Thrones 8×05 predetto dai Simpson, dopo tante anticipazioni del futuro azzeccate dalla famosa serie animata ideata da Matt Groening? Se vi ricordate alcune delle tante predizioni azzeccate dagli uomini gialli di Springfield sono state: Il 45esimo presidente degli Stati Uniti Donald Trump, lo scandalo della carne di cavallo, la Disney che compra la 20th Century Fox,  lo smartphone e il primo Doctor Who donna.

Nella puntata Game of Thrones 8×05 intitolata Le campane (The Bells), Daenerys infuriata e in cerca di vendetta compie una strage fra la popolazione di Approdo del re e devasta la città con il fuoco distruttore di Drogon. Questo attacco era stato previsto nel primo episodio della 29esima stagione de I Simpson, andato in onda nell’ottobre 2017 intitolato I Servson (The Serfsons); la famiglia vive in un’epoca medievaleggiante chiaramente ispirata a Game of Thrones. Nella puntata della serie animata prima il drago brucia la gente sulle mura poi mette a ferro e fuoco il villaggio, quasi come fa la madre dei draghi ad Approdo del re.

Game of Thrones 8×05 predetto dai Simpson? I Simpson 29X01 I Servson (The Serfsons) Game of Thrones 2Un episodio pieno di riferimenti alla serie tv HBO: la testa di Ned Flanders fa la stessa fine di quella di Ned Stark, appare in un cameo Nikolaj Coster-Waldau, l’attore che interpreta Jaime Lannister, appare George R. R. Martin, oltre che un personaggio come il Re della notte e un incesto tra Marge Simpson e la sua ipotetica sorella gemella (come Jaime e Cersei).

Quella dei Simpson è davvero una predizione o è ciò che hanno voluto vedere i fan? accade tutto allo stesso modo di Game of Thrones 8×05, che avete visto domenica scorsa?

Bisogna dire che comunque c’era da aspettarsi un attacco di Daenerys ad Approdo del re come aveva fatto con gli schiavisti di Meereen. Questa volta appare una predizione meno precisa delle precedenti dei Simpson perchè comunque il drago colpisce più il villaggio che la città fortificata. Sembra più che i fan abbiano voluto vedere una predizione a tutti i costi, anche se comunque il drago sputa fuoco sulle case creando una linea di distruzione infuocata a terra simile a quella di Game of Thrones 8×05. Ecco la foto della sequenza.

Game of Thrones 8×05 predetto dai Simpson? I Simpson 29X01 I Servson (The Serfsons) Game of Thrones 3Su Reddit per completezza si crede anche che i Simpson abbiano anticipato di due anni anche un’altra scena: Bart Simpson scruta il cielo insieme a tanti piccoli nani come Euron Greyjoy impaurito in Game of Thrones 8×05. Tanti si chiedono cosa accadrà nell’ultima puntata, in rete si trovano moltissimi leak e spoiler, i fan stanno cercando informazioni ovunque, mi spiace però dovervi informare che non ci sono altre puntate dei Simpson che anticipano anche la sesta puntata di Game of Thrones.

Luca Miglietta

Christian Bale descrive Trump come un clown

Christian Bale descrive Trump come un clown

Christian Bale descrive Trump come un clown durante il tour promozionale di Vice

Christian Bale descrive Trump come un clown vice streamingChristian Bale descrive Trump come un clown. L’attore gallese Christian Bale, che attualmente si trova nel tour promozionale del suo nuovo film Vice, ha descritto il presidente americano Donald Trump come “una specie di pagliaccio”. Ma i pagliacci, come Bale ricorda senza dubbio per via dei suoi trascorsi con The Joker, possono fare molti danni.

Vice è una commedia politica sulla presidenza di George W. Bush, e Bale interpreta il vicepresidente Dick Cheney. Questo ruolo lo ha reso uno dei favoriti agli Oscar 2019 come miglior attore nel prossimo mese di febbraio.

È un’altra delle notevoli trasformazioni fisiche di Bale: era magrissimo in L’uomo senza sonno (The Machinist), muscoloso ed imponente nella trilogia di Batman di Christopher Nolan, e si è trasformato in un flaccido uomo di mezz’età per intepretare Cheney in Vice.

Bale essendo gallese ha dovuto studiare in maniera approfondita la politica americana per poter interpretare la parte di un politico così importante in Vice ed ha concluso che Trump non sa cosa vuol dire governare.

Christian Bale descrive Trump come un clown Vice - L'uomo nell'ombra streamingChristian Bale descrive Trump come un clown e fa un parallelismo storico con il personaggio di Dick Cheney che interpreta

Christian Bale descrive Dick Cheney come silenzioso, riservato e molto più capace del “rumoroso e borioso” Trump. Ha anche parlato dei rapporti di Donald Trump con altri personaggi politici come il presidente russo Vladimir Putin. Bale passa molto del suo tempo negli Stati Uniti per lavoro e ha detto di aver notato come la presidenza Trump ha cambiato la dinamica della nazione legittimando pregiudizi e intolleranza a un livello senza precedenti .

Fa anche un parallelo tra la leadership di Donald Trump e quella di Cheney durante la presidenza Bush e il modo in cui entrambi hanno minato il sogno utopico su cui sono stati fondati gli Stati Uniti. Continua poi dicendo che poichè Cheney era un politico incommensurabilmente più capace rappresentava una minaccia più grande per quegli ideali.

Cheney è ritratto nel film come il più potente vicepresidente nella storia degli Stati Uniti, la cui influenza nella Guerra al Terrore dopo gli attacchi dell’11 settembre 2001 a New York ha avuto conseguenze disastrose per i soldati americani, i civili iracheni e il mondo in generale. Insomma una figura molto discutibile e pericolosa è stato per la nazione il vicepresidente secondo l’attore.

Christian Bale descrive Trump come un clown vice streaming 2Il primo film che lo ha reso famoso negli Stati Uniti è stata sicuramente la sua agghiacciante interpretazione del serial killer di Wall Street Patrick Bateman nell’adattamento del 2000 di American Psycho di Brett Easton Ellis. Questo film gli ha cambiato la carriera ed ancora oggi racconta col sorriso che aveva fatto interviste promozionali per la pellicola convincendo il pubblico statunitense che era americano come loro.

Vice – L’uomo nell’ombra (Vice) è un film del 2018 scritto e diretto da Adam McKay con protagonisti Christian Bale, Amy Adams, Steve Carell e Sam Rockwell. La pellicola, inizialmente programmata per il 14 dicembre 2018, è uscita nelle sale cinematografiche statunitensi a partire dal 25 dicembre 2018, in quelle italiane dal 3 gennaio 2019. Il budget della pellicola è stato di 40 milioni di dollari.

Vice – L’uomo nell’ombra trailer in italiano: streaming youtube 1

Vice – L’uomo nell’ombra trailer in lingua originale: streaming youtube 2

L.M.

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghi

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghi

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghi tratti dalla della popolare serie animata ideata da Matt Groening e prodotta da James L. Brooks

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 1, Papà-zzo da legare

Citazioni:

Io non sono un dentista. (Frase alla lavagna)

Oh… Questo è il più bel regalo che abbia mai ricevuto, grazie Babi, grazie Michael! (Lisa Simpson)

(Parlando con voce profonda) Questa è la mia vera voce. Mi chiamo Leon Kompowsky sono un muratore di Patterson, New Jersey. È tutta la vita che sono arrabbiato. Poi un giorno comincio (con la voce di Michael Jackson) a parlare così. (di nuovo con voce profonda) Di colpo tutti mi sorridono e faccio felice la gente di questo pianeta. Perciò continuo a farlo. Morale della favola: chi di noi è veramente pazzo? (Leon Kompowsky/Michael Jackson)

Dialoghi:

  • Homer: Chi s’è fregato la mia camicia?
    Marge: L’ho lavata.
    Homer: Oh, grazie Marge. Ah! Rosa! Marge non posso indossare una camicia rosa al lavoro, tutti indossano camicie bianche. Non sono abbastanza popolare per essere diverso!
    Marge: Al lavoro nessuno farà caso alla tua camicia rosa.
    (Successivamente alla centrale nucleare)
    Burns: Un momento… torna indietro. Zoommata… Perché quell’uomo indossa una camicia rosa?!
    Smithers: È Homer Simpson, signore. Uno dei suoi lumaconi del settore 7G.
    Burns: Simpson, eh? Dal suo abbigliamento sgargiante dev’essere una specie di anarchico con libero pensiero incorporato!
    Smithers: Chiamo la sorveglianza, signore.
    Burns: Eccellente. Questi monitor a colori si sono già strapagati.
  • Leon Kompowsky/Michael Jackson: Sembri un gran simpaticone. Perché ti hanno messo qui dentro?
    Homer: Perché indossavo una camicia rosa.
    Leon Kompowsky/Michael Jackson: Capisco. Anche a me mi vedono pazzo per come mi vesto.
    Homer: Cosa ti metti?
    Leon Kompowsky/Michael Jackson: Un piccolo bianco guanto coperto di strass.
    Homer: Questo è pazzo davvero!
  • Leon Kompowsky/Michael Jackson: Lui lo chiamano “Il Capo”. Si trova qui dal 1968. Non dice una parola, non muove un muscolo.
    Homer: Ciao, Capo!
    Il Capo: Augh.
    Psichiatri: Incredibile! Ha parlato!
    Il Capo: Era ora che qualcuno mi rivolgesse una parola.
  • Psichiatra: Cara signora Simpson, mi dispiace, ma suo marito soffre di un complesso di persecuzione, grossa paranoia e di ostilità vescicale.
    Marge: Se gli parlasse cinque minuti senza menzionare Bart si renderebbe conto di quanto è sano di mente.
    Psichiatra: Vuol dire che esiste davvero un Bart?! Oh, Dio! Esiste un Bart!
  • Psichiatra: Dopo aver parlato con sua moglie riteniamo che lei non rappresenta una minaccia per se stesso né per gli altri.
    Homer: È la cosa più lusinghiera che qualcuno mi abbia mai detto. Posso averlo per iscritto, per favore?
    Psichiatra: Certamente.
  • Bart: Non posso scrivere una canzone, ho solo dieci anni.
    Leon Kompowsky/Michael Jackson: Solo dieci anni? Alla tua età avevo già sei dischi gold!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 2, Il Signor Lisa va a Washington

Uno sputo non è libertà d’espressione. (Frase alla lavagna)

Marge, le vignette non hanno alcun significato profondo. Sono solo stupidi disegni per una risata di spiccioli. (Homer Simpson)

“Perciò brucia la bandiera se devi, ma prima di farlo è meglio che bruci anche altre cose, è meglio che bruci la tua camicia e anche i tuoi pantaloni! Assicurati di bruciare il tuo televisore e anche la tua auto! Ah sì, e non ti dimenticare di bruciare la tua casa, perché nessuna di queste cose può esistere senza sei strisce bianche, sette strisce rosse e un gran mucchio di stelle, sì!” (Nelson Muntz , leggendo il proprio tema patriottico)

“Ricetta per un paese libero: mescolare una tazza di libertà con tre cucchiaini di giustizia, aggiungere un elettorato edotto e impastare bene con il potere del veto.[…] Mescolare due tazze di democrazia, spruzzare liberamente con diritti civili.” (Una bambina)

“Quando l’America nacque in quel caldo giorno di luglio del ’76, i teneri alberi della foresta di Springfield vibravano tendendo verso il sole. E proprio come loro furono nutriti da Madre Natura, così anche la nostra giovane nazione trovò la forza nelle semplici idee di eguaglianza e giustizia. Chi l’avrebbe mai detto che queste querce maestose e una così potente nazione sarebbero nate da una cosa così fragile e così pura?” (Lisa)

Chi l’avrebbe detto che leggere e scrivere avrebbe reso tanto? (Homer)

Signori, noi stampiamo oltre diciotto milioni di banconote al giorno. Oh, e nel caso ve lo steste chiedendo… no, non diamo campioni gratuiti. (Guida)

Deputato, questa è la foresta nazionale di Springfield. Ora, quello che vogliamo fare è raderla al suolo. Secondo la nostra interpretazione artistica essa è stracarica di vegetazione secolare che sta lì ad invecchiare e marcire, arriva la nostra compagnia di taglio e spazza via tutto quel groviglio. Fa parte del ciclo della natura! (Jerry il lobbista)

La città di Washington fu costruita su una palude stagnante circa duecento anni fa e quasi nulla è cambiato. Puzzava allora e puzza ancora adesso! Solo che oggi è il fetido odore della corruzione che stagna nell’aria! […] E chi ho visto io accettare una tangente? Niente popò di meno che l’onorevole Bob Arnold! Ma non si preoccupi deputato, sono certa che lei potrà comprarsi tutti i voti necessari con i suoi sporchi soldi. E questa sarà una nazione fedele al dollaro con libertà e giustizia per nessuno.” (Lisa)

Non mi veniva in mente un modo migliore per dire che l’America fa schifo! (Lisa)

Voglio parlarvi di Lisa S. | la bimba che parla per il nostro interes. | Scopre un ladro e gliela fa pagare | in poco tempo senza aspettare. | Sembra un’accusa stramba ma Lisa è in gamba. (Pianista)

Dialoghi:

  • Lenny: Non vuoi mangiare? Ma che ti è successo, ti si è chiusa la voragine allo stomaco?!
    Homer: Ehi! Tolstoji disse nel Notabili citabili: “mi dia istruzioni, signore, e si tenga il suo pane nero”!
  • Burns: Chi è quel topo di biblioteca?
    Smithers: Homer Simpson, signore.
    Burns: Simpson, eh? È davvero strano la scheda dice che per quel lavoro occorre essere analfabeti.
  • Signorina: Ecco dei distintivi speciali VIP. Vi permetteranno di accedere in posti vietati agli altri comuni turisti.
    Homer: Signorina, la “i” per cosa sta?
    Signorina: “Important”.
    Homer: Uh! E la “v”?
    Signorina: “Very”.
    Homer: Signorina, ancora una domanda…
    Signorina: “Person”.
    Homer: Ah. E per cosa ha detto che stava la “i”?
  • Lisa: Venite al monumento alla memoria di Winifred Beecher Howe?
    Homer: Chi sarebbe?
    Lisa: Ha fatto una delle prime crociate per i diritti delle donne, la ribellione dello spazzolone del 1910 e fu effigiata su una moneta molto impopolare da 67 centesimi.
  • Lisa: Signor Jefferson, mi chiamo Lisa Simpson e ho un problema.
    Statua di Thomas Jefferson: Conosco il tuo problema. Il monumento alla memoria di Lincoln era troppo affollato.
    Lisa: Scusi signore, è solo che…
    Statua di Thomas Jefferson: Nessuno si rivolge mai a me. E non li biasimo. Io non ho mai fatto nulla di importante… Soltanto la dichiarazione d’indipendenza, l’acquisizione della Louisiana e il reggicalze!
    Lisa: Forse è meglio che vada, l’ho beccata in un brutto momento…
    Thomas Jefferson: Aspetta! Ti prego non andare, mi sento tanto solo…

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 3, Quando Flanders fallì

A nessuno piacciono le pacche sulle scottature. (Frase alla lavagna)

Sto per aprire un negozio unico nel suo genere: per mancini! Ci sarà tutto, dallo sbuccia mele alla cetra tirolese per mancini. Lo chiamerò il Sinistrorium! (Ned Flanders)

Son botte, son botte, son botte-botte-botte! | Questa è comicità! (Sigla di Grattachecca e Fichetto)

Marge, la tv ci da così tanto e chiede così poco… è la migliore amica dei ragazzi! (Homer)

Bart, non usare il tocco della morte con tua sorella! (Marge Simpson)

È strano come a volte due torti formino una ragione. (Lisa)

Homer, le villette a schiera a basso costo ci hanno resi vicini di casa. Ma tu ci hai resi amici. (Ned Flanders)

Dialoghi:

  • Marge: Bart, ma quante ore al giorno guardi la televisione?
    Bart: Sei. Sette se c’è qualcosa di decente.
  • Akira: Benvenuti. Io sono Akira, la vostra guida sul sentiero del vero karate. E questa è la nostra mappa: L’arte della guerra di Sūnzǐ. Ci insegnerà la nostra lezione più importante: impariamo il karate in modo da non doverlo mai usare.
    Bart: Ehm, mi scusi signore, io so già come non colpire un tizio. Adesso possiamo tirare fuori i nunchaku?
    Akira: Ahahah, l’impetuosità della gioventù. Per ora, leggiamo.
    Bart: Akira, buon uomo, quando romperemo i blocchi di ghiaccio con la testa?
    Akira: Prima riempi la tua testa di saggezza, poi con essa colpisci il ghiaccio.
    Bart: Ehi, sensei, posso andare al cesso?
    Akira: Se tu credi che puoi, puoi.
    Bart: Pagare per leggere i libri… pft! Al diavolo ‘sta robaccia!
  • Homer: De-hi-hi-ho! Ti dico, il negozio di Flanders era deserto. Allora, cosa pensi del tuo magnificissimo amico, Marge?
    Lisa: Papà, sai cos’è schadenfreude?
    Homer: No, non lo so cos’è schadenfross… Ti prego di dirmelo perché muoio dalla voglia di saperlo.
    Lisa: È un termine tedesco per “gioia infame”, provare piacere per le sofferenze altrui.
    Homer: Oh, andiamo, Lisa. Sono solo contento di vederlo cadere con il culo per terra! Di solito lui è sempre così tutto felice e tranquillo, e circondato dai suoi cari, e mi fa sentire… ehm, qual è l’opposto di quella tua cosa… “gioia infame”?
    Lisa: Acredine.
    Homer: Mitico, quei tedeschi hanno una parola per ogni cosa!
  • Ned: Homer, sono rovinato.
    Homer: Lo so…
    Ned: Sai, in momenti come questi mi rifugiavo nella Bibbia e lì trovavo conforto. Ma anche il buon libro non può aiutarmi adesso…
    Homer: Perché no?
    Ned: L’ho venduto a te per sette centesimi!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 4, Bart l’assassino

Esplosivi e scuola non vanno d’accordo. (Frase alla lavagna)

[Al Piccolo Aiutante di Babbo Natale] Hai mangiato i miei compiti! Non sapevo che i cani lo facessero veramente… (Bart Simpson)

Benvenuti alla fabbrica di cioccolato. Io sono Troy McLure. Probabilmente vi ricorderete di me nei film come La vendetta di Abe Lincoln e Il carro più svitato del West. La storia del cioccolato ebbe inizio con gli antichi atzechi. A quei tempi invece di essere impacchettato in confezioni igieniche, il cioccolato era avvolto da una foglia di tabacco. E invece di essere cioccolato puro come quello che abbiamo oggi, era misto a tabacco sfilacciato. E non lo mangiavano, lo fumavano! (Troy McLure)

Per favore ragazzi, giocate igienicamente! (Cioccolatiere)

Io non corromperò il direttore Skinner. (Frase alla lavagna, durante l’episodio)

Viviamo in un paese talmente isterico riguardo al crimine che un bambino di 10 anni può essere processato come un adulto. (Montgomery Burns )

Dialoghi:

  • Tony Ciccione: Ehi, da dove sbuca il ragazzino?
    Bart: Giù le mani dalla merce!
    Legs: Ma sentilo, il ragazzo è tosto!
    Louie: C’ha fegato!
    Tony Ciccione: Chissà se è anche fortunato! Scegli un cavallo, ragazzo. Shelbyville Downs, terza corsa, che sia quello buono.
    Bart: Ciucciati il calzino!
    Tony Ciccione: “Ciucciati il calzino”… Ok, vediamo… Ehi, aspetta un momento, piccola canaglia! “Ciucciati il calzino” è nella quinta corsa! Ho detto la terza corsa!
    Bart: Non farti infartare!
    Tony Ciccione: Uhm, “Non farti infartare” nella terza, punta doppio! [a Bart] E mentre aspettiamo di vedere quanto sei fortunato ti faccio fare un giro. Vedi, questo è il nostro bar, e da quella parte c’è la nostra slot machine e i tavoli da gioco.
    Bart: Che ficata!
    Mafioso: Ehi, capo, ecco la chiamata per la terza corsa!
    Radiocronista: Mentre escono dalla curva “Fagioli Farciti” ad un’incollatura da “Yabba-Dabba Do”, due lunghezze dietro a “Che puzzone che sono” e a “Via col ventre”. “Ombre rozze” è in coda, ma ecco che arriva “Non farti infartare” sul lato esterno e giunge solo al traguardo “Non farti infartare”!
    Tony Ciccione: Ehi, mi piace questo ragazzo! Non posso credere che stavamo per farlo fuori! Sai miscelare i drink?
  • Bart: Ehm… volevo dire… siete delinquenti voi?
    Tony Ciccione: Bart… è una colpa rubare un tozzo di pane per sfamare la tua famiglia?
    Bart: No!
    Tony Ciccione: Allora supponiamo che hai una famiglia affamata molto numerosa. È una colpa rubare un carico di pane per sfamarla?
    Bart: Eh-eh.
    Tony Ciccione: E se alla tua famiglia non piace il pane, ma piacciono le sigarette?
    Bart: Be’, direi che va bene.
    Tony Ciccione: Ora… se invece di regalarle tu le vendessi a un prezzo che fosse praticamente come regalato, sarebbe questo un crimine, Bart?
    Bart: Cacchio, no!
  • Marge: So che è un bene per un ragazzo avere un lavoretto part-time, ma non sono tanto sicura della gente per la quale lavora Bart. Temo siano dei criminali.
    Homer: Un lavoro è un lavoro! Voglio dire, prendi me. Se la mia centrale inquina l’acqua e avvelena la città, secondo la tua logica, questo farebbe di me un criminale, scusa!
  • Edna Caprapall: Andava pazzo per le esercitazioni antincendio!
    Willie: Cerchi di controllarsi pulzella, per i pargoletti!
  • Tony Ciccione: Sei in anticipo di otto ore sul lavoro, ragazzo!
    Bart: Avete ucciso il mio direttore?
    Tony Ciccione: Ehm, il cinese coi baffi?
    Bart: No! Il mio direttore!
    Legs: Chi? Quello Skinner? No, non l’abbiamo ucciso.
    Winchester: Che nessuno si muova! Siete tutti in arresto per l’omicidio di Seymour Skinner!
    Tony Ciccione: E che è n’omicidio?
    Winchester: Non fare il fricchettone con me, eh! Ammanettateli, ‘uagliò!
  • Tony Ciccione: Non sono stato io a ordinare l’uccisione di Skinner!
    Avvocato dai capelli blu: Lei non è il capo di questa banda?
    Tony Ciccione: No, io faccio solo una capatina al Club di tanto in tanto per leggere il giornale in omaggio.
    Avvocato dai capelli blu: Allora, chi è il perno? Il capo di tutti i capi? Ci dica chi è per favore!
    Tony Ciccione: È quel tizio lì!
    Bart: Ehi!
    Tony Ciccione: Perdonatemi, Don Bartolomeo!
    Louie: Abbiamo tentato di frenare il ragazzo, ma non c’è stato verso! Era come impazzito!
    Legs: Prostituzione, prestito, strozzo, pizzo… al ragazzo ci piaceva intingere il becco in tutte cose!
    Lionel Hutz: Signor Simpson, lei è il padre del ragazzo da dieci anni, crede veramente che lui possa essere il capo di una banda criminale omicida?
    Homer: Be’… non proprio il capo, insomma…Ah! È vero! Tutto vero! Tutti i pezzi combaciano!
    Giudice Snyder: Alla luce delle testimonianze incriminanti rese dai tuoi amici pentiti, dal tuo papà, dai tuoi maestri e dalla sconfinata sfilza di babysitter emotivamente sconvolte, questa corte non ha altra scelta che…
    Skinner: Fermi!
    Marge: Direttore Skinner!
    Homer: Credevo fosse morto!
  • Tony Ciccione: Senti, so che ti abbiamo deluso ma io e i miei ragazzi siamo ancora convinti che puoi avere un brillante futuro nel campo del racket e dell’estorsione!
    Bart: Niente da fare Tony Ciccione, credevo che il vostro gioco fosse una ficata ma ora ho imparato che il crimine non paga!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 5, Homer definito

Non farò stridere il gesso. (Frase alla lavagna)

Quando ti va di parlare con me chiamami al telefono e dimmi di accendere il mio walkie-talkie! (Bart)

Ciao, terrestri! Non imparate niente che io non imparerei! (Otto Disc)

Mmm… viola… (Homer)

E chi l’avrebbe mai detto che un reattore nucleare sarebbe stato così complicato! (Homer)

O Signore, se risparmi questa città dal diventare un buco fumante nella terra proverò ad essere una cristiana migliore. Non so ancora in che modo. Mh… la prossima volta che ci sarà una raccolta di viveri, darò ai poveri qualcosa che a loro piaccia davvero invece dei soliti fagioli in conserva. (Marge)

Un reattore nucleare è molto simile a una donna. Basta solo leggere il manuale e premere il bottone giusto. (Homer)

Un modello esemplare nella mia stessa famiglia, che comodità! (Lisa)

Bart, non dare da mangiare gli alberghi a tua sorella! (Marge)

Homer \sostantivo\ 1. Idiota americano. 2. Homerata (fare una) — avere successo nonostante l’idiozia. Nostro padre. Ora appartiene a tutte le ere a venire. (Lisa, chiudendo il dizionario)

Dialoghi:

  • Smithers: Grazie a Dio è lunedì, signore.
    Burns: Tu cosa hai fatto questo weekend?
    Smithers: Be’, mi sono avvantaggiato con il bucato, ho scritto una lettera a mammina e poi ho portato a tosare Ercole.
    Burns: Chi diavolo è Ercole?
    Smithers: È il mio Yorkshire, signore. È piuttosto minutino, perciò, sa… è una battuta. Ecco una foto di Ercolino.
    Burns: Oh, tu si come sai darti alla pazza gioia.
  • Burns: Di’ pure che sono all’antica, ma i film di una volta erano più sexy quando gli attori rimanevano vestiti. Jean Harlow riusciva ad eccitarmi di più inarcando ad arte un sopracciglio anziché…
    Allarme: Attenzione, problema nel settore 7G!
    Burns: 7G? Chi è l’addetto alla sorveglianza lì?
    Smithers: Homer Simpson, signore.
    Burns: Simpson? È un uomo in gamba, intelligente?
    Smithers: Be’, è stato assunto al tempo del programma “Aiuto Sottosviluppati”…
    Burns: Grazie Presidente Ford.
  • Kent Brockman: La gente parla di fusione.
    Burns: Fusione? È uno di quei fastidiosi termini allarmistici. Noi preferiamo chiamarla “una spontanea fissione sovrabbondante”.
  • Waylon Smithers: Signore, forse non avrò altra occasione per dirle che… le voglio bene!
    Burns: Oh, grazie per aver reso i miei ultimi momenti sulla Terra socialmente imbarazzanti.
  • Burns: Smithers, non resta altro da fare che dare un bacio d’addio alle mie povere chiappe.
    Smithers: Eseguo, signore.
  • Milhouse Van Houten: Mia madre non mi permette di esserti ancora amico. Per questo non sei potuto venire alla festa.
    Bart: Che cavolo ha contro di me?
    Milhouse: Dice che eserciti un’influenza negativa.
    Bart: “Influenza negativa” un corno! Quante volte ti ho detto di non ascoltare tua madre?!
  • Marge: Signora Van Houten, sono la mamma di Bart. Ci siamo conosciute al pronto soccorso quando i ragazzi ingerirono la vernice.
    Luann Van Houten: Ricordo. Prego, si accomodi.
    […]
    Luann: Marge, mi dispiace ma penso che sia meglio che Milhouse non frequenti più suo figlio.
    Marge: Senta, lo so che Bart può essere anche monello, ma so come è fatto dentro. Ha come una scintilla… non è una cosa cattiva, ma è pur vero che gli fa fare delle cose cattive.
  • Telecronista: Sono i Lakers ad avere la palla. Ecco Magic Johnson che si dirige verso il canestro. Magic si ferma, è vittima di un madornale scivolone. la palla gli parte dalle mani, colpisce l’arbitro sulla testa e si infila sul canestro! Vincono i Lakers!
    Magic Johnson: Si direbbe che ho fatto una Homerata!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 6, Tale padre, tale clown

Finirò quello che ho iniziato (Frase alla lavagna)

Ci siam divertiti tanto tanto tanto, | ma è giunto ora il momento di andar | e se questo clown dovesse schiattare domani, | amici battete le mani: | lo show dal ciel io farò. (Canzone finale dello show di Krusty il Clown)

Dua-dua-dua, che superfico sei! | Dua-dua-dua, ma dove te ne vai? | Dua-dua-dua è l’inizio di una cosa fica! (Bart)

Caro Krusty, sono Bart Simpson, amicone Krusty numero 16.302, che rispettosamente restituisce il suo distintivo…Ho sempre avuto il sospetto che nella vita niente avesse importanza, ora ne sono certo. Va a quel paese. Bart Simpson (Bart Simpson)

Un uomo che invidia la nostra famiglia è un uomo che ha bisogno di aiuto. (Lisa)

Dialoghi:

  • Marge: Chi vuole dire la preghiera?
    Lisa: Perché non la facciamo dire al nostro ospite?
    Milhouse: Benedici noi tutti o Signore… Ehi!
    Bart: Krusty, vuoi farci questo onore?
    Krusty: Be’, d’accordo. Sono un pochino arrugginito ma, ci proverò… Baruch atah adonai, eloheinu, melech ha’olam, hamotzi lechem min ha’aretz.
    Homer: De-hi-hi-ho! Sta parlando un linguaggio buffo!
    Lisa: No, papà. Quello è ebraico. Krusty dev’essere ebreo. Vero?
    Homer: Un intrattenitore ebreo?! Ma dai!
    Lisa: Papà, ci sono molti artisti ebrei. Tra cui Lauren Bacall, Bob Dylan, Cary Grant e Mel Brooks.
    Homer: Mel Brooks è ebreo?!
  • Krusty: Papà, quando sarò grande potrò fare il clown?
    Rabbino Hyman Krustofsky: No! Un clown non è un membro rispettato nella comunità!
    Krusty: Ma io voglio far ridere la gente!
    Rabbino Hyman Krustofsky: Hershel, la vita non è uno spasso, la vita è seria! La soda è da bere, non da spruzzare! La torta è da mangiare, non da tirare!
  • Homer: Figliolo, tu non devi seguire le mie orme…
    Bart: Figurati! Non mi piace neanche usare il bagno dopo di te!
    Homer: Brutto bacarospo, io ti…!
  • Bart: Ma rabbino, non è scritto nel Talmud babilonese, e cito, che “un figlio dovrebbe essere allontanato con la mano sinistra e riavvicinato con la mano destra”?
    Rabbino Hyman Krustofski: E..?
    Bart: Allora la sua religione non le comanda di fare pace con Krusty?
    Rabbino Hyman Krustofski: Ma in Esodo il quinto comandamento dice “Onorate vostro padre e vostra madre”. Fine della storia!
  • Bart: “In ogni momento fa che l’uomo sia flessibile come una canna e non rigido come un cedro.”
    Rabbino Hyman Krustofski: Mio piccolo tonto amico… Il Libro di Giosuè dice “Mediterai sulla Torah tutto il giorno e tutta la notte”!
  • Bart: Non è scritto nel Talmud “Chi porterà la redenzione? I giullari.”?
    Rabbino Hyman Krustofski: Mio giovane amico, non ne sono ancora convinto. E questo non è né il momento né il luogo per discuterne!
  • Bart: Oh, rabbino, non disse un grande uomo, e cito “Gli ebrei sono un popolo in gamba. Insomma ho sentito parlare di persecuzione ma quello che hanno subito loro è molto di più. Ma la cosa più strepitosa è che dopo migliaia di anni di attesa e di tenacia e di lotta alla fine ce l’hanno fatta.” Fine della citazione.
    Rabbino Hyman Krustofski: Oh, non ho mai sentito la condizione del mio popolo espressa con tanta eloquenza. Chi lo disse? Il rabbino Hillel?
    Bart: No.
    Rabbino Hyman Krustofski: Era Giuda il Pio?
    Bart: No.
    Rabbino Hyman Krustofski: Oh, adesso ci sono: le pergamene del Mar Morto
    Bart: Temo di no, rabbino. L’ha detto Sammy Davis Jr. Un artista! Come suo figlio!
    Rabbino Hyman Krustofski: Il cantante di colore? Se un artista può pensare in quel modo forse allora io sono del tutto fuori strada. Oh, tutti gli anni di gioia che ho perduto… E per cosa? Per la mia testardaggine…
  • Krusty: Oh, mio papà, tu sei meraviglioso. | Oh, mio papà… Dai, papà! …gentile ed amoroso Conosci le parole!
    Krusty e Hyman: Nessuno è così tanto squisito. | Tu mi hai sempre capito.
    Krusty: Sono venticinque anni che non ci vediamo!
    Rabbino Hyman Krustofski: Oh, ti voglio tanto bene figliolo!
    Krusty: Anch’io ti voglio bene papà!
  • Boe: Ho un elefante nell’occhio…
    Barney: Tieni il mio fazzoletto.
    Boe: Bleah!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 7, La paura fa novanta II

Buona sera a tutti! Prima dello show di Halloween dell’anno scorso vi raccomandai di non farlo vedere ai vostri bambini, ma voi mi avete disobbedito. Be’, l’episodio di quest’anno è ancora peggio: è più impressionante, più violento e temo che abbiano infilato anche qualche parolina sconcia. Perciò rimboccate le coperte ai vostri bambini e… e… Be’, se non mi avete dato retta l’ultima volta nono lo farete nemmeno ora. Godetevi lo show. (Marge)

La mamma di Bambi. Bambi’s mom. (Iscrizione su una lapide)

Perdi peso, chiedimi come. Lose weight now ask me how. (Iscrizione su una lapide)

Ora che ci penso, quello che mi ha venduto questo coso ha detto che i desideri avrebbero portato una grande sfiga. Credevo fosse un modo di dire pittoresco. (Homer)

Sottoponiamo alla vostra considerazione Springfield, una cittadina nella media, con un mostro non altrettanto nella media. La gente di Springfield deve assicurarsi di avere pensieri felici e dire cose felici, perché questo particolare mostro può leggere nelle loro menti, e se contrariato, può trasformare le persone in grotteschi terrori ambulanti. […] Vi ho fatto presente che il mostro è un bambino di dieci anni? Niente male come svolta, eh? Scommetto che questo non ve lo aspettavate. (Voce narrante)

La storia del nostro paese, per adeguarsi alle risposte di Bart sul compito in classe di ieri è stata cambiata di nuovo. Ora l’America è stata scoperta nel 1942 da un certo tizio e il nostro paese non si chiama più “America” ma “Pisellonelandia”. (Edna)

Ciao bella pupa, | ciao mio tesoro, | piccolo grande amor. | Mandami un bacio ancor, | baby, dammi il tuo amor. (Skinner)

Bar Boe? Un attimo ora guardo. Ehi, gente ascoltate. Sono uno stupido idiota con una faccia da schifo e delle mega chiappe e le mie chiappone puzzano e a me piace tanto baciarle. […] Aspetta un momento… (Boe, scherzo telefonico di Bart

Sapete cosa diciamo ogni volta che succede qualcosa di strano? Bart ha fatto bene a fare così, ha fatto proprio bene! (Telecronista)

Posso suggerire un licenziamento a caso tanto per incutere loro la paura di Dio? (Smithers)

Sai, Smithers, ho sempre disprezzato la pigrizia del comune operaio. Poi mi sono reso conto che il su spirito vorrebbe, ma che la carne è debole. Così ho rimpiazzato la carne che è debole con l’acciaio che è forte! E voilà! La più grande conquista nel campo dei rapporti di lavoro dopo il gatto a nove code! (Burns, mostrando il robot operaio)

Non doveva andare così! Non doveva! Doveva essere una cosa bella, non questo assurdo essere abominevole. Oh, Smithers, ho sbagliato a competere con Dio. La vita è preziosa, non è una cosa con la quale giocare. Prendi quel cervello e gettalo nel cesso e tira lo sciacquone! (Burns) 

Tutte le ossa frantumate, organi che perdono fluidi vitali, leggero mal di testa, perdita di appetito… Smithers, io sto morendo… (Burns)

Dialoghi:

  • Homer: Che immondezzaio! Che gusto ci prova la Principessa Carolina a vivere qui?!
    Lisa: Papi, quella è Monaco.
  • Lisa: Io chiedo la pace nel mondo.
    Homer: Lisa, questo è stato molto egoistico da parte tua!
    (Alla sede dell’ONU, dopo che Lisa ha espresso il desiderio della pace nel mondo)
    Presidente del Regno Unito: Oh, scusa per le Falkland, dear friend.
    Presidente dell’Argentina: Be’, no es nada, lo sapevam che eran vostre.
  • Lisa: Ehi, ecco un buon lavoro, papi! Oh, aspetta, devi sapere come usare un litotritore ultrasonico.
    Homer: E che ci vuole?
    Bart: Ehi, pa’, eccone un altro! Ventotto dollari l’ora, è all’aria aperta e incontri un sacco di gente interessante.
    Homer: Oh, che lavoro è?
    Bart: Becchino.
  • Smithers: Quale cadavere dissotterriamo, signore?
    Burns: Non lo so. Mi sento come un bimbo nel paese dei balocchi!
  • Smithers: È il morto nel sacco, signore. Penso che sia vivo.
    Burns: Oh, cadavere cattivo! Cadavere cattivo!
  • Burns: Passami quel cucchiaione da gelato.
    Smithers: Cucchiaione da gelato?!
    Burns: Dannazione Smithers, questa non è scienza missilistica, questa è solo chirurgia del cervello!
  • Lisa: Mamma cos’è che non va?
    Marge: Vostro padre è scomparso!
    Bart: Papà è scomparso? Ma che cacchio dici?!
    Marge: Manca da due giorni!
    Lisa: È vero, non c’è neanche più l’odore!
  • Burns: Forse ti stai domandando perché hai due teste. Vedi, il mio corpo è stato schiacciato così ho fatto trapiantare la mia testa sulla tua abbondande corporatura.
    Homer: Non mi sono svegliato. È tutto un sogno! È solo un sogno!
    Burns: Oh, ma certo, è tutto un sogno. Oppure no? [risata malefica]
    (Titoli di coda)
    Narratore: Prossima settimana su I Simpson.
    Lisa: Non ti dimenticare papi, stasera la mia classe organizza una serata da abbuffarsi a crepapelle.
    Homer: Mmm… spaghetti…
    Burns: Ma Homer, stasera abbiamo il ricevimento per la regina Beatrice d’Olanda!
    Homer: Che palle avere due teste!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 8, Il pony di Lisa

I Bart-bigliettoni non sono valuta legale. (Frase alla lavagna)

Il mio dondolino, | il mio dondolino, | il mio dondolino, | voglio che tu giochi col mio dondolino. (Bambino del talent show)

Palla di Neve II, Piccolo Aiutante di Babbo Natale, questa è Principessa. VI prego di non emergainarla solo perché è diversa. (Lisa)

Non ho intenzione di mentire a te: in questo lavoro ti sparabo addosso. Ognuna di queste buche di arma da fuoco è medaglia all’onore. […] Ti do dritta indiana: cerca di prendere essa nella spalla. (Apu Nahasapeemapetilon)

Lavorerò da mezzanotte alle otto, torno a casa, dormo cinque minuti, faccio colazione, dormo altri sei minuti, mi faccio una doccia, poi ho dieci minuti per bearmi dell’amore di Lisa dopodiché me ne andrò alla centrale nucleare fresco come una rosa…(Homer)

Lo sapevo, eccomi faccia a faccia con il mio desiderio di essere trattata da adulta. (Lisa)

Dialoghi:

  • Homer: Boe, sbrigati, presto! Mancano solo cinque minuti alla chiusura del negozio di musica.
    Boe Szyslak: Be’, allora perché non vai prima lì?
    Homer: Ehi! Ma io te lo dico come svolgere il tuo lavoro?
    Boe Szyslak: Scusa, Homer.
    Homer: Sai, se inclini il bicchiere non ci sarebbe tutta quella schiuma in cima.
    Boe Szyslak: Scusa, Homer!
  • Commesso: Clarinetto…
    Homer: No…
    Commesso: Oboe…
    Homer: No…
    Commesso: Sassofono…
    Homer: No… Aspetti! Può ripetere quest’ultima cosa?
    Commesso: Sassofono.
    Homer: Uhm… “Lisa smettila di suonare quello stupido… sassofono!” Si è quello!
    Commesso: Soprano o tenore?
    Homer: D’oh!
  • Commesso del negozio di animali: Accidenti! Cos’è questa puzza?! [nota la presenza di Homer] Oh, è lei.
    Homer: Mi scusi, ce l’avete un pony?
    Commesso del negozio di animali: Certo amico, eccolo qui.
    Homer [leggendo il cartello]: “Le-vrie-ro sco-z-z-ese”… Ehi, ma questo è un cane!
    Commesso del negozio di animali: Amico mio, lei è più intelligente di quanto non la facessi. Le consiglio di provare l’allevamento di pony sulla statale 401. Basta svoltare a sinistra al mattatoio.
  • Burns: […] è un hobby, non lo faccio per un guadagno personale. A proposito, sei al corrente delle severissime leggi del nostro stato riguardo l’usura?
    Homer: Usu… ra?
    Mr. Burns: Che sciocco, devo aver inventato una parola che non esiste…
  • Marge: Homer, caspiterina! Dove hai intenzione di tenere questo cavallo?
    Homer: Ho tutto sotto controllo: di giorno vagherà libera per il quartiere e di notte si rannicchierà comodamente tra le macchine nel nostro garage.
    Lisa: Papà, no!
    Marge: Non è legale!
    Homer: Tocca ai tribunali deciderlo!
  • Homer: Questo è quanto costa al mese l’amore?
    Signora dell’allevamento: Questi sono prezzi standard delle stalle, signor Simpson. In aggiunta sto insegnando a sua figlia equitazione, strigliatura e compreso nel prezzo dizione.
    Lisa: Padre, tu mi hai reso la fanciulla più felice che sia mai esistita!
  • Marge: Caspiterina, come si fa? Siamo in guai seri. Non ci resta che dare un taglio alle cose superflue.
    Homer: Be’, sai, compriamo sempre vaccini per Maggie per delle malattie che neanche ha…
  • Apu: Ci serve qualcuno per duro ma altamente professionale turno da mezzanotte e otto di mattina.
    Homer: Sono il tuo uomo!
    Apu: Sei assunto!
    Homer: Yu-hu!
    Apu: Ho sempre sognato che sarebbe venuto giorno quando uno di voi avrebbe lavorato per me.
  • Apu: Questi wurstel sono qui da tre anni, essi sono rigorosamente ornamentali. C’è solo un babbione che viene qui e compra loro.
    Homer: Ma io quelli li man… Oh.
  • Lisa: Le piace una carotina dopo il suo pappone d’avena e le piace tanto quando le gratti dietro l’orecchio. E se c’è la radio accesa le piace ascoltare programmi d’attualità al mattino e la sera musica soft. La prego di prendersi cura della mia Principessa.
    Signora dell’allevamento: Nonostante non ci sia alcun mutamento del mio nobile aspetto esteriore posso assicurarti che mi si spezza il cuore.
    Lisa: Oh, non la dimenticherò mai.
  • Lisa: Papi, non devi fare questo!
    Homer: Sì che devo. Vedi Lisa, gli adulti hanno questa cosa chiamata soldi che…
    Lisa: Papà, comprendo perfettamente il sacrificio che hai fatto per me. Per questo ho rinunciato al pony.
    Homer: Davvero?
    Lisa: C’è un grosso stupido animale che amo più di quel cavallo.
    Homer: Oh, no! Che cos’è, un ippopotamo?
    Lisa: Intendo te, stupidone.
    Homer: Oh…

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 9, Sabati di tuono

Non fingerò di essere idrofobo. (Frase alla lavagna)

Sono l’attore Troy McLure, forse vi ricorderete di me per serie televisive tipo Buck Anderson lo sfasciasindacati e La fabbrica del sorriso estivo di Troy & Company! (Troy McLure)

Sai Marge, quel nostro Bart è un capolavoro della tecnica: quel suo sorrisetto accattivante, il suo nasino a bottoncino, il suo pancino ciccino ciccino, la sua radiosa faccetta birichina… mi ricorda come ero io prima che il peso del mondo schiacciasse la mia anima libera. (Homer)

Dialoghi:

  • Cervello: Non capisci? Devi usare la psicologia inversa!
    Homer: Sembra troppo complicato.
    Cervello: Va bene, non usare la psicologia inversa.
    Homer: E invece la userò!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 10, Flambé Boe

Le mutande si indossano sotto i pantaloni. (Frase alla lavagna)

Questa sera festeggiamo l’anniversario d’argento del’incendio al deposito pneumatici di Springfield. 25 anni e ancora brucia alla grande! (Kent Brockman)

L’aumento della gratificazione sul lavoro e l’unione familiare sono veleno per un fornitore come me di intossicanti che annebbiano la mente. (Boe)

Può anche darsi che lui abbia inventato la ricetta ma è stata mia l’idea di venderlo a 6 dollari e 95. (Boe)

When the weight of the world has got you down | And you want to end your life, | Bills to pay, a dead-end job, | and problems with the wife, | But don’t throw in the towel, | ‘Cause there’s a place right down the block | Where you can drink your misery away. | At Flaming Moe’s | (Let’s all go to Flaming Moe’s, | Let’s all go to Flaming Moe’s) | Where the liquor in a mug | Can warm you like a hug. | Happiness is just a Flaming Moe away, | Happiness is just a Flaming Moe away! (Canzone Flaming Moe’s)

Ciao Homer! (Cittadini di Springfield con la faccia di Boe)

Dialoghi:

  • Steven Tyler: Salve Saint Louis!
    Joe Perry: Guarda che siamo a Springfield, Steven…
    Steven Tyler: Ah già… allora siete pronti per rockeggiare?!
  • Bart: Sto cercando un mio amico: di cognome è Centrico e di nome fa Ego.
    Boe: Attenda. Ora vedo. Centrico Ego! Oh, qualcuno veda se in toilette c’è un Ego Centrico!
    Sig. Ego Centrico: Sono io Ego Centrico.
    Boe: Al telefono.
    Sig. Ego Centrico: Pronto, parla Ego Centrico.
    Bart: Ehm, salve.Sig. Ego Centrico: Chi parla? Cosa posso fare per te Bart?
    Bart: Senta, voglio mettere le carte in tavola: questa è una telefonata scherzo che mi si è ritorta contro. Perciò… ciao!
    Sig. Ego Centrico: Sarà meglio la prossima volta… Che giovanotto simpatico!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 11, Il licenziamento di Homer

La recita di Natale non è una schifezza. (Frase alla lavagna)

[Parlando di Burns] La gente crede che lui essendo ricco e crudele non abbia i sentimenti comuni agli altri uomini. E invece ce li ha. (Smithers)

Ich bin ein Springfielder! (Sindaco Quimby)

Il mondo è la mia ostrica, Smithers. (Burns)

Il mio lavoro è la mia ideantità. Se non sono un ispettore come cavolo si chiama…non sono niente! (Homer)

Wow! Cioccolato a metà prezzo!  (Homer)

Ci rammarica annunciare i seguenti licenziamenti che leggeremo in ordine alfabetico… Zimpzon Homer… è tutto. (Voce nell’interfono)

A che serve il denaro se non riesci a incutere terrore al tuo prossimo? (Montgomery Burns)

Tengo vicini i miei amici e ancora più vicini i miei nemici. (Montgomery Burns)

Dialoghi:

  • Boe: Bar Boe? Parla Boe.
    Bart: Hemm… sì. Sto cercando un certo… Muccio Problem.
    Boe: Sì, certo… solo un momento. Ehm… Muccio Probem? Muccio Problem? Allora, questo Problem-Muccio viene fuori sì o no?
    Barney: Ce l’hai già!
    Boe: Oh, porca..! [Al telefono] Sei tu vero?! Stammi a sentire: se ti metto le mani addosso userò la tua testa come secchio e dipingerò la mia casa con le tue cervella!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 12, Ho sposato Marge

Non tormenterò gli emotivi. (Frase alla lavagna)

Tutto accadde all’inizio di quel decennio turbolento conosciuto come “gli anni ottanta”. Quelli erano tempi idealistici: c’era l’ascesa di Gary Hart, c’era l’ascesa dei Supertramp… era un periodo super eccitante per essere giovani! (Homer)

“Cara Marge, quando leggerai questa lettera io sarò già andato via. Tu meriti tutte le migliori cose del mondo e, nonostante io possa dartele, verranno a riprendersele, e io sarò perseguitato come un cane. E poi è chiaro che la tua famiglia non mi vuole qui. […] Ti spedirò ogni centesimo che guadagno per il bambino, ma non mi rivedrai finché non sarò diventato un uomo.” (Homer)

Dialoghi:

  • Marge: “Test di gravidanza a domicilio di Marinaio Bill”?! Homer, non era meglio comprare una marca più conosciuta?
    Homer: Ma Marge, dentro questa scatola c’era in regalo una bellissima pipa!
    Marge: Va bene, vediamo. [leggendo sulla scatola] “Olà, compagna! Se l’acqua blu diventerà un bimbo per te sarà! Se viola tu vedrai niente bimbo tu avrai!”
    Homer: Allora, che colore è? Blu o viola-viola?
    Marge: Rosa.
    Homer: D’oh!
    Marge: “Se il test dovesse fallire per il dottore dovrai partire” Be’, sarà meglio andare dal Dr. Hibbert.
  • Homer: Tesoro, tesoro, credi di essere davvero incinta?
    Marge: Be’, ho la stessa nausea e voglia di preparato per frittelle che ho avuto con gli altri ragazzi…
    Homer: Sì, e io ho la stessa oppressione e sudorazione abbondante di tutte le altre volte!
  • Lisa: Non è colpa nostra se la nostra generazione ha una breve durata d’ascolto. Guardiamo troppa televisione.
    Homer: Non osare mai e poi mai parlare della televisione in quel modo! Ignobili ingrati! Non riescono a tenere la loro… come cavolo si chiama… mente sul qua…
  • Patty: Non so cosa ci vedi in quella brutta polpetta.
    Selma: Se ti piace essere brancicata da qualcosa di grasso e pigro, possiamo sempre prendere un gatto.
    Jaqueline: Lascerebbe meno peli sul nostro divano!
  • Marge: Homer, caro, ci hai mai pensato al futuro? Dimmi…
    Homer: Nel senso: le scimmie saranno i nostri padroni?
    Marge: No, nel senso… come hai intenzione di guadagnarti da vivere? Non posso credere che il tuo lavoro sia molto stimolante.
  • Homer: Cavolo, che finale! E chi l’avrebbe mai detto che Darth coso era il padre di Luke Skylee…quello lì
    Signore: Grazie mille, caro il mio signor Guasta-film!
  • Homer: Marge, sei bella quanto la Principessa Leila e intelligente quanto uno Jedi!
    Marge: Adulatore!
  • Marge: La nostra canzone…
    Homer: Scommetto che quel signore a cui è dedicata la canzone è impazzito di gioia.
    Marge: A dire la verità stava cantando di Dio…
    Homer: Be’, lui è sempre pazzo di… No, lui è sempre incavolato.
  • Dr. Hibbert: Bene, bene, signorina Bouvier. Credo che abbiamo scoperto le ragioni del suo vomito tanto frequente. [a Homer] Congratulazioni!
    Homer: NO!
    Paziente: Poveraccio…
    Dr. Hibbert: Forse questo opuscolo si dimostrerà utile.
  • Abraham: Figliolo, devi sposare quella ragazza!
    Homer: Perché sarebbe un gesto d’onore?
    Abraham: No, perché non potresti mai fare di meglio! Che briccone fortunato! Il pesce è saltato dritto nella barca: non devi fare altro che dargli una mazzata con il remo!
  • Homer: Marge, c’è una cosa che voglio chiederti, ma ho paura perché se mi dici di no, la cosa mi distruggerà e farà di me un criminale.
    Marge: Be’, non ti ho detto di no ultimamente, non ti pare?
    Homer: Marge, io… maledizione, dov’è quel cartoncino?!
    Marge: Quale cartoncino?
    Homer: Be’, io ho scritto quello che dovevo dirti su un cartoncino. Stupido coso, dev’essermi caduto dalla tasca!
    Marge: È questo qui?
    Homer: Cosa dice?
    Marge: “Marge, dal momento che ti ho vista non ho desiderato stare con nessun’altra. Non ho molto da offrirti tranne tutto il mio amore. Vuoi sposarmi?”
    Homer: È proprio quello. Da qua.
    Marge: Oh, Homer. Questo è il più bel momento della mia vita…
    Homer: Allora, vuoi sposarmi?
    Marge: Sì!
    Homer: Yuhuuu! Evviva, mi sposo! Alla faccia vostra gente!
  • Marge: Se dovesse nascere maschio che ne dici di chiamarlo Jay?
    Homer: Marge, non possiamo! Tutti i ragazzi lo chiamerebbero Jay Gay!
    Marge: Be’…che ne dici di Tommaso?
    Homer: Lo chiamerebbero Tommaso Ficcanaso!
    Marge: Leo?
    Homer: Babbeo!
    Marge: Peter?
    Homer: Peto!
    Marge: Marco?
    Homer: Muco!
    Marge: Che ne dici di Bart?
    Homer: Vediamo un po’… Bart, Dart, Carc, Dark… No, non ci vedo niente di male
  • Homer: Oh, Marge, mi dispiace, vorrei tanto potermi permettere un posto migliore…
    Marge: Homer, sarebbe una bugia se dicessi che era così che immaginavo il giorno del mio matrimonio, ma tu sei come immaginavo mio marito…
    Homer: Davvero?
    Marge: Be’, forse non assomigli a Paul Newman, ma sei altrettanto simpatico.
    Sacerdote: Miei cari, siamo qui riuniti al cospetto di Dio e di questo casinò per unire…
    Homer: …Homer.
    Sacerdote: …e…
    Marge: …Marge.
    Sacerdote: …nel vincolo del matrimonio bellissimo. […] Tu, Marge Bouvier, prendi Homer J. Simpson come tuo legittimo sposo?
    Marge: Lo prendo.
    Sacerdote: Homer, stessa domanda, nomi inversi.
    Homer: La prendo.
    Sacerdote: Bene, con l’autorità conferitami dalla Commissione di Gioco dello Stato di dove siamo… io vi dichiaro marito e moglie. Ecco a voi dieci dollari in fiches, puoi baciare la sposa!
  • Homer: Perché non faccio domanda d’assunzione alla centrale nucleare? Da quello che si dice pagano bene.
    Marge: Non lo so… dicono che le radiazioni rendono sterili…
    Homer: Adesso me lo dici!
  • Smithers: Sentiamo, secondo voi qual è il vostro peggior difetto?
    Candidato #1: Be’, io sono un maniaco del lavoro.
    Candidato #2: Io mi impegno all’eccesso.
    Homer: Be’, io ci metto un sacco di tempo ad imparare qualunque cosa, sono una specie di babbione…
    Smithers: Va bene così.
    Homer: …e poi cominciano a sparire degli oggettini dal posto di lavoro…
    Smithers: Basta così, andiamo avanti! C’è un problema con il reattore, voi cosa fate?
    Homer: C’è un problema con il reattore?! Moriremo tutti! [scappa via urlando]
  • Marge: Hai ottenuto il posto?
    Homer: No, cercavano uno bravo… la storia della mia vita…
  • Homer: Figliolo, non ti deluderò, te lo giuro: quando uscirai di qui la prima cosa che vedrai sarà un nuovo e un buon lavoro…
    Patty: Sì, il dottore!
  • Homer: Dopo tutto oggi non ti troveresti qui se io non fossi diventato un responsabile gran capo di famiglia…
    Bart: Possiamo mangiare una scatola intera di marron glacés per pranzo?
    Homer: D’accordo.
  • Homer [nell’interfono]: Sì, cosa vuole?
    Marge [in auto]: Mio marito al mio fianco.
    Homer: Ci vuole anche le patatine?
    Marge: Homer!
    Homer [si rende conto]: Marge! Oh la vacca, sei grossa quanto una botte!
    Marge: Homer, torna a casa con me!
    Homer: No, Marge, non posso proprio. Insomma, guardami, sono un apprendista! Non mi rivelano neanche cosa c’è nella salsa segreta, e non riesco a comprarti un anello decente.
    Marge: Qualsiasi anello va benissimo, se a darmelo sei tu! [Homer prende dal sacchetto un anello di cipolla]
    Homer [mettendole l’anello di cipolla al dito]: Marge, pour vous
    Marge: Ti dispiace se ora me lo tolgo? L’olio mi sta ustionando il dito…
    Homer: Oh, certo.
  • Marge: Homer, ma lo sai perché ti ho sposato?
    Homer: Perché ti ho messo incinta?
    Marge: No… perché ti amo.
  • Homer [cercando di farsi assumere alla centrale nucleare]: Be’, mi stia a sentire, signor pezzente. Se cerca il tipo di dipendente che accetta ogni abuso e non sostiene mai i propri diritti! Io sono l’uomo che fa per lei!! Può trattarmi come spazzatura e io continuerei a leccarle i sederino e a chiamarlo gelato, e se la cosa non le piace: posso cambiare!
    […]
    Burns: Mi piace il suo atteggiamento: altezzoso, nonché smidollato!
    Smithers: Ma quest’uomo non ha nemmeno superato il test attitudinale! Non rischiamo, signor Burns…
    Burns: Non mi interessa! Non sono rimasto tanto impressionato da quanto posai gli occhi su un giovane leccapiedi di nome Waylon Smithers…
    Homer: Intende dire…?
    Burns: Benvenuto a bordo, figliolo.
    Homer: Ho ottenuto il lavoro?! Ho ottenuto il lavoro?!  Evviva! Solo in America potevo ottenere un lavoro!
    Burns: Chi era quella testa calda, Smithers?
    Smithers: Homer Simpson, signore.
    Burns: Simpson, eh? Me lo ricorderò questo nome…
  • Homer: Marge, Marge, dove è il bambino?
    Patty: Proprio dove l’hai lasciato!
    Homer: Stai zitta!
    Patty: Oh, senti, ciccione!
    Homer: No, tu senti! Questa è mia moglie, questo è mio figlio, sono io che pagherò per questo parto, perciò se volete restare vi conviene mostrarmi un pizzico di rispetto!
    Marge: Papi, questo significa…
    Homer: Incominciando da domani sono un tecnico nucleare!
    Dr. Hibbert: Santo Dio!
    Homer: E domani mattina ti ricomprerò l’anello. Poi, andrò in cerca di una casa.
    Marge: Ma il tuo lavoro non comincia domani?
    Homer: Oh, qualcuno mi coprirà…
  • Marge: Homer, è bellissimo…
    Homer: Ehi, per me basta che ha otto dita alle mani e otto dita ai piedi, per me va benissimo. Ah, Bart, l’angioletto di papà…
    [Bart prende un accendino e dà fuoco alla cravatta di Homer, che poi spegne in una brocca di acqua]
    Homer: Brutto nanerottolo, l’hai fatto apposta!
    Marge: Come è possibile? Ha solo dieci minuti di vita…
  • Homer [a Bart]: Sai ragazzo, il giorno che sei nato ho ricevuto il più bel dono che un uomo possa ricevere… [a Lisa e Maggie] con il passare degli anni vostra madre ed io abbiamo ricevuto altri due doni preziosi e non passa giorno che non ringraziamo il Signore per voi tre.
    Marge [entrando in casa, entusiasta]: Homer, non sono incinta!
    Homer: Magnifico, Marge! Mondiale!
    Marge: Evviva!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 13, Radio Bart

Non scolpirò statuine degli dei. (Frase alla lavagna)

Sapete, ho fatto un sacco di cose cattive in questi anni. Pare che ora io ne stia pagando il prezzo. Ma ci sono talmente tante cose che non avrò mai l’occasione di fare: fumare una sigaretta, usare un documento falso, rasarmi una parolaccia sui capelli… (Bart)

Dialoghi:

  • Kent: Perciò, a quanto pare, siamo stati tutti vittime di una crudele beffa condotta da un teppistello di dieci anni. È giunto il momento di puntare il dito – e tutti sono d’accordo – contro i genitori del ragazzo!
    Homer: Non è colpa nostra! Noi non lo volevamo il ragazzo, è stato un incidente!
    Marge: Homer!
    Homer: Eh… Ehm… potrebbe tagliare l’ultimo pezzo, scusi?
    Kent: Signor Simpson, siamo in diretta da costa a costa.
    Homer: Cacchio!
  • Marge: Sting, non è stanco? Forse dovrebbe riposarsi.
    Sting: Non quando uno dei miei ammiratori ha bisogno di me.
    Marge: A dire il vero non credo di aver mai sentito Bart mettere uno dei suoi album.
    Homer: Shh! È bravissimo a scavare.

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 14, Lisa l’indovina

Un sorso di birra spegnerà l’incendio! (Homer)

E con i suoi pronostici abbiamo l’uomo che ci azzecca il 52% delle volte: Fico Jimmy Apollo! (Giornalista sportivo)

Bar Boe, dove la ciotola delle noccioline viene rinforzata ogni ora! (Boe) 

Guarda papi, ho riprodotto un appartamento in miniatura per la mia bambola Malibù Stacy: questa è la cucina, qui è dove stampa il suo bollettino femminista settimanale… (Lisa)

Be’, gente, quando ci azzecchi il 52% delle volte… ti sbagli il 48% delle volte… (Fico Jimmy Apollo, l’uomo dei pronostici sportivi) 

Vuoi un po’ di questi, vero? [fa frusciare delle banconote] Be’, devi sapere chi saranno i vincitori ed io conosco i vincitori! Telefona subito! Ah-ah! Cinque dollari al primo minuto e due per ogni minuto in più! (Spot pubblicitario della hotline del coach)

Hai… raggiunto… il contatto… della linea calda… Per la partita del Miami contro Cin… cin… na… ti… dobbiamo prendere in considerazione molte cose… il vento… sta soffiando… da ovest… a cinque… nodi… (Linea calda per pronostici sportivi)

La biblioteca. Un posto fico. The library. The hip place to be. (Striscione in biblioteca)

…e quando il dottore ha detto che non avevo più i vermi quella è stata la giornata più bella della mia vita. (Ralph)

Uh, un profumo! Versatilità di Meryl Streep! (Marge)

Ogni nota è come una pugnalata al cuore… (Homer)

Ogni domenica è una super domenica. Every sunday is super sunday (Scritta sul cartello della Chiesa presbiteriana di Springfield)

Dialoghi:

  • Lisa: Perché papà non si interessa mai delle cose che faccio?
    Marge: Be’… Ma tu ti interessi mai delle cose che fa lui?
    Lisa: No… Una volta facevamo a gara a chi ruttava più forte, ma ora sono cresciuta.
    Marge: Se vuoi avvicinarti a lui devi essere tu a colmare questa lacuna. Io lo faccio sempre: fingo di provare interesse nel guardare gli attrezzi elettrici, nell’andare a vedere quegli sciocchi film pieni di inseguimenti e… e in altre cose di cui ti parlerò quando sari più grande…
  • Homer: Vedi, Lisa. Boe, l’amico di papà, ha promesso di dargli cinquanta dollari se i Dolphin vincevano la partita.
    Lisa: Vuoi dire che hai scommesso?
    Homer: Be’, non la chiamerei proprio una scommessa… è una cosettina che fanno i papà per rendere il football più eccitante.
    Lisa: Cosa potrebbe essere più eccitante del barbaro balletto del football professionale?
    Homer: Be’, sai… a te piace il gelato, vero?
    Lisa [annuendo]: Mh-mh.
    Homer: E non ti piace di più il gelato quando è ricoperto di cioccolato caldo? E una montagna di panna montata? E nocciole tritate e… una spolverata di quella roba tipo biscotti sbriciolati? [espressione di pura libidine] Mmm… roba tipo biscotti sbriciolati…
    Lisa: Allora il gioco d’azzardo rende ciò che è buono ancora più buono?
    Homer: Proprio così!
  • Homer: […] vedi, Lisa, tua madre ha questa strana idea che giocare d’azzardo sia sbagliatino, anche se nella Bibbia dice che va bene.
    Lisa: Davvero? Dove?
    Homer: Ehm… da qualche parte verso la fine…
  • Marco: Buonasera, sono Marco, sarò il vostro cameriere…
    Homer: Buonasera, sono Homer, sono il vostro cliente!
  • Homer: Figliolo, so che il tuo regalo ti farà impazzire.
    Voce registrata: “Sta’ zitto!” “Sta zitto!” “Non rompere!” “Sta zitto!” “All’inferno!” “All’inferno!”
    Bart: Papà, ti giuro che non mi stancherò mai di questa meraviglia.
  • Lisa da adulta: Questo me l’ha comprato il mio terzo marito. Te lo do in cambio di qualche fiche.
    Croupier: Sicura, signora?
    Lisa da adulta: Non dirmi cosa devo fare, figliolo! Gioco dall’età di otto anni e impegno gioielli dall’età di dodici! Adesso dammi qualche fiche!
  • Reverendo Lovejoy: Sono felice di vedere che almeno qualcuno ha resistito al magnetismo della grande partita.
    Fedele: Oh mio Dio! La partita! [corre via]

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 15, Homer da solo

Non sculaccerò gli altri. (Frase alla lavagna)

Non ho alcuna intenzione di pulirlo! [pausa] Ma chi prendo in giro? (Marge)

Maggie, quando sarai grande potrai succhiare il ciuccio tutto il tempo che vorrai. (Marge)

Sono come delle foche ammaestrate. Lancia loro un pesce e guarda come sbattono le pinne. (Sindaco Quimby, parlando degli elettori)

Molti anni or sono degli esploratori spagnoli scoprirono un piccolo angolo di paradiso nascosto tra le montagne di Springfield. Lo chiamarono rancho Relaxo e si chiama ancora oggi così. A Springfield è l’unica stazione termale a due stelle. Nuotate, fatevi una partita a tennis oppure rimanete seduti a fissare il muro. A Rancho Relaxo siete voi i padroni. Ricordate, non si può scrivere “relaxo” senza “relax”. (Annunciatore)

State ascoltando KOMA. K.O.M.A. Musica leggera rilassante. È in arrivo una serie di canzoni sulle nuvole. (Annunciatore radiofonico)

Oh, salve e benvenuti a Rancho Relaxo! Io sono Troy McLure. Sicuramente vi ricordate di me in film come Oggi ammazziamo, domani moriamo e Gladys, il mulo fico… Ma oggi mi vedrete nella mia più grande interpretazione La vostra video guida turistica a Rancho Relaxo. (Troy mcLure) 

Pollo fritto di Shakespeare! Ordinatelo oggi stesso! (Spot televisivo)

Dormi ben, mio tesor, | che il Natale tuo sia d’or. Buonanotte, mia costoletta di maiale. (Homer, cantando una ninna nanna a Maggie)

Ma ricordate, non possiamo dirvi come dovete divertirvi. Siete voi che dovete dirlo a noi. Come dissi a Dolores Montenegro in A tutte le automobiline… “Fallo a modo tuo, pupa!” (Troy McLure)

“Stammi a sentire, Marge: Maggie era molto giovane e non è che le eravamo poi così attaccati…” No… “Marge, non è strana la vita? Un giorno sono neonati e quando prima te lo aspetti sono già andati via!” (Homer)

Dialoghi:

  • Marge: Grazie per aver accettato di prendervi i bambini mentre sono via.
    Selma: Non preoccuparti.
    Patty: Abbiamo sei mesi di congedo per maternità che non sfrutteremo mai.
  • Bart: Ho paura, Lisa!
    Lisa: Tu credi di conoscere la paura? Be’, io le ho viste nude!
  • Barney: Guarda-guarda! Il piccolo Bart! Ti ricordi di zio Barney? Ehi, Homer, lasciamelo tenere.
    Homer: D’accordo, però fa’ attenzione.
    Barney [prendendo in braccio Maggie]: Oh, no! Qualcuno puzza che ancora… [si annusa l’ascella] Oh, sono io!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 16, Bart l’amante

Non si preoccupi per i suoi pesciolini, cara donzella. Sono diretti in un posto migliore. [si sente il rumore dello sciacquone] (Willie)

“1 + 1 fa 2? Maestra di 4^ elementare divorziata recentemente desidera incontrare uomo di mezza età dai 18 ai 60. Scopo: Salvami. Scrivere a Edna K, casella postale 402.” (Bart)

“Cara Edna, non ho mai risposto a un’inserzione prima d’ora, ma ho trovato la tua irresistibile. Il mio nome è Woodrow. Mi piace tenersi per mano e cenare a lume di candela …ah, dimenticavo: odio gli yo-yo.” (Voce fuori campo)

Niente lettura della Bibbia per te stasera! (Ned Flanders, punendo Todd)

Dannato Flanders! (Reverendo Lovejoy)

Una volta guardava Davey and Goliath, ma secondo lui l’idea di cane parlante era blasfema. (Maude)

“Forse è la birra che parla, Marge… ma tu hai un popò di popò che non stanca mai. Qui hanno delle ciambelline gelate che sono un [scritte incomprensibili] …cinque dollari?! Ma siete matti?!” (Homer)

“Cara Edna, la tua foto mi ha tolto il fiato. Il tuo è davvero un didietro che non stanca mai. Ieri mattina l’ho attaccata nel mio garage perché mi ispirassi mentre cambiavo le candele.” (Voce fuori campo) 

Quando mio padre lasciò la marina imprecava a tutto spiano. Gli è quasi costato il lavoro come fotografo per bambini. Così mia madre mise in cucina il dindarolo della parolaccia: ogni volta che lui imprecava doveva metterci un quarto di dollaro. (Marge)

L’auto-perfezionamento è sempre stata la mia passione. (Homer)

“Caro Woodrow, è giunto il momento di incontrarci. Perché non andiamo fuori a cena e dopo nel mio appartamento a gustarci una cosetta fatta in casa? Affamatamente tua, Edna.” (Edna)

“Quando leggo le tue lettere sento come se tu fossi qui a guardarmi” [A Bart] Bart, abbassa gli occhi! (Edna)

“Edna, ogni secondo che ci separa dal nostro incontro mi trafigge come mille aghi. Vediamoci al Tartufo Dorato questo sabato alle 20. Forse potremmo emozionarci fino all’estasi. Sessualmente tuo, Woody.” (voce fuori campo)

Bart, tu sei la cosa che più si avvicina ad un uomo nella mia vita e questo è talmente deprimente che credo scoppierò in lacrime. (Edna)

Oh, perbacco-bacconcino, s’è rotta! Oh, per dindirindina dovrò farmi un’anti-tetanichina! (Homer)

Bart, questa è la tua maestra?! Devo cominciare ad andare alle riunioni dei genitori! Arr… (Homer, vedendo una foto osè di Edna)

Le lettere d’amore toccanti sono la mia specialità. “Cara pupa, benvenuta nel “Club scaricati”. Numero membri: tu!” (Homer)

Tre semplicissime parole: “sono un gay”. (Homer)

“Carissima Edna, debbo lasciarti. Il perché? Non posso dirlo. Per dove? Non puoi saperlo. Come ci arriverò? Non l’ho ancora deciso. Ma una sola cosa posso dirti: ogni volta che sentirò soffiare il vento esso bisbiglierà il nome…”Edna”. Con un amore che echeggerà attraverso i secoli, Woodrow.” (Voce fuori campo)

Dialoghi:

  • Apu: Signora Krabappel, non ho visto lei da quando abbiamo raddoppiato i prezzi. Insegna ancora?
    Edna: Vediamo …Almeno per un altro giorno.
  • Homer: Quanto prima potrò mollare il mio lavoro e vivere alle spalle del ragazzo!
    Marge: Cosa?! Dimmi il nome di una sola persona che si è arricchita giocando con lo yo-yo!
    Cervello di Homer: Donald Trump? No… Aristotele Onassis? No… Bill Cosby? No…
    Homer: D’oh!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 17, Homer alla battuta

Non mirerò alla testa. Alle spalle sì! (Frase alla lavagna)

Ed ora vorrei presentarvi i nuovi membri della nostra grande famiglia: il nostro nuovo addetto alla sorveglianza Roger Clemens, il nuovo custode Wade Boggs, il nuovo cassiere alla mensa Ken Griffey, Jr., il nostro nuovo… ah, be’, ci inventeremo degli incarichi anche per loro… diamo il benvenuto a Steve Sax, Don Mattingly, Darryl Strawberry, Ozzie Smith, Mike Scioscia e José Canseco! (Burns)

Smithers, massaggiami il cervello! (Signor Burns)

Be’ il signor Burns ce l’ha fatta. | La centrale nucleare ha vinto, | con Roger Clemens che chiocciava sempre, | la tragica malattia di Mike Socscia ci ha fatto sorridere, | mentre Wade Boggs giaceva svenuto sul pavimento del bar. | Stiamo parlando di softball, | dal Maine a San Diego, | parlando di softball. | Mattingly e Canseco, | la grottescamente gonfia mascella di Ken Griffey | Steve Sax e il suo incontro con la legge. | Stiamo parlando di Homer, Ozzie e Straw.
Well, Mr. Burns had done it. | The Power Plant had won it, | With Roger Clemens clucking all the while, | Mike Scioscia’s tragic illness made us smile, | while Wade Boggs lay unconscious on the bar-room tile. | We’re talkin’ softball, | from Maine to San Diego, | talkin’ softball. | Mattingly and Canseco, | Ken Griffey’s grotesquely swollen jaw, | Steve Sax and his run-in with the law. | We’re talkin’ Homer, Ozzie and the Straw. (Canzone durante i titoli di coda)

Dialoghi:

  • Homer: Date un’occhiata qui, ragazzi: la mia mazza magica!
    Carl: Sarebbe quella?!
    Lenny: Be’, sì, anch’io ho una mazza magica!
    Carl: E io un sospensorio stregato!
  • Bart: Sei tu quello che mi ha detto che posso riuscire in qualsiasi cosa basta che mi impegni!
    Homer: Be’, ora sei un po’ più grande e posso finalmente dirti che è una cacchiata! Per quanto tu possa essere bravo in una cosa ci sono sempre circa un milione di persone che sono più brave di te!
    Bart: Afferrato. Impossibile vincere? Non tentare!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 18, Vocazioni diverse

Non vomiterò a meno che non mi senta male. (Frase alla lavagna)

Qualcuno potrebbe scoprire una vocazione nuova mai immaginata, un altro potrebbe rendersi conto che la vita è ingiusta. Pur avendo conseguito un master ad Harvard, potreste fare la baby-sitter ad un mucchio di mostriciattoli, mentre vostro marito sta nudo su una spiaggia con la vostra consulente matrimoniale. (Edna Caprapall)

Io diventerò una famosa musicista jazz. Ho già calcolato tutto. Non sarò apprezzata nel mio paese, ma il mio stile blues viscerale elettrizzerà i francesi. Eviterò gli orrori della droga ma avrò varie storie d’amore focose. Forse morirò giovane, forse no, non l’ho ancora deciso. (Lisa)

Non metterò in mostra l’ignoranza dei docenti. (Frase alla lavagna, durante l’episodio)

Dialoghi:

  • Marge: Crede che la piccola abbia talento?
    Musicista: Sicuro.
    Marge: Crede che un giorno potrebbe diventare una professionista?
    Musicista: Oh, buon Dio, no!
    Lisa: Ma farò pratica tutti i giorni!
    Musicista: Senti, sarò sincero con te, Lisa. E quando dico “sincero” intendo che taglierò le gambe. Tu hai ereditato un difetto conosciuto come dita tozze. Di solito si acquisisce da parte del padre.
    [Inquadratura su Homer, sul divano, che fa cadere la lattina di birra dalle mani]
    Homer: D’oh! Stupide dita!
    Lisa: Si sbaglia, si sbaglia! Non servono dita affusolate per suonare il blues! Il blues viene da qui dentro! [mentre porta la mano al petto osserva le dita] Mio Dio, ce le ho proprio tozze.
  • Bart: Allora, vi piace fare i poliziotti?
    Lou: È fantastico: puoi passare col rosso, parcheggiare dove ti pare, una vasta gamma di pupe…
    Eddie: E quando torni a casa la sera sai che hai contribuito a rendere giustizia.
  • Marge: I voti di Bart sono un tantino migliorati questo trimestre, ma quelli di Lisa sono sprofondati.
    Homer: Oh, a noi tocca avere sempre un figlio bravo e un figlio ciuccio? Ma perché non possono essere bravi entrambi?!
    Marge: Abbiamo tre figli, Homer!
    Homer: Marge, il cane non conta come figlio!
    Marge: No! Maggie!
    Homer: Oh, già!
  • Lisa: Ma perché ti sei addossato la colpa?
    Bart: Perché non volevo che tu ti rovinassi la vita! Hai cervello e talento per realizzare quello che vuoi. E una volta realizzato io sarò lì pronto a chiederti un prestito.
    Lisa: Oh, Babi..

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 19, Morire come un cane

Non ho visto niente di strano nella sala dei professori. (Frase alla lavagna)

Il lotto di stato. Dove vincono tutti. L’effettiva probabilità di vincita è di una su 380 milioni. (Spot pubblicitario)

L’intero stato è improvvisamente in preda alla febbre del lotto e Spingfield non fa eccezione. Infatti ogni copia de Il lotto di Shirley Jackson è stato preso in prestito dalla biblioteca pubblica di Springfield. Naturalmente il volume non contiene alcun cenno su come vincere al lotto, piuttosto è un racconto agghiacciante sul conformismo impazzito.  (Kent Brockman)

Amo gli animali. Trascorro la mia vita salvandoli ed essi non possono ringraziarmi. Ma i pappagalli sì! (Veterinario)

Nessun cane è stato maltrattato nella realizzazione di questo episodio. Un gatto si è sentito male e qualcuno ha sparato ad un’anatra. Tutto qui.
No dogs were harmed in the filming of this episode. A cat got sick and somebody shot a duck, but that’s it. (Scritta in sovrimpressione alla fine dell’episodio)

Dialoghi:

  • Smithers: I cani piacciono alla gente, signore.
    Burns: Sciocchezze. I cani sono idioti! Pensaci Smithers, se io venissi a casa tua e cominciassi ad annusare le tue parti basse e sbrodolarti sulla faccia, tu cosa diresti?
    Smithers: Se lo facesse lei…?
  • Kent Brockman [al telegiornale]: Sì, sono tornato. Kent Brockman non è il tipo d’uomo che lascerebbe un lavoro da cinquecento mila dollari l’anno solo perché ha vinto al lotto. Ehi, io sono un giornalista!
    Homer: Avrà pure un sacco di soldi quello lì, ma c’è una cosa che sono sicuro che non può comprare.
    Marge: E quale sarebbe?
    Homer: Un dinosauro!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 20, Il colonnello Homer

Non dirigerò delle finte esercitazioni antincendio. (Frase alla lavagna)

Se non guardi la violenza non ti desensibilizzerai mai ad essa. (Bart)

La musica country è una palla. Non fa altro che togliere spazio prezioso ai DJ metallari la cui crudeltà e profanità sollazza tutti noi. (Bart)

Homer, sei un grosso sacchettone di zucchero. (Lurleen Lumpkin)

Marge, bisogna essere in due per mentire: uno che mente e l’altro che sente. (Homer)

Dialoghi:

  • Marge: Ma chi è questa donna?
    Homer: Al momento è una cameriera da cocktail disoccupata, ma diventerà una superstar della musica country come… ehm… quel deficiente con il cappello da cowboy… e quella tizia morta!
  • Lurleen: Senti Homer, voglio che d’ora in poi mi fai da manager.
    Homer: Sul serio? Guarda che io non sono un granché con le cifre.
    Lurleen: Fa niente.
    Homer: Prendo un mucchio di decisioni stupide…
    Lurleen: Nessuno è perfetto.
    Homer: … Andavo male a scuola…
    Lurleen: …e io che non ci andavo!
    Homer: La mia igiene personale è stata descritta come…
    Lurleen: Senti Homer, Homer, sarai un manager perfetto.
  • Agente della Grido Ribelle Records: Vorrei acquistare il contratto di Lurleen.
    Homer: Niente da fare amico, non mi chiamano mica “Colonnello Homer” perché sono un deficiente dell’esercito!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 21, Il vedovo nero

I rumori buffi non sono buffi. (Frase alla lavagna)

Ehi, ciucciati lo stegosauro, amico! (Dinosauro parlante)

Se avessi voluto ucciderti ti avrei tirato il collo come una gallina appena varcata questa soglia… Ma poi che razza di ospite sarei stato? (Telespalla Bob)

Torniamo al ventisettesimo Telethon annuale per chi soffre di mal d’auto. (Annunciatore televisivo)

Un tizio entra in un bar e tira fuori un piccolissimo pianoforte e un pianista alto trenta centimetri.. .Oh, aspetta non la posso raccontare questa! (Krusty)

Ah, fuoco! Flagello di Prometeo, progenitore della carne alla brace, annientatore del legno secco! (Telespalla Bob)

[In seguito a un rapporto intimo con Selma] Anche l’omicidio ha i suoi aspetti negativi! (Telespalla Bob)

Dialoghi:

  • Telespalla Bob: Selma, ti dispiacerebbe se facessi qualcosa di azzardato e scioccante dinnanzi alla tua famiglia?
    Selma [porgendo le labbra]: Va bene, però niente lingua.
    Telespalla Bob: Per quanto baciarti sia come baciare un divino posacenere, non intendevo questo. Selma, vuoi tu sposarmi?
    Bart: Non essere sciocca, zia Selma! Quell’uomo è feccia!
    Selma: Allora chiamami Signora Feccia!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 22, Lo show di Otto

Non farò roteare la tartaruga. (Frase alla lavagna)

Figliolo, alcuni dei miei momenti più belli li ho passati sul sedile posteriore di una macchina… De-hi-hi-ho! [immagina di quando da giovane mangiava in auto] (Homer)

Questa sera una città piange. Per la prima volta un campo da hockey si trasforma in un’arena di violenza dopo un concerto degli Spinal Tap. […] Naturalmente sarebbe sbagliato supporre che questo genere di disordine sia nato con il rock ‘n’ roll. Dopotutto ci furono delle risse alla prima de Il flauto magico di Mozart. Perciò qual è la risposta? Bandire la musica? Secondo l’opinione del sottoscritto la risposta sfortunatamente è “sì”! (Kent Brockman)

Uè! Flebati il morale, funghetto! (Otto)

Ave all’autista, all’autista all’autista. | Ave all’autista, all’autista del pulmin. | Beve e impreca, è una vera ciofeca. | Ave all’autista, all’autista del pulmin. (Bambini e Skinner)

Se qualcosa è troppo difficile da fare, non vale la pena farla. (Homer)

Dialoghi:

  • Bill di KBBL Radio: Ragazzi, sparerò una parola che vi ha perseguitato per tutta la vostra carriera: “falliti”. Eppure eccovi qui, tra i Top 105. Qual è il vostro segreto?
    Michael McKean/David St. Hubbins: Be’, dopo la caduta del muro di Berlino i nostri dischi sono stati venduti anche nella parte squallida della cortina di ferro. E questo ci ha dato una spinta.
    Christopher Guest/Nigel Tufnel: Siamo molto famosi in Bulgaria. E come si chiama quell’altra “-ria”?
    Michael McKean/David St. Hubbins: Ungheria.
    Christopher Guest/Nigel Tufnel: Sì, quella lì.
    Harry Shearer/Derek Smalls: Non mi viene in mente nessuno che abbia beneficiato più di noi della caduta del comunismo. E a te?
    Christopher Guest/Nigel Tufnel: Be’, forse la gente che vive nei paesi comunisti.
    Harry Shearer/Derek Smalls: Ah, già. Non ci avevo pensato. Scommetto che hai ragione.
  • Christopher Guest/Nigel Tufnel: Noi pensavamo sapessero roccheggiare a Shelbyville…
    Harry Shearer/Derek Smalls: Ma nessuno rocckeggia come… Springfield!
  • Otto: Sfido chiunque a battere il mio record: quindici incidenti al mio attivo e non una vittima che si sia lamentata!
    Lou: Pregasi esibire la patente.
    Otto: Niente da fare. Mai presa una. Ma se volete una prova della mia identità ho scritto il mio nome qui sulle mutande. [si controlla le mutande] Oh, che grigia! …queste non sono mie!
    Skinner: Questa è l’ultima goccia! Finché non prenderai la patente e indosserai le tue mutande sarai sospeso!
  • Ralph: Pigia la frizione e parte lo sciaquone. | Ave all’au…
    Skinner: Sta’ zitto!
  • Otto: Vi prego, non ho altro posto dove andare! Tenetemi con voi!
    Homer: Niente da fare. Quella battuta non ha funzionato per mio padre e non funzionerà per te.
  • Homer: Ehi, vuoi darci un taglio? Non riesco a sentirmi pensare!
    Cervello di Homer: Voglio delle noccioline.
    Homer: Così va meglio!
  • Marge: Caspiterina, noi siamo l’unica famiglia che ha.
    Homer: Chi se ne frega! Questo non è Happy Days, e lui non è Fonzie! Capito?
    Otto: Uè, signor Esse!
    Homer: Senti brutto intasalavandini, pappone dell’ultimo biscotto, scroccone ricevente telefonate a mio carico, ti voglio vedere fuori da casa mia!
  • Bart: Puoi farcela Otto, sei l’adulto più fico che conosca!
    Otto: Wow, non sono mai stato chiamato “adulto” prima d’ora. …Sono stato processato come adulto!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 23, L’amico di Bart s’innamora

Non farò schioccare i reggiseni. (Frase alla lavagna)

Ragazzi, per spiegare perché presto i vostri ormoni faranno di voi un facile bersaglio per ogni Don Giovanni dalla sdolcinata parlantina e jeans attillati, vi mostrerò un breve filmato di educazione sessuale. Ezechiele e Ismaele, voi siete esonerati come da richiesta dei vostri genitori, uscite nel corridoio e pregate. (Edna)

E ora che sapete bene come si fa… non fatelo! (Troy McLure, video di educazione sessuale “Guida di coniglietto batuffoletto a tu sai cosa” “Fuzzy Bunny’s Guide to You Know What”)

Buonasera. Sapevate che trentaquattro milioni di adulti americani sono obesi? Tutto insieme quell’eccesso di ciccia potrebbe riempire per due quinti il Grand Canyon. Forse questa cifra non vi sbalordirà, ma tenete in mente che un Canyon è davvero molto grande. […] Gli americani sono cresciuti con l’immagine dell’uomo grasso dal viso rubicondo: Dom DeLuise, Alfred Hitchcock e naturalmente Babbo Natale. Ma nella vita reale Babbo Natale soffrirebbe di calcoli alla cistifellea, ipertensione, impotenza e diabete! (Kent Brockman, puntata del programma televisivo Linea sagace)

Vorrei tanto non avessero inventato il formaggio fritto! (Marge, In una fantasia di Lisa, al funerale di Homer)

Questa rivista dice che puoi dimagrire attraverso l’insegnamento subliminale. Ossia, a tua insaputa un’idea viene improvvisamente inculcata nella tua mente. […] Ti spediranno una cassetta di musica New Age da ascoltare mentre dormi e un potente messaggio imporrà al tuo cervello di mangiare meno! (Lisa)

La mia capienza gastronomica non conosce sazietà. (Homer)

Nessuno più di me è impopolare con le signorine quanto con i signorini! (Martin Prince)

Sai Milhouse, è meglio aver amato e poi perduto… eccetera, eccetera, eccetera… andiamo in sala giochi? (Bart)

Ehi, Samantha, mi dispiace di averti fatto sbattere nella casa dei pinguini. (Bart)

Meglio di no. Sono cinquanta rosari ogni bacio! (Samantha Puzzatta, al collegio di suore)

Dialoghi:

  • Nelson: Signora Caprapall, some mai lei non vive insieme al signor Caprapall?
    Edna: Perché il Signor Caprapall ha seguito anche lui una morbidina giù in una tana di coniglio.
    Samantha Puzzatta: Come facciamo a sapere quando siamo innamorati?
    Edna: Oh, la maggior parte di voi non si innamorerà mai. Si sposerà per paura di morire da soli!
  • Lisa: Papino, che faresti se ti dicessi che potresti dimagrire senza diete e senza alzare un dito?
    Homer: Direi che sei una canaglia bugiarda! Perché, tesoro?
  • Marge: Ma funzionerà quella cassetta? Stasera hai mangiato tre dessert.
    Homer: “Perseveranza” è la parola d’ordine. Quel triumvirato di brioches ha semplicemente seppellito il mio proponimento.
    Marge: Sai papino, c’è un’altra cosa di cui volevo parlarti.
    Homer: Taci, taci, o soave Marge. Perché qui nel boudoir il buongustaio si metamorfizza nel voluttuoso!
    Marge: In nome di Dio, di che caspiterina stai parlando?!
  • Bart: Ehi, mi è venuta un’idea. Perché non andiamo tutti è tre a sputare sulla macchina del direttore?
    Milhouse: Senti Bart, devo dirti la verità, non mi sento ancora pronto per un menagé a trois.
    Bart: Ah, bene. Sono stufo di vedere voi due fare la lotta libera con le labbra. C’è una marea di altri modi per essere schifato in questa città.
  • Lisa: Papi, Papi, sai che giorno è oggi?
    Homer: L’equinozio di primavera?
    Lisa: No, è il quattordicesimo giorno che hai ricevuto la cassetta per dimagrire. Dobbiamo metterti sulla bilancia!
    [Vanno in bagno e Homer si mette sulla bilancia]
    Lisa: Ma pa’, sei aumentato di sei chili.
    Homer: Ciarlatani in malafede con i loro cavilli subliminali! Vadano in malora!
  • Lisa: Ehi Babi, secondo questa rivista tra un milione di anni l’uomo avrà un dito in più.
    Bart: Cinque dita? Bleah, lo show dei mostri!
    Milhouse: Bart, non voglio che mi vedi piangere.
    Bart: Piangi quando ti sbucci il ginocchio, piangi quando ti finisce il latte al cioccolato, piangi quando fai la divisione e ti rimane il resto…
  • Homer: Marge, dov’è quell’aggeggio di metallo che si usa per… scavare… il cibo?
    Marge: Intendi un cucchiaio?

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 24, Fratello, avresti da darmi due soldi?

Non simulerò convulsioni. (Frase alla lavagna)
I Simpson terza stagione citazioni e dialoghi
I Simpson terza stagione citazioni e dialoghi
I Simpson terza stagione citazioni e dialoghi
I Simpson terza stagione citazioni e dialoghi
I Simpson terza stagione citazioni e dialoghi

I Simpson citazioni e dialoghi (prima e seconda stagione) — Link articolo
I Simpson citazioni e dialoghi (quarta stagione) — Link articolo
I Simpson citazioni e dialoghi (quinta stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (sesta stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (settima stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (ottava stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (nona stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (decima stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (undicesima stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (dodicesima stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (tredicesima stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (quattordicesima stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (quindicesima stagione)

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghi

Yo-Yo Ma e i musicisti della via della seta

Yo-Yo Ma e i musicisti della via della seta

Yo-Yo Ma contro Donald Trump, critiche dal violoncellista cinese protagonista di Yo-Yo Ma e i musicisti della via della seta

Yo-Yo Ma e i musicisti della via della seta Yo-Yo Ma contro Donald TrumpYo-Yo Ma e i musicisti della via della seta. Tra coloro che non sono contenti dell’elezione a presidente degli Stati Uniti di Donald Trump c’è Yo-Yo Ma, il violoncellista più famoso del mondo.

Le critiche all’indirizzo politico che Donald Trump e il suo nuovo governo daranno agli Stati Uniti da gennaio, non arrivano quindi solo dal mondo pop e rock, ma anche dalla musica classica. Anche Yo-Yo Ma si schiera apertamente contro quello che è diventato il nuovo Presidente degli Stati Uniti d’America.

Proprio in queste ore Donald Trump e il suo staff stanno decidendo chi mettere nelle posizioni più importanti del nuovo governo, in america non si parla d’altro.

il protagonista di Yo-Yo Ma e i musicisti della via della seta si è espresso così sul futuro amercicano: “È necessario creare un futuro in cui il diverso ispiri emozione e non paura”.

Yo-Yo Ma è cinese di nascita, ma è diventato cittadino americano, dopo essersi trasferito con la famiglia a New York all’età di sette anni. Il musicista si era già in passato pronunciato riguardo la politica estera di Trump e l’annosa questione del muro che dovrebbe dividere gli Stati Uniti dal Messico:

il Messico è un grande paese e demonizzare un popolo intero è sbagliato. Penso che l’arroganza e le certezze assolute su questo tema siano preoccupanti.

Il famosissimo violoncellista cinese è protagonista di Yo-Yo Ma e i musicisti della via della seta, nelle sale italiane dal 24 novembre.

Yo-Yo Ma e i musicisti della via della seta

Titolo originale: The Music of Strangers: Yo-yo ma and the Silk Road Ensemble.
Paese: USA
Anno: 2015
Durata: 96 min
Genere: Documentario
Regia: Morgan Neville
Attori: Yo-Yo Ma, Kinan Azmeh, Kayhan Kalhor, Cristina Pato, Wu Man
Fotografia Graham Willoughby
Montaggio Helen Kearns, Jason Zeldes
Produzione Tremolo Productions, Participant Media
Distribuzione I Wonder Pictures

Sinossi di Yo-Yo Ma e i musicisti della via della seta

Documentario sull’acclamato violoncellista Yo-Yo Ma e sul Silk Road Ensemble, uno straordinario collettivo di musicisti internazionali che si è riunito per celebrare, attraverso le loro composizioni e la modalità di scambio culturale, il potere universale della musica di abbattere i confini geografici. Il racconto delle incredibili storie individuali di una cinquantina di strumentisti, cantanti, compositori, arrangiatori, artisti e narratori visivi.

De Niro: “Non posso prendere a pugni Trump, magari emigro in Italia…”

De Niro: “Non posso prendere a pugni Trump, magari emigro in Italia…”

“Non posso prendere a pugni Trump, magari emigro in Italia…”, queste le parole dell’attore italoamericano ospite dello show di Jimmy Kimmel

Robert De Niro: "Non posso prendere a pugni Trump, magari emigro in Italia“Non posso prendere a pugni Trump, è il presidente”, l’attore premio Oscar

Che Robert De Niro provasse una certa avversione per Donald Trump era già chiaro a tutti, molto prima della sorprendente vittoria di ieri. Infatti un mese fa, la star aveva attaccato il neopresidente degli Stati Uniti in un video diventato virale in rete con queste parole:

E’ così stupido. E’ un cane, un maiale. Un artista della stronzata. Non paga le tasse, è un disastro nazionale. Mi fa arrabbiare il fatto che questo paese sia arrivato al punto di consentire a quest’idiota di arrivare sin qui.

Ad un mese di distanza, dopo l’imprevista vittoria di Donald Trump nessuno si aspettava che pensasse addirittura di emigrare nel nostro paese. Ieri sera ospite dello show di Jimmy Kimmel, il premio Oscar ha affermato:

prenderlo a pugni? Non posso, è il presidente. Devo rispettare il suo ruolo, vediamo cosa farà e se davvero darà seguito a certe affermazioni. Come vediamo in molte città, tante persone sono arrabbiate e stanno protestando.

Ad un certo punto l’intervista si è spostata sull’Italia e Jimmy Kimmel, che ha origini italiane, essendo i suoi nonni di Ischia, ha detto “Sono più italiano di te!”

Robert De Niro ha proseguito:

La mia famiglia è di Ferrazzano, dalle parti di Campobasso. Ho la cittadinanza italiana? Si, probabilmente dovrò trasferirmi lì

L’attore italoamericano nato a New York nel Greenwich Village il 17 agosto del 1943, ha ricevuto infatti ufficialmente la cittadinanza italiana il 18 ottobre del 2006.

Purtroppo non possiamo farvi vedere il video per problemi di copyright, però non deve essere difficile trovarlo in rete.

Donald Trump tra film e serie tv

Donald Trump tra film e serie tv

Donald Trump tra film e serie tv, un personaggio familiare al pubblico del grande e piccolo schermo

Donald Trump tra film e serie tv Donald Trump 2Donald Trump tra film e serie tv, anche questo può averlo aiutato nella corsa alla Casa Bianca

Donald Trump tra film e serie tv. La scorsa notte, quella tra l’8 e il 9 ottobre ha decretato che Donald Trump sarà il quarantacinquesimo presidente degli Stati Uniti. E’ riuscito a sovvertire ogni pronostico che dava come favorita la sua sfidante la democratica Hillary Clinton.

Donald Trump ha dovuto lottare contro il suo stesso partito repubblicano, che, dalle primarie vinte a sorpresa, non gli ha mai dato un vero appoggio, è sempre stato una sorta di outsider la cui vittoria era piuttosto improbabile.

Probabilmente è riuscito a farcela anche grazie al fatto che dagli anni novanta in poi è apparso numerosissime volte in tv e in film e serie tv. Pensate solo al reality show televisivo The Apprentice o al fatto che essendo amico del proprietario della WWE (World Wrestling Entertainment) Vince McMahon partecipò anche a qualche show come ospite.

Ecco l’esperienza di Donald Trump tra film e serie tv:

I fantasmi non possono farlo (Ghosts Can’t Do It), regia di John Derek (1989)
Mamma, ho riperso l’aereo – Mi sono smarrito a New York, regia di Chris Columbus (1992)
Piccole canaglie (1994)
Willy, il principe di Bel-Air – serie TV, episodio 4×25 (1994)
Funny Money – Come fare i soldi senza lavorare (The Associate), regia di Donald Petrie (1996)
La tata – serie TV, episodio 4×04 (1996)
Susan – serie TV, episodio 1×22 (1997)
The Drew Carey show – serie TV, episodio 2×24 (1997)
Celebrity, regia di Woody Allen (1998)
Spin City – serie TV, episodio 2×14 (1998)
Sex and the City – serie TV, episodio 2×08 (1999)
Zoolander, regia di Ben Stiller (2001)
Two Weeks Notice – Due settimane per innamorarsi, regia di Marc Lawrence (2002)

Vince Trump, Ritorno al Futuro 2 ha avuto di nuovo ragione

Vince Trump, Ritorno al Futuro 2 ha avuto di nuovo ragione

Vince Trump le elezioni americane, in Ritorno al Futuro 2 nel 1985 alternativo era diventato uno degli uomini più influenti d’America

Vince Trump, Ritorno al Futuro 2 ha avuto di nuovo ragione Ritorno al futuro parte II streaming di Robert Zemeckis con Michael J. Fox, Christopher Lloyd, Lea Thompson, Thomas F. Wilson, Elisabeth Shue, James Tolkan 29Vince Trump e diventa presidente degli USA, come nel film di Robert Zemeckis il futuro è più fosco

Tutto il mondo stamattina si è svegliato con una previsione inaspettata: vince Trump le presidenziali americane.

Era già palese che Donald Trump fosse stato utilizzato come modello di riferimento per la versione futura di Biff Tannen, nemesi di Marty McFly, ma a confermarlo ci ha pensato un anno fa Bob Gale. Lo sceneggiatore e produttore di Ritorno al Futuro 2 in un’intervista al Daily Beast ha infatti affermato:

ci abbiamo pensato quando abbiamo fatto il film! Se guardate Ritorno al futuro parte II troverete una scena in cui Marty si confronta con Biff nel suo ufficio, in cui vi è un’immagine di Biff alle sue spalle appesa alla parete, e c’è un momento in cui Biff assume la stessa posizione del ritratto.

Vince Trump, Ritorno al Futuro 2 ha avuto di nuovo ragione biff-tannen-portrait-donald-trump-back-to-the-future-2Vi ricordate infatti la scena in cui Marty McFly dice a Biff Tannen “Dobbiamo parlare”, lancia il telecomando della tv nella vasca e nomina l’almanacco sportivo? Biff subito dopo caccia le ragazze dalla vasca, indossa una vestaglia e va con Marty nel suo ufficio. Qui si mette proprio davanti ad un enorme ritratto di se stesso, dietro il quale c’è la cassaforte che contiene il grande almanacco sportivo. In questa scena, Michael J. Fox e Thomas Francis Wilson (che interpreta Biff) discutono, ed il “Trump del 1985” si mette quasi in posa sotto il ritratto in modo da enfatizzare la scena.

Vince Trump, Ritorno al Futuro 2 ha avuto di nuovo ragione Ritorno al futuro parte II streaming di Robert Zemeckis con Michael J. Fox, Christopher Lloyd, Lea Thompson, Thomas F. Wilson, Elisabeth Shue, James Tolkan 020Bob Gale e Robert Zemeckis hanno proprio voluto descrivere un personaggio molto rassomigliante al Donald Trump di trent’anni fa. Biff Tannen a ben vedere come personaggio, prima di diventare ricco grazie alle scommesse vinte per via dell’almanacco sportivo, era megalomane, arrogante, furbo e violento nei gesti. Nonostante tutto era comunque irresistibile per i suoi seguaci, che sono pronti a seguirlo senza pensarci due volte. Personaggio perfetto per essere trasformato in una copia di Donald Trump nel futuro alternativo.

Solo il futuro ci dirà se gli americani con la loro scelta discutibile hanno avuto ragione, non ci resta che augurargli che Donald Trump non trasformi l’America nella Hill Valley del 1985, buia sporca, senza leggi certe ed infestata dai teppisti.

Luca Miglietta

Vince Trump, Ritorno al Futuro 2 ha avuto di nuovo ragione Ritorno al futuro parte II streaming di Robert Zemeckis con Michael J. Fox, Christopher Lloyd, Lea Thompson, Thomas F. Wilson, Elisabeth Shue, James Tolkan 21

Le star che voteranno Donald Trump tra poche ore

Le star che voteranno Donald Trump

Le star che voteranno Donald Trump tra poche ore

Le star che voteranno Donald Trump Le star che voteranno Donald Trump tra poche ore, le abbiamo cercate, non sono tante, perchè la maggior parte sta con la Hillary Clinton

Le star che voteranno Donald Trump. Manca davvero pochissimo, tra poche ore inizieranno le votazioni negli Stati Uniti, al termine delle quali scopriremo il vincitore. Tutto il mondo seguirà con un certo interesse il risultato finale delle elezioni in uno degli stati più influenti e potenti al mondo.

E’ stata senza ombra di dubbio una delle peggiori campagne elettorali della storia americana, fatta di colpi di scena e insulti tra i due candidati. Sono probabilmente due candidati totalmente impresentabili, che potrebbero fare molti danni nel mondo: da un lato abbiamo le politiche xenofobe e razziste di Trump, dall’altro quelle guerrafondaie e imperialiste della Clinton.

Gli USA e di conseguenza anche il mondo avranno solo da perdere qualsiasi sia il risultato di queste elezioni, non ci resta che attendere. Chissà che vincerà tra repubblicani e democratici, anche se molti membri dei due partiti non si riconoscono nei loro candidati.

Ma veniamo a noi, chi voteranno le star americane? La maggior parte dei vip non ha fatto mistero che sceglierà la candidata democratica Hillary Clinton da Beyoncé a Madonna (Farò sesso orale con chi vota Clinton) e George Clooney e tanti altri. Robert De Niro addirittura ha definito Trump in un video “uno stupido, un cane, un maiale, un artista della stronzata, un disastro nazionale”. Tantissimi vip addirittura pur non schierandosi completamente con la Clinton si sono detti completamente contrari alle politiche di Trump.
Pensate infatti al repubblicano di ferro Arnold Schwarzenegger che pur non dichiarando le proprie intenzioni elettorali, ha affermato:

per la prima volta da quando sono diventato cittadino americano nel 1983, non voterò per il candidato repubblicano alla presidenza.

Il cast di Will e Grace addirittura distanza di dieci anni dall’ultima puntata si è riunito. Will, Grace, Karen e Jack si sono ritrovati per discutere sulle loro intenzioni di voto in un video di dieci minuti. Video in aiuto di Hillary Clinton.

Tra i tantissimi Vip abbiamo faticato, ma ne abbiamo trovato qualcuno favorevole al controverso miliardario newyorkese. Partiamo dall’attore repubblicano John Voight che sul suo account Twitter ha così risposto all’attacco di Robert De Niro a Trump:

mi vergogno per il mio collega Bobby DeNiro e la sua invettiva contro Donald Trump. Che parole schifose ha usato contro un candidato presidenziale… che ha lavorato molto più duro di chiunque altro nell’ultimo anno e mezzo per cercare di dare un messaggio giusto al popolo americano. Conosco molti uomini che hanno utilizzato termini sessuali simili nei confronti delle donne soprattutto quando erano più giovani. Le parole di Donald Trump non sono così dannose come l’invettiva di Robert DeNiro. Le parole di Trump non hanno fatto male a nessuno. Potete immaginare un repubblicano dire parole come quello di Robert DeNiro usate contro (Hillary) Clinton o Barack Obama? Darebbero tutti di matto“.

Voterà Trump Clint Eastwood, che si è detto stufo del buonismo e del politicamente corretto:

ci stiamo tutti segretamente stancando del politicamente corretto, quella in cui siamo è una generazione di leccaculo e di fighette. Per questo voto Trump, anche se ha detto un sacco di cose stupide.

Anche Chuck Norris voterà Donald Trump ed ha fatto un appello nel quale invita tutti i repubblicani d’America a votarlo compatto. L’attore che ha interpretato Walker Texas Ranger si è infatti così espresso:

se i repubblicani non si mobiliteranno a favore di Trump, perderemo le elezioni. Questo avrà come conseguenza anche la perdita di numerosi seggi al Congresso e al Senato. I democratici domineranno il Congresso e la presidenza per chissà quanto tempo. Il peggio è che i seggi della Corte suprema andranno a persone vicine a Hillary Clinton. Le loro decisioni nei prossimi dieci anni smantelleranno o distruggeranno quel poco che rimane del nostro paese. Ogni voto che non sarà per Trump, andrà chiaramente a favore di Clinton, la quale spera che il giorno del voto i repubblicani rimarranno a casa o andranno a pescare. Voglio incoraggiare tutti i repubblicani, siano essi pro-establishment, moderati, liberali o conservatori, a unirsi per il bene del paese.

Anche il cantante conservatore Kid Rock è tra le star che voteranno Donald Trump.

Voterò per Trump. Come molta altra gente, sia democratica che repubblicana, sento che avere alla Casa Bianca gente come Hillary Clinton sia un po’ beccarsi sempre la stessa merda. Il mio parere è: lasciate che quell’uomo d’affari governi come se stesse facendo business. E poi la sua campagna elettorale è stata divertente da morire. Diamogli una possibilità.

Kristie Alley, la star di Senti chi parla, da un bel po’ di tempo sparita dai radar del cinema e dei media, ha fatto un pubblico endorsement a Donald Trump perchè diventi presidente via Twitter.

Stephen Badwin ha dichiarato pieno supporto a Donald Trump in un’intervista alla CNN.

Penso che sia fantastico. Lo amo. Penso che sarebbe un grande presidente. Non è un politico, e non gli importa di quello che pensano le persone. E questo è il motivo per cui è in aumento nei sondaggi. Lui dice quello che pensa.

Gary Busey, tra le star che voteranno Donald Trump ha dichiarato a FOX411:

Lo conosco personalmente. Lo conosco professionalmente. E’ un bravo ragazzo. E’ tagliente. Può cambiare il Paese.

Lou Ferrigno, il due volte Mister Universo e interprete della serie tivù della fine degli Anni ’70 The Incredible Hulk, ha espresso tutta la sua stima nei confronti di Trump. Ha infatti dichiarato a TMZ:

Donald è il migliore. E’ un ragazzo fantastico. Spero che vada fino in fondo.

Fran Drescher, diventata famosa negli anni novanta per il ruolo di Fran Fine (Francesca Cacace nell’adattamento italiano), nella sitcom La tata, ha dichiarato:

penso che Trump sia molto divertente, e sta dicendo un sacco di cose che gli altri non hanno davvero il coraggio di dire.

Dalla parte di Donald Trump anche il rapper Sean Combs, in arte Puff Daddy.

L’attore e regista Robert Davi repubblicano di ferro e un praticante cattolico è un grande sostenitore di Trump:

se Ronald Reagan è stato il Gary Cooper della politica, Trump è il John Wayne. Preferisco avere un Presidente che dica le cose come stanno che un ingannatore.

Per rimanere in tema Aissa Wayne, attrice e figlia di John Wayne è dalla parte di Trump:

l’America ha bisogno di aiuto e abbiamo bisogno di un forte leader. Abbiamo bisogno di qualcuno come il signor Trump, con una qualità da leadership, qualcuno con coraggio, qualcuno forte come John Wayne.

A differenza delle star della musica e di Hollywood a maggioranza dalla parte della Clinton, sono molti gli sportivi schierati con Trump, tra loro Tom Brady, leggendario quarterback dei New England Patriots di Boston, capace di giocare sei Superbowl, vincerne quattro ed essere eletto migliore in campo in tre. Sono suoi sostenitori anche il golfista John Daly, Dennis Rodman, Latrell Sprewell e l’ex wrestler ed attore Hulk Hogan, che si è espresso così:

sul ring non voglio nessun altro. Voglio solo Trump.

Infine tra gli sportivi è un grande sostenitore di Donald Trump l’ex campione del mondo di boxe Mike Tyson:

dovrebbe essere il prossimo Presidente degli Stati Uniti. Cerchiamo qualcosa di nuovo. Guidiamo l’America come un’azienda in cui non importino i colori. Chiunque può fare il suo lavoro.