Archivi tag: CGI

Scena del treno di Ritorno al futuro – Parte III

Scena del treno di Ritorno al futuro – Parte III

Scena del treno di Ritorno al futuro – Parte III, quando gli effetti speciali erano veramente speciali

Scena del treno di Ritorno al futuro - Parte III
Ecco una foto che spiega come è stata girata la scena del treno di Ritorno al futuro – Parte III. Sono stati utilizzati dei modellini che riproducevano sia la locomotiva del treno a vapore, che la DeLorean DMC-12.  Intanto la scena veniva ripresa con un cinepresa montata a bordo di una macchina che procedeva lentamente accanto ai modellini che si muovevano sulla finta ferrovia della Hill Valley del vecchio West.

Sorge spontane la battuta di Doc nel primo film della saga di Ritorno al Futuro: “Scusa la rozzezza di questo modello ma non ho avuto il tempo di farlo in scala e di dipingerlo”. Battuta fatta quando il dottor Emmett Brown nel 1955 mostra all’amico Marty McFly il modellino che spiega come riportarlo nel 1985 sfruttando la forza del fulmine.

Scena del treno di Ritorno al futuro - Parte III di zemeckis
Erano anni in cui la computer grafica non era ancora entrata nel mondo del cinema in maniera massiccia, altri tempi, in cui l’inventiva e l’immaginazione erano la migliore tecnologia. Il film uscito proprio nel 1990, pochi anni dopo i registi cominciano a capire che possono cominciare a sfruttare le potenzialità della CGI. Gli anni Novanta sono proprio il periodo che segna la svolta definitiva nell’impiego della computer grafica nel cinema.

Ecco alcuni dati della famosissima pellicola cult degli anni novanta

Ritorno al futuro – Parte III (Back to the Future Part III) è un film del 1990 diretto da Robert Zemeckis, terzo e ultimo episodio della omonima trilogia.  La pellicola ha una durata di 118 minuti. Tra gli attori ricordiamo Michael J. Fox, Christopher Lloyd, Mary Steenburgen, Thomas F. Wilson, Lea Thompson, Elisabeth Shue, Harry Carey Jr., J.J. Cohen, Flea, Dub Taylor, James Tolkan, Sean Gregory Sullivan, Mike Watson, Jeffrey Weissman, Christopher Wynne, Ricky Dean Logan, Bill McKinney, Marvin J. McIntyre

L.M.

Motivo dell’addio di Jon Snow a Ghost

Motivo dell’addio di Jon Snow a Ghost

Motivo dell’addio di Jon Snow a Ghost, una scena che per come si è sviluppata ha fatto storcere il naso a numerosi fan che si sono scatenati in rete

Motivo dell'addio di Jon Snow a GhostMotivo dell’addio di Jon Snow a Ghost. Su internet i fan sono scatenati, continuano a parlare di Game of Thrones 8×04 e della scena d’addio di Jon Snow al suo metalupo. Nella quarta puntata dell’ottava serie Jon Snow dice addio a Tormund, Samwell Tarly e al suo metalupo Ghost. Jon parla con Tormund e gli chiede di portare con se al Nord Spettro perché il sud non è un posto per metalupi. I fan però si aspettavano sicuramente una scena d’addio più sentita, non uno sguardo e basta come avviene nella puntata.

Ghost, nella versione italiana Spettro, è il metalupo albino di Jon Snow. I due hanno vissuto insieme ogni genere d’avventura: quando Jon viene accoltellato mortalmente dai Guardiani della Notte traditori Spettro veglia sul suo corpo prima che Lady Melisandre lo riporti in vita per volere del Signore della Luce. Nella puntata Game of Thrones 8X03 Ghost partecipa alla grande battaglia di Grande inverno contro gli Estranei.

Motivo dell'addio di Jon Snow a Ghost 2Ecco cosa pensano della scena in questione il regista ed i due attori che hanno partecipato alla scena

David Nutter, il regista dell’episodio, ha spiegato il motivo di questo addio piuttosto freddo, è un motivo tecnico: “Visto che i metalupi vengono creati con la CGI, volevamo fare la scena nel modo più semplice possibile. E penso che abbia avuto molto più impatto in questo modo”

Anche Kristofer Hivju che interpreta Tormund è d’accordo con la scelta degli autori: “penso che Jon abbia ragione, il sud non è un posto per i metalupi. Nel secondo o terzo episodio della serie hanno ucciso uno di loro (Lady, il metalupo di Sansa Stark) è un animale selvaggio. Penso che per Ghost sia meglio andare al nord”.

Anche a John Bradley, che nella serie della Hbo interpreta Samwell Tarly, ha difeso la scelta registica: “Jon era consapevole del sacrificio che stava facendo nel dover lasciare queste importanti figure della sua vita. E anche loro lo sanno. Ghost sa di essere importante per Jon. E Jon sa che Ghost è molto importante per lui”.

L.M.