Archivi tag: David Benioff

Game of Thrones disastroso su Rotten Tomatoes

Game of Thrones disastroso su Rotten Tomatoes, il pubblico e la critica non perdonano, numeri impietosi per l’amatissima serie tv

Game of Thrones disastroso su Rotten Tomatoes, pessimi voti anche su Imdb, una serie che aveva voti altissimi fino alla settima stagione, poi con il peggioramento della qualità degli episodi i voti sono andati in picchiata

Game of Thrones disastroso su Rotten Tomatoes arya, sansa, bran starkGame of Thrones disastroso su Rotten Tomatoes. Sul noto sito web aggregatore di recensioni da parte della critica specializzata e dei singoli utenti, gli ultimi tre episodi sono stati molto sotto le aspettative.

Il quarto episodio intitolato The Last of the Starks ha totalizzato un misero 58% di punteggio, The Bells, il quinto un disastroso 47%, l’ultimo intitolato The Iron Throne ha raggiunto un pessimo 48%. I voti a ben guardare sono bassi per l’intera ottava stagione, si salvano giusto i primi episodi (92% Winterfell, 88% A Knight of the Seven Kingdoms, 75% The Long Night), che avevano fatto ben sperare il pubblico di vedere un bel prodotto fino alla fine. A causa di questi numeri l’ottava stagione di Game of Thrones ottengono una media del 67 per cento di recensione di critica e pubblico, il risultato più basso nella storia dell’amato show HBO.

Game of Thrones disastroso su Rotten Tomatoes e imdbLe aspettative su Il Trono di Spade all’inizio dell’ottava Stagione erano molto alte, poi la sceneggiatura di David Benioff e D.B. Weiss ha scontentato tutti a causa di una trama appena abbozzata e a dialoghi a tratti banali.

Game of Thrones disastroso su Rotten Tomatoes, ma su Imdb, dove i voti non sono in percentuali ma in numeri da 1 a 10, non fa meglio. I primi tre episodi raggiungono voti tra il 7,8 e l’8,1, poi c’è un drastico calo: 5,8 nella quarta, 6,4 nella quinta ed infine un pessimo 4,5 nell’ultima.

Un finale di Game of Thrones che farà storcere il naso a molti, come tutta l’ultima stagione del resto, tanto che è nata UNA PETIZIONE ONLINE PER RIGIRARE TUTTA L’OTTAVA STAGIONE

David Benioff e D.B. Weiss non si sono rivelati due sceneggiatori all’altezza della qualità della saga nell’ultima stagione, ed anche nella settima non erano stati eccellenti seppur con risultati di gran lunga migliori dell’ottava. La sesta stagione di Game of Thrones è stata la prima in cui David Benioff e D.B. Weiss hanno dovuto contare solo sulle proprie abilità per la mancanza di libri di George R. R. Martin da cui attingere, ma in questo caso se l’erano cavata comunque egregiamente, curiosa questa debacle finale.

Game of Thrones disastroso su Rotten Tomatoes, imdb ed altri sitiAl di là delle opinioni personali del pubblico e quelle più ponderate della critica il dato è comunque preoccupante, i numeri non mentono mai: l’ottava stagione di Game of Thrones si è rivelata pessima. Un record solo negli ascolti televisivi, nello streaming e nei dowload illegali da utorrent e Emule. Stagione che ha registrato la percentuale più bassa su Rotten Tomatoes ed i voti più bassi mai ottenuti dalla serie su Imdb, questo vuol dire qualcosa al di là della soggettività dei giudizi. Ho preso in considerazione i due siti più importanti i voti sul web sono bassi anche su altre piattaforme.

Luca Miglietta

Petizione per rifare l’ottava stagione di Game of Thrones

Petizione per rifare l’ottava stagione di Game of Thrones

Petizione per rifare l’ottava stagione di Game of Thrones, una campagna online contro gli showrunner della serie, che chiede a Hbo di rifare tutto per dare un finale degno alla saga

Petizione per rifare l'ottava stagione di Game of ThronesOnline è stata aperta una petizione su Change.org per rifare l’ottava stagione di Game of Thrones, dopo la messa in onda dell’episodio Game of Thrones 8×05, intitolato “The Bells” uno dei più seguiti di sempre. Non è un mistero che la stagione finale di Game of Thrones non piaccia alla stragrande maggioranza dei fan

David Benioff and D.B. Weiss have proven themselves to be woefully incompetent writers when they have no source material (i.e. the books) to fall back on. This series deserves a final season that makes sense. Subvert my expectations and make it happen, HBO!, dice la petizione appasa sul famoso sito di petizioni online. Tradotto per chi non conoscesse l’inglese: “David Benioff e DB Weiss hanno dato prova di essere incompetenti- si legge nella petizione- questa serie ha una stagione finale totalmente senza senso. Questa serie ha bisogno di un finale che abbia senso. Sovvertite le mie aspettative e fate in modo che accada, HBO!

Petizione per rifare l'ottava stagione di Game of Thrones 8Nonostante i numeri record di chi ha visto l’ottava stagione di Game of Thrones, il forte malcontento dei fan si percepiva del resto già da settimane sui social. Leggendo su Facebook – e come dargli torto – vediamo che c’è chi è deluso dal fatto che nella stagione i personaggi appaiono in balia degli eventi, poco caratterizzati e con davanti un futuro che sembra già scritto. Una sceneggiatura nemmeno lontanamente paragonabile a quello delle altre stagioni di Game of Thrones. I fan son sempre più convinti che i due showrunner della serie si siano rivelati mediocri una volta superato il materiale narrativo messo a disposizione da George RR Martin. Finiti i libri da cui attingere sono apparsi degli sceneggiatori poco coerenti e privi di grandi capacità di scrittura.

La petizione è stata creata online dopo la messa in onda della puntata Game of Thrones 8×05, ma il malcontento è presente fin dall’uscita della prima puntata dell’ottava stagione

Al malcontento dei fan si è aggiunto quello di alcuni attori, come ad esempio Conleth Hill, l’attore che interpreta Varys, che si è detto amareggiato, in particolare per il modo in cui è stato trattato nelle ultime due stagioni il suo personaggio.

Petizione per rifare l'ottava stagione di Game of Thrones 1La petizione per rifare l’ottava stagione di Game of Thrones sta arrivando rapidamente quasi al milione di sottoscrizioni, siamo già a 750000 in poche ore. Stiamo parlando di una semplice protesta dei fan tramite la petizione, perchè sappiamo tutti che HBO non farà mai un remake. Vedremo come sarà la puntata finale di domenica prossima negli USA, in Italia invece si potrà seguire alle prime ore del mattino di lunedì su Sky Atlantic HD ed in streaming su Now Tv.

Vedremo che numeri raggiungerà la petizione su Change.org, un obbiettivo l’ha già raggiunto: tutti i media ne stanno parlando in tutto il mondo.

Luca Miglietta

 

Kit Harington rischiò di morire da bambino

Kit Harington rischiò di morire da bambino

Kit Harington rischiò di morire da bambino, ha raccontato a Metro.co.uk: “Per pochi secondi non sono morto”

Kit Harington rischiò di morire da bambinoKit Harington rischiò di morire da bambino. Tutti stanno aspettando l’ottava e ultima stagione di Game of Thrones attendendo con ansia di scoprire come si comporteranno Jon Snow e Daenerys Targaryen. Chi conquisterà Il trono di Spade? Gli estranei chi li fermerà? Una lotta finale che si preannuncia ricca di colpi di scena.

In attesa di scoprire la data della premiere dell’ottava e ultima stagione di Game of Thrones, di cui abbiamo fatto solo delle ipotesi in precedenti articoli, Kit Harington ha raccontato qualche aneddoto del suo passato a Metro.co.uk:

Una volta sono quasi annegato in una piscina quando avevo quattro anni. Ero a pochi secondi dalla morte, a quanto pare.

Ma si tratta dell’unico incontro ravvicinato con la morte per l’attore protagonista dello show della HBO, perchè aveva raccontate al The Sun che durante le riprese di Spooks finì contro un muro:

Non dovevo attraversare quel muro, è stato un errore, ha funzionato brillantemente per il film ma ha fatto un male dell’inferno. Se rallenti la sequenza mi vedi perdere conoscenza per un secondo.

Kit Harington rischiò di morire da bambinoKit Harington rischiò di morire da bambino, così racconta alla stampa, ma non si lascia sfuggire nulla sul finale di Game of Thrones

Tutti però si aspettavano qualche rivelazione sulla prossima stagione di Game of Thrones, ma l’attore non ha detto nulla così come ha fatto la maggior parte del cast. Peter Dinklage, l’interprete del nano Tyrion Lannister, divenuto Primo Cavaliere di Daenerys Targaryen ha dichiarato ad esempio:

Nel mondo televisivo non ci sono scrittori migliori di Dan Weiss e David Benioff. Hanno concluso la serie splendidamente, meglio di come avrei mai potuto immaginare. La storia del mio personaggio si conclude magnificamente, che sia tragica o meno.

Sophie Turner l’interprete dell’affascinate Sansa Stark ha raccontato che molti fan dello show saranno soddisfatti, ma anche che molti ne rimarranno delusi.

Nikolaj Coster-Waldau, l’interprete di Jaime Lannister ha elogiando il finale ed espresso la sua gratitudine per l’opportunità che gli è stata data di interpretare il personaggio:

Ho scritto agli sceneggiatori quando ho finito di leggere e ho detto ‘non penso che avreste potuto fare un lavoro migliore per finire questa storia’. Per me è stato molto soddisfacente ma anche molto sorprendente.

Harington è particolarmente grato a Game of Thrones non solo perchè gli ha permesso di diventare famoso, ma anche perchè gli ha fatto trovare l’amore conoscendo sul set Rose Leslie (Ygritte), l’attrice che ha sposato pochi mesi fa.

L.M.

Kit Harington rischiò di morire da bambino

Il ballo del pollo di Emilia Clarke


Il ballo del pollo di Emilia Clarke

Il ballo del pollo di Emilia Clarke al provino de Il trono di spade

Il ballo del pollo di Emilia ClarkeIl ballo del pollo di Emilia Clarke che le ha permesso di conquistare il team di autori e produttori che dovevano valutarla

Le audizioni possono essere delle prove stressanti per gli attori in cerca di una parte e viverle con spensieratezza non è certo facile, ma non è stato così per Emilia Clarke.
Il ballo del pollo di Emilia Clarke
Emilia Clarke aveva appena finito di leggere le battute per un personaggio all’epoca sconosciuto di nome Daenerys Targaryen, quando chiese al team di autori e produttori che dovevano valutarla se c’era qualcos’altro di cui hanno bisogno. David Benioff disse per scherzo “certo, perché non ci fai un ballo?”

Il ballo del pollo di Emilia ClarkeEmilia Clarke prendendo troppo sul serio Benioff decise di ballare il ‘Funky Chicken‘ senza che nessuno se lo aspettasse conquistando il cuore di tutti e portando spensieratezza nella stanza.
Il ballo del pollo di Emilia Clarke
Così l’attrice stessa ha descritto la sua esperienza:

David Benioff, D.B. Weiss, Frank Doelger, Carolyn Strauss – tutti i produttori e gli showrunner erano di fronte a me in una stanza e io ero terrorizzata. Mi avevano visto da qualche parte in Inghilterra e mi avevano portato fino in America. Probabilmente pensavano ‘Oh, ecco questa ragazza scovata da qualche parte a Londra che non ha fatto niente se non un episodio di uno show televisivo, ci piacerebbe averla come protagonista del nuovo show che stiamo preparando.’ Avevo bisogno di andare lì e capire se per caso non fossero tutti pazzi.

Il ballo del pollo di Emilia ClarkeEmilia Clarke ha provato anche a spiegare il perché di questa buffa trovata:

dovevo presentarmi al provino a Los Angeles e dovevo essere al top, perciò un amico mi ha consigliato di eliminare gli zuccheri così da sembrare super sana. L’ho fatto, mi sono messa a dieta, sono arrivata a Los Angeles ed ero davvero al massimo, ma durante il provino mi hanno offerto una Diet Coke. Ho deciso di accettarla e dopo mi sono sentita come sotto l’effetto di droghe. Ero molto nervosa così, dopo aver recitato le mie scene, ho chiesto se potevo fare altro. David Benioff scherzando mi ha risposto “Puoi ballare”. Io però l’ho preso sul serio e ho fatto la Funky Chicken Dance e la danza dei robot.
Il ballo del pollo di Emilia Clarke
Un provino andato sicuramente meglio del previsto forse proprio grazie alla sua simpatia, che gli ha permesso di conquistare il team di persone che doveva decidere del suo destino. Emilia ha così ottenuto la parte di Khaleesi in Game of Thrones dando vita ad un personaggio che, grazie alla sua bravura e bellezza, è diventato uno dei più amati della serie. Game of Thrones (Il Trono di Spade nella traduzione italiana) ha avuto e continua ad avere un enorme successo in tutto il mondo ed ha inoltre contribuito a far conoscere al grande pubblico i romanzi di George R.R. Martin da cui è tratta.

Luca Miglietta

Il ballo del pollo di Emilia Clarke