Sono le falene a filare la seta

Sono le falene a filare la seta…

Tutti guardano le farfalle ma sono le falene a filare la seta. Sono più forti, più veloci

Sono le falene a filare la seta“È un bozzolo di falena. Un’ironia… tutti guardano le farfalle ma sono le falene a filare la seta. Sono più forti, più veloci”. Questo è un estratto del discorso tra due personaggi di Lost, di seguito potete leggere l’intero dialogo tra John Locke e Charlie Pace. Un dialogo che ha un significato profondo.

– Secondo te in questo bozzolo che cosa c’è?
– Non lo so, è una farfalla?
– No. Qualcosa di più bello, Charlie. È un bozzolo di falena. Un’ironia… tutti guardano le farfalle ma sono le falene a filare la seta. Sono più forti, più veloci.
– È bellissimo, ma…
– Vedi questo forellino? Questa falena presto emergerà. Ora è dentro che lotta, che si scava la via attraverso la corteccia del bozzolo. Adesso la potrei aiutare, con il coltello. Potrei allargare il foro e la falena sarebbe libera, ma troppo debole per poter sopravvivere. In natura si lotta per diventare forti.

Sono le falene a filare la seta Adesso la potrei aiutare potrei allargare il foro e la falena sarebbe libera, ma troppo debole per poter sopravvivereQuesta scena di LOST è molto interessante perchè fa riflettere i telespettatori

Si tratta di un dialogo tratto dalla prima stagione della popolarissima serie tv americana Lost. Charlie Pace (Dominic Monaghan) è un tossicodipendente e chiede a John Locke (Terry O’Quinn) di ridargli indietro la dose che l’uomo gli ha sottratto. Locke sta cercando di farlo disintossicare e così, invece che restituirgli la dose, gli racconta questa storia per farlo ragionare attraverso la metafora della falena.

Locke infatti potrebbe aiutarla ad uscire dal suo bozzolo, ma se lo facesse, una volta venuta al mondo la falena non sarebbe abbastanza forte da poter resistere nel mondo esterno. La stessa cosa vale per Charlie, che lotta contro la sua dipendenza, e per tutto il resto dell’umanità, che deve affrontare le difficoltà della vita e della quotidianità.

L.M.