Archivi tag: AMC

Better Call Saul vicina alla conclusione

Better Call Saul vicina alla conclusione

Better Call Saul vicina alla conclusione, il finale della quarta stagione di Better Call Saul ha quasi concluso la trasformazione di Jimmy McGill in Saul Goodman

Better Call Saul vicina alla conclusioneBetter Call Saul vicina alla conclusione. Queste quattro stagioni ci hanno fatto fare moltissime ipotesi su come Jimmy McGill si sarebbe trasformato nell’amorale Saul Goodman. Dopo aver visto la puntata (4×10) che conclude la quarta stagione gli sceneggiatori ci hanno quasi dato completamente la risposta.

Alla fine  di questo episodio infatti Jimmy rivela di voler usare di nuovo la sua licenza da avvocato ma non con il suo vero nome perchè ha intenzione di cambiarlo. E’ prevedibile quale possa essere. Per riottenere la licenza ha ingannando la commissione, ma quel che è ben più grave è arrivando addirittura a mentire a Kim Wexler, la donna che lo ha sempre sostenuto nel bene e nel male.

Peter Gould co-creatore assieme a Vince Gilligan ha rivelato a The Hollywood Reporter che la serie è ormai quasi alle battute finali:

la serie è conclusa e, nel bene o nel male, raccontiamo una storia con un inizio, uno sviluppo e una conclusione. Sembra davvero che siamo molto più vicini alla fine che all’inizio. Non so quante stagioni avremo ancora per certo e ovviamente ciò dipende da quanto ancora abbiamo da raccontare. Contiamo molto sui nostri fan che ci permettono di andare avanti e staremo a vedere. Prima che la quinta stagione sia finita, credo avremo una chiara idea di quanto ancora potremo proseguire. Gould ha anche ammesso che è già avvenuta una discussione in merito al futuro della serie. La AMC e la Sony hanno supportato il progetto, ma come ricordato dal co-creatore tutto dipenderà da quanta storia c’è ancora da raccontare. Stando a quanto dichiarato da Peter Gould Better Call Saul è quindi molto vicino alla sua conclusione. Si sta avvicinando al punto di arrivo e ciò è stato dimostrato anche dalle ultime parole pronunciate da Saul nel finale di stagione: It’s all good, man!

Better Call Saul vicina alla conclusioneBetter Call Saul vicina alla conclusione, probabilmente si concluderà con la quinta stagione come Breaking Bad

La battuta finale di Jimmy, “It’s All Good, Man” è il definitivo salto verso Saul Goodman, il segnale di una trasformazione che sarà oggetto della prossima quinta stagione, già confermata da AMC e Sony.

I produttori della serie hanno inoltre precisato in più di un’occasione che Better Call Saul non avrà vita più lunga della serie madre: dal momento che Breaking Bad è composto da sole cinque stagioni è quindi probabile che quello sarà il limite massimo anche per il suo prequel.

Questo finale ci fa ancora comprendere di più perchè Guillermo Del Toro preferisca Better Call Saul a Breaking Bad.

L.M.

 

Carol doveva morire nella terza stagione di The Walking Dead

Carol doveva morire nella terza stagione di The Walking Dead

Carol doveva morire, poi fortunatamente gli autori hanno cambiato idea

Carol doveva morire nella terza stagione di The Walking DeadCarol doveva morire, ma Melissa McBride si è battuta per la sopravvivenza del suo personaggio

Chi segue The Walking Dead sa benissimo che nessun personaggio è davvero al sicuro perché potrebbe morire da un momento all’altro. I pericoli sono molti dagli zombi agli altri esseri umani, che spesso si rivelano essere peggiori dei mostri. Siamo giunti all’ottava stagione e Carol (Melissa McBride) dove considerarsi fortunata per essere stata risparmiata dagli sceneggiatori ed essere ancora viva.
Carol doveva morire nella terza stagione di The Walking Dead
Secondo gli script originali infatti Carol Peletier sarebbe dovuta morire durante la terza stagione, nell’episodio Dentro e fuori (Killer Within), ma al suo posto morì lo sfortunato T-Dog (IronE Singleton), sbranato dai vaganti.
Carol doveva morire nella terza stagione di The Walking Dead
Questa tesi è stata confermata dal regista e produttore degli effetti speciali della serie Greg Nicotero:

nel quarto episodio della terza stagione T-Dog viene morso e si sacrifica per salvare i suoi compagni. Al suo posto inizialmente doveva esserci Carol.
Carol doveva morire nella terza stagione di The Walking Dead
Sicuramente Carol Peletier è uno dei personaggi più riusciti della serie tv di AMC The Walking Dead, quella che ha subito un’evoluzione più marcata durante queste otto stagioni: da moglie sottomessa e silenziosa è diventata coraggiosa, freddo e calcolatrice.

Carol doveva morire nella terza stagione di The Walking DeadGli sceneggiatori pensavano di eliminare il personaggio di Carol Peletier perché non avevano bene in mente come far evolvere il personaggio di Carol e perché negli stessi fumetti da cui è tratta la serie la donna muore presto. Non si sarebbe suicidata come nel comics però sarebbe comunque morta.
Carol doveva morire nella terza stagione di The Walking Dead
Melissa McBride, a proposito della possibile morte del suo personaggio, qualche hanno fa ha raccontato.

mi andava bene, ma comunque ero triste, poi sono andata a parlare con gli autori. Volevo che loro sapessero cosa pensavo di lei. Mi sentivo sempre così tranquilla. Ero felice di parlare di lei, mi ha reso felice. Stavo dando voce alla mia amica Carol, volevo che fosse ascoltata prima di andarsene.
Carol doveva morire nella terza stagione di The Walking Dead
Non sappiamo cosa Melissa McBride abbia detto durante il suo colloquio con gli autori, ma è riuscita a fargli cambiare idea e salvare Carol, un personaggio troppo importante per The Walking Dead. Sicuramente una scelta che ha dato ragione agli showrunner perché risulta difficile pensare alla serie senza di lei. Episodio che comunque fa riflettere sul fatto che basti un niente per modificare radicalmente la trama di uno show televisivo.

Luca Miglietta

Carol doveva morire nella terza stagione di The Walking Dead

Una petizione chiede il licenziamento dello showrunner di The Walking Dead

Una petizione chiede il licenziamento dello showrunner di The Walking Dead

Una petizione chiede il licenziamento dello showrunner di The Walking Dead dopo il midseason finale

Una petizione chiede il licenziamento dello showrunner di The Walking Dead

Una petizione chiede il licenziamento dello showrunner di The Walking Dead, e nonostante l’enorme colpo di scena, l’episodio di metà stagione è stato il meno visto dal lontano 2011

Se non avete ancora visto la puntata in questione (mid-season finale ottava stagione) è il momento di fermarsi e smettere di leggere questo articolo, altrimenti andreste incontro a numerosi spoiler che rovinerebbero un colpo di scena.

Durante l’ultimo episodio trasmesso dalla AMC domenica scorsa c’è stato un grosso colpo di scena che ha fatto tremare i numerosi fan di The Walking Dead per via delle prospettive future. In questo episodio infatti Carl Grimes (Chandler Riggs), il figlio di Rick Grimes (Andrew Lincoln) è stato morso da uno zombie.

Durante tutto l’episodio, Carl si scaglia contro il padre e la sua decisione di uccidere Negan (Jeffrey Dean Morgan), dicendo che ci sono altri modi per convivere senza dover per forza commettere un omicidio.

Alla fine dell’episodio, Carl alza la maglietta e mostra al padre un morso di zombie: il ragazzo è condannato a morte. La decisione di uccidere questo popolare personaggio, presente dal primissimo episodio del TV show, ha mandato su tutte le furie i fan, che hanno fatto partire una petizione contro lo showrunner Scott M. Gimple.

Questa petizione ha già raggiunto quasi 35.000 firme. I fan considerano Scott M. Gimple colpevole di aver preso una decisione troppo controversa.

Nei mesi passati però si era parlato del desiderio del giovane Riggs di andare al college e  quindi l’ipotesi della morte del personaggio si stava facendo sempre più plausibile, ma l’attore ha dichiarato che non è stato quello il motivo della scelta di Gimple.

Lo showrunner ha infatti affermato che questo sarebbe stato il modo in cui Carl avrebbe potuto dare ancora di più alla storia e, soprattutto, al personaggio di Rick. Il padre dopo la sua morte nei nuovi episodi sarà profondamente cambiato.

Nonostante questo enorme colpo di scena, questo mid-season finale è stato il meno visto da quello della seconda stagione nel lontano 2011. L’ottava stagione tornerà su AMC il 25 febbraio 2018.

L.M.

Come è nato il personaggio di Walter White?

Come è nato il personaggio di Walter White?

Come è nato il personaggio di Walter White? L’innocuo professore universitario che si trasforma in Heisenberg

Come è nato il personaggio di Walter White? Breaking Bad Bryan Cranston, Aaron Paul, Anna Gunn, Bob Odenkirk, Betsy Brandt, Dean Norris, Giancarlo Esposito di Vince Gilligan streaming Walter WhiteCome è nato il personaggio di Walter White? Ora conoscerete meglio questo straordinario personaggio

Come è nato il personaggio di Walter White? Una delle idee più geniali della storia è venuta a Vince Gilligan, uno sceneggiatore quarantenne, che in precedenza si era occupato per diversi anni della sceneggiatura della serie televisiva X-Files.

Gilligan intendeva creare una serie tv in cui il protagonista diventasse col passare del tempo un vero e proprio antagonista. Parlando di Breaking Bad lo sceneggiatore aveva infatti aveva affermato:

la televisione è storicamente brava a tenere i suoi personaggi in una stasi autoimposta in modo che gli spettacoli possano andare avanti per anni o addirittura decenni. Quando ho capito questo, il passo logico successivo è stato quello di pensare a come poter fare una serie in cui l’impulso fondamentale sia verso il cambiamento.

Come è nato il personaggio di Walter White? Breaking Bad Bryan Cranston, Aaron Paul, Anna Gunn, Bob Odenkirk, Betsy Brandt, Dean Norris, Giancarlo Esposito di Vince Gilligan streaming Walt 1Vince Gilligan doveva però trovare un giusto attore a cui affidare il ruolo di Walter White, e si ricordò, che in uno dei tanti episodi di X-Files che aveva scritto, ve n’era proprio uno del 1998 in cui c’era una persona di cui aveva intuito il grande talento, che faceva al caso suo: Bryan Cranston. Nell’episodio della sesta stagione di X-File intitolato La corsa (Drive) Cranston interpretava un uomo antisemita con una malattia terminale che aveva preso in ostaggio il protagonista della serie Fox Mulder.

Secondo Gilligan il personaggio di Walter White doveva essere allo stesso tempo ripugnante e compassionevole, quindi per lui:

Bryan era l’unico attore che sapesse farlo, che sapesse tirar fuori quel trucco. Ed è un trucco. Non ho idea di come lo faccia.

Come è nato il personaggio di Walter White? Breaking Bad Bryan Cranston, Aaron Paul, Anna Gunn, Bob Odenkirk, Betsy Brandt, Dean Norris, Giancarlo Esposito di Vince Gilligan streaming 14Inizialmente lo sceneggiatore non era riuscito a convincere appieno i dirigenti dell’emittente AMC, che erano dubbiosi sulla scelta dell’attore protagonista perché conoscevano Cranston solo per il ruolo di Hal nella sitcom Malcolm, ma ben presto si accorsero che era straordinariamente perfetto per il ruolo.

Bryan Cranston, fu importante anche per la costruzione del personaggio di Walter White nella fase di pre-produzione della serie. Inizialmente le idee di Gilligan sulle particolarità caratteriali di Walter White erano molto generiche e fu Cranston a sviluppare alcuni dei principali tratti del personaggio. Gilligan ha ad esempio raccontato che Cranston gli consigliò:

Credo che dovrei avere dei baffi, e dovrebbero essere leggeri e sottili come un bruco morto, e dovrei essere pallido, e un po’ più grassoccio.

Come è nato il personaggio di Walter White? Breaking Bad Bryan Cranston, Aaron Paul, Anna Gunn, Bob Odenkirk, Betsy Brandt, Dean Norris, Giancarlo Esposito di Vince Gilligan streaming Walter Jesse carDean Norris, che in Breaking Bad interpreta Hank Schrader, cognato di Walter ed agente della Dea, ha raccontato che nella famosa scena della prima stagione in cui i familiari si riuniscono per convincere Walter a sottoporsi alla chemioterapia, per sconfiggere il tumore terminale ai polmoni, Cranston pianse davvero per tutte le riprese, anche quando non era inquadrato. Era così entrato nel personaggio durante la serie che trattava in malo modo sul set l’attore che interpretava l’amante di sua moglie Skyler, e dopo aver girato la scena molto drammatica nella quale lascia intenzionalmente morire soffocata la ragazza di Jesse, Cranston pianse per un quarto d’ora, abbracciato ad Anna Gunn (attrice che interpreta Skyler).

Bryan Cranston era poi molto socievole, ma determinato coi colleghi, perché alla fine di ogni stagione scriveva una lettera agli altri attori per tirare le somme e incoraggiarli a dare il meglio, ed inoltre organizzava sempre una festa al bowling.

Come è nato il personaggio di Walter White? Breaking Bad Bryan Cranston, Aaron Paul, Anna Gunn, Bob Odenkirk, Betsy Brandt, Dean Norris, Giancarlo Esposito di Vince Gilligan streaming 1Gilligan ha anche confessato di trovare difficile scrivere le vicende di un peonaggio così oscuro e moralmente discutibile come era diventato Walter White:

mi mancherà la serie quando sarà finita, ma in qualche modo sarà un sollievo non avere più Walt nella mia testa.

Con il procedere della serie infatti l’ideatore e lo staff di sceneggiatori di Breaking Bad hanno reso Walter sempre più insensibile e freddo e questo non ha fatto altro che permettere l’idea iniziale di Gilligan, cioè trasformare il protagonista in un antagonista.

Uno degli obbiettivi dello staff a detta dello sceneggiatore era:

Vogliamo che le persone si domandino per chi fare il tifo, e perché.

Come è nato il personaggio di Walter White? Breaking Bad Bryan Cranston, Aaron Paul, Anna Gunn, Bob Odenkirk, Betsy Brandt, Dean Norris, Giancarlo Esposito di Vince Gilligan streaming walter saul goodmanPrima di Breaking Bad non si era mai visto un personaggio che, nel procedere delle stagioni, si trasformava in modo così radicale: il cancro terminale ai polmoni innesca la sua trasformazione esaltando il suo lato oscuro, che era latente nella sua personalità.

Da innocuo professore si trasforma in Heisenberg, il più spietato trafficante di metamfetamina degli Stati Uniti del sud. Uccide a sangue freddo, avvelena un bambino innocente, lascia morire la ragazza di Jesse per puro interesse personale e manipola costantemente Jesse, così non si riesce più a capire chi sia più malvagio tra lui, Gustavo Fring, Tio Salamanca o tutti gli altri suoi antagonisti della serie. Riesce insomma a diventare, come spiega alla moglie Skyler, il pericolo lui stesso:

con chi stai parlando adesso? Chi pensi di avere davanti, mh? Lo sai quanto guadagno in un anno? Anche se te lo dicessi, non ci crederesti. Sai che succederebbe se di punto in bianco non andassi pià al lavoro? Che un’impresa che ha un giro d’affari di una multinazionale chiuderebbe, sparirebbe! Non esisterebbe più senza di me! No, è chiaro, è evidente che non sai con chi stai parlando. Ti comunico che non mi stanno minacciando, Skyler. Sono io la minaccia. Se sparassero a chi apre quella porta morirei io? No. A me non possono sparare.

Come è nato il personaggio di Walter White? Breaking Bad Bryan Cranston, Aaron Paul, Anna Gunn, Bob Odenkirk, Betsy Brandt, Dean Norris, Giancarlo Esposito di Vince Gilligan streaming saul walter skylerFrase che però, dobbiamo dirvelo,  rende molto più in lingua originale, perché non è stata tradotta al meglio in italiano.

Il suo cambiamento è anche visivo, perché, durante la discesa agli inferi, Walter modifica anche il suo look: i suoi abiti diventano più scuri, si rasa i capelli e comincia ad indossare un cappello.

Qui trovate una recensione di Breaking Bad: Cinema e Dintorni

Qui trovate citazioni tratte da Breaking Bad: Breaking Bad citazioni e dialoghi

Lettera di congratulazioni da parte di Anthony Hopkins: Anthony Hopkins e Breaking Bad
Samuel Jackson e Breaking Bad: interessanti parole sull’attore
Guillermo Del Toro preferisce Better Call Saul a Breaking Bad: ecco cosa ha detto il regista

Luca Miglietta

Come è nato il personaggio di Walter White? Breaking Bad Bryan Cranston, Aaron Paul, Anna Gunn, Bob Odenkirk, Betsy Brandt, Jonathan Banks, Giancarlo Esposito di Vince Gilligan streaming

Breaking Bad

Breaking Bad

Breaking Bad Bryan Cranston, Aaron Paul, Anna Gunn, Bob Odenkirk, Betsy Brandt, Dean Norris, Giancarlo Esposito di Vince Gilligan streaming 2 recensione trama
Era 20 gennaio 2008 quando andò in onda per la prima volta Breaking Bad – Reazioni collaterali, quella che molto probabilmente è la migliore serie tv di tutti i tempi. Breaking Bad è stato ideata da Vince Gilligan e comprende 5 stagioni per un totale di 62 episodi della durata di 45 minuti circa.

Quest’opera, sì è proprio il Breaking Bad Bryan Cranston, Aaron Paul, Anna Gunn, Bob Odenkirk, Betsy Brandt, Dean Norris, Giancarlo Esposito di Vince Gilligan streaming Walter Jesse car recensione tramacaso di definirla così, ha riscosso un buon successo di critica: nell’ultima stagione ha infatti ottenuto un punteggio complessivo di 99 su 100 su metacritic.com. La serie inoltre ha avuto un ottimo riscontro da parte del pubblico, perché è partita in sordina negli USA, per poi arrivare, nella seconda parte dell’ultima stagione, ad una media di 5 milioni di telespettatori e poi al record di 10,3 milioni nella puntata finale. L’ottima considerazione che il pubblico ha avuto verso Breaking Bad la si può cogliere anche grazie a IMDb.com, il più grande database cinematografico in rete. Il sito permette la votazione dei filmBreaking Bad Bryan Cranston, Aaron Paul, Anna Gunn, Bob Odenkirk, Betsy Brandt, Dean Norris, Giancarlo Esposito di Vince Gilligan streaming 16 recensione trama e delle serie tv a tutti gli iscritti e di questi voti viene fatta una media: Breaking Bad ha raggiunto la media di 9,6 su 10, ottenuta dai voti di 560.356 utenti.
Nel corso degli anni Breaking Bad ha ottenuto moltissimi Emmy Award, il più importante riconoscimento televisivo a livello internazionale, due Golden Globe e molti altri premi.

Breaking Bad Bryan Cranston, Aaron Paul, Anna Gunn, Bob Odenkirk, Betsy Brandt, Dean Norris, Giancarlo Esposito di Vince Gilligan streaming Cousins Bell hector salamanca recensione tramaWalter White è un mite professore di chimica di Albuquerque, con una vita piatta e monotona. La sua esistenza è pervasa da un profondo senso di insoddisfazione, perché deve sopportare le angherie dei suoi amici e familiari, che lo vedono come un uomo debole, arrendevole e costantemente sottomesso al prossimo. Walter vive con la moglie Skyler, incinta della loro secondogenita, e il figlio Walter Junior, affetto da paresi cerebrale. Walter White è costretto a svolgere un degradante secondo lavoro come dipendente di un autolavaggio a causa delle difficoltà economiche provocate dai problemi del figlio, che ha difficoltà di linguaggio ed è costretto a servirsi di stampelle per muoversi, e dal fatto che in futuro dovrà mantenere anche una figlia.
La vita di Walter ha una svolta inaspettata quando sviene durante un turno all’autolavaggio e la risonanza magnetiBreaking Bad Bryan Cranston, Aaron Paul, Anna Gunn, Bob Odenkirk, Betsy Brandt, Dean Norris, Giancarlo Esposito di Vince Gilligan streaming saul walter skyler recensione tramaca rivela al povero professore una terribile verità: è affetto da un cancro ai polmoni in stato avanzato e non operabile.
Il giorno dopo aver scoperto che gli restava poco da vivere, Walter White decide di accettare l’offerta del cognato Hank Schrader di andare ad assistere ad una retata anti droga della DEA.
Walter, durante la retata in un laboratorio di metamfetamine, vede il suo vecchio alunno scansafatiche Jesse Pinkman, intento a fuggire da una finestra, mentre gli agenti catturano il suo collega.
Decide così sfruttare il suo talento e le sue conoscenze chimiche per “cucinare” la metamfetamina di più elevata purezza del continente americano, in modo da poter così assicurare un futuro alla famiglia anche dopo la sua dipartita. Lui e Jesse si ritroveranno invischiati in loschi traffici con la criminalità organizzata sia americana che messicana, che li cambieranno e li renderanno più forti di fronte a tutti i pericoli che dovranno affrontare. La sua nuova condizionBreanking Bad (Season 4) recensione tramae di “cuoco” della migliore metamfetamina dello stato darà a Walter White la possibilità di fare quel che gli era stato precluso per tanti anni: dare un senso alla sua vita e sentirsi per la prima volta vivo in tutta la sua esistenza. Per questi motivi subirà un cambiamento incredibile da impacciato e inoffensivo diverrà falso, coraggioso e audace.

Breaking Bad Bryan Cranston, Aaron Paul, Anna Gunn, Bob Odenkirk, Betsy Brandt, Dean Norris, Giancarlo Esposito di Vince Gilligan streaming Mike Los Pollos Hermanos Truck recensione tramaSe avete sentito dire da qualche vostro amico o conoscente che Breaking Bad è la migliore serie di sempre fidatevi di lui perché è davvero così, tutto è perfetto: i dialoghi, la sceneggiatura, la regia, la colonna sonora, gli attori e i personaggi da loro interpretati. Ci troviamo di fronte alla pietra miliare delle serie tv. La serie non ha mai momenti di stanca e non cala mai di intensità, che anzi cresce di punta in punta fino a culminare nella incredibile quinta stagione, adrenalinica ed eccezionale sotto ogni aspetto.
Durante la vicenda anche i momenti di apparente calma, quando per alcune puntate tutto sembra procedere per il verso giusto, cedono rapidamente il passo accelerate improvvise. Vince Gilligan ha voluto creare una straordinaria opera divisa in cinque capitoli, che non sono altroBreaking Bad Bryan Cranston, Aaron Paul, Anna Gunn, Bob Odenkirk, Betsy Brandt, Dean Norris, Giancarlo Esposito di Vince Gilligan streaming Los Pollos Hermanos recensione trama che il numero di stagioni di Breaking Bad, curando anche il più piccolo particolare in ogni singola puntata. Ma ciò che più si deve al lavoro di Gilligan è il mantenere Breaking Bad saldamente ancorata ad un crudo realismo in tutta la sua drammaticità, senza compromessi.

Breaking Bad, al contrario di taBreaking Bad Bryan Cranston, Aaron Paul, Anna Gunn, Bob Odenkirk, Betsy Brandt, Dean Norris, Giancarlo Esposito di Vince Gilligan streaming walter saul goodman recensione tramantissimi altre serie televisive, è una delle poche saghe la cui linea narrativa non è stata alterata, modificata o ampliata per dilatare il più possibile la sua lunghezza e mantenerla in vita oltre il necessario per esigenze produttive. Ciò che deve essere narrato viene presentato allo spettatore senza fronzoli o archi narrativi inutili, un prodotto coerente dall’inizio alla fine. Vince Gilligan da l’impressione di aver chiaro fin dall’inizio come sarebbe dovuto svolgersi e come sarebbe dovuto terminare Breaking Bad.
Non sono riusciti a mantenere un alto livello qualitativo (che premettiamo in nessun loro episodio è paragonabile a quello assoluto di Breaking Bad) per tutta la durata della serie ne Twin Peaks, ne Lost, abbiamo voluto citare proprio due serie che in modo diverso sono riuscite arricchire e migliorare il panorama televisivo. Serie che hanno sofferto di alti e bassi e di cBreaking Bad Bryan Cranston, Aaron Paul, Anna Gunn, Bob Odenkirk, Betsy Brandt, Dean Norris, Giancarlo Esposito di Vince Gilligan streaming Gus fring walter white recensione tramaali qualitativi decisamente notevoli, pensate a Twin Peaks: dopo la scoperta dell’assassino di Laura Palmer da buon prodotto si trasforma in una soap opera sconclusionata con personaggi e vicende slegate l’una dall’altra. La stessa trama di Lost seppur non precipitando nel baratro assoluto come Twin Peaks ad un certo punto soffre degli innumerevoli salti temporali dell’ultima stagione.

Un altro dei punti di forza di Breaking Bad è la caratterizzazione e l’aprofondimento psicologico dei personaggi, mai banali e sempre incisivi. Ogni suo personaggio trasmette qualcosa allo spettatore e nel corso della serie molti di loro si evolvono avendo un cambiamento inaspettato.
Ora vi presentiamo brevemente alcuni personaggi di Breaking Bad:
Breaking Bad Bryan Cranston, Aaron Paul, Anna Gunn, Bob Odenkirk, Betsy Brandt, Dean Norris, Giancarlo Esposito di Vince Gilligan streaming walt recensione tramaWalter White, alias Heisenberg, come si fa chiamare nel mondo dello spaccio di metamfetamine, nel corso delle cinque stagioni è forse il personaggio che più cambierà. Walter da impacciato e arrendevole professore universitario diverrà l’indiscusso signore della droga, ovviamente tra alti e bassi dovendosi scontrare coi peggiori criminali in circolazione. Il suo ego aumenterà a dismisura e tra un conlitto morale e l’altro dovrà prendere delle decisioni estreme, che lo porteranno a diventare veramente “il pericolo”, come dice lui. Questo fa di Walter uno dei personaggi meglio scritti ed interpretati della storia della televisione, potremmo definirlo un personaggio cinematografico.

Breaking Bad Bryan Cranston, Aaron Paul, Anna Gunn, Bob Odenkirk, Betsy Brandt, Dean Norris, Giancarlo Esposito di Vince Gilligan streaming Jesse pinkman recensione tramaJesse Bruce Pinkman, l’ex studente sgangherato e socio di Walt nella produzione di metantefamina è un altro personaggio che potremmo definire cinematografico. È un ex tossicodipendente, un casinista, un disadattato,ma che in fondo ha un cuore d’oro. Le parole che utilizza più frequentemente sono “yo” e “bitch” (usata addirittura di più di “fuck” da Al Pacino in Scarface), ma sotto questa maschera di superficialità si cela uno dei personaggi più complessi dell’intera serie, per certi versi più di Walter. Jesse Pinkman è un ragazzo sbandato che non riesce a capire chi è veramente, e questo lo a portato a buttarsi nel mondo del consumo della droga, da cui sembra esserne uscito, nonostante i suoi migliori amici siano due tossici persi. È probabilmente il personaggio più umano ed emotivo di Breaking Bad e questo lo porta ad un certo punto a rendersi conto che quello che stanno facendo lui e Heisemberg è profondamente sbagliato.

Breaking Bad Bryan Cranston, Aaron Paul, Anna Gunn, Bob Odenkirk, Betsy Brandt, Dean Norris, Giancarlo Esposito di Vince Gilligan streaming heisenberg hank recensione tramaHank Schrader è l’agente della DEA cognato di Walter dai modi politicamente scorretti, che è così voglioso di giustizia da spingersi ben oltre la soglia del consentito. Hank non si fa scrupoli a menare le mani e in alcuni casi arriva ad abusare del potere conferitogli dal distintivo.
Breaking Bad Bryan Cranston, Aaron Paul, Anna Gunn, Bob Odenkirk, Betsy Brandt, Dean Norris, Giancarlo Esposito di Vince Gilligan streaming Gus Fring 2 recensione tramaGus Fring apparentemente è un imprenditore dai modi gentili e pacati, amato e rispettato dalla comunità, in realtà è uno dei più importanti distributori di metamfetamina negli Stati Uniti sud-occidentali. Possiede e gestisce diverse imprese, come la catena di fast-food chiamata Los Pollos Hermanos, utilizzate per coprire i suoi loschi traffici. Dietro la sua maschera di uomo per bene e rispettoso delle istituzioni c’è uno spietato killer e un astuto manipolatore, insomma…è un vero cattivo come si deve!
Breaking Bad Bryan Cranston, Aaron Paul, Bob Odenkirk, Betsy Brandt, Jonathan Banks, Giancarlo Esposito, Anna Gunn sexy di Vince Gilligan streaming recensione tramaSkyler White è la moglie di Walter White. Skyler in un primo tempo incarna i principi della mamma amorevole e onesta, sebbene un po’ trascurata, ma progressivamente, perdonatemi questo termine alla Star Wars, passa al lato oscuro e si rivela capace di azioni squallide e disoneste.
Saul Goodman (Bob Odenkirk) - Breaking Bad _ Season 5, Episode 9 - Photo Credit: Ursula Coyote/AMC recensione tramaSaul Goodman è un avvocato penalista senza scrupoli. Saul è sempre pronto a tradire la propria deontologia professionale pur di aiutare il proprio cliente e, se serve, come spesso accade, a violare la legalità. E’ avvocato di Walter White e Jesse Pinkman. Nel febbraio 2015 su AMC uscirà uno spin-off di Breaking Bad intitolato Better Call Saul, interamente dedicato alla sua persona.
Breaking Bad Bryan Cranston, Aaron Paul, Anna Gunn, Bob Odenkirk, Betsy Brandt, Dean Norris, Giancarlo Esposito di Vince Gilligan streaming Walter Jr. recensione tramaWater Jr. è il figlio di Walter e Skyler, nato affetto da paresi cerebrale, a causa della quale è costretto a camminare con delle stampelle. Walter Jr. per tutto il corso della serie nutrirà una grande fiducia e stima per il padre che considera il suo eroe essendo ignaro della sua seconda vita.

Un altro pregio di Breaking Bad è dovuto al fatto che rBreaking Bad Bryan Cranston, Aaron Paul, Anna Gunn, Bob Odenkirk, Betsy Brandt, Dean Norris, Giancarlo Esposito di Vince Gilligan streaming Jesse, Mike, Gus recensione tramaovescia le tipologie classiche facendoci parteggiare per Walter White, un personaggio dalla moralità in caduta libera verso il basso, che sempre più consapevolmente scivola nel baratro del crimine, fino a macchiarsi dei peggiori crimini. Ad un certo punto la metamorfosi è completa: il buon Walter White diventa lo spietato e calcolatore Heisemberg.

E’ stata dura ma alla fine ci sono riuscito, era dura fare una recensione di Breaking Bad il più completa possibile e senza spoiler! Lasciatemelo dire è stato fantastico parlare di un prodotto unico e irripetibile, capace di commuovere e sorprendere tutti noi per cinque anni.

Breaking Bad Bryan Cranston, Aaron Paul, Anna Gunn, Bob Odenkirk, Betsy Brandt, Dean Norris, Giancarlo Esposito di Vince Gilligan streaming wine recensione tramaTitolo originale: Breaking BadBreaking Bad Bryan Cranston, Aaron Paul, Anna Gunn, Bob Odenkirk, Betsy Brandt, Dean Norris, Giancarlo Esposito di Vince Gilligan streaming jesse walter camper 1 curiosità ed errori

Paese: Stati Uniti d’America

Anno: 2008-2013

Formato: serie TV

Genere: drammatico, thriller

Stagioni: 5Breaking Bad Bryan Cranston, Aaron Paul, Anna Gunn, Bob Odenkirk, Betsy Brandt, Dean Norris, Giancarlo Esposito di Vince Gilligan streaming jesse jane curiosità

Episodi: 62

Durata: 45 min circa (episodio)

Lingua originale: inglese

Caratteristiche tecniche:

Aspect ratio: 16:9Breaking Bad Bryan Cranston, Aaron Paul, Anna Gunn, Bob Odenkirk, Betsy Brandt, Dean Norris, Giancarlo Esposito di Vince Gilligan streaming heisenberg hank curiosità
Risoluzione: 1080i
Colore: colore
Audio: Dolby Digital 5.1

Ideatore: Vince Gilligan

Musiche: Dave Porter

Produttore: Stewart Lyons, Sam Catlin, John Shiban, Peter Gould, George Mastras, Thomas Schnauz, Bryan Cranston, Moira Walley-Breaking Bad Bryan Cranston, Aaron Paul, Anna Gunn, Bob Odenkirk, Betsy Brandt, Dean Norris, Giancarlo Esposito di Vince Gilligan streaming Hector Salamanca curiositàBeckett, Karen Moore, Patty Lin
Produttore esecutivo: Vince Gilligan, Mark Johnson, Michelle MacLaren

Casa di produzione: High Bridge Entertainment, Gran Via Productions, Sony Pictures Television

Prima visione Stati Uniti d’America: dal 20 gennaio 2008, Breaking Bad Bryan Cranston, Aaron Paul, Anna Gunn, Bob Odenkirk, Betsy Brandt, Dean Norris, Giancarlo Esposito di Vince Gilligan streaming 14 recensione tramaal 29 settembre 2013
Rete televisiva americana: AMC

Prima TV in italiano (gratuita): dal 4 ottobre 2010, al …
Rete televisiva italiana free: Rai 4

Prima TV in italiano (pay TV): dal 15 novembre 2008, al 9 novembre 2013
Rete televisiva italiana a pagamento: AXNBreaking Bad Bryan Cranston, Aaron Paul, Anna Gunn, Bob Odenkirk, Betsy Brandt, Dean Norris, Giancarlo Esposito di Vince Gilligan streaming gus fring recensione trama

Interpreti e personaggi:

Bryan Cranston: Walter White
Aaron Paul: Jesse Pinkman
Anna Gunn: Skyler White
Dean Norris: Hank Schrader
Bob Odenkirk: Saul Goodman
Betsy Brandt: Marie Schrader
RJ Mitte: Walter White Jr.Breaking Bad Bryan Cranston, Aaron Paul, Anna Gunn, Bob Odenkirk, Betsy Brandt, Dean Norris, Giancarlo Esposito di Vince Gilligan streaming 3 recensione trama
Giancarlo Esposito: Gustavo “Gus” Fring
Jonathan Banks: Mike Ehrmantraut
Steven Michael Quezada: Steven Gomez
Matt L. Jones: Brandon Mayhew (Badger)
Charles Baker: Skinny Pete
Mark Margolis: Don Hector Salamanca
Raymond Cruz: Tuco SalamancaBreanking Bad (Season 4) recensione trama
Christopher Cousins: Ted Beneke
Krysten Ritter: Jane Margolis
John de Lancie: Donald Margolis
David Costabile: Gale Boetticher
Jeremia Bitsui: Victor
Ray Campbell: Tyrus
Bill Burr: Kuby
Lavell Crawford: Huell Babineaux
Laura Fraser: Lydia Rodarte-Quayle
Jesse Plemons: Todd Alquist
Michael Bowen: Zio Jack Breaking Bad Bryan Cranston, Aaron Paul, Anna Gunn, Bob Odenkirk, Betsy Brandt, Dean Norris, Giancarlo Esposito di Vince Gilligan streaming 5 recensione trama
Danny Trejo: Tortuga

Citazioni e dialoghi: Breaking Bad citazioni e dialoghi

Approfondimento: Come è nato il personaggio di Walter White?

Lettera di congratulazioni da parte di Anthony Hopkins: Anthony Hopkins e Breaking Bad

Guillermo Del Toro preferisce Better Call Saul a Breaking Bad: ecco le sue parole

Samuel Jackson e Breaking Bad: ecco cosa poteva accadere

Colonna sonora: Breaking Bad (TV Series 2008–2013) – Soundtracks – IMDb

Curiosità ed errori: Work in progress

 Luca Miglietta

Breaking Bad Bryan Cranston, Aaron Paul, Anna Gunn, Bob Odenkirk, Betsy Brandt, Jonathan Banks, Giancarlo Esposito di Vince Gilligan streaming recensione trama