Archivi tag: Ben Stiller

I gatti al cinema

I gatti al cinema

Vi ricordate quante volte sono comparsi i gatti al cinema? Ricordate di che film si tratta? Jonesy, G.G. o Church vi sono familiari?

I gatti al cinema Tom e Jerry William Hanna, Joseph BarberaI gatti al cinema. I gatti sono diventati nel corso degli anni i protagonisti indiscussi di internet. Si possono trovare moltissimi video, meme o semplici fotografie di questo buffo animale, che fa sorridere e suscita simpatia e tenerezza. E’ diventato un vero e proprio business sulla rete, basta fare un giro su Facebook o altri social per farsi un’idea.

Quella dei gatti non è comunque una moda nata negli ultimi anni se pensate a Il libro dei gatti tuttofare (Old Possum’s Book of Practical Cats), pubblicato nel 1939 dal poeta Thomas Stearns Eliot. Da questo libro è stato tratto Cats, il famosissimo musical composto da Andrew Lloyd Webber. I gatti hanno fatto la loro comparsa molti anni fa anche nei cartoni animati, basti pensare al cartone Tom e Jerry creato da  William Hanna e Joseph Barbera o Gatto Silvestro, il felino dei cartoni animati Looney Tunes, ossessionato dalla voglia di catturare Titti e Speedy Gonzales. Alti gatti famosi dei cartoni animati sono Gli Aristogatti (The Aristocats) e Garfield.

I gatti al cinema sono comparsi moltissime volte, fin dagli anni cinquanta, nonostante farli recitare non sia una cosa semplice, perché difficilmente si riesce ad addomesticare un gatto a differenza del cane. Vi ricordate quali sono i gatti più famosi del cinema? Qui sotto vi presentiamo tutti i felini comparsi al cinema in ordine cronologico.

I gatti al cinema Gatto Silvestro, Speedy Gonzales Sylvester (Looney Tunes)I gatti al cinema

Cagliostro, Una strega in paradiso

Cagliostro è il gatto che compare nel film Una strega in paradiso (1958), diretto da Richard Quine.

Il gatto siamese, che divide la scena con Gillian ‘Gil’ Holroyd  (Kim Novak), non è un semplice animale, ma un vero e proprio stregone. Si tratta infatti dell’incarnazione di un avo della bella strega di cui s’innamora Shepherd ‘Shep’ Henderson (James Stewart). Tra gli attori anche Jack Lemmon.

I gatti al cinema Cagliostro, Una strega in paradiso Bell, Book and Candle James Stewart, Kim Novak gatto, CatLo stregatto, Alice nel paese delle meraviglie

Si tratta del gatto che compare nel film d’animazione prodotto dalla Walt Disney Productions, Alice nel paese delle meraviglie (1951).

Il cartone è diretto da Clyde Geronimi, Hamilton Luske e Wilfred Jackson ed è basato principalmente sul libro di Lewis Carroll Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie.
Lo Stregatto compare anche nel film diretto da Tim Burton Alice in Wonderland (2010).

I gatti al cinema Stregatto Cheshire Cat Alice nel Paese delle Meraviglie (Alice in Wonderland) Clyde Geronimi, Hamilton Luske, Wilfred Jackson Lewis CarrollGatto, Colazione da Tiffany

Il felino è il confidente di Audrey Hepburn in Colazione da Tiffany (1961), diretto da Blake Edwards e tratto dall’omonimo romanzo di Truman Capote.

Il gatto non ha un vero e proprio nome perché come recita la protagonista: “io penso che non ho il diritto di dargli un nome… perché in fondo noi due non ci apparteniamo, è stato un incontro casuale”.  Il gatto che abita con Holly ha un ruolo fondamentale in Colazione da Tiffany, pensate anche solo all’ultima scena in cui Holly Golightly (Audrey Hepburn) e il suo innamorato vanno alla ricerca del gatto smarrito sotto la pioggia. Tra gli attori anche George Peppard, Martin Balsam e Mickey Rooney.

I gatti al cinema Gatto, cat Colazione da Tiffany (Breakfast at Tiffany's) Blake Edwards, con Audrey Hepburn, George PeppardG.G., F.B.I.: Operazione gatto

G.G. (Darn Cat o DC nella versione originale) è il gatto di F.B.I.: Operazione gatto (That Darn Cat!),  un film Disney del 1965 diretto da Robert Stevenson.

G.G. è un furbo e smaliziato gatto siamese, che diventa fondamentale in un’operazione condotta dall’FBI, che ha lo scopo di liberare una donna. Tra gli attori Hayley Mills, Dean Jones e Dorothy Provine.

I gatti al cinema F.B.I. Operazione gatto (That Darn Cat!) Hayley Mills, Dean Jones, Dorothy ProvineTonto, Harry e Tonto

Tonto è il nome del gatto protagonista di Harry e Tonto (1974), un film di Paul Mazursky, con protagonisti Art Carney e Ellen Burstyn.

Tonto è il soriano rosso che accompagna il protagonista Harry Coombes in un lungo viaggio on the road attraverso gli Stati Uniti, dopo che l’uomo è rimasto senza casa.  Art Carney vinse l’Oscar per il miglior attore grazie all’interpretazione di Harry.

I gatti al cinema Harry e Tonto (Harry and Tonto) Paul Mazursky, Art Carney, Ellen Burstyn setJake, Il gatto venuto dallo spazio

Il gatto venuto dallo spazio (The Cat from Outer Space) è una divertente commedia del 1977 diretta da Norman Tokar e distribuito dalla Walt Disney Pictures Home Entertainment.

Il gatto venuto dallo spazio vede protagonista un soriano alieno Zunar-J-5/9 doric-4-7, che viene ribattezzato Jake dai suoi padroni adottivi sulla Terra. Tra gli attori Sandy Duncan e Hans Conried.

I gatti al cinema Il gatto venuto dallo spazio (The Cat from Outer Space) Zunar-J-59 doric-4-7 Sandy Duncan, Hans ConriedJonesy, Alien

E’ il gatto di Alien (1979), uno dei capolavori del regista Ridley Scott. Jonesy è il soriano rosso dell’ufficiale della USCSS Nostromo Ellen Ripley (Sigourney Weaver), l’eroina che combatte gli Xenomorfi nella fortunata serie di pellicole dedicate al predatore alieno.

Non vi possiamo spiegare il perché, altrimenti rovineremo la trama di un film fantastico, ma Jonesy ha un ruolo importante nella trama di Alien. Jonesy, sopravvissuto nel primo Alien, tornerà e se la caverà anche nel sequel, Aliens – Scontro finale, questa volta diretto da James Cameron, non compare invece in Alien³ – (1992) e Alien – La clonazione – (1997). Oltre a Sigourney Weaver, tra gli attori di Alien anche Ian Holm, John Hurt, Veronica Cartwright, Yaphet Kotto, Tom Skerritt.

I gatti al cinema Jonesy, Alien Sigourney Weaver, Ian Holm, John Hurt, Veronica Cartwright, Yaphet Kotto, Tom Skerritt USCSS Nostromo Ellen RipleyGenerale, L’occhio del gatto

L’occhio del gatto (1985) è un film del diretto da Lewis Teague, basato su due storie di Stephen King  (Quitters, Inc. e Il cornicione) e un soggetto originale scritto per il film. Il film vede tra i protagonisti Drew Barrymore, James Woods, Alan King, Kenneth McMillan e Robert Hays.

L’occhio del gatto è diviso in tre episodi collegati dalla presenza di un gatto, che si muove sullo sfondo nei primi due, e diventa protagonista principale nell’ultima storia. Il gatto protagonista dell’ultima storia si chiama Generale.

I gatti al cinema L'occhio del gatto (Cat's Eye) Lewis Teague Drew Barrymore, James Woods, Alan King, Kenneth McMillan e Robert Hays Generale, GeneralRufus, Re-Animator

Re-Animator (1985) diretto da Stuart Gordon, è un film horror fantascientifico tratto dal racconto del 1922 Herbert West rianimatore, dello scrittore statunitense Howard Phillips Lovecraft.

La pellicola racconta le vicende dello studente di medicina Herbert West, che inventa un siero per resuscitare i morti. I cadaveri ritornano in vita, ma non sono controllabili e diventano mostri che iniziano a uccidere. West riporta in vita con il suo fluido sperimentale fluorescente anche Rufus, il gatto nero di Dan che aveva ritrovato morto ammazzato. Tra i protagonisti Jeffrey Combs, Bruce Abbott e Barbara Crampton.

I gatti al cinema Re-Animator (1985) Stuart Gordon Howard Phillips Lovecraft Jeffrey Combs, Bruce Abbott, Barbara CramptonChurch, Cimitero vivente

Church è il gatto della piccola Ellie Creed in Cimitero vivente (1989), horror diretto da Mary Lambert e tratto dal romanzo Pet Sematary di Stephen King.

Nella pellicola Church è un gatto Certosino. Tra gli attori: Denise Crosby, Fred Gwynne e Dale Midkiff.

I gatti al cinema Church Cimitero vivente Pet Sematary, Stephen King Mary Lambert, Denise Crosby, Fred Gwynne, Dale MidkiffFiocco di Neve, Stuart Little

Fiocco di neve è gatto persiano bianco che cerca di catturare il topolino Stuart nel film Stuart Little – Un topolino in gamba (1999) di Rob Minkoff.

Sfigatto, Ti presento i Miei

Sfigatto (Mr. Jinx) è il nome del felino di casa Byrnes nel film Ti presento i Miei (2000) di Jay Roach. Nella pellicola compaiono Robert De Niro, Ben Stiller, Teri Polo, Blythe Danner e Owen Wilson.

I gatti al cinema Ti presento i miei (Meet the Parents) Jay Roach Robert De Niro, Ben Stiller, Teri Polo, Blythe Danner, Owen Wilson Sfigatto Mr. Jinx Ulisse, A proposito di Davis

Ulisse (Ulysses) è il gatto di A proposito di Davis (Inside Llewyn Davis), un film del 2013 diretto e sceneggiato da Joel ed Ethan Coen.

Ulisse è un bellissimo soriano rosso, che smuove il protagonista Llewyn Davis dalla sua inerzia esistenziale. A proposito di Davis vede tra i protagonisti: Oscar Isaac, Carey Mulligan, Justin Timberlake e John Goodman.

I gatti al cinema A proposito di Davis (Inside Llewyn Davis) Joel, Ethan Coen Oscar Isaac, Carey Mulligan, Justin Timberlake, John Goodman Ulisse UlyssesI gatti al cinema però non sono finiti qui:

Il gatto bianco di Ernst Stavro Blofeld

Il misterioso gatto bianco di Ernst Stavro Blofeld, acerrimo nemico dell’agente 007 nella serie di film dedicati a James Bond. Il suo nome però non lo conosciamo perché in nessuna delle sue apparizioni cinematografiche viene chiamato per nome. Gatto che viene parodiato in Austin Powers – Il controspione diretto da Jay Roach e con protagonista il comico canadese Mike Myers. Il felino del villain di 007 diventa il Signor Bigolo (Mr. Bigglesworth), lo Sphynx del Dottor Male.

I gatti al cinema Ernst Stavro Blofeld cat, gatto 007 James BondCatwoman

Impossibile non citare Catwoman (all’anagrafe Selena Kyle o anche Selina Kyle), un personaggio dei fumetti creato da Bob Kane e Bill Finger nel 1940 e pubblicato dalla DC Comics. Il personaggio è apparso anche nei cartoni animati, nelle serie TV ed infine al cinema. Catwoman è comparsa al cinema in Batman – Il ritorno (1992), diretto da Tim Burton, dove viene interpretata da Michelle Pfeiffer, nel 2004 è Halle Berry a vestire i panni di Catwoman, ed infine il personaggio è presente ne Il cavaliere oscuro – Il ritorno, terzo e ultimo capitolo della saga di Christopher Nolan dedicata a Batman. In quest’ultimo film è Anne Hathaway ad interpretare l’eroina con l’agilità e le movenze di un gatto.

I gatti al cinema Catwoman Halle Berry Sharon Stone sexyIn conclusione come si possono non menzionare, la signora dei gatti di Arancia Meccanica, il gatto di Don Vito Corleone nel Padrino, il felino de Il lungo addio o quello di Millennium – Uomini che odiano le donne. Si può anche citare Baby, il leopardo domestico di Katharine Hepburn in Susanna!. Non lo è ma viene trattato come se fosse un gatto, con grande meraviglia del dottor David Huxley (Cary Grant).

I gatti al cinema non sono finiti qui perchè prossimamente faremo un nuovo articolo.

Luca Miglietta

I gatti al cinema Il padrino (The Godfather) cat, gatto Marlon Brando Francis ford coppola

Donald Trump tra film e serie tv

Donald Trump tra film e serie tv

Donald Trump tra film e serie tv, un personaggio familiare al pubblico del grande e piccolo schermo

Donald Trump tra film e serie tv Donald Trump 2Donald Trump tra film e serie tv, anche questo può averlo aiutato nella corsa alla Casa Bianca

Donald Trump tra film e serie tv. La scorsa notte, quella tra l’8 e il 9 ottobre ha decretato che Donald Trump sarà il quarantacinquesimo presidente degli Stati Uniti. E’ riuscito a sovvertire ogni pronostico che dava come favorita la sua sfidante la democratica Hillary Clinton.

Donald Trump ha dovuto lottare contro il suo stesso partito repubblicano, che, dalle primarie vinte a sorpresa, non gli ha mai dato un vero appoggio, è sempre stato una sorta di outsider la cui vittoria era piuttosto improbabile.

Probabilmente è riuscito a farcela anche grazie al fatto che dagli anni novanta in poi è apparso numerosissime volte in tv e in film e serie tv. Pensate solo al reality show televisivo The Apprentice o al fatto che essendo amico del proprietario della WWE (World Wrestling Entertainment) Vince McMahon partecipò anche a qualche show come ospite.

Ecco l’esperienza di Donald Trump tra film e serie tv:

I fantasmi non possono farlo (Ghosts Can’t Do It), regia di John Derek (1989)
Mamma, ho riperso l’aereo – Mi sono smarrito a New York, regia di Chris Columbus (1992)
Piccole canaglie (1994)
Willy, il principe di Bel-Air – serie TV, episodio 4×25 (1994)
Funny Money – Come fare i soldi senza lavorare (The Associate), regia di Donald Petrie (1996)
La tata – serie TV, episodio 4×04 (1996)
Susan – serie TV, episodio 1×22 (1997)
The Drew Carey show – serie TV, episodio 2×24 (1997)
Celebrity, regia di Woody Allen (1998)
Spin City – serie TV, episodio 2×14 (1998)
Sex and the City – serie TV, episodio 2×08 (1999)
Zoolander, regia di Ben Stiller (2001)
Two Weeks Notice – Due settimane per innamorarsi, regia di Marc Lawrence (2002)

…e alla fine arriva Polly!

Reuben è un t...e alla fine arriva Polly streaming  Ben Stiller, Jennifer Aniston, Philip Seymour Hoffmanranquillo agente assicurativo, di un’importante compagnia di New York, specializzato nel calcolare rischi. Quando viene tradito dalla moglie Lisa, con un istruttore di sub francese, mentre si trovano in viaggio di nozze, il mondo gli crolla addosso . Al ritorno di Reuben, tutti i suoi amici già sanno del tradimento della moglie, perché vengono avvertiti dai suoi genitori, così lui si trova a dover ricevere le condoglianze da tantissime persone tra cui: il suo capo Stan, i componenti della compagnia teatrale dove lavora il suo am...e alla fine arriva Polly  Ben Stiller, Jennifer Aniston, Philip Seymour Hoffmanico Sandy Lyle e addirittura la polizia locale. Reuben un giorno incontra per caso Polly, una vecchia compagna di scuola. I due, nonostante siano diversi, iniziano a frequentarsi e a piacersi, e pur di stare con Polly, Reuben si prenderà rischi un tempo impensabili per uno come lui, che ha sempre valutato scrupolosamente ogni sua mossa; sarà così costretto a mandare all’aria la sua esistenza tranquilla….

Film un po’superficia...e alla fine arriva Polly  Ben Stiller, Jennifer Aniston, Philip Seymour Hoffmanle e prevedibile, che non rimane sicuramente nella memoria dello spettatore, a tratti diverte. Gran parte del divertimento del film consiste nel vedere quante incredibili sventure dovrà affrontare lo sfortunato protagonista  per conquistare l’amata. Da ricordare l’ottima interpretazione di Philip Seymour Hoffman nella parte dell’amico di Reuben. ...e alla fine arriva Polly  Ben Stiller, Jennifer Aniston, Philip Seymour Hoffman streaming 5 citazioni, dialoghi, bloopers, curiosità ed errori

Titolo originale: Along Came Polly

Paese: Stati Uniti d’America

Anno: 2004

Durata: 90 min

Genere: commedia romantica

Regia: John Hamburg

Attori: Ben Stiller, Jennifer Aniston, Philip Seymour Hoffman, Debra Messing, Alec Baldwin, Hank Azaria, Bryan Brown, Jsu Garcia, Michele Lee, Bob Dishy, Missi Pyle, Judah Friedlander, Kevin Hart, Masi Oka, Kym E. Whitley, Amy Hohn, Jeffrey Ross, James DuMont, David Baron, Richard Assad

Sceneggiatura: John Hamburg

Produttore: Danny DeVito, Michael Shamberg, Stacey Sher

Fotografia: Seamus McGarvey

Montaggio: William Kerr

Musiche: Theodore Shapiro

Scenografia: Mary Saisselin, Gregory A. Berry

Citazioni tratte da …e alla fine arriva Polly!:

Perché non ti rilassi e vai avanti nella vita, non importa quello che è avvenuto in passato o quello che credi potrebbe avvenire in futuro, importa il tragitto santo iddio, non c’è motivo di affrontare tutte le merdate se non ti godi il tragitto. E sai che ti dico? Quando meno te lo aspetti potrebbe capitare qualcosa di bello, più importante di quello che avevi programmato.

Ciao Reuben, eh…sono Polly…Prince. Eh…non so se hai dei programmi per stasera ma, se non ne hai, fa’ un salto al 37 di Gangsebeur Street, intorno alle 9, se ti è possibile. Insomma, niente di che, ma potrebbe essere divertente, perciò…ecco, pensaci. Bene…allora, eh…ci vediamo dopo. O forse no, insomma dipende. Ah, eh…se tu…se, se vieni, mettiti delle scarpe comode. Sempre che tu venga. Ma non sei affatto obbligato. Forse non ci sarò nemmeno io.  (Polly Prince)

Io non voglio sposarti, voglio solo portarti a cena. (Reuben Feffer)

Dialoghi tratti da …e alla fine arriva Polly!:

  • Reuben Feffer: Tu invece, ci sei mai andata vicino?
  • Polly Prince: A una cosa tipo matrimonio?
  • Reuben Feffer: Mmh, mmh.
  • Polly Prince: Oddio, no. Nossignore. No, no, no, no, no, no… Non sono portata per le cose a lungo termine, per gli impegni.
  • Reuben Feffer: Come mai? Stai uscendo da un brutto rapporto, o…
  • Polly Prince: No, sto uscendo da circa otto brutti rapporti.
  • Lisa: È molto…grosso!
  • Claude: Si è una buona misura, una buona misura
  • Ruben: che ti è successo?
  • Sandy: senti Ruben sono in un casino, dobbiamo andarcene…
  • Ruben: ma non possiamo restare ancora un po’?
  • Sandy: ti dico di no è una cosa seria… ho scagareggiato!
  • Ruben: non so che cosa vuoi dire…
  • Sandy: ho s correggiato ed è uscita un po’ di merda… ho scagareggiato! Ora andiamo.
  • Ruben:sei la persona più disgustosa che abbia mai conosciuto
  • Reuben Feffer: Che cosa fai?!
  • Polly Prince: Sto, sto per…per mangiare delle noccioline.
  • Reuben Feffer: No, non si mangiano le noccioline nei bar, tutti lo sanno!
  • Polly Prince: Ma di che stai parlando?
  • Reuben Feffer: D’accordo, diciamo che mediamente, non so, diciassette persone le mangiano in una data sera, va bene? Se sono qui da due settimane stiamo parlando di circa duecentotrentotto persone che hanno messo le mani lerce lì dentro.
  • Polly Prince: Lerce? Perché…perché hanno le mani lerce?
  • Reuben Feffer: È dimostrato che solo una persona su sei si lava le mani quando va in bagno…
  • Polly Prince: Oh!
  • Reuben Feffer: Già. Quando credi di mangiare degli innocenti salatini, in realtà ingerisci dei batteri potenzialmente micidiali da circa trentanove zozze mani di estranei. Perché mi sono beccato l’escherichia coli, uno si domanda, o la salmonellosi o l’epatite? Deve solo guardare nella ciotola dei salatini del suo bar!

Curiosità su …e alla fine arriva Polly:

Ben Stiller per il suo ruolo in ….e alla fine arriva Polly ha ricevuto una nomination ai Razzie Awards come Peggior attore protagonista.

Durante le riprese di …e alla fine arriva Polly Jennifer Aniston ha girato la serie tv Friends e la commedia Una settimana da Dio.

Ben Stiller durante un talk show ha raccontato che il furetto che appare in …e alla fine arriva Polly lo ha morso un paio di volte durante le riprese, tra cui una volta sul mento.

In un’intervista Jennifer Aniston ha dichiarato che i motivi per cui ha accettato di partecipare a …e alla fine arriva Polly era sia di lavorare con il suo amico Ben Stiller che ballare la salsa .

L’attrice Michele Lee (Un maggiolino tutto matto) non appariva in un film da 35 anni.

…e alla fine arriva Polly costato 41 milioni di dollari ne ha incassati 171.963.386.

Per il ruolo di Sandy Lyle, l’attore fallito, era stato inizialmente contattato Jack Black, ma la parte è poi andata a Philip Seymour Hoffman.

In …e alla fine arriva Polly viene citato il film Dirty Dancing – Balli proibiti.

Errori presenti in …e alla fine arriva Polly:

Quando Reuben va a vedere la nuova casa posteggia l’auto in strada di fianco ad un palo della luce. Dopo un po’ arriva un vigilante di quartiere che gli parla ed improvvisamente l’auto scompare e alla scena successiva è posteggiata molto più indietro di dove Reuben l’aveva lasciata.

Quando Polly spiega a Ruben il suo “libro per bambini” ha due braccialetti al polso: prima sono accavallati, poi separati di circa 4-5 cm., poi di nuovo accavallati poi separati, seconda che l’inquadratura sia da davanti o da dietro.

Quando in …e alla fine arriva Polly Polly e Ruben mangiano cibo piccante sono al ristorante, il sudore sulla camicia di Ruben aumenta e diminuisce a seconda delle diverse inquadrature.

Quando in …e alla fine arriva Polly Ruben torna a casa dopo il Viaggio di Nozze, va a letto e mette a posto il comodino, quando abbassa la fotografia sparisce un contenitore di crema dal comodino. Magia!

Trailer: …e alla fine arriva Polly

Altre scene:

1: …e alla fine arriva Polly 1

2: e alla fine arriva Polly 2

3: …e alla fine arriva Polly 3

4: …e alla fine arriva Polly 4

Luca Miglietta...e alla fine arriva Polly  Ben Stiller, Jennifer Aniston, Philip Seymour Hoffman streaming 4 citazioni, dialoghi, bloopers, curiosità ed errori

I Tenenbaum

 

I Tenenbaum streaming Gene Hackman, Ben Stiller, Gwyneth Paltrow, Luke Wilson, Owen Wilson, Bill Murray

Trama de I Tenenbaum:
Royal Tenenbaum e sua moglie Etheline hanno tre figli: Chas, Richie e Margot che era stata adottata. I tre fin da piccoli erano dei bambini prodigio . Chas già a 12 anni era un genio della finanza, Margot era una commediografa di successo e Richie era un campione di tennis. Dopo un lungo periodo di separazione i figli si ritrovano quando il padre si finge malato per rivedere i figli e la moglie da cui si era separato. La separazione era avvenuta a causa delle continue scappatelle di Royal. Il talento dei tre ragazzini prodigio col passasere del tempo svanisce, questo è anche dovuto all’assanza perenne della figura paterna di Royal che pensa sempre solo a se stesso; i figli vengono cresciuti solo dalla madre. Chas dopo la perdita della moglie è diventato paranoico e teme per la vita dei suoi due figli, Margot ha un matrimonio infelice e un amante che non la rende felice, e Richie è da sempre innamorato della sorella adottiva.

I Tenenbaum ha una splendida la colonna sonora, tra le tante canzoni, Hey Jude dei Beatles con cui inizia il film.

 

Titolo: originale The Royal Tenenbaums

Paese: USA

Anno: 2001

Durata: 109 min

Genere: commedia, grottesco

Regia: Wes Anderson

Attori: Gene Hackman, Anjelica Huston, Ben Stiller, Gwyneth Paltrow, Luke Wilson, Owen Wilson, Bill Murray, Danny Glover, Aram Aslanian-Persico, Amedeo Turturro, Irene Gorovaia, Andrew Wilson, Kumar Pallana, Grant Rosenmeyer, Jonah Meyerson, Stephen Lea Sheppard, Larry Pine, Seymour Cassel

Soggetto: Wes Anderson, Owen Wilson

Sceneggiatura: Wes Anderson, Owen Wilson

Fotografia: Robert Yeoman

Montaggio: Daniel Padgett, Dylan Tichenor

Effetti speciali: Bob Scupp

Musiche: Mark Mothersbaugh, Lou Reed + AA. VV.

Scenografia: David Wasco

Trailer: http://www.youtube.com/watch?v=WAN_xSfWakI