Sansa Stark

Sansa Stark

Sansa Stark, evoluzione del personaggio

Sansa Stark, evoluzione del personaggioSansa Stark, il personaggio interpretato dalla bellissima ‎Sophie Turner ha avuto una costante evoluzione positiva nel corso delle stagioni di Game of Thrones. Nella prima stagione è una ragazzina superficiale e viziata, che pensa solamente a diventare una regina infischiandosene di cosa debba fare per raggiungere la meta.

Nell’ottava ed ultima stagione de Il trono di spade è diventata una donna saggia in grado di prendere decisioni difficili e usare la diplomazia quando serve. Una intelligente Lady di palazzo, che è pronta a tutto per difendere il luogo dove è nata e cresciuta. «Tanti ti hanno sottovalutata in passato, molti di loro sono morti» è quello che le dice Tyrion Lannister (Peter Dinklage) infatti nella prima puntata dell’ottava stagione, quando si rincontrano a Winterfell dopo tanto tempo. Battuta a cui lei rispende prontamente: «e pensare che una volta ti credevo l’uomo più intelligente della terra».

Sansa Stark, evoluzione di un personaggio complesso Sansa Stark è dovuta crescere a causa anche di una esistenza segnata da terribili tragedie, come: la perdita dei genitori (quella del padre per mano del promesso marito addirittura) e del fratello, tre matrimoni, tutti forzati e con una vita di coppia drammatica. Sopravvissuta a Joffrey Baratheon e a Ramsey Bolton non è da tutti.

Sansa Stark dimostra spesso di essere una donna saggia in grado di prendere decisioni difficili

Se La Battaglia dei Bastardi, che vede ad affrontarsi gli eserciti di Jon Snow (Kit Harington) e Ramsay Bolton (Iwan Rheon) per il controllo di Grande Inverno, è vinta non è merito di Jon e del suo eroismo, ma dei rinforzi che porta Sansa. Grazie alla donna arrivano in soccorso di quello che ai tempi era il fratellastro Petyr Baelish (Aidan Gillen) e i Cavalieri della Valle.

Sansa Stark, evoluzione di un personaggio complesso la sua vitaSe molte famiglie, quando Jon vuole radunare un grosso esercito, restano fedeli agli Stark è merito di Sansa. E’ merito suo se tutti si fideranno di Jon Snow e lo eleggeranno Re del Nord. Prima della imminente battaglia contro gli estranei ed il Re della notte è l’unica che pensa a come sfamare le ingenti truppe, draghi compresi, giunte a Winterfell. Sembra incredibile, ma nessuno ci aveva pensato.

Sansa Stark nel secondo episodio dell’ottava stagione si mostra molto fredda e diffidente nei confronti della Madre dei Draghi quando quest’ultima decide di parlare con lei, seguendo il consiglio del fidato Jorah Mormont (Iain Glen). Khaleesi le chiede il perché di questa diffidenza e che pensa che si per via di Jon. Sansa non le nasconde di pensare che lei lo stia manipolando, Daenerys Targaryen (Emilia Clarke) replica che ha accantonato il proposito di una vita per essere al fianco di Jon in una guerra che non è la sua e che non sa chi dei due abbia manipolato l’altro. Sansa sempre molto concreta chiede alla Madre dei draghi cosa accadrà al Nord e a Grande Inverno dopo la guerra, lei infatti intende reclamare l’indipendenza della sua terra, ma Daenerys dimostra di non poterlo accettare. Anche qui Sansa dimostra molto sangue freddo, molta concretezza ed astuzia. Sansa Stark, evoluzione di un personaggio straordinarioNella puntata Game of Thrones 8×04, Sandor Clegane e Sansa parlano al banchetto di festeggiamento dopo la battaglia vinta contro gli Estranei. Il Mastino le dice che è cambiata molto e che se lei lo avesse seguito lontano dalla capitale, non avrebbe subito quello che ha subito. Sansa Stark però prontamente risponde: “Se non ci fossero stati Ditocorto, Ramsay e tutto il resto, sarei stata un uccellino per sempre”. Tutte le sue sofferenze l’hanno resa la donna che è ora e quindi non le rinnega.

Nella stessa puntata Jon Snow rivela le sue vere origini a SansaArya al Parco degli Dei, facendosi promettere di non rivelarle a nessuno. Sansa però viene meno alla promessa quando Tyrion prima di lasciare Grande Inverno va a salutarla e le chiede di dare una possibilità alla Regina dei draghi. Nel momento in cui Tyrion sta per allontanarsi infatti Sansa lo richiama e rivela al Folletto le vere origini di Jon. Si capisce dalla frase “E se ci fosse qualcun altro? (erede al trono) Qualcuno migliore?”, che sta per dirglielo.

Vedremo cosa succederà nelle prossime puntate sicuramente la vediamo come una promettente candidata al trono di spade, forse più Daenerys Targaryen, che sta cominciando a dare qualche segno di pazzia come il padre, il re folle.

Sansa Stark, evoluzione di un personaggio interessanteIntanto in rete i fan continuano a scrivere come secondo loro si concluderà la serie, staremo a vedere, questo articolo si aggiornerà col passare degli episodi, ne mancano ancora 2.

Luca Miglietta