I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi tratti dalla della popolare serie animata ideata da Matt Groening e prodotta da James L. Brooks

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

Episodio 1, Kampeggio Krusty

Questa punizione non è noiosa ed inutile. (Frase alla lavagna)

[In un sogno di Bart]Sono sicuro che vi siete ricordati di portare i vostri arnesi di distruzione… ora sfasciamo questa baracca! (Seymour Skinner)

[In un sogno di Bart]Qualcuno dia fuoco a questi registri! Faccia in fretta! (Skinner)

Però quando vedrai la mia pagella ricordati che quest’anno hanno invertito la scala dei voti. Ora l’ordine è questo: D, C, B, A. (Bart Simpson)

Non mi resta da dire niente a nessuno di voi. Perciò se non vi dispiace rimaniamo in silenzio fino al suono della campanella. (Signorina Hoover)

Signora Caprapall, nel calcolare i miei voti finali spero che lei noti che tutti i miei testi scolastici vengono restituiti in eccellenti condizioni. In alcuni casi sono persino avvolti nella carta originale! (Bart)

[Bart ha modificato le F sulla sua pagella in A+] Scemo! Oh, Bart, perché non hai falsificato dei voti almeno credibili? (Lisa Simpson)

Ciao, ragazzi! È rimasta solo una settimana per iscriversi alla migliorissima estate mai goduta al Kampeggio Krusty! Il Kampeggio Krusty è allestito su un autentico cimitero indiano. Abbiamo il tiro con l’arco, la confezione di portafogli e altro ancora! E per voi cicciottelli il programma esclusivo di Dieta e Canzonatura avrà senz’altro i suoi risultati! E quel che è più bello è: se venite al Kampeggio Krusty passerete l’estate insieme a me! Parola d’indiano! (Krusty, in uno spot)

Saluti a te, Kampeggio Krusty, | sulle rive del lago Gran Serpente. | Sebbene le tue altalene siano arrugginite, | sappiamo che non si romperanno mai. | Dal tuo scintillante e disordinato ingresso, | al tuo sacro campo da baseball, | fino alla pulitissima infermeria | dove tutte le nostre ferite vengono curate. | Saluti a te, Kampeggio Krusty, | proprio sotto il Monte Valanga. | Ti ameremo sempre, Kampeggio Krusty! | Un marchio registrato della Krusty Corporation… | tutti i diritti riservati! Hail to thee, Kamp Krusty,| by the shores of Big Snake Lake. | Though your swings are rusty,| we know they’ll never break.| From your gleaming mess hall, | to your hallowed baseball field, | your spic-and-span infirmary, | where all our wounds are healed. | Hail to thee, Kamp Krusty, | below Mount Avalanche. | We will always love Kamp Krusty! | A registered trademark of the Krusty Corporation… | All rights reserved! (Bambini che cantano al Kampeggio Krusty)

Marge, da quando sono partiti i ragazzi ho perso due chili e mezzo! […] E guarda: capelli nuovi! Mi manca tanto così per pettinarli tutti da un lato! Grrrrr! (Homer Simpson)

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

Dialoghi:

  • Homer: Figliolo, se desideri ardentemente qualcosa in questa vita, devi lavorare per ottenerla! …Ora silenzio, stanno per annunciare i numeri del lotto!
    Annunciatore alla radio: Diciassette.
    Homer: D’oh!
    Annunciatore alla radio: Trentadue.
    Homer: D’oh!
    Annunciatore alla radio: Cinque.
    Homer: D’oh!
    Annunciatore alla radio: Otto.
    Homer: Uh!
    Annunciatore alla radio: Quarantasette.
    Homer: D’oh!
  • Lisa: Non ho mai preso una B in vita mia. Come è potuto succedere?! Mi sento così sporca!  sporco non si toglie! Ok. Calmiamoci. È sicuramente un errore di battitura.  Signorina Hoover! Pare che ci sia un errore sulla mia pagella: mi ha messo solamente “buono” in condotta.
    Signorina Hoover: Senti Lisa, a tutti serve una macchiolina sul proprio curriculum.
    Lisa: Forse non sono stata abbastanza chiara.  Penso che dovrebbe ricredersi. [intanto preme la mano della maestra sulla cattedra]
    Signorina Hoover: Lisa, mi stai facendo male.
  • Bart: Signora Caprapall, se non prendo come minimo la media del C non potrò andare al Kampeggio Krusty!
    Edna: Ti auguro una D-ivertente estate!
  • Homer: A+? Non hai una grande considerazione di me, vero figliolo?
    Bart
    : Nossignore.
    Homer
    : Lo sai, non ci vuole niente a trasformare una brutta D in una bella B. Sei stato troppo ingordo!
    Bart
    : Vuoi dire che non posso andare al campeggio?
    Homer
    : Vedi Bart, abbiamo fatto questo patto perché speravo che ti avesse aiutato a prendere bei voti, invece non li hai presi… Ma perché devi pagare tu per i miei errori?
    Bart
    : Vuoi dire che posso andare?
    Homer
    : Sì… del resto non ti volevo tra i piedi tutta l’estate.
  • Lisa: Prima che vada in campeggio avrò bisogno del vaccino per malaria, rosolia, encefalite, bua…
    Hibbert: Oh, temo proprio che ci troviamo di fronte a un tipico caso di ipocondria. Esiste un solo antico rimedio: un bel lecca lecca.
    Lisa: Dottore, non mi tratti da bambina…
  • Martin Prince Sr.: Ci vediamo quando torni dal Kampeggio Krusty per il bimbo sano e bello.
    Martin: Risparmiami gli eufemismi, è il campeggio dei ciccioni per il tuo piccolo paffutello!
  • Marge: Lisa, fai attenzione alle ortiche. Ricorda: “se le foglie son tre son dolori per te.”
    Homer: “Tre più uno porta fortuna.” (– Lisa, watch out for Poison Ivy. Remember, “Leaves of three, let it be.”
    – “Leaves of four, eat some more!”)
  • Lisa: Il tutto è un tantino più rustico di quanto pensassi.
    Bart: Io non sono preoccupato Lisa, sai perché? Eccolo qui: il sigillo di garanzia Krusty! [scopre un sigillo coperto dalla polvere che recita Krusty Brand Seal of Approval]Lo trovi solo su prodotti conformi ai principi personali di Krusty il Clown.
  • Bart: Non possiamo avere delle pannocchie da arrostire?
    Spada: Stai zitto e mangiati la pigna.
  • Lisa: Mi sento come se stessi per morire, Babi.
    Bart: Moriremo tutti, Lisa.
    Lisa: Io intendevo presto…
    Bart: Anch’io!
  • Marge[voce fuori campo, scrivendo]: “Cari ragazzi, spero che questa lettera vi trovi bene. Noi ce la passiamo benissimo. Vostro padre è in ottima forma da quando… be’, come non mai. […] Ci mancate terribilmente. Spero che questi biscotti alla liquirizia vi sostengano fino al vostro ritorno a casa.”
    Patata: Ehi, Simpson! Di’ a tua madre che quei biscotti erano uno schifo!
    Lisa [voce fuori campo, scrivendo]: “Cari mamma e papà, non ho più paura dell’inferno perché sono stata al Kampeggio Krusty. Le nostre escursioni in campagna sono diventate delle sinistre marce di morte. […] Il nostro centro arti e mestieri è in verità una casa di lavoro alla Dickens. […] Bart riesce a superare le giornate facendo appello alla sua fede incrollabile. Pensa che Krusty il Clown manterrà la sua promessa. Ma io sono molto più pessimista. Non sono sicura che questa lettera vi giungerà poiché i nostri mezzi di comunicazione sono stati interrotti. Ora lo sforzo di scrivere mi ha fatto venire il capogiro, perciò chiudo dicendo… Salvateci! Salvateci subito! Bart e Lisa.”
    Homer: De-hi-hi-ho! Le lettere dei bambini in campeggio!
    Marge: Già, ora si lamenta ma vedrai che quando andremo a prenderla non vorrà più venire via!
  • Bart: Quello non è Krusty il Clown!
    Signor Black: Che ti credi? Che abbia schiaffato un costume da clown addosso a un beone, eh? Insomma…
    Barney [travestito da clown]: Sì Bart, certo che sono Krunchy il clown! [rutta vigorosamente]
    Bart: Va bene, adesso basta! Sono già stato scottato da Krusty in passato: mi sono beccato una tachicardia da quelle vitamine marca Krusty, il mio calcolatore Krusty non aveva né il 7 né l’8 e l’autobiografia era super auto-adulante con molte madornali omissioni, ma questa volta è davvero troppo!
  • Annunciatore televisivo: Interrompiamo lo yoga party di Sadruddin Mahbaradad per questa edizione speciale: “Krisi al Kampeggio Krusty”.
    Kent Brockman: Signore e signori, sono stato nel Vietnam, nell’Afghanistan e in Iraq e posso dire senza timore d’iperbole che questo è un milione di volte peggio di tutte quelle guerre messe insieme!
  • Lisa: È Krusty in persona! Guardate la cicatrice del pacemaker, la voglia a forma di testa di vitello e il suo famoso capezzolo superfluo!
    Krusty: Almeno non siete pignoli come la dogana.
  • Bart: Come hai potuto, Krusty?! Io non presterei mai il mio nome a un prodotto scadente!
    Krusty[piangendo]: Hanno portato un autocarro pieno di soldi fino a casa mia! Io non sono fatto di pietra!
    Bart: Krusty, questo campeggio è un incubo! Ci hanno dato la pappa d’avena, ci hanno costretti a confezionare portafogli e uno dei compagni è stato divorato da un orso!
    Krusty: Oh, mio Dio!
    Bart: Veramente l’orso si è mangiato il suo cappello.
    Krusty: Era un bel cappello?
    Bart: Be’, sì.
    Krusty: Oh, mio Dio!

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

Episodio 2, Un tram chiamato Marge

Il mio nome non è Dottor Morte. (Frase alla lavagna)

In diretta da Laughlin nel Nevada, il concorso Miss Ragazza Americana offertavi da Versatility di Meryl Streep. Profumar come una star e risparmiar! (Troy McLure)

New Orleans! | Dimora di pirati, ubriaconi e prostitute. | New Orleans! | Volgari, costosi negozi di souvenir | Se vuoi andare all’inferno dovresti fare un viaggio a quella Sodoma e Gomorra sul Mississipi. | New Orleans! | Puzzolente, marcia, vomitevole, abietta. | New Orleans! | Putrida, salmastra, bacata, cattiva. | New Orleans! | Molliccia, rancida, schifosa e indecente. | New Orleans!        “New Orleans! | Home of pirates, drunks and whores. | New Orleans! | Tacky, overpriced souvenir stores. | If you wanna go to hell you should take that trip to the Sodom and Gomorrah on the “Mississip”. | New Orleans! | Stinking, rotten “vomity” vile. | New Orleans! | Putrid, brackish, maggoty, foul. | New Orleans! | Crummy, lousy, rancid and rank. | New Orleans! “(Cast Un tram che si chiama Desiderio cantando)

Potrai sempre dipendere dalla gentilezza degli estranei, | per tirati su il morale | e proteggerti dai pericoli. | Un estraneo è solamente un amico che non hai ancora incontrato. | Ancora incontrato. Tram! “            You can always depend on the kindness of strangers, | to buck up your spirits | and shield you from dangers. | A stranger’s just a friend you haven’t met. | You haven’t met. Streetcar!  (Cast Un tram che si chiama Desiderio cantando)

Dialoghi:

  • Marge: Non partecipo ad una recita da quando ero al liceo e ho pensato che sarebbe una buona occasione per conoscere altra gente.
    Homer[con gli occhi fissi sul televisore]: Sembra interessante.
    Marge: Sai, caspiterina, passo tutto il giorno da sola con Maggie e a volte è come se io neanche esistessi.
    Homer [con gli occhi fissi sul televisore]: Sembra interessante.
  • Llewellyn Sinclair: Siete tutte una frana! Quello che voi signore non capite è che Blanche è un fiore delicato che viene calpestato da un tanghero brutale! Ah…lasciamo perdere! Via la scenografia! Sgombrate il palcoscenico! Questa rappresentazione non mi riguarda più!
    Marge al telefono con Homer: Papi, non ho ottenuto la parte. Hai ragione tu: avere interessi esterni è una cosa stupida.
    Llewellyn Sinclair [ascoltando la telefonata di Marge]: Aspettate un momento…
    Marge: Ah, vengo subito a casa. Va bene. Passo a prendere una mega confezione di pollo… strafritto… e due chili di gelato multigusto…
    Llewellyn Sinclair [prendendole la cornetta del telefono]: Smettila di importunare la mia Blanche!
  • Marge: Maggie è allergica alle pere grattugiate e ama un biberondi latte caldo prima del riposino.
    Signora Sinclair: Un biberon? [ride] Signora Simpson, sa cosa sta dicendo un bebè quando tenta di ottenere un biberon?
    Marge: “Pappa”?
    Signora Sinclair: Sta dicendo “Io sono una sanguisuga!” E il nostro scopo qui è di sviluppare un biberon interiore!
  • Homer: Ma Marge, che ne è del dessert?!
    Marge: Caspiterina, aprila da solo la scatoletta del budino!
    Homer: Benissimo! Lo farò! [tira la linguetta di metallo della scatoletta, ma si spezza]Oh, no! Il mio budino è intrappolato per sempre!

Giocate, da bravi, piccoli umani! (Signora Sinclair)

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

Episodio 3, Homer l’eretico

Non diffamerò New Orleans. (Frase alla lavagna)

Bart: Ehi, dov’è Homer?
Marge: Vostro padre sta riposando.
Bart: Riposando dopo una sbornia, riposando perché è licenziato… riposando sempre!

È l’occasione ideale per fare le mie brevettate superspaziali superciucciose frittelle lunari! Vediamo un po’… caramello, preparato per frittelle, fumo liquido…  (Homer)

Uh, trabocco di frittelle… Mmm… (Homer)

.. colesterolo… (Homer)

Forza, TV, fammi vedere un po’ di dolce spazzatura, vai! (Homer)

Signore, mio marito non è del tutto perfetto, ma è un uomo gentile ed onesto. Ti prego, portalo sulla retta via. […] Lui non intende essere sacrilego, Signore. È solo che gli piace dormire la domenica. (Marge)

Prima Chiesa di Springfield. Argomento di oggi: “Quando Homer incontrò Satana”.
First Church of Springfield. Today’s Topic: “When Homer met Satan”. (Insegna)

Salve, sto facendo una colletta per la Fratellanza dei Clown Ebrei. Lo scorso anno a causa dei tornadi settantacinque clown ebrei persero la vita. Il peggior avvenimento fu durante il nostro convegno a Lubbock nel Texas. C’erano parrucche e nasi di gomma sparsi ovunque! Ah, fu terribile! (Krusty)

Marge, metti un po’ più pian il riscaldamento… Ecco, così… (Homer, dormendo circondato dalle fiamme di un incendio)

Voi papere state duramente minando mio karma positivo! …Ma siete tanto carine! (Apu Nahasapeemapetilon, lasciando attraversare la strada a una fila di paperelle)

Signore Iddio santissimo, possa la tua mano amorevole guidare Homer e fargli centrare in pieno il materasso. (Ned) [Homer centra il materasso, ma rimbalza e rientra al primo piano sfondando la finestra]

Non te la prendere, Homer. Nove religioni su dieci falliscono al loro primo anno. (Dio)

Dialoghi:

  • Lisa [pregando in chiesa]: Padre Nostro, che sei nei cieli…
    Bart
    : Lisa! Questo non è né il momento né il luogo!
  • Homer: Per quanto riguarda me, io sto trascorrendo il più bel giorno della mia vita! E devo tutto al fatto di aver marinato la chiesa!
    Marge: Questa è una cosa terribile da dire! Ragazzi, vostro padre non sa quello che dice!
    Homer: Col cavolo, Marge! Sappi che io non andrò mai più in chiesa! Mai più!
    Marge: Homer, non starai veramente rinunciando alla tua fede?
    Homer: No! No, no, no, no…! [pausa]Be’… Sì.
  • Homer: Ehi, cosa c’è di tanto eccezionale nell’andare in qualche edificio ogni domenica? Insomma, Dio non è ovunque?
    Bart: Amen, fratello!
    Homer: E non pensi che l’onnipotente abbia di meglio da fare che preoccuparsi di dove un omino trascorre una miserabile oretta della sua settimana, scusa?
    Bart: Diglielo papà!
    Homer: E se avessimo scelto la religionesbagliata? Ogni settimana non facciamo altro che far arrabbiare sempre di più Dio!
    Bart: Parole sante!
  • [Homer sogna che Dio gli scoperchia la casa]
    Dio: Hai abbandonato la mia Chiesa!
    Homer: Be’, in un certo senso, ma…
    Dio: “Ma” cosa?
    Homer: Non sono un cattivo uomo, lavoro sodo e amo i miei figli, perciò perché dovrei trascorrere metà della mia domenica ascoltando come finirò all’inferno, scusami?
    Dio: Mh, non hai tutti i torti, vecchio mio. Sai, anch’io a volte preferirei guardare il football. Il St. Louis ce l’ha ancora una squadra?
    Homer: No, ora sono a Phoenix.
    Dio: Non mi dire!
    Homer: Sai cosa detesto più di tutto della chiesa? Quei noiosissimi sermoni.
    Dio: Eh, condivido in pieno. Quel reverendo Lovejoy mi scontenta proprio. Gli farò venire un’afta in bocca.
    Homer: Dagliene una pure da parte mia.
    Dio: Oh, lo farò.
    Homer: Così penso che dovrei vivere in modo retto e adorarti a modo mio.
    Dio: Homer, affare fatto. Ora se vuoi scusarmi, devo apparire su una tortilla in Messico.
  • Lisa: Perché dedichi la tua vita alla blasfemia?
    Homer: Non preoccuparti, tesoruccio. Se mi sbaglio ritirerò tutto sul mio letto di morte.
  • Homer: […] lo stesso Dio mi ha detto che dovrei cercare una via nuova.
    Reverendo Lovejoy: Ah, veramente?
    Homer: Eh, sì. Mi è apparso in un sogno. E sapevo che si trattava di qualcosa speciale perché di solito sogno le nudità…di Marge.
    Bart: E così, Homer, hai visto il pezzo da novanta! Che aspetto aveva?
    Homer: Dentatura perfetta, buon profumo, di gran classe… un vero Signore!
  • Reverendo Lovejoy: Homer, Homer! Vorrei che tu ricordassi Matteo 7, 26. Lo stolto che si è fabbricato la casa sulla sabbia.
    Homer: E lei ricordi…  Matteo… 21, 17.
    Reverendo Lovejoy: “E, lasciatili, uscì dalla città e se ne andò a Betania, ove passò la notte”?
    Homer: Sì… ci pensi!
  • Homer: Dovresti passare alla mia religione, Boe. È grandiosa! Niente inferno, niente inginocchiarsi…
    Boe: Mi dispiace Homer, ma sono nato addestratore di serpenti e morirò addestratore di serpenti.
  • Marge: Io ho la responsabilità di crescere questi ragazzi in modo retto e ameno che tu cambi dovrò di loro che il loro padre è… un malvagio.
    Homer: Ragazzi, lasciate che vi racconti di un altro cosiddetto “uomo malvagio”: aveva i capelli lunghi e delle idee bizzarre e non sempre faceva quello che gli altri ritenevano giusto e quell’uomo si chiamava… l’ho dimenticato. Ma il punto è… ho dimenticato anche quello… Marge, tu lo sai di chi sto parlando, quello che guidava quella macchina blu…
  • Marge: Ti prego, non costringermi a scegliere tra il mio uomo e il mio Dio, perché non puoi certo vincere tu.
    Homer: E rieccola di nuovo: sempre a schierarsi dalla parte di qualcun altro: Flanders… la società idrica… Dio…
  • Homer: Senza offesa, Apu, ma quando stavano distribuendo le religioni tu forse eri uscito a fare pipì?
    Apu: Signor Simpson, prego lei pagare per suoi acquisti, sparire per sempre e tornare presto!
  • Homer: Flanders, mi hai salvato… Perché?
    Ned: Accidenti, avresti fatto lo stesso anche per me! […]
    [Homer immagina Flanders intrappolato nella casa incendiata mentre lui è sull’amaca a bere una bibita]
    Homer: È proprio così, vecchio amico…
  • Assicuratore: Sono dell’assicurazione”Disastro totale”. Oggetti di valore?
    Homer: Ehm, un Picasso… la mia collezione di auto d’epoca…
    Assicuratore: Spiacente, questa polizza copre solo le perdite reali, non cose inventate.
    Homer: Oh, questa sì che è bella!
  • Kent Brockman: Incendio: il più antico nemico dell’uomo, insaziabile, privo di rimorsi, inestinguibile.
    Winchester: Uè, lo abbiamo spento!
    Kent Brockman: Tra poco: quali funzionano meglio? Le mollette per bucato con la molla o quelle senza?
  • Homer: Il Signore è vendicativo. Oh, grande Malevolo, mostrami chi flagellare e saranno flaggiati!
    Ned: Homer, non è stato Dio a incendiare la tua casa.
    Reverendo Lovejoy: No, ma Egli stava lavorando nei cuori dei tuoi amici e vicini quando sono venuti in tuo soccorso, siano essi cristiani [guarda Ned], ebrei [guarda Krusty].. [guarda Apu, indeciso]miscellanei…
    Apu: Indù! Siamo settecentodue milioni circa!
  • Homer: Signore, devo farti una domanda: qual è il significato della vita?
    Dio: Homer, questo non te lo posso dire.
    Homer: E dai!
    Dio: Lo scoprirai quando morirai.
    Homer: Non posso aspettare così a lungo!
    Dio: Non puoi aspettare sei mesi?
    Homer: No! Dimmelo adesso!
    Dio: Okay. Il significato della vita è… [parte la sigla di chiusura]

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

Episodio 4, Lisa la reginetta di bellezza

Non prescriverò medicinali. (Frase alla lavagna)

Da oggi Lisa Simpson non è più la piccola Miss Springfield. Pare che il padre della destituita reginetta di bellezza, Homer Simpson, abbia compilato in modo errato la domanda di partecipazione. Nella zona posta sotto l’avvertenza “non scrivere sotto questo spazio” ha scritto “OK”. (Kent Brockman)

Ora passiamo ad altro… il santo padre Giovanni Paolo II [Compare una foto di una capra con un biberon]Adesso basta!… non posso lavorare in queste condizioni!… io me ne vado!… se mi cercate sono da… chiamate il collega… non mi interessa!  (Kent Brockman)

Lisa, come fratello questa è la cosa più difficile che io abbia mai detto: tu non sei cozza. (Bart)

Sponsorizzo di vero cuore questo evento o prodotto. (Krusty)

Dialoghi:

  • Homer: Ehi, nessuna è più carina della mia bambina.
    Marge: Ma tu la guardi con gli occhi di un padre!
    Homer: Be’, se potessi cavare gli occhi a qualcun altro e ficcarli nelle mie orbite lo farei, ma per me lei è bellissima.
    Marge: Hai detto una cosa dolcissima.
  • Homer: Dio vi benedica, ragazzi!
    Marge: Homer, quelli sono gelatai!
    Homer: Per questo!

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

Episodio 5, La paura fa novanta III

E per le notizie riguardanti l’ambiente gli scienziati hanno annunciato che ora l’aria di Springfield è dannosa solo ai bambini e agli anziani. (Giornalista)

La casa del male. “Il tuo negozio che offre molteplici servizi”.
House of Evil. “Your One Stop Evil Shop (Insegna)

Sono Krusty il Clown e tu non mi piaci… Sono Krusty il Clown e io ti ucciderò (Pupazzo parlante di Krusty)

La mia mortadella ha un nome: | è Homer, Homer, Homer! | La mia mortadella ha un cognome: | è Homer, Homer, Ho-ho…! (Homer)

Ecco che se ne va l’ultimo residuo della mia eterosessualità! (Patty, vedendo passare Homer nudo)

Sono stato uno stupido a pensare che a qualcuno interessassero le foto di Whoopi Goldberg nuda! Ma che diavolo?! (Passante)

Sono Marge Bouvier. Sono qui in merito al vostro annuncio: “Cercasi donna bianca nubile per spedizione misteriosa. Devono piacerle le scimmie. Non fumatrice.” (Marge)

Quest’amore è una camera a gas! (Burns)

King Homer. L’ottava meraviglia del mondo. E in più le più grasse di ballerine di can can della città.
“King Homer”. Eight wonder of the world. Plus the chubbiest kickline in town. (Insegna)

Mi sembri un tantino congestionato. Forse dovresti mangiare più verdure e meno persone. (Marge)

Ricordo quando Al Jolson corse in preda al furore omicida al Winter Garden e scalò il Chrysler Building. Non poté più esibirsi in questa città. (Burns)

La frutta è il dolce della natura. (Marge)

Et voilà bello come un quadro! [uno zombie esce dalla terra appena sistemata con la pala] Ah, gli zombie! [lo zombi se ne va e Willie mette nuovamente apposto la terra] Et voilà, bello come un quadro! (Willie)

Dialoghi:

  • Marge: Dove hai preso tutti quei soldi?
    Nonno Abe: Dal governo. Non me li sono guadagnati e non mi servono. Ma se saltano un solo pagamento faccio il diavolo a quattro!
  • Bart: Ehi, Homer, dov’è il tuo regalo?
    Homer: D’oh! …volevo dire: non preoccuparti, figliolo. Ho dimenticato di comprarti un regalo. Ma giurosulla tomba di mio padre…
    Nonno Abe: Ehi!
    Homer: …che te ne comprerò uno ora.
  • Homer: Vendete giocattoli?
    Venditore: Vendiamo oggetti proibiti da luoghi dove gli uomini temono di mettere piede, e yogurt con gelato che io chiamo “congurt”.
    Homer: Senta, a me serve qualcosa per il compleanno di mio figlio.
    Venditore: Ah, forse questo sarà di suo gradimento. [prende un pupazzo Krusty parlante]Prenda questo oggetto, ma – attenzione! – porta con sé una terribile maledizione.
    Homer: Oh, questo è male!
    Venditore: Ma con esso è compreso un congurt gratis!
    Homer: Questo è bene!
    Venditore: Anche il congurt ha una maledizione!
    Homer: Questo è male.
    Venditore: Ma può arricchirlo con uno sciroppo di suo gusto!
    Homer: Questo è bene!
    Venditore: Gli sciroppi contengono benzoato di potassio! [Homer ha uno sguardo assente] E questo è male!
    Homer: Posso andare ora?
  • Nonno Abe:Vi dico che quel pupazzo è perfido! Perfido! Perfido!
    Marge: Nonno, hai detto la stessa cosa di tutti i regali.
    Nonno Abe: Volevo solo un po’ di attenzioni…
  • Bart: Nonno, perché non ci racconti tu una storia? Hai avuto una vita interessante.
    Nonno Abe: Questa è una bugia e tu lo sai!
  • Otto: Uè, chi è questo tizio “Homer”?
    Marge: O è una scimmia preistorica alta quindici metri oppure una trappola per turisti escogitata dalla proloco dell’Isola delle Scimmie.
  • Bart: […] io ho un racconto così pauroso che ve la farete tutti sotto!
    Nonno Abe: Già fatto…
  • Bart: Da “A” – arancia – a “Z” – zebra. Il primo libro a rilievo del bimbino. Sono 26 pagine di avventure alfabetiche.
    Edna: Bart, vuoi dirmi che hai letto un libro destinato ai bimbi dell’asilo?!
    Bart: Be’, quasi tutto…
  • Lisa: Zombie!
    Bart: Per favore Lisa, preferiscono essere chiamati “viventi svantaggiati”!
  • Lisa[sconvolta]: Papà, abbiamo fatto una cosa terribile!
    Homer: Avete sfasciato la macchina?
    Bart: No.
    Homer: Avete risuscitato i morti?
    Lisa: Sì!
    Homer: Ma la macchina sta bene?
    [Lisa e Bart annuiscono]
    Homer:Allora tutto ok!
  • Homer: Risparmiate la mia famiglia! Prendete me, prendete me!
    Zombie[dopo aver “bussato” sulla testa di Homer per sapere se c’è il cervello]: Ma è vuoto!
  • Homer: Beccati questa, Washington! Mangiati il piombo, Einstein! Cala il sipario, Shakespeare!
    Shakespare morendo: Codardo, c’è del marcio a Springfield!
  • Marge: Be’, sono contenta che non ci siamo trasformati in degli zombi scervellati!
    Bart[con aria ebete]: Shh! TV!
    Homer [con aria ebete, riferendosi a quello che vede in TV]: Uomo cadere giù. Mitico.

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

Episodio 6, Grattachecca e Fichetto: il film

Non seppellirò il nuovo alunno. (Frase alla lavagna)

Liberarsi dall’obbligo della giuria è facile. Il trucco è dire che hai pregiudizi contro tutte le razze. (Homer)

Dialoghi:

  • Marge: Non fate arrabbiare il nonno mentre siamo al consiglio di classe. La cena la portiamo noi.
    Lisa: Che porterete da mangiare?
    Homer: Be’, dipende da quello che diranno gli insegnanti: se siete stati bravi pizza; se siete stati cattivi… eh, vediamo… veleno!
    Lisa: E se uno di noi è stato bravo e l’altro cattivo?
    Bart: Pizza avvelenata.
    Homer: Oh no, io non mi fermo due volte!

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

Episodio 7, Marge trova lavoro

Non insegnerò agli altri come volare. (Frase alla lavagna)

Magari potessi andarci io in pensione, quello sarebbe supermitico! (Homer)

Salve, sono Troy McLure! Forse vi ricorderete di me per quei video istruttivi, ad esempio Naftalinando la vostra corazzataScavate da soli la vostra fossa e risparmiate! Bene, nelle sei ore che seguiranno vi illustrerò cosa fare e cosa non fare nella riparazione della fondamenta. (Troy McLure)

La mia vita è piuttosto noiosa. Ieri dei testimoni di Geova hanno bussato alla porta e io non li lasciavo più andar via! Se la sono svignata appena sono andata in cucina a prendere da bere. (Marge)

Ora Marge, ricorda: se qualcosa va storto alla centrale nucleare, tu da la colpa a quello che non sa parlare la nostra lingua. (Homer a Marge mentre si recano al lavoro)

Quella donna è così accattivante! Smithers, il mio cuore batte come un martello pneumatico! (Burns, guardando Marge dai monitor di sorveglianza)

Aaah! Le mie ovaie! (Bart, fingendo di star male)

Mi rifiuto di dormire nello stesso letto con una donna che mi giudica uno scansafatiche! Ora dritto di sotto, apro il divano, srotolo il matera… [Ci ripensa] (Homer)

Stanotte l’ho sognata di nuovo, Smithers…Sai quando tu sei a letto e chi ami entra dalla finestra volando? (Montgomery Burns)

Non te la prendere se perso tu hai. Lottavo con i lupi che ancora eri poppando i capezzoli di tua madre, mì! (Willie)

Dialoghi:

  • Homer: Come dice la Bibbia: “Nel lavoro di tuo marito non devi ficcare… il naso!”.
    Marge: Nella Bibbia c’è “ficcare il naso”?
    Homer: C’è… c’è…
  • Lisa: Credo sia meraviglioso! Mami e papi, l’uno accanto all’altro alla centrale nucleare…sarete proprio come i coniugi Curie!
    Homer: Loro che hanno fatto?
    Lisa: Hanno scoperto il radio! …sono morti entrambi per avvelenamento da radiazioni…
  • Edna Caprapall: Bart, per evitare questo compito hai avuto il vaiolo, il male dei palombari e quell’infelice attacco di sindrome di Tourette!
    Bart: Non l’ho ancora superato! [Simula dei tic nervosi]…Strega! [Abbaia come un cane]

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

Episodio 8, La nuova ragazza del quartiere

Non porterò pecore in classe. (Frase alla lavagna)

Olà, Marinai! Avete fatto il pieno di tacos? Preferireste mangiare un topo di sentina piuttosto che un altro hamburger? venite a saziarvi di pesce a volontà dall’Olandese sfrigolante! […] Salpate alla volta dell’Olandese sfrigolante! (Capitano McCallister nello spot pubblicitario del ristorante L’Olandese sfrigolante)

[Sbavando] Mmmm… gamberetti… (Homer)

Bart, ti prego, slegami… Slegami, ti prego, Bart… Bart, la benzina no… (Abby, vecchia babysitter di Bart)

Cacchio, questo cos’è? Stampelle di ferro? Medicine scadute? Vecchi giornali? Ahhh! [Parlando tra sé ad alta voce] Ok, Homer, sta calmo. Porta tranquillamente questa roba in casa. [Si china e solleva uno scatolone, ma il contenuto si rovescia a terra] Homer, non stai ascoltando! (Homer)

Oh, Laura… Che bella sorpresa. (Bart, indossando una vestaglia alla Hugh Hefner e fumando una pipa giocattolo)

Costui non è un uomo, è una macchina divoratrice priva di pudore! (Capitano McCallister)

Questo è un momento importante tra un ragazzo e suo padre. Figlio, una donna è molto simile a… a… a un frigorifero! È alta circa un metro e 82, pesa 135 chili, fa il ghiaccio e… Oh, aspetta un momento! A dire il vero una donna è molto più simile ad una birra: ha un buon profumo, è bella a vedersi, venderesti tua madre pur di averne una… ma non puoi fermarti ad una: vuoi berti un’altra donna! [Cambio di scena: Homer è sbronzo dopo aver bevuto una decina di birre] … Perciò io dico: “Senti, se vuoi quei soldi vieni a trovarteli perché io non so dove stanno, brutto rospone-salame, mi fai venire voglia di vomitare”.  (Homer a Bart)

Questo è il caso più sfacciato di pubblicità fraudolenta dall’ultima mia causa intentata contro il film La storia infinita! (Lionel Hutz)

T’avrei soltanto marcato!  (Boe)

[Mentre beve birra dalla spina]Il mio cuore si è fermato! …Ah, è ripartito! [riprende a bere] (Barney)

Dialoghi:

  • Sylvia Winfield: Signor Simpson, mio marito ha deciso di traslocare.
    Homer: Andate a finire i vostri giorni in Florida?
    Sylvia Winfield: Già. Be’, ci sono due cosette per aiuraci a far vendere la casa. Uno: quando passa davanti alla sua finestra, potrebbe per cortesia indossare i pantaloni?
    Homer: Mmmmh… No.
    Sylvia Winfield: E due: potrebbe per cortesia ritirare le sue zucche rimaste dai precedenti Halloween?
    Homer: Mmmmh… No.
    Sylvia Winfield: E per cortesia, copra i bidoni dei rifiuti: attirano la fauna!
  • Ruth Powers: A dire il vero io avevo dei dubbi sul fatto di venire a Springfield. Sa, dopo l’articolo La peggior città in americaa cui il TIME ha dedicato la copertina.
    Marge[Orgogliosa] Si vedeva la nostra casa in quella foto!
  • Lisa: Bart! Ti stai facendo il bagno?!
    Bart
    : Già, e sarebbe molto gradita un po’ di privacy da queste parti, tanto per cambiare.
    Lisa
    : Suppongo che il tuo igienismo sia da mettere in relazione con l’arrivo di Laura.
    Bart
    : Be’, a volte un uomo può volere la propria pelle più gialla possibile.
  • Homer: Mi batterò per questa cosa! Marge: Oh, ti prego, no, fallo per me…
    Homer: Spiacente, Marge, è la meta della mia vita. Sono come quello lì, quel… quell’uomo lì, spagnolo, quello che ha sbattuto contro i mulini a vento.
    Marge: Don Chisciotte.
    Homer: No, non è quello. Come si chiama? L’uomo della Mancha…
    Marge: Don Chisciotte!
    Homer: No!
    Marge: Credo fosse proprio quello il nome del personaggio, Don Chisciotte.
    Homer: Benissimo, ora mi documento. [Homer esce dall’inquadratura per andare a prendere un’enciclopedia che, in un’altra inquadratura, sfoglia attento]
    Marge: Allora, chi era? [Homer torna vicino al letto]
    Homer: Lasciamo perdere…
    Marge: Mhh…
  • Bart: Papà, se a una ragazza davvero speciale piacesse un cretino che non la merita tu che faresti?
    Homer: L’ho sposata!
  • Capitano McCallister: Era una notte senza luna, buia come la pece, quando fuori dalla bruma uscì una bestia più stomaco che uomo!
    Homer: Ehi!
    Capitano McCallister: Così dissi ai miei nostromi “Rinforzate l’albero di mezzana!”
    Lionel Hutz: Capitano McCallister, è vero che di fatto lei non è un vero capitano?
    Capitano McCallister: Sì, signore. [Abbassa la testa per la vergogna. Intanto i presenti si scandalizzano]
  • Avvocato dai capelli blu: Vostro onore, vorrei mostrare esattamente quanti gamberetti ha ingurgitato il signor Simpson. Avanti, ragazzi! [Nell’aula di tribunale entra una fila di facchini che trasportano grandi sacchi]
    Facchino: 1800 lettere! Tutte indirizzate a mani di forbice!
    Avvocato dai capelli blu: Voi state cercando il processo contro Lorena Bobbitt, è nell’aula accanto![
  • Capitano McCallister: Venite a vedere il pozzo senza fondo, l’errore più crudele di Madre Natura! Venite per il fenomeno rimanete per mangiare!
    Signora: È orripilante!
    Signore: Ho sentito che è un gorilla depilato…
  • Boe: Ehi… soltanto un secondo, ora vedo… Gay D’Amare?! Sto cercando Gay D’Amare, nessuno si fa avanti? Ma perché non riesco a trovare Gay D’Amare?! [Risate generali]
    Barney: Forse hai degli standard troppo alti.
    Boe: Brutto figlio di…! Se mai scoprirò chi sei ti caccio una salsiccia giù per la gola e ti piazzo una muta di cani affamati nel didietro!
  • Boe:  Barney, non fregarti la birra mentre sono via!
    Barney: Per che razza di ubriacone patetico mi hai preso… Oh, c’è della birra in questo posacenere! [beve la birra dal posacenere]
  • Laura: Pronto, vorrei parlare con Miss K., di nome fa… Lorina.
    Boe: Miss K. Lorina, un momento… Miss K. Lorina! Miss K. Lorina! Forza gente, mettete giù i bicchieri, Miss K. Lorina!

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

Episodio 9, Mr. Spazzaneve

Un rutto non è una risposta. (Frase alla lavagna)

Sarà pure un canale scadente, ma almeno i Simpson sono in tv! (Homer)

Dialoghi:

  • Assicuratore: Ora, prima di darle l’assegno, un’ultima domanda: questo posto, Da Boe, che lei ha lasciato poco prima dell’incidente, era un luogo d’affari di qualche genere?
    Cervello di HomerNon dirgli che eri in un bar. Oh, cos’altro è aperto di notte?
    Homer: È un negozio di pornografia! Stavo comprando della pornoschifografìa!
    Cervello di HomerDe hi hi ho ho! Io a quello non ci avrei mai pensato.
  • Homer[Ammirando uno spazzaneve]: Non posso permettermelo.
    Venditore: Amicone, questa non costa soldi: questa fa soldi! Può pagare le rate spazzando neve dai viali, come secondo lavoro!
    Homer: Be’, veramente dovrei discuterne con mia moglie.
    Venditore: Sua moglie?
    Homer: Ma cosa crede, che io acquisti un bestione da $20.000 solo perché lei fa quel rumore?…Lo compro!
  • Marge: Perché hai acquistato quello spazzaneve? Non possiamo permettercelo!
    Homer: Se devi arrabbiarti ogni volta che faccio una cosa stupida, allora dovrò smettere di fare cose stupide. Sei d’accordo?
    Marge: Bene!
    Homer: Benissimo! Non farò mai più qualcosa di stupido. Buonanotte!
    [Homer si volta e colpisce con la faccia la portiera dello spazzaneve]
    Marge: Oh, Homie, ti sei fatto male?
    Homer[Fra i denti]: D’oh!

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

Episodio 10, La prima parola di Lisa

La maestra non è una lebbrosa. (Frase alla lavagna)

Secondo la rivista “La madre apprensiva” se Maggie non parla entro l’età di un anno sarà necessario un estensore correttivo della lingua. (Marge)

Vi racconterò di quella volta in cui mi sono chiuso dentro l’armadio con Fonzie! Era un altra delle mie macchianzioni cervellotiche! […] Un momento, un momento… quello era Happy Days! (Homer)

.. grasso di maiale… (Homer)

Non è mica facile destreggiarsi con una moglie incinta e un ragazzino smanioso, ma comunque riuscii ad infilarci otto ore di tv al giorno. (Homer)

Ehi, gente! Manca una manciata di secondi ai 100 metri farfalla e con le “donne” della Germania dell’Est che si radono la schiena a novemila miglia di distanza le americane sono sicuramente favorite! (Annunciatore sportivo)

La madre apprensiva. Il vostro bambino è troppo carino?
Fretful Mother Magazine. Is your baby too cute?
(Prima pagina della rivista Fretful Mother)

“Non sparare sulla croce rossa”! Questa non l’ho mai capita! (Homer)

Dialoghi:

  • Marge: Oh, Maggie, quand’è che parlerai?
    Lisa: Non forzatela. Ricordate: “è meglio rimanere in silenzioed essere considerati imbecilli piuttosto che aprire bocca e togliere ogni dubbio.”
    Cervello di HomerChe diavolo significa? Meglio dire qualcosa altrimenti penseranno che sei stupido!
    Homer: Chi la fa l’aspetti!
    Cervello di HomerChe fortuna!
  • Homer: De-hi-hi-ho, ti ho preso il naso!
    Bart: Ti ho preso portafoio!
    [scarica il portafoglio di Homer nel water]
    Homer: D’oh!
  • Marge: Indovina un po’ papi, ci sarà due volte tanto amore in questa casa di quanto ce n’è ora.
    Homer: Lo faremo anche la mattina?
    Marge: No!
    Homer: Ah.
    Marge: Stiamo per avere un altro bebé!
  • Marge: Temo che avremo bisogno di una casa più grande.
    Homer: Niente affatto, ci ho già pensato io. Il nascituro avrà il lettino di Bart e Bart dormirà con noi fino all’età di ventun’anni.
    Marge: Questo non lo devierà?
    Homer: Mio cugino Frank l’ha fatto.
    Marge: Tu non hai un cugino Frank.
    Homer: È diventato Francine nel ’76 poi è entrato in quella setta. Crede che ora il suo nome sia Madre Shabububusettete.
    Marge: Mhrr.
  • Homer: Una volta che ci siamo liberati dei gatti non dovrebbe essere poi tanto male.
    Agente immobiliare
    : Be’, secondo il testamento sono i gatti i proprietari della casa. Voi sareste i loro affittuari.
  • Homer: Papà, prima mi hai dato la vita, ora mi dai una casa per la mia famiglia. Sarei onorato se tu venissi a vivere con noi.
    Nonno: Grazie!
    [Nel presente, alla fine del racconto]
    Bart: E poi dopo quanto tempo lo hai spedito alla casa di riposo?
    Homer: Circa tre settimane! [Tutti ridono]
  • Krusty: Ehi, ragazzi! Ah-ah-ah-ah! L’estate è dietro l’angolo e il Krusty Burger è il panino ufficiale al gusto di carne delle Olimpiadi 1984! […] Fa tutto parte del nostro Krusty Burger Concorso Olimpico a premi. Basa grattare il nome della gara olimpica sul vostro cantorcino e se l’America vince una medaglia d’oro, voi vincete un Krusty Burger! [addenta un panino]
    Regista: E… stop!
    Krusty[sputando il panino]: Datemi da bere, presto! Presto! Bleah! Quel saporaccio non se ne andrà per settimane!
  • Marge: Papi, credo che il bebè stia arrivando…
    Homer: Mitico! Un bebè ed un hamburger gratis! Possibile che questo sia il giorno più bello della mia vita?
    Annunciatore televisivo: Fra poco un’ora dedicata interamente a Gli antenati!
    Homer: Sì!
  • Bart: A me piaceva quando eravamo io, mamma e Homer! Tu hai rovinato tutto! Me ne vado, addio!!!  Lisa[dice la sua prima parola]Bart!
    Bart: Che cos’hai detto?
    Lisa: Bart!
    Bart Perdindirindina! Sai pallale[corre con Lisa in braccio dai genitori] Mamma, papà, sa parlare! Dillo di nuovo Lisa!
    Lisa: Bart! Bart Bart Bart Bart Bart!
    Bart: Sono la sua prima parola!
    Marge: Be’, non mi sorprende, Lisa è pazza d’amore per te. Pensa che tu abbia appeso la Luna.
    Bart: Wow! Lisa, riesci a dire “Mamma”?
    Lisa: Mam-ma!
    Bart: Riesci a dire “David Hasselhoff”?
    Lisa: Devid assfocsa!
    Homer: Riesci a dire “Papà”?
    Lisa: Ho-mer!
    Homer: No, tesoro. “Papà”.
    Lisa: Ho-mer!
    Homer: D’oh!

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

Episodio 11, Il triplice bypass di Homer

Il caffènon è per i bambini. (Frase alla lavagna)

Il sistema sanitario americano è secondo solo a Giappone, Canada, Svezia, Gran Bretagna, beh, tutta l’Europa. Ma puoi ringraziare la tua buona stella che non viviamo in Paraguay! (Homer)

Qui papà Orso, diramate subito un ordine d’arresto per un individuo sospetto alla guida di… una vettura di qualche tipo che si sta dirigendo in direzione… non so, hai presente quel locale che vende chili, eh, quello. La persona sospetta è senza cappello, ripeto, è senza cappello! (Clancy Winchester)

Si dice che la più grande tragedia è quando un padre sopravvive al proprio figlio: questa non l’ho mai capita. Ad essere sincero io ci vedo solo lati positivi! Ahahahahah! (Nonno Simpson)

Dialoghi:

  • Burns:  Guarda quel maiale, come si imbottisce la faccia di ciambelle a spese mie! Ma sì, continua a mangiare… ignaro sei di avvicinarti sempre più alla ciambella avvelenata! Ehehehehehehe!…. ce n’è una avvelenata, vero Smithers?
    Smithers: Be’, no signore… secondo i nostri legali sarebbe omicidio.
    Burns: Maledetta la loro unta pellaccia!!!
  • Assicuratore: Bene, ora qualche domanda…
    Homer [agitatissimo]: Domanda?! Il mio piano va a farsi benedire…  volevo dire, faccia pure…
    Assicuratore: Ottimo. Alla voce “infarti”, lei ha cancellato tre e ha messo zero…
    Homer: Oh-oh! Credevo che dicesse “emorragia cerebrale”!
    Assicuratore: Lei è un alcolista?
    Homer: Mi concedo un bicchiere di Porto a Natale!
  • Hibbert: Homer, temo che lei dovrà sottoporsi ad un intervento di bypass coronarico.
    Homer: Dottore, parli come mangia!
    Dr. Hibbert: Dovrà subire un intervento a cuore aperto.
    Homer: Mi risparmi il suo bla bla medico! Non ho capito.
    Dr. Hibbert: Dovremo tagliare, aprire il torace e riparare il ticchettio.
    Homer: Una sfumatura un po’ più ignorantona?
  • Marge: Homer è all’ospedale! Temono si tratti del suo cuore…
    Selma: Oh, mio Dio!
    Patty: Cosa?
    Selma: 5 centesimi di sconto sulla carta forno!
  • Homer: Continuo a sentire questo irritante battito irregolare… 
    Meccanico
    : È il suo cuore, credo sia giunto al suo ultimo battito!
    Homer: Uuuuh, meno male credevo che fosse il cambio!

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

Episodio 12, Marge contro la monorotaia

Non mangerò cose per soldi. (Frase alla lavagna)

Yabba-Dabba Do! Simpson, Homer Simpson, il più grande uomo che la storia avrà! | dalla città di Springfield un castagno in pieno prenderà!(Homer)

La legge è uguale quasi per tutti. (Sullo stemma del tribunale)

Sapete, una cittadina con del denaro è un po’ come un mulo con un forno a microonde: nessuno sa dove l’abbia preso e gli venisse un colpo se saprà mai come usarlo! (Lyle Lanley)

Siete importanti in un lavoro senza sbocco? State dissipando il prezioso dono della vita davanti a una stupida scatola? Vi state scolando la terza birra della serata? Be’, forse è il momento di entrare a far parte dell’eccitante mondo dei conducenti di monorotaie iscrivendovi all’Istituto Lanley! (Spot di Lyle Lanley)

Il sogno di tutta la tua vita era di correre in mezzo al campo durante una partita di baseball e l’hai realizzato l’anno scorso! Ricordi?  (Marge)

Ciambelle… esiste qualcosa che non riescono a fare? (Homer)

Quella [la monorotaia] fu l’unica follia nella quale si siano mai imbarcati i cittadini di Springfield. Eccetto il grattacielo di bastoncini da gelato… e la lente d’ingrandimento alta 15 metri… e quella scala mobile senza meta. (Marge)

In verità le porte sull’Enterprise non erano meccaniche, avevamo addetti ad entrambi i lati che ci aprivano la porta quando ci vedevano arrivare! (Leonard Nimoy)

Uhlala! Quella la chiami un’ancora? (Capitano Horatio McAllister)

Dialoghi:

  • Smithers: Allora, dove lo scarichiamo questo, signore? Nel campo giochi?
    Burns: No, tutti quei ragazzini diventati calvi stanno suscitando sospetti. Al parco!
  • Sindaco Quimby: Ora vorrei passare la parola al nostro cerimoniere: il signor Leonard Nimoy!
    Leonard Nimoy: Questa bellezza supererebbe l’Enterprise di mille anni luce!
    Sindaco Quimby: E lasciatemi dire: Che la forza sia con te!
    Leonard Nimoy: Ma lei almeno lo sa chi sono io?!
    Sindaco Quimby: Credo di sì…non era una delle Simpatiche canaglie?
  • Marge: Homer, c’è qui un uomo che può aiutarti.
    Homer: È Batman?
    Marge: No, è uno scienziato.
    Homer: Batman è uno scienziato.
    Marge: Non è Batman!

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

Episodio 13, La scelta di Selma

Non griderò “È morta” durante l’appello. (Frase alla lavagna)

Dialoghi:

  • Patty: La sua leggenda vivrà in eterno.
    Cervello di HomerGià, la leggenda della donna Faccia Da Cane!
    Homer [a voce alta]: La leggenda della donna Faccia Da Cane! Questa è proprio bella! De-ih-ih-oh!
    Marge: Homer! Sei un vero maleducato!
    Homer: Che c’è? …D’oh!

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

Episodio 14, Fratello dello stesso pianeta

Il toupee del direttore non è un frisbee. (Frase alla lavagna)

Barton Fink! Barton Fink! (Milhouse Van Houten)

Dialoghi:

  • Cervello: Non dire vendetta, non dire vendetta!
    Homer: Ehmm… vendetta.
    Cervello: È fatta: io me la squaglio! [rumore di passi che corrono e porta che sbatte]
  • Pepi: Oh, papà Homer, sei molto dotto!
    Homer: Dotato, Pepsi. Si dice dotato.
    Pepi: Mi chiamo Pepi.
  • Lou: All’acquario ci sono due tizi che si stando mazziando, capo.
    Commissario Winchester: Là le vendono ancora le banane col gelato?
    Lou: Affermativo.
    Commissario Winchester: Allora andiamole a comprà!

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

Episodio 15, Io amo Lisa

Non chiamerò il direttore “Testa di rapa”. (Frase alla lavagna)

Il dottore dice che non avrei tante emorragie dal naso se non ci infilassi sempre il dito (Ralph)

Ah, dolce pietà! Come sarebbe stata la mia vita sentimentale senza… (Homer)

Caro figliolo, il segreto per conquistare una ragazza, come per aprire una noce, è la perseveranza… Puozz iettà ‘u sangue! E poi fidati, nessuna donna resiste al fascino della divisa. Ahhh, o uiccà! (Commissario Winchester)

Ehi, ragazzi e ragazze! mancano solo quattro giorni al mio show d’anniversario…29 anni! E quando iniziai dissero che non sarei durato neanche una settimana! e sapete che fine hanno fatto quei critici? tutti morti! COME VI TROVATE LAGGIÙ AMICI?!  Eh? eh? (Krusty il clown)

E se questo non funziona sei semplici parole: non-sono-gay, ma-posso-imparare. (Homer)

Non ho pianto quando il mio babbo fu impiccato per aver rubato un maiale… ma piangerò adesso… (Willie)

Dialoghi:

  • Marge:  Questo è per il mio adorabile papino in onore di questa festa speciale!
    CervelloFesta speciale? E adesso che cavolo mi sono dimenticato? Calma, niente panico… È la festa del bacon? No, parlo a vanvera… Uuuh, comincia a spazientirsi, tira ad indovinare!
    Homer: Buon… San Valentino!
    Marge: Oh, te lo sei ricordato!
    Homer: Yuhuuh!
  • Ralph: Signorina Hoover, io non ce l’ho il pastello rosso.
    Signorina Hoover: E perché no?
    Ralph: L’ho mangiato.
  • Ragazzo Cuore: Dove scarico i cuori di manzo?
    Cuoca Doris: Per terra, no?!
    Ragazzo Cuore: Non mi sembra molto pulito…
    Cuoca Doris: Fatti i cavolacci del lavoro tuo, ragazzo cuore!
  • Lisa: Oh no un pacco da parte di Ralph… Oh la cabriolet di Malibu Stacey… [leggendo il bigliettino]“Guarda nel bagallaio”… Intenderà bagagliaio.. Ah, i biglietti per lo show dell’anniversario di Krusty. Ohhh, vorrà che io ci vada con lui..
    Bart: Oh, non è giusto, io sono un fan di Krusty dieci volte più di te, ho persino il test di gravidanza di Krusty.
    Lisa: Non so se dovrei andarci, lui neanche mi piace.
    Bart: Hai ragione Lisa non dovresti andarci, non sarebbe onesto, ci andrò io travestito da te.
    Lisa: E se lui volesse tenermi per mano?
    Bart: Sono pronto a fare quel sacrificio.
    *Lisa: E se lui volesse baciarmi?
    Bart: Sono pronto a fare quel sacrificio.
    Lisa: E se volesse…
    Bart: Non vorresti sapere fino a che punto arriverei!
  • Homer: La tua coscienza?! Lisa, non permettere a quella piccola tiranna imbrogliona di dirti cosa fare.
    Coscienza di Homer: Homer quella è una cosa terribile da dire!
    Homer: Tappati quel cesso!
    Coscienza di Homer: Sissignore…
  • Lisa: Commissario, come si è procurato i biglietti?
    Winchester: Ognuno tiene i suoi santi in paradiso…
    [flashback di Winchester che entra in un cinema a luci rosse dove trova Krusty]
    Comm. Winchester: Ahhh non c’è niente di più meglio di un bel film porno!
    Krusty: Commissario Winchester… è una retata?!?!
    Comm. Winchester: Aaah… è chiaro… e si capisce che è una retata eh… […]
    Lisa: Questa non è una storia adatta ai bambini.
    Comm. Winchester: Hai ragione… e non ti ho detto che non tenevo i pantaloni!
  • Seymour Skinner: E ora la nostra serata giunge al termine…
    Homer: Mitico!
    Seymour Skinner: …con una rappresentazione dettagliata della vita di George Washington.
    Homer: D’oh!

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

Episodio 16, Niente birra per Homer

I pesci rossi non rimbalzano. (Frase alla lavagna)

Se dalla centrale vuoi scappare | al settore 7B devi andare. (Homer, recitando la filastrocca sulla mappa della centrale nucleare)

Se la maledizione del ragno vuoi annientare | un verso della Bibbia devi recitare. Ehm… “Non desiderare la…” Ouh… (Homer)

Il proibizionismo ti mette giù di corda? Bevi il tonico ricostituente del Dottor Duff! Prohibition get you down? Drink Doctor Duff’s health tonic  (Slogan della Duff nel periodo del proibizionismo)

Sapevo fosse un rosso perché non beveva la birra Duff!
I knew he was a commie ‘cause he didn’t drink Duff beer (Slogan della Duff nel periodo del maccartismo)

Non puoi averne mai abbastanza della meravigliosa Duff.
Can’t get enough of that wonderful Duff  (Slogan della Duff)

Mmmm… birra gommosa… (Homer)

Non lasciare che i tuoi amici guidino ubriachi. / È sempre l’ora per una Duff.
Don’t let friends drive drunk. / It’s always time for Duff. (Pubblicità contrastante della birra Duff)

Criceto due, Bart zero. (Lisa)

Salve, sono l’attore Troy McLure! Forse vi ricorderete di me per i filmati istruttivi della motorizzazione come Le avventure di Alice attraverso il parabrezza e La decapitazione di Larry piedi di piombo! (Troy McClure, in un filmato sulle vittime di incidenti automobilistici)

Diciassett’anni avevo, | dell’ottima birra bevevo, | dell’ottima birra bevevo, | un documento falso con me portavo, | Brian McGee mi chiamavo | e la notte i Queen ascoltavo. | Diciassett’anni avevo. (Homer)

Mirate la gravità in tutta la sua gloria! (Milhouse)

[…] ogni buon scienziato è per metà Pavlov e per metà Walt Disney. (Skinner)

Non mi ero mai reso conto di quanto fosse palloso questo gioco! (Homer, sobrio a una partita di baseball)

Ucciderei tutti in questa stanza per una goccia di dolcissima birra, signori… (Homer)

Sai di volerla!
You know you want it!  (Slogan su un manifesto con una donna in bikini con una bottiglia di birra Duff)

Arrenditi alla Duff!
Surrender to Duff  (Slogan pubblicitario su un dirigibile Duff che sgancia bottiglie con paracadute)

Se tu non chiudessi non me ne andrei mai! (Barney a Boe)

Dialoghi:

  • Lisa: Ho coltivato un pomodoro futuristico fertilizzandolo con steroidi anabolici.
    Bart: Quelli che aiutano gli olimpionici a raggiungere nuove vette di bravura?
    Lisa: Gli stessi identici. Questo pomodoro spazzerà via la fame nel mondo
    (…)
    Homer: E il tuo progetto di scienze?
    Bart: Ho pensato di indagare sull’effetto del fumo di sigaretta sui cani.]
    Marge: Bart, non dare le sigarette al cane!
  • Homer: Uh! Muoviamoci: è ora di andare al lavoro, signori.
    Cervello: Loro non sanno che oggi me la squaglio prima per visitare la fabbrica Duff!
    Homer: Si timbra alle 9 si ritimbra alle 5: questo è il piano.
    Cervello: De-ih-oh! Loro non sospettano niente! Bene, alla centrale!
    Homer: E poi alla fabbrica Duff!
    Cervello: Oh no! L’ho detto oppure l’ho solo pensato?
    Homer: Mi devo inventare una bugia alla svelta.
    Marge: Homer, stai andando alla fabbrica Duff? [Homer urla e scappa]
  • Homer: Ehi, Barney, credo che ne abbiamo bevuta abbastanza.
    Barney: Ma sei impazzito? Non abbiamo ancora provato la Duff lampone, la Lady Duff, la Duff anti-tartaro…
  • Winchester [al telefono]: Ah, sì, pronto, signora Simpson, ho delle brutte notizie per lei: suo marito è stato trovato un po’ esanime.
    Marge: Caspiterina, è morto?!
    Winchester: No, no, un momento, volevo dire “ebbro”! Io le scambio sempre quelle due parole! [attacca il telefono e arriva una signora]
    Signora Phillips: Sono la signora Phillips. Ha detto che mio marito è stato trovato ebbro.
    Winchester [imbarazzato]: Ah…
  • Lisa: Vorrei il criceto più intelligente che ha.
    Raphael: Ok… Questo piccoletto scrive libri gialli sotto lo pseudonimo di J. D. McGregor.
    Lisa: Come può un criceto scrivere gialli?!
    Raphael: Eh, beh… prima trova il finale e poi va a ritroso.
  • Ned: Il mio nome è Ned.
    Tutti: Ciao Ned.
    Ned: Sono passati quattromila giorni dal mio ultimo drink. Fu il primo e ultimo grappino al mirtillo… Fui più bestia che uomo!
    Otto: Mi chiamo Otto mi piace fare il botto e sentirmi cotto!
    Hans Uomo Talpa: Mi chiamo Hans e il bere ha rovinato la mia vita. Ho 31 anni compiuti.
    Homer: Mi chiamo Homer e mi trovo qui perché la corte mi ha obbligato a venire.
    Reverendo Lovejoy: Tranquilizzati Homer, con il nostro aiuto non toccherai mai più una birra. [Homer urla e si butta dalla finestra]
  • Marge: Papino, bevi mai per conto tuo?
    Homer: Il Padre Eterno conta come persona?
    Marge: No.
    Homer: Allora sì.
    Marge: Mmmm… Ti occorre una birra per addormentarti?
    Homer: Grazie, ben volentieri!
    Marge: Nascondi mai la birra in qualche punto della casa?
    Homer: Altroché!
    Marge: Hai mai bevuto per evadere dalla realtà? Papino, vorrei che tu facessi una cosa per me.
    Homer: Qualunque cosa!
    Marge: Voglio che tu rinunci alla birra per un mese.
    Homer: Sarà fatto: niente mirra per un mese!
    Marge: Hai detto “birra” o “mirra”?
    Homer: Mirra…
    Marge: Ti prego, papi, so che ci riusciresti…
    Homer: E va bene: incominciando da domani niente birra per un mese.
    Marge: Cos’era quel rumore?
    Homer: Stavo dicendo… “Ttzz, ti amo”.
  • Bart: Cerchi qualcosa?
    Lisa: Cosa ne hai fatto del mio quaderno?
    Bart: L’ho nascosto. Per trovarlo dovrai decifrare una serie di indizi uno più diabolico dell’altro…
    Lisa: Trovato!
  • Reverendo Lovejoy: Coraggio Homer, sentiti libero di dirci quello che vuoi. Non ci sono preguidizi qui, niente.
    Homer: L’altro giorno ero talmente voglioso di una birra che sono entrato di straforo nello stadio di football e mi sono mangiato la terra sotto le gradinate.
    Reverendo Lovejoy: Fuori di qui immediatamente!

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

Episodio 17, Occhio per occhio, dente per dente

Il fango non rientra in nessuno dei 4 gruppi di alimenti. (Frase alla lavagna)

I giapponesi: quegli allevatori di pesci rossi con sandali ai piedi! (Nonno di Montgomery Burns, Wainwright Montgomery Burns)

Queste sono mille scimmie che lavorano a mille macchine da scrivere. Ben presto avranno scritto la più grande opera che l’uomo abbia conosciuto! Vediamo… [Prende uno dei fogli] “Essere o non essere, questo è il bolema, se sia più giusto…” Bolema?! Stupida scimmia! (Burns)

Venite fanciulli a sentir la storia | di un eroe chiamato Homer e di un Burns tutta boria. | Marciamo fino allo stremo, uniti tutti quanti, | lottiamo fino alla morte, o vivremo di rimpianti. | Marciamo giorno e notte, rischiamo le botte, | la centrale a voi, ma l’energia siamo noi. (Lisa)

Non possiamo spaccare le teste come un tempo, ma abbiamo i nostri metodi. Un trucco è quello di raccontar loro delle storie inconcludenti. Per esempio: una volta presi il traghetto per Shelbyville, mi occorreva un nuovo tacco per la scarpa; così decisi di andare a Morganville, che era il nome con cui veniva chiamata Shelbyville a quel tempo. Perciò mi legai una cipolla alla cintura come era di moda in quegli anni. Ora, prendere il traghetto costava un nichelino, e a quei tempi su tutti i nichelini erano incise delle api: si diceva “dammi cinque api per un quarto di dollaro”. Allora, dove eravamo… Ah, sì. La cosa importante era che avevo una cipolla alla cintura come andava di moda quel tempo. Le cipolle bianche non c’erano, a causa della guerra, le uniche in circolazione erano quelle grosse e gialle… (Nonno Abe)

Guarda quelli là attraverso le tenebre che ho creato, non sono affatto tristi, stanno addirittura cantando! Cantano senza spremiagrumi! Cantano senza frullatori! Cantano senza frigorapidi, lavatripidi e microondopidi! (Signor Burns)

Dialoghi:

  • Burns: Chi è quell’agitatore?
    Smithers: Oh, quello è Homer Simpson, signore.
    Burns: Simpson? È uno nuovo?
    Smithers: A dire il vero lui ostacolò la sua campagna elettorale, lei investì suo figlio, lui salvò la centrale dal rischio di una fusione e sua moglie la dipinse nudo!
    Burns: Nudo? Non mi dice proprio niente.
  • Lisa: Riconquisterai la convenzione odontoiatrica?
    Homer: Beh, questo dipende da chi è il miglior negoziatore: il signor Burns oppure io.
    Bart: Papà, ti do questo delizioso fermaporte in cambio del tuo stomachevole danese!
    Homer: Affare strafatto! [Riflettendoci] D’oh!

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

Episodio 18, Siamo arrivati a questo: un clip show dei Simpson

A nessuno interessano le mie mutande. (Frase alla lavagna)

Signora Simpson, suo marito purtroppo è morto… [Marge, Bart e Lisa si terrorizzano] Ahahahah! Pesce d’Aprile! Invece è più vivo che mai! Temo però che non potrà più camminare… (Dottor Hibbert)

In coma? Io entro ed esco dai comi ogni giorno! (Abraham Simpson)

Dialoghi:

  • Signore del negozio: [vede Bart che usa un macchinario per agitare una lattina di birra] Ehi, ragazzino! Quello è solo per i clienti.
    Bart [cerca di distrarre il negoziante] Ehm… Lo sai che qui fuori c’è uno che sta regalando salviettine imbevute?
    Signore del negozio: [cade nel tranello] Wow! Sono nel paradiso dei porcellini!
    Bart: [vede il negoziante correre felice] Deficiente!
  • [Homer apre una lattina di birra che è stata ultra agitata da Bart per fargli un pesce d’aprile]
    Lou: Quell’esplosione sembra provenire dalla casa di Homer Simpson.
    Commissario Winchester: Non ti agitare, è a due isolati da qui.
    Lou: Rilevo fuoriscita di birra dalla canna fumaiola!
    Commissario Winchester: Io procedo a piedi, tu comunica un “codice otto”.
    Lou: [Alla radio] Ci servono dei salatini, ripeto, salatini.

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

Episodio 19, La facciata

Non venderò cure miracolose. (Frase alla lavagna)

Questo cartone sembra disegnato con le mie chiap… Ehi ragazzi! Non è stato fantastico? (Krusty, dopo aver mandato in onda un pessimo episodio di Grattachecca e Fichetto)

Bene! Eccoci qui, la star di Laguna blu ed io, una lacuna con i capelli blu… ma questo… questo è terribile! Prima di tutto i miei capelli sono verdi e non blu! (Krusty)

Quando leggo la vostra rivista non vedo mai né una faccia rugosa né un sorriso sdentato, vergognatevi! (Nonno Abe)

Non rimandare a domani quello che puoi mangiare oggi! (Homer)

Dialoghi:

  • Homer: Ok, cervello, io non piaccio a te e tu non piaci a me, ma facciamola questa cosa così potrò tornare a sbomballarti con la birra!
    Cervello: Affare fatto!
  • Cervello di Homer: Ci siamo Homer, è arrivato il momento di rivelare il terribile segreto del tuo passato!
    Homer: Marge, ho mangiato quelle saponette scicchettose che avevi messo in bagno!
    Marge: Caspiterina!
    Cervello di Homer: No, l’altro segreto!
    Homer: Marge, non mi sono mai diplomato al liceo!
    Marge: Questo non spiega perché hai mangiato le mie saponette. Aspetta… Forse sì!
  • Nonno: Sapete, quando sono confuso do un’occhiata alle mie mutande, contengono una risposta a tutte le domande importanti! Chiamatemi… Abraham Simpson!
    Lisa: Ma nonno come hai fatto a sfilarti le mutande senza toglierti i pantaloni?
    Abraham: Proprio non lo so!
  • Barney: Niente diploma? Come si può cadere così in basso?
    Preside: Barney, dov’è la tua fascia?
    Barney: È caduta nel cesso…
  • Bart: Non ti sei mai chiesto perché ricevi degli assegni senza fare niente?
    Nonno Abe: Perché i democratici sono di nuovo al potere, no?!
  • Coretto: Il pollo ama la polla, | il passero la passera, | ma tutti quanti amano Ned Flanders!
    Homer: Tranne che da me…
    Coretto: Tutti quanti amano Ned Flanders!

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

Episodio 20, La festa delle mazzate

Restituirò il cane guida. (Frase alla lavagna)

Questa sera a Occhio su Springfield: i maramei de Il mago di Oz dove mai saranno oggi? [Inquadratura su un cimitero] E visiteremo un campo nudista per animali. [Inquadratura di animali a cui è applicato l’effetto censura] Ma prima diamo un’occhiata alla festa locale che è stata definita “disgustosa e puerile” da un convegno di montanari: la festa delle mazzate. Secondo una tradizione che risale al fondatore Jebediah Springfield ogni 10 maggio i residenti del luogo si riuniscono per spingere i serpenti nel centro della città e spedirli in paradiso a mazzate. Dopo aver subito accuse ora è il gran cerimoniere Richard Nixon a sfidare lo sputaveleno. (Kent Brockman)

Non c’è altro da fare, non posso essere istruito… [Sospiro] Potrei trovarmi un posto come cavia per testare additivi nei cibi! (Bart)

Dovresti comprimere la tua rabbia in una palletta e scagliarla nel momento opportuno come quel giorno in cui colpito l’arbitro con una bottiglia di whiskey. (Homer)

E allora il buon Dio ci disse, date voi mazzate a tutti i serpenti che strisciano sul ventre, e il vostro colpo sarà di esempio per gli altri. (Reverendo Lovejoy)

[Nell’interfono della scuola] I seguenti studenti hanno vinto una mountain bike: Bart Simpson, Jimbo Jones, Il Secco, Nelson Muntz. Potete ritirare le bici nel magazzino B sottostante. Stupidi! [Risata malefica] Oh…È ancora acceso… (Skinner)

Cittadini di Springfield, la festa delle mazzate è un bidone: ebbe inizio nel 1924 come scusa per pestare gli irlandesi! (Bart)

Io sono un vecchietto, odio tutto tranne Colombo.
I’m an old man. I hate everything but Matlock. (Nonno Abe)

Dialoghi:

  • Nelson: Ve lo immaginate? Una scuola lì fuori senza bulli!
    Jimbo: Secchioni che non vengono neanche pestati, ragazzi che usano i soldi del pranzo per comprarsi ad mangiare…
  • Chalmers: Questi studenti sono tanto intelligenti quanto sembrano?
    Skinner: Scegliamone uno a caso. Ehm, che ne dice di quello? [Indica Lisa]
    Chalmers: Intende questo? [Indica Ralph]
    Skinner: No! No! Lisa Simpson.
    Chalmers: Quando fu la battaglia di New Orleans?
    Lisa: L’8 gennaio 1815, due settimane dopo la fine della guerra.
    Chalmers: Di prim’ordine.
    Ralph: Cos’è una battaglia?
    Skinner: [Ride e scompiglia i capelli a Ralph] Andiamo.
    Chalmers: Quel ragazzo ha detto “Cos’è una battaglia?”.
    Skinner: No, ha detto “Chi è che baccaglia”? Sente delle voci.
    Chalmers: A me è sembrato “battaglia”.
    Skinner: Io ho il raffreddore e perciò…
    Chalmers: Oh, allora sente le “c” al posto delle “t”.
    Skinner: Sì!
    Chalmers: Capisco.
  • Skinner: Sa come si dice: niente fumo tutto arrosto.
    Chalmers: Che strano proverbio.
  • Chalmers: Perché un’operaia della mensa funge da infermiera?
    Doris: Perché così mi becco due buste paga!
  • Bart: Senti papà, a me non serve andare a scuola. Farò strada come lustrascarpe! Lucidatina agli stivali?
    Homer: Nessun figlio mio finirà col diventare un lustrascarpe londinese del diciannovesimo secolo!
  • Marge: Ora ricorda Bart, questa è una scuola religiosa perciò stai attento a quello che dici e a quello che fai.
    Bart: Nessun problema.
    Maestro: Allora Bart, visto che sei nuovo, perché non ci allieti con un bel salmo?
    Bart: Mmh, che ne dice di “Fagioli, fagioli, legumi pazzi”?
    Maestro: Be’, i fagioli erano un alimento base degli israeliti… sì, sentiamo.
    Bart: Fagioli, fagioli, legumi pazzi! Più ne mangi e più strombazzi!
    [Bart viene espulso e inseguito con una mazza]
    Maestro: Distogliete lo sguardo ragazzi, potrebbe assumere altre forme!
  • Lisa: Uccidere i serpenti è male.
    Homer: Può anche darsi, Lisa. Ma fa parte della nostra tanto vera natura umana. In ogni uomo c’è una lotta tra il bene e il male che non può essere placata, capisci mia cara?
  • Nonno Abe: Dopo esserci paracadutati su Düsseldorf mi ritrovai distaccato dal mio plotone. Uscii indenne dalla guerra spacciandomi per cantante tedesca di cabaret.
    [Flashback di Nonno Abe vestito da donna che canta per Hitler]
    Nonno Abe cantante di cabaret: Torna da me Frau Trauser | Torna da me [Hitler, seduto ai tavoli, gli fa delle smancerie. Abe si abbassa una spallina del vestito ma fa cadere le arance dal reggiseno] Oh, cavolo!
    Adolf Hitler: Ach du lieber! Das non è eine tetta!
  • Sindaco Quimby: Per dare inizio alle festività di quest’anno, ecco a voi il nostro onorato cerimoniere: il profeta dell’amore Larry White.
    Barry White: Barry White.
    Sindaco Quimby: No, qui c’è scritto Larry White.
    Barry White: Conoscerò il mio nome.
    Sindaco Quimby: Ah, sì? Be’ vedremo!
  • Lisa: Signor White, potrebbe venire un secondo?
    Barry White: Qualsiasi cosa per una signora.

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

Episodio 21, Marge in catene

Non godo dell’immunità diplomatica. Accidenti! (Frase alla lavagna)

Prodotti che fino ad oggi avreste solo potuto immaginare! Il traghetto a microonde! […] Il portiere canino! […] Il mobiliario: il lampadario per la vostra auto! Tutto questo su…”Non riesco a credere che l’abbiano inventato”! (Annunciatore televisivo)

Salve a tutti, io sono Troy McLure, protagonista di film come P sta per Psycho  o anche Tutte le donne del presidente ! (Troy McLure)

[…] tintarella scappatella: il primo abbronzante che è anche un efficace lassativo! (Dottor Nick Riviera)

Buon Dio! Bacilli influenzali che entrano in ogni orifizio della mia testa! (Skinner)

La statale 401 gira e gira e gira e gira e gira […] (Arnie Pie)

Sindaco di Springfield. Estremamente corrotto.
Mayor of Springfield. Corruptus in extremis. (Stemma del sindaco)

Papà, Rod ha ricevuto il dono delle lingue! (Todd)

Quello slogan del network è vero: “Guardate la Fox e sarete dannati per l’eternità!” (Ned Flanders)

Va bene, esci subito con le mani in alto… due caffè, un deodorante per auto con la scritta “Capricorno” e qualcosa al gusto di cocco che a me mi piace assai. (Winchester)

Marge, lei è venuta nel posto giusto! Assumendo me come avvocato ha diritto a questa scimmia che fuma! (Lionel Hutz)

Che la notizia venga diffusa in lungo e in largo: Marge Simpson è una taccheggiatrice! Ecco un’altra notizia: la pupa in La moglie del soldato è in realtà un ragazzo! Volevo dire… “Ragazzi, che bomba quel film!” (Sindaco Quimby)

Se c’è una cosa di cui l’America ha bisogno è altri avvocati! Riuscite a immaginare un mondo senza avvocati? [appare una nuvoletta in cui i popoli del mondo sono mano nella mano in un prato mentre in cielo c’è un arcobaleno e un sole sorridente] (Lionel Hutz)

Questo verdetto è scritto su un tovagliolo da cocktail! …E dice comunque colpevole! …E colpevole non si scrive così! (Giudice Roy Snyder, ricevendo un verdetto falso da Lionel Hutz)

Marge, mi mancherai da morire e non mi riferisco solo al sesso, parlo anche della tua cucina, la tua bravura nel togliere ogni genere macchia, ma soprattutto mi mancherà quanto tu ogni mattina mi faccia sentire un uomo fortunato. (Homer)

Prigione femminile di Springfield. Una prigione per donne.
Springfield women’s prison. “A Prison for women”. (Insegna)

Io sono Phillips. Mi chiamano così perché ho ucciso mio marito con un trapano Phillips. (Phillips)

Malessere per sempre.
Malaise Forever (Targa sul monumento di Jimmy Carter)

Gli uomini sono feccia! Ma ora mi vedo con uno nuovo. Credo lui sia diverso. [saluta Barney in lontananza] Dice di chiamarsi Homer. Lavora alla centrale nucleare. (Phillips)

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

Dialoghi:

  • Marge: 36 e 6. Stai benissimo. Ora sbrigati o perderai il pulmino.
    Bart: Forse è meglio che me la misuri di nuovo la febbre.
    [La scena si sposta all’interno dell’organismo di Bart]
    Soldato del sistema immunitario: Sergente, continuiamo a ricevere ordini di lasciar vincere il virus.
    Sergente del sistema immunitario: Dev’essere un giorno di scuola. Deponete le armi!
    Virus: Caramba! Facciamo un po’ di pus!
  • Burns: Smithers, questa epidemia non mi spaventa. Mi sono costruito un bunker anti-germico. Non un solo microbo può entrare né uscire.
    [Schiaccia un pulsante e dopo l’apertura di diverse porte blindate si vede Homer nel bunker anti-germico mentre mangia un panino]
    Burns: Tu chi diavolo sei?!
    Cervello di Homer: Niente panico! Inventati una storia credibile!
    Homer: Salve, sono il Signor Burns.
    Cervello di Homer: D’oh!
  • Cittadini: Ci serve una cura! Ci serve una cura!
    Dottor Hibbert: L’unica cura è il riposo a letto. Qualunque cosa vi dia sarebbe soltanto un placebo.
    Cittadina: Dove possiamo trovarli questi placebi?
  • Apu: Aspirina costa 24 dollari e 95.
    Marge: 24 e 95?!
    Apu: Ho ridotto prezzo da quando paziente scappato da manicomio ha adulterato il contenuto.
  • Hutz: Oh, no! Ci è toccato proprio il giudice Snyder!
    Marge: E questo è un male?
    Hutz: Be’, ce l’ha con me da quando ho pressappoco messo sotto il suo adorato cane.
    Marge: L’ha messo sotto!?
    Hutz: Be’, rimpiazzi pure la parola “pressappoco” con “ripetutamente” e la parola “cane” con quella di “figlio”.
  • Ned Flanders: Coraggio, Marge, non preoccuparti. Tutti noi abbiamo avuto le nostre schermaglie con la legge.
    [Flashback. Un poliziotto bussa alla porta di casa Flanders]
    Poliziotto: Lei è Ed Flanders?
    Ned Flanders: No. Ned Flanders.
    Poliziotto: Errore mio.
  • Avvocato dai capelli blu: Signore e signori della giuria, secondo voi chi è più affascinante: Tom Cruise oppure Mel Gibson?
    Giudice Snyder: Cosa vorrebbe dimostrare con questo?
    Avvocato dai capelli blu: Vostro onore, sono talmente sicuro della colpevolezza di Marge Simpson che posso sprecare il tempo concessomi classificando i superfusti!
  • Helen Lovejoy: Be’, come moglie di un pastore sono al corrente di molte informazioni riservate… ed eccole qui: il marito di Marge non guadagna molto e la famiglia è un disastro e ad essere sincera lei… [fa il gesto di bere dalla bottiglia]
    Avvocato dai capelli blu: Che venga messo a verbale che la teste ha voluto intendere “glu glu glu”!
  • E se fermiamo un’immagine di quel fatidico giorno a Dallas vediamo un ciuffo di capelli blu che spunta oltre il recinto! (Professor Frink, mostrando un video dell’assassinio di John Fitzgerald Kennedy al processo per taccheggio di Marge)
  • Lionel Hutz: Pronto, David? Sono tentato da morire!
    David Crosby: È un déjà vu. Ce la farai e sappi che ti voglio bene.
    Lionel Hutz: Anch’io ti voglio bene, amico.
  • Lionel Hutz: Allora, signor Nahasapeemapetilon, se questo è il suo vero nome. Lei non si è mai dimenticato niente.
    Apu: No. Infatti conosco a memoria le formule di tutte forme geometriche! …da quadrato fino a cono.
    Homer: Mmm… cono….
    Lionel Hutz: Be’, se lei non si dimentica mai niente risponda a questo: di che colore è la mia cravatta?
    Apu: Indossa tipica cravatta regimental con righe rosse e bianche con un mezzo nodo Windsor.
    Lionel Hutz [intanto che temporeggia si gira per togliersi la cravatta]: Ah-ah. Davvero? E secondo lei è così? E se secondo lei è così ho una cosa da dirle. Una cosa che potrebbe scioccarla e screditarla. E la cosa è questa: io non indosso affatto una cravatta!
    [Stupore generale, intanto gli penzola dalla manica un’estremità della cravatta]
  • Lionel Hutz: E così, signore e signori della giuria, io ho terminato.
    Giudice Rod Snyder: Signor Hutz, lo sa che non indossa i pantaloni?!
  • Homer: Sentite, ora che vostra madre non c’è non voglio lavare stoviglie. Perciò d’ora in poi bevete direttamente dal rubinetto o dal cartone del latte e/o mangeremo in piedi chinati sul lavandino o sul water.
    Bart: Chi cambierà Maggie?
    Homer: La lasceremo vagare liberamente in giardino e la natura seguirà il suo corso.
    Lisa: Scusate, secondo me se ognuno fa la propria parte riusciremo a tenere pulita questa casa.
    [Prolessi a dieci minuti dopo: la casa è un disastro]
    Bart: Pà, siamo a corto di vestiti puliti!
    Lisa: Mi sembra di indossare lo stesso vestito rosso da una vita.
  • Nelson: Ah-ah! Tua madre è una galeotta!
    Bart: Anche la tua!
    Nelson: Ah, già…! Giochiamo?
  • Ranger [contando i soldi del fondo per il nuovo monumento del parco]: Quindici dollari in meno: la cifra esatta che avremmo guadagnato con il miele caramellato di Marge Simpson. Possiamo ancora permetterci quella statua di Lincoln?
    Signore: Temo che dovremmo ripiegare su qualcosa di più economico.
    Ranger: Ah…
    [All’inaugurazione del monumento]
    Sindaco Quimby: Ed ecco a voi il nostro trentanovesimo presidente Jimmy Carter!
    Cittadino #1: Ma facci il piacere!
    Cittadino #2: È il più grande mostro della storia!

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

Episodio 22, Lo show di Krusty viene cancellato

Non venderò biglietti d’ingresso alla toilette. (Frase alla lavagna)

Oggigiorno è tutto un frega frega… sapete, il fax non è altro che una bistecchiera con sopra attaccata una cornetta! (Nonno Abe)

Vogliamo Chilly Willy! Vogliamo Chilly Willy! (Barney Gumble, Invocando i Red Hot Chili Peppers prima di una loro performance al bar di Boe)

Fate entrare i clown, | quei giocondi rubicondi clown, | quei malincolnici cronici sempre più tonici clown! (Krusty, cantando)

Dialoghi:

  • Krusty: E va bene, facciamo un patto: ogni volta che guarderete il mio show io vi invierò quaranta dollari!
    Voce dalla regia: Gli assegni non saranno onorati.
  • Krusty: Be’, oggi dovevano esserci i cartoni di Grattachecca & Fichetto… solo che ora fanno sullo show di Gabbo! Perciò ecco a voi il gatto e il topo più amati dell’Est Europa: Lavoratore e Parassita!
    [Appare Рабочий И Паразит. Alla fine appare la scritta senza senso “Endut! Hoch Hech!”]
    [Allibito] Ma che diavolo era quello?!
  • Lisa: Due ingiustizie non fanno giustizia, Babi.
    Bart: Invece sì!
    Lisa: Invece no!
    Bart: Invece sì!
    Lisa: Invece no!
    Bart: Invece sì!
    Lisa: Papà!
    Homer: Due ingiustizie fanno giustizia, Lisa!
  • Gabbo: Tutti i ragazzini di Springfield sono dei figli di buona donna!
    [Successivamente all’edizione serale del telegiornale di Canale 6]
    Kent Brockman: Il linguaggio di Gabbo non può essere tollerato né in TV né fuori! Ecco la mia opinione! [pensando di non essere registrato] Questo terrà a bada quei figli di buona donna! Ahah! [appare in sovrimpressione la scritta “Brockman in trouble”] …Che Diavolo?!
  • Lisa: “Mi abbasso i pantaloni per cibo”?!
    Bart: Almeno stai guadagnando qualche soldo?
    Krusty: No, finché quello lì si esibisce gratis!
    Vecchio ebreo: [Cantando in mutande con i pantaloni abbassati alle caviglie] Quella cavalla lì | non è la stessa più, | non è la stessa più, | non è la stessa più!

Bart: Are you making any money?
Krusty: Nah, that guy is giving it away for free.
[Krusty points to the Old Jewish Man]
Old Jewish Man:
[singing and shuffling with his pants down] This old gray mare, she ain’t what she used, ain’t what she used ain’t what she used!

  • Krusty: Trentacinque anni nello spettacolo e già nessuno si ricorda di me! Proprio come quel…come si chiama e…chi era quello? Sai quel tizio…che portava sempre la camicia?
    Bart: Bing Crosby?
    Krusty: Lui.
  • Ballare su e giù in mutande…è così avvilente! (Krusty)
  • Anthony Kiedis: Ciao Boe!
    Flea: Ciao Boe!
    John Frusciante: Ciao Boe!
    Chad Smith: Hey, Boe!
    Boe: Ehi non potete entrare qua dentro vestiti così!
    Dr. Hibbert: [Seduto su uno sgabello del bar in mutande] Devi tenere il passo coi tempi, Boe!

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi
I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi
I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi
I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi
I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

I Simpson citazioni e dialoghi (prima e seconda stagione) — Link articolo
I Simpson citazioni e dialoghi (terza stagione) — Link articolo
I Simpson citazioni e dialoghi (quinta stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (sesta stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (settima stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (ottava stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (nona stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (decima stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (undicesima stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (dodicesima stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (tredicesima stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (quattordicesima stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (quindicesima stagione)

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghi

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghi

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghi tratti dalla della popolare serie animata ideata da Matt Groening e prodotta da James L. Brooks

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 1, Papà-zzo da legare

Citazioni:

Io non sono un dentista. (Frase alla lavagna)

Oh… Questo è il più bel regalo che abbia mai ricevuto, grazie Babi, grazie Michael! (Lisa Simpson)

(Parlando con voce profonda) Questa è la mia vera voce. Mi chiamo Leon Kompowsky sono un muratore di Patterson, New Jersey. È tutta la vita che sono arrabbiato. Poi un giorno comincio (con la voce di Michael Jackson) a parlare così. (di nuovo con voce profonda) Di colpo tutti mi sorridono e faccio felice la gente di questo pianeta. Perciò continuo a farlo. Morale della favola: chi di noi è veramente pazzo? (Leon Kompowsky/Michael Jackson)

Dialoghi:

  • Homer: Chi s’è fregato la mia camicia?
    Marge: L’ho lavata.
    Homer: Oh, grazie Marge. Ah! Rosa! Marge non posso indossare una camicia rosa al lavoro, tutti indossano camicie bianche. Non sono abbastanza popolare per essere diverso!
    Marge: Al lavoro nessuno farà caso alla tua camicia rosa.
    (Successivamente alla centrale nucleare)
    Burns: Un momento… torna indietro. Zoommata… Perché quell’uomo indossa una camicia rosa?!
    Smithers: È Homer Simpson, signore. Uno dei suoi lumaconi del settore 7G.
    Burns: Simpson, eh? Dal suo abbigliamento sgargiante dev’essere una specie di anarchico con libero pensiero incorporato!
    Smithers: Chiamo la sorveglianza, signore.
    Burns: Eccellente. Questi monitor a colori si sono già strapagati.
  • Leon Kompowsky/Michael Jackson: Sembri un gran simpaticone. Perché ti hanno messo qui dentro?
    Homer: Perché indossavo una camicia rosa.
    Leon Kompowsky/Michael Jackson: Capisco. Anche a me mi vedono pazzo per come mi vesto.
    Homer: Cosa ti metti?
    Leon Kompowsky/Michael Jackson: Un piccolo bianco guanto coperto di strass.
    Homer: Questo è pazzo davvero!
  • Leon Kompowsky/Michael Jackson: Lui lo chiamano “Il Capo”. Si trova qui dal 1968. Non dice una parola, non muove un muscolo.
    Homer: Ciao, Capo!
    Il Capo: Augh.
    Psichiatri: Incredibile! Ha parlato!
    Il Capo: Era ora che qualcuno mi rivolgesse una parola.
  • Psichiatra: Cara signora Simpson, mi dispiace, ma suo marito soffre di un complesso di persecuzione, grossa paranoia e di ostilità vescicale.
    Marge: Se gli parlasse cinque minuti senza menzionare Bart si renderebbe conto di quanto è sano di mente.
    Psichiatra: Vuol dire che esiste davvero un Bart?! Oh, Dio! Esiste un Bart!
  • Psichiatra: Dopo aver parlato con sua moglie riteniamo che lei non rappresenta una minaccia per se stesso né per gli altri.
    Homer: È la cosa più lusinghiera che qualcuno mi abbia mai detto. Posso averlo per iscritto, per favore?
    Psichiatra: Certamente.
  • Bart: Non posso scrivere una canzone, ho solo dieci anni.
    Leon Kompowsky/Michael Jackson: Solo dieci anni? Alla tua età avevo già sei dischi gold!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 2, Il Signor Lisa va a Washington

Uno sputo non è libertà d’espressione. (Frase alla lavagna)

Marge, le vignette non hanno alcun significato profondo. Sono solo stupidi disegni per una risata di spiccioli. (Homer Simpson)

“Perciò brucia la bandiera se devi, ma prima di farlo è meglio che bruci anche altre cose, è meglio che bruci la tua camicia e anche i tuoi pantaloni! Assicurati di bruciare il tuo televisore e anche la tua auto! Ah sì, e non ti dimenticare di bruciare la tua casa, perché nessuna di queste cose può esistere senza sei strisce bianche, sette strisce rosse e un gran mucchio di stelle, sì!” (Nelson Muntz , leggendo il proprio tema patriottico)

“Ricetta per un paese libero: mescolare una tazza di libertà con tre cucchiaini di giustizia, aggiungere un elettorato edotto e impastare bene con il potere del veto.[…] Mescolare due tazze di democrazia, spruzzare liberamente con diritti civili.” (Una bambina)

“Quando l’America nacque in quel caldo giorno di luglio del ’76, i teneri alberi della foresta di Springfield vibravano tendendo verso il sole. E proprio come loro furono nutriti da Madre Natura, così anche la nostra giovane nazione trovò la forza nelle semplici idee di eguaglianza e giustizia. Chi l’avrebbe mai detto che queste querce maestose e una così potente nazione sarebbero nate da una cosa così fragile e così pura?” (Lisa)

Chi l’avrebbe detto che leggere e scrivere avrebbe reso tanto? (Homer)

Signori, noi stampiamo oltre diciotto milioni di banconote al giorno. Oh, e nel caso ve lo steste chiedendo… no, non diamo campioni gratuiti. (Guida)

Deputato, questa è la foresta nazionale di Springfield. Ora, quello che vogliamo fare è raderla al suolo. Secondo la nostra interpretazione artistica essa è stracarica di vegetazione secolare che sta lì ad invecchiare e marcire, arriva la nostra compagnia di taglio e spazza via tutto quel groviglio. Fa parte del ciclo della natura! (Jerry il lobbista)

La città di Washington fu costruita su una palude stagnante circa duecento anni fa e quasi nulla è cambiato. Puzzava allora e puzza ancora adesso! Solo che oggi è il fetido odore della corruzione che stagna nell’aria! […] E chi ho visto io accettare una tangente? Niente popò di meno che l’onorevole Bob Arnold! Ma non si preoccupi deputato, sono certa che lei potrà comprarsi tutti i voti necessari con i suoi sporchi soldi. E questa sarà una nazione fedele al dollaro con libertà e giustizia per nessuno.” (Lisa)

Non mi veniva in mente un modo migliore per dire che l’America fa schifo! (Lisa)

Voglio parlarvi di Lisa S. | la bimba che parla per il nostro interes. | Scopre un ladro e gliela fa pagare | in poco tempo senza aspettare. | Sembra un’accusa stramba ma Lisa è in gamba. (Pianista)

Dialoghi:

  • Lenny: Non vuoi mangiare? Ma che ti è successo, ti si è chiusa la voragine allo stomaco?!
    Homer: Ehi! Tolstoji disse nel Notabili citabili: “mi dia istruzioni, signore, e si tenga il suo pane nero”!
  • Burns: Chi è quel topo di biblioteca?
    Smithers: Homer Simpson, signore.
    Burns: Simpson, eh? È davvero strano la scheda dice che per quel lavoro occorre essere analfabeti.
  • Signorina: Ecco dei distintivi speciali VIP. Vi permetteranno di accedere in posti vietati agli altri comuni turisti.
    Homer: Signorina, la “i” per cosa sta?
    Signorina: “Important”.
    Homer: Uh! E la “v”?
    Signorina: “Very”.
    Homer: Signorina, ancora una domanda…
    Signorina: “Person”.
    Homer: Ah. E per cosa ha detto che stava la “i”?
  • Lisa: Venite al monumento alla memoria di Winifred Beecher Howe?
    Homer: Chi sarebbe?
    Lisa: Ha fatto una delle prime crociate per i diritti delle donne, la ribellione dello spazzolone del 1910 e fu effigiata su una moneta molto impopolare da 67 centesimi.
  • Lisa: Signor Jefferson, mi chiamo Lisa Simpson e ho un problema.
    Statua di Thomas Jefferson: Conosco il tuo problema. Il monumento alla memoria di Lincoln era troppo affollato.
    Lisa: Scusi signore, è solo che…
    Statua di Thomas Jefferson: Nessuno si rivolge mai a me. E non li biasimo. Io non ho mai fatto nulla di importante… Soltanto la dichiarazione d’indipendenza, l’acquisizione della Louisiana e il reggicalze!
    Lisa: Forse è meglio che vada, l’ho beccata in un brutto momento…
    Thomas Jefferson: Aspetta! Ti prego non andare, mi sento tanto solo…

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 3, Quando Flanders fallì

A nessuno piacciono le pacche sulle scottature. (Frase alla lavagna)

Sto per aprire un negozio unico nel suo genere: per mancini! Ci sarà tutto, dallo sbuccia mele alla cetra tirolese per mancini. Lo chiamerò il Sinistrorium! (Ned Flanders)

Son botte, son botte, son botte-botte-botte! | Questa è comicità! (Sigla di Grattachecca e Fichetto)

Marge, la tv ci da così tanto e chiede così poco… è la migliore amica dei ragazzi! (Homer)

Bart, non usare il tocco della morte con tua sorella! (Marge Simpson)

È strano come a volte due torti formino una ragione. (Lisa)

Homer, le villette a schiera a basso costo ci hanno resi vicini di casa. Ma tu ci hai resi amici. (Ned Flanders)

Dialoghi:

  • Marge: Bart, ma quante ore al giorno guardi la televisione?
    Bart: Sei. Sette se c’è qualcosa di decente.
  • Akira: Benvenuti. Io sono Akira, la vostra guida sul sentiero del vero karate. E questa è la nostra mappa: L’arte della guerra di Sūnzǐ. Ci insegnerà la nostra lezione più importante: impariamo il karate in modo da non doverlo mai usare.
    Bart: Ehm, mi scusi signore, io so già come non colpire un tizio. Adesso possiamo tirare fuori i nunchaku?
    Akira: Ahahah, l’impetuosità della gioventù. Per ora, leggiamo.
    Bart: Akira, buon uomo, quando romperemo i blocchi di ghiaccio con la testa?
    Akira: Prima riempi la tua testa di saggezza, poi con essa colpisci il ghiaccio.
    Bart: Ehi, sensei, posso andare al cesso?
    Akira: Se tu credi che puoi, puoi.
    Bart: Pagare per leggere i libri… pft! Al diavolo ‘sta robaccia!
  • Homer: De-hi-hi-ho! Ti dico, il negozio di Flanders era deserto. Allora, cosa pensi del tuo magnificissimo amico, Marge?
    Lisa: Papà, sai cos’è schadenfreude?
    Homer: No, non lo so cos’è schadenfross… Ti prego di dirmelo perché muoio dalla voglia di saperlo.
    Lisa: È un termine tedesco per “gioia infame”, provare piacere per le sofferenze altrui.
    Homer: Oh, andiamo, Lisa. Sono solo contento di vederlo cadere con il culo per terra! Di solito lui è sempre così tutto felice e tranquillo, e circondato dai suoi cari, e mi fa sentire… ehm, qual è l’opposto di quella tua cosa… “gioia infame”?
    Lisa: Acredine.
    Homer: Mitico, quei tedeschi hanno una parola per ogni cosa!
  • Ned: Homer, sono rovinato.
    Homer: Lo so…
    Ned: Sai, in momenti come questi mi rifugiavo nella Bibbia e lì trovavo conforto. Ma anche il buon libro non può aiutarmi adesso…
    Homer: Perché no?
    Ned: L’ho venduto a te per sette centesimi!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 4, Bart l’assassino

Esplosivi e scuola non vanno d’accordo. (Frase alla lavagna)

[Al Piccolo Aiutante di Babbo Natale] Hai mangiato i miei compiti! Non sapevo che i cani lo facessero veramente… (Bart Simpson)

Benvenuti alla fabbrica di cioccolato. Io sono Troy McLure. Probabilmente vi ricorderete di me nei film come La vendetta di Abe Lincoln e Il carro più svitato del West. La storia del cioccolato ebbe inizio con gli antichi atzechi. A quei tempi invece di essere impacchettato in confezioni igieniche, il cioccolato era avvolto da una foglia di tabacco. E invece di essere cioccolato puro come quello che abbiamo oggi, era misto a tabacco sfilacciato. E non lo mangiavano, lo fumavano! (Troy McLure)

Per favore ragazzi, giocate igienicamente! (Cioccolatiere)

Io non corromperò il direttore Skinner. (Frase alla lavagna, durante l’episodio)

Viviamo in un paese talmente isterico riguardo al crimine che un bambino di 10 anni può essere processato come un adulto. (Montgomery Burns )

Dialoghi:

  • Tony Ciccione: Ehi, da dove sbuca il ragazzino?
    Bart: Giù le mani dalla merce!
    Legs: Ma sentilo, il ragazzo è tosto!
    Louie: C’ha fegato!
    Tony Ciccione: Chissà se è anche fortunato! Scegli un cavallo, ragazzo. Shelbyville Downs, terza corsa, che sia quello buono.
    Bart: Ciucciati il calzino!
    Tony Ciccione: “Ciucciati il calzino”… Ok, vediamo… Ehi, aspetta un momento, piccola canaglia! “Ciucciati il calzino” è nella quinta corsa! Ho detto la terza corsa!
    Bart: Non farti infartare!
    Tony Ciccione: Uhm, “Non farti infartare” nella terza, punta doppio! [a Bart] E mentre aspettiamo di vedere quanto sei fortunato ti faccio fare un giro. Vedi, questo è il nostro bar, e da quella parte c’è la nostra slot machine e i tavoli da gioco.
    Bart: Che ficata!
    Mafioso: Ehi, capo, ecco la chiamata per la terza corsa!
    Radiocronista: Mentre escono dalla curva “Fagioli Farciti” ad un’incollatura da “Yabba-Dabba Do”, due lunghezze dietro a “Che puzzone che sono” e a “Via col ventre”. “Ombre rozze” è in coda, ma ecco che arriva “Non farti infartare” sul lato esterno e giunge solo al traguardo “Non farti infartare”!
    Tony Ciccione: Ehi, mi piace questo ragazzo! Non posso credere che stavamo per farlo fuori! Sai miscelare i drink?
  • Bart: Ehm… volevo dire… siete delinquenti voi?
    Tony Ciccione: Bart… è una colpa rubare un tozzo di pane per sfamare la tua famiglia?
    Bart: No!
    Tony Ciccione: Allora supponiamo che hai una famiglia affamata molto numerosa. È una colpa rubare un carico di pane per sfamarla?
    Bart: Eh-eh.
    Tony Ciccione: E se alla tua famiglia non piace il pane, ma piacciono le sigarette?
    Bart: Be’, direi che va bene.
    Tony Ciccione: Ora… se invece di regalarle tu le vendessi a un prezzo che fosse praticamente come regalato, sarebbe questo un crimine, Bart?
    Bart: Cacchio, no!
  • Marge: So che è un bene per un ragazzo avere un lavoretto part-time, ma non sono tanto sicura della gente per la quale lavora Bart. Temo siano dei criminali.
    Homer: Un lavoro è un lavoro! Voglio dire, prendi me. Se la mia centrale inquina l’acqua e avvelena la città, secondo la tua logica, questo farebbe di me un criminale, scusa!
  • Edna Caprapall: Andava pazzo per le esercitazioni antincendio!
    Willie: Cerchi di controllarsi pulzella, per i pargoletti!
  • Tony Ciccione: Sei in anticipo di otto ore sul lavoro, ragazzo!
    Bart: Avete ucciso il mio direttore?
    Tony Ciccione: Ehm, il cinese coi baffi?
    Bart: No! Il mio direttore!
    Legs: Chi? Quello Skinner? No, non l’abbiamo ucciso.
    Winchester: Che nessuno si muova! Siete tutti in arresto per l’omicidio di Seymour Skinner!
    Tony Ciccione: E che è n’omicidio?
    Winchester: Non fare il fricchettone con me, eh! Ammanettateli, ‘uagliò!
  • Tony Ciccione: Non sono stato io a ordinare l’uccisione di Skinner!
    Avvocato dai capelli blu: Lei non è il capo di questa banda?
    Tony Ciccione: No, io faccio solo una capatina al Club di tanto in tanto per leggere il giornale in omaggio.
    Avvocato dai capelli blu: Allora, chi è il perno? Il capo di tutti i capi? Ci dica chi è per favore!
    Tony Ciccione: È quel tizio lì!
    Bart: Ehi!
    Tony Ciccione: Perdonatemi, Don Bartolomeo!
    Louie: Abbiamo tentato di frenare il ragazzo, ma non c’è stato verso! Era come impazzito!
    Legs: Prostituzione, prestito, strozzo, pizzo… al ragazzo ci piaceva intingere il becco in tutte cose!
    Lionel Hutz: Signor Simpson, lei è il padre del ragazzo da dieci anni, crede veramente che lui possa essere il capo di una banda criminale omicida?
    Homer: Be’… non proprio il capo, insomma…Ah! È vero! Tutto vero! Tutti i pezzi combaciano!
    Giudice Snyder: Alla luce delle testimonianze incriminanti rese dai tuoi amici pentiti, dal tuo papà, dai tuoi maestri e dalla sconfinata sfilza di babysitter emotivamente sconvolte, questa corte non ha altra scelta che…
    Skinner: Fermi!
    Marge: Direttore Skinner!
    Homer: Credevo fosse morto!
  • Tony Ciccione: Senti, so che ti abbiamo deluso ma io e i miei ragazzi siamo ancora convinti che puoi avere un brillante futuro nel campo del racket e dell’estorsione!
    Bart: Niente da fare Tony Ciccione, credevo che il vostro gioco fosse una ficata ma ora ho imparato che il crimine non paga!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 5, Homer definito

Non farò stridere il gesso. (Frase alla lavagna)

Quando ti va di parlare con me chiamami al telefono e dimmi di accendere il mio walkie-talkie! (Bart)

Ciao, terrestri! Non imparate niente che io non imparerei! (Otto Disc)

Mmm… viola… (Homer)

E chi l’avrebbe mai detto che un reattore nucleare sarebbe stato così complicato! (Homer)

O Signore, se risparmi questa città dal diventare un buco fumante nella terra proverò ad essere una cristiana migliore. Non so ancora in che modo. Mh… la prossima volta che ci sarà una raccolta di viveri, darò ai poveri qualcosa che a loro piaccia davvero invece dei soliti fagioli in conserva. (Marge)

Un reattore nucleare è molto simile a una donna. Basta solo leggere il manuale e premere il bottone giusto. (Homer)

Un modello esemplare nella mia stessa famiglia, che comodità! (Lisa)

Bart, non dare da mangiare gli alberghi a tua sorella! (Marge)

Homer \sostantivo\ 1. Idiota americano. 2. Homerata (fare una) — avere successo nonostante l’idiozia. Nostro padre. Ora appartiene a tutte le ere a venire. (Lisa, chiudendo il dizionario)

Dialoghi:

  • Smithers: Grazie a Dio è lunedì, signore.
    Burns: Tu cosa hai fatto questo weekend?
    Smithers: Be’, mi sono avvantaggiato con il bucato, ho scritto una lettera a mammina e poi ho portato a tosare Ercole.
    Burns: Chi diavolo è Ercole?
    Smithers: È il mio Yorkshire, signore. È piuttosto minutino, perciò, sa… è una battuta. Ecco una foto di Ercolino.
    Burns: Oh, tu si come sai darti alla pazza gioia.
  • Burns: Di’ pure che sono all’antica, ma i film di una volta erano più sexy quando gli attori rimanevano vestiti. Jean Harlow riusciva ad eccitarmi di più inarcando ad arte un sopracciglio anziché…
    Allarme: Attenzione, problema nel settore 7G!
    Burns: 7G? Chi è l’addetto alla sorveglianza lì?
    Smithers: Homer Simpson, signore.
    Burns: Simpson? È un uomo in gamba, intelligente?
    Smithers: Be’, è stato assunto al tempo del programma “Aiuto Sottosviluppati”…
    Burns: Grazie Presidente Ford.
  • Kent Brockman: La gente parla di fusione.
    Burns: Fusione? È uno di quei fastidiosi termini allarmistici. Noi preferiamo chiamarla “una spontanea fissione sovrabbondante”.
  • Waylon Smithers: Signore, forse non avrò altra occasione per dirle che… le voglio bene!
    Burns: Oh, grazie per aver reso i miei ultimi momenti sulla Terra socialmente imbarazzanti.
  • Burns: Smithers, non resta altro da fare che dare un bacio d’addio alle mie povere chiappe.
    Smithers: Eseguo, signore.
  • Milhouse Van Houten: Mia madre non mi permette di esserti ancora amico. Per questo non sei potuto venire alla festa.
    Bart: Che cavolo ha contro di me?
    Milhouse: Dice che eserciti un’influenza negativa.
    Bart: “Influenza negativa” un corno! Quante volte ti ho detto di non ascoltare tua madre?!
  • Marge: Signora Van Houten, sono la mamma di Bart. Ci siamo conosciute al pronto soccorso quando i ragazzi ingerirono la vernice.
    Luann Van Houten: Ricordo. Prego, si accomodi.
    […]
    Luann: Marge, mi dispiace ma penso che sia meglio che Milhouse non frequenti più suo figlio.
    Marge: Senta, lo so che Bart può essere anche monello, ma so come è fatto dentro. Ha come una scintilla… non è una cosa cattiva, ma è pur vero che gli fa fare delle cose cattive.
  • Telecronista: Sono i Lakers ad avere la palla. Ecco Magic Johnson che si dirige verso il canestro. Magic si ferma, è vittima di un madornale scivolone. la palla gli parte dalle mani, colpisce l’arbitro sulla testa e si infila sul canestro! Vincono i Lakers!
    Magic Johnson: Si direbbe che ho fatto una Homerata!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 6, Tale padre, tale clown

Finirò quello che ho iniziato (Frase alla lavagna)

Ci siam divertiti tanto tanto tanto, | ma è giunto ora il momento di andar | e se questo clown dovesse schiattare domani, | amici battete le mani: | lo show dal ciel io farò. (Canzone finale dello show di Krusty il Clown)

Dua-dua-dua, che superfico sei! | Dua-dua-dua, ma dove te ne vai? | Dua-dua-dua è l’inizio di una cosa fica! (Bart)

Caro Krusty, sono Bart Simpson, amicone Krusty numero 16.302, che rispettosamente restituisce il suo distintivo…Ho sempre avuto il sospetto che nella vita niente avesse importanza, ora ne sono certo. Va a quel paese. Bart Simpson (Bart Simpson)

Un uomo che invidia la nostra famiglia è un uomo che ha bisogno di aiuto. (Lisa)

Dialoghi:

  • Marge: Chi vuole dire la preghiera?
    Lisa: Perché non la facciamo dire al nostro ospite?
    Milhouse: Benedici noi tutti o Signore… Ehi!
    Bart: Krusty, vuoi farci questo onore?
    Krusty: Be’, d’accordo. Sono un pochino arrugginito ma, ci proverò… Baruch atah adonai, eloheinu, melech ha’olam, hamotzi lechem min ha’aretz.
    Homer: De-hi-hi-ho! Sta parlando un linguaggio buffo!
    Lisa: No, papà. Quello è ebraico. Krusty dev’essere ebreo. Vero?
    Homer: Un intrattenitore ebreo?! Ma dai!
    Lisa: Papà, ci sono molti artisti ebrei. Tra cui Lauren Bacall, Bob Dylan, Cary Grant e Mel Brooks.
    Homer: Mel Brooks è ebreo?!
  • Krusty: Papà, quando sarò grande potrò fare il clown?
    Rabbino Hyman Krustofsky: No! Un clown non è un membro rispettato nella comunità!
    Krusty: Ma io voglio far ridere la gente!
    Rabbino Hyman Krustofsky: Hershel, la vita non è uno spasso, la vita è seria! La soda è da bere, non da spruzzare! La torta è da mangiare, non da tirare!
  • Homer: Figliolo, tu non devi seguire le mie orme…
    Bart: Figurati! Non mi piace neanche usare il bagno dopo di te!
    Homer: Brutto bacarospo, io ti…!
  • Bart: Ma rabbino, non è scritto nel Talmud babilonese, e cito, che “un figlio dovrebbe essere allontanato con la mano sinistra e riavvicinato con la mano destra”?
    Rabbino Hyman Krustofski: E..?
    Bart: Allora la sua religione non le comanda di fare pace con Krusty?
    Rabbino Hyman Krustofski: Ma in Esodo il quinto comandamento dice “Onorate vostro padre e vostra madre”. Fine della storia!
  • Bart: “In ogni momento fa che l’uomo sia flessibile come una canna e non rigido come un cedro.”
    Rabbino Hyman Krustofski: Mio piccolo tonto amico… Il Libro di Giosuè dice “Mediterai sulla Torah tutto il giorno e tutta la notte”!
  • Bart: Non è scritto nel Talmud “Chi porterà la redenzione? I giullari.”?
    Rabbino Hyman Krustofski: Mio giovane amico, non ne sono ancora convinto. E questo non è né il momento né il luogo per discuterne!
  • Bart: Oh, rabbino, non disse un grande uomo, e cito “Gli ebrei sono un popolo in gamba. Insomma ho sentito parlare di persecuzione ma quello che hanno subito loro è molto di più. Ma la cosa più strepitosa è che dopo migliaia di anni di attesa e di tenacia e di lotta alla fine ce l’hanno fatta.” Fine della citazione.
    Rabbino Hyman Krustofski: Oh, non ho mai sentito la condizione del mio popolo espressa con tanta eloquenza. Chi lo disse? Il rabbino Hillel?
    Bart: No.
    Rabbino Hyman Krustofski: Era Giuda il Pio?
    Bart: No.
    Rabbino Hyman Krustofski: Oh, adesso ci sono: le pergamene del Mar Morto
    Bart: Temo di no, rabbino. L’ha detto Sammy Davis Jr. Un artista! Come suo figlio!
    Rabbino Hyman Krustofski: Il cantante di colore? Se un artista può pensare in quel modo forse allora io sono del tutto fuori strada. Oh, tutti gli anni di gioia che ho perduto… E per cosa? Per la mia testardaggine…
  • Krusty: Oh, mio papà, tu sei meraviglioso. | Oh, mio papà… Dai, papà! …gentile ed amoroso Conosci le parole!
    Krusty e Hyman: Nessuno è così tanto squisito. | Tu mi hai sempre capito.
    Krusty: Sono venticinque anni che non ci vediamo!
    Rabbino Hyman Krustofski: Oh, ti voglio tanto bene figliolo!
    Krusty: Anch’io ti voglio bene papà!
  • Boe: Ho un elefante nell’occhio…
    Barney: Tieni il mio fazzoletto.
    Boe: Bleah!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 7, La paura fa novanta II

Buona sera a tutti! Prima dello show di Halloween dell’anno scorso vi raccomandai di non farlo vedere ai vostri bambini, ma voi mi avete disobbedito. Be’, l’episodio di quest’anno è ancora peggio: è più impressionante, più violento e temo che abbiano infilato anche qualche parolina sconcia. Perciò rimboccate le coperte ai vostri bambini e… e… Be’, se non mi avete dato retta l’ultima volta nono lo farete nemmeno ora. Godetevi lo show. (Marge)

La mamma di Bambi. Bambi’s mom. (Iscrizione su una lapide)

Perdi peso, chiedimi come. Lose weight now ask me how. (Iscrizione su una lapide)

Ora che ci penso, quello che mi ha venduto questo coso ha detto che i desideri avrebbero portato una grande sfiga. Credevo fosse un modo di dire pittoresco. (Homer)

Sottoponiamo alla vostra considerazione Springfield, una cittadina nella media, con un mostro non altrettanto nella media. La gente di Springfield deve assicurarsi di avere pensieri felici e dire cose felici, perché questo particolare mostro può leggere nelle loro menti, e se contrariato, può trasformare le persone in grotteschi terrori ambulanti. […] Vi ho fatto presente che il mostro è un bambino di dieci anni? Niente male come svolta, eh? Scommetto che questo non ve lo aspettavate. (Voce narrante)

La storia del nostro paese, per adeguarsi alle risposte di Bart sul compito in classe di ieri è stata cambiata di nuovo. Ora l’America è stata scoperta nel 1942 da un certo tizio e il nostro paese non si chiama più “America” ma “Pisellonelandia”. (Edna)

Ciao bella pupa, | ciao mio tesoro, | piccolo grande amor. | Mandami un bacio ancor, | baby, dammi il tuo amor. (Skinner)

Bar Boe? Un attimo ora guardo. Ehi, gente ascoltate. Sono uno stupido idiota con una faccia da schifo e delle mega chiappe e le mie chiappone puzzano e a me piace tanto baciarle. […] Aspetta un momento… (Boe, scherzo telefonico di Bart

Sapete cosa diciamo ogni volta che succede qualcosa di strano? Bart ha fatto bene a fare così, ha fatto proprio bene! (Telecronista)

Posso suggerire un licenziamento a caso tanto per incutere loro la paura di Dio? (Smithers)

Sai, Smithers, ho sempre disprezzato la pigrizia del comune operaio. Poi mi sono reso conto che il su spirito vorrebbe, ma che la carne è debole. Così ho rimpiazzato la carne che è debole con l’acciaio che è forte! E voilà! La più grande conquista nel campo dei rapporti di lavoro dopo il gatto a nove code! (Burns, mostrando il robot operaio)

Non doveva andare così! Non doveva! Doveva essere una cosa bella, non questo assurdo essere abominevole. Oh, Smithers, ho sbagliato a competere con Dio. La vita è preziosa, non è una cosa con la quale giocare. Prendi quel cervello e gettalo nel cesso e tira lo sciacquone! (Burns) 

Tutte le ossa frantumate, organi che perdono fluidi vitali, leggero mal di testa, perdita di appetito… Smithers, io sto morendo… (Burns)

Dialoghi:

  • Homer: Che immondezzaio! Che gusto ci prova la Principessa Carolina a vivere qui?!
    Lisa: Papi, quella è Monaco.
  • Lisa: Io chiedo la pace nel mondo.
    Homer: Lisa, questo è stato molto egoistico da parte tua!
    (Alla sede dell’ONU, dopo che Lisa ha espresso il desiderio della pace nel mondo)
    Presidente del Regno Unito: Oh, scusa per le Falkland, dear friend.
    Presidente dell’Argentina: Be’, no es nada, lo sapevam che eran vostre.
  • Lisa: Ehi, ecco un buon lavoro, papi! Oh, aspetta, devi sapere come usare un litotritore ultrasonico.
    Homer: E che ci vuole?
    Bart: Ehi, pa’, eccone un altro! Ventotto dollari l’ora, è all’aria aperta e incontri un sacco di gente interessante.
    Homer: Oh, che lavoro è?
    Bart: Becchino.
  • Smithers: Quale cadavere dissotterriamo, signore?
    Burns: Non lo so. Mi sento come un bimbo nel paese dei balocchi!
  • Smithers: È il morto nel sacco, signore. Penso che sia vivo.
    Burns: Oh, cadavere cattivo! Cadavere cattivo!
  • Burns: Passami quel cucchiaione da gelato.
    Smithers: Cucchiaione da gelato?!
    Burns: Dannazione Smithers, questa non è scienza missilistica, questa è solo chirurgia del cervello!
  • Lisa: Mamma cos’è che non va?
    Marge: Vostro padre è scomparso!
    Bart: Papà è scomparso? Ma che cacchio dici?!
    Marge: Manca da due giorni!
    Lisa: È vero, non c’è neanche più l’odore!
  • Burns: Forse ti stai domandando perché hai due teste. Vedi, il mio corpo è stato schiacciato così ho fatto trapiantare la mia testa sulla tua abbondande corporatura.
    Homer: Non mi sono svegliato. È tutto un sogno! È solo un sogno!
    Burns: Oh, ma certo, è tutto un sogno. Oppure no? [risata malefica]
    (Titoli di coda)
    Narratore: Prossima settimana su I Simpson.
    Lisa: Non ti dimenticare papi, stasera la mia classe organizza una serata da abbuffarsi a crepapelle.
    Homer: Mmm… spaghetti…
    Burns: Ma Homer, stasera abbiamo il ricevimento per la regina Beatrice d’Olanda!
    Homer: Che palle avere due teste!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 8, Il pony di Lisa

I Bart-bigliettoni non sono valuta legale. (Frase alla lavagna)

Il mio dondolino, | il mio dondolino, | il mio dondolino, | voglio che tu giochi col mio dondolino. (Bambino del talent show)

Palla di Neve II, Piccolo Aiutante di Babbo Natale, questa è Principessa. VI prego di non emergainarla solo perché è diversa. (Lisa)

Non ho intenzione di mentire a te: in questo lavoro ti sparabo addosso. Ognuna di queste buche di arma da fuoco è medaglia all’onore. […] Ti do dritta indiana: cerca di prendere essa nella spalla. (Apu Nahasapeemapetilon)

Lavorerò da mezzanotte alle otto, torno a casa, dormo cinque minuti, faccio colazione, dormo altri sei minuti, mi faccio una doccia, poi ho dieci minuti per bearmi dell’amore di Lisa dopodiché me ne andrò alla centrale nucleare fresco come una rosa…(Homer)

Lo sapevo, eccomi faccia a faccia con il mio desiderio di essere trattata da adulta. (Lisa)

Dialoghi:

  • Homer: Boe, sbrigati, presto! Mancano solo cinque minuti alla chiusura del negozio di musica.
    Boe Szyslak: Be’, allora perché non vai prima lì?
    Homer: Ehi! Ma io te lo dico come svolgere il tuo lavoro?
    Boe Szyslak: Scusa, Homer.
    Homer: Sai, se inclini il bicchiere non ci sarebbe tutta quella schiuma in cima.
    Boe Szyslak: Scusa, Homer!
  • Commesso: Clarinetto…
    Homer: No…
    Commesso: Oboe…
    Homer: No…
    Commesso: Sassofono…
    Homer: No… Aspetti! Può ripetere quest’ultima cosa?
    Commesso: Sassofono.
    Homer: Uhm… “Lisa smettila di suonare quello stupido… sassofono!” Si è quello!
    Commesso: Soprano o tenore?
    Homer: D’oh!
  • Commesso del negozio di animali: Accidenti! Cos’è questa puzza?! [nota la presenza di Homer] Oh, è lei.
    Homer: Mi scusi, ce l’avete un pony?
    Commesso del negozio di animali: Certo amico, eccolo qui.
    Homer [leggendo il cartello]: “Le-vrie-ro sco-z-z-ese”… Ehi, ma questo è un cane!
    Commesso del negozio di animali: Amico mio, lei è più intelligente di quanto non la facessi. Le consiglio di provare l’allevamento di pony sulla statale 401. Basta svoltare a sinistra al mattatoio.
  • Burns: […] è un hobby, non lo faccio per un guadagno personale. A proposito, sei al corrente delle severissime leggi del nostro stato riguardo l’usura?
    Homer: Usu… ra?
    Mr. Burns: Che sciocco, devo aver inventato una parola che non esiste…
  • Marge: Homer, caspiterina! Dove hai intenzione di tenere questo cavallo?
    Homer: Ho tutto sotto controllo: di giorno vagherà libera per il quartiere e di notte si rannicchierà comodamente tra le macchine nel nostro garage.
    Lisa: Papà, no!
    Marge: Non è legale!
    Homer: Tocca ai tribunali deciderlo!
  • Homer: Questo è quanto costa al mese l’amore?
    Signora dell’allevamento: Questi sono prezzi standard delle stalle, signor Simpson. In aggiunta sto insegnando a sua figlia equitazione, strigliatura e compreso nel prezzo dizione.
    Lisa: Padre, tu mi hai reso la fanciulla più felice che sia mai esistita!
  • Marge: Caspiterina, come si fa? Siamo in guai seri. Non ci resta che dare un taglio alle cose superflue.
    Homer: Be’, sai, compriamo sempre vaccini per Maggie per delle malattie che neanche ha…
  • Apu: Ci serve qualcuno per duro ma altamente professionale turno da mezzanotte e otto di mattina.
    Homer: Sono il tuo uomo!
    Apu: Sei assunto!
    Homer: Yu-hu!
    Apu: Ho sempre sognato che sarebbe venuto giorno quando uno di voi avrebbe lavorato per me.
  • Apu: Questi wurstel sono qui da tre anni, essi sono rigorosamente ornamentali. C’è solo un babbione che viene qui e compra loro.
    Homer: Ma io quelli li man… Oh.
  • Lisa: Le piace una carotina dopo il suo pappone d’avena e le piace tanto quando le gratti dietro l’orecchio. E se c’è la radio accesa le piace ascoltare programmi d’attualità al mattino e la sera musica soft. La prego di prendersi cura della mia Principessa.
    Signora dell’allevamento: Nonostante non ci sia alcun mutamento del mio nobile aspetto esteriore posso assicurarti che mi si spezza il cuore.
    Lisa: Oh, non la dimenticherò mai.
  • Lisa: Papi, non devi fare questo!
    Homer: Sì che devo. Vedi Lisa, gli adulti hanno questa cosa chiamata soldi che…
    Lisa: Papà, comprendo perfettamente il sacrificio che hai fatto per me. Per questo ho rinunciato al pony.
    Homer: Davvero?
    Lisa: C’è un grosso stupido animale che amo più di quel cavallo.
    Homer: Oh, no! Che cos’è, un ippopotamo?
    Lisa: Intendo te, stupidone.
    Homer: Oh…

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 9, Sabati di tuono

Non fingerò di essere idrofobo. (Frase alla lavagna)

Sono l’attore Troy McLure, forse vi ricorderete di me per serie televisive tipo Buck Anderson lo sfasciasindacati e La fabbrica del sorriso estivo di Troy & Company! (Troy McLure)

Sai Marge, quel nostro Bart è un capolavoro della tecnica: quel suo sorrisetto accattivante, il suo nasino a bottoncino, il suo pancino ciccino ciccino, la sua radiosa faccetta birichina… mi ricorda come ero io prima che il peso del mondo schiacciasse la mia anima libera. (Homer)

Dialoghi:

  • Cervello: Non capisci? Devi usare la psicologia inversa!
    Homer: Sembra troppo complicato.
    Cervello: Va bene, non usare la psicologia inversa.
    Homer: E invece la userò!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 10, Flambé Boe

Le mutande si indossano sotto i pantaloni. (Frase alla lavagna)

Questa sera festeggiamo l’anniversario d’argento del’incendio al deposito pneumatici di Springfield. 25 anni e ancora brucia alla grande! (Kent Brockman)

L’aumento della gratificazione sul lavoro e l’unione familiare sono veleno per un fornitore come me di intossicanti che annebbiano la mente. (Boe)

Può anche darsi che lui abbia inventato la ricetta ma è stata mia l’idea di venderlo a 6 dollari e 95. (Boe)

When the weight of the world has got you down | And you want to end your life, | Bills to pay, a dead-end job, | and problems with the wife, | But don’t throw in the towel, | ‘Cause there’s a place right down the block | Where you can drink your misery away. | At Flaming Moe’s | (Let’s all go to Flaming Moe’s, | Let’s all go to Flaming Moe’s) | Where the liquor in a mug | Can warm you like a hug. | Happiness is just a Flaming Moe away, | Happiness is just a Flaming Moe away! (Canzone Flaming Moe’s)

Ciao Homer! (Cittadini di Springfield con la faccia di Boe)

Dialoghi:

  • Steven Tyler: Salve Saint Louis!
    Joe Perry: Guarda che siamo a Springfield, Steven…
    Steven Tyler: Ah già… allora siete pronti per rockeggiare?!
  • Bart: Sto cercando un mio amico: di cognome è Centrico e di nome fa Ego.
    Boe: Attenda. Ora vedo. Centrico Ego! Oh, qualcuno veda se in toilette c’è un Ego Centrico!
    Sig. Ego Centrico: Sono io Ego Centrico.
    Boe: Al telefono.
    Sig. Ego Centrico: Pronto, parla Ego Centrico.
    Bart: Ehm, salve.Sig. Ego Centrico: Chi parla? Cosa posso fare per te Bart?
    Bart: Senta, voglio mettere le carte in tavola: questa è una telefonata scherzo che mi si è ritorta contro. Perciò… ciao!
    Sig. Ego Centrico: Sarà meglio la prossima volta… Che giovanotto simpatico!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 11, Il licenziamento di Homer

La recita di Natale non è una schifezza. (Frase alla lavagna)

[Parlando di Burns] La gente crede che lui essendo ricco e crudele non abbia i sentimenti comuni agli altri uomini. E invece ce li ha. (Smithers)

Ich bin ein Springfielder! (Sindaco Quimby)

Il mondo è la mia ostrica, Smithers. (Burns)

Il mio lavoro è la mia ideantità. Se non sono un ispettore come cavolo si chiama…non sono niente! (Homer)

Wow! Cioccolato a metà prezzo!  (Homer)

Ci rammarica annunciare i seguenti licenziamenti che leggeremo in ordine alfabetico… Zimpzon Homer… è tutto. (Voce nell’interfono)

A che serve il denaro se non riesci a incutere terrore al tuo prossimo? (Montgomery Burns)

Tengo vicini i miei amici e ancora più vicini i miei nemici. (Montgomery Burns)

Dialoghi:

  • Boe: Bar Boe? Parla Boe.
    Bart: Hemm… sì. Sto cercando un certo… Muccio Problem.
    Boe: Sì, certo… solo un momento. Ehm… Muccio Probem? Muccio Problem? Allora, questo Problem-Muccio viene fuori sì o no?
    Barney: Ce l’hai già!
    Boe: Oh, porca..! [Al telefono] Sei tu vero?! Stammi a sentire: se ti metto le mani addosso userò la tua testa come secchio e dipingerò la mia casa con le tue cervella!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 12, Ho sposato Marge

Non tormenterò gli emotivi. (Frase alla lavagna)

Tutto accadde all’inizio di quel decennio turbolento conosciuto come “gli anni ottanta”. Quelli erano tempi idealistici: c’era l’ascesa di Gary Hart, c’era l’ascesa dei Supertramp… era un periodo super eccitante per essere giovani! (Homer)

“Cara Marge, quando leggerai questa lettera io sarò già andato via. Tu meriti tutte le migliori cose del mondo e, nonostante io possa dartele, verranno a riprendersele, e io sarò perseguitato come un cane. E poi è chiaro che la tua famiglia non mi vuole qui. […] Ti spedirò ogni centesimo che guadagno per il bambino, ma non mi rivedrai finché non sarò diventato un uomo.” (Homer)

Dialoghi:

  • Marge: “Test di gravidanza a domicilio di Marinaio Bill”?! Homer, non era meglio comprare una marca più conosciuta?
    Homer: Ma Marge, dentro questa scatola c’era in regalo una bellissima pipa!
    Marge: Va bene, vediamo. [leggendo sulla scatola] “Olà, compagna! Se l’acqua blu diventerà un bimbo per te sarà! Se viola tu vedrai niente bimbo tu avrai!”
    Homer: Allora, che colore è? Blu o viola-viola?
    Marge: Rosa.
    Homer: D’oh!
    Marge: “Se il test dovesse fallire per il dottore dovrai partire” Be’, sarà meglio andare dal Dr. Hibbert.
  • Homer: Tesoro, tesoro, credi di essere davvero incinta?
    Marge: Be’, ho la stessa nausea e voglia di preparato per frittelle che ho avuto con gli altri ragazzi…
    Homer: Sì, e io ho la stessa oppressione e sudorazione abbondante di tutte le altre volte!
  • Lisa: Non è colpa nostra se la nostra generazione ha una breve durata d’ascolto. Guardiamo troppa televisione.
    Homer: Non osare mai e poi mai parlare della televisione in quel modo! Ignobili ingrati! Non riescono a tenere la loro… come cavolo si chiama… mente sul qua…
  • Patty: Non so cosa ci vedi in quella brutta polpetta.
    Selma: Se ti piace essere brancicata da qualcosa di grasso e pigro, possiamo sempre prendere un gatto.
    Jaqueline: Lascerebbe meno peli sul nostro divano!
  • Marge: Homer, caro, ci hai mai pensato al futuro? Dimmi…
    Homer: Nel senso: le scimmie saranno i nostri padroni?
    Marge: No, nel senso… come hai intenzione di guadagnarti da vivere? Non posso credere che il tuo lavoro sia molto stimolante.
  • Homer: Cavolo, che finale! E chi l’avrebbe mai detto che Darth coso era il padre di Luke Skylee…quello lì
    Signore: Grazie mille, caro il mio signor Guasta-film!
  • Homer: Marge, sei bella quanto la Principessa Leila e intelligente quanto uno Jedi!
    Marge: Adulatore!
  • Marge: La nostra canzone…
    Homer: Scommetto che quel signore a cui è dedicata la canzone è impazzito di gioia.
    Marge: A dire la verità stava cantando di Dio…
    Homer: Be’, lui è sempre pazzo di… No, lui è sempre incavolato.
  • Dr. Hibbert: Bene, bene, signorina Bouvier. Credo che abbiamo scoperto le ragioni del suo vomito tanto frequente. [a Homer] Congratulazioni!
    Homer: NO!
    Paziente: Poveraccio…
    Dr. Hibbert: Forse questo opuscolo si dimostrerà utile.
  • Abraham: Figliolo, devi sposare quella ragazza!
    Homer: Perché sarebbe un gesto d’onore?
    Abraham: No, perché non potresti mai fare di meglio! Che briccone fortunato! Il pesce è saltato dritto nella barca: non devi fare altro che dargli una mazzata con il remo!
  • Homer: Marge, c’è una cosa che voglio chiederti, ma ho paura perché se mi dici di no, la cosa mi distruggerà e farà di me un criminale.
    Marge: Be’, non ti ho detto di no ultimamente, non ti pare?
    Homer: Marge, io… maledizione, dov’è quel cartoncino?!
    Marge: Quale cartoncino?
    Homer: Be’, io ho scritto quello che dovevo dirti su un cartoncino. Stupido coso, dev’essermi caduto dalla tasca!
    Marge: È questo qui?
    Homer: Cosa dice?
    Marge: “Marge, dal momento che ti ho vista non ho desiderato stare con nessun’altra. Non ho molto da offrirti tranne tutto il mio amore. Vuoi sposarmi?”
    Homer: È proprio quello. Da qua.
    Marge: Oh, Homer. Questo è il più bel momento della mia vita…
    Homer: Allora, vuoi sposarmi?
    Marge: Sì!
    Homer: Yuhuuu! Evviva, mi sposo! Alla faccia vostra gente!
  • Marge: Se dovesse nascere maschio che ne dici di chiamarlo Jay?
    Homer: Marge, non possiamo! Tutti i ragazzi lo chiamerebbero Jay Gay!
    Marge: Be’…che ne dici di Tommaso?
    Homer: Lo chiamerebbero Tommaso Ficcanaso!
    Marge: Leo?
    Homer: Babbeo!
    Marge: Peter?
    Homer: Peto!
    Marge: Marco?
    Homer: Muco!
    Marge: Che ne dici di Bart?
    Homer: Vediamo un po’… Bart, Dart, Carc, Dark… No, non ci vedo niente di male
  • Homer: Oh, Marge, mi dispiace, vorrei tanto potermi permettere un posto migliore…
    Marge: Homer, sarebbe una bugia se dicessi che era così che immaginavo il giorno del mio matrimonio, ma tu sei come immaginavo mio marito…
    Homer: Davvero?
    Marge: Be’, forse non assomigli a Paul Newman, ma sei altrettanto simpatico.
    Sacerdote: Miei cari, siamo qui riuniti al cospetto di Dio e di questo casinò per unire…
    Homer: …Homer.
    Sacerdote: …e…
    Marge: …Marge.
    Sacerdote: …nel vincolo del matrimonio bellissimo. […] Tu, Marge Bouvier, prendi Homer J. Simpson come tuo legittimo sposo?
    Marge: Lo prendo.
    Sacerdote: Homer, stessa domanda, nomi inversi.
    Homer: La prendo.
    Sacerdote: Bene, con l’autorità conferitami dalla Commissione di Gioco dello Stato di dove siamo… io vi dichiaro marito e moglie. Ecco a voi dieci dollari in fiches, puoi baciare la sposa!
  • Homer: Perché non faccio domanda d’assunzione alla centrale nucleare? Da quello che si dice pagano bene.
    Marge: Non lo so… dicono che le radiazioni rendono sterili…
    Homer: Adesso me lo dici!
  • Smithers: Sentiamo, secondo voi qual è il vostro peggior difetto?
    Candidato #1: Be’, io sono un maniaco del lavoro.
    Candidato #2: Io mi impegno all’eccesso.
    Homer: Be’, io ci metto un sacco di tempo ad imparare qualunque cosa, sono una specie di babbione…
    Smithers: Va bene così.
    Homer: …e poi cominciano a sparire degli oggettini dal posto di lavoro…
    Smithers: Basta così, andiamo avanti! C’è un problema con il reattore, voi cosa fate?
    Homer: C’è un problema con il reattore?! Moriremo tutti! [scappa via urlando]
  • Marge: Hai ottenuto il posto?
    Homer: No, cercavano uno bravo… la storia della mia vita…
  • Homer: Figliolo, non ti deluderò, te lo giuro: quando uscirai di qui la prima cosa che vedrai sarà un nuovo e un buon lavoro…
    Patty: Sì, il dottore!
  • Homer: Dopo tutto oggi non ti troveresti qui se io non fossi diventato un responsabile gran capo di famiglia…
    Bart: Possiamo mangiare una scatola intera di marron glacés per pranzo?
    Homer: D’accordo.
  • Homer [nell’interfono]: Sì, cosa vuole?
    Marge [in auto]: Mio marito al mio fianco.
    Homer: Ci vuole anche le patatine?
    Marge: Homer!
    Homer [si rende conto]: Marge! Oh la vacca, sei grossa quanto una botte!
    Marge: Homer, torna a casa con me!
    Homer: No, Marge, non posso proprio. Insomma, guardami, sono un apprendista! Non mi rivelano neanche cosa c’è nella salsa segreta, e non riesco a comprarti un anello decente.
    Marge: Qualsiasi anello va benissimo, se a darmelo sei tu! [Homer prende dal sacchetto un anello di cipolla]
    Homer [mettendole l’anello di cipolla al dito]: Marge, pour vous
    Marge: Ti dispiace se ora me lo tolgo? L’olio mi sta ustionando il dito…
    Homer: Oh, certo.
  • Marge: Homer, ma lo sai perché ti ho sposato?
    Homer: Perché ti ho messo incinta?
    Marge: No… perché ti amo.
  • Homer [cercando di farsi assumere alla centrale nucleare]: Be’, mi stia a sentire, signor pezzente. Se cerca il tipo di dipendente che accetta ogni abuso e non sostiene mai i propri diritti! Io sono l’uomo che fa per lei!! Può trattarmi come spazzatura e io continuerei a leccarle i sederino e a chiamarlo gelato, e se la cosa non le piace: posso cambiare!
    […]
    Burns: Mi piace il suo atteggiamento: altezzoso, nonché smidollato!
    Smithers: Ma quest’uomo non ha nemmeno superato il test attitudinale! Non rischiamo, signor Burns…
    Burns: Non mi interessa! Non sono rimasto tanto impressionato da quanto posai gli occhi su un giovane leccapiedi di nome Waylon Smithers…
    Homer: Intende dire…?
    Burns: Benvenuto a bordo, figliolo.
    Homer: Ho ottenuto il lavoro?! Ho ottenuto il lavoro?!  Evviva! Solo in America potevo ottenere un lavoro!
    Burns: Chi era quella testa calda, Smithers?
    Smithers: Homer Simpson, signore.
    Burns: Simpson, eh? Me lo ricorderò questo nome…
  • Homer: Marge, Marge, dove è il bambino?
    Patty: Proprio dove l’hai lasciato!
    Homer: Stai zitta!
    Patty: Oh, senti, ciccione!
    Homer: No, tu senti! Questa è mia moglie, questo è mio figlio, sono io che pagherò per questo parto, perciò se volete restare vi conviene mostrarmi un pizzico di rispetto!
    Marge: Papi, questo significa…
    Homer: Incominciando da domani sono un tecnico nucleare!
    Dr. Hibbert: Santo Dio!
    Homer: E domani mattina ti ricomprerò l’anello. Poi, andrò in cerca di una casa.
    Marge: Ma il tuo lavoro non comincia domani?
    Homer: Oh, qualcuno mi coprirà…
  • Marge: Homer, è bellissimo…
    Homer: Ehi, per me basta che ha otto dita alle mani e otto dita ai piedi, per me va benissimo. Ah, Bart, l’angioletto di papà…
    [Bart prende un accendino e dà fuoco alla cravatta di Homer, che poi spegne in una brocca di acqua]
    Homer: Brutto nanerottolo, l’hai fatto apposta!
    Marge: Come è possibile? Ha solo dieci minuti di vita…
  • Homer [a Bart]: Sai ragazzo, il giorno che sei nato ho ricevuto il più bel dono che un uomo possa ricevere… [a Lisa e Maggie] con il passare degli anni vostra madre ed io abbiamo ricevuto altri due doni preziosi e non passa giorno che non ringraziamo il Signore per voi tre.
    Marge [entrando in casa, entusiasta]: Homer, non sono incinta!
    Homer: Magnifico, Marge! Mondiale!
    Marge: Evviva!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 13, Radio Bart

Non scolpirò statuine degli dei. (Frase alla lavagna)

Sapete, ho fatto un sacco di cose cattive in questi anni. Pare che ora io ne stia pagando il prezzo. Ma ci sono talmente tante cose che non avrò mai l’occasione di fare: fumare una sigaretta, usare un documento falso, rasarmi una parolaccia sui capelli… (Bart)

Dialoghi:

  • Kent: Perciò, a quanto pare, siamo stati tutti vittime di una crudele beffa condotta da un teppistello di dieci anni. È giunto il momento di puntare il dito – e tutti sono d’accordo – contro i genitori del ragazzo!
    Homer: Non è colpa nostra! Noi non lo volevamo il ragazzo, è stato un incidente!
    Marge: Homer!
    Homer: Eh… Ehm… potrebbe tagliare l’ultimo pezzo, scusi?
    Kent: Signor Simpson, siamo in diretta da costa a costa.
    Homer: Cacchio!
  • Marge: Sting, non è stanco? Forse dovrebbe riposarsi.
    Sting: Non quando uno dei miei ammiratori ha bisogno di me.
    Marge: A dire il vero non credo di aver mai sentito Bart mettere uno dei suoi album.
    Homer: Shh! È bravissimo a scavare.

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 14, Lisa l’indovina

Un sorso di birra spegnerà l’incendio! (Homer)

E con i suoi pronostici abbiamo l’uomo che ci azzecca il 52% delle volte: Fico Jimmy Apollo! (Giornalista sportivo)

Bar Boe, dove la ciotola delle noccioline viene rinforzata ogni ora! (Boe) 

Guarda papi, ho riprodotto un appartamento in miniatura per la mia bambola Malibù Stacy: questa è la cucina, qui è dove stampa il suo bollettino femminista settimanale… (Lisa)

Be’, gente, quando ci azzecchi il 52% delle volte… ti sbagli il 48% delle volte… (Fico Jimmy Apollo, l’uomo dei pronostici sportivi) 

Vuoi un po’ di questi, vero? [fa frusciare delle banconote] Be’, devi sapere chi saranno i vincitori ed io conosco i vincitori! Telefona subito! Ah-ah! Cinque dollari al primo minuto e due per ogni minuto in più! (Spot pubblicitario della hotline del coach)

Hai… raggiunto… il contatto… della linea calda… Per la partita del Miami contro Cin… cin… na… ti… dobbiamo prendere in considerazione molte cose… il vento… sta soffiando… da ovest… a cinque… nodi… (Linea calda per pronostici sportivi)

La biblioteca. Un posto fico. The library. The hip place to be. (Striscione in biblioteca)

…e quando il dottore ha detto che non avevo più i vermi quella è stata la giornata più bella della mia vita. (Ralph)

Uh, un profumo! Versatilità di Meryl Streep! (Marge)

Ogni nota è come una pugnalata al cuore… (Homer)

Ogni domenica è una super domenica. Every sunday is super sunday (Scritta sul cartello della Chiesa presbiteriana di Springfield)

Dialoghi:

  • Lisa: Perché papà non si interessa mai delle cose che faccio?
    Marge: Be’… Ma tu ti interessi mai delle cose che fa lui?
    Lisa: No… Una volta facevamo a gara a chi ruttava più forte, ma ora sono cresciuta.
    Marge: Se vuoi avvicinarti a lui devi essere tu a colmare questa lacuna. Io lo faccio sempre: fingo di provare interesse nel guardare gli attrezzi elettrici, nell’andare a vedere quegli sciocchi film pieni di inseguimenti e… e in altre cose di cui ti parlerò quando sari più grande…
  • Homer: Vedi, Lisa. Boe, l’amico di papà, ha promesso di dargli cinquanta dollari se i Dolphin vincevano la partita.
    Lisa: Vuoi dire che hai scommesso?
    Homer: Be’, non la chiamerei proprio una scommessa… è una cosettina che fanno i papà per rendere il football più eccitante.
    Lisa: Cosa potrebbe essere più eccitante del barbaro balletto del football professionale?
    Homer: Be’, sai… a te piace il gelato, vero?
    Lisa [annuendo]: Mh-mh.
    Homer: E non ti piace di più il gelato quando è ricoperto di cioccolato caldo? E una montagna di panna montata? E nocciole tritate e… una spolverata di quella roba tipo biscotti sbriciolati? [espressione di pura libidine] Mmm… roba tipo biscotti sbriciolati…
    Lisa: Allora il gioco d’azzardo rende ciò che è buono ancora più buono?
    Homer: Proprio così!
  • Homer: […] vedi, Lisa, tua madre ha questa strana idea che giocare d’azzardo sia sbagliatino, anche se nella Bibbia dice che va bene.
    Lisa: Davvero? Dove?
    Homer: Ehm… da qualche parte verso la fine…
  • Marco: Buonasera, sono Marco, sarò il vostro cameriere…
    Homer: Buonasera, sono Homer, sono il vostro cliente!
  • Homer: Figliolo, so che il tuo regalo ti farà impazzire.
    Voce registrata: “Sta’ zitto!” “Sta zitto!” “Non rompere!” “Sta zitto!” “All’inferno!” “All’inferno!”
    Bart: Papà, ti giuro che non mi stancherò mai di questa meraviglia.
  • Lisa da adulta: Questo me l’ha comprato il mio terzo marito. Te lo do in cambio di qualche fiche.
    Croupier: Sicura, signora?
    Lisa da adulta: Non dirmi cosa devo fare, figliolo! Gioco dall’età di otto anni e impegno gioielli dall’età di dodici! Adesso dammi qualche fiche!
  • Reverendo Lovejoy: Sono felice di vedere che almeno qualcuno ha resistito al magnetismo della grande partita.
    Fedele: Oh mio Dio! La partita! [corre via]

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 15, Homer da solo

Non sculaccerò gli altri. (Frase alla lavagna)

Non ho alcuna intenzione di pulirlo! [pausa] Ma chi prendo in giro? (Marge)

Maggie, quando sarai grande potrai succhiare il ciuccio tutto il tempo che vorrai. (Marge)

Sono come delle foche ammaestrate. Lancia loro un pesce e guarda come sbattono le pinne. (Sindaco Quimby, parlando degli elettori)

Molti anni or sono degli esploratori spagnoli scoprirono un piccolo angolo di paradiso nascosto tra le montagne di Springfield. Lo chiamarono rancho Relaxo e si chiama ancora oggi così. A Springfield è l’unica stazione termale a due stelle. Nuotate, fatevi una partita a tennis oppure rimanete seduti a fissare il muro. A Rancho Relaxo siete voi i padroni. Ricordate, non si può scrivere “relaxo” senza “relax”. (Annunciatore)

State ascoltando KOMA. K.O.M.A. Musica leggera rilassante. È in arrivo una serie di canzoni sulle nuvole. (Annunciatore radiofonico)

Oh, salve e benvenuti a Rancho Relaxo! Io sono Troy McLure. Sicuramente vi ricordate di me in film come Oggi ammazziamo, domani moriamo e Gladys, il mulo fico… Ma oggi mi vedrete nella mia più grande interpretazione La vostra video guida turistica a Rancho Relaxo. (Troy mcLure) 

Pollo fritto di Shakespeare! Ordinatelo oggi stesso! (Spot televisivo)

Dormi ben, mio tesor, | che il Natale tuo sia d’or. Buonanotte, mia costoletta di maiale. (Homer, cantando una ninna nanna a Maggie)

Ma ricordate, non possiamo dirvi come dovete divertirvi. Siete voi che dovete dirlo a noi. Come dissi a Dolores Montenegro in A tutte le automobiline… “Fallo a modo tuo, pupa!” (Troy McLure)

“Stammi a sentire, Marge: Maggie era molto giovane e non è che le eravamo poi così attaccati…” No… “Marge, non è strana la vita? Un giorno sono neonati e quando prima te lo aspetti sono già andati via!” (Homer)

Dialoghi:

  • Marge: Grazie per aver accettato di prendervi i bambini mentre sono via.
    Selma: Non preoccuparti.
    Patty: Abbiamo sei mesi di congedo per maternità che non sfrutteremo mai.
  • Bart: Ho paura, Lisa!
    Lisa: Tu credi di conoscere la paura? Be’, io le ho viste nude!
  • Barney: Guarda-guarda! Il piccolo Bart! Ti ricordi di zio Barney? Ehi, Homer, lasciamelo tenere.
    Homer: D’accordo, però fa’ attenzione.
    Barney [prendendo in braccio Maggie]: Oh, no! Qualcuno puzza che ancora… [si annusa l’ascella] Oh, sono io!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 16, Bart l’amante

Non si preoccupi per i suoi pesciolini, cara donzella. Sono diretti in un posto migliore. [si sente il rumore dello sciacquone] (Willie)

“1 + 1 fa 2? Maestra di 4^ elementare divorziata recentemente desidera incontrare uomo di mezza età dai 18 ai 60. Scopo: Salvami. Scrivere a Edna K, casella postale 402.” (Bart)

“Cara Edna, non ho mai risposto a un’inserzione prima d’ora, ma ho trovato la tua irresistibile. Il mio nome è Woodrow. Mi piace tenersi per mano e cenare a lume di candela …ah, dimenticavo: odio gli yo-yo.” (Voce fuori campo)

Niente lettura della Bibbia per te stasera! (Ned Flanders, punendo Todd)

Dannato Flanders! (Reverendo Lovejoy)

Una volta guardava Davey and Goliath, ma secondo lui l’idea di cane parlante era blasfema. (Maude)

“Forse è la birra che parla, Marge… ma tu hai un popò di popò che non stanca mai. Qui hanno delle ciambelline gelate che sono un [scritte incomprensibili] …cinque dollari?! Ma siete matti?!” (Homer)

“Cara Edna, la tua foto mi ha tolto il fiato. Il tuo è davvero un didietro che non stanca mai. Ieri mattina l’ho attaccata nel mio garage perché mi ispirassi mentre cambiavo le candele.” (Voce fuori campo) 

Quando mio padre lasciò la marina imprecava a tutto spiano. Gli è quasi costato il lavoro come fotografo per bambini. Così mia madre mise in cucina il dindarolo della parolaccia: ogni volta che lui imprecava doveva metterci un quarto di dollaro. (Marge)

L’auto-perfezionamento è sempre stata la mia passione. (Homer)

“Caro Woodrow, è giunto il momento di incontrarci. Perché non andiamo fuori a cena e dopo nel mio appartamento a gustarci una cosetta fatta in casa? Affamatamente tua, Edna.” (Edna)

“Quando leggo le tue lettere sento come se tu fossi qui a guardarmi” [A Bart] Bart, abbassa gli occhi! (Edna)

“Edna, ogni secondo che ci separa dal nostro incontro mi trafigge come mille aghi. Vediamoci al Tartufo Dorato questo sabato alle 20. Forse potremmo emozionarci fino all’estasi. Sessualmente tuo, Woody.” (voce fuori campo)

Bart, tu sei la cosa che più si avvicina ad un uomo nella mia vita e questo è talmente deprimente che credo scoppierò in lacrime. (Edna)

Oh, perbacco-bacconcino, s’è rotta! Oh, per dindirindina dovrò farmi un’anti-tetanichina! (Homer)

Bart, questa è la tua maestra?! Devo cominciare ad andare alle riunioni dei genitori! Arr… (Homer, vedendo una foto osè di Edna)

Le lettere d’amore toccanti sono la mia specialità. “Cara pupa, benvenuta nel “Club scaricati”. Numero membri: tu!” (Homer)

Tre semplicissime parole: “sono un gay”. (Homer)

“Carissima Edna, debbo lasciarti. Il perché? Non posso dirlo. Per dove? Non puoi saperlo. Come ci arriverò? Non l’ho ancora deciso. Ma una sola cosa posso dirti: ogni volta che sentirò soffiare il vento esso bisbiglierà il nome…”Edna”. Con un amore che echeggerà attraverso i secoli, Woodrow.” (Voce fuori campo)

Dialoghi:

  • Apu: Signora Krabappel, non ho visto lei da quando abbiamo raddoppiato i prezzi. Insegna ancora?
    Edna: Vediamo …Almeno per un altro giorno.
  • Homer: Quanto prima potrò mollare il mio lavoro e vivere alle spalle del ragazzo!
    Marge: Cosa?! Dimmi il nome di una sola persona che si è arricchita giocando con lo yo-yo!
    Cervello di Homer: Donald Trump? No… Aristotele Onassis? No… Bill Cosby? No…
    Homer: D’oh!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 17, Homer alla battuta

Non mirerò alla testa. Alle spalle sì! (Frase alla lavagna)

Ed ora vorrei presentarvi i nuovi membri della nostra grande famiglia: il nostro nuovo addetto alla sorveglianza Roger Clemens, il nuovo custode Wade Boggs, il nuovo cassiere alla mensa Ken Griffey, Jr., il nostro nuovo… ah, be’, ci inventeremo degli incarichi anche per loro… diamo il benvenuto a Steve Sax, Don Mattingly, Darryl Strawberry, Ozzie Smith, Mike Scioscia e José Canseco! (Burns)

Smithers, massaggiami il cervello! (Signor Burns)

Be’ il signor Burns ce l’ha fatta. | La centrale nucleare ha vinto, | con Roger Clemens che chiocciava sempre, | la tragica malattia di Mike Socscia ci ha fatto sorridere, | mentre Wade Boggs giaceva svenuto sul pavimento del bar. | Stiamo parlando di softball, | dal Maine a San Diego, | parlando di softball. | Mattingly e Canseco, | la grottescamente gonfia mascella di Ken Griffey | Steve Sax e il suo incontro con la legge. | Stiamo parlando di Homer, Ozzie e Straw.
Well, Mr. Burns had done it. | The Power Plant had won it, | With Roger Clemens clucking all the while, | Mike Scioscia’s tragic illness made us smile, | while Wade Boggs lay unconscious on the bar-room tile. | We’re talkin’ softball, | from Maine to San Diego, | talkin’ softball. | Mattingly and Canseco, | Ken Griffey’s grotesquely swollen jaw, | Steve Sax and his run-in with the law. | We’re talkin’ Homer, Ozzie and the Straw. (Canzone durante i titoli di coda)

Dialoghi:

  • Homer: Date un’occhiata qui, ragazzi: la mia mazza magica!
    Carl: Sarebbe quella?!
    Lenny: Be’, sì, anch’io ho una mazza magica!
    Carl: E io un sospensorio stregato!
  • Bart: Sei tu quello che mi ha detto che posso riuscire in qualsiasi cosa basta che mi impegni!
    Homer: Be’, ora sei un po’ più grande e posso finalmente dirti che è una cacchiata! Per quanto tu possa essere bravo in una cosa ci sono sempre circa un milione di persone che sono più brave di te!
    Bart: Afferrato. Impossibile vincere? Non tentare!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 18, Vocazioni diverse

Non vomiterò a meno che non mi senta male. (Frase alla lavagna)

Qualcuno potrebbe scoprire una vocazione nuova mai immaginata, un altro potrebbe rendersi conto che la vita è ingiusta. Pur avendo conseguito un master ad Harvard, potreste fare la baby-sitter ad un mucchio di mostriciattoli, mentre vostro marito sta nudo su una spiaggia con la vostra consulente matrimoniale. (Edna Caprapall)

Io diventerò una famosa musicista jazz. Ho già calcolato tutto. Non sarò apprezzata nel mio paese, ma il mio stile blues viscerale elettrizzerà i francesi. Eviterò gli orrori della droga ma avrò varie storie d’amore focose. Forse morirò giovane, forse no, non l’ho ancora deciso. (Lisa)

Non metterò in mostra l’ignoranza dei docenti. (Frase alla lavagna, durante l’episodio)

Dialoghi:

  • Marge: Crede che la piccola abbia talento?
    Musicista: Sicuro.
    Marge: Crede che un giorno potrebbe diventare una professionista?
    Musicista: Oh, buon Dio, no!
    Lisa: Ma farò pratica tutti i giorni!
    Musicista: Senti, sarò sincero con te, Lisa. E quando dico “sincero” intendo che taglierò le gambe. Tu hai ereditato un difetto conosciuto come dita tozze. Di solito si acquisisce da parte del padre.
    [Inquadratura su Homer, sul divano, che fa cadere la lattina di birra dalle mani]
    Homer: D’oh! Stupide dita!
    Lisa: Si sbaglia, si sbaglia! Non servono dita affusolate per suonare il blues! Il blues viene da qui dentro! [mentre porta la mano al petto osserva le dita] Mio Dio, ce le ho proprio tozze.
  • Bart: Allora, vi piace fare i poliziotti?
    Lou: È fantastico: puoi passare col rosso, parcheggiare dove ti pare, una vasta gamma di pupe…
    Eddie: E quando torni a casa la sera sai che hai contribuito a rendere giustizia.
  • Marge: I voti di Bart sono un tantino migliorati questo trimestre, ma quelli di Lisa sono sprofondati.
    Homer: Oh, a noi tocca avere sempre un figlio bravo e un figlio ciuccio? Ma perché non possono essere bravi entrambi?!
    Marge: Abbiamo tre figli, Homer!
    Homer: Marge, il cane non conta come figlio!
    Marge: No! Maggie!
    Homer: Oh, già!
  • Lisa: Ma perché ti sei addossato la colpa?
    Bart: Perché non volevo che tu ti rovinassi la vita! Hai cervello e talento per realizzare quello che vuoi. E una volta realizzato io sarò lì pronto a chiederti un prestito.
    Lisa: Oh, Babi..

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 19, Morire come un cane

Non ho visto niente di strano nella sala dei professori. (Frase alla lavagna)

Il lotto di stato. Dove vincono tutti. L’effettiva probabilità di vincita è di una su 380 milioni. (Spot pubblicitario)

L’intero stato è improvvisamente in preda alla febbre del lotto e Spingfield non fa eccezione. Infatti ogni copia de Il lotto di Shirley Jackson è stato preso in prestito dalla biblioteca pubblica di Springfield. Naturalmente il volume non contiene alcun cenno su come vincere al lotto, piuttosto è un racconto agghiacciante sul conformismo impazzito.  (Kent Brockman)

Amo gli animali. Trascorro la mia vita salvandoli ed essi non possono ringraziarmi. Ma i pappagalli sì! (Veterinario)

Nessun cane è stato maltrattato nella realizzazione di questo episodio. Un gatto si è sentito male e qualcuno ha sparato ad un’anatra. Tutto qui.
No dogs were harmed in the filming of this episode. A cat got sick and somebody shot a duck, but that’s it. (Scritta in sovrimpressione alla fine dell’episodio)

Dialoghi:

  • Smithers: I cani piacciono alla gente, signore.
    Burns: Sciocchezze. I cani sono idioti! Pensaci Smithers, se io venissi a casa tua e cominciassi ad annusare le tue parti basse e sbrodolarti sulla faccia, tu cosa diresti?
    Smithers: Se lo facesse lei…?
  • Kent Brockman [al telegiornale]: Sì, sono tornato. Kent Brockman non è il tipo d’uomo che lascerebbe un lavoro da cinquecento mila dollari l’anno solo perché ha vinto al lotto. Ehi, io sono un giornalista!
    Homer: Avrà pure un sacco di soldi quello lì, ma c’è una cosa che sono sicuro che non può comprare.
    Marge: E quale sarebbe?
    Homer: Un dinosauro!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 20, Il colonnello Homer

Non dirigerò delle finte esercitazioni antincendio. (Frase alla lavagna)

Se non guardi la violenza non ti desensibilizzerai mai ad essa. (Bart)

La musica country è una palla. Non fa altro che togliere spazio prezioso ai DJ metallari la cui crudeltà e profanità sollazza tutti noi. (Bart)

Homer, sei un grosso sacchettone di zucchero. (Lurleen Lumpkin)

Marge, bisogna essere in due per mentire: uno che mente e l’altro che sente. (Homer)

Dialoghi:

  • Marge: Ma chi è questa donna?
    Homer: Al momento è una cameriera da cocktail disoccupata, ma diventerà una superstar della musica country come… ehm… quel deficiente con il cappello da cowboy… e quella tizia morta!
  • Lurleen: Senti Homer, voglio che d’ora in poi mi fai da manager.
    Homer: Sul serio? Guarda che io non sono un granché con le cifre.
    Lurleen: Fa niente.
    Homer: Prendo un mucchio di decisioni stupide…
    Lurleen: Nessuno è perfetto.
    Homer: … Andavo male a scuola…
    Lurleen: …e io che non ci andavo!
    Homer: La mia igiene personale è stata descritta come…
    Lurleen: Senti Homer, Homer, sarai un manager perfetto.
  • Agente della Grido Ribelle Records: Vorrei acquistare il contratto di Lurleen.
    Homer: Niente da fare amico, non mi chiamano mica “Colonnello Homer” perché sono un deficiente dell’esercito!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 21, Il vedovo nero

I rumori buffi non sono buffi. (Frase alla lavagna)

Ehi, ciucciati lo stegosauro, amico! (Dinosauro parlante)

Se avessi voluto ucciderti ti avrei tirato il collo come una gallina appena varcata questa soglia… Ma poi che razza di ospite sarei stato? (Telespalla Bob)

Torniamo al ventisettesimo Telethon annuale per chi soffre di mal d’auto. (Annunciatore televisivo)

Un tizio entra in un bar e tira fuori un piccolissimo pianoforte e un pianista alto trenta centimetri.. .Oh, aspetta non la posso raccontare questa! (Krusty)

Ah, fuoco! Flagello di Prometeo, progenitore della carne alla brace, annientatore del legno secco! (Telespalla Bob)

[In seguito a un rapporto intimo con Selma] Anche l’omicidio ha i suoi aspetti negativi! (Telespalla Bob)

Dialoghi:

  • Telespalla Bob: Selma, ti dispiacerebbe se facessi qualcosa di azzardato e scioccante dinnanzi alla tua famiglia?
    Selma [porgendo le labbra]: Va bene, però niente lingua.
    Telespalla Bob: Per quanto baciarti sia come baciare un divino posacenere, non intendevo questo. Selma, vuoi tu sposarmi?
    Bart: Non essere sciocca, zia Selma! Quell’uomo è feccia!
    Selma: Allora chiamami Signora Feccia!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 22, Lo show di Otto

Non farò roteare la tartaruga. (Frase alla lavagna)

Figliolo, alcuni dei miei momenti più belli li ho passati sul sedile posteriore di una macchina… De-hi-hi-ho! [immagina di quando da giovane mangiava in auto] (Homer)

Questa sera una città piange. Per la prima volta un campo da hockey si trasforma in un’arena di violenza dopo un concerto degli Spinal Tap. […] Naturalmente sarebbe sbagliato supporre che questo genere di disordine sia nato con il rock ‘n’ roll. Dopotutto ci furono delle risse alla prima de Il flauto magico di Mozart. Perciò qual è la risposta? Bandire la musica? Secondo l’opinione del sottoscritto la risposta sfortunatamente è “sì”! (Kent Brockman)

Uè! Flebati il morale, funghetto! (Otto)

Ave all’autista, all’autista all’autista. | Ave all’autista, all’autista del pulmin. | Beve e impreca, è una vera ciofeca. | Ave all’autista, all’autista del pulmin. (Bambini e Skinner)

Se qualcosa è troppo difficile da fare, non vale la pena farla. (Homer)

Dialoghi:

  • Bill di KBBL Radio: Ragazzi, sparerò una parola che vi ha perseguitato per tutta la vostra carriera: “falliti”. Eppure eccovi qui, tra i Top 105. Qual è il vostro segreto?
    Michael McKean/David St. Hubbins: Be’, dopo la caduta del muro di Berlino i nostri dischi sono stati venduti anche nella parte squallida della cortina di ferro. E questo ci ha dato una spinta.
    Christopher Guest/Nigel Tufnel: Siamo molto famosi in Bulgaria. E come si chiama quell’altra “-ria”?
    Michael McKean/David St. Hubbins: Ungheria.
    Christopher Guest/Nigel Tufnel: Sì, quella lì.
    Harry Shearer/Derek Smalls: Non mi viene in mente nessuno che abbia beneficiato più di noi della caduta del comunismo. E a te?
    Christopher Guest/Nigel Tufnel: Be’, forse la gente che vive nei paesi comunisti.
    Harry Shearer/Derek Smalls: Ah, già. Non ci avevo pensato. Scommetto che hai ragione.
  • Christopher Guest/Nigel Tufnel: Noi pensavamo sapessero roccheggiare a Shelbyville…
    Harry Shearer/Derek Smalls: Ma nessuno rocckeggia come… Springfield!
  • Otto: Sfido chiunque a battere il mio record: quindici incidenti al mio attivo e non una vittima che si sia lamentata!
    Lou: Pregasi esibire la patente.
    Otto: Niente da fare. Mai presa una. Ma se volete una prova della mia identità ho scritto il mio nome qui sulle mutande. [si controlla le mutande] Oh, che grigia! …queste non sono mie!
    Skinner: Questa è l’ultima goccia! Finché non prenderai la patente e indosserai le tue mutande sarai sospeso!
  • Ralph: Pigia la frizione e parte lo sciaquone. | Ave all’au…
    Skinner: Sta’ zitto!
  • Otto: Vi prego, non ho altro posto dove andare! Tenetemi con voi!
    Homer: Niente da fare. Quella battuta non ha funzionato per mio padre e non funzionerà per te.
  • Homer: Ehi, vuoi darci un taglio? Non riesco a sentirmi pensare!
    Cervello di Homer: Voglio delle noccioline.
    Homer: Così va meglio!
  • Marge: Caspiterina, noi siamo l’unica famiglia che ha.
    Homer: Chi se ne frega! Questo non è Happy Days, e lui non è Fonzie! Capito?
    Otto: Uè, signor Esse!
    Homer: Senti brutto intasalavandini, pappone dell’ultimo biscotto, scroccone ricevente telefonate a mio carico, ti voglio vedere fuori da casa mia!
  • Bart: Puoi farcela Otto, sei l’adulto più fico che conosca!
    Otto: Wow, non sono mai stato chiamato “adulto” prima d’ora. …Sono stato processato come adulto!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 23, L’amico di Bart s’innamora

Non farò schioccare i reggiseni. (Frase alla lavagna)

Ragazzi, per spiegare perché presto i vostri ormoni faranno di voi un facile bersaglio per ogni Don Giovanni dalla sdolcinata parlantina e jeans attillati, vi mostrerò un breve filmato di educazione sessuale. Ezechiele e Ismaele, voi siete esonerati come da richiesta dei vostri genitori, uscite nel corridoio e pregate. (Edna)

E ora che sapete bene come si fa… non fatelo! (Troy McLure, video di educazione sessuale “Guida di coniglietto batuffoletto a tu sai cosa” “Fuzzy Bunny’s Guide to You Know What”)

Buonasera. Sapevate che trentaquattro milioni di adulti americani sono obesi? Tutto insieme quell’eccesso di ciccia potrebbe riempire per due quinti il Grand Canyon. Forse questa cifra non vi sbalordirà, ma tenete in mente che un Canyon è davvero molto grande. […] Gli americani sono cresciuti con l’immagine dell’uomo grasso dal viso rubicondo: Dom DeLuise, Alfred Hitchcock e naturalmente Babbo Natale. Ma nella vita reale Babbo Natale soffrirebbe di calcoli alla cistifellea, ipertensione, impotenza e diabete! (Kent Brockman, puntata del programma televisivo Linea sagace)

Vorrei tanto non avessero inventato il formaggio fritto! (Marge, In una fantasia di Lisa, al funerale di Homer)

Questa rivista dice che puoi dimagrire attraverso l’insegnamento subliminale. Ossia, a tua insaputa un’idea viene improvvisamente inculcata nella tua mente. […] Ti spediranno una cassetta di musica New Age da ascoltare mentre dormi e un potente messaggio imporrà al tuo cervello di mangiare meno! (Lisa)

La mia capienza gastronomica non conosce sazietà. (Homer)

Nessuno più di me è impopolare con le signorine quanto con i signorini! (Martin Prince)

Sai Milhouse, è meglio aver amato e poi perduto… eccetera, eccetera, eccetera… andiamo in sala giochi? (Bart)

Ehi, Samantha, mi dispiace di averti fatto sbattere nella casa dei pinguini. (Bart)

Meglio di no. Sono cinquanta rosari ogni bacio! (Samantha Puzzatta, al collegio di suore)

Dialoghi:

  • Nelson: Signora Caprapall, some mai lei non vive insieme al signor Caprapall?
    Edna: Perché il Signor Caprapall ha seguito anche lui una morbidina giù in una tana di coniglio.
    Samantha Puzzatta: Come facciamo a sapere quando siamo innamorati?
    Edna: Oh, la maggior parte di voi non si innamorerà mai. Si sposerà per paura di morire da soli!
  • Lisa: Papino, che faresti se ti dicessi che potresti dimagrire senza diete e senza alzare un dito?
    Homer: Direi che sei una canaglia bugiarda! Perché, tesoro?
  • Marge: Ma funzionerà quella cassetta? Stasera hai mangiato tre dessert.
    Homer: “Perseveranza” è la parola d’ordine. Quel triumvirato di brioches ha semplicemente seppellito il mio proponimento.
    Marge: Sai papino, c’è un’altra cosa di cui volevo parlarti.
    Homer: Taci, taci, o soave Marge. Perché qui nel boudoir il buongustaio si metamorfizza nel voluttuoso!
    Marge: In nome di Dio, di che caspiterina stai parlando?!
  • Bart: Ehi, mi è venuta un’idea. Perché non andiamo tutti è tre a sputare sulla macchina del direttore?
    Milhouse: Senti Bart, devo dirti la verità, non mi sento ancora pronto per un menagé a trois.
    Bart: Ah, bene. Sono stufo di vedere voi due fare la lotta libera con le labbra. C’è una marea di altri modi per essere schifato in questa città.
  • Lisa: Papi, Papi, sai che giorno è oggi?
    Homer: L’equinozio di primavera?
    Lisa: No, è il quattordicesimo giorno che hai ricevuto la cassetta per dimagrire. Dobbiamo metterti sulla bilancia!
    [Vanno in bagno e Homer si mette sulla bilancia]
    Lisa: Ma pa’, sei aumentato di sei chili.
    Homer: Ciarlatani in malafede con i loro cavilli subliminali! Vadano in malora!
  • Lisa: Ehi Babi, secondo questa rivista tra un milione di anni l’uomo avrà un dito in più.
    Bart: Cinque dita? Bleah, lo show dei mostri!
    Milhouse: Bart, non voglio che mi vedi piangere.
    Bart: Piangi quando ti sbucci il ginocchio, piangi quando ti finisce il latte al cioccolato, piangi quando fai la divisione e ti rimane il resto…
  • Homer: Marge, dov’è quell’aggeggio di metallo che si usa per… scavare… il cibo?
    Marge: Intendi un cucchiaio?

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 24, Fratello, avresti da darmi due soldi?

Non simulerò convulsioni. (Frase alla lavagna)
I Simpson terza stagione citazioni e dialoghi
I Simpson terza stagione citazioni e dialoghi
I Simpson terza stagione citazioni e dialoghi
I Simpson terza stagione citazioni e dialoghi
I Simpson terza stagione citazioni e dialoghi

I Simpson citazioni e dialoghi (prima e seconda stagione) — Link articolo
I Simpson citazioni e dialoghi (quarta stagione) — Link articolo
I Simpson citazioni e dialoghi (quinta stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (sesta stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (settima stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (ottava stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (nona stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (decima stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (undicesima stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (dodicesima stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (tredicesima stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (quattordicesima stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (quindicesima stagione)

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghi

Alien: Covenant

Alien: Covenant

Alien: Covenant, il ritorno degli xenomorfi

Alien Covenant Ridley Scott, Michael Fassbender, Katherine Waterston, Billy Crudup, Danny McBride, Callie Hernandez, Carmen EjogoAlien: Covenant, diretto da Ridley Scott, è il secondo episodio della trilogia di prequel di Alien (1979) iniziata nel 2012 con Prometheus.

Siamo nel il 2104, dieci anni dopo che il malvagio androide David e l’archeologa Elizabeth Shaw sono partiti verso il pianeta dei misteriosi creatori della vita sulla terra.

Alien: Covenant vede l’equipaggio dell’omonima nave stellare in viaggio verso una galassia che abbia condizioni favorevoli alla vita umana. La sua destinazione è il pianeta Origae-6 ed ospita 2000 coloni ibernati, alcuni embrioni ed infine l’equipaggio della nave.

Alien: Covenant Ridley Scott, Michael Fassbender, Katherine Waterston, Billy Crudup, Danny McBride, Demián Bichir, Carmen Ejogo 2Il sintetico Walter si trova ai comandi della enorme nave coloniale Covenant. Quando una tempesta di ioni  colpisce la nave, Walter, è costretto a svegliare l’equipaggio sette anni prima che si possa raggiungere la destinazione. Durante la riparazione dei danni causati dalla tempesta, la nave capta uno strano segnale proveniente da un pianeta distante solo qualche settimana di viaggio. Il pianeta in questione sembra avere delle condizioni perfette per la vita umana, è immerso nel verde, ricco d’acqua e sembra essere un paradiso inesplorato.

Alien: Covenant Ridley Scott, Michael Fassbender, Katherine Waterston, Billy Crudup, Danny McBride, Demián Bichir, Carmen Ejogo 4L’equipaggio decide di dirigersi su questo pianeta e su di esso fondare la nuova colonia umana, per evitare di tornare nelle capsule del sonno criogenico per i 7 anni necessari a raggiungere Origae-6.

Ma come è possibile che questo pianeta, più facile da raggiungere, non sia stato misteriosamente preso in considerazione per ospitare una nuova colonia umana?

Ridley Scott aveva promesso ai molti fan rimasti delusi da Prometheus che Alien: Covenant avrebbe avuto più sangue, Xenomorfi e un legame molto più profondo con la storica saga iniziata nel 1979.

Alien: Covenant Ridley Scott, Michael Fassbender, Katherine Waterston, Billy Crudup, Danny McBride, Demián Bichir, Carmen EjogoVi sono molti elementi che ricordano le dinamiche del primo Alien, pensate ad esempio al segnale radio o all’astronave abbandonata. C’è una protagonista femminile Daniels (la brava Katherine Waterston) che, pur con uno spessore minore, rievoca la leggendaria eroina Ellen Ripley interpretata da Sigourney Weaver. Vi sono molti altri elementi comuni, ma non possiamo farvi spoiler.

Dopo il discusso Prometheus Ridley Scott sceglie di riproporre in Alien: Covenant il mistero della creazione, in maniera però meno esasperata che nel precedente film. La pellicola infatti da questo punto di vista è una sorta di ibrido tra il misticismo di Prometheus e l’orrorifico essenzialismo di Alien.

Pensate al prologo filosofico di Alien: Covenant nel quale l’androide David e il suo creatore Peter Weyland discutono sul rapporto fra creatore e creato, una tematica cara a Prometheus.

Questo rapporto causerà in David una forte frustrazione ed un profondo risentimento nei confronti della razza umana che lo ha creato. Sentimenti che porteranno l’androide a desiderare di creare a sua volta la vita ed a compiere gesti atroci.

Gli androidi nella saga di Alien del resto hanno sempre rappresentato una costante minaccia per chi gli stava intorno, a causa della loro perenne inaffidabilità, non siamo mai stati in grado di capire se siano buoni o cattivi e David è perfetto nel mostrare questa loro intrinseca ambiguità. Un degno erede dei suoi predecessori insomma.

Alien: Covenant Ridley Scott, Michael Fassbender, Katherine Waterston, Billy Crudup, Danny McBride, Demián Bichir, Carmen Ejogo 5Alien: Covenant può contare su un ottimo cast, ma Michael Fassbender ruba la scena agli altri interpretando in maniera perfetta i due androidi David e Walter. L’attore si divide tra due personaggi apparentemente simili, ma molto diversi, sia nei pensieri che nelle azioni: Walter, un fedele servitore degli esseri umani e David, un genocida che crede di essere Dio.

I puristi forse storceranno il naso per alcuni dettagli della pellicola, come la tempistica dell’incubazione degli alieni, più veloce rispetto a quanto visto in Alien, il diverso aspetto dello Xenomorfo appena uscito dal corpo che lo ospita o il fatto che l’acido che l’alieno ha per sangue sembra meno devastante.

Alien: Covenant Ridley Scott, Michael Fassbender, Katherine Waterston, Billy Crudup, Danny McBride, Demián Bichir, Carmen Ejogo 10Un film dal forte impatto visivo, pensate alla scena dove gli esploratori della nave scoprono che sul pianeta è stato piantato del grano. A proposito di situazioni pregnanti, se avete visto il trailer di Alien: Covenant e vi state chiedendo se la scena di sesso nella doccia è efficace come sembra, la risposta è sì.

Alien: Covenant è un film carico di suspense che segna il ritorno in grande stile delle creature xenomorfe e finalmente si scopre qualcosa in più su di loro, non possiamo però anticiparvi troppo. Insomma, una ragione per andarlo a vedere subito.

Alien: Covenant Ridley Scott, Michael Fassbender, Katherine Waterston, Billy Crudup, Danny McBride, Demián Bichir, Carmen Ejogo Shower scene scena doccia nakedTitolo originale:  Alien: Covenant
Lingua originale: inglese
Paese di produzione: Stati Uniti d’America
Anno: 2017
Durata: 122 min
Dati tecnici: rapporto 2,35 : 1
Genere: azione, fantascienza, thriller, orrore
Regia: Ridley Scott
Soggetto: Jack Paglen, Michael Green
Sceneggiatura: John Logan, Dante Harper
Produttore: Ridley Scott, Mark Huffam, Michael Schaefer, David Giler, Walter Hill
Casa di produzione: Brandywine Productions, Scott Free Productions
Distribuzione (Italia): 20th Century Fox
Fotografia: Dariusz Wolski
Montaggio: Pietro Scalia
Effetti speciali: Dan Oliver
Musiche: Jed Kurzel
Scenografia: Chris Seagers
Costumi: Janty Yates
Trucco: Tess Natoli

Alien: Covenant Ridley Scott, Michael Fassbender, Katherine Waterston, Billy Crudup, Danny McBride, Demián Bichir, Carmen Ejogo 8Interpreti e personaggi:

Michael Fassbender: David / Walter
Katherine Waterston: Daniels
Billy Crudup: Christopher Oram
Danny McBride: Tennessee
Demián Bichir: Lope
Carmen Ejogo: Karima Oran
Amy Seimetz: Faris
Jussie Smollett: Ricks
Callie Hernandez: Upworth
Nathaniel Dean: Hallett
Alexander England: Ankor
Benjamin Rigby: Ledward
Tess Haubrich: Rosenthal
James Franco: Branson (non accreditato)

Trailer italiano Alien: Covenant: streaming youtube 1
Trailer in lingua originale: streaming youtube 2

Alien: Covenant Ridley Scott, Michael Fassbender, Katherine Waterston, Billy Crudup, Danny McBride, Demián Bichir, Carmen Ejogo 9Frasi e citazioni:

Questo è grano! Che probabilità ci sono di trovare colture umane così lontane dalla Terra?
Chi lo ha seminato?

Lo senti? Cosa? Il niente. Niente uccelli. Nessun animale. Niente.

Questo equipaggio è formato di coppie. E’ la prima missione di colonizzazione su larga scala. E tutti sulla Terra vi sono grati per il vostro duro lavoro e per il vostro coraggio. Stiamo facendo la storia. (Daniels)

La maestosità della creazione ora giace dinnanzi a noi. Sta a noi scoprirla. Potremo ammirare meraviglie finora inimmaginabili. (Christopher Oram)

Luca Miglietta

Alien: Covenant Ridley Scott, Michael Fassbender, Katherine Waterston, Billy Crudup, Danny McBride, Demián Bichir, Carmen Ejogo 7

Lost citazioni e dialoghi

Lost citazioni e dialoghi

Lost citazioni e dialoghi, l’opera che ha lanciato la mania delle serie tv

lost-james-sawyer-ford-juliet-burke-dharma Lost citazioni e dialoghiTitolo originale:  Lost
Paese:  Stati Uniti d’America
Anno:  2004–2010
Formato:  serie TV
Genere:  avventura, drammatico, fantascienza
Stagioni:  6
Episodi:  114
Durata:  40 min episodio
Lingua: originale  inglese
Caratteristiche tecniche:
Rapporto: 16:9
Risoluzione:  1080p
Audio:  Dolby Digital 5.1
Ideatori:  J.J. Abrams, Damon Lindelof, Jeffrey Lieber

lost-desmond-david-hume-penelope-widmore Lost citazioni e dialoghiStagione 1

Episodio 1, Pilota (prima parte)

Beh, la paura è una cosa strana. Durante il mio tirocinio, il mio primo intervento fu di chirurgia spinale su una ragazza, una sedicenne. Alla fine, dopo tredici ore, la stavo richiudendo e… le lacerai la dura madre che riveste il midollo spinale è pieno di terminazioni nervose. È una membrana sottilissima e, niente da fare, mi si ruppe. I nervi cominciarono a saltare fuori come se fossero capelli d’angelo. E il fluido spinale cominciò a colare. Il terrore fu improvviso, angosciante, e così vero. Ero cosciente di dover reagire. E presi una decisione. Che la paura facesse il suo corso, che si impadronisse di me, ma solo per cinque secondi tanti gliene concessi. E iniziai a contare 1, 2, 3, 4, 5. E mi passò. Tornai al lavoro la ricucii e tutto finì bene (Jack)

Certo scimmie, siamo sull’isola delle scimmie (Sawyer)

Episodio 2, Pilota (seconda parte)

Citazioni:

Vi prego, aiutatemi. Vi prego, venite a prendermi. Sono sola, ora. Sola… sull’isola. Vi prego, qualcuno venga. Gli altri sono morti. Li ha uccisi, li ha uccisi tutti. (messaggio radio francese tradotto da Shannon)

Gente con problemi? Noi? (Hugo “Hurley” Reyes)

Dialoghi:

  • Sayid: Sedici anni e cinque mesi, ho fatto il conto.
    Boone: Mi spieghi di che parli?
    Sayid: Delle iterazioni, è una richiesta di soccorso. Chiede aiuto, è un mayday. Se ho contato bene… viene trasmessa e ritrasmessa da sedici anni.
    Boone: Qualcun altro inchiodato qui?
    Kate: Li avranno salvati?
    Sawyer: Perché allora il messaggio gira ancora?
    Charlie: Ragazzi… dove siamo?

Episodio 4, La caccia

Hey, hey, non se ne vada, aspetti, lei non sa con chi ha a che fare. Non dica più che non posso farcela. Questo è destino, questo è il mio destino. Io devo esserci maledizione. Non ditemi che non lo posso fare. Non ditemi che non lo posso (Locke all’addetto dell’agenzia di viaggi)

Episodio 5, Il coniglio bianco

Citazioni:

I pazzi non pensano di diventare pazzi, casomai più sani. (Locke)

Io sono un uomo semplice, Jack, carne e patate, vivo nel mondo reale. Non credo molto nella magia. Ma questo posto è diverso. È speciale. (Locke a Jack)

Sono già sei giorni, e aspettiamo ancora. Aspettiamo che qualcuno venga. Ma se non venissero? Basta aspettare: ora dobbiamo cominciare ad affrontare la situazione. È morta una donna stamattina, mentre stava nuotando. Lui ha cercato di salvarla, e ora volete crocifiggerlo? Questa cosa non funziona. Se ognuno pensa a sé, qui va tutto a rotoli. È il momento di organizzarci, dobbiamo capire come sopravvivere qui. Ho trovato l’acqua, acqua dolce in quella valle. Ci porterò un gruppo quando sorge il sole. Se qualcuno non vuole venire, trovi un altro modo per rendersi utile. Una settimana fa eravamo estranei. Ma siamo tutti qui ora, e Dio solo sa per quanto ancora. Ma se non riusciamo a vivere insieme, moriremo da soli. (Jack)

Dialoghi:

  • Locke: Il tuo coniglio bianco è un’allucinazione? Probabile. Ma, se per tutto quello che ci è capitato qui, esistesse una ragione? Se la persona che insegui fosse davvero qui…
    Jack: È impossibile.
    Locke: D’accordo, lo è, ma diciamo di no.
    Jack: Che mi succede se la raggiungo?
    Locke: Non lo so. Ma io l’ho guardata negli occhi, quest’Isola, e quello che ho visto… È bellissimo.
  • Sawyer: Togliti che mi copri stecchino.
    Shannon: Cos’è un copristecchino?
    Sawyer: Copri virgola stecchino.

Episodio 11, Inseguimento

Citazioni:

Nessuno attraversa la giungla senza lasciare segni. (Locke)

Dialoghi:

  • Locke: Sayid ha parlato di altri.
    Jack: Sayid ha detto che non siamo soli.
    Locke: Semantica.

Episodio 12, Il mistero della valigetta

Citazioni:

È sottile la linea che separa la negazione dalla fede. (Rose)

  • Locke: Ti hanno visto prenderla? [un’accetta]
    Boone: No. Credo di no.
    Locke: Quale delle due?
    Boone: Scusa?
    Locke: “No” o “credo di no”?

Episodio 13, Ragione e sentimento

Ciatzioni:

Se c’è una persona su quest’isola che sono sicuro potrebbe salvarci tutti, quello è John Locke. (Charlie)

Dialoghi:

  • Locke: Ti ho regalato un’esperienza che reputo vitale per la tua sopravvivenza sull’isola.
    Boone: Non era vero!
    Locke: Lo era solo nella tua mente.
    Boone: Ho visto… L’ho vista morire.
    Locke: E cosa hai provato quando è morta?
    Boone: Ho provato… ho provato… ho provato sollievo. Ho provato sollievo!
    Locke: Sì. È ora di passare oltre.

Episodio 14, Speciale

Non puoi sentire tutto, Boone. Prima lo impari, meglio è. (Locke)

Episodio 15, Ritorno

  • Jack: Sai usare una pistola, o no?
    Sawyer: Conosco almeno un orso polare convinto di sì!

Episodio 16, Fuorilegge

Nelle ultime ore hai inseguito tracce di uccelli, Boone, o addirittura le tue tracce… insomma… tutto tranne il cinghiale. (Kate)

Perciò i Red Socks non vinceranno mai i World Series. (Christian e Jack)

Episodio 24, Esodo: parte 2

Sai cosa succede alla dinamite quando supera i 30°? Trasuda nitroglicerina! (Arzt)

Ehm… Coso… hai un po’ di Arzt addosso. (Hurley)

Episodio 25, Esodo: parte 3

Citazioni:

Boone è un sacrificio che l’isola ha preteso. (Locke)

Sopravvivere è solo un concetto relativo. (Locke)

Waaaaaaaaaaalt!!!! (Michael)

Dialoghi:

  • Locke: So perché noi due non siamo sempre dello stesso avviso, Jack. Perché tu sei un uomo di scienza.
    Jack: Sì. E tu che cosa sei?
    Locke: Io? Io sono un uomo di fede. Non crederai che tutto ciò sia accidentale? Che noi, un gruppo di sconosciuti, siamo sopravvissuti, molti poi solo con ferite superficiali. Credi che schiantarsi in questo luogo sia casuale? Non vedi che posto è? Siamo stati trascinati qui per uno scopo, tutti quanti. Jack, ognuno di noi è stato portato qui per una ragione.
    Jack: Portato… E chi sarebbe stato, John?
    Locke: L’isola. L’isola ci ha portati qui. Non è un luogo normale, te ne sarai accorto sicuramente. L’isola ha scelto anche te, Jack. È il destino.
  • Jack: Io non credo nel destino.
    Locke: Sì, invece. Solo che ancora non lo sai.
  • Michael: Era dal giorno che ti sei offerto di venire che me lo chiedevo. Perché uno che pensa solo a se stesso dovrebbe rischiare la vita per salvare quella degli altri? A mio avviso le risposte sono soltanto due: o tu sei un eroe o vuoi morire.
    Sawyer: Be’… non sono un eroe, Michael.

lost-kate-austen-james-sawyer-ford streaming

lost-hugo-hurley-reyes Lost citazioni e dialoghi streaming

Stagione 2

Episodio 1, Uomo di scienza, uomo di fede

Ecco vedi… la vita non è male, dai. Certo, gli Altri verranno a mangiarci tutti e ogni tanto uno di noi esplode e te lo ritrovi addosso ma… possiamo anche dormirci sopra. (Hurley)

Tempo fa, in un reparto psichiatrico, ho conosciuto un certo Leonard. Non gli mai sentito dire altri che questi numeri: 4, 8, 15, 16, 23, 42. Li ripeteva in continuazione, e mi sono rimassi impressi. Quando sono uscito, anzi, un paio di mesi dopo essere uscito stava comprando un burrito. E ho pensato: “giochiamo alla lotteria”. Avevo ancora quei sei numeri in testa, così li ho giocati. E ho vinto. 156 milioni di dollari. Da li è cominciato tutto: è morto mio nonno, la mia casa si è incendiata, sul fast-food in cui lavoravo è caduta una meteora… be’ in realtà un meteorite… (Hurley)

Ci vediamo in un’altra vita, fratello! (Desmond)

Dialoghi:

  • Sarah: Lei puzza.
    Jack: Be’ grazie.

Episodio 2, Alla deriva

Citazioni:

Sei tu lui? Sei tu lui? Che disse il pupazzo di neve all’altro pupazzo? (Desmond)

Dialoghi:

  • Sawyer: Ci hanno trovati perché ci stavano cercando. Volevano Walt!
    Michael: Non ti azzardare a pronunciare mai più il suo nome!
    Sawyer: Se no che mi fai? Ti metti a schizzarmi?

Episodio 3, Orientamento

  • Helen: Non verrai la settimana prossima, vero?
    Locke: No, Credo di no.
    Helen: Peccato… ho un debole per i calvi.
    Locke: Ma io non sono calvo.
    Helen: Posso aspettare!
  • Locke: Perché crederci ti è così difficile?
    Jack: E perché per te è così facile?
    Locke: Non è mai stato facile!

Episodio 4, Tutti odiano Hugo

Citazioni:

Abbiamo tutti un compito, Hugo. Il mio è convincere le persone a premere un tasto ogni 108 minuti senza chiedersi perché o per come. (Locke)

Dialoghi:

  • Hurley: Tu parli la mia lingua!
    Jin: No, tu parli la mia!
  • Kate: Ti sei addormentato?
    Hurley: No! Stavo solo… riposando gli occhi.
  • Ana-Lucia: Quando ti dico di fare una cosa, la fai. Io ti dico muoviti e tu ti muovi, io ti dico fermo e tu ti fermi. Se dico salta, tu che rispondi?
    Sawyer: Dopo di te!

Episodio 5, “Oggetti smarriti”

  • Locke: Non sono più sperduto.
    Sun: E come ci sei riuscito?
    Locke: Nel modo in cui si ritrovano le cose perdute: ho smesso di cercare.

Episodio 6, Abbandono

  • Sawyer: Si è persa…
    Ana-Lucia: Io non mi sono persa!
    Sawyer: Allora dimmi, Pocahontas, da che parte dovremmo andare?

Episodio 7, Gli altri 48 giorni

  • Ana-Lucia: Come mai adesso parli?
    Mr. Eko: Perché sono passati quaranta giorni.
    Ana-Lucia: Hai aspettato quaranta giorni per parlare?
    Mr. Eko: Tu ne hai aspettati quaranta per piangere.

Episodio 8, Ritrovarsi

A cosa servirebbe ucciderti, se entrambi siamo già morti? (Sayid)

Episodio 9, Storia di Kate

Citazioni:

Forse sono pazza. E non m’importa. (Kate)

Non confondere le coincidenze con la fede. (Mr. Eko)

Dialoghi:

  • Mr. Eko: Se non ti dispiace, comincerò dal principio. Molto prima di Cristo, il re dei Giudei era un uomo di nome Giosia.
    Locke: Quando dici “principio” intendi proprio… principio!
  • Kate: Lo vedi anche tu?
    Sawyer: Vuoi dire quel grosso cavallo nero in mezzo alla giungla? Sì.

Episodio 10, Il salmo 23

Yemi, tu vivi in un mondo in cui la rettitudine e il peccato si sembrano molto distanti fra loro. Ma quello non è il mondo reale. (Mr. Eko)

Non sono quello che tu credi io sia. Mio fratello mi ha fatto diventare un drogato. (Charlie a Eko)

Episodio 11, Linea di confine

Citazioni:

Chi siamo noi per dire quello che uno può o non può fare? (Locke)

Una volta un uomo molto più in gamba di tutti noi disse: “Sin dagli arbori della nostra specie, l’uomo è stato benedetto dalla curiosità”. La curiosità però fa correre dei rischi, Jack. (Tom)

Questa non è la vostra isola, questa è la nostra isola. E l’unico motivo per cui voi siete vivi, è che noi vi abbiamo tollerati. (Tom)

In questo punto c’è un confine. Se lo attraversate, quello che adesso è un malinteso, diventerà qualcos’altro (Tom a Jack)

Dialoghi:

  • Sawyer: Mi hai tirato una banana addosso?
    Kate: Non ho trovato dei sassi…
  • Jack: Sei venuto per Michael o per vendicarti di chi ti ha sparato?
    Sawyer: E tu che ci fai qui, dottore? Tu hai le tue ragioni, io ho le mie.
  • Charlie: Secondo te manco a Claire?
    Hurley: Coso… è passato un giorno!

Episodio 13, Il lupo

Citazioni:

Succede sempre così con le donne: loro si tengono la casa e tu finisci in un monolocale ammuffito. Credevo di essere il più odiato, ma tu mi hai battuto. Rapire un neonato, tentare di affogarlo… Sì, hai toccato il fondo. Sei riuscito a farti prendere a pugni da Locke. Accidenti, è come obbligare Gandhi a picchiare i figli! (Sawyer)

Il lupo non perde mai il vizio, James. Sei un truffatore come me e non conta quello che fai, ma quello che sei. (Gordy)

In città c’è un nuovo sceriffo, ragazzi. Vi conviene farci l’abitudine. (Sawyer)

Io non sono una brava persona. Non ho mai fatto niente di buono in vita mia. (Sawyer)

Citazioni:

  • Sawyer: Hai paura, eh?
    Cassidy: Un po’ sì.
    Sawyer: Ti do una buona notizia, piccola: hanno paura tutti. E la cosa che temono di più è di farsi scappare un’opportunità.

Episodio 15, Maternità

  • Claire: Dove stai andando?
    Rousseau: Non sei l’unica a non aver trovato quello che stava cercando.
  • Jack: Se nel frattempo suona l’allarme, non spiegargli a cosa serve.
    Mr. Eko: Perché, a cosa serve?
  • Henry Gale: Allora tu quale sei?
    Locke: Come scusa?
    Henry Gale: Tu sei il genio o sei quello che pensa sempre di vivere all’ombra del genio?

Episodio 16, Tutta la verità

Citazioni:

Corri come se avessi il diavolo alle spalle! (Locke)

Certo, se fossi uno degli altri, quelli che considerate vostri nemici, cha cosa farei? La mongolfiera non esisterebbe, quindi disegnerei la mappa di un posto fuori mano, vicino a una grotta o a una fitta vegetazione. L’ideale per una trappola, per un’imboscata. Lì i vostri amici troverebbero un gruppo dei miei ad aspettarli, per poi scambiarli con me. È una fortuna che io non sia uno degli Altri, eh? …avete un po’ di latte? (Henry Gale)

Dialoghi:

  • Sun: Com’è quel libro?
    Sawyer: Prevedibile. Non c’è abbastanza sesso.
  • Sayid: Jack e Locke ne sono al corrente?
    Ana-Lucia: Jack e Locke sono troppi presi a occuparsi di Locke e Jack.
  • Henry Gale: Gli uomini rifiutano i profeti e li uccidono. Ma adorano i martiri e onorano coloro che hanno ucciso. Allora che differenza c’è tra un martire e un profeta?
    Jack: Sembra che si finisca comunque ammazzati.

Episodio 18, Dave

Citazioni:

Vuoi davvero cambiare? Fallo! (Libby)

Ho chiuso coi baratti. Ho cibo sufficiente per aprire un minimarket. Credi che a Sayid serva un lavoro? (Sawyer)

Voglio vivere da solo ed essere come quelli. Sai, i matti. Con la barba lunga, senza vestiti, che girano nudi e tirano cacca alla gente. (Hurley)

Dialoghi:

  • Hurley: Avete visto un tizio passare di qui? Indossava una vestaglia. E… aveva una noce di cocco.
    Charlie: No… Ho visto un orso polare sui pattini con un mango.
  • Locke: Ti sei fatto catturare apposta? Tu e la tua gente siete qui da Dio solo sa quanto e tu vai a cadere in una trappola?
    Henry Gale: Dio non lo sa.
    Locke: Come dici?
    Henry Gale: Dio non sa da quanto tempo siamo qui, John. Non riesce a vedere quest’isola meglio di quanto ci riesca il resto dell’universo.

Episodio 19, S.O.S.

Citazioni:

Giorno felice: arriva il Dr. Sorrisino! (Sawyer)

Dialoghi:

  • Bernard: Su quest’isola tutti costruiscono qualcosa. Io sto cercando di farci salvare!
    Mr. Eko: Le persone possono essere salvate in modi diversi.
  • Kate: Mi dispiace averti baciato.
    Jack: A me no.

Episodio 20, Due per la strada

  • Christian: Come si fa a diventare controllore?
    Ana-Lucia: Smettendo di fare il poliziotto.
    Christian: Che coincidenza: io ho appena smesso di fare il medico.
  • Locke: Perché?
    Henry Gale: È una domanda piuttosto vaga, John.

Episodio 21, ?, Il punto interrogativo

  • Locke: Quello non è un lavoro. Topi in labirinto. Che fatica senza formaggio!
    Mr. Eko: È un lavoro, John. Ci mettono alla prova.
    Locke: Alla prova?
    Mr. Eko: La ragione per cui premiamo il pulsante non è perché ci hanno detto di farlo in un filmato.
    Locke: Ah bene… allora dimmi: qual è la ragione, Mr. Eko?
    Mr. Eko: Lo facciamo perché siamo destinati a farlo.

Episodio 22, Tre minuti

Ehm, sì… Lui dice che se anche Pippi Calzelunghe e Magilla Gorilla sono i candidati ideali per la Sporca Dozzina, sarebbe meglio portare anche Berretto Rosso… (Sawyer)

  • Jack: Perché me lo stai raccontando?
    Sawyer: Perché per me sei la cosa che assomiglia di più a un amico.

Episodio 23, Si vive insieme, si muore soli, parte 1

Citazioni:

Ho navigato per due settimane e mezzo andando verso ovest e facendo 9 nodi. In una settimana sarei dovuto arrivare alle Fiji. Ma il primo lembo di terra che ho visto non erano le Fiji, no… No, era qui… era quest’isola. E lo sai perché? Perché non c’è nient’altro! Questo è tutto quello che è rimasto: questo oceano e questo posto qui. Siamo chiusi dentro una palla di vetro con la neve! Non esiste il mondo esterno, non c’è via di fuga! (Desmond)

Non so che cosa sia più inquietante: il fatto che manchi il resto della statua, o che abbia solo quattro dita! (Sayid)

Dialoghi:

  • Desmond: Come mi hai trovato?
    Penelope: Ho molti soldi, Desmond. Se hai soldi e determinazione puoi trovare chiunque.
  • Locke: Allora, che cosa disse il pupazzo di neve all’altro pupazzo di neve?
    Desmond: Puzzi di carota!
  • Michael: Grazie per essere venuto a rischiare la vita per mio figlio..
    Jack: Si vive insieme, si muore soli.
    Michael: Già.

Episodio 24, Si vive insieme, si muore soli, parte 2

Citazioni:

Ho guardato dentro la canna di un fucile, e mi sono convinto. Ho creduto che il mio destino fosse di arrivare in questo posto. E poi qualcuno è morto, un ragazzo, perché è stato così stupido da credere che sapessi di che stavo parlando.. E la notte in cui è morto, per niente, io ero proprio qui sopra, tutto solo, a dare i pugni fino a ferirmi su quella.. stupida botola. A chiedere urlando al cielo che cosa dovevo fare, e poi si è accesa una luce: ho creduto che fosse un segno. Ma quello non era un segno, probabilmente eri tu che andavi al bagno. (Locke)

Auguri fratello, ad un’altra vita! (Desmond)

Perché tutto ciò che serve davvero per sopravvivere è una persona che ci ami. E tu ce l’hai. (Penelope)

Dialoghi:

  • Kelvin: Ah già, nell’esercito di sua maestà, giusto? Dimmi Desmond, perché hai lasciato l’esercito di quella vecchietta? Ah, ora ricordo, ti hanno buttato fuori perché non riuscivi ad obbedire agli ordini.
    Desmond: E tu perché hai lasciato il tuo esercito?
    Kelvin: Perché degli uomini obbedivano ai miei ordini.
  • Desmond: Ci hai uccisi… ci hai uccisi… ci hai uccisi, ci hai uccisi tutti!
    Locke: No, ci ho salvati tutti.
  • Michael: Chi siete tu e i tuoi compagni?
    Henry Gale: Siamo i buoni, Michael.

lost-kate-austen-jack-shephard-juliet-burke Lost citazioni e dialoghi streaming

lost-hugo-hurley-reyes-jack-shephard Lost citazioni e dialoghi streamingStagione 3

Episodio 1, Storia di due città

Citazioni:

Non ha importanza chi eravamo. Conta solo chi siamo ora. (Juliet)

Dialoghi:

  • Karl: Che tipo di persone sono, quelli che volavano con te?
    Sawyer: Oh, dei gran simpaticoni. L’ultimo dei vostri che è venuto a trovarci è stato torturato da un’iracheno. Ha torturato anche me. Ma accidenti, è uno dei migliori!
  • Tom: Ehi, hai ottenuto un biscottino al pesce! Come ci sei riuscito?
    Sawyer: Risolvendo il vostro complicato giochetto, tutto qui.
    Tom: Gli orsi ci hanno messo solo due ore.
    Sawyer: Sì, ma quanti orsi c’erano?

Episodio 2, La ballerina di vetro

Salve, sono Benjamin Linus. E ho vissuto su quest’isola per tutta la vita. (Ben)

Il vostro aereo si è schiantato il 22 settembre 2004, oggi è il 29 novembre. Siete su quest’isola da 69 giorni. E sì, abbiamo contatti col mondo esterno, Jack. In questi 69 giorni i tuoi connazionali hanno rieletto George W. Bush, Christopher Reeve è morto, e i Boston Red Sox hanno vinto le World Series. (Ben)

Episodio 4, Ognuno pensi per sé

Ognuno pensi per sé. (Sawyer)

Non so che cosa ti abbiamo fatto, ma ti hanno così terrorizzato da farti mentire. E questo mi spaventa più di qualunque cosa ci abbiamo fatto finora. (Kate)

Si vive insieme, si muore soli. (Kate)

Congratulazioni, Ford. Ti sei guadagnato la libertà con la menzogna. (Direttore del carcere)

Per guadagnarsi il rispetto di un truffatore, bisogna truffarlo. Sei piuttosto bravo, Sawyer. Ma noi lo siamo di più. Non è stata la storia del peacemaker a farti rigare dritto, è stata la minaccia di metterlo a Kate. (Ben)

Episodio 5, Il prezzo della vita

Citazioni:

Non confondere la coincidenza con il destino. (Locke)

Non ho chiesto la vita che mi è stata data. Ma mi è stata data, comunque. E con essa, ho fatto del mio meglio. (Mr. Eko)

Dialoghi:

  • Jack: Tu volevi che io ti salvassi la vita?
    Ben: No, io volevo che tu volessi salvarmi la vita.
  • Ben: Tu credi in Dio, Jack?
    Jack: E tu?
    Ben: Due giorni dopo aver scoperto di avere un tumore alla colonna vertebrale un neurochirurgo piove giù dal cielo. Se non è una prova dell’esistenza di Dio, che cos’altro potrebbe essere?

Episodio 6, Abbandono

  • Locke: Non sono più sperduto.
    Sun: E come ci sei riuscito?
    Locke: Nel modo in cui si ritrovano le cose perdute: ho smesso di cercare.

Episodio 7, Non a Portland

Chiunque tu pensi che sia, non lo sono. Non sono una leader. Sono un disastro. (Juliet a Richard Alpert)

Episodio 8, Déjà vu

Te lo dico io, coso: quello lì vede il futuro! (Hurley)

Tu non sei neanche degno di bere il mio whisky, come potresti essere degno di mia figlia? (Charles Widmore)

Credo di aver fatto il più grosso sbaglio della mia vita e la cosa peggiore è che sono quasi sicuro di averlo già fatto. (Desmond)

L’universo trova sempre il modo di correggere la rotta. (Desmond)

Episodio 9, Straniero in terra straniera

  • Isabel: Cammina tra di noi, ma non è uno di noi. I tuoi tatuaggi: è questo che dicono.
    Jack: È quello che dicono, non quello che significano.

Episodio 10, Tricia Tanaka è morta

Citazioni:

A Skeletron piace… cin cin! (Sawyer)

Dialoghi:

  • Sawyer: Ehi, dov’è la mia roba?
    Hurley: Coso… sei vivo!
    Sawyer: Sì sì, cucciolone!

Episodio 11, Digitare 77

Non ho attraversato il confine! Avevamo una tregua! (Mikhail Bakunin a Sayid)

Episodio 12, Per via aerea

Citazioni:

A chiunque possa leggerlo: siamo i superstiti del volo Oceanic 815. Sopravviviamo su quest’isola da 80 giorni. Eravamo in volo da 6 ore quando il pilota ci ha detto che eravamo fuori rotta ed è tornato verso le Fiji. E poi siamo precipitati. Per tutto questo tempo abbiamo aspettato dei soccorsi che non sono arrivati. Non sappiamo dove ci troviamo, sappiamo solo che non ci avete rintracciati. Abbiamo fatto del nostro meglio per vivere qui: alcuni si sono rassegnati all’idea che non ce ne andremo mai. Non tutti sono sopravvissuti dopo il disastro, ma c’è anche nuova vita e con essa la speranza. Siamo vivi. Per favore, non abbandonateci. (Claire Littleton)

Dialoghi:

  • Locke: Ricordami perché lo teniamo in vita.
    Sayid: Suggerisci di sparargli come un cane?
    Locke: No, mi piacciono i cani.

Episodio 13, L’uomo di Tallahasse

Citazioni:

John, sei caduto dall’ottavo piano di un palazzo e sei sopravvissuto, okay? Non voglio sentirti dire che non ce la puoi fare (William Kincaid a Locke)

  • Locke: L’uomo di Tallahasse? Che cos’è, una specie di codice?
    Ben: No, non abbiamo un codice per c’è un uomo nell’armadio con una pistola puntata su mia figlia. Anche se in effetti ci servirebbe!
  • Locke: Come avete l’elettricità?
    Ben: Due criceti giganti corrono su una ruota nel nostro covo segreto.
  • Locke: Sei un ipocrita, un fariseo. Non meriti di stare su quest’isola. Se tu avessi idea di cos’è veramente questo posto, non metteresti mai del pollo nel frigorifero.
    Ben: Tu sei qui da 80 giorni, John, io ho passato tutta la vita qui. Quindi come puoi credere di conoscere meglio di me quest’isola?
    Locke: Perché tu sei su una sedia a rotelle e io invece no.

Episodio 14, Exposé

  • Hurley: Coso… Nikki è morta!
    Sawyer: Chi cavolo è Nikki?
  • Hurley: Stai inquinando la scena del crimine!
    Sawyer: Scena del crimine? C’è un bunker della scientifica, per caso?
  • Hurley: Puoi usare i tuoi poteri psichici?
    Desmond: Non funziona così… io ho solo dei flash.
    Hurley: Senza offesa ma… per essere dei superpoteri i tuoi non sono un gran che.

Episodio 15, Abbandonate

Benvenuta nel meraviglioso mondo dove non si sa mai che cosa succede. (Kate)

Il motivo per cui Jack ti ha detto di non tornare non è perché temeva che ti succedesse qualcosa. Il vero motivo è che tu gli hai spezzato il cuore. (Juliet)

Episodio 16, Una di noi

Citazioni.

Ieri mi hai dato del bugiardo. La cosa mi ha ferito. (Ben)

Penso che a te stia bene perchè la parte più profonda di te sa che il posto in cui ti stiamo portando è speciale.  (Richard Alpert a Juliet)

Dialoghi:

  • Sayid: Chi sei tu?
    Juliet: Se ora ti dicessi chi sono, se ti dicessi tutto quello che so, mi uccideresti.
    Sayid: E cosa credi che farò se non me lo dirai?
  • Hurley: Così… sei una degli Altri, eh?
    Juliet: Mi chiamo Juliet.
    Hurley: Non mi sembra di averti vista al molo, quando ci avete incappucciati, dopo averci storditi.
    Juliet: Era il mio giorno libero.
  • Jack: Sono brave persone, ti concedono il beneficio del dubbio. Ma prima o poi vorranno delle risposte.
    Juliet: Perché tu no? Tu non fai che parlare di loro… perché non ho mai bisogno di giustificarmi con te?
    Jack: Perché tu eri lì accanto a me quando il sottomarino è esploso. In quell’istante te l’ho letto negli occhi: vuoi lasciare l’isola più di qualunque altra cosa al mondo, e questo ti rende una di noi.

Episodio 17, Piovuta dal cielo

  • Jack: Sei un medico o un carpentiere?
    Juliet: Tuo padre non ti ha mai insegnato ad usare un martello?
    Jack: No, mio padre mi ha insegnato a bere!
  • Jack: Dove avete preso il tavolo?
    Sawyer: Non lo riconosci? È piovuto da cielo viola quando il bunker è esploso. Se non giochiamo ogni 108 minuti l’isola salta in aria.
  • Jin: Chi è Penny?
    Hurley: Una vecchia fiamma di Desmond, lui crede che sia piovuta dal cielo, noi andiamo a salvarle la vita e lei poi la salverà a noi. [Jin lo guarda confuso] Anche se te lo dicessi in coreano non avrebbe senso.

Episodio 18, Data del concepimento

  • Naomi: Dove mi trovo?
    Hurley: Non lo so. Sei su un’isola. Sei venuta a salvarci? C’è qualcun’altro? Puoi attivare il telefono?
    Naomi: Tu chi sei?
    Hurley: Hugo Reyes. Ero sul volo Oceanic 815, qualcuno è sopravvissuto all’impatto, è per questo che sei qui, ci stavate cercando?
    Naomi: 815? Il volo 815? Quello partito da Sydney?
    Hurley: Sì.
    Naomi: No, è impossibile.
    Hurley: Sì, lo so. È stata dura ma abbiamo trovato cibo e anche un bunker pieno di…
    Naomi: No! no! Il volo 815… hanno rintracciato l’aereo. Non c’erano sopravvissuti, sono morti tutti!
    Hurley: Come?

Episodio 19, Il brigantino

Citazioni:

Perché quando si è sparsa la voce che sull’aereo c’era un uomo con la spina dorsale spezzata che all’improvviso era di nuvo in grado di camminare…beh, la gente qui si è eccitata molto perché…ciò poteva accadere solo a qualcuno che era estremamente speciale. Ma Ben non vuole che nessuno pensi che tu sia speciale, John. (Richard Alpert a Locke)

Dialoghi:

  • Sawyer: Che state combinando?
    Hurley: E tu che fai?
    Sawyer: La pipì!
    Hurley: Si be’… anche noi!
  • Anthony Cooper: Sicuro che sia un’isola?
    Sawyer: E che altro potrebbe essere?
    Anthony Cooper: Fa un po’ caldo per essere il Paradiso.

Episodio 20, L’uomo dietro le quinte

Lui non è uno a cui si fa visita, è uno da cui si viene convocati. (Ben)

Episodio 21, Greatest Hits

Perché deve essere tutto un segreto? Non sarebbe meglio un po’ di chiarezza? (Charlie)

Quando ho saputo che stavano arrivando, la prima cosa che ho pensato è stata: dove ci nascondiamo questa volta? Ma nascondersi è inutile, non ci lasceranno mai in pace. Così ho deciso di cercare aiuto: ho passato gli ultimi giorni a prelevare dinamite dalla Roccia Nera. Per la prima volta sappiamo esattamente quello che vogliono e quando verranno a prenderselo loro non sospetteranno che saremo lì ad aspettarli. Quindi Juliet contrassegnerà le tende, esattamente come le è stato chiesto. Ma all’interno non ci saranno donne incinte, ci sarà lo stesso esplosivo che abbiamo usato per quell’albero. Quindi domani notte la smetteremo di nasconderci, di scappare, di lasciarci terrorizzare da loro, perché quando arriveranno… li faremo saltare in aria! (Jack)

Mi dispiace fratello, ma questa volta… questa volta devi morire. (Desmond)

Sto rischiando un infarto… l’ultima volta che ho fatto a botte avevo otto anni… e le ho prese! (Charlie)

Da quando sei tornato mi piaci di più, Jack. Sei diventato quasi ottimista. (Rose)

Episodio 22, Attraverso lo specchio

Citazioni:

Io sono un dentista, non sono Rambo. (Bernard)

Che mestiere facevi prima di diventare Mosè? (Naomi)

Se dici ancora una volta “Si vive insieme, si muore soli”, ti do un pugno in faccia. (Rose)

Tutto quello che ho fatto, l’ho fatto per l’isola. (Ben)

Dobbiamo tornare indietro, Kate. Dobbiamo tornare indietro! (Jack)

Dialoghi:

  • Jack: Hai quello che ti serve?
    Sayid: No, ma sfrutterò al meglio quello che ho.
  • Kate: Perché giustifichi Sawyer? Lui non lo farebbe con te.
    Jack: Perché ti amo.

lost-james-sawyer-ford-kate-austen Lost citazioni e dialoghi streaming

lost-frank-lapidus-sayid-jarrah Lost citazioni e dialoghi streamingStagione 4

Episodio 1, L’inizio della fine

Mai dire mai, coso. (Hurley)

Episodio 2, Morte accertata

  • Miles: Dov’è l’elicottero?
    Frank Lapidus: Ho visto una mucca.

Episodio 3, L’economista

Citazioni:

Come ci si sente ad essere me? (Kate)

Scusami, ma il giorno che crederò a lui [Ben], sarà il giorno del mio funerale. (Sayid)

Dialoghi:

  • Hurley: Locke è completamente fuori di testa, insomma ha preso in ostaggio la ragazza, dice che Walt ha ordinato di uccidere l’altra ragazza.
    Sayid: Walt?
    Hurley: Coso. Non chiedere.
  • Miles: Piantala di balbettare e dicci che fine hanno fatto. Dove sono andati?
    Hurley: Chi sei?
    Miles: Dove sono andati, ciccione?
    Hurley: Oh grande, c’hanno mandato un altro Sawyer.

Episodio 5, La Costante

Citazioni.

Se qualcosa andrà storto, Desmond Hume sarà la mia costante. (Daniel Faraday)

Dialoghi:

  • Penny: Avanti, di’ quello che devi dire e poi vattene.
    Desmond: Ti sembrerà incomprensibile perché neanche io lo capisco, ma fra otto anni… io… avrò bisogno di chiamarti e… non ti potrò chiamare se non avrò il tuo numero…
    Penny: Che cosa?
    Desmond: Dai Penny tu devi darmi il tuo numero! Io lo so! So che ho rovinato tutto! So che pensi che tra noi sia finita… ma non è così! Se c’è una parte di te che ancora crede in noi allora… dammi il tuo numero.
    Penny: E se chiamerai stasera o domani?
    Desmond: Non chiamerò… per otto anni. Il 24 dicembre 2004, la vigilia di Natale… promesso. Ti prego Penny…
  • Penny: Pronto?
    Desmond (dalla nave): Penny?
    Penny: Desmond!
    Desmond: Penny… Penny hai risposto… hai risposto, Penny!
    Penny: Desmond, dove sei?
    Desmond: Sono… sono… mi trovo su una nave e… sono… sono stato su un’isola e… Mio Dio Penny sei davvero tu?
    Penny: Si! Sì, sono proprio io!
    Desmond: Mi hai creduto! Provi ancora qualcosa per me?
    Penny: Desmond… ho passato questi ultimi tre anni a cercarti… So tutto riguardo all’isola, ho fatto delle ricerche… e poi quando ho parlato col tuo amico Charlie e ha detto che eri ancora vivo, ho capito che… che non ero impazzita.
    Desmond: Ti amo Penny… ti ho sempre amata… mi dispiace tanto… ti amo.
    Penny: Anch’io ti amo!
    Desmond: Non so dove sono ma…
    Penny: Ti troverò Desmond!
    Desmond: …ti prometto…
    Penny: …non importa quando!
    Desmond: …tornerò da te…
    Penny: …non smetterò mai!
    Desmond: Te lo prometto!
    Penny: Te lo prometto!
    Desmond: Ti amo!
    Penny: Ti amo!

Episodio 11, Ricerca febbrile

Dobbiamo spostare l’isola. (Locke)

Episodio 12, Casa dolce casa, Prima parte

  • Jack: Siamo rimasti in acqua un giorno prima che la corrente ci portasse a riva. A quel punto eravamo rimasti solo in otto.
    giornalista: Cosa è successo agli altri tre?
    Jack: Uno di loro, Boone Carlyle, ha riportato gravi lesioni interne ed è morto qualche giorno dopo l’impatto. Una donna, Libby, non è riuscita a superare la prima settimana. Charlie Pace è morto annegato poche settimane prima che fossimo in grado di andarcene.

Episodio 14 Casa dolce casa, Terza parte

Citazioni:

Scacco matto, Mr. Eko. (Hurley)

Dobbiamo tornare indietro… dobbiamo tornare indietro subito! (Sun)

È incredibile, l’ha fatto. Locke. Ha spostato l’isola. (Hurley)

Dialoghi:

  • Lapidus: Dov’è l’isola? Dov’è l’isola?!
    Hurley: È sparita!
    Lapidus: E dov’è adesso?!

lost-james-sawyer-ford-kate-austen-kiss Lost citazioni e dialoghi streaming

lost-desmond-david-hume-dharma streaming Lost citazioni e dialoghiStagione 5

Episodio 03, La bomba

Citazioni:

Scusate se mi intrometto nelle rimpatriata tra Altri, ma… Faraday, colui che dovrebbe salvarci, lo stanno portando nella giungla per giustiziarlo. (Sawyer)

E tu che fai? Vuoi andare con il pazzo o mi aiuti a salvare il genio? (Sawyer)

Dialoghi:

  • Richard Alpert: Come faccio a sapere che non sei qui in missione suicida? Che se ti porto la bomba non la farai esplodere?
    Faraday: Perché sono innamorato della donna seduta accanto a me. E non farei mai qualcosa che possa nuocerle.
  • Alexandra Krosney: Anche loro vengono dal futuro?
    Sawyer: Gliel’hai detto?

Episodio 04, Il piccolo principe

Citazioni:

Viaggi nel tempo schifosi. (Sawyer)

Dialoghi:

  • Locke: Noi sappiamo entrambi quando eravamo prima dei flash, James. Quindi chi hai visto? Charlie? Shannon? Te stesso?
    Sawyer: Com’è che sai dove eravamo, Johnny Boy? Quella luce veniva dal bunker, non è vero?
    Locke: La notte che Boone morì, andai al bunker e cominciai a prenderlo a pugni. Ero confuso, spaventato. Farneticavo chiedendomi perché stesse succedendo a me.
    Sawyer: Hai avuto la risposta?
    Locke: Si accese quella luce, puntava verso il cielo: credetti significasse qualcosa.
    Sawyer: Fu così?
    Locke: No, era solo una luce.
    Sawyer: E allora perché ci hai fatto deviare? Non vuoi tornare laggiù?
    Locke: Perché dovrei volerlo?
    Sawyer: Per dire a te stesso di agire diversamente e risparmiarti la sofferenza.
    Locke: No. Ne avevo bisogno per arrivare a dove sono ora.

Episodio 5, Questo posto è morte

Citazioni:

Non farla riportare qui… non lasciare che la riportino. Questo posto… è morte! (Charlotte)

Dialoghi:

  • Charlotte: Daniel… io sono già stata qui. Ho passato la mia infanzia sull’isola. C’era questa cosa, questo progetto Dharma. Un giorno me ne sono andata con mia madre, solo con mia madre… non ho più rivisto mio padre. Poi quand’eravamo in Inghilterra io chiedevo a mia madre sempre di questo posto, ma lei diceva che non era reale, che me lo ero inventato. Per questo sono diventata un’antropologa. Per ritrovare quest’isola. È quello che ho cercato per tutta la vita.
    Faraday: Charlotte… perché mi stai dicendo questo?
    Charlotte: Perché adesso mi ricordo una cosa. Quando ero piccola e vivevo qui, c’era un uomo. Un uomo pazzo che mi spaventava a morte. E mi disse di lasciare l’isola e di non tornarci mai più. Mi disse che se fossi tornata, sarei morta.
    Faraday: Charlotte… io non capisco.
    Charlotte: Daniel… credo che quell’uomo fossi tu.

Episodio 8, LaFleur

Citazioni:

Mi ero innamorato di una ragazza. Anche io le piacevo, ma l’ho lasciata andare. Per un po’ non ho dormito la notte chiedendomi se avessi commesso un errore, chiedendomi se avrei mai smesso di pensare a lei. E adesso ricordo a malapena che aspetto avesse. Insomma, il suo viso… se n’è andato. E non tornerà mai più. Perciò… bastano tre anni per dimenticarsi di qualcuno. Assolutamente. (Sawyer)

Dialoghi:

  • Faraday: Non importa ciò che facciamo, quello che è successo è successo.
    Sawyer: Si grazie lo stesso Platone, io vado a vedere!
  • Juliet: Io voglio andare via.
    Sawyer: Tesoro, lo sai… è il 1974, qualunque cosa pensi di trovare tornando, non esiste ancora!
    Juliet: Non è un motivo per non andare.
    Sawyer: Be’ e non pensi a me? Vuoi davvero lasciarmi qui con lo scienziato pazzo e Mr Io-parlo-con-i-morti? E… Jin, che è una splendida persona, ma non si può dire che sia un chiaccherone!
    Juliet: Sopravviverai.
    Sawyer: Forse. Ma chi mi coprirà le spalle?

Episodio 9, Namaste

  • Hurley: Coso… sei vivo… Non ci posso credere!
    Sawyer: Piano con le mie costole King Kong!
  • Sawyer: È il 1977
    Hurley: Oh… come?!
  • Jin: Se non rispondo manderanno una pattuglia. Che ne facciamo di loro?
    Hurley: Coso… parli benissimo!

Episodio 11, Quel che è stato è stato

Citazioni:

Hai mai pensato forse che l’Isola potesse sistemare le cose a modo suo? (Jack)

Dialoghi:

  • Miles: Che stai facendo, ciccione?
    Hurley: Controllo se sto scomparendo.
    Miles: Come?
    Hurley: Ritorno al futuro, amico!
  • Hurley: Vediamo se ho capito… tutto questo è già successo? E la conversazione che stiamo avendo adesso l’abbiamo già avuta?
    Miles: Sì!
    Hurley: Che sto per dire adesso?
    Miles: Non lo so.
    Hurley: Ah! Allora la tua teoria è sbagliata!
    Miles: Per l’ennesima volta, cicciobello, la conversazione è già avvenuta, ma non per te e per me. Per te e per me sta avvenendo in questo istante.
    Hurley: D’accordo. Rispondimi adesso. Se tutto questo è già successo… allora, per quale motivo non me lo ricordo?
    Miles: Perché da quando Ben ha girato quella ruota, il tempo ha smesso di essere una linea retta per noi. Le nostre esperienze -sia passate che future- sono successe prima delle nostre esperienze attuali.
    Hurley: Puoi ripetere?
    Miles: Sparami.
    Hurley: Ah-ah, non posso spararti, perché se tu muori nel 1977 allora non tornerai mai sull’isola con la nave a trent’anni da adesso.
    Miles: Io posso morire, perché sono già arrivato sull’isola con la nave. Chiunque di noi può morire, perché questo è il nostro presente!
    Hurley: Ma tu hai detto che Ben non può morire perché deve crescere e diventare il capo degli Altri!
    Miles: Perché questo è il suo passato.
    Hurley: Ma, quando avremo catturato Ben e Sayid l’ha… be’… torturato, perché non si sarebbe ricordato che era lo stesso uomo che gli aveva sparato quando lui era un ragazzino?
    Miles: Ah… non ci avevo pensato.
  • Juliet: Forse loro possono fare qualcosa.
    Kate: Loro?
    Juliet: Gli Altri.
  • Carol Littleton: Dove vuole andare?
    Kate: Torno idietro, a cercare sua figlia.

Episodio 12, Ciò che è morto è morto

Il fatto che John se ne vada in giro per l’Isola fa venire i brividi anche a me. (Ben)

Be’ Charles… dove tu hai fallito io avrò successo. (Ben)

Episodio 13, Il padre che non c’era

  • Miles: Cosa gli è successo?
    Radzinsky: Ha avuto un incidente.
    Miles: Di che genere?
    Radzinsky: È caduto in un fosso.
    Miles: Ha un buco in testa! Il fosso aveva una pistola?

Episodio 14, Costanti e variabili

Citazioni:

Voi siete tornati nel 54′? Cioè a Fonzie di Happy Days? (Hurley)

Dialoghi:

  • Faraday: Ciao James!
    Sawyer: Benvenuto tra noi Einstein, è bello rivederti; prego la torta è in cucina, serviti pure da bere. È ancora impazzito?
    Miles: Guarda ha superato ogni limite.
    Sawyer: Fantastico.
  • Faraday: Noi possiamo cambiare le cose. Ho studiato fisica relativistica per tutta la vita. Una cosa era ben chiara: il passato non si cambia. Non si può. Ciò che è successo è successo e basta. Ma poi mi sono reso conto… passavo troppo tempo a concentrarmi sulle costanti senza ricordarmi le variabili. Sai quali sono le variabili di questa equazione Jack?
    Jack: No.
    Faraday: Siamo noi. Noi siamo le variabili. Le persone. Noi pensiamo, ragioniamo, compiamo scelte, abbiamo il libero arbitrio… noi possiamo cambiare il nostro destino.

Episodio 15, Il nuovo leader

Citazioni:

Mondo reale… non so nemmeno più che significhi. (Juliet)

Dialoghi:

  • Ben: Dev’essere inquietante fare un’esperienza extracorporea.
    John: Sì, abbastanza.
    Ben: Il tuo tempismo è stato impeccabile, John. Come sapevi quando trovarti qui?
    John: È l’isola che me l’ha detto.
  • Sawyer: Mi dispiace, avrei dovuto lasciarti partire con il sottomarino tre anni fa.
    Juliet: Sono contenta di essere rimasta.

Episodio 16, L’Incidente (prima parte)

  • Nemesi: Buongiorno.
    Jacob: Buongiorno.
    Nemesi: Posso unirmi a te?
    Jacob: Prego. Vuoi del pesce?
    Nemesi: Grazie ma ho appena mangiato.
    Jacob: È per quella [una nave in lontananza] che sei sulla spiaggia?
    Nemesi: Certo. Come hanno trovato l’isola?
    Jacob: Quando arriveranno chiedilo a loro.
    Nemesi: Non ho bisogno di chiederlo. Tu li hai portati qui, per dimostrare che ho torto.
    Jacob: Tu hai torto.
    Nemesi: Davvero? Loro arrivano, combattono, distruggono e corrompono. È così che finisce sempre.
    Jacob: Finisce una volta sola. E qualunque cosa succeda prima… è solo progresso.
    Nemesi: Hai idea di quanto abbia voglia di ucciderti?
    Jacob: Sì.
    Nemesi: Uno di questi giorni, prima o poi, troverò il modo di farlo, amico mio.
    Jacob: Bè, quel giorno io mi troverò qui.
    Nemesi: È un piacere parlare con te, Jacob.
    Jacob: Lo è anche parlare con te.

lost-james-sawyer-ford-juliet-burke streaming Lost citazioni e dialoghi

lost-charlie-pace-sayid-jarrah-claire-littleton streaming Lost citazioni e dialoghiStagione 6

Episodio 10, E vissero felici e contenti

Niente di tutto questo è reale. (Charlie)

Qualcuno ha alterato la sua percezione della realtà e questo è un problema serio, anzi vi è chiaramente una violazione. Qualunque cosa stia facendo, qualunque cosa si sia messo in testa di trovare, adesso deve riuscire a dimenticarla. (Eloise Widmore)

  • Daniel Widmore: La prima volta che ho visto quella donna ero in quel museo, qualche settimana fa. Lei lavora qui, era in pausa pranzo. Mangiava una tavoletta di cioccolato. Ha due incredibili occhi blu, capelli rossi. Nell’istante in cui l’ho vista, in quel preciso momento, è stato come… come se l’avessi sempre amata. Ed è successa una cosa strana: quella stessa sera sono andato a dormire e al risveglio ho scritto questo.
    Desmond legge: Spazio reale… tempo immaginario…
    Daniel Widmore: Io sono un musicista, non ne avevo idea. Così l’ho portato ad un mio amico all’università -è un matematico- e ha detto che è meccanica quantistica. Perché queste equazioni sono così complesse che solo una persona che ha studiato fisica tutta la vita le può avere scritte.
    Desmond: E che significano?
    Daniel Widmore: Poniamo che stia per succedere qualcosa di terribile, di catastrofico, e che l’unico modo per impedirlo sia liberare una gigantesca quantità di energia, come quella di una bomba nucleare.
    Desmond: Vuole far esplodere una bomba nucleare?
    Daniel Widmore: Mi ascolti. Se questo, tutto quello che ci circonda, se la vita che ci aspetta non fosse questa? Se la nostra vera vita fosse un’altra e per qualche ragione avessimo cambiato le cose? Non voglio far esplodere una bomba nucleare. Ma credo di averlo già fatto.
    Desmond: Non capisco perché tutto questo centri con me.
    Daniel Widmore: Perché stava chiedendo a mia madre di una certa Penny? È successo anche a lei vero? L’ha provato.
    Desmond: Io non so che cosa ho provato.
    Daniel Widmore: E invece lo sa. Ha provato l’amore.
    Desmond: È impossibile perché io non so nulla di questa persona. Non so dove sia, non so nemmeno se esista. Lei… è solo un’idea.
    Daniel Widmore: No, signor Hume. È la mia sorellastra.
  • George: Se c’è altro che posso fare per lei, signor Hume, sono qui apposta.
    Desmond: In realtà ci sarebbe una cosa, George. Vorrei la lista passeggeri del mio volo da Sidney. L’Oceanic 815. Solo i nomi dei passeggeri.
    George: Certo, signore. Posso chiederle perché ne ha bisogno?
    Desmond: C’è una cosa che devono vedere.

Episodio 11, Tutti amano Hugo

C’è una grande differenza tra non fare niente e aspettare! (John Locke)

Hurley, mi hai chiesto di fidarmi di te, e io mi fido di te… (Jack)

Sei qua fuori, nel cuore della giungla con me e nessuno sa che sei qui. Perché non hai paura? (Locke)

Episodio 17/18, La Fine

Citazioni:

Ora sei come me. (Jack ad Hurley)

Jack, non hai nessun figlio. (Locke)

Ti stavamo aspettando. (Locke a Jack) 

Dialoghi:

  • Jack: Papà?
    Christian: Ciao, Jack.
    Jack: … non capisco. Tu sei morto.
    Christian: Sì, lo sono.
    Jack: E allora come mai ti trovi in qui?
    Christian: Tu come sei arrivato qui?
    Jack: Sono morto anch’io.
    Christian: va bene, va bene, figliolo. Va tutto bene.
    Jack: Ti voglio bene, papà.
    Christian: Anch’io ti voglio bene.
    Jack: Sei… sei reale?
    Christian: Spero proprio di sì. Sono reale, tu sei reale, tutto quello che ti è successo è reale. Le persone in quella chiesa, anche loro sono reali.
    Jack: E tutti gli altri, anche loro sono tutti morti?
    Christian: Tutti muoiono prima o poi Jack. Alcuni prima di te, altri molto dopo di te.
    Jack: Ma perché sono tutti qui, adesso?
    Christian: Be’, non c’è un “adesso” qui.
    Jack: Dove siamo, papà?
    Christian: Questo è il luogo che tutti voi avete creato tutti insieme, per potervi ritrovare. La parte più importante della tua vita è stata quella che hai trascorso con queste persone. Ecco perché vi trovate tutti qui. Nessuno muore da solo, Jack. Tu hai bisogno di loro e loro bisogno di te.
    Jack: Per che cosa?
    Christian: Per ricordare… e farsene una ragione.
    Jack: Kate. Ha detto che stavamo andando via.
    Christian: Non andare via, no. Andare avanti.
    Jack: Andare avanti dove?
    Christian: Andiamo a scoprirlo.
  • Hurley: Sai, eri un ottimo numero due.
    Ben: E tu un fantastico numero uno, Hugo.

lost-desmond-david-hume-hugo-hurley-reyes Lost citazioni e dialoghi streaming

lost-james-sawyer-ford-juliet-burke-kiss Lost citazioni e dialoghi streamingEvangeline Lilly: Kate Austen
Josh Holloway: James “Sawyer” Ford
Elizabeth Mitchell: Juliet Burke
Matthew Fox: Jack Shephard
Henry Ian Cusick: Desmond David Hume
Jorge Garcia: Hugo “Hurley” Reyes
Naveen Andrews: Sayid Jarrah
Michael Emerson: Benjamin Linus / Falso Henry Gale
Terry O’Quinn: John Locke
Jeff Fahey: Frank Lapidus
Daniel Dae Kim: Jin-Soo Kwon
Yoon-jin Kim: Sun Kwon
Dominic Monaghan: Charlie Pace
Nestor Carbonell: Richard Alpert
Jeremy Davies: Daniel Faraday
Emilie de Ravin: Claire Littleton
Mira Furlan: Danielle “La Francese” Rousseau
Ken Leung: Miles Straume
Maggie Grace: Shannon Rutherford
Malcolm David Kelley: Walt Lloyd
Rebecca Mader: Charlotte Lewis
Adewale Akinnuoye-Agbaje: Mr. Eko
Harold Perrineau Jr.: Michael Dawson
Zuleikha Robinson: Ilana Verdansky
Michelle Rodriguez: Ana-Lucia Cortez
Kiele Sanchez: Nikki Fernandez
Rodrigo Santoro: Paulo
Ian Somerhalder: Boone Carlyle
Cynthia Watros: Elizabeth “Libby” Smith

lost-jack-shephard-john-locke Lost citazioni e dialoghi streaming

Game of Thrones citazioni e dialoghi (Il Trono di Spade)

Game of Thrones citazioni e dialoghi (Il Trono di Spade)

Game of Thrones citazioni della serie tratta dal ciclo di romanzi Cronache del ghiaccio e del fuoco di George R. R. Martin

il-trono-di-spade-game-of-thrones-daenerys-targaryen-3 Game of Thrones citazioni e dialoghi (Il Trono di Spade)Titolo originale: Game of Thrones
Paese: Stati Uniti d’America
Anno: 2011 – in produzione
Formato: serie TV
Genere: fantastico, avventura, drammatico
Stagioni: 6
Episodi: 60
Durata: 50-68 min (episodio)
Ideatore: David Benioff, D.B. Weiss
dattamento televisivo del ciclo di romanzi Cronache del ghiaccio e del fuoco (A Song of Ice and Fire) di George R. R. Martin

Game of Thrones citazioni e dialoghi (Il Trono di Spade) daenerys-targaryen-il-trono-di-spade-game-of-thronesIl Trono di Spade, prima stagione

Incipit

È normale, sono selvaggi. Un branco di ladri ruba una capra a un altro branco e finisce che si fanno a pezzi. (Uomo)

Episodio 1, L’inverno sta arrivando

Il bambino deve crescere. L’inverno sta arrivando. (Eddard Stark) 

Un pazzo vede ciò che vuole vedere. (Eddard Stark)

Tu mi servi Ned. Giù ad Approdo del Re, non quassù dove sei un uomo sprecato. Lord Eddard Stark, intendo nominarti Primo Cavaliere del Re. (Robert Baratheon)

Ti do un consiglio bastardo. Rammenta sempre chi sei. Gli altri lo faranno. Fanne la tua armatura e non potrà essere usata contro di te. (Tyrion Lannister)

I nani sono bastardi agli occhi dei loro padri. (Tyrion Lannister)

Episodio 2, La strada del Re

La morte è definitiva, mentre la vita è così ricca di possibilità. (Tyrion Lannister)

Strano effetto quando infilzi un uomo: ti rendi conto che non siamo altro che sacchi di carne pieni di sangue tenuti insieme dalle ossa. (Jaime Lannister)

Prima lezione: infilzali con la parte aguzza. (Jon Snow)

Le spade di valore hanno un nome. (Jon Snow)

È bello fare il guerriero: lasci la tua famiglia per farne una nuova. (Tyrion Lannister)

Mio fratello ha l’armatura e io ho la mia mente, e la mente dipende dai libri quanto la spada dall’affilatura. (Tyrion Lannister)

Episodio 3, Lord Snow

Come si dice? “Il re defeca e il cavaliere lo pulisce.” (Jaime Lannister)

Un re deve avere cicatrici. (Cersei Lannister)

Un giorno siederai sul trono e sarai tu a decidere la verità. (Jaime Lannister)

Una gentilezza di tanto in tanto ti risparmierà problemi. (Jaime Lannister)

Un bravo re sa quando risparmiare le forze e quando annientare i nemici. (Jaime Lannister)

Una volta mio fratello mi disse che tutto ciò che viene prima della parola “ma” non conta niente. (Benjen)

Se devi essere storpio, meglio essere uno storpio ricco. (Tyrion Lannister)

La lama è il prolungamento del braccio. Lascerai che il braccio ti cada? No. (Syrio)

Episodio 4, Il giuramento

In sella ad un cavallo si è alti come gli altri. (Tyrion Lannister)

In fin di vita si dicono parole senza senso, Lord Stark. Noi crediamo che siano importanti ma sono insignificanti come i vagiti di un neonato. (Pycelle)

Syrio dice che “ogni ferita è una lezione, ogni lezione rende migliori.” (Arya)

Episodio 5, Il Lupo e il Leone

Tutti sanno che i Lannister pagano sempre i loro debiti. (Tyrion Lannister)

Chi è l’imbecille che dà all’omicida un’arma che gli appartiene? (Tyrion Lannister)

Ogni desiderio è legittimo per chi ha il portafogli gonfio. (Baelish)

L’onore? Devo governare sette regni! Non uno, un solo re per sette regni! Per te è l’onore che li fa rigare dritti?! Credi che sia l’onore a mantenere la pace?! È la paura, la paura e il sangue! (Robert)

Quando ti ritrovi sotto le coperte con una donna brutta, la cosa migliore è chiudere gli occhi e agire: tagliarle la gola, farla finita. (Baelish)

Episodio 6, La corona d’oro

Citazioni:

Non ho mai amato i mie fratelli. È triste per un uomo doverlo ammettere ma è vero. Tu sei il fratello che ho scelto. (Robert)

Sangue chiama sangue. (Theon)

Molto spesso il possesso appare come un concetto astratto. (Tyrion)

La guerra si vince con l’oro non con i soldati. (Baelish)

Non era un drago. Il fuoco non uccide un drago. (Daenerys)

Dialoghi:

  • Syrio Forel: Tu non sei qui, sei con i tuoi problemi. E se pensi ai tuoi problemi mentre combatti… avrai più problemi. Proprio così. E come potrai essere veloce come un serpente… e silenziosa come un’ombra… se la tua mente è altrove? Sei inquieta per tuo padre, vero? È naturale. Tu preghi gli dei?
    Arya: Antichi e nuovi.
    Syrio Forel: Ah! Esiste un unico Dio e il suo nome è Morte. E c’è soltanto un’unica cosa che puoi dire alla morte: “non oggi.”

Episodio 7, Il gioco dei troni

Citazioni:

Io so solo che un leone non da mai peso alle opinioni di una capra. (Tywin)

L’unica cosa che so è chi sono io veramente. Se ammettiamo ciò che siamo otterremo ciò che vogliamo. (Baelish)

La pace si fa solo con i nemici, mio signore. Per questo diciamo “fare pace.” (Baelish)

Udite le mie parole e siate testimoni del mio giuramento. Cala la notte e comincia la mia guardia. Non si concluderà fino alla mia morte. Io non avrò moglie, non possiederò terre, non sarò padre di figli, io non porterò corona e non cercherò gloria. Vivrò sempre al mio posto e al mio posto morirò. Io sono la spada nell’oscurità, la sentinella che difende la Barriera. Io sono lo scudo che veglia sui domini degli uomini. Io consacro la mia vita e il mio onore ai Guardiani della Notte, per questa notte e tutte quelle che ci aspettano. (Jon e Sam, pronunciando il Giuramento

Dialoghi:

  • Eddard Stark: Quando il re tornerà dalla caccia gli racconterò la verità. Nel frattempo te ne sarai andata con tutti i tuoi figli. Non avrò il loro sangue sulle mie mani. Andate il più lontano possibile, con tutti gli uomini che avete. Perché ovunque andrete il furore di Robert vi sarà addosso.
    Cersei Lannister: E il mio furore Lord Stark? Avresti dovuto salire sul trono. Jaime mi ha parlato della caduta di Approdo del Re. Lui era sul trono e tu gli rimproverasti lo spregio. Avresti dovuto salire quei gradini e sederti. Che triste errore.
    Eddard Stark: Ne ho commessi parecchi di errori nella mia vita. Quello l’ho evitato.
    Cersei Lannister: Ma non avresti dovuto. Al gioco del trono o si vince o si muore. Non c’è una terza possibilità.
  • Ros: “Ciò che non sa non può ferirla.”
    Baelish: Stupido detto. Ciò che non sappiamo, di solito, è quello che ci uccide.

Episodio 8, La guerra alle porte

Citazioni:

La mia lingua ha mentito, i miei occhi urlavano la verità. (Syrio)

Guardare non vuol dire vedere, cara ragazzina morta. Riuscire a vedere è il vero segreto dell’arte della spada. (Syrio)

Se devo morire, voglio farlo con la musica nel cuore. (Tyrion)

Certi uomini prendono i giuramenti meno seriamente di altri. (Catelyn)

Dì a Lord Tywin che l’inverno sta arrivando per lui. Ventimila uomini del Nord vanno a sud per scoprire se davvero caca oro. (Robb Stark) 

Dialoghi:

  • Jeor Mormont: Lord Stark è accusato di tradimento. Avrebbe cospirato insieme ai fratelli di Re Robert per negare il trono al Principe Joffrey. Voglio sperare che tu non faccia qualche sciocchezza. È tuo dovere restare qui ora.
    Jon Snow: Le mie sorelle si trovano ad Approdo del Re.
    Jeor Mormont: Sono certo che saranno trattate con riguardo.
  • Robb Stark: Raduna i vessilli.
    Maestro Luwin: Tutti mio signore?
    Robb Stark: Giurarono fedeltà a mio padre, è così?
    Maestro Luwin: È così.
    Robb Stark: Voglio vedere se sono di parola.
    Theon Greyjoy: Hai paura?
    Robb Stark: Sembra di sì.
    Theon Greyjoy: Bene.
    Robb Stark: E perché sarebbe un bene?
    Theon Greyjoy: Vuol dire che non sei stupido.

Episodio 9, La confessione

  • Voglio che tu serva il reame! (Varys)
  • L’amore è la morte del dovere. (Aemon)
  • Aemon: Cos’è l’onore paragonato all’amore di una donna? E cos’è il dovere paragonato allo stringere tra le braccia una nuova vita? O al sorriso di un fratello?
    Jon: Hai parlato con Sam.
    Aemon: Siamo umani e quando non c’è alcun prezzo da pagare l’onore risulta facile, invece, da un giorno all’altro, nella vita di ogni uomo, arriva un momento in cui nulla è facile. Il giorno in cui compiere una scelta.
    Jon: E per me è arrivato! È questo il messaggio?
    Aemon: Già, fa male. Eh, sì, lo so.
    Jon: Tu non sai nulla! Nessuno lo sa. Sarò pure un bastardo, ma quell’uomo è mio padre e Robb è mio fratello!
    Aemon: Gli dei furono crudeli quando misero alla prova il mio giuramento. Attesero che fossi vecchio. Che potevo fare quando i corvi recarono la notizia? La rovina della mia casa, la morte della mia famiglia. Ero impotente, cieco, fragile. Poi, seppi che era stato ucciso il figlio di mio fratello e oltre al suo povero figlio i bambini, anche quei poveri bambini!
    Jon: Chi sei tu?
    Aemon: Mio padre era Maekar, primo del suo nome. E mio fratello Aegon regnò dopo di lui quando io dovetti rifiutare il trono. Dopo mio fratello toccò a suo figlio Aerys, che tutti chiamavano il Re Folle.
    Jon: Sei Aemon Targaryen.
    Aemon: Sono un maestro della Cittadella, restato al servizio dei Guardiani della Notte del Castello Nero. Io non ti chiederò di restare o di andare via, ma di operare la scelta definitiva e conviverci fino alla fine dei tuoi giorni. Quello che ho fatto io.
  • Eddard Stark: Sono Eddard Stark, Lord di Grande Inverno e Primo Cavaliere del Re. Sono qui davanti a voi per confessare il mio tradimento di fronte agli dei e agli uomini. Ho tradito la fede del mio re e la fiducia del mio amico Robert. Avevo giurato di proteggere i suoi figli, ma prima che il suo sangue si raffreddasse ho cercato di uccidere suo figlio… e salire sul trono io stesso. Che il Sommo Septon e Baelor il Benedetto mi siano testimoni di ciò che dico. Joffrey Baratheon è l’unico vero erede al Trono di Spade. E per grazia di tutti gli dei, Lord dei Sette Regni e Protettore del Reame.
    Pycelle: I nostri peccati li paghiamo con la sofferenza. Quest’uomo ha confessato i suoi crimini al cospetto degli dei e degli uomini. Gli dei sono sempre giusti, ma Baelor il Benedetto ci ha insegnato che gli dei sanno anche essere misericordiosi. E quindi che ne sarà di questo traditore, vostra grazia?
    Joffrey Baratheon: Mia madre vuole che lo lasci andare coi Guardiani della Notte. Privato di titoli e poteri, servirebbe il reame in esilio permanente. E la mia Lady Sansa implora clemenza per suo padre. Hanno il cuore fragile come tutte le donne. Fino a quando io sarò re, il tradimento non resterà mai impunito. Ser Ilyn, portami la sua testa!
  • Yoren: Non guardare!
    Arya: Ci penso io! Lasciami andare!
    Yoren: Tieni la bocca chiusa! Guardami! Guardami!
    Eddard Stark: In nome dei Sette Dèi.

Episodio 10, Fuoco e sangue

Citazioni:

Ricordi la nostra prima cavalcata, mio sole e stelle? Se sei ancora qui, se non te ne sei ancora andato, dimostramelo. Tu sei un guerriero. Lo sei sempre stato. E adesso ho bisogno che tu combatta. So che sei molto lontano, ma torna da me, mio sole e stelle. Quando il sole sorgerà ad ovest e calerà ad est tu tornerai da me mio sole e stelle. (Daenerys Targaryen) 

Tra tutte le migliaia e migliaia di malanni che gli dei ci inviano la pazzia è il peggiore. (Pycelle)

Conquistare un regno e saperlo governare sono due cose molto diverse. Dicono che “se un uomo vive con la visiera dell’elmo calata giù, non possa vedere i suoi nemici ai due fianchi.” (Pycelle)

Dialoghi:

  • Robb Stark: Li ucciderò tutti. Ognuno di loro. Li ucciderò tutti.
    Catelyn Stark: Figlio mio. Hanno le tue sorelle. Prima di tutto le libereremo. E dopo li uccideremo tutti.
  • Jorah Mormont: Non gli serviranno le uova di drago nell’aldilà. Vendile. Puoi tornare nelle città libere e vivere nell’agio per il resto dei tuoi giorni.
    Daenerys Targaryen: Non mi sono state donate per essere vendute.
    Jorah Mormont: Khaleesi, mia regina. Io ho giurato di servirti e obbedirti e anche di morire per te, ma non farlo, Khaleesi. Conosco le tue intenzioni, non farlo.
    Daenerys Targaryen: Non posso. Tu non capisci ser.
    Jorah Mormont: Non chiedermi di restare fermo a guardare mentre ti getti nella pira. Non ti guarderò bruciare.
    Daenerys Targaryen: È di questo che hai paura? Voi siete il mio Khalasar. Io qui vedo volti di schiavi. Vi libero. Toglietevi le catene, andatevene se volete, nessuno vi fermerà. Ma se rimarrete, rimarrete come fratelli e sorelle, come mariti e mogli.
    Ser Jorah, lega quella donna alla pira. Hai giurato di obbedirmi!
    Io sono Daenerys, Nata dalla Tempesta, della Casa Targaryen, dell’antico sangue di Valyria e vi dico che sono io la figlia del Drago. Vi do la mia parola che coloro che vi faranno del male moriranno tra urla di tormento.
    Mirri Maz Duur: Non mi sentirai urlare!
    Daenerys Targaryen: Sì, invece. Ma non sono le tue urla che voglio, solo la tua vita. (Daenerys dà fuoco alla pira e vi entra circondata dalle fiamme, mentre Mirri Maz Duur inizia a cantare e poi ad urlare di dolore)

Game of Thrones citazioni e dialoghi (Il Trono di Spade) jaime-cersei-lannister-il-trono-di-spade-game-of-thrones-i1Il Trono di Spade, seconda stagione.

Episodio 1, Il Nord non dimentica

Quando sei già all’estremo Nord puoi andare in una sola direzione. (Craster)

Meglio morire liberi che vivere da schiavi. (Donna)

Vuoi comandare un giorno? Allora impara ad obbedire! (Jeor Mormont)

Ci sono persone abbastanza fortunate da nascere nelle famiglie giuste, altre devono trovare la loro strada. (Baelish)

Episodio 2, Oltre la Barriera

A volte i sogni si avverano. (Tyrion)

La gente come noi non può lasciarsi dominare dai propri difetti. (Tyrion)

Gli amici sono importanti nella vita di un uomo. (Varys)

Una corona non si regala. Una corona si paga con il ferro. (Balon Greyjoy)

Ovunque vada c’è qualcuno che mi parla del vero Dio. Ognuno pensa che il suo sia quello giusto. L’unico Dio è quello fra le gambe di una donna, meglio ancora se di una regina. (Salladhor Saan)

In una guerra, l’esercito più grande vince, 9 volte su 10. (Stannis)

Episodio 3, Ciò che è morto non muoia mai

Citazioni:

Per uomini nella nostra posizione, servare dei rancori può essere un ostacolo, non credi? (Tyrion)

Dialoghi:

  • Shae: Sono la tua debolezza?
    Tyrion: È un complimento, mia cara.
    Shae: Come può una debolezza essere un complimento?
    Tyrion: A volte le parole possono essere ambigue.
  • Varys: Il potere è una cosa curiosa, mio signore. Sei amante degli indovinelli?
    Tyrion: Perché? Sto per sentirne uno?
    Varys: Tre grandi uomini siedono in una stanza: un re, un prete e un uomo molto ricco. E in mezzo a loro c’è un semplice mercenario. Ognuno di questi uomini chiede al mercenario di uccidere gli altri due. Chi vive? Chi muore?
    Tyrion: Dipende dal mercenario.
    Varys: Sicuro? Non possiede né corona, né oro, né il favore degli dei.
    Tyrion: Ha una spada, il potere di vita e di morte!
    Varys: Ma se sono i guerrieri che dominano, perché fingiamo che siano i re a detenere il potere? Quando Ned Stark è stato decapitato, chi è stato il vero responsabile? Joffrey? Il carnefice? O qualcos’altro?
    Tyrion: Ho deciso che odio gli indovinelli.
    Varys: Il potere risiede dove gli uomini credono che il potere risieda. È un trucco, un’ombra sul muro. E un uomo molto piccolo è in grado di proiettare un’ombra molto grande.

Episodio 4, Il Giardino Di Ossa

Nella mia famiglia diciamo che “un uomo nudo ha pochi segreti, uno scuoiato nessuno.” (Lord Bolton)

Ma non è con l’onore che si vincono le guerre. (Lord Bolton)

Non c’è cura per la malvagità. (Bronn)

È nato tra il sale e il fumo, è un prosciutto? (Renly)

Se in guerra bastassero i numeri, i matematici governerebbero il mondo. (Baelish)

Le unioni di persone di alto lignaggio suscitano sempre un certo interesse. (Baelish)

Le ombre non prendono vita dalle tenebre. Sono le ancelle della luce, le figlie del fuoco. Quanto più luminosa è la fiamma, tanto più oscure le ombre. (Melisandre)

Episodio 5, Il fantasma della fortezza

Essere chiamato re non vuol dire esserlo. (Margaery)

La dura verità è un coltello a doppio taglio, ser Davos. (Stannis)

Mi viene in mente un vecchio proverbio dei marinai: “piscia sull’Altofuoco e l’uccello ti va a fuoco.” (Tyrion)

Gli uomini vincono le guerre, non i trucchi magici. (Bronn)

Episodio 6, Vecchi e nuovi dei

Citazioni:

Chi è una spia non dirà mai di essere una spia. (Robb)

Dialoghi

  • Tywin: Gli uomini tirano sempre in ballo i demoni quando le cose vanno male.
    Baelish: È mia opinione che i momenti di crisi offrano occasioni molto interessanti.

Episodio 7, Un Uomo Senza Onore

Un uomo è quello che gli altri dicono di lui e nient’altro. (Xaro Xhoan Daxos)

Se tutti noi fossimo responsabili anche delle azioni dei lontani parenti, ser Alton, saremmo tutti impiccati. (Robb)

Potrai non amare il tuo re, ma amerai i suoi figli. (Cersei)

Più persone ami più sei debole. Fai delle cose per loro, sapendo che non dovresti farle. Ti comporti da sciocca per farli felici, per tenerli al sicuro. Ama solamente i tuoi figli. Di fronte a questo una madre non ha scelta. (Cersei)

Troppi giuramenti. Ti fanno giurare, giurare. Difendi il re, obbedisci al re, obbedisci a to padre, proteggi gli innocenti, difendi i deboli. Che succede se tuo padre disprezza il re? E se il re massacra degli innocenti? Giuramenti, qualsiasi cosa tu faccia, finirai sempre per infrangerne uno. (Jaime)

Episodio 8, Il Principe Di Grande Inverno

Rispose che “solo la paura rende coraggiosi”. (Robb)

Un re che fugge non resta mai re molto a lungo. (Tywin)

Nessun uomo può essere in ogni luogo e in ogni momento. (Varys)

Episodio 9, L’Assedio

Citazioni:

Penso che ognuno di noi crede in ciò che vede e in ciò che hanno visto persone fidate. (Varys)

I peggiori sopravvivono sempre. (Sansa)

L’unico modo affinché il popolo resti leale è essere certi che abbiano più paura di te che del nemico. (Cersei)

Gli dei non hanno pietà, sono dei per questo. (Cersei)

Le donne hanno altre armi oltre alle lacrime. Quella tra le gambe è la più efficace. Impara ad usarla. (Cersei)

Dialoghi:

  • Tyrion: Non scapperò. Sono il comandante di questa nave. Se mai dovesse affondare, lo farò anch’io.
    Varys: È bello sentirlo dire. Anche se molti comandanti lo dicono solo finché la nave galleggia ancora.

Episodio 10, Chiunque Puo’ Essere Ucciso

Che sappiano che sono più vivo che mai. (Tyrion)

Ma abbiamo tutti i nostri punti deboli. (Varys)

Game of Thrones citazioni e dialoghi (Il Trono di Spade) il-trono-di-spade-game-of-thronesIl Trono di Spade, terza stagione.

Episodio 1, Valar Dohaeris

In fondo al suo cuore ogni corvo desidera a tornare a volare libero. (Ygritte)

Mio padre diceva che gli uomini grossi cadono esattamente come quelli piccoli quando gli pianti una spada in mezzo al cuore. (Jon)

Io voglio combattere al fianco di coloro che lottano per i vivi. Sono venuto nel posto giusto? (Jon)

Raccontare la verità non è calunniare. (Tyrion)

Perché? Tu chiedi perché! Tu che hai ucciso tua madre, nel venire al mondo. Sei un piccolo essere disgustoso, deforme e immondo, pieno di invidia, lussuria e squallida arguzia. La legge ti da il diritto di portare il mio nome e di fregiarti dei colori del mio casato visto che non posso provare che non sei mio figlio. E, per darmi una lezione di umiltà, gli Dei mi hanno condannato a guardarti andare in giro come una papera sfoggiando il nobile leone che fu il sigillo di mio padre e di suo padre prima di lui. Ma né gli dei né gli uomini potranno mai far sì che io ti permetta di trasformare Castel Granito nel tuo bordello. (Tywin)

Anche il più coraggioso degli uomini teme la morte. (Jorah)

Episodio 2, Ali oscure, oscure parole

È questo che fa una donna intelligente: fa quello che le si dice. (Joffrey)

Gli uomini vogliono una cosa sola da una bella ragazza. (Shae)

Ma una volta munta la vacca non puoi rimetterle il latte nella mammella e quindi sei costretto a stare al gioco. (Olenna)

Alcuni hanno sempre bisogno di aiuto, non vuol dire che non valga la pena aiutarli. (Meera)

Anche il racconto più sciocco diventa interessante dopo una bevuta. (Thoros di Myr)

Episodio 3, Il cammino del supplizio

Ammetto di essere bravo a spendere soldi, ma una vita di ricchezza sfrenata non mi ha certo insegnato a gestirli. (Tyrion)

Magari sei davvero stato un ottimo spadaccino, un tempo. O magari alla gente piace esagerare quando si tratta di un nome famoso. (Brienne)

In ogni uomo si annida una belva che si desta appena egli impugna una spada. (Jorah)

Episodio 4, E ora la sua Guardia è conclusa

Citazioni:

I prodigi accadono sempre nei luoghi più strani. (Varys)

Noi madri facciamo di tutto per evitare la morte dei nostri figli, ma sembra che la desiderino. Gli insegnamenti di buon senso scivolano via come pioggia dalle piume. (Olenna)

A volte la crudeltà è il prezzo che paghiamo per la grandezza. (Margaery)

Hai avuto un assaggio, un assaggio del mondo reale. Un mondo dove le persone vengono private di cose importanti. E ti lamenti, e piangi, e ti abbandoni. Come una stupida femminuccia. (Brienne)

Cosa succede quando un eunuco prova a sedurre una vecchia decrepita? Quesiti per i filosofi. (Olenna)

Scelgo i miei alleati con attenzione e i nemici con più attenzione ancora. (Varys)

Combattere in guerra fa di un uomo un soldato. (Beric Dondarrion)

Dialoghi:

  • Varys: Prima di tutto questo orrore stavo per raccontarti la storia della mia evirazione. Vuoi ancora sentirla?
    Tyrion: Non lo so. Lo voglio?
    Varys: Da bambino viaggiavo attraverso le città libere con una compagnia di guitti. Un giorno a Myr, si avvicinò un uomo e fece al mio padrone un’offerta impossibile da rifiutare. Temevo che volesse usarmi come avevo udito che certi uomini usano i bambini, ma ciò che voleva lui era molto più atroce. Dovetti bere una pozione che mi impediva di muovermi e di parlare, ma che tuttavia non aveva alcun effetto narcotico. Con una lama curva cominciò a mutilarmi fino alla radice mentre continuava a cantare. E bruciò tutte le mie parti virili in un braciere. Le fiamme diventarono blu e d’un tratto sentii una voce rispondere alla sua invocazione. Rivivo quella notte nei miei sogni. Non lo stregone, o la lama. Sogno la voce che usciva dalle fiamme. Era un Dio, un demone, il trucco di un illusionista? Non lo so. Ma lo stregone chiamò e una voce rispose. E ti assicuro che io da quel giorno, odio ogni tipo di magia e tutti quelli che la praticano. Ora puoi capire perché volevo aiutarti nella tua lotta contro Stannis e la sua sacerdotessa rossa? Una simbolica vendetta per quello che io ho subito.
    Tyrion: Sì… Io sento il bisogno di una vendetta vera nei confronti di chi veramente ha cercato di farmi uccidere. Ovviamente questo richiede una certa autorità che io non…
    Varys: Che tu non possiedi. In questo momento. Ma l’autorità dipende anche molto dalla pazienza, ho scoperto. Una volta che lo stregone ebbe finito con me, mi gettò fuori di casa perché morissi. Io, invece, scelsi di vivere, per vendicarmi. Mendicai, vendetti le parti del mio corpo che mi erano rimaste, divenni un abile ladro. Appresi con gli anni che appropriarsi dei segreti di un uomo è meglio che appropriarsi del suo denaro. Passo dopo passo, con un’azione disgustosa dopo l’altra, io riuscii a farmi strada dai bassifondi di Myr fino al Concilio Ristretto, mio signore. L’autorità cresce come una pianta. Ho coltivato la mia pazientemente, finché i suoi rami si sono estesi dalla Fortezza Rossa fino all’angolo più lontano e dimenticato del mondo, dove si sono aggrovigliati intorno a una cosa molto, molto speciale. [Apre una cripta con dentro lo stregone che lo aveva evirato]
    Tyrion: Lo stregone.
    Varys: Salve, mio vecchio amico. È passato molto tempo. Non ho alcun dubbio che otterrai la vendetta che cerchi, col tempo. Se ne avrai lo stomaco.

Episodio 5, Baciata dal fuoco

E a che serve la parola “sfarzoso” se non a descrivere le nozze di un re? (Olenna)

Per fare una tregua bisogna fidarsi. (Brienne)

Non importa quello che vogliamo, una volta che ce l’abbiamo vogliamo già qualcos’altro. (Baelish)

Non è una richiesta, è un complotto. I complotti non sono di pubblico dominio. (Tywin)

Episodio 6, La scalata

Citazioni:

Le leggi degli dei e degli uomini sono chiare: nessun uomo può obbligare un altro uomo a sposarsi. (Edmure Tully)

È qualcosa di molto raro un uomo che è all’altezza della sua reputazione. (Olenna)

Spesso vogliamo ascoltare delle parole e, una volta ascoltate, quando è troppo tardi, ci rendiamo conto che andavano ascoltate in circostanze molto diverse. (Tyrion)

Dialoghi:

  • Varys: Mille lame prese dalle mani dei nemici di Aegon caduti, forgiate con il respiro di fuoco di Balerion, il Terrore Nero.
    Baelish: Non sono mille lame, in realtà. Neanche arrivano a duecento. Le ho contate.
    Varys: Non avevo dubbi. Orrida, vecchia sedia!
    Baelish: Però ha un certo fascino.
    Varys: La Lady Arryn delle sedie. Hai dovuto ripiegare su di lei, peccato.
    Baelish: Ah, secoli fa, amico mio. Mi fa piacere, davvero, che tu sia così terrorizzato all’idea che riesca a ottenere quello che voglio.
    Varys: Ostacolarti non è mai stata la mia principale ambizione, devi credermi. Tuttavia, chi non desidererebbe vedere gli amici fallire, di tanto in tanto?
    Baelish: Hai ragione. Per esempio, quando io ho ostacolato il tuo piano di dare Sansa Stark ai Tyrell, se devo essere onesto, ho provato un grande senso di godimento in quell’istante. Però la tua confidente, quella che ti forniva le informazioni sui miei piani, quella che avevi giurato di proteggere, a lei non hai procurato godimento. E lei non ha procurato godimento a me. È stato un pessimo investimento da parte mia. Fortunatamente, un amico voleva provare qualcosa di nuovo, fuori dal comune e mi è stato davvero molto grato di avergli reso possibile questa nuova esperienza.
    Varys: Ho fatto quello che ho fatto per il reame!
    Baelish: Il reame? Tu lo sai cos’è il reame? Sono le mille lame dei nemici di Aegon, una storia che noi accettiamo di raccontarci ancora, e ancora, finché dimenticheremo che è una fandonia.
    Varys: Ma che ci resterà il giorno in cui abbandoneremo questa fandonia? Il caos, un pozzo profondo che aspetta d’inghiottirci tutti.
    Baelish: Il caos non è un pozzo. Il caos è una scala! Tanti che provano a salirla falliscono e non ci provano più: la caduta li spezza. Ad altri viene offerta la possibilità di salire, ma rifiutano: rimangono attaccati al regno, o agli dei, o all’amore. Illusioni. Solo la scala è reale. E non resta che salire.

Episodio 7, L’orso e la fanciulla bionda

Le persone collaborano quando gli fa comodo. Sono leali quando gli fa comodo. Si amano tra loro quando gli fa comodo. E si uccidono tra loro quando gli fa comodo. Lei (Ygritte) lo ha capito, tu invece no. Ed è per questo che non sarà mai davvero tua. (Orell)

Mio figlio sarà un re. I figli imparano dalle madri e al mio insegnerò molte cose. (Margaery)

Alcune amano gli uomini alti; certe altre quelli bassi; ad alcune piacciono irsuti; ad altre calvi; uomini gentili; uomini rudi; uomini belli; uomini brutti; belle ragazze. Ma nessuna sa cosa vuole finché non lo ha provato. E purtroppo ci è concesso assai poco prima di diventare vecchie e grigie. (Margaery)

Noi donne siamo complicate, soddisfarci richiede pratica. (Margaery)

Tu perdi troppo tempo a cercare di farti ben volere. Finirai per essere il cadavere più amato della città. (Bronn)

Tu sei mio e io sono tua. E se moriremo, moriremo. Ma prima vivremo. (Ygritte)

Il solo modo per curare una malattia è comprendere la malattia. E il solo modo per comprenderla è studiare chi ne è afflitto. (Qyburn)

Episodio 8, I secondi figli

È difficile farsi pagare dai morti. I mercenari preferiscono stare con chi vince. (Daenerys)

Noi non scegliamo il nostro destino, ma dobbiamo compiere il nostro dovere. Grande o piccolo che sia, è il nostro dovere. (Stannis)

Credo che le madri e i padri abbiano creato gli Dei perché i figli potessero dormire di notte. (Davos)

Gli Dei ci hanno donato due cose con cui divertirci prima di morire: l’emozione di farsi una donna che vuole essere scopata e l’emozione di uccidere un uomo che vuole ucciderti. (Daario)

Un Dio è reale o non lo è. Devi solo saperlo vedere. La fine arriva per tutti e per ogni cosa. Un’oscurità che inghiottirà l’alba. (Melisandre)

Secondo me l’onestà è importante tra un uomo e sua moglie, non credi? (Tyrion)

Se mio padre vuole che qualcuno si facci fottere inizi da se stesso! (Tyrion)

Dialoghi:

  • Melisandre: Hai mai ucciso un agnello, mio re?
    Stannis: No.
    Melisandre: Se l’agnello vede il coltello si impaurisce, la paura penetra nella sua carne, la scurisce e rovina il sapore.
    Stannis: Ne avrai uccisi molti.
    Melisandre: E nessuno ha visto la lama.

Episodio 9, Le piogge di Castamere

Dimostragli che cosa si prova a perdere ciò che si ama. (Catelyn)

Sento che nutri pensieri sospettosi. Nella mia esperienza solo le persone sleali lo fanno. (Daario)

I ratti morti non squittiscono. (Mastino)

Morire di spada è meglio che tirare le cuoia tra un colpo di tosse e l’altro. (Ygritte)

Tu hai paura di non riuscire ad arrivare in tempo e più ti avvicini, più la pura cresce. Non nasconderla perché tanto non ci riesci. Riconosco la paura quando la vedo. E ne vedo molta. (Mastino)

Una spada ha bisogno del suo fodero. (Walder Frey)

Episodio 10, Mhysa

Citazioni:

La morte sarebbe davvero troppo. Avere paura della morte invece… (Tyrion)

La vecchiaia è crudele. (Pycelle)

Oh sono un mostro? Dovresti rivolgerti a me con più delicatezza, allora: i mostri sono belve pericolose e ultimamente sembra che i re muoiano come mosche. (Tyrion)

Chiunque dica “io sono il re” non è un vero re. Mi assicurerò che tu lo capisca quando avrò vinto questa guerra per te. (Tywin)

Mia madre mi diceva che “non si tirano le pietre agli storpi”. Ma mio padre mi ha insegnato a colpire la testa. (Ramsay)

Non esiste un luogo sicuro, lo sai. (Jojen)

Non è facile essere sempre ubriaco. Lo farebbero tutti se fosse così facile. (Tyrion)

Una moglie infelice è buon’amica di un mercante di vino. (Cersei)

Una grande ricompensa richiede un grande sacrificio. (Melisandre)

Il popolo si abitua alle catene. (Daenerys)

Non è a me che dovete la vostra libertà. Io non posso darvela. La vostra libertà non appartiene a me. Appartiene solamente a voi. Se la volete, sta a voi riprendervela. A ciascuno di voi. (Daenerys)

Dialoghi:

  • Tywin: E tu credi che una corona dia il potere?
    Tyrion: No. Credo che le armate diano il potere.
  • Tyrion: La gente del Nord non lo dimenticherà mai.
    Tywin: Bene! Non devono dimenticare cosa succede quando si marcia contro il Sud.
  • Tywin: Devo spiegarti in un’unica lezione come funziona il mondo?
    Tyrion: Con parole semplici, non ho la tua intelligenza.
    Tywin: Una casata che privilegia la propria famiglia sconfiggerà una casata che privilegia desideri e capricci dei figli e delle figlie. Un grand’uomo fa il possibile per migliorare la posizione della sua famiglia, e lo fa senza pensare ai suoi desideri egoistici. Lo trovi spassoso?
    Tyrion: No, è davvero un’ottima lezione. Solo che è facile per te predicare devozione alla famiglia quando sei tu a prendere tutte le decisioni.
    Tywin: Facile per me?
    Tyrion: Spiegami, quando mai hai fatto qualcosa che non fosse nel tuo interesse ma solo nell’interesse della tua famiglia.
    Tywin: Il giorno che venisti al mondo! Volevo portarti in riva al mare e lasciare che le onde ti trascinassero via. Invece ti ho lasciato vivere e come un figlio io ti ho cresciuto. Perché sei un Lannister.
  • Shae: È giovane, è stupenda, è nobile.
    Varys: Dividiamo il pane con loro, questo non ci rende una famiglia. Conosciamo la lingua ma non apparterremo mai al loro paese. Se veramente sei convinta che una ragazza straniera senza nome possa passare la sua vita con il figlio di Tywin Lannister…
    Shae: Io ho un nome!
    Varys: Hai un solo nome e anch’io. Ma qui è il nome di famiglia che ha importanza.
    Shae: Cosa vuoi da me, lord Varys?
    Varys: Diamanti. Ti direi di stare attenta portando con te questa grande ricchezza, ma tu sai come proteggerti. Prendi una di quelle navi, vai a Penthos, o Lys, o Myr. Puoi comprare una casa con questi diamanti. Una casa grande, avere tanti servi, iniziare una nuova vita, una bella vita, lontano da qui. La misteriosa bellezza esotica. Gli uomini faranno la fila per te.
    Shae: Perché vuoi che me ne vada?
    Varys: Tyrion Lannister è una delle poche persone viventi che può migliorare questo paese. Ne ha l’intelligenza, ne ha la capacità e il giusto cognome e tu… tu sei una complicazione. Lo so, ne sei innamorata e so che è vero amore, amore sincero. Infatti non ti chiedo di lasciarlo per denaro. Ti sto chiedendo di andartene da qui perché la tua presenza nella capitale lo mette in pericolo. Questa non sarà mai casa tua, mia signora. Trova una vera casa e in un posto lontano da qui. Finché sei ancora in tempo.
  • Cersei: Meritare? Stai attento. Se ti torturi per chi è meritevole, prima che te ne renda conto, avrai passato ogni giorno della tua vita a piangere per ogni abitante di questo mondo.
    Tyrion:Trovo patetico chi diventa filosofo in tarda età.
  • Tyrion: Quanto ci vorrà ancora?
    Cersei: Finché non sistemeremo i nostri nemici.
    Tyrion: Ogni volta che sistemiamo un nemico ne creiamo altri due.
    Cersei: Allora immagino che ne avremo ancora per molto.
  • Ygritte: Tu non sai niente Jon Snow.
    Jon: Una cosa la so, invece. So che ti amo. E so che tu ami me.

Game of Thrones citazioni e dialoghi (Il Trono di Spade) il-trono-di-spade-game-of-thronesIl Trono di Spade, quarta stagione.

Episodio 1, Le due spade

Citazioni:

Usiamo le parole giuste. Sono una bastarda. Lei è una puttana. E tu cosa sei? Sei un ruffiano. (Ellaria)

Sapete perché tutto il mondo odia i Lannister? Pensate che il vostro oro e i vostri leoni, i vostri leoni dorati, vi rendano migliori di tutti quanti. Ti svelo un segreto. Tu non sei un leone dorato. Sei solo un omuncolo color rosa troppo lento ad estrarre la spada. Una spada lunga in un piccolo ambiente è una cattiva scelta. (Oberyn)

Dì a tuo padre che sono qui. E digli che i Lannister non sono i soli a pagare i propri debiti. (Oberyn)

Devi conoscere una terra per dominarla. Le sue piante, i suoi fiumi, le strade, il popolo. La Rosa del Crepuscolo cura la febbre, tutti a Meereen lo sanno, specie gli schiavi che preparano gli infusi. Se vuoi che ti seguano devi diventare parte del loro mondo. Strategia. Oro d’Arpia. No, niente infuso. Bello ma velenoso. (Daario)

Un uomo deve avere un codice. (Mastino)

Dialoghi:

  • Sansa: Puoi scusarmi, mio Signore, vorrei andare nel Parco degli Dei.
    Tyrion: Ma certo, certo. Le preghiere possono aiutare, dicono.
    Sansa: Io non prego più. È l’unico posto in cui posso andare dove c’è solo silenzio.

Episodio 2, Il leone e la rosa

Citazioni:

Odio molte cose ma cerco di farmele piacere. (Stannis)

Per ogni madre l’anima dei propri figli è importante. (Melisandre)

Chi spreca il denaro in queste futilità non manterrà la ricchezza a lungo. (Tywin)

La guerra è guerra, ma uccidere un uomo a un matrimonio è crudele. Solo un mostro farebbe una cosa simile. Gli uomini ora avranno ancora più paura a sposarsi. (Lady Olenna)

Un matrimonio reale non è un mero divertimento. Un matrimonio reale è storia. (Joffrey)

Dialoghi:

  • Cersei: Mai incontrato un Sand prima d’ora.
    Ellaria: Siamo ovunque a Dorne. Io ho diecimila fratelli e sorelle.
    Oberyn: I bastardi nascono dalla passione, giusto? Non li disprezziamo a Dorne.
    Cersei: No? Davvero tollerante.
    Oberyn: Penso che sia un sollievo, lady Cersei, cedere le responsabilità da regina. Portare la corona tutto questo tempo avrà storto il tuo bel collo.
    Cersei: Non avrai modo di saperlo. È un peccato che tuo fratello non sia qui oggi.
    Tywin: Portagli i nostri saluti. Vedrai col tempo la gotta gli passerà e potrà camminare di nuovo.
    Oberyn: La chiamano la malattia dei ricchi. Strano tu non ne soffra.
    Tywin: I nobili dalle mie parti non conducono lo stile di vita dei nostri corrispettivi di Dorne.
    Oberyn: In ogni luogo la gente è diversa. In alcuni posti, gli aristocratici disprezzano i plebei, in altri posti, stuprare e uccidere donne e bambini viene considerato disdicevole. Credo sia davvero una fortuna per te, ex regina, che tua figlia Myrcella sia stata mandata in un posto simile.

Episodio 3, La fuga

Citazioni:

Le voci volano sull’acqua. (Baelish)

Il denaro compra il silenzio di un uomo per un po’. Un dardo nel cuore lo compra per sempre. (Baelish)

Il mondo è pieno di situazioni orribili, cara, ma a confronto della morte sono un vassoio di dolci. (Olenna)

Un re saggio si rende conto che non può sapere tutto. Tu [Tommen] sei giovane. Un re giovane e saggio ascolta i suoi consiglieri e segue le loro indicazioni fino a che non è adulto. E i re più saggi continuano a farlo anche molto tempo dopo. (Tywin)

Sei una donna detestabile. Perché gli Dei mi hanno fatto amare una donna detestabile? (Jaime)

Usi le magie col sangue per conquistare il trono ma non vuoi pagare dei guerrieri? Forse la magia della sacerdotessa è reale e anche le sue visioni e profezie. Ma le visioni e le profezie non possono vincere le guerre. I soldati le vincono! I soldati sulla terra e la terra è infangata! (Davos)

Gli uomini in guerra commettono ogni genere di crimini senza che i loro capi lo sappiano. (Tywin)

Il mondo è un posto migliore senza di lui, ma io non c’entro proprio nulla. Di una cosa sono certo: se avessi progettato io l’assassinio del re, l’avrei pianificato in modo da non stare lì a bocca aperta come un idiota mentre moriva. (Tyrion)

È tipico di mio padre, trarre vantaggio anche da una tragedia famigliare. (Tyrion)

Non voglio che tu debba morire per colpa mia! Hai sentito? Quando camminerò verso il luogo dove verrò decapitato, non voglio vedere la tua testa che mi aspetta lì. (Tyrion)

Sono Daenerys Nata dalla Tempesta. I vostri Padroni vi hanno mentito su di me o forse non vi hanno detto niente. Non importa. Non ho niente da dire a loro. Parlo solo a voi. Prima sono andata ad Astapor. Coloro che ad Astapor erano schiavi, ora sono dietro di me, liberi. Poi sono andata a Yunkai. Coloro che a Yunkai erano schiavi, ora sono dietro di me, liberi. Ora sono venuta a Meereen. Non sono vostra nemica. Il nemico è dietro di voi. Il nemico rapisce e uccide i vostri figli. Il nemico vi offre solo catene e dolore e ordini. Io non vi porto degli ordini. Vi porto una scelta. E darò ai vostri nemici ciò che meritano. Avanti! Fuoco! (Daenerys)

Dialoghi:

  • Mastino: Non è forte, non è capace di proteggersi. Moriranno tutti e due d’inverno. Ai morti l’argento non serve.
    Arya: Sei la peggior carogna dei Sette Regni!
    Mastino: C’è chi è peggio di me. Io riesco a vedere qual è la realtà. Quanti Stark devono uccidere prima che tu veda la realtà?
  • Shireen: Tu prima eri un pirata?
    Davos: Non sono mai stato un pirata, ero un contrabbandiere.
    Shireen: Che differenza c’è?
    Davos: Se sei un contrabbandiere famoso hai sbagliato qualcosa.
    Shireen: Per mio padre un bandito è un bandito.
    Davos: Tuo padre non riesce proprio ad apprezzare i lati migliori del cattivo comportamento.
  • Tywin: Molti pensano che sia soffocato.
    Oberyn: Molti pensano che il cielo sia blu perché viviamo tutti nell’occhio blu di un gigante. Il re è stato avvelenato.
  • Daenerys: Ti batti senza cavallo?
    Daario: A cosa mi serve?
    Daenerys: È più veloce dell’uomo.
    Daario: Ma anche più stupido dell’uomo.

Episodio 4, In cerca di un colpevole

Citazioni:

In questa città ci sono tre schiavi per ogni Padrone. Nessuno può darvi la libertà, fratelli. Se la volete, dovete prendervela. (Verme Grigio)

Niente è più tedioso di un processo. (Olenna)

Dialoghi:

  • Barristan: A volte è meglio rispondere a un’ingiustizia con la clemenza.
    Daenerys: Io rispondo alle ingiustizie con la giustizia.
  • Baelish: Un uomo che non ha moventi non viene sospettato. Bisogna confondere i nemici. E se non sanno chi sei o che cosa vuoi, non intuiranno neanche le tue mosse.
    Sansa: Io non ti credo. Se ti prendessero infilzerebbero la tua testa su di una picca. Correresti questo rischio solo per confonderli?
    Baelish: Tantissime persone non amano rischiare. Passano la loro esistenza a evitare il pericolo. E poi muoiono. Io rischierei tutto per ciò che voglio.
    Sansa: E che cosa vuoi?
    Baelish: Ogni cosa. La mia amicizia con i Lannister ha dato i suoi frutti. Ma Joffrey, un ragazzino crudele con la corona in testa, non credo sia affidabile. Chi si fiderebbe di uno così?
    Sansa: Chi si fiderebbe di te?
    Baelish: Non voglio un amico come me. I miei nuovi amici sono ragionevoli e alquanto prevedibili. Ciò che è successo a Joffrey, beh, è una cosa che i miei nuovi amici desideravano da parecchio. Non c’è niente come un dono gradito per rafforzare un’amicizia.

Episodio 5, L’ultima notte dei Ribelli

Citazioni:

Non riesci ad amare nessuno nel modo in cui ami il tuo primo figlio. Non importa cosa faccia. (Cersei)

Lo sai quali storie amano più di ogni altra gli uomini poveri? Quelle sulle fanciulle ricche che non avranno mai. (Baelish)

Conosci le tue forze, usale in modo saggio. E così un uomo può valerne anche diecimila. (Baelish)

Quel che è fatto è fatto, dissolto nel nulla. Solo parlandone si può renderlo reale. (Baelish)

Le guerre ingoiano oro come un pozzo senza fine. (Tywin)

L’odio è un ottimo modo per riuscire ad andare avanti. È uno dei migliori. (Mastino)

Il matrimonio cambia le persone. (Lysa)

Dialoghi:

  • Daenerys: Come eserciterò sui Sette Regni il potere se non riesco a controllare la Baia degli Schiavisti? Perché qualcuno dovrebbe avere fiducia in me? Perché qualcuno dovrebbe seguirmi?
    Jorah: Sei una Targaryen, sei la madre dei draghi.
    Daenerys: Questo non può bastare. Non lascerò che gli schiavi che ho liberato tornino nuovamente in catene. Non andrò nel Continente Occidentale.
    Jorah: Cosa farai?
    Daenerys: Farò quello che fanno le regine: governerò.
  • Tywin: Non è necessario stabilire formalmente alleanze con persone fidate.
    Cersei: Di chi ci fidiamo allora?
    Tywin: Solamente di noi stessi.

Episodio 6, Le Leggi degli Uomini e degli Dei

Al di là del Mare Stretto ogni libro è pieno di parole come “usurpatore”, “folle” e “diritto di sangue”. Qui i nostri libri sono pieni di numeri, sono quelle le storie che preferiamo. Più semplici e meno soggette a interpretazioni. (Tycho Nestoris)

È giustizia rispondere a un crimine con un altro? (Hizdahr zo Loraq)

I draghi non vincono una guerra da trecento anni, gli eserciti la vincono in ogni momento. (Tyrion)

Il mondo è grande e bellissimo. Molti di noi vivono tutta la vita nello stesso luogo dove sono nati, senza mai vedere altro. Non voglio essere “molti di noi”. (Oberyn)

Non è assassinio, è giustizia. (Tywin)

Vorrei tanto essere il mostro che credete che io sia! (Tyrion)

Episodio 7, Il campione

Niente può essere migliore o peggiore di qualcosa che non esiste. Il nulla è solo il nulla. (Arya)

Gli uomini non desiderano mai ciò che già posseggono. È solamente carne, va trattata per quello che è. (Melisandre)

Non sei così interessante da potermi offendere. (Brienne)

Distruggere le cose non vuol dire aggiustarle, vuol dire rovinarle. (Sansa)

Dialoghi:

  • Daenerys: Ed è per questo che Ho ordinato a Daario di uccidere ogni grande padrone a Yunkai. I grandi padroni strappano i piccoli dalle braccia dalle loro madri e mutilano i ragazzini a migliaia. Educano le bambine ai piaceri del corpo, trattano gli uomini come bestie, come tu stesso hai detto.
    Jorah: Rinchiudere i grandi padroni in prigione e massacrarli a migliaia, anche questo vuol dire trattarli come delle bestie. Gli schiavi che hai liberato hanno conosciuto solo violenza e, se vuoi che vedano qualcosa di nuovo, devi mostrarglielo.
    Daenerys: Dovrei ripagare gli schiavisti con gentilezza, un’ammenda, un duro avvertimento?
    Jorah: È molto allettante pensare che i nostri nemici siano i malvagi, ma il bene e il male esistono da entrambe le parti, in ogni guerra.
    Daenerys: Lasciamo ai preti discutere del bene e del male. La schiavitù è una cosa reale. Posso porvi fine, vi porrò fine e porrò fine a tutti coloro che la praticano.
    Jorah: Anch’io ho venduto degli uomini come schiavi, khaleesi.
    Daenerys: Sì e adesso tu mi stai aiutando a far capire cos’è la libertà.
    Jorah: Non sarei qui ad aiutarti se Ned Stark mi avesse fatto quello che vuoi fare ai grandi padroni di Yunkai.
    Daenerys: L’uomo che è venuto da me l’altro giorno per seppellire il padre…
    Jorah: Hizdahr zo Loraq.
    Daenerys: Accompagnerà i Secondi Figli e sarà il mio ambasciatore a Yunkai. Dirà ai grandi padroni cos’è successo a Meereen. Quindi spiegherà che resta loro un’unica scelta da fare: possono vivere nel mio nuovo mondo o decidere di morire nel loro vecchio mondo.
  • Tyrion: Presto o tardi Cersei riesce sempre ad ottenere ciò che vuole.
    Oberyn: E a proposito di ciò che voglio io? Giustizia per mia sorella e i suoi figli.
    Tyrion: Se vuoi giustizia, sei venuto nel posto sbagliato.
    Oberyn: Non sono d’accordo. È il posto perfetto per ottenere giustizia. Desidero vendicarmi di coloro che hanno commesso quei delitti e tutti i colpevoli di quei delitti sono proprio qui. Comincerò da ser Gregor Clegane che ha ucciso i figli di mia sorella e poi l’ha stuprata con il loro sangue ancora sulle mani, prima di uccidere anche lei. Sarò il tuo campione.
  • Baelish: Possono accadere molte cose, non si dovrebbe mai dire “mai”. Se davvero vuoi ricostruire una casa migliore, ebbene prima dovrai demolire quella vecchia.
    Sansa: Per quale ragione hai ucciso Joffrey? Dimmi, perché l’hai fatto?
    Baelish: Ho amato tua madre più di quanto tu possa immaginare. Avendone l’opportunità, cosa faremmo a coloro che hanno fatto del male a chi amiamo? In un mondo migliore, un mondo in cui l’amore fosse più importante della forza e del dovere, tu avresti potuto essere mia figlia. Ma noi non viviamo in quel mondo.

Episodio 8, La vipera e la montagna

Citazioni:

Ricorda quello che sei e quello che non sei. (Ramsay)

Le tradizioni contano. Chi siamo senza la nostra storia? (Ramsay)

Il veleno è un’arma da donne. Un uomo usa l’acciaio. (Mastino)

Scoprii che sui grandi uomini c’è scritto fin troppo, ma c’è pochissimo sui malati di mente. Mi sembrò ingiusto. (Tyrion)

Ogni giorno in tutto il mondo, uomini, donne, bambini, perdono la vita come se nulla fosse. A chi vuoi che freghi un cazzo di una manciata di insetti? (Jaime)

Le dimensioni non contano quando un uomo è steso a terra. (Oberyn)

Dialoghi:

  • Daenerys: Non hai fatto che tradirmi fin dal principio.
    Jorah: Ti prego, perdonami. Io non volevo. Ti prego, khaleesi, perdonami.
    Daenerys: Tu hai gettato i miei segreti in pasto all’uomo che aveva ucciso mio padre…
    Jorah: Io ti ho protetto da loro.
    Daenerys: …e sottratto a mio fratello il Trono di Spade…
    Jorah: Ho combattuto per te, ho ucciso per te.
    Daenerys: …e ora osi venire a chiedere il mio perdono?!
    Jorah: Io ti amavo.
    Daenerys: Amore. Amore, come osi tu parlarmi di amore? Se fossi stato chiunque altro ti avrei già fatto giustiziare, ma non ti voglio nella mia città, né vivo né morto. Tornatene pure dai tuoi adorati padroni ad Approdo del Re a ricevere il loro perdono se ci riesci.
    Jorah: Daenerys, ti prego.
    Daenerys: Non ti azzardare a toccarmi mai più o a pronunciare il mio nome. Prendi le tue cose e entro il tramonto lascia questa città. Se sarai ancora a Meereen allo spuntare del giorno, farò gettare la tua testa nelle acque della baia. Vattene. Adesso.
  • Tyrion: Qual è la pena per il regicidio? L’impiccagione? Annegamento? Un giro sulla ruota?
    Jamie: Decapitazione.
    Tyrion: Oh, banale. Inoltre era mio nipote. Come si dirà? “Fratricidio” se è un fratello. “Figlicidio” se è un figlio. “Nepoticidio”, ecco la parola. Matricidio, parricidio, infanticidio, suicidio. Non c’è forma di omicidio che non abbia un nome.
    Jamie: I cugini.
    Tyrion: I cugini, hai ragione! Non c’è un termine che li riguardi. Ben detto.
  • Jamie: Credevo che i maltrattamenti subiti da piccolo ti rendessero più vicino agli indifesi.
    Tyrion: Al contrario. Ridere delle sventure del prossimo era ciò che mi faceva sentire normale.

Episodio 9, Il coraggio di pochi

  • So come muovermi in questa biblioteca meglio che in ogni altro posto del Castello Nero. Migliaia di libri e non ho la vista per leggerli. La vecchiaia, una fonte inesauribile di scherzi del destino, purtroppo. (Maestro Aemon)
  • L’amore è la morte del dovere. (Maestro Aemon)
  • Maestro Aemon: Tu hai idea di chi io fossi prima di venire qui? Cosa sarei potuto diventare se solo l’avessi voluto? Certo che lo sai. Ho incontrato molte ragazze quando ero Aemon Targaryen. A un futuro re succede spesso. Alcune di loro sono quasi riuscite, dopo vari tentativi, a conquistare il mio amore. Una in particolare. Ero molto giovane.
    Sam: Chi era?
    Maestro Aemon: Su di lei potrei dirti molte cose. Chi era, come la conobbi, il colore dei suoi occhi e la forma del suo naso. Riesco a vederla, proprio qui, davanti a me. È più reale di quanto non lo sia tu. Potremmo passare tutta la notte a raccontarci storie di amori perduti. Il passato è il luogo più dolce da visitare quando la morte si sta avvicinando.
  • Jon: Una decisione difficile comunque, signore.
    Ser Alliser: Sai cosa significa comandare Lord Snow? Significa che la persona che è al comando deve ascoltare i dubbi di ogni bravo coglione che apre bocca. Ma se anche egli comincia ad avere dubbi, è la fine. Per lui, per tutti i bravi coglioni, per tutti. Questa non è la fine, non per noi. Non se tutti farete il vostro dovere per tutto il tempo che ci vorrà per batterli. In seguito tu potrai continuare a odiarmi e io a desiderare che la tua puttana bruta riesca finalmente ad ammazzarti.
  • Pyp: Se hai paura dei bruti, come hai fatto, per i sette inferi, ad uccidere un Estraneo?
    Sam: Non sapevo che l’avrei ucciso. Dovevo fare qualcosa, non avevo altra scelta, voleva uccidere Gilly e il suo bambino. Se mi avessero chiesto il mio nome, no, non avrei saputo rispondere. Non ero più Samwell Tarly in quel momento. Non ero un attendente dei Guardiani della Notte o il figlio di Randyll Tarly, o quello che vuoi. Non ero nulla. E quando non sei nulla, non c’è ragione di avere paura.

Episodio 10, I figli della foresta

  • Una malattia non decide di ucciderti e comunque la elimini prima che ci riesca. (Cersei)
  • Non voglio più parlare di Tywin Lannister. Non ho scelto di stare con Tywin Lannister. Non amo Tywin Lannister. Io amo mio fratello, amo il mio amante. La gente mormorerà e faranno le solite battute. Lasciali fare, non li vedo, sono piccoli. Vedo solamente ciò che conta. (Cersei)
  • Tyrion: Per tutta la vita hai sognato di vedermi morto.
    Tywin: Sì. Ma ti sei sempre rifiutato di farlo. Lo rispetto, sai? È una cosa che ammiro, lottare per ciò che ci appartiene.

Game of Thrones citazioni e dialoghi (Il Trono di Spade) il-trono-di-spade-game-of-thrones-jon-snow-sansa-stark-2Il Trono di Spade, quinta stagione.

Episodio 1, Guerre imminenti

Ha il dono di un nome importante. E spesso, è tutto ciò che serve. (Baelish)

Ogni sciocco con un po’ di fortuna può nascere con il potere nelle proprie mani, ma per guadagnarselo da soli ci vuole un duro lavoro. (Varys)

I potenti hanno sempre depredato i deboli: questa è la prima regola per diventare potenti. (Tyrion)

La libertà di poter sbagliare è stato quello che ho sempre voluto. (Mance Rayder)

Episodio 2, Il nuovo comandante

Quanti nani ci saranno nel mondo? Cersei intende ucciderli tutti? (Tyron)

L’uomo segue solo chi teme, non c’è potere senza paura. (Stannis)

Episodio 3, L’Alto Passero

I primi giorni di matrimonio sono sempre i più felici. (Cersei)

Non c’è giustizia al mondo a meno che non siamo noi a farcela. (Baelish)

Non c’è niente di più odioso che non riuscire a protegere chi ami. (Brienne)

Ogni mossa ambiziosa ha un rischio. (Baelish)

Episodio 4, I Figli dell’Arpia

Ma anche l’uomo più pericoloso può essere manipolato. (Baelish)

Episodio 5, Uccidi il ragazzo

Uccidi il ragazzo e permetti all’uomo di nascere. (Maestro Aemon)

Episodio 6, Le Serpi delle Sabbie

Questa ragazza non è pronta a diventare nessuno. Ma ora è pronta a diventare qualcun altro. (Jaqen H’ghar)

Entrambi vendiamo fantasie, fratello Lancel. Le mie però sono piacevoli. (Baelish)

Episodio 7, Il dono

Citazioni:

Può sempre andare peggio. (Theon Greyjoy/Reek)

A volte bisogna compiere un sacrificio per poter vincere. (Melisandre)

Non importa chi sei, o quanto sei forte, cisaranno sempre situazioni che non puoi controllare. Cose che mai avresti potuto prevedere o prevenire neanche volendo. Non puoi controllare il destino. (Cersei)

Guardatemi! Guardatemi bene! Sarò ciò che vedrete prima di morire. (Cersei)

Dialoghi:

  • Daenerys: Sono una regina, non un macellaio.
    Daario: Chiunque governi è vittima o macellaio.

Episodio 8, Aspra dimora

Citazioni.

Finora nessuno ha ucciso più Lannister di me. (Tyrion)

Uccidere e fare politica non sono la stessa cosa. (Tyrion)

Una regina che uccide chi le è devoto, non è una regina che ispira devozione. (Tyrion)

Lannister, Targaryen, Baratheon, Stark, Tyrell, sono come raggi di una ruota. Prima uno poi un altro e un altro ancora. La ruota continua a girare schiacciando chi è sul terreno. (Daenerys)

La fede spesso è la morte della ragione. (Qyburn)

Un buon comandante non rinuncia mai a un vantaggio difensivo. (Roose Bolton)

Episodio 9, La danza dei draghi

Cambia secondo le epoche chi ci è lecito amare e chi invece no. L’unica cosa che non cambia mai è che vogliamo chi vogliamo. (Ellaria)

A volte bisogna scegliere. A volte è la vita a chiederlo. Ma se un uomo sa chi è, e rimane fedele a se stesso, non sta piu scegliendo, sta adempiendo al proprio destino, per diventare chi è destinato ad essere, per quanto penoso sia. (Stannis)

Episodio 10, Madre misericordiosa

Se proprio devo morire, voglio che succeda quando una parte di me sopravvive ancora. (Sansa)

Solo la morte può ripagare per la vita. (Jaqen H’ghar)

Noi non possiamo scegliere chi amare. (Jamie)

Vogliamo sempre la donna sbagliata. (Tyrion)

Game of Thrones citazioni e dialoghi (Il Trono di Spade) il-trono-di-spade-game-of-thrones-daenerys-targaryen-jorah-mormontIl Trono di Spade, sesta stagione.

Episodio 1, La Donna Rossa

Ci riprenderemo tutto ciò che ci hanno tolto e anche di più. Ci riprenderemo tutto, te lo prometto. (Jamie a Cercei)

L’amore che c’è tra un uomo e una donna è sacro: è il riflesso dell’amore che gli dei hanno per noi. Ma il peccato ci distoglie da quello che è sacro e solo la confessione può espiarlo. (Alto Septon)

Episodio 2, Uomini di Ferro

È meraviglioso stare sotto al mare, ma se ci rimani troppo affoghi. (Brynden Rivers)

È il mio mestiere: bevo e conosco le cose. (Tyrion)

Preferisco essere figlio unico. (Ramsay)

Episodio 3, Giuramento infranto

Un uomo saggio una volta ha detto che la storia del mondo è la storia di grandi conversazioni in bei posti. (Tyrion)

Episodio 4, Il Libro dello Straniero

Una volta un saggio mi ha detto: “si fa la pace con i nemici, non con gli amici”. (Tyrion)

Io rappresento la via diplomatica. (Tyrion)

Episodio 5, Il tempo è giunto

Tu mi hai liberata dai mostri che avevano ucciso la mia famiglia e mi hai consegnata ad altri mostri che hanno ucciso la mia famiglia. (Sansa)

Episodio 6, Sangue del mio sangue

I morti non riposano. (Benjen)

Non è facile ammettere a noi stessi quale sia la nostra vera natura. (Margaery)

Gli dei hanno un piano per ognuno di noi. (Margaery)

Episodio 7, Alleanze

Solo uno sciocco fa minacce che non può mantenere. (Jamie)

Episodio 8, Nessuno

Se ti fai la barba con un rasoio affilato vuol dire che funziona ma non significa che non potrà tagliarti la gola. (Varys)

Lezione numero uno: pensa che tutti vogliono colpirti. (Bronn)

Due interpreti si trovano su una nave che affonda. Il primo dice: “tu sei capace di nuotare?” Il secondo risponde: “no, ma sono capace di urlare aiuto in diciannove lingue.” (Missandei)

Episodio 9, La battaglia dei bastardi

Nessun governante ha mai avuto il supporto di tutta una città. (Tyron)

È un qualcosa di leggermente astratto, vero? La morte degli altri. (Tyron)

Episodio 10, I venti dell’inverno

  • Daenerys: Sai cosa mi fa paura? Ho appena detto addio ad un uomo che mi ama, un uomo che credevo di amare. E non ho provato nulla… solo la voglia di dimenticare.
    Tyron: Non è stato il primo ad amarti e non sarà neanche l’ultimo.
    Daenerys: È proprio vero: non sei bravo a consolare.
    Tyron: Per quello che vale, sono sempre stato un cinico senza speranza. Tutti quanti mi hanno chiesto di credere in qualcosa, nella famiglia, negli dei, nei re, in me stesso… sono stato tentato di farlo, ma ho visto dove porta credere in qualcosa. E così ho detto “no, grazie, non mi interessa”. Tuttavia, eccomi qui. Adesso io credo in te.

Game of Thrones citazioni e dialoghi (Il Trono di Spade) il-trono-di-spade-game-of-thrones-daenerys-targaryen-emilia-clarkeIl Trono di Spade, settima stagione. (work in progress)

Game of Thrones citazioni e dialoghi (Il Trono di Spade) il-trono-di-spade-game-of-thrones-daenerys-targaryen-tyrion-lannisterAlcuni personaggi e gli attori che li interpretano

Sean Bean: Eddard Stark
Mark Addy: Robert Baratheon
Peter Dinklage: Tyrion Lannister
Nikolaj Coster-Waldau: Jaime Lannister
Michelle Fairley: Catelyn Tully
Lena Headey: Cersei Lannister
Emilia Clarke: Daenerys Targaryen
Iain Glen: Jorah Mormont
Aidan Gillen: Petyr Baelish
Harry Lloyd: Viserys Targaryen
Kit Harington: Jon Snow
Sophie Turner: Sansa Stark
Maisie Williams: Arya Stark
Richard Madden: Robb Stark
Alfie Allen: Theon Greyjoy
Isaac Hempstead-Wright: Brandon Stark
Jack Gleeson: Joffrey Baratheon
Rory McCann: Sandor Clegane
Jason Momoa: Khal Drogo
Charles Dance: Tywin Lannister
Liam Cunningham: Davos Seaworth
John Bradley: Samwell Tarly
Stephen Dillane: Stannis Baratheon
Carice van Houten: Melisandre di Asshai
Natalie Dormer: Margaery Tyrell
James Cosmo: Jeor Mormont
Jerome Flynn: Bronn
Conleth Hill: Varys
Sibel Kekilli: Shae
Oona Chaplin: Talisa Maegyr
Joe Dempsie: Gendry Waters
Rose Leslie: Ygritte
Kristofer Hivju: Tormund
Hannah Murray: Gilly
Gwendoline Christie: Brienne di Tarth
Iwan Rheon: Ramsay Snow/Bolton
Indira Varma: Ellaria Sand
Michiel Huisman: Daario Naharis
Nathalie Emmanuel: Missandei
Dean-Charles Chapman: Tommen Baratheon
Tom Wlaschiha: Jaqen H’ghar
Michael McElhatton: Roose Bolton

Game of Thrones citazioni e dialoghi (Il Trono di Spade) il-trono-di-spade-game-of-thrones-daenerys-targaryenameof Throne itazioni e dialghi (Il Trono di Spade)

Shameless citazioni e dialoghi

Shameless citazioni e dialoghi

Shameless citazioni e dialoghi Shameless William H. Macy, la bellissima Emmy Rossum, Justin Chatwin, Jeremy Allen White, Cameron Monaghan, Emma Kenney, Shanola Hampton, Steve Howey, Joan Cusack 1Stagione 1

Incipit:

Nessuno dice che il nostro quartiere è il giardino dell’Eden, anzi per qualcuno Dio lo evita come l’acqua bollente. Ma è stata una buona casa per noi, per me e i miei figli, che sono il mio orgoglio. Perchè ognuno di loro mi ricorda qualcosa di me. (Frank Gallagher)

Episodio 1, I Gallagher

Citazioni:

Il 90% dei problemi del mondo è causato da certe parole sempre in coppia. Siamo felici e in salute ma quando ci chiedono come va? diciamo non male. La prima volta che ti ho vista ballare, circa un mese fa al Crobar, avrei voluto offrirti da bere. Di solito sono timido così mi sono detto non posso, non funzionerà, non vorrà. Poi stasera quando ti ho rivista tutti i segnali mi dicevano che avevo una seconda chance per fare una buona impressione. (Steve/Jimmy Lishman)

La tua vita non è facile, Fiona, e non puoi fare a meno di mostrarlo, perché non sei finta, non sei persa, non hai bisogno di ritrovarti. Questa città è fatta di tante Jenna, ma mi hanno stufano, tu Fiona sei diversa da tutte le ragazze che ho conosciuto, mi fai venire voglia di godermi di nuovo la vita. (Steve/Jimmy Lishman)

Io non compro e vendo automobili. Le vendo soltanto…ma le macchine che vendo sono di norma, ehm, non mie. Allora ti vuoi ancora divertire? (Steve/Jimmy Lishman)

Dialoghi:

  • Lip: Ho rimediato un pompino!
    Ian: Non è illegale il sesso con gli animali?
  • Steve: Ehi, c’è Philipp!
    Lip: Ehi, c’è il morto che cammina. Jimmy Clifton ha chiamato, ti cercava!
    Steve: Niente scuola?
    Lip: No, mi sono tolto un dente oggi.
    Steve: Del giudizio?
    Lip: No, marcio.
    Steve: Ah, non masticare il cibo da una parte sola, ti può storcere la mascella, deformare il bacino e rovinare la postura.
    Lip: Ah, è provato?
    Steve: Scheletricamente.
    Fiona: Lip…levati dal cazzo.
    Lip: Ehi, sai se continui a parlare dal culo, ti servirà uno spazzolino molto più grande…è provato…analmente.
  • Steve: Tuo padre mi ha detto di salire. Mi ha dato un preservativo.
    Fiona: Si vede che gli piaci. Di solito ai miei ragazzi da la pellicola da cucina.
  • Lip: Ma sul serio cioè su per il culo? Perché uno ci si abitua? Ci si può abituare? Insomma lo scopo principale del sistema digerente è il traffico a senso unico. È così. [Ian Gallagher ride] Cosa?
    Ian: È così! Cazzo, come se avessimo i polmoni solo per fumare! [ridono]

Episodio 2, Frank l’idiota

Citazioni:

Vuoi fare il duro Steve! Ti credi un duro! A me sembri più una filippina in sindrome premestruale. (Frank)

Io odio il Canada. Io sono Americano! La torta di mele, i 48 stati, il Super Bowl. Perché dovrei andare in Canada? Per aspettare 60 anni per un rene nuovo? Siete un paese di gente che evita il servizio militare, siete dei codardi cagasotto che non hanno avuto le palle di venire a combatte i Viet Cong per preservare il nostro stile di vita americano. Non avete nemmeno la neve per le olimpiadi invernali! e voi che facevate? ve ne sbattevate e davate cioccolatini a foglia d’acero, non siete neanche riusciti ad accendere per bene quella fiamma olimpica! (Frank)

Dialoghi:

  • Steve: Non ha detto niente?
    Lip: Su di te? No, neanche una parola.
    Steve: Quindi tu pensi…
    Lip: Che hai fatto una cazzata che neanche la mente più deviata poteva concepire?
    Steve: Sì.
    Lip: Sì, più o meno è così.
    Steve: Possibilità?
    Lip: Chi lo sa.
    Steve: 50%?
    Lip: No, meno!
    Steve: 40%?
    Lip: Molto meno!
    Steve: Neanche il 20?
    Lip: 10%!

Episodio 3, Zia Ginger

Dialoghi:

  • Lip: Perché cerchi di far passare il signor Perry per Zia Ginger?
    Frank: Chi?
    Lip: Il signor Perry, l’ex autista dell’autobus, che dorme in mezzo ai cassonetti.
    Fiona: La previdenza sociale vuole parlare con Ginger e lui è troppo pigro per andare a prenderla!
    Lip: È demenzialmente geniale!
    Frank: Grazie!
    Fiona: O genialmente demenziale!
    Frank: Grazie!
  • Debby: Chi è morta?
    Lip: Zia Ginger.
    Debby: No! Ma…
    Lip: Debby non l’hai mai vista!
    Debby: E ora non la vedrò mai!

Episodio 4, Casey Casden

Dialoghi:

  • Lip: Il telefono fuori dal negozio di Kash, hai presente?
    Carl: Sì.
    Lip: Ok, voglio che tu vada lì in bicicletta e chiami la polizia. Digli che hai visto un bambino che camminava sulla South Port Avenue alle 2:45pm, ok?
    Carl: Perché dovrei?
    Ian: Vuoi finire in un orfanotrofio?
    Carl: Quello sulla Union non è male!
    Fiona: Carl!
    Carl: Non ce l’ho la bici!
    Ian: Le cesoie sono nel cassetto!

Episodio 7, Frank Gallagher: marito amorevole, padre devoto

Dialoghi:

  • Steve: Sei incatenata a questa casa?
    Fiona: Non sono un labrador! Ci sto perché mi piace!
    Steve: Bene, visto che avrai 40 anni quando Liam se ne andrà!
    Fiona: 37!
  • Fiona: Tu chi sei?
    Kermit: Sono un suo amico, Kermit.
    Fiona: Frank non ha amici, solo persone che ancora non ha fatto incazzare.

Episodio 8, È ora di uccidere la tartaruga

Citazioni:

Facciamo una partita di football in strada! Vestiti contro nudi! (Frank)

Dialoghi:

  • Dottore: È stato privo di sensi per due giorni, intossicazione d’alcool.
    Frank: Questo è niente! Nel 95 sono svenuto per otto giorni.
    Dottoressa: Aspetti, fermi un attimo. Sono la dottoressa Syri, loro sono i miei studenti, abbiamo una proposta da farle.
    Frank: Be’, lei è sexy ma sono anni che non vado con un ragazzo, figuriamoci due!
    Dottoressa: No, no, lei ha frainteso. Vorremmo che lei prendesse parte alla nostra ricerca.
    Frank: A cosa?
    Dottoressa: Nella mia carriera non mi è mai capitato di vedere un così incredibile adattamento all’alcolismo!
    Frank: Grazie.
    Dottoressa: È in grado di astenersi dall’alcool per due settimane?
    Frank: No.
    Dottoressa: Potremmo offrirle 3.000 dollari
    Frank: Sì!

Episodio 9, E alla fine qualcuno bussò

Dialoghi:

  • Fiona: Ehi! Che ne pensi di Steve?
    Lip: Ha il culo troppo piccolo, non è il mio tipo!
  • Debbie: Sei tu che ti scopi il ragazzo di mia sorella?
    Signora Lishman: Se vendi biscotti è un bel modo di rompere il ghiaccio!

Episodio 10, Nonna Gallagher ha avuto un amante

Citazioni:

Due lesbiche in casa che ti hanno promesso dei soldi. Magari è davvero il tuo momento! (Kevin)

Episodio 11, La cocca di papà

Dialoghi:

  • Debbie: Ti ho stampato il curriculum!
    Frank: Bel lavoro Deb! Francis Gallagher è un professionista appassionato che porta soluzioni creative dall’ideazione fino alla realizzazione. Come mi conosci bene!
  • Ian: Secondo te perché non abbiamo mai visto i fratelli di Frank?
    Lip: Le riunioni di famiglia sono per le famiglie!
    Ian: Già!
  • Zio: Questi, siamo io e tuo padre quando eravamo chierichetti.
    Ian: Papà era un chierichetto?
    Zio: Sì, decisamente.
    Lip: Wow! Frank vicino al vino della comunione deve essere stato una tentazione, eh!

Episodio 12, Padre Frank, pieno di grazia

Dialoghi:

  • Ian: Se mi condannano non posso più entrarci.
    Lip: Dove?
    Ian: Nei Marines!
    Lip: Meglio! Pensavo di gambizzarti nel sonno per impedirti di finire a Kandahar!
  • Detective: Philip Gallagher! Nessuna parentela con il nostro affezionato Frank, spero!
    Lip: Figlio
    Detective: Sei figlio di Frank e questo è il tuo primo reato? Hai iniziato tardi per un Gallagher, non ti pare!
    Lip: È che imparo lentamente!

Shameless citazioni e dialoghi Shameless William H. Macy, la bellissima Emmy Rossum, Justin Chatwin, Jeremy Allen White, Cameron Monaghan, Emma Kenney, Shanola Hampton, Steve Howey, Joan Cusack streaming fiona frank gallagherStagione 2

Episodio 1, Estate

Citazioni:

Quell’uomo è innamorato di se stesso. Scommetto che si masturba leccando la sua immagine in uno specchio! (Veronica) 

Questo non è mi avete beccato con mezza canna nel portacenere! questo è narcotraffico messicano e 60 anni in un carcere federale! (Veronica a Kevin)

  • Lip: Tu quanto hai messo?
    Ian: Su cosa? L’incontro che hai perso? Nada. Amore fraterno non vuol dire stupidità, caro mio!
  • Professore Hearst: Senti ma cos’è quell’affare?
    Lip: Un localizzatore di poliziotti. Sto montando un sistema GPS che usa le frequenze della polizia per le coordinate, mi dice dove sono tutti i poliziotti in qualunque momento!
    Professor Hearst: È una cosa legale?
    Lip: Che cosa, assicurarsi che la comunità riceva la sua dose di difensori della legge? Perché no?
    Professor Hearst: Senti io devo andare, ho un impegno a pranzo.
    Lip: Col capo di Stato Maggiore?
    Professor Hearst: No, ho beccato un appalto del dipartimento della difesa per dei prototipi di microdroni di sorveglianza.
    Lip: Davvero?
    Professor Hearst: Sì, be’, se funzioneranno mi metterò in tasca un bel po’ di soldini del Governo! Senti, perché non ci dai una mano? Forse potrei rimediarti dei crediti extra per fisica e ingegneria.
    Lip: Ehm, no, grazie. Dovrete far saltare in aria gli altri pastori afghani da soli!
  • Veronica: Frank non era all’Alibi?
    Fiona: No e Sheila non l’ha visto.
    Veronica: Non terrà Liam a lungo. Un bambino gli impedirebbe di potersi ubriacare e svenire nel parco prima delle 11!

Episodio 2, Amori estivi

Citazioni:

Oggi il fruttivendolo, domani il mondo! (Sheila)

Ehi! Vaffanculo! Vaffanculo! Ma soprattutto, vaffanculo! (Mickey) 

Mi piace tutto degli alcolisti anonimi eccetto il divieto all’alcool! (Frank)

Dialoghi:

  • Frank: È bello vederti!
    Lip: Vaffanculo papà!
  • Frank: Mi piacevi tanto! Eri divertente! Che è successo poi?
    Kate: Ho smesso di bere!
    Frank: Perché?
    Kate: Per non svegliarmi più vicino a te!

Episodio 3, Accenderò una candela per te

  • Fiona: Come sto?
    Veronica: Sembri me!
    Fiona: Oh cazzo!
  • Carl: Dobbiamo restituire quello che troviamo?
    Frank: No!
    Fiona: Cosa?
    Frank: Chi trova tiene, chi perde piange!
    Fiona: Non dirgli così!
    Frank: È il credo dei Gallagher! Se trovi qualcosa è il tuo giorno fortunato e il giorno di merda di qualcun’altro! Domani sarà il contrario. È l’equilibrio della natura!

Episodio 4, Un bel caos

Citazioni:

Sono scappata da casa mia e ora mi nascondo nella tua? Porca vacca, sono te! (Fiona a Frank

Questo cazzo di Jonzo fa sembrare un chierichetto un satanista! (Lip)

Dialoghi:

  • Fiona: Deb darà un pigiama party domani sera, perché le ho detto io che deve farlo! Tu devi venire.
    Veronica: Non posso, ho il turno di notte all’ospizio.
    Fiona: La sua lista degli invitati? Fiona, Veronica e Zia Ginger!
    Veronica: Povera bambina, tre persone sulla sua lista e due passeranno la serata in mezzo ai vecchi!
  • Ian: A proposito di troie, Karen?
    Lip: Vaffanculo!
  • Lip: Sei venuto a scroccare inutile sacco di merda? [
    Frank: Perché devi essere sempre così stronzo?
    Lip: La mela non cade lontano dall’albero.

Episodio 5, La festa del papà

È lo sperma dei Gallagher, ambizioso, implacabile. Tutto ciò per cui siamo nati. Come dei missili termici sforna bambini. Tra poco questo paese sarà abitato solo da messicani e da Gallagher. (Frank a Lip dopo che ha saputo che Karen è incinta)

Episodio 6, Posso avere una mamma?

Citazioni:

Tutta la vita ho aspettato quella telefonata. Peggy? Non è tuo figlio. C’è stato uno scambio in ospedale…. Non è mai arrivata! (Peggy a Frank)

Posso dirti la verità? Non sono io la ragione per cui tutta la tua vita è soltanto una merda. Sei uscito da me già perdente! (Peggy a Frank)

Dialoghi:

  • Fiona: Lip, dov’eri stanotte? La nonna è ricomparsa!
    Lip: Quella in prigione? È evasa?
    Fiona: Problemi di salute!
  • Peggy: Faremo un viaggetto per andare a trovare il mio amico Pitts. Vieni a prendermi in macchina domattina alle 6 in punto.
    Frank: Non ce l’ho la macchina.
    Peggy: Cristo, sei patetico! Brutta sottospecie di figlio pisciasotto!
    Frank [a Kevin]: Mi presti il tuo furgone?
    Kevin: Scordatelo!
    Peggy: È per me…devo andare da un dottore!
    Kevin: Oh… prendi l’autobus!
  • Fiona: Hai sposato la figlia di un signore della droga per tenerti un’orecchio?
    Steve/Jimmy: Sì…non ero sicuro che si sarebbe fermato all’orecchio!
  • Kevin: Davvero te lo sei fatto nei bagni?
    Fiona: No, non è vero! Oh grazie Veronica!
    Kevin: Mi avevi detto che se l’era fatto nei bagni!
    Veronica: Ho detto che se l’era quasi fatto!
    Fiona: Perché gli racconti tutto?
    Kevin: È mia moglie, deve dirmelo!
    Veronica: Ehi, non devo dirti proprio un cazzo!
  • Lip [chiedendo dell’alcool]: Me lo riempi nonna?
    Peggy: Ce l’hai 21 anni?
    Lip: Sì, tra quattro!

Episodio 7, Un profumo per la nonna

Citazioni:

Oh! Immagine inquietante! (Lip, che entrando in bagno e vedendo Frank che lava Peggy)

Dialoghi:

  • Frank: Io non posso stare sempre qui, ho un lavoro a tempo pieno, sei figli da crescere!
    Peggy: Ma stiamo parlando della stessa persona?
  • Kevin: Che ne pensi di queste?
    Kermit: Sono i tre stati più noiosi di tutto il paese.
    Kevin: La mia figlia in affido è fuggita, mi ha mandato queste. Vorrei capire dove si trova o perché è fuggita.
    Kermit: Mi sto divertendo in Kansas. Ethel.
    Kevin: Che vorrà dire?
    Kermit: Se posso azzardare un’ipotesi, direi che si sta divertendo in Kansas!
  • Kevin: Come va, testa di cazzo? Che mi dici?
    Steve/Jimmy: Che ce l’ho sempre più lungo del tuo!
  • Debbie: Come capirò se frequento un idiota?
    Lip: Te ne accorgerai…altrimenti lo pesteremo a sangue per te!
    Debbie: Ok, bene!
  • Frank: Potremmo farla fuori!
    Fiona: È tua madre!
    Frank: Come se tu non avessi mai pensato di accoppare me in passato!
  • Fiona: Che cosa ha avuto?
    Infermiera: Ha un cancro al pancreas. Quarto stadio, non le resta molto da vivere.
    Frank: Grazie a Dio!
  • Ian: Non voglio vivere nella tua ombra!
    Lip: E chi cazzo te l’ha chiesto!
    Ian: E mi vesto sempre con la roba che non metti più!
    Lip: Non è colpa mia se sono nato prima…se sono più bello o più intelligente!
    Ian: Stronzo.
    Lip: Testa di cazzo. Ci facciamo una birra?
    Ian: Sì!

Episodio 8, Genitori

Citazioni:

Salve ragazzi! La porta era chiusa così sono entrato da dietro. La battuta era casuale. (Frank a Ian e Mickey che stavano facendo sesso)

Dialoghi:

  • Frank: Mia madre ha il cancro.
    Sheila: Di quelli brutti?
    Frank: Ce ne sono altri?
  • Carl: Ehi, hai da fare oggi pomeriggio?
    Debbie: Carl!
    Carl: Che c’è? Ci serve un coach!
    Steve/Jimmy: Per cosa?
    Carl: Lega giovanile di football.
    Steve/Jimmy: Placcaggi?
    Carl: E protezioni.
    Steve/Jimmy: E Fiona ci viene?
    Carl: Non si perde una partita!
    Steve/Jimmy: Chiamami Coach!
  • Lip: Cristo!
    Fiona: Ti ho coperto per tutto questo periodo di merda ma ora basta! È una settimana che dormi! Nella merda ci siamo tutti ma devi alzarti comunque e fare il tuo dovere!
    Lip: È una canzone di Bob Dylan?
    Fiona: A scuola, adesso!
    Lip: L’ho mollata!
    Fiona: È il tuo ultimo anno…ti devi diplomare!
    Lip: No.
    Fiona: Alzati! E va a scuola!
    Lip: Tu l’hai mollata!
    Fiona: Perché mamma e papà si facevano di oppio! Tu avevi 13 anni, non farai mica a gara con me! Tu hai un’occasione d’oro, lo sai tu e lo so io!
    Lip: Troverò un lavoro.
    Fiona: Una volta diplomato.
    Lip: Non mi serve un altro anno di insegnamenti del cazzo.
    Fiona: Ecco come funziona la vita: stringi i denti, fai il tuo lavoro, prendi il diploma e quel piccolo pezzo di carta dice a tutte le persone che hanno voluto mollare il liceo che tu riesci ad arrivare in fondo alle cose.
    Lip: Tu non ce l’hai ma te la cavi.
    Fiona: Ti pianto un coltello nel cuore. Tu ti diplomerai, io non l’ho fatto e lo rimpiango.
    Lip: Chi te lo impedisce.
    Fiona: Ehm…Debbie, Carl, Liam, tu!
    Lip: Non devi farmi nessun favore.
    Fiona: Tu riprenderai la scuola!
    Lip: D’accordo! Ci torno quando lo fai tu!
    Fiona: Che cosa?
    Lip: Se tu ti diplomi, lo faccio anch’io! Sheila può aiutarti con Liam. Debbie e Carl sono autosufficienti. Io torno a scuola, tu torni a scuola. Ci diplomiamo insieme, sfideremo insieme in pompa magna, mano nella mano.
    Fiona: D’accordo che cazzo! Ci sto!
  • Mickey: C’è Frank?
    Fiona: No!
    Mickey: Quando torna a casa?
    Fiona: Da quando sono viva non ho mai saputo rispondere a questa domanda.
  • Kevin: Karen cosa ha deciso cosa fare?
    Lip: No, oggi parleremo con un avvocato familiarista. Richiedimelo dopo la scuola.
    Kevin: Sei tornato a scuola?
    Lip: Sì, un patto con Fiona. Ci torniamo insieme.
    Kevin: Fiona è ritornata a scuola?
    Lip: Prova il test GID. Lo fallirà e io rismettorò.
    Kevin: Non fallirà, ha cervello!
    Lip: Sì ma non per gli studi.
    Kevin: E chi andrà a scuola qui in mezzo se l’unico davvero intelligente la molla?!
    Lip: Non mi riguarda.
    Kevin: Non sono d’accordo. Se devi smettere, smetti di complicarti la vita! Vattene a scuola, godi essere più intelligente degli altri e diventa il padrone dell’universo, dai che cazzo!
    Lip: E se non voglio fare il padrone dell’universo?
    Kevin: Fuori le palle! Dovrei diventare uno di quei tipi assurdamente ricchi e pagare il college a mio figlio un giorno, non faccio pressioni!
  • Professore: Signor Gallagher?
    Lip: Cosa?
    Professore: Conosce la risposta?
    Lip: Penso che la risposta a questa domanda, così come a moltissime altre, sia vaffanculo.

Episodio 9, L’uragano Monica

Citazioni:

Se non ci sono in ballo soldi non sporcarti le scarpe con la merda degli altri! (Karen) 

Mia madre, anche da morta, è un dito al culo! (Frank)

Dialoghi:

  • Fiona: Ho già contro una brasiliana strafiga.
    Monica: È la sua ragazza?
    Fiona: Sua moglie.
    Monica: Fiona!
    Fiona: Ah, tu fai la morale a me?
    Monica: Allora? Come ci liberiamo di lei?
  • Monica: Ehi, tesoro! Ho fatto dei biscotti!
    Ian: Ah! Allora siamo pari con il fatto che ci hai abbandonato.
  • Lip: Lascio la nave un minuto e c’è un cazzo di ammutinamento?
    Fiona: Be’, chi ti ha detto di scendere dalla nave!
    Lip: Veramente tu!
    Monica: Dai, Lip, non essere arrabbiato con Fiona!
    Lip: Ehi, Monica, chiudi la bocca! Perché come in quasi tutta la mia vita tu non c’entri niente!

Episodio 10, L’occasione di una vita

Dialoghi:

  • Ian: Mandy…è incinta!
    Lip: Oh! Congratulazioni, hai cambiato sponda e non lo sapevo?
    Ian: Già…
    Lip: O al buio l’hai infilato nella Milcovich sbagliata?
  • Steve/Jimmy: Lip! Concentrati!
    Lip: Sono concentrato sulla donna nuda che si spruzza abbronzante in camera tua.
    Steve/Jimmy: Vuole pareggiare l’abbronzatura prima che Marco arrivi qui.
    Lip: Nobile fine che abbraccio pienamente!
  • Ian: Grazie per l’aiuto Kevin.
    Kevin: Di niente. Ci sono troppi Gallagher nel mondo. Lip e ora tu. Invece che nelle scuole, dovrebbero distribuire preservativi a casa vostra!

Episodio 11, Come i padri pellegrini

  • Steve/Jimmy: Tua sorella mi fa impazzire, non so che fare perché si fidi di me. Di nuovo.
    Lip: Puoi criticarla? Insomma, hai tutta un’altra famiglia, prima il tuo nome era Steve poi Jimmy e poi sei sparito in Brasile…sei tornato sposato. Così è difficile costruire fiducia!

Episodio 12, Fiona interrotta

  • Fiona: Presentami la tua famiglia.
    Steve/Jimmy: Oh, non vuoi conoscerli!
    Fiona: Sì, lo voglio!
    Steve/Jimmy: Sono persone patetiche, odiose, egocentriche teste di cazzo.
    Fiona: Tutti quanti?
    Steve/Jimmy: Be’, mamma no se non si ubriaca di Chardonnay!
    Fiona: Quanti siete in tutto?
    Steve/Jimmy: Mamma, papà il capo testa di cazzo e mio fratello Chip, testa di cazzo in seconda!
    Fiona: Voglio conoscerli.
    Steve/Jimmy: Rimarresti delusa.
    Fiona: Di certo non sarebbe la prima volta, credimi.
  • Frank: Vogliono farla tornare normale.
    Fiona: Vogliono aiutarla!
    Frank: No, intendono renderla mediocre, noiosa, imbottita di farmaci! Una roboMonica!
    Fiona: Ieri sera ha provato ad uccidersi, magari fosse noiosa!
  • Chip: Allora Jim, che progetti hai? Cerchi ancora il modo migliore di perdere il tuo tempo?
  • Steve/Jimmy: Be’, ho fatto un viaggio in Sud America di recente. Tu operi ancora emorroidi al posto di papà? Chip, dopo aver fatto di chirurgia, seguirà brillantemente le orme del grand’uomo.
  • Chip: Ti ha portata a sciare?
    Fiona: No, io la neve so solo come spalarla dal viale, senza disturbare mio padre mentre ci dorme sopra!
  • Fiona: Che c’è?
    Steve/Jimmy: Ti amo.
    Fiona: Te ne andrai anche tu?
    Steve/Jimmy: No.
    Fiona: Se ne vanno sempre tutti.
    Steve/Jimmy: No, io no. [E la invita ad andare in camera]

Stagione 3

Episodio 1, La lunga strada verso casa

Citazioni:

Diciamolo, non è sexy un uomo che passa lo straccio per terra! (Veronica)

Counselor per alcolisti! Per questo ho sicuramente l’esperienza pratica! (Fiona)

Dialoghi:

  • Veronica: Kev ha paura che nostro figlio veda le mie tette online.
    Kevin: Uh, la roba in rete non sparisce più. Kev Junior un giorno cercherà del porno e troverà le tettone della mamma e così gli verrà fame!
    Veronica: Perciò ci buttiamo su una cosa nuova!
    Kevin: In coppia. Sesso sadomaso!
    Fiona: Cioè lo farai anche tu?
    Kevin: Ehi, devo pur mangiare!
    Fiona: C’è qualcosa di sbagliato.
    Veronica: No, è educativo! Rievocando una scena dei tempi delle piantagioni, forniamo un contenuto per gli utenti della rete che contempla una scena realistica del nostro passato!
    Fiona: È razzista e anche sbagliato!
    Kevin: Per questo faremo i soldi, perché questo paese è razzista!
  • Veronica: La convivenza è dura, da quanto non stavi con uno più di qualche settimana?
    Kevin: Da mai!
    Fiona: Ehi!

Episodio 2, Il sogno americano

Dialoghi:

  • Carl: Frank puzza di piscio di cane!
    Frank: Non è piscio di cane! È di Gary il vagabondo!
  • Liam: Papà!
    Jimmy: No, sono troppo bianco e sobrio per essere tuo padre!
  • Frank: Tommy! Ehi, tu hai ancora quel garage?
    Tommy: Sì, certo, fa parte della casa!
    Frank: Grande! Che ne dici di farmici dormire?
    Tommy: E se ti dicessi di no?
    Frank: Perché no, cacchio?
    Tommy: Perché l’ultima volta hai cacato nel lavandino della cucina, Frank!
    Frank: Le stanze in casa tua…sono messe in modo confuso!
    Tommy: No, Frank. No, vuol dire no!
    Frank: Vaffanculo, Tommy! Vaffanculo vuol dire vaffanculo!

Episodio 3, Una crudele menzogna

  • Beto: È tua moglie…
    Jimmy: No!
    Beto: Non l’hai sposata davanti a Dio?
    Jimmy: No! L’ho sposata davanti al padre con una pistola puntata alle palle! Non è proprio la stessa cosa…

Episodio 4, L’ultimo campeggio

Citazioni:

Ti ho sottovalutato Jody. In un pub pieno di gente depravata, tu sei il gran maestro della depravazione! (Frank)

A Dio va bene che ci infiliamo roba in culo o il retto avrebbe il riflesso faringeo. (Frank) 

Se avessi dovuto scusarmi per tutte le cose che ha fatto mio padre…non mi sarebbe rimasta più voce! (Fiona a Jimmy)

Dialoghi:

  • Debbie: I tempi sono cambiati!
    Frank: Si, è quello che dicevano mentre mi tenevano in continuazione sott’acqua nell’estate del ’67. Era la così detta Estate dell’amore, ma non lo era alla piscina pubblica di Sullivan Street. Era l’estate dell’ Affoghiamo i bianchi.
  • Ned: Un attimo…stai andando a comprare del crack?
    Jimmy: No, no, io vivo qui!

Episodio 5, I peccati della mia badante

  • Fiona: Torno per cena, su col morale!
    Jimmy: Tranquilla si sta solo disintegrando tutto il mio mondo!
  • Frank: Ehi, Lip! Mi serve il tuo aiuto.
    Lip: Ehm, sono impegnato.
    Frank: Troppo per aiutare il tuo vecchio?
    Lip: Sì! Per sempre!
  • Jimmy: Non sono mica omofobico, i gay ci provano con me continuamente e non è un problema.
    Veronica: Certo che ci provano, indossi jeans di moda e usi prodotti al cocco! Sei come una carta moschicida!
  • Fiona: Volete far saltare in aria Chicago?
    Kevin: Non abbiamo più spazio nel furgone, possiamo metterli qui?
    Fiona: Siete pazzi? Guarda la sua faccia! [Indicando Carl]
    Kevin: Li metterò in un posto a prova di Carl!
    Fiona: Come se esistesse!

Episodio 6, Reazione a catena

Citazioni:

Cinque Gallagher! Sarò l’unico puntino nero sulla mappa dell’Irlanda! (Veronica)

Mi sembra di scoparmi Casper! (Kevin) 

Mi piace abbastanza essere bionda. Sembro zucchero filato! (Sheila)

Dialoghi:

  • Patty: Come il ciclo di una puttana, sempre in ritardo stronza!
    Fiona: Stai sprecando il tuo talento Patty, twittale queste cazzate!
  • Di André: Buongiorno signori, mi chiamo Di André e questa è casa Gunderson, una casa famiglia per ragazzi di livello 14, minorenni classificati Dnd nel sistema di Chicago.
    Lip: Vuol dire Dungeons & Dragons o…
    Di André: Delinquenti e Deviati, seguitemi!
  • Kamala: Regola numero uno: non sederti sui mobili buoni.
    Debbie: Questo è un mobile buono?
    Kamala: Regola numero due: nessuna sfacciataggine, capito?
  • Fiona: Avete bisogno di qualcosa? Soldi, vestiti?
    Lip: No, non preoccuparti per noi! Stiamo bene. Preoccupati per lui!
    Frank: E a me niente? (Lip e Ian gli fanno il dito medio)
  • Mickey: Ehi, mio padre ha portato i miei fratelli fuori città per due giorni, quindi…se vuoi mollare quel posto di merda puoi stare a casa mia.
    Ian: Mi stai invitando a un pigiama party?
    Mickey: Ti sto invitando ad andare a fanculo!
  • Lip: Magari ti faccio entrare stanotte di nascosto.
    Mandy: Mi assicuri che non sarò stuprata?
    Lip: No!
    Mandy: Chissenefrega, ci sto!
  • Di André: Ho i documenti di lavoro di oggi per tuo fratello.
    Lip: Ok, glieli darò io, grazie.
    Di André: E lui dov’è?
    Lip: Ehm, nella latrina. C’è stato quasi tutta la notte…è chiaro che se mangi merda poi fai merda, perciò…
  • Fiona: È come quando precipita un aereo…com’è che si dice?
    Jimmy: Una merda?

Episodio 7, Si torna a casa

  • Fiona: Ehi, mi serve un favore.
    Veronica: Ho iniziato così il discorso con mia madre, non mi chiederai di farti il mio uomo?
  • Frank: Padre Pitt, proprio lei stavo cercando!
    Padre Pitt: Mh…l’argenteria è sotto chiave!
  • Ian: Farai l’università?
    Lip: Soltanto se mi pagano!
  • Carl: Dovete portarmi via.
    Lip: Perché?
    Carl: Mi hanno tolto il fucile, mi fanno lavare i denti dopo ogni pasto, sono sempre lì a vedere se sto bene!
    Lip: Cioè sono dei bravi genitori?
  • Giudice: Signorina Gallagher, per quale motivo suo padre dovrebbe essere dichiarato incapace?
    Fiona: Una volta vivevamo in macchina…lo zio Nick ci aveva cacciato. Non c’era nessun’altro che ci ospitasse. Lip, Ian ed io dormivamo di dietro quando Frank ha accostato…nel cuore della notte…vicino Halstead…mi ha detto di aspettarlo lì con i ragazzi, che tornava subito…avevo sei anni. Qualche ora dopo, siamo ancora seduti sul marciapiede e la fronte di Ian stava bruciando…piange, è isterico e io non so che cosa fare…così corro lungo la strada…Lip sotto un braccio, Ian sotto l’altro, cercando qualcuno che ci aiuti…era più facile trovare del crack piuttosto che un passaggio! All’ospedale arriviamo a piedi…ci dicono che Ian ha la febbre alta a 40…altre due ore e…chissà. Non ho trovato Frank per altri due giorni…la prima cosa che mi ha chiesto è quanti soldi avevo con me. Vorrei poter dire che è stata l’unica volta…ma era solo la prima. Mia madre è bipolare e mio padre è un alcolizzato e un drogato. Prende quello che vuole e non da niente in cambio. Niente soldi e nemmeno aiuto. Ho fatto quello che potevo per crescere i miei fratelli…avrei voluto fare di più…non voglio la vostra pietà, neanche l’ammirazione…voglio soltanto poter dare a questi ragazzi quello che si meritano, perché sono dei bravi ragazzi e si meritano il meglio!

Episodio 8, Quando c’è la volontà                               Shameless streaming

Ora scusatemi, vado a togliermi sangue e merda dalle unghie! E poi corro da Veronica a ubriacarmi fingendo di non aver appena ordinato il pestaggio di un parente! (Fiona)

Sto crescendo un sociopatico! (Fiona, parlando di Carl)

Fiona ha detto che avete visto una casa in affitto, hai delle foto? Stai scherzando? Sei serio? (Jimmy)

Episodio 9, I diritti di un cittadino

Citazioni:

Non avete mai ragione, per questo hanno inventato le donne per pensare al posto vostro! (Mandy) 

Se diventiamo tutti come le nostre madri allora sono fregata, giusto? (Debbie)

Io sono qualunque cosa devo essere nel momento in cui devo esserlo! (Frank)

Dialoghi:

  • Debbie: Farai tardi!
    Fiona: Non ho niente da mettere, vedo cos’ha Veronica!
    Lip: Quindi lavori in uno strip club?
    Fiona: Ah-ah!
    Lip: Io non scherzavo…
  • Frank: Un branco di checche sostengono che le unioni di fatto non sono più sufficienti per loro.
    Christopher: Si offendono quando li chiami checche, Frank.
    Frank: Chiamare le cose con il proprio nome non è e non dovrebbe mai essere considerato offensivo!
  • Frank: Dio onnipotente.
    Christopher: Tutto ok?
    Frank: No! Sono povero e ho anche la malattia del Re!
    Christopher: La gonorrea?
    Frank: I re non scopano le troie, scopano le vergini o le loro nipoti. La malattia del re è la gotta! Ho l’alluce che pulsa come un mal di palle che nessun pompino può guarire! Hai del paracetamolo o del vix o…
    Christopher: No ma posso chiamare il mio medico. Le chiedo se può vederti. È super gentile, è coreana, ha le dita piccole.
    Frank: I medici sono corrotti, specialmente quelli coreani. Mai fidarti di gente che fa le salsicce con i cani!
    Christopher: Frank, quello che hai detto è razzista, lo sai?
    Frank: Essere precisi non è essere razzisti, questa segnatela pure sul tuo diario!
  • Mandy: Quanto di quello che hai detto è vero?
    Lip: Non lo so, insomma un po’ di quelle cose le credo…sì credo che si siano delle cose di cui noi dovremmo discutere ma per lo più sono…
    Mandy: Sei uno stronzo, vuoi dire!
    Lip: Non sono le parole che avrei scelto ma…
  • Fiona: Voi soffrite di sindrome premestruale?
    Kevin: Mi stai chiedendo se sanguino dalle palle una volta al mese?
    Fiona: Ti sto chiedendo se voi uomini soffrite di quelle cazzate ormonali!
    Kevin: No!
    Veronica: Sì, invece!
    Kevin: Non è vero!
    Veronica: Ricordi quando hai rotto il telecomando della tv senza motivo?
    Kevin: Non voleva funzionare, il motivo c’era!
    Veronica: Noi piangiamo, loro si arrabbiano.
    Fiona: Jimmy non sembra proprio arrabbiato, è più…silenzioso.
    Kevin: Oddio, ferma! Fermati con quel discorso. Stiamo zitti per un minuto e voi ragazze credete che stiamo avendo dubbi sul rapporto. In realtà quello che pensiamo è ci sarà rimasto altro formaggio?.
    Veronica: Cioè vi crediamo intelligenti?
    Kevin: No, no, no, no, ci fate più interessati a voi di quanto non siamo!
  • Beto: Perché quel ragazzo guida la tua auto?
    Jimmy: Perché è rubata.
    Beto: Gliel’hai lasciata rubare?
    Jimmy: No, Beto, io l’ho rubata! Quando la mia vita era divertente e il mondo aveva un senso!

Episodio 10, La partita di softball                                 Shameless citazioni e dialoghi

  • Frank: Sì, prendetemi in giro ma intanto ho trovato dei sostenitori che vogliono ricompensarmi per i miei talenti!
    Kevin: Cioè furto e vomito?
  • Lip: Mh…come abbiamo fatto a impelagarci così tanto con due Milcovich?
    Ian: Mh…pessimi genitori!
  • Jimmy: Be’, ti danno carattere!
    Debbie: Sono rossa con lentiggini e poche tette, non ho bisogno di altro carattere!

Episodio 11, Servizio in camera

  • Barbone: Vattene! Questo è il mio territorio!
    Frank: Il tuo territorio? Cos’è? West Side Story? Non puoi possedere un intero vagone, è proprietà pubblica.
    Barbone: Dormo qui dentro da sei anni. Ci ho pisciato, vomitato e sborrato. Per la legge dei fluidi corporei è mio!
  • Carl: E Frank? Non possiamo lasciarlo qui!
    Fiona: Certo che possiamo!
    Carl: Ma arriva il freddo!
    Fiona: Il suo spesso strato di stronzate lo terrà al caldo!
  • Mike: Ora farò tre ipotesi.
    Fiona: Sparale!
    Mike: Ok! Uno: sei ubriaca quanto me.
    Fiona: Esatto! Ssh…
    Mike: Due: hai freddo quanto me.
    Fiona: Di più, meno imbottita!
    Mike: Non mi sembra. Tre: tu sei un gentiluomo.
    Fiona: Falso. È l’opposto.
    Mike: Be’, allora è meglio che ti comporti bene perché sono troppo ubriaco per non invitarti nella mia tenda!

Episodio 12, La sopravvivenza del più forte

  • Lip: Ehi! È bello vederti in piedi! Temevo che pensassi al suicidio, volevo toglierti anche i lacci delle scarpe!
    Ian: No, tranquillo, un rifiuto non è la fine del mondo, giusto?
    Lip: Già! Be’, è il bello dell’essersi innamorato di Mickey Milcovich, sai che potrai trovarne uno migliore!
  • Frank: Che devo fare per avere un altro drink qui dentro?
    Lip: Una giacca e una cravatta aiuterebbero!
    Frank: Sono contento, sai? Non passiamo molto tempo insieme!
    Lip: Non passiamo mai tempo insieme!
    Frank: Sì, era quello che volevo dire! Sai, figliolo tu puoi venire da me quando vuoi.
    Lip: Grazie, papà!
    Frank: Io…io, mi preoccupo per te.
    Lip: Davvero?
    Frank: È l’istinto paterno, non importa quanto siano grandi i propri figli. Ma guardati! 18 anni! E un diploma della scuola superiore! Dove cazzo è il cameriere?
    Lip: Adesso non commuoverti però!
    Frank: Hai bisogno di un consiglio da padre Lip?
    Lip: No, posso farne a meno!
    Frank: Ah, che succede, coraggio, andiamo parla!
    Lip: Ok, perché no? Tanto più assurdo di così! Ho finito la scuola e non ho nessuna idea su che cosa fare oggi…o domani…o per il resto della vita!
    Frank: Quindi? Non hai nessun progetto?
    Lip: No!
    Frank: Buon per te! Sei tale e uguale a me! Noi marciamo a un ritmo diverso dagli altri! Ti diranno tutti di preoccuparti per il futuro, ma sai quale dovrebbe essere il tuo futuro Lip? Questo! Vivi la tua vita al massimo, ogni giorno come se fosse l’ultimo!
  • Frank: Niente HBO, niente Showtime, solo canali in chiaro via cavo! E che cazzo di televisore è questo?
    Fiona: Il dottore ti ha parlato, Frank?
    Frank: Sì! Bla, bla, bla, bla, bla, bla, basta bere, bla, bla, bla, bla, bla!
    Fiona: Mi ha detto che sei molto malato.
    Frank: Guarda, ti sembro molto malato?
    Fiona: Ha detto che vomitavi sangue.
    Frank: Sì, è perché ne ho troppo dentro di me! È un processo di filtraggio, il mio corpo sa come eliminare gli eccessi!
  • Fiona: Dovresti smettere di bere perché a casa hai dei ragazzini che ti adorano, e non so neanche perché! Che sarebbero distrutti se ti succedesse qualcosa!
    Frank: Le tragedie rafforzano i giovani, Fiona.
    Fiona: Allora da grande narcisista che sei fallo per te stesso, Frank!
    Frank: E se io non volessi cambiare?
    Fiona: Be’, saprei che quello che ho sempre temuto è vero.
    Frank: Cioè, che cosa?
    Fiona: Che non te me frega un cazzo di nessuno di noi!
  • Ian: Io lascio la città.
    Mickey: Vai a qualche raduno di finocchi?
    Ian: Esercito!
    Mickey: Ah, certo! Non hai 18 anni.
    Ian: Be’, ho trovato un modo per raggirare la cosa.
    Mickey: Dici sul serio? Ti stai arruolando?
    Ian: Vado domattina.
    Mickey: È una mossa del cazzo! Per quanto?
    Ian: Quattro anni…minimo.
    Mickey: Che speri, che ti dica di non andare? Che ti correrò dietro come una puttana?
    Ian: Non sono venuto qui per te.
    Mickey: Non farlo.
    Ian: Non fare, cosa?
    Mickey: Non…

Shameless citazioni e dialoghi Shameless William H. Macy, la bellissima Emmy Rossum, Justin Chatwin, Jeremy Allen White, Cameron Monaghan, Emma Kenney, Shanola Hampton, Steve Howey, Joan Cusack lip fiona gallagherStagione 4

Episodio 1, L’amore di un figlio

No, tornerà. Frank è uno scarafaggio, puoi calpestarlo, usare il veleno, annegarlo ma spunterà sempre fuori dalla tazza del cesso! (Kevin)

Episodio 2, La primogenita

Citazioni:

Stan, brutto figlio di puttana, mi hai insegnato che un uomo non è uomo finché non ha amato una donna, mangiato il cuore di una capra ancora viva o squartato la faccia a un soldato tedesco! Una su tre non è male…sono fiero di essere tuo figlio adottivo, mi mancherai vecchio! (Kevin) 

Farai meglio a procurarti un passamontagna e una pistola perché è l’unico modo in cui potremo crescere quattro bambini! (Veronica a Kevin)

Dialoghi:

  • Holly: Che ti guardi brutto ritardato?
    Carl: Mi faccio un’immagine di voi e poi mi faccio una sega.
  • Dottore: Ok, diamo una bella occhiata. Le perdite sono molto diffuse quando c’è un impianto di feti multipli.
    Kevin: Feti cosa?
    Veronica: Multipli?
    Dottore: Sì, guardate qui.
    Veronica: Due bambini?
    Dottore: No, mh, tre! Congratulazioni!
    Veronica: Tre??
    Dottore: Ehm, deduco che non l’aveva pianificato.
    Veronica: Pianificato? Chi cazzo pianifica tre bambini??
    Dottore: Fissi un appuntamento con l’ostetrica al più presto.
    Veronica: Ostetrica? Con il veterinario, sto per avere una cucciolata!
    Kevin: Tesoro, sai che significa? Che ho un pisello magico!
  • Lip: È la tua confraternita?
    Shally: Sì, ma non ci vengo molto spesso, non vivo qui, capisci.
    Lip: Oh, bene, così hai un appartamento tuo.
    Shally: In fondo a University Road.
    Lip: Mi piacerebbe vederlo una volta!
    Shally: Ah, sì, scommetto!
    Lip: Che bevi, vuoi che ti prenda qualcosa?
    Shally: Sì, vorrei che mi prendessi quello laggiù…[Indicando un ragazzo] sta diventando dottore in termodinamica, ho il terrore di parlargli.
    Lip: Io e te ci siamo lasciati?
    Shally: Oh, tu sei carino ma io sono il tuo tutor!
    Lip: E allora?
    Shally: Be’, come se fossi la tua babysitter! Allora, che cosa gli dico Charlie Watts?
    Lip: Che mi farai vedere l’appartamento in fondo a University Road.
    Shally: Ti piacerebbe! Andiamo!
    Lip: Ehm, flerta un po’ con lui…
    Shally: Come?
    Lip: Come stai facendo con me!
    Shally: Tu sei una matricola, è facile!
    Lip: Sì, ma scopo come un laureando!

Episodio 3, Tale padre, tale figlia

Citazioni:

Portami droghe pesanti. Rendi papà orgoglioso! (Frank a Carl)

Gestisci le stronzate dei tuoi a modo tuo, io gestisco le mie a modo mio, che sarebbe non gestirle per niente! (Fiona)

Dialoghi:

  • Fiona: Mio padre, che vive di nuovo da noi, si è distrutto il fegato bevendo e ora cerca di estorcerne uno nuovo ai suoi figli, compresa una figlia maggiore che nessuno conosceva!
    Mike: Cioè, hai un’altra sorella?
    Fiona: Ne avrò venti a questo punto! Quando penso di aver visto il peggio di Frank, bam!, un altro regalo!
  • Frank: Wow, è piuttosto bellina.
    Carl: Sembri tu travestito da mignotta!
    Frank: Grazie figliolo.

Episodio 4, Il mio regno per un fegato

Due cose rendono un film grandioso: Steve McQueen e le macchine veloci! (Frank)

Bell’occhio nero! Un professore ti ha pestato perché sei un saputello? (Kevin a Lip)

I casini appartengono ai Gallagher! (Fiona)

Episodio 5, Il capanno del sudore

  • Mickey: Ehi, chiediamo a qualche drogato di distribuire volantini.
    Veronica: E chi li paga?
    Mickey: Nessuno! Diciamo che li pagheremo, se si lamentano li pestiamo!

Episodio 6, La città di ferro

  • Lip: Dobbiamo trovare Frank o daranno Liam in affidamento.
    Kevin: Merda!
    Lip: Già! Carl, tu torna in ospedale, ok? Stai con Liam e tienici aggiornati. Ho già provato a casa e lui non c’era…quindi si gioca a Dove cazzo è Frank?.
  • Veronica: Debbie è salita su un autobus.
    Lip: È arrabbiata, andrà a casa.
    Veronica: Chissà perché?
    Lip: È perché l’ho sgridata? Pensi che sia la cosa più traumatica che le è successa da ieri? Vediamo in quale topaia si è infilato l’adulto responsabile che dovrebbe essere nostro padre!
  • Kevin: Potremmo vendere il furgone!
    Veronica: Sì, ho controllato il listino, vale 4 mila dollari.
    Kevin: Cosa? L’ho pagato 15 mila!
    Veronica: Otto anni fa!
    Kevin: Dovrebbe essere considerato d’epoca! Cristo, sono stanco di essere povero!

Episodio 7, Figlia devota

  • Liam: Dormitorio.
    Lip: Sì! E chi c’è qui?
    Liam: Gli hipster!
    Lip: Gli hipster! Molto bene!
  • Carl (parlando di Frank): È morto?
    Lip: Purtroppo no!

Episodio 8, Vivere di speranze                                       Shameless citazioni e dialoghi

  • Frank: Oh, avanti, ci risparmi queste sue lagne. Il bullismo è una parte fondamentale di qualsiasi ecosistema, insegna ai ragazzi a essere forti. Il mondo è un posto difficile, essere vittima di bullismo è come venire inoculati, è come un vaccino. E voi piccole merde, dovete imparare a stare molto lontani da quelli come mio figlio! Ecco che cosa si impara quando si viene colpiti in faccia da un bullo! Come ha fatto Steve Jobs a diventare ricco? Bulli! Io vi garantisco che Junior, qui, a 30 anni rimorchierà la ragazza più sexy perché lui è stato vittima di bullismo oggi! Volete che imparino qualcosa? Mio figlio raccoglierà l’immondizia con una tuta arancione tra 10 anni, suo figlio studierà medicina, curerà il cancro e avrà tante donne. Non c’è di che!
    Carl: E se volessi curare il cancro?
    Frank: Accontentati di non prendere la gonorrea in galera, lo dico con affetto figliolo!

Episodio 11, Emily

  • Mickey: Lo vuoi passare così il tuo giorno libero?
    Ian: Tu sei qui.
    Mickey: Dammi un paio d’ore, ci vediamo a casa tua.
    Ian: Se mi fai andare via, puoi anche non venire.
    Mickey: Perché ti comporti come una ragazzina?!
    Ian: Non voglio vivere una bugia… E tu?
    Mickey: A te non dico bugie!
    Mickey: E a tutti gli altri qui?
    Mickey: Chi se ne frega di tutti gli altri! Che cazzo di differenza fa se gli mento?
    Ian: Perché…perché così non sei libero!
    Mickey: Ian, quello che ho con te mi rende libero… non quello che sanno questi stronzi!

Episodio 12, Vivo

  • Lip: Ho spillato dei soldi ai genitori di Amanda, fa una lista, paghiamo le bollette.
    Debbie: Amanda resta?
    Lip: Perché non ti piace?
    Debbie: Sì, finché ci aiuta a pagare le bollette!
  • Frank: Quando potrò bere?
    Dottore: L’acool? Mai più!
    Frank: Cosa?
    Dottore: L’alcool stressa il fegato e riduce l’effetto dei farmaci antirigetto.
    Frank: Ma che senso può avere un fegato nuovo se poi non svolge la sua funzione?
  • Fiona: Chiamiamo Lip, deve saperlo.
    Mickey: Sapere cosa, qual è il problema?
    Fiona: Ehm, depressione credo.
    Mickey: È…è depresso? Tutti siamo depressi, cazzo, è normale vivendo qui!
  • Lip: Bipolare eh?
    Fiona: Non ne sono certa ma…sembra troppo familiare.
    Lip: Dovremmo avere il litio di Monica, che non ha preso mai.
    Fiona: Temevo toccasse a me.
    Lip: Oh, c’è tempo! Perché si può avere il primo crollo psichico tra i 10 e i 30 anni!
    Fiona: La roulette russa dell’insanità mentale con il DNA di Monica come proiettile. L’alcolismo è genetico?
    Lip: Dipende dall’educazione, non dalla natura. Dall’ambiente in cui si è cresciuti
    Fiona: Oh, è davvero incoraggiante! Gesù, questa famiglia avrà mai una pausa?

Shameless citazioni e dialoghi Shameless William H. Macy, la bellissima Emmy Rossum, Justin Chatwin, Jeremy Allen White, Cameron Monaghan, Emma Kenney, Shanola Hampton, Steve Howey, Joan Cusack season 2 streaming frank gallagherStagione 5

Episodio 1, Il nettare degli Dei

  • Veronica: No all’allattamento al seno!
    Kevin: Di che cosa stai parlando?
    Veronica: Sono stufa! La latteria ha chiuso! Usiamo il latte in polvere!
    Kevin: No, no, no, no! Assolutamente no! Non useremo il latte in polvere. Cresceranno con l’asma, saranno basse e non avranno amici!
  • Amanda: Sei sicuro che non ti va di prendere la mia BMW?
    Lip: Per parcheggiarla nel mio quartiere? No, se non ti piace sverniciata.
  • Ian: Un centro yoga in questo quartiere?
    Fiona: Sarà una copertura per qualche operazione di riciclaggio!

Episodio 2, Io sono fregato

Citazioni:

Credo che Chuckie sia ritardato, qualcuno dovrebbe dirlo a Sammi! (Frank) 

Dialoghi:

  • Veronica: Kev vuole dei cazzo di pancake!
    Lip: Porca vacca, stai bene?
    Veronica: Ho due gemelle, non starò mai più bene!
  • Veronica: Sono una pessima madre?
    Fiona: Hai lasciato le tue figlie nel portico per andare a comprare della droga? [Veronica fa no con la testa] Be’, rispetto ai miei sei una madre eccellente!
  • Kevin: Ciao Debs! Conosci Svetlana?
    Debbie: La mamma del figlio dell’amante di mio fratello!
  • Fiona: Sapevo di trovarti qui.
    Sean: Due incontri in un giorno solo?
    Fiona: Ero distratta all’incontro di stamattina. Ero seduta vicino a un tipo che mi piace.
  • Fiona: Cos’è, ho detto troppo? Ti ho spaventato?
    Sean: No. No, è che non posso. E vorrei tanto, Fiona…ma non posso.
    Fiona: Non puoi venire ad un concerto con me?
    Sean: No, non posso fare niente con te. Tu sei…
    Fiona: Cosa?
    Sean: Pericolosa. Tu sei pericolosa.
    Fiona: Senti, lo so che c’è la regola di non uscire con quelle nuove o che ne so, ma…io non sono davvero nuova perché non sono una tossica, quindi…tu non mi faresti del male uscendo con me.
    Sean: No, io danneggerei me stesso. Tu vai a quegli incontri perché te l’ha ordinato il giudice e ti diverti e impari anche qualcosa, ma per me quegli incontri…ehm…insomma mi salvano la vita! Letteralmente, ogni giorno, mi salvano la vita.
    Fiona: Ok, lo capisco, lo capisco. Non ci proverò più agli incontri…
    Sean: No, non è solo negli incontri, è il caos, è il caos che ti segue dovunque vai!
    Fiona: Ma sto migliorando!
    Sean: Ti sei tolta il monitor da sola!
    Fiona: E allora?
    Sean: Avresti dovuto aspettare che lo togliessero loro!
    Fiona: È una formalità! Vorresti giudicarmi per questo?
    Sean: No, io no ti giudico per questo, io ti voglio per questo! È che per me è…cazzo, è…affascinante che hai preso un cacciavite e poi ti sei tolta il monito ed è sexy da morire che avevi un labbro spaccato di prima mattina!
    Fiona: Mi prendi in giro?
    Sean: No, ma tu sei una…drogata di caos Fiona! Io sono un drogato e basta, quindi amo il caos e quando ci entro dentro va a finire sempre molto male! E le donne come te…
    Fiona: Le donne come me?
    Sean: Sì! Cioè, belle, sexy, irresistibili, divertenti, pericolose, che portano il caos, le donne come te…erano la mia droga molto prima che iniziassi a farmi. È buffo, in effetti…è stata una donna come te che mi ha dato la prima dose.
    Fiona: Io non lo farei mai!
    Sean: No, lo so, ma è un terreno rischioso per me Fiona, avrei potuto pestare a morte quel tizio per una mancia mancata! E la colpa non è tua, non sei tu la responsabile, la colpa è mia. Ma io…ho un figlio…e non metterò a rischio il rapporto con mio figlio. Non importa quanta voglia abbia di fare cose davvero, davvero perverse sia a te che con te.
    Fiona: Io non sono solo caos. Sono meglio di così, sono cambiata. E credo che potrei farti un gran bene.

Episodio 3, Io sono il primo ordine

  • Lip: Ehi! Ehi, ehi, ehi…sei stupenda. Ok? Sei dolce. Sei divertente. Sei molto intelligente. Lo sai, vero?
    Mandy: Sta zitto.
    Lip: Ehi, ehi. Lo penso, ok. Sei una bella persona, Mandy.
  • Sammi: Frank ha garantito a quell’uomo che gliela avrei data al primo appuntamento.
    Frank: Ti ho visto darla dopo il primo bicchiere!
  • Frank: Volete chiudere quella cazzo di bocca?! Non si può avere un momento di pace! Cristo! O quella succube e pazza scatenata di mia figlia da un lato e una moglie impacciata, asfissiante e pervertita dall’altro! Ed entrambe mi state facendo diventare matto!!
    Sammi: Papà!
    Frank: Non chiamarmi papà! Cerchi attenzioni, sei una troia, tuo figlio è un ammasso di pura tristezza e hai un’igiene personale disgustosa! E tu! Tu sei una pazza certificata!
    Sheila: Cosa?
    Frank: Non sei uscita di casa per due anni, provi un enorme piacere a infilare cazzi finti su per il culo degli uomini che ami! Ti sei sbattuta il marito della tua unica figlia, hai adottato un mucchio di bambini indiani, chi cazzo sa perché! E io non posso più sopportare la tua cucina esageratamente ricercata, cazzo!

Episodio 4, Una notte da dimenticare

Citazioni:

Carità è accettare aiuto dagli altri, non il contrario, chiaro? (Frank)

Dialoghi:

  • Carl: Tu chi saresti? [riferendosi a Gus]
    Debbie: Sta con Fiona stupido! Ne ha parlato tipo venti volte.
    Carl: Ma siete fidanzati oppure scopate e basta?
    Fiona: Benvenuto nella mia famiglia!
  • Lou: Ma che cos’è questa puzza?
    Frank: Ehm…merda di piccione.
    Lou: Vado per ipotesi, sta notte hai festeggiato e il cervello ti è andato in pappa.
    Frank: Perché lo dici?
    Lou: L’assegno è arrivato, dovevi presentarti ieri a quest’ora per firmarlo.
    Frank: No, mi avevi detto che arrivava martedì! Me lo ero anche scritto!
    Lou: E oggi è…mercoledì!
    Frank: E che fine ha fatto martedì? Non svengo mai un giorno intero se non fumo del crack.

Episodio 5, Rito di passaggio

Citazioni:

I Gallagher non fanno annunci a cena. Sveniamo, tentiamo il suicidio, non annunciamo! (Debbie)

Dialoghi:

  • Lip: Ehi, ma il ciuccio non danneggia i bambini?
    Veronica: Tu hai figli? Allora sta zitto!
    Mickey: Guarda chi c’è! Si fa il tour estivo nel ghetto poi tornerà nella Torre d’avaria!
    Lip: “Torre d’avorio”. Quando dici stronzate dille giuste!

Episodio 6, Amore folle

  • Jimmy: Mi sa che mi hai spaccato il naso!
    Fiona: Bene! Hai culo che non avessi un coltello!
  • Carl: Forse è in Colorado!
    Lip: Perché dovrebbe essere in Colorado?
    Carl: Erba gratis!
    Debbie: Non è gratis, idiota, è legalizzata!
  • Lip: Lui che cazzo ci fa qui?
    Fiona: Non ne ho idea!
    Jimmy: Ciao Lip, come stai?
    Lip: Non eri sposata?
    Fiona: Lo sono!
    Sammi: Sei sposata?
    Debbie: Cosa? E con chi?
    Lip: Con Gus!
    Carl: Il musicista?
    Sammi: È lui Gus?
    Debbie: No, lui è Jimmy!
    Sammi: Chi è Jimmy?
    Debbie: Il suo ex ragazzo!
    Sammi: E allora chi è Gus?
    Jimmy: Cos’è questa puzza? [Fiona indica Frank che dorme sul divano] Ah!
    Fiona: Gus è un grande musicista, l’ho incontrato al lavoro ed è un ragazzo fantastico!
    Jimmy: I musicisti sono notoriamente inaffidabili come mariti!
    Fiona: Dice lo stronzo che sparisce dalla faccia della terra qualche anno alla volta!
  • Lip (vendendo Jimmy dormire sul divano): Gestisci tu la cosa?
    Fiona: Sì…
    Lip: Sicura? Posso spaccargli la testa con una mazza e dire che l’avevo preso per un ladro!

Episodio 7, Ho bisogno di te

Citazioni:

Da non credere. Sono single. (Veronica)

Tuo marito è simpatico…tranne che per il pugno. (Jimmy)

Dialoghi:

  • Sammi: Carl, mi serve un favore.
    Carl: Che ci guadagno?
    Sammi: I favori dovrebbero venire dal cuore.
    Carl: Sai con chi parli, vero?

Episodio 8, Zio Carl

Citazioni:

Mio fratello Ian è stato dichiarato bipolare. E…e io sono qui tutti i giorni e mi sento in colpa che non sono lì ad aiutarlo, capisci? È l’unica ragione per cui resto qui e…aiutarlo, non posso. Perché io ho speso tutta la vita cercando di aiutare mia…mia madre che ha la stessa malattia e…e non c’è niente da fare. Invece i piccoli Debbie, Carl e Liam e mia sorella Fiona, sì loro potrei aiutarli ma non lo faccio…perché sono qui. Perché invece magari, restare qui è qualcosa che posso fare per loro, intendo in…in prospettiva, nel futuro magari. Quindi sono qui. Ma se invece torno a casa allora sono dentro, sa, e non posso più venirne fuori. E quindi…quindi, io continuerò a venire qui, continuerò a pagarvi…un po’ per volta, continuerò a presentarmi e a contare i soldi e quella sarà la mia parte e la sua parte sarà spero…pazientare. La prego io…cazzo, mi serve un po’ di tempo (per le tasse universitarie). (Lip)

Dialoghi:

  • Frank: Vai a spacciare droga di sabato mattina?
    Carl: Già.
    Frank: Notevole etica professionale. Rendi tuo padre orgoglioso.
  • Lip: Sei ancora sposata?
    Fiona: Credo di sì. Non lo so, Gus non fa un suono! Come lo gestisco il silenzio io?
    Lip: Si certo…in casa nostra vuol dire che qualcuno ha smesso di respirare!
  • Ian: Credo che sia finita con Mickey. Dopo la diagnosi, perché, anche se io non ci credo, lui di sicuro sì.
    Fiona: Be’, se può farti stare meglio…io ho rovinato tutto con mio marito. E non ho neanche una malattia a cui dare la colpa!
    Ian: I Gallagher!
    Fiona: I Gallagher.
    Lip: Che è una specie di malattia, non vi pare?
    Fiona: Sì, direi di sì!

Episodio 9, La prima condanna di Carl

Citazioni:

Pensa sono stato anch’io in punto di morte, insufficienza epatica. I medici non mi davano nessuna speranza. Overdose nell’81 e nell’88, di nuovo nell’88, ’94, 2003…sono l’unico ad aver ricevuto l’estrema unzione tre volte! (Frank)

Dialoghi:

  • Frank: È una tragedia quando un ragazzino finisce dietro le sbarre.
    Fiona: Pessimi genitori…
    Frank: Oh, non sentirti in colpa!
  • Joaquin: Ok, accendi il computer.
    Lip: Ah, non possiamo usare questo, è del college, risalirebbero a me. Non hai il tuo nello zaino?
    Joaquin: Non posso permettermelo!
    Lip: Ma sei un fottuto studente di informatica!
    Joaquin: Sì! Tu un ingegnere robotico. Hai un fottuto robot?
  • Fiona: Usi il ferro da stiro?
    Mickey: Sì, come arma!
  • Bianca: Hai mai corso nudo?
    Frank: Molte volte. Solo mai di proposito!

Episodio 10, Le regole del quartiere

  • Frank: Ho incontrato questa donna, ci sto proprio male, non riesco a scordarla.
    Kermit: Parli come una canzone.
    Frank: L’ho trattata con rispetto e mi ha sbattuto fuori come gli avanzi di ieri.
    Veronica: L’unica cosa che hai mai trattato con rispetto aveva l’etichetta prove di reato! Aspetta, è la dottoressa dell’altro giorno?
    Frank: Forse.
    Veronica: La vuoi truffare?
    Frank: Ma per che razza di uomo mi hai preso?
    Kermit: Con te c’è sempre una truffa, Frank!
    Frank: D’accordo, sì, sono bravo a rifilarle alle persone ma questa donna io…non voglio rifilarle proprio niente. A parte me stesso, ma non me lo permette.
    Veronica: Chi vorrebbe mai stare con te?
    Frank: Perché non dovrebbero?
    Kermit: Clamidia ed herpes per iniziare. Ah, poca igiene, alcolismo, mancanza di scrupoli morali…
    Frank: Ah, d’accordo! I miei pregi sovrastano di gran lunga i miei difetti!
    Veronica: Dimmene uno.
    Frank: …che ne dici del gusto dell’avventura e poi un’infinita libido.
  • Fiona: Dio quanti ricordi mi ritornano in mente.
    Debbie: Eri già venuta qui?
    Fiona: Monica mi ci ha portato, per iniziare la pillola. Ed era completamente fatta di ecstasy, ha proposto al dottore di fargli un pompino. Il dottore era una donna!

Episodio 11, Distanze incolmabili                             Shameless streaming

Citazioni:

Io non sono un uomo religioso ma questo whiskey ti farà credere in Dio, forse ti ci farà anche parlare! (Frank)

Dialoghi:

  • Tommy: Ho il diritto di bere gratis per un anno, eh!
    Kevin: Sì, diciamo una settimana.
    Tommy: Roba buona?
    Veronica: La roba buona è come la scadente, non c’è differenza!

Episodio 12, La felicità è sopravvalutata

Non immaginavo che avrebbe radunato la sorellanza delle troie per una maratona inzuppa biscotto! (Veronica)

La felicità è sopravvalutata. (Sean)

Shameless citazioni e dialoghi Shameless William H. Macy, la bellissima Emmy Rossum, Justin Chatwin, Jeremy Allen White, Cameron Monaghan, Emma Kenney, Shanola Hampton, Steve Howey, Joan Cusack fiona frank gallagher 2Stagione 6

Episodio 1, Amore oltre la morte?

Citazioni:

14 anni e già spacciatore di droga incriminato. Devo dirtelo figliolo, sono così orgoglioso! Speravo in Lip ma ormai è al college e quell’altro fa l’impiegato. Temevo che nessuno dei miei figli mi seguisse negli affari di famiglia! (Frank) 

Dialoghi:

  • Ian: Andiamo a trovarlo nel week end?
    Debbie: No, grazie.
    Fiona: Perché no?
    Debbie: Ho da fare.
    Fiona: E cosa?
    Debbie: Vivere lontano da mio fratello criminale che nasconde un coltello nel cuscino!

Episodio 5, Rifugiati

Citazioni:

Non voglio quattro mercenari con la sindrome da stress post traumatico! (Veronica) 

Ti ho cambiato i pannolini e so che il tuo uccello non è al cioccolato! Mi sono stancata di questa farsa. Le trecce ti rendono un nero? 400 anni di oppressione ti rendono un nero e se insisti con questa stronzata, chiederò di essere arruolata nel Ku Klux Klan, chiaro? (Veronica a Carl)

Wow, è sempre così! Gallagher in crisi, Franck ubriaco e fatto! (Fiona)

Dialoghi:

  • Fiona: Ehi! Abbiamo il permesso di stare in casa una settimana!
    Sceriffo: Dalla banca?
    Fiona: No, dai proprietari!
    Sceriffo: È della banca fino a fine ispezione. Dovete lasciarla.
    Fiona: Cosa? Non può buttarci fuori senza preavviso!
    Sceriffo: Ce l’ha la notifica?
    Fiona: Sì!
    Sceriffo: Era il preavviso!

Episodio 6, A mali estremi

    • Frank: Mi ricordo quando ho visto Fiona nella pancia di Monica. Sembrava un’albicocca marcia, ho urlato ma che cazzo è quello?. Io e Monica eravamo strafatti ma quel feto era inguardabile…ed è cresciuta perfetta.
      Dottoressa: Lo vuoi sapere il sesso?
      Frank: Prima di sapere il tuo, ti chiamavamo il tumore…poi ci dissero è una femmina all’improvviso eri Debbie.
      Debbie: Ero Debbie?
      Frank: Quando scopri il sesso, il feto passa da ammasso di cellule a persona vera e propria. Fa pensare.

Shameless citazioni e dialoghi Shameless William H. Macy, la bellissima Emmy Rossum, Justin Chatwin, Jeremy Allen White, Cameron Monaghan, Emma Kenney, Shanola Hampton, Steve Howey, Joan Cusack fiona and steveStagione 7 (work in progress)

Shameless citazioni e dialoghi Shameless William H. Macy, la bellissima Emmy Rossum, Justin Chatwin, Jeremy Allen White, Cameron Monaghan, Emma Kenney, Shanola Hampton, Steve Howey, Joan Cusack 3Personaggi di Shameless ed attori che li interpretano:

William H. Macy: Frank Gallagher
Emmy Rossum: Fiona Gallagher
Justin Chatwin: Steve/Jimmy Lishman
Cameron Monaghan: Ian Gallagher
Ethan Cutkosky: Carl Gallagher
Shanola Hampton: Veronica Fisher
Steve Howey: Kev Ball
Emma Kenney: Debbie Gallagher
Jeremy Allen White: Lip Gallagher
Laura Slade Wiggins: Karen Jackson
Joan Cusack: Sheila Jackson
Noel Fisher: Mickey Milkovich
Emma Greenwell: Mandy Milkovich
Zach McGowan: Jody Silverman
Marguerite Moreau: Linda
Dermot Mulroney: Sean Pierce
Isidora Goreshter: Svetlana Fisher

Recensione: Shameless

Shameless citazioni e dialoghi Shameless streaming William H. Macy, la bellissima Emmy Rossum, Justin Chatwin, Jeremy Allen White, Cameron Monaghan, Emma Kenney, Shanola Hampton, Steve Howey, Joan Cusack

Californication

Californication

Californication, la serie tv degli eccessi

Californication David Duchovny, Hank Moody, Natascha McElhone, Karen Van Der Beek, Evan Handler, Charlie Runkle, Madeleine Martin hank karenCalifornication, la storia di quel seduttore dalla vita movimentata di Hank Moody

Californication è una serie televisiva andata in onda tra il 2007 e il 2014 sul canale Showtime.  La serie tv ideata da Tom Kapinos, vede David Duchovny nel ruolo dello scrittore in crisi Hank Moody, uno scrittore dalla vita dissoluta, che vive a Los Angeles.

Hank Moody è un affermato scrittore newyorkese in piena crisi creativa ed esistenziale, che si trasferisce a Los Angeles per seguire la trasposizione cinematografica del suo romanzo God Hates Us All. Hank è profondamente scontento del fatto che il suo ultimo romanzo sia stato trasformato in una melensa commedia romantica intitolata A Crazy Little Thing Called Love.  E’ ancora innamorato di Karen, sua ex compagna, e madre della figlia Becca.

Californication David Duchovny, Hank Moody, Natascha McElhone, Karen Van Der Beek, Evan Handler, Charlie Runkle. Hank CharlieNell’odiata Città degli Angeli non riesce a scrivere un altro romanzo di successo. Sfoga così tutta la sua rabbia e frustrazione in un turbine si alcol e sesso di una notte. Hank cercherà in tutti i modi di riconquistare l’amore della sua vita e porre fine ad una vita così sregolata.

Fin dai primi secondi del pilot, dove vengono brevemente presentati quasi tutti i personaggi principali della serie, capirete se Californication fa per voi. La serie infatti comincia in una chiesa, dove una suora si dedica a pratiche di sesso orale con il protagonista (non è uno spoiler visto che è la prima scena).

Californication David Duchovny, Hank Moody, Natascha McElhone, Karen Van Der Beek. karen hankSembra che la storia sia ispirata alla vita di David Duchovny, l’attore che interpreta Hank Moody, il quale pare abbia passato diversi mesi in clinica per cercare di risolvere il suo problema di dipendenza dal sesso.
Il protagonista di Californication ha diverse analogie con il famoso scrittore Charles Bukowski, è infatti un grande bevitore, ama il sesso compulsivo e le donne, attraversa fasi di depressione e spesso riesce ad essere carismatico. Bukowski viene inoltre più volte citato durante la serie, come ad esempio nel decimo episodio della prima stagione, intitolato Lurido lucro, in cui Karen dichiara essere lui il suo scrittore preferito.

Californication David Duchovny, Hank Moody, Natascha McElhone, Karen Van Der Beek, Evan Handler, Charlie Runkle, Madeleine Martin, Rebecca Becca MoodyTutte le avventure di Hank si svolgono in California nella splendida cornice di Venice Beach, un quartiere della zona ovest di Los Angeles. Ma chi è Hank Moody? E’ uno scrittore che attraversa un momento di crisi profonda a causa del blocco dello scrittore e di una serie di problemi personali. Ama la sua ex compagna e non sa come riconquistarla è legatissimo alla figlia, ma è incapace di non ferirla a causa del suo modo di vivere. David Duchovny riesce a dare credibilità ad un personaggio fuori dagli schemi, che quasi sempre domina la scena, relegando in secondo piano tutti gli altri interpreti.

Ma non si tratta di un one man show perché anche gli altri personaggi hanno qualcosa da dire, da Karen Van Der Beek, la donna della sua vita, interpretata da Natascha McElhone a Charlie Runkle (Evan Handler), migliore amico ed agente di Hank.

Californication David Duchovny, Hank Moody, Natascha McElhone, Karen Van Der Beek, Evan Handler, Hank karenCalifornication, pur viaggiando sempre sull’orlo dell’assurdo, ha una sceneggiatura che riesce quasi sempre a essere credibile, a non essere eccessiva o cadere nel cattivo gusto. Se amate la musica vi sono moltissimi riferimenti musicali, con omaggi a tutte le leggende del rock, da Kurt Cobain ed i suoi Nirvana, passando per Bob Dylan ed Elvis Presley, fino ad arrivare ai Beatles, ai Rolling Stones ed agli Slayer (I libri scritti dal protagonista, South of Heaven, Seasons in the Abyss, God Hates Us All, si intitolano come tre album del famoso gruppo metal statunitense).

Californication attraversa più generi: nonostante sia principalmente una commedia, riesce ad essere anche una serie di formazione, drammatica e d’amore. Da vedere.

Californication David Duchovny, Hank Moody, Natascha McElhone, Karen Van Der Beek, hank karenTitolo originale: Californication

Paese: Stati Uniti d’America

Anno: 2007–2014

Formato: serie TV

Genere: commedia, drammatico

Stagioni: 7

Episodi: 84

Californication David Duchovny, Hank Moody, Natascha McElhone, Karen Van Der Beek, Evan Handler, Charlie Runkle, Madeleine Martin, Rebecca Becca Moody hank becca 1Durata: 30 min (episodio)

Lingua originale: inglese

Caratteristiche tecniche:

Rapporto: 16:9

Risoluzione: 1080i

Audio: Dolby Digital 5.1

Californication David Duchovny, Hank Moody, Natascha McElhone, Karen Van Der Beek, Rebecca Becca Moody Hank Karen beccaInterpreti e personaggi:

David Duchovny: Hank Moody

Natascha McElhone: Karen Van Der Beek

Evan Handler: Charlie Runkle

Madeleine Martin: Rebecca “Becca” Moody

Pamela Adlon: Marcy Runkle

Madeline Zima: Mia Lewis

Sigla Californication: Link

Californication David Duchovny, Hank Moody, Natascha McElhone, Karen Van Der Beek, Evan Handler, Charlie Runkle hank karenÈ un po’ la mia maledizione, invito a cena e subito dopo mi ritrovo a dirle che è bella, anche se non m’interessa. Ed è vero. Tutte le donne sono belle, avete tutte qualcosa di indimenticabile, un sorriso, una curva, un segreto. Siete delle ammalianti creature. Vi dedicherei la vita. Ma poi mi sveglio accanto a lei, con il dopo sbronza e la consapevolezza di non essere più disponibile come credevo, lei se ne va, e io rimpiango un’ altra occasione persa

Abbiamo un’avanzatissima tecnologia. I computer avrebbero dovuto renderci liberi, democratizzarci. Invece sono diventati delle macchine da sega a 4 cifre e oltretutto la gente invece di parlarsi manda sms, niente punteggiatura, niente grammatica: ‘tvtb’, ‘imho’, ‘rotfl’. Un branco di imbecilli che pseudo-comunicano con un branco di altri imbecilli. (Hank Moody)

Californication David Duchovny, Hank Moody, Natascha McElhone, Karen Van Der Beek, Evan Handler, Charlie Runkle Hank CharlieRicordati una cosa: anche nel peggiore dei casi non devi arrenderti mai, non devi farlo mai. Perché se lei ti ama davvero, ti perdonerà. Non c’è vita senza l’amore. Non ha senso vivere senza. (Hank Moody)

Tuo padre è un bambino nel corpo di un adulto, a cui non interessa niente e tutto nello stesso momento, che intraprende coscientemente azioni deboli. Qualcosa deve cambiare, qualcosa si deve dare. Sta diventando buio, troppo buio per vedere. (Hank Moody)

La maggior parte degli uomini passa la vita senza trovare nessuno da amare veramente. Magari dicono di sì perché si sentono protagonisti di una commedia romantica, ma sono tutte cazzate. (Hank Moody)

Californication David Duchovny, Hank Moody, Natascha McElhone hank scotchCome mi sento? Mi sento come se il buon Dio in persona mi avesse sollevato con le sue mani nude per stendermi su un letto di chiodi arrugginiti, inchiodarmi le caviglie dietro alle orecchie e me l’avesse messo su per il culo. Niente vaselina, niente lubrificante, niente di niente. Nemmeno un misero sputo. Quel figlio di puttana si è tolto il casco da Darth Vader, quel grande casco, e me l’ha ficcato dentro senza pietà, spaccando il mio piccolo buchetto da vergine. Il mio dolce e piccolo bocciolo marrone. L’ha tirato fuori, mi è venuto sul petto e si è pulito il cazzo sulle tende lasciandomi in pasto alla morte. Ecco come mi sento. (Hank Moody)

Mi fa venire in mente i nostri primi appuntamenti. Quando, bussando alla tua porta, in attesa che mi aprissi, provavo ad immaginare come saresti stata. E quando mi aprivi eri tipo dieci volte più bella di quanto avessi immaginato. Avevo quella strana sensazione allo stomaco perché mi guardavi con tutta quella speranza negli occhi invece della delusione che vedo ora. (Hank Moody)

Californication David Duchovny, Hank Moody, Natascha McElhone, Karen Van Der Beek, Evan Handler, Charlie Runkle. streaming hankLuca Miglietta

Scrubs – Medici ai primi ferri citazioni e dialoghi (4-8)

Scrubs – Medici ai primi ferri citazioni e dialoghi

Scrubs – Medici ai primi ferri citazioni e dialoghi (stagioni 4-8)

Scrubs - Medici ai primi ferri citazioni e dialoghi stagioni Scrubs stagione 4

Quarta stagione

Episodio 1, La nuova amica della mia vecchia amica

Citazioni:

Buon Dio Fantasia non crederai sul serio che io abbia finito di insegnarti vero? L’unica differenza tra oggi e domani è che quando domani ti sveglierai per venire qui a uccidere pazienti nessuno potrà più dire è solo un assistente invece sicuramente si chiederanno chi diavolo è il responsabile del tuo tirocinio e quando punteranno il dito accusatore su di me spero di essere ancora in coma per la rabbia che mi ha preso l’ultima volta che hai cercato di abbracciarmi! (Dr. Cox a a J.D.)

Oh i neosposini… e c’è anche Carla! (Dr. Cox a Carla, Turk e J.D.)

Dialoghi:

Dr. Cox: Immagino che potrei sciorinare una lista delle cose di cui m’importa quanto la nostra ultima settimana insieme, vediamo… Le diete ipocaloriche, Michael Moore, il Congresso Nazionale dei Repubblicani, la Kabbalah, tutto ciò che ha a che fare con la Kabbalah, la tv al plasma, le figlie di Bush, le connessioni wireless, la serie OC, l’Onu, il riciclaggio, Danny Gans, i Grammy’s latino-americani, i Grammy’s veri, quel dormiglione di Jeff dei Wiggles, le paghe degli Yankees, tutti i Repubblicani, tutti i Democratici, tutti gli ospiti dei Talk Show, tutto quello che c’è sulla Terra, tutto nell’Universo, tutto tutto tutto tutto tutto tutto tutto, tutto ciò che esiste passato presente e futuro, in qualunque dimensione nota e sconosciuta… Oh e anche Hugh Jackman.
J.D.: Hugh Jackman è Wolverine.. Come osa?

Episodio 2, Il mio ufficio

Citazioni:

Beh Scarlett, siccome lei è così preparata sulla teoria sa essere priva di qualunque abilità interpersonale e tu sei così affettuoso quanto un cucciolo non svezzato di labrador e utile in situazioni di emergenza quanto un cucciolo non svezzato di labrador, insieme voi due fate un quasi passabile dottore barra cucciolo di labrador! (Dr. Cox a J.D.)

Dialoghi:

Dr. Kelso: Che ne pensi Perry? [Mostrando al Dr. Cox la radiografia di un paziente con una lampadina infilata nel retto]
Dr. Cox: Non lo so Bob: o ha una lampadina infilata su per lo sfintere, o il suo colon ha appena avuto un’idea geniale!

Episodio 3, Il mio nuovo gioco

Citazioni:

Non ci vuole uno psichiatra per capire che se prima eri felice e ora non lo sei più, devi rimettere le cose com’erano prima. (Molly Clock)

Il fatto è che ogni rapporto ha bisogno di attenzioni, può trattarsi di un piccolo gesto o riprendere da dove si era rimasti. In fondo se tieni davvero ad una persona è facile sacrificarti per lei. (J.D.)

Episodio 4, Il mio primo omicidio

Citazioni:

Ciascuno di voi riuscirà più o meno ad uccidere un paziente. Prima o poi nel vostro tirocinio farete un errore, loro moriranno e questo brucerà nella vostra coscienza per sempre. (Dr. Cox)

Quel ragazzo ha ucciso tanti di quei pazienti che potrebbe fare l’agente governativo. (Dr. Cox a Doug)

Lo so che ti sei spaventato e che spesso ti sei sentito come una ragazzina nel corpo di una donna ma sta qui il segreto: la paura è buona! Ti tiene lontano dall’essere un dottore a metà. Il trucco è non lasciarsi paralizzare. (Dr. Cox)

Dialoghi:

J.D. [Pensando]:  Essere un nuovo dottore all’ospedale può essere difficile, così può essere piacevole che qualcuno faccia amicizia con te.
Nuovo dottore: Salve sono Ron, sono un nuovo dottore.
J.D.: Si, il cartello “Non me ne importa niente” è là in fondo.

Episodio 5, La sua storia III

Citazioni:

[Riflettendo] C’è il Dr. Kelso, bene, ora che sei supervisore puoi essere più cordiale ma non fermarti perché improvvisare non è la tua specialità. [Si ferma e si rivolge al Dr.Kelso] “Hey Dr. Kelso! Ehm… Vedo che ha tagliato i peli del naso!” (Elliot)

Diamo uno sguardo alla mia vita privata: io sto insieme a una donna che odio, mio figlio di due anni mi chiama Perry e… soprattutto, quello che ancora non sono mai riuscito a confessare a nessuno, è che il sabato sera mi piace indossare un bel vestito da donna e andare in giro coi tacchi alti per i bar a farmi chiamare “la merciaia”. (Dr. Cox)

La prima volta che ti incontro da solo ti strappo il cuore. (Dr. Cox)

Ho capito quanto è importante qualcuno che ti stia vicino. (J.D.)

Episodio 6, La mia torta

Citazioni:

Quando qualcuno mi tocca più di due volte la mente mi si annebbia e non mi rimane altro che un cieco furore. (Dr. Cox)

Cerchiamo di lasciare da parte la nostra infanzia perduta, è passata, per me, narcisista dalle emozioni distorte, e… Se n’è andata anche per te, un altro narcisista distorto, che non sa fare niente di meglio che bere birra ammollo nella sua urina! (Dr. Cox)

È sorprendente come poche semplici parole possano cambiare tutto, che siano di scuse, o un’ammissione. A volte non è importante quello che dici ma che ci sia qualcuno ad ascoltare. (J.D.)

Episodio 7, Il mio nemico comune

Citazioni:

Sai di che è fatto il mondo? Di bastardi! Bastarda la glassa, bastardo il ripieno. (Dr. Cox alla psicologa Molly Clock)

[rivolto a Cox e Kelso che decidono come tormentare Molly]: Io ne scelgo uno e lo tormento continuamente senza alcun motivo. Se fosse qui vi farei vedere. [Arriva J.D. alle sue spalle. L’Inserviente lo percepisce, ma non lo vede.] È vicino! (Inserviente)

Le relazioni hanno una fragilità intrinseca: possono essere rafforzate da una scusa comune o possono rompersi per la mancanza di un nemico comune. (J.D.)

Episodio 8, La mia ultima chance

Citazioni:

A volte basta una bella bionda per farti scavare a fondo dentro te stesso, e scoprire chi sei davvero. (J.D.)

Quando avevo cinque anni sorpresi i miei genitori a fare sesso in una posizione che mio padre definì in maniera scherzosa “il martello pneumatico”… Subisco abusi verbali dal mio mentore alla minima occasione, e provo l’impulso irrefrenabile di raccontare continuamente la mia vita. […] Molly, io sono narcisistico, pessimistico, sono ossessivo, e insicuro, e ho una tale paura dell’intimità che ogni mia relazione è un continuo autosabotaggio, che inevitabilmente sfocia in un vuoto di aspettative tradite e disperazione. (J.D.)

Il modo più facile per perdere qualcosa è volerlo troppo. (J.D.)

Dialoghi:

J.D.: Sai Elliot, da quando ti ho spezzato il cuore ho lasciato correre le tue saccenterie, ma ora che sei andata a letto con mio fratello siamo pari, quindi da oggi subirai il mio contro-sarcasmo, preparati!
Elliot: J.D…
J.D.: Anche la tua faccia!
Elliot: Ma non ha nessun senso!
J.D.: “Anche la tua faccia” ha sempre senso!
Carla: È una stupidaggine!
J.D.: Anche la tua faccia! Vai! Sono scatenato!

Inserviente: Ehi! È tuo questo sangue cerebrale sul muro?
J.D.: Sono disperato, ho la possibilità di fare sesso con una donna bellissima, ma non ho i mezzi per raggiungerla.
Inserviente: Cosa aspettiamo? Monta su! (indicando il camioncino)

Episodio 9, La mia difficile decisione

Citazioni:

Mentre mi godevo il lunghissimo bacio di Nina con la giusta quantità di lingua, pensavo che le decisioni difficili possono dare risultati, come la sicurezza che acquisti quando trovi la tua strada e se hai deciso per ragioni sbagliate paghi le conseguenze. La cosa migliore è decidere in base ai propri principi. (J.D.)

Nina ti ha preso in giro, recordman dell’astinenza sessuale. Se posso saperlo quant’è passato esattamente dall’ultima volta che hai sgombrato il letto da tutti i tuoi peluche, hai lanciato le gambette in aria e hai ringraziato il tuo Dio di non aver indossato i mutandoni ascellari quella mattina? (Dr. Cox)

Tesoro, è divertente che tu pensi di essere anche solo un bip sul mio radar. (Dr. Cox)

Oh mio dio! Sto soffocando e vomitando al tempo stesso. Sto soffomitando! (Dr. Cox)

Episodio 10, I miei guai con le donne

Citazioni:

La vita è inutile Ghandi e voglio svelarti un piccolo segreto: l’unica cosa più insensata della vita stessa è essere un medico. Insomma a conti fatti ci vogliono 8 anni e 200.000 dollari per ottenere la laurea e poi cosa ti resta? Te lo dico io: un diploma appeso al muro e un bersaglio sulla schiena. Le persone sono cattive, molto cattive. Non farti ingannare: anche le simpatiche vecchiette non vedono l’ora di portarti in tribunale. (Dr. Cox)

Le donne forti se le provochi ti fanno capire come la pensano. (J.D.)

Le donne forti avranno sempre potere su di noi. Che si battano per ottenere rispetto o per il loro uomo o per il semplice gusto di farlo, ci fanno sentire tutti nello stesso modo. (J.D.)

Episodio 11, Il mio unicorno

Citazioni:

Non è un unicorno, è un cavallo con una spada in testa e protegge i miei sogni e le mie speranze. (J.D., guardando l’immagine sulla copertina del suo diario)

Questo momento è così bello che ci farei sesso. (Dr. Cox)

Questo momento è talmente bello che vorrei mettere le corna a quello di prima, sposare questo e procreare tanti piccoli momentini! (Dr. Cox)

Episodio 12, Il mio momento migliore

Citazioni:

J.D.: Allora sembra che lei abbia una forma severa di mononucleosi infettiva.
Milligan: Non è la malattia del bacio? [in un sogno ad occhio aperti J.D. rivive un episodio del suo passato: tante coppie ad una festa si stanno baciando mentre lui se ne sta da solo su un divano, quando ad un tratto una ragazza gli starnutisce in faccia]
J.D.: Ci sono altri modi per prenderla…

Episodio 13, Le mie diagnosi

Citazioni:

Molte cose ti fanno sentire di schifo: capire d’improvviso cosa ti riserva il futuro o capire che hai fatto la cosa più imbarazzante della tua vita..ma c’è qualcosa di ancora peggiore: è quando ti rendi conto di fare compassione ad un amico. (J.D.)

La tua colpevole angoscia è deliziosa. È come un mini-spuntino tra il pranzo e la cena. Mi trattengo a stento dal macinarti il pepe in testa. (Dr. Cox)

Dialoghi:

Dr. Cox: Non ti sembrava di essere già abbastanza indisponente senza aggiungerci una delirante mania di grandezza? Perché te lo giuro: tu sei già abbastanza indisponente! E anzi, sei il pretendente alla corona degli indisponenti pesi medi.
J.D.: E lei è il geloso..numero uno per il titolo di gelosi..pesi gelosi.
Dr. Cox: Ce l’ho fatta! CE L’HO FATTA: DORIAN È IL PIU’ GRANDE INDISPONENTE MAI VISTO AL MONDO!

Episodio 14, Il mio portafortuna

Citazioni:

Perry, sono fiero di darti il benvenuto in quello che chiamo il “Club delle Olive Snocciolate”. (Kelso al Dr. Cox che si è appena fatto la vasectomia)

Ragazzi, dormirete quando sarete morti. Uscite per strada, parlate con gli sconosciuti, bevete birra a colazione, accompagnate a casa la brutta della festa. Andatevene in Texas a ballare la quadriglia con una donna sposata. Non sapete che vi mette in grembo la vita quando aprite le braccia. (Billy)

Non bisognerebbe mai dare la vita per scontata. (J.D)

Episodio 15, Il mio ippocratico dilemma

Citazioni:

Ascoltate! Per mia sventura stasera sono costretto a lavorare con voi teste di legno e quindi la partita dovrò registrarla. E visto che nella storia di questo scatolone infetto non ho mai finito un turno senza che qualcuno dicesse: “Oh mio Dio! Oh mio Dio! Hai visto che è successo a Ciccioni sfatti d’America? Una donna di trecento chili ha perso mezzo chilo e ha pianto mezz’ora.” Vi avverto se dite una parola sul punteggio della partita, sarà l’ultima che direte. (Dr. Cox)

E che fai quando vuoi dire disperatamente una cosa, ma sai che non puoi? (J.D.)

Perché le ragazze giuste hanno sempre fidanzati gonorroici, ma non puoi diglierlo perché sei il medico di lui? (J.D.)

Qualcuno ha detto che i cattivi vincono sempre. A volte il cattivo è un fidanzato bastardo. A volte il cattivo è l’uomo contro cui combatti fin da quando hai memoria. E a volte il cattivo è una malattia contro cui non avevi la minima chance. E tu puoi solo tornare al lavoro e sperare che prima o poi essere buoni paghi. (J.D.)

Episodio 16, La mia quarantena

Citazioni:

Tutte le cose orribili prima o poi finiscono. (J.D.)

[…] Le bugie ti perseguitano. Anche le piccole bugie. (J.D.)

Episodio 17, La mia vita come una sitcom

Citazioni:

Hai visto che cosa succede, Carla? Hai visto che cosa succede quando ti metti contro il guerriero? (Turk)

Scusami J.D. ho appena passato tre ore a esaminare 212 ipocondriaci, la metà dei quali non parlava inglese. Hai idea di quanto sia imbarazzante mimare la diarrea? (Elliot)

Jordan, il tuo unico talento è illegale in ventisei stati. (Dr. Cox)

Purtroppo le cose qui non finiscono sempre in bellezza come nelle sitcom. I rapporti non si aggiustano magicamente in mezz’ora, bisogna lavorarci, e le soluzioni non sono sempre facili..e qui le brave persone non guariscono sempre. In momenti come questi è bello sapere che c’è qualcosa che può tirarti su il morale. (J.D.)

Episodio 18, I miei compagni di stanza

Citazioni:

Entra pure! Ho un letto matrimoniale enorme! Sarà un piacere avere un divisorio tra me e la mamma! (Ted)

La cosa migliore che puoi fare per gli amici è esser sincero. (J.D.)

Se ci tieni a qualcuno, sei disposto a qualunque cosa per renderlo felice. (J.D.)

Episodio 19, La mia botte piena

Questa sì che è una cosa appagante e gustosa. Credo che non riuscirò a mangiare altro per stasera. …In effetti non riuscirei a mandare giù un altro boccone della tua umiliazione. (Dr. Cox all’inserviente)

Se cerchi di avere la botte piena e la moglie ubriaca, rischi di non avere nessuna delle due, basta un piccolo errore. (J.D.)

Episodio 20, Il mio nostalgico capo

Citazioni:

Non si può tornare indietro nel tempo ma bisogna provarci, perché come disse un dottore incarcerato di recente, le cose che contano non si ottengono con facilità. (J.D.)

Lei vuole prendere la strada comoda dell’intervento chirurgico perché ha paura, perché se ci prova e fallisce può prendersela solo con se stessa, be’ signorina mi permetta di esporle il mio punto di vista: la vita fa paura. Ci si abitui. Non esiste nessun rimedio miracoloso, dipende tutto da noi. Quindi metta i piedi a terra esca da qui e cominci a impegnarsi sul serio. (Dr. Kelso)

Nella vita le cose che contano non si ottengono mai con facilità. (Dr. Kelso)

Il mio primo paziente oggi era un piccoletto con la puzza sotto al naso che non si lasciava fare l’esame rettale se prima non gli chiedevo perfavore. E non mi è mai piaciuto supplicare uno sconosciuto per potergli infilare una mano sù per il sedere. …Neanche nel mio tempo libero! (Dr. Cox)

Episodio 21, Le mie labbra sono cucite

Vacci piano… perché quel pezzetto di pelle sulla fronte di mio figlio per me è più importante della tua intera esistenza… di rasoi per capelli, dammi il cinque, neo sul labbro, teste pelate e insulino-dipendenza… tutte cose che ti garantisco subiranno una fine repentina e innaturale! (Dr. Cox a Turk)

Oh! Che cos’è? È uno scemogramma ed è indirizzato a te Barbie! Vediamo un po’ che cosa dice.. Sei intollerabilmente ingenua. STOP. Quasi l’80 per cento dei farmaci per erezione è assunto per fini ricreativi. STOP. |Fischia| Tutti gli uomini che hanno provato le pillole della felicità prendano la forchetta e la battano sul bicchiere, per favore! Grazie! (Dr. Cox a Elliot)

Dialoghi:

Turk: Hey J.D., guarda che ho trovato nel cassonetto? [Gli mostra un cappello]
J.D.: È il cappello più ridicolo che abbia mai visto… [Pensando] E lo devo avere.

Episodio 22, La mia grande mossa

Citazioni:

Bene fiorellino, l’uccellino mi ha detto che hai di nuovo gli attacchi perché non prendi più la medicina. Se questa storia continua, tu morirai. Non intendo “morire” del tipo “oddio non sono stata invitata al ballo, voglio morire”, intendo morire morire. È abbastanza chiaro? Perché altrimenti te lo posso scrivere con il mio Blackberry o Blueberry o Chuck Berry, anche se tecnicamente Chuck Berry è un black barry. Il punto è: piantala di far perdere tempo agli altri e cresci, capito tesoruccio? (Dr. Cox ad una giovane paziente)

Possibile che nessun uomo riesce mai a capire che ogni donna, che abbia 16 o 60 anni, ha dentro di sé una ragazzina insicura, una timida adolescente imbranata? (Elliot)

Episodio 23, La mia fede nell’umanità

Citazioni:

Ouh, sbagliato! La risposta giusta è EGO GI-GAN-TES-CO. Ho un ego gigantesco! (Dr. Cox)

Congratulazioni barbie, una portentosa combinazione di diarrea verbale e silenzio attonito. (Dr. Cox)

Un gesto disinteressato può influenzare molte persone: vedi un altro che non scappa da un problema e trovi il coraggio di fare lo stesso, vieni spinto a prendere la decisione giusta e ti accorgi che per una volta puoi anche comportarti umanamente. (J.D.)

È bello fare la cosa giusta. (J.D.)

Dialoghi:

Elliot: Lei non capisce la gravità della situazione! Sono pericolosamente ad un passo dal rinunciare per sempre agli uomini!
Dr. Cox: A nome di tutti gli uomini, anche di quelli che vivono in capanne di fango, lascia che sia il primo a dire: grazie ed hallelujah!

Turk: La terapia di coppia mi uccide.
Todd: Non so come fai: fare l’amore con la tua donna davanti ad un vecchio che ti filma?
Turk: Non è questa la terapia di coppia!
Todd: Allora cos’ho fatto?
Turk: Porno amatoriale.
Todd: Figo!

Episodio 24, Il mio scooter a quattro ruote

Il signor Blake, lì, nel letto n.° 3, è venuto qui con quello che sembrava un semplice blocco cardiaco, ma qualcuno ha scoperto che era stato in campeggio e l’ha diagnosticata correttamente come malattia di Lyme complicata da miocardite. Sicuramente alcuni di voi penseranno che è una cosa stupida, ma vorrei che quel qualcuno si facesse avanti ed alzasse la mano così che tutti possano dare il giusto riconoscimento al suo lavoro. [Tutti si guardano.] Questo non è il momento di essere modesti… andiamo! [Il Dr. Cox alza pian piano la mano.] Ohoh, mio Dio! Sono stato io! È così, sono un genio, sono un cervello enorme in un corpo piegato, sono il Dottor Jesus Cox! Per voi! (Dr. Cox)

La sola ragione per cui chiunque fa qualcosa è per nutrire il proprio ego perché è questo ciò che siamo: egomaniaci. (Dr. Cox)

L’ego influenza ogni cosa. Senza una sana dose di ego non puoi trovare il coraggio di agire; naturalmente troppo ego può farti perdere qualcosa a cui tenevi ma con la dose giusta nessuno ti può fermare. (J.D.)

Estrarrò quella colecisti talmente in fretta che la sua milza chiederà ai reni: che diavolo è successo a Jenny?! (Turk)

Dialoghi:

Elliot: Cosa ti fa pensare che ci sia andata a letto?
Dr. Kelso: Lo conosci da più di 10 minuti!
Elliot: …lei è un uomo malato ed irascibile!

Paziente: Perché ho una calcolosi?
Dr. Cox: Perché ha ingoiato una calcolatrice e l’è rimasta sullo stomaco.

Episodio 25, I miei cambiamenti

Citazioni:

Hooch è pazzo! (J.D.)

[Pensando] Turk non si era reso conto di avermi ferito, perciò la cosa da fare era spiegargli i miei sentimenti. Scelsi una strada indiretta…
[Rivolto a Turk] È occupato, faccia di culo! (J.D.)

Hooch è pazzo! (Turk)

Tutti hanno una vita privata e una vita professionale. Di solito questi due inferni rimangono ben separati. Ad esempio io non so un granché della tua vita personale se non che tratti tua moglie come un cane, il tuo cane come una moglie e tuo figlio come un buono a nulla androgino che ha prosciugato i tuoi risparmi per aprire un negozio di filati a Minneapolis e scommetto che ci è riuscito perché la sua dolcissima metà Clarence non lo segue tutto il giorno su e giù per il negozio dicendogli quale colore va di moda questa stagione o dimostrando a tutti gli altri dipendenti che lui in realtà non è padrone della propria vita! Quella donna è ovun­que! È lì quando scendo giù dal letto, è lì quando salto in auto per venire qui, è lì quando entro da quella porta, sem­bra pro­prio che non rie­sca a semi­narla! E riu­scivo a sop­por­tarla fin­ché veniva qui solo 5 minuti al mese per farci uno spun­tino con la mia dignità. Ma ora, in tutta sin­ce­rità Bob, mi ammaz­ze­rei se non fossi con­vinto che Jor­dan sarebbe già lì ad aspet­tarmi nell’aldilà! Sai, tipico di lei, ha già pre­no­tato un tan­dem per peda­lare eter­na­mente insieme sulle rive del fiume Stige. (Dr. Cox)

Quello che non cambia mai fa risaltare quello che cambia come quando qualcuno arriva qui per rimanere o una vecchia amica se ne va per davvero, a volte i cambiamenti più grandi arrivano da decisioni impulsive. Si i cambiamenti fanno paura ma sono inevitabili, sta a te tirarne fuori il meglio, voglio dire le occasioni non piovono dal cielo. (J.D)

Scrubs - Medici ai primi ferri citazioni e dialoghi stagioni Scrubs stagione 5

Quinta stagione

Episodio 1, I miei specializzandi

Citazioni:

Perry, il mio pugno ed il tuo occhio dovrebbero incontrarsi. (Dr. Kelso al Dr. Cox)

Dialoghi:

Dr. Cox: Lindsey, essendo diventato medico di ruolo in qualche modo sei riuscito a diventare membro del club al quale appartengo anch’io… eh eh eh… è chiaro che la cosa non è stata messa ai voti perché altrimenti sentiresti ancora l’eco della mia voce urlare per i corridoi naaah! naaah! O santo dio mille e mille volte naaah! Detto questo mi sento obbligato a metterti al corrente dell’unica legge del club, pivello: siamo uomini!
J.D.: Sì, lo siamo.
Dr. Cox: Le donne, i bambini e ovviamente gli uomini sono uomini! Così mi sono preso la libertà di farti cinque biglietti uomo, tienili da conto perché ogni volta che farai uno sbaglio nell’ambito uomo io me ne riprenderò uno.
J.D.: Non mi serve né la sua approvazione né i suoi stupidi biglietti… Anche se la grafica è carina, ha studiato calligrafia?
Dr. Cox: Grazie! [riprendendosi un biglietto “MAN”]
J.D.: Accidenti!

Kelso [parlando dell’ospedale]: Ah, odio questo posto.
Dr Cox: Anche questo posto ti odia.

Episodio 2, Il mio rito di iniziazione

Citazioni:

Ecco, proprio come dicevo. Avverto il tuo odio come una fresca brezza primaverile. (Kelso)

Sveglia e annusa quell’orinatoio che non lavo da quattro anni. Qualunque persona lecca il culo di chi gli sta sopra. (Inserviente)

Puoi affrontare tutto se hai un gruppo di amici intorno a te per sostenerti. Non riesco ad immaginare come potrei farcela da solo. (J.D.)

Dialoghi:

Paziente: Oggi mi hanno infilato le dita in quattro, e dico quattro orifizi diversi.
Jordan: Oh, è il tuo compleanno?

Episodio 3, La mia lista

Citazioni:

Un saggio disse che lo spirito umano può superare ogni ostacolo… Quel saggio non aveva mai fatto Triathlon. (J.D.)

Cinque a tradimento! (Todd colpendo Turk sul petto)

Ci osservano con un discreto interesse anche i sismologi dell’università, i quali saranno in grado, come immagino, di rilevare la magnitudo dell’urlo che emetterà la tua paziente sotto ipnosi, oltre ovviamente alle numerosa grida di assestamento che di certo seguiranno a ruota. (Dr. Cox, a Turk che ha scelto di scegliere l’ipnosia all’anestesia) 

Oppure potresti metterlo sotto pressione, farti mollare, prendere 25 kg, collezionare fronzoli e venire a patti col futuro. Sai, prima che la solitudine ti cominci a bruciare. Oh… uahauaha, caspita! Mi è piaciuta questa cosa! (Dr. Cox, ad Elliot, parlando del fidanzato Jake)

Dialoghi:

Paziente: Vorrei che usasse l’ipnosi anziché l’anestesia tradizionale.
Turk: Be’, io stasera vorrei andare a letto con Beyoncé, e non con mia moglie, ma non accadrà. Capisce che cosa intendo?
[Più tardi …]
Turk: La mia appendicectomia vuole che usi l’ipnosi invece dell’anestesia.
Dr Cox: Sì, e io vorrei farmi Gwen Stefany invece di Jordan, ma non accadrà, capisci? L’ipnosi è per le feste di compleanno e gli spettacoli di Las Vegas. Di alla tua paziente di lasciarti fare quello che a te riesce meglio: devi stenderla e poi frugarle nelle viscere come un cieco che ha perso una monetina.

Episodio 4, La mia palla ballerina

Citazioni:

L’orgoglio tira fuori ciò che siamo. (J.D.)

Dialoghi:

Dr. Kelso: Venerdì riceverò un premio dall’Associazione Medici Americani…
Dr. Cox: Deficiente dell’anno. No, bastardo dell’anno… aspetta, non dirmelo! Tizio che detesto al punto che pagherei qualcuno per farti fuori, imbalsamarti e lasciarti ai piedi del letto così quando mi sveglio la mattina posso prenderti a calci in faccia… dell’anno.

Episodio 5, Il mio nuovo Dio

Aaah è qui per il battesimo! Mi ricordo il gran giorno di mio figlio Harrison; tutti a ridere per il suo abito battesimale pieno di merletti! Ora però non ridiamo più: Harrison è finocchio. Bob Kelso. (Dr. Kelso)

Lo stai incoraggiando al travestitismo lo stesso giorno in cui entra a far parte di una religione che lo condannerà all’inferno per questo. È un trauma al quadrato. (Dr. Cox commentando l’abitino da battesimo del figlio Jack)

Mi riferivo ai GRANDI eventi: la laurea, il matrimonio, il divorzio e il funerale… I grandi quattro. (Dr. Cox)

I rapporti si possono riaggiustare […] basta voler fare il primo passo. (J.D.)

HALLELUJAH! UN FRATELLO STA PER FARE SESSO! (Turk)

Episodio 6, La mia percezione errata

Citazioni:

Ho azzeccato un paio di previsioni: l’incendio in cucina sei anni fa, l’incendio in cucina l’anno dopo, l’arresto per piromania del cuoco Louis e ovviamente la sospensione del programma dell’ospedale “Detenuti in cucina”. (Inserviente)

Dialoghi:

Dr Kelso: Per te quanti anni ho Dorian?
J.D. [pensando]: Non c’è modo di rispondere senza ficcarsi nei guai cambia argomento.
J.D.: Signore sarei onorato se lei e Enid veniste da me domenica preparerò una bella jambalaya.
Dr Kelso: Si a Enid farebbe bene uscire un po’ di casa.
J.D. [pensando]: Ci sta pensando sul serio cambia subito argomento.
J.D.: Lei ha 78 anni.
Dr Kelso: Mi credi così vecchio!?
J.D.: Jambalaya
Dr Kelso: 57 rimbambito.

Episodio 7, La mia strada verso casa

Vivere con Elliot era molto diverso: ogni centimetro della sua casa era riempito di leziosità: candele profumate alla lavanda, accappatoi rosa, sali da bagno. Era una..meraviglia! La mia prima vacanza dopo settimane. Mancava solo una cosa: alzare il volume ai Toto. (J.D.)

Mi dispiace riportarti alla realtà Barbie, ma la tua borsa di studio è durata solo cinque giorni. Capisco che possano sembrarti un’eternità visto che corrispondono a circa cinque volte meno la durata di una qualsiasi delle tue insulse ed anemiche relazioni ma credimi: questo non fa di te un’esperta. (Dr. Cox)

A volte arriva un mago e ti dice esattamente quello che hai bisogno di sentire.. (J.D.)

Episodio 8, Il mio grande uccello

Non è mai piacevole quando ti accusano di aver sbagliato, soprattutto se hai ragione. Quando succede non puoi far finta di niente. Perché in ospedale se vuoi imparare dai tuoi errori devi portarli con te. (J.D.)

Episodio 9, I miei duemila metri quadri

Citazioni:

È importante stare a sentire chi ti conosce bene, è l’unico modo per dare ritmo alla vita. Ovviamente a volte è divertente anche fare di testa propria. (J.D.)

Dialoghi:

J.D.: Non amo gli appuntamenti al buio. Lo so è un po’ che sono a secco ma ci sono delle ottime ragioni.
Dr. Cox: Due ottime ragioni: la faccia e la personalità.

Episodio 10, La sua storia II

Citazioni:

Fa parte della natura umana preoccuparsi per il futuro, soprattutto se temiamo che i nostri desideri non si realizzino. Per quanto riguarda il mio futuro, mi ero finalmente deciso di cercare la persona giusta, sapevo che da qualche parte c’era, anche se non riuscivo a focalizzarla. (J.D.)

Dialoghi:

J.D.: Poi Carla ha detto una cosa che disgusta qualunque uomo sulla faccia della terra…
Carla: Mi sono venute le mestruazioni.

Episodio 11, Il trastullo della mia amica

Citazioni:

Sembra che qui non capiti mai niente di buono; ovviamente quando succede tutti i piccoli dissidi svaniscono. Non ti pesa più aspettare un po’ per il tuo turno o che il tuo amico di bevute non sia amico a lavoro. Basta rifletterci e le piccole cose non ti daranno più fastidio. (J.D)

Episodio 12, Il mio cavolo

Le cose accadono sempre per un motivo. (Dr. Cox)

Affrontare un’esperienza disastrosa con un amico può farti capire quanto ti è mancato. (J.D.)

Episodio 13, I miei cinque stadi

Citazioni:

A volte la vita è uno schifo..per tutti. (J.D.)

Sono il dottor Hedrick. Lei sta per attraversare quelli che chiamiamo i cinque stadi del cordoglio che sono: rifiuto, rabbia, patteggiamento, depressione ed accettazione. (Dr. Hedrick)

Dialoghi:

Dr. Hedrick: Forse ho toccato un puntino sensibile.
Dr. Cox: Non potrebbe toccare i miei puntini neanche se lo volesse; anzi, non ne ho di puntini. La prego di considerarmi come privo di puntini, liscio come le parti intime di Big Jim. A proposito: per questo paragone deve ringraziare mio figlio Jack che toglie i pantaloni ai suoi bambolotti lasciandoli in pose provocanti sul mio appendiabiti, cosa che mi disturba al quanto e che mi fa uscire di casa nervoso e meno disposto a sopportare i buffoni, il che mi riporta direttamente a lei, il buffone. Ho finito di sopportarla, quindi vada via; se ne vada prima di cominciare a scrivere un libro dal titolo “Aiuto, un grosso dottore mi sta malmenando – La vera storia di Lester Hedrick”.

Episodio 14, Il mio inferno privato

Citazioni:

Sai come vanno queste cose con gli amici: se loro le amano, le devi amare, che ti piaccia o no. (Dr. Kelso)

Dialoghi:

Turk: Mi imbarazza un po’ darmi da fare da solo.
J.D.: Be’ sei fortunato, perché è proprio la mia specialità. Eccoti qualche consiglio: se ti blocca il fatto che stai facendo tutto da solo, siediti su un braccio finché non si addormenta, poi lo tiri fuori e usi quello; io lo chiamo “lo sconosciuto”!

Episodio 16, La mia idea geniale

Dialoghi.

J.D.: Diglielo tu!
Turk: …aspettiamo un bambino!
Dr. Cox: Alla faccia dei conservatori. So che sarete degli ottimi padri.

Episodio 17, Il mio fegato a pezzettini

Citazioni.

Baxter era un gran bravo cane, non diresti mai che un animale ti possa mancare tanto, ma era bello sapere che nella mia ci vita fosse almeno una creatura che non mi deludeva mai, che non mi giudicava mai, che non arrivava tardi al mio cinquantesimo compleanno con i capezzoli freschi di piercing e con un ragazzino filippino appena maggiorenne di nome Pogo! Mio figlio harrison. Il migliore amico dell’uomo eh? Si è proprio vero. (Dr. Kelso)

Episodio 18, Il mio vestito nuovo

Oh Perry, sei così teso e litigioso sembri il Dr. House senza la zoppia. (Dr. Kelso)

Episodio 20, Il mio pranzo

Citazioni:

Purtroppo a volte il destino sceglie un giorno in cui rincarare la dose. (J.D.)

E tu come mai non sei in estasi da complimenti come tutti gli altri? Lo sai che elargisco complimenti al massimo una volta all’anno. E come uno scoiattolo dovresti raccogliere questa manna di benevoli parole per aiutarti a superare il freddo inverno del mio sarcasmo. (Dr. Cox a J.D.)

Dialoghi:

Ragazzo: Mi scusi, può dedicare un minuto alla ricerca sull’AIDS?
Dr. Cox: Sì, ma non sono sicuro che riusciremo a combinare molto.

JD: Ricordi quello che mi hai detto. Se inizi a sentirti in colpa per a morte delle persone non torni più indietro.
Dr. Cox: Sì, hai ragione.

Episodio 21, Il crollo del mio idolo

Citazioni:

Comunque ho cercato di convincermi che la ragione per cui non sono venuto qui prima è che ti sei presentato ubriaco al lavoro ma non è per questo: io avevo paura. Credo che dopo tutto questo tempo io ti veda ancora come il grande supereroe che mi tira fuori da qualsiasi guaio. Ne avevo bisogno: ma questo è un mio problema, lo so e me lo gestirò da solo. Credo di essere venuto qui per dirti quanto sono orgoglioso di te. Non perché hai fatto del tuo meglio coi tuoi pazienti, ma perché dopo 20 anni che fai il medico, quando le cose vanno storte, per te è ancora un duro colpo. E devo dirtelo amico, insomma, sei il dottore che vorrei essere io. (J.D. a Cox depresso)

È questo il bello della famiglia: se ti trovi in un vicolo cieco puoi sempre contare sul fatto che loro ti sosterranno e quando torni in sella puoi ricevere un piccolo abbraccio, una pacca sulla spalla, magari solo un cenno ma non c’è davvero bisogno di dire nulla, certo è sempre bello se si dice qualcosa. (J.D.)

Episodio 24, La mia transizione

Dialoghi:

Kim [Rivolta ad un paziente]: Allora Josh, sei affetto da una patologia chiamata fimosi, in pratica si tratta di un indurimento del prepuzio. Come parte della terapia ti chiedo di masturbarti cinque volte a settimana. [Il paziente è visibilmente imbarazzato]
J.D. [Pensando]: Aiutalo a superare l’imbarazzo.
J.D.: Oh, cinque volte a settimana, eh? Per me significherebbe farlo di meno.
J.D. [Pensando]: …disse lui davanti alla sua futura fidanzata.
J.D.: Sai che ti dico? Credo sia meglio che io me ne vada.

Scrubs - Medici ai primi ferri citazioni e dialoghi stagioni scrubs stagione 6

Sesta stagione

Episodio 1, Il mio riflesso allo specchio

Dialoghi:

Inserviente: Mediconzolo, è l’asta per la bandiera, mostra rispetto per il simbolo del Paese e fai il saluto .
J.D. : Ma la bandiera non c’è.
Inserviente: Siamo in guerra bello mio! Le bandiere americane sono finite. E che faccio nel frattempo? Ci metto una bandiera pirata? Trasformo l’edificio in una nave pirata? Potrei piazzare un timone sul tetto, catturare un bel pappagallo, mettere una benda sull’occhio, applicare del mastice, sigillarla, renderla impermeabile..portarla fuori in mare .
J.D. : Ma sei pazzo?
Inserviente: No. Sono un pirata!

J.D. [frustrato per aver messo incinta Kim]: La mia vita è finita.
Dr. Cox: Oh avanti, concentrati sui eventi positivi, come ad esempio quale miracolo sia per la medicina che una femminuccia abbia ingravidato un’altra femminuccia…Abra-cadabra!

Episodio 2, Il bambino della bambina del mio migliore amico e il bambino della mia bambina

Dialoghi:

Dr. Kelso: Ciao, giovanotto.
Jack: La tua pelle è piena di rughe.
Dr. Kelso: Ah, sì? Be’, la camicia che indossi è da gay.

Episodio 6, Il mio musical

Dialoghi:

J.D.: Hey Miss Miller, ci servono le feci per un esame.
Miss Miller: Quali feci, o sciocco esame, se credete che sia stravagante?!
Turk e J.D.: La risposta non è nella testa, mia cara… Evidentemente.
J.D.: Cosìììì, è importante la pupù, dalla cima della testa fino a sotto laggiù, quindi ci affidiamo a un rendez-vous, ma, con la tua pupù. Turk!
Turk: Forse hai le emorroidi, o è un’escrescenza, ma quando tiri la catena tu avrai la sentenza.
J.D.: Le feci non sono sempre un fastidioso sconosciuto. Ti dicono qualcosa in più e sono un grande aiuto. Sì. È importante la pupù.
Coro: È importante la pupù.
J.D.: Nel sistema intestinale, la conosci anche tu. Non ti trattenere qui devi defecare, controlliamo la pupù.
Turk: Se continui a stare lì non ne caverai un ragno. È molto meglio se ti alzi in piedi, e zampettando vai in bagno.
Paziente 1: Ho lo stomaco a terra.
J.D.: Esame pupù.
Paziente 2: Mi ha morso il cane.
Turk: Esame pupù.
Paziente 3: Mi sono tagliato.
J.D.: Esame pupù.
Loyd: Un uccello me l’ha fatta in faccia.
Turk: Esame pupù.
Loyd: La mia o la sua?
J.D.: La tua e la sua.
Turk: E per capire.
J.D.: Questa tua fiacca.
Turk e JD: Prenotiamo un esame di quella tua cacca. Perché.
Coro: È importante la pupù, sia che sia una febbre o qualcosa di più. Ma con un po’ di sforzo o per virtù.
Turk: Un piccolo test lo farai anche tu.
Coro: Se ti ingegni e ti impegni è importante la pu, tudu tudu, tudu tudu. È importante la pu-pù.

Episodio 7, La sua storia

Citazioni:

Pensi veramente che, pur essendo un primario assenteista, puoi continuare ad avere autorità? Vediamo se riesco a chiarirti il concetto: se questo ospedale fosse un corpo umano, tu saresti l’appendice, perché una volta avevi una funzione, ma è stato così tanto tempo fa che nessuno ricorda più quale fosse. (Dr. Cox a Kelso)

Forse è questo che significa essere un buon leader: unire tutti quanti dando loro qualcuno da odiare…(Soldato Dancer)

Episodio 8, Il mio viaggio in macchina

Citazioni:

Meschino? Mi piace! (Jordan)

Posso dire una cosa? Non conosco quest’uomo, ma vorrei tanto. Ammiro il suo spirito, e se lui dice che dobbiamo andare avanti allora io vi dico che… Ci sto! (Inserviente)

Addio straniero. Brinderò a te col mio vino più schietto. (Inserviente)

Grazie, tette di zucchero! (Dr. Kelso)

Episodio 15, Il mio lungo addio

Dialoghi:

Citazioni:

Non sono affatto sicura di essere pronta; sarà così strano non averti più li al mio fianco tutti i giorni, a prendere in giro i dottori, a parlare continuamente di Gesù; cavolo spero che esista o ti incavolerai. Ti ricordi il mio primo giorno, quando quel paziente mi si buttò addosso sanguinando? Io ero così scioccata che non riuscivo a muovermi, ma tu sei stata al mio fianco e mi hai guidata passo dopo passo; e poi hai fatto la più sensazionale delle cose: mi hai fatto ridere. Negli ultimi quindici anni sei stata il mio modello, ma soprattutto sei stata mia amica. Non so che cos’altro dire se non che mi mancherai davvero tantissimo, addio. (Carla)

Chiedetelo a qualsiasi dottore, a volte sembra che i pazienti resistano fino al momento in cui tutti hanno avuto la possibilità di dir loro addio. (J.D.)

Dialoghi:

Dr. Cox: Non voglio far sapere in giro che è nata mia figlia.
J.D.: Ma tu hai appena detto a Jordan…
Dr. Cox: Sì, è quella che si chiama “una bugia” o, quando sei sposato, “comunicazione”.

Episodio 16, Le mie sagge parole

Dialoghi:

Dr. Cox: Mhmm… E chi si potrebbe far intervenire se il padre non vuole firmare? Ecco un indizio, inizia con la M… E finisce con la E.
L’Inserviente: Marilyn Monroe!
Dr. Cox: LA MADRE, FATE FIRMARE LA MADRE! La madre firmerà!
L’Inserviente: Meglio che sia la madre. Non esiste furia all’inferno come quella di una Marilyn Monroe sdegnata.

Episodio 17, La loro storia

Citazioni:

Mi serve qualcuno a cui Turk dia retta. Qualcuno che sia perspicace, forte, sensibile… Se solo il mio pisello potesse parlare! (Todd)

Episodio 18, La mia guerra nel prato

Citazioni:

‎Per quanto riguarda te invece, non sei abbastanza in gamba da aver mai guadagnato il mio rispetto. Non so neanche perché ti sto parlando, infatti smetterò di farlo nel bel mezzo di quello che sto. (Dr. Cox)

Episodio 19, La mia doccia fredda

Citazioni:

Quando la gente invecchia certe cose non è più in grado di farle, come ad esempio guidare un’auto a più di 30 km/h o avere l’odore dei vivi, ma di certo può continuare a fare sesso fino a crepare. (Dr. Cox)

Mentre osservavo tutte le coppie intorno a me, chi stava insieme da sempre, chi stava riscoprendo la passione e chi stava appena per cominciare, mi resi conto di una cosa… avrei dovuto essere io. (J.D., dopo aver visto la proposta di matrimonio fatta da Keith a Elliot)

Episodio 22, Il mio punto di non ritorno

Citazioni:

Senti, se c’è una cosa che ho imparato dai miei genitori, è che la chiave per un buon matrimonio è tenere le emozioni imbottigliate. Finché alla fine esplodono, e ci si sfoga con la violenza fisica. (L’Inserviente a Keith)

Ed eccoci là, insieme, ma non insieme, e come sempre senza sapere che cavolo stessimo facendo. (J.D.)

Dialoghi.

J.D.: Come mai indossi il camice? non te lo vedevo addosso da almeno 2 anni…
Elliot: Non volevo stropicciare il vestito del battesimo e avevo soltanto questo.
J.D.: Mi piace vederti col camice, mi ricorda quando stavamo insieme.
Elliot: Pff è stato un disastro..
J.D.: Totale?!?
Elliot: Noo…
J.D.: Forse eravamo perfetti l’uno per l’altra ma con lo stesso fatale difetto..
Elliot: Quale che andiamo del tutto fuori di testa quando arriva il momento di impegnarsi?
J.D.: Più fuori di testa di stanotte?
Elliot: Tanto sta volta non c’è modo di scappare, i regali sono arrivati, le persone hanno comprato il biglietto aereo… Sto per sposarmi. Ho raggiunto il punto di non ritorno.
J.D.: Già a chi lo dici!
Elliot: Per uscirne arrivata dove sono dovrei fare qualcosa di grosso…
J.D.: Dovrei far scoppiare una bomba…

Scrubs - Medici ai primi ferri citazioni e dialoghi stagioni Scrubs stagione 7

Settima stagione

Episodio 3, La mia scomoda verità

Citazioni:

Wow… Uno aspetta per tutta la vita un certo momento, e quando poi finalmente arriva, non sei… Mai abbastanza pronto! Ecco fatto. La risposta è un sincero, chiaro e forte assolutamente-sicuro-al-100%-come-niente-in-tutta-la-mia-vita, senza-alcun-dubbio, certo. E se lo chiedi a me significa che chiunque altro ti ha detto lo stesso. Ho ragione? (Dr. Cox)

Episodio 5, Le mie crescenti paure

Citazioni:

Hm, che carina. Poi facci scrivere sopra “Pensa agli affaracci tuoi” con la glassa e spiaccicartela in faccia finché il messaggio non penetra a fondo. (Dr. Kelso)

Perché tutto succede talmente in fretta che potrebbe finire prima che te ne accorga. (J.D.)

Episodio 6, Il mio dottore numero uno

Citazioni:

[Al bar dell’ospedale dopo aver vinto una fornitura gratuita a vita di muffin] Uno ai mirtilli per favore… [lo prende e lo butta nella spazzatura] Perché io posso! (Dr. Kelso)

E ora se permette, vado a toglierle il portatile dalle mani, perché ho deciso che è troppo stupido per usarlo. Vede quel peperone che sta masticando, contro il cancro che si è scatenato nel suo corpo non farà esattamente un bel niente, certo, io faccio il medico solo da una ventina d’anni, e la persona che ha scritto su Wikipedia, ha anche redatto la guida agli episodi di Battlestar Galactica, perciò che cavolo ne so io! Ma se ha voglia di continuare a vivere, mi chiami pure. (Dr. Cox)

È ora che tu sappia chi sono io. Dunque, vediamo. Io non sono come la gente normale: non posseggo superpoteri, ma ci sto lavorando, osserva come sposto quella penna. [fissa la penna sul bancone per qualche secondo ma questa non si muove] A casa funziona, non so, forse il tavolo è inclinato. Ehm, comunque, nel mio tempo libero mi diverto a imbalsamare animali, di solito con altri animali: per esempio, un tasso può contenere tre scoiattoli, uno scoiattolo quasi un gatto intero, un topo può contenere un toporagno e un criceto; ho reso l’idea? Il cerchio della vita. Ho infranto la barriera del suono, ma non dovrai mai chiedermi come. Non credo nella Luna: per me è il retro del Sole. (Inserviente)

Quando vuoi toglierti un peso dallo stomaco ci sono un paio di cose che puoi fare: puoi sondare il terreno, oppure uscire allo scoperto. Naturalmente se sei davvero il medico numero uno puoi tenerti delle cose per te, anche se ti tormenteranno per sempre. (J.D.)

Episodio 7, Le mie colpe condivise

Citazioni:

Le donne sono come le cornacchie! Amano le cose luccicanti.. Roba che possono mettere sulle orecchie, intorno al collo, sui capezzoli. (Dr. Kelso)

Episodio 10, La mia fortuna sfacciata

Citazioni:

Lo so che il tuo cuore è fatto principalmente di briciole di muffin, anime di bambini, e frammenti di adesivo per dentiera che inghiotti risucchiando i pezzettini di muffin e le anime che ti si incastrano tra i denti, ma che t’importa, stai per andartene ormai! (Dr. Cox a Kelso)

Beh, sapere di che cosa si tratta rende la malattia più facile da affrontare. (Paziente al Dr.Cox)

Fu allora che vidi scattare qualcosa nel Dottor Cox. Quello che il signor McRey intendeva è che il nemico che si conosce è sempre meglio di quello che non si conosce. (J.D.)

Facciamo in fretta o mi metto a vomitare. (Dr. Cox, rivolto al consiglio riunito che vuole licenziare Kelso)

Episodio 11, La mia perdita di tempo

Citazioni:

Assicurati di pulire anche la griglia del radiatore, ho investito il gatto del vicino ieri sera. Correva il bastardo, ho dovuto faticare per prenderlo! (Dr. Kelso a Ted)

Ehi Cindy, io vorrei… Metterti..Incinta! (Ted ad un’infermiera)

Per la prima volta, guardando la tua testa pelata non mi vedo riflesso. Sto vedendo un uomo. Coraggio! (Inserviente a Ted)

Ci sono tanti modi per ricostruire una relazione. Qualche volta bisogna tendere una mano, o giungere ad un compromesso, o far sentire qualcuno un buon amico. (J.D.)

Scrubs - Medici ai primi ferri citazioni e dialoghi stagioni Scrubs stagione 8

Ottava stagione

Episodio 1, I miei cretini

Citazioni:

Nessuno vorrebbe mai che la persona che ci ha ferito vedesse quanto male ci ha fatto (Ted)

Episodio 2, Le mie ultime parole

Citazioni:

J.D.: Io so di per certo che quando moriremo, io e Turk andremmo a vivere nella nuvola lesbica.
Paziente: Una nuvola lesbica?!?
J.D.: No, è una nuvola normalissima ma piena di lesbiche!
Turk: Speriamo di morire prima di Carla allora!
J.D. [pensando]: Appena arriverà Carla sai che rottura!

Episodio 3, La mia ancora di salvataggio

Dialoghi:

Dott.ssa Maddox: Cercavi qualcosa?
Dr Cox: Sì, il mio mantello dell’invisibilità così posso evitare conversazioni con dittatori senza anima come lei. Sfortunatamente è molto difficile da trovare perché, come suggerisce il suo nome, è invisibile..

Elliot [riferita al commesso innamorato]: Uuh! Quel bel lecca-lecca è davvero enorme. Non so ancora se preferisco leccarlo o se tirarmi su la gonna e usarlo per sculacciarmi. Che dici?
J.D.: Elliot?!
Elliot: Me lo da gratis!

Dr. Cox: Voglio sbarazzarmi della Maddox. Chi ci sta?
Inserviente: Io ci sto. Da quando mi ha licenziato passo lo straccio per il mio appartamento abbaiando. Io non..sono pazzo, mi serve solo una interazione umana e se abbaio i vicini gridano “Fai stare zitta quella bestiaccia!” quindi vado da loro con una bottiglia di scotch a scusarmi per Rusty il mio cane immaginario. L’unico problema è che quando Lady, la mia ragazza, arriva io sono troppo ubriaco per parlare, ma non per fare l’amore. Non pensavate che fossi un organismo che fa sesso vero?

Dr. Cox: Dobbiamo sbarazzarci della Maddox. Inserviente? Che ne pensi di cominciare tu esponendo le tue idee inutili?
Inserviente: Oh grazie Perry. Ehm… La prima cosa a cui ho pensato è una corsa di renne; un attacco aerospaziale, un candeliere col filo spinato, Photoshop, sushi avvelenato…
Dr. Cox: Aspetta. [Lo interrompe] Quando hai detto “Photoshop” intendevi usare un programma di fotoritocco per creare una foto incriminante?
Inserviente: No, intendevo aprire un negozio chiamato Photoshop… o una catena di negozi, e ognuno avrà il suo, e intanto il tempo passa, finché un giorno la Maddox vorrà stampare delle foto, entrerà e noi salteremo fuori urlando “Sorpresa!”, e la uccideremo con stecche da biliardo.

Episodio 4, Il mio posto felice

Citazioni:

Si può sapere perché adesso che è in pensione passa tutto il suo tempo libero dove prima lavorava? È molto triste. In confronto a questo, diciamo la verità, la mia vita sembra molto… uh… sempre triste. (Ted parlando a Kelso)

Guardate nei vostri cuori e fate ciò che vi rende felici. (Bob Kelso)

Spesso quando fai quello che ti rende felice le cose incominciano a funzionare… ma certe volte, anche se si hanno le migliori intenzioni, si rischia di cadere nelle vecchie abitudini. Così credo che la risposta sia che non c’è risposta… puoi cercare di essere felice oppure no. (J.D.)

Episodio 5, Il mio ABC

Citazioni:

Il miglior modo per imparare le cose è guardarle con gli occhi di un bambino, un bambino non gioca mai sporco… si impegna… e poi… non si vergogna di piangere. (J.D.)

Esistono il bene e il male: cerca di conoscerli entrambi, solo cosi saprai cos’è la vita. (J.D.)

Cinque Grover! (Todd)

Episodio 6, I miei pantaloni da biscotto

Citazioni:

Mi ricorda quello che molti anni fa mi disse mio padre: “Rammenta! Quando una donna infuriata esce da una porta, un’altra donna infuriata entra”. (Inserviente)
Ricordo cosa disse mio padre quando ero piccolo. Disse: “Ragazzo, non sposare mai una scimmia! Ha brutti piedi”. (Inserviente)

Episodio 7, Il mio nuovo ruolo

Dammi il Cinque non-rispetto-le-infermiere! (Todd)

Episodio 8, Il mio avvocato innamorato

Citazioni:

Un eccesso di fiducia ti può mettere nei guai, perché se pretendi di tappare tutte le falle in un giorno, alla fine una la lascerai aperta… e prima che te ne renda conto la diga non regge più, le falle si allargano e il disastro è inevitabile. (J.D.)

Episodio 9, La Mia Assenza

Citazioni:

Le relazioni d’amore sono belle perché sono come un salto nel buio e sono anche un modo per scoprire noi stessi. (Bob Kelso)

Episodio 10, Il mio Comedy Show

Citazioni:

Buongiorno. Okay, penso che dobbiamo chiarire la cosa tra di noi. Ho visto che hai strappato un pelo speciale, l’altro giorno. [riferendosi al pelo che Carla aveva su un capezzolo] Io c’ero e ho visto. La domanda è: che possiamo farne? Ho un’idea. Parlo prima io, posso? Bene. Credo che tu debba darmi il pelo perché io colleziono le cose più disgustose che si possano immaginare e lo voglio mettere tra le pagine vicino ai miei molari caduti e alla mia “lumacola”, che è un ibrido tra la lumaca e la chiocciola, che ho tentato di creare schiacciandole insieme, ma senza successo. (Inserviente a Carla)

Episodio 12, La loro storia

Citazioni:

Se vuoi raccogliere fondi per conto tuo, prego, fallo pure. Puoi venderei i tuoi ovuli ad un centro di fertilità o affittare la tua barba al Museo del Ridicolo, per esempio. (Dr. Cox a J.D.)

Episodio 15, La mia anima in fiamme

Citazioni:

Senti, Elliot, io non so se è possibile riuscire ad esprimere a parole il mio forte sentimento per te, ma credo di doverci provare: io non avrei mai immaginato di poter trovare qualcuno da amare quanto amo te. Io ti amo più di qualsiasi altra cosa in tutto il mondo. Elliot.. Io ti amo più di Turk! Guardami.. Sei la donna dei miei sogni! (J.D.)

Sai una cosa? Sono stanco di fingere che noi non ci sopportiamo, e non lo trovo divertente nemmeno un po’, e ti dico anche subito perché: A, non abbiamo 12 anni e B, in realtà noi ci piacciamo, infatti tieniti forte: noi ci amiamo. (Dr. Cox a Jordan)

Da parte di tutte le donne, voglio ringraziarti di equiparare il fare sesso con l’amore, noi pensiamo che sia stupendo quando lo fate. (Carla a Turk)

Dialoghi:

Jordan: Ricordi quand’è morto il mio cane, e tu mi hai detto che sarebbe andato all’inferno dei cani? E poi mi hai deto che anche mia madre sarebbe finita all’inferno dei cani, quand’è morta?
Cox: Perché aveva una faccia da cane.
Jordan: Esatto! E ti sarei saltata addosso nello studio del veterinario! Perché adesso vuoi cambiare il nostro rapporto, io non voglio questo!

Episodio 16, Il mio Perchè

Citazioni:

So che noi due non andiamo sempre d’accordo.. Ma principalmente è perchè tu sei un illustrissimo idiota. (Turk al Dr. Cox)

Dialoghi:

Todd: Turk dovrebbe essere il responsabile perchè ha una grande tecnica, è super efficiente, ha un gigantesco uccello, è abile con le procedure laparoscopiche, i pazienti lo amano molto e..
Dr. Cox: Scusa, qual era il termine in mezzo?
Todd: Laparoscopiche?
Dr. Cox: Tu sei la miglior carta efficiente che abbia reperito?
Todd: Oh no, non sono il solo che lo appoggia… Vogliamo tutti Turk!

Episodio 18/19, Il mio finale

Citazioni:

Una volta che hai l’informazione non puoi più fare finta. (Figlio della malata di Huntington)

Accade raramente che le cose vadano come le si desiderano, così a volte le accettiamo così come vengono. (J.D.)

E chi dice che non accadrà? Chi può dirmi che le mie fantasie non si avvereranno… almeno questa volta? (J.D.)

Tanto per la cronaca, era il migliore che avevamo in questa fogna. John Dorian era il primo ed unico dottore che abbia mai incontrato che si preoccupasse come me. E non è importante il fatto che lui fosse un medico eccezionale. La cosa importante è che era… che è una persona eccezionale. Per questo la gente lo adora. E anche io. Era mio amico. (Dr. Cox)

Una fine non è mai facile. Me la immagino così tanto nella mia testa che non potrà mai soddisfare le mie aspettative, e finirò sempre per rimanere deluso. Non sono nemmeno sicuro del perché m’importi di come finirà tutto. Immagino che sia perché tutti crediamo che quello che facciamo sia molto importante, che le persone pendano dalle nostre labbra, che diano importanza a quello che pensiamo. La verità è che devi considerarti fortunato se anche solo di tanto in tanto fai sentire qualcuno, chiunque, un po’ meglio. In fondo è qualcosa che riguarda tutte le persone entrate nella mia vita, e mentre la mia mente ne ricordava le facce ho pensato anche alla mia famiglia, ai colleghi, agli amori perduti, a quelli che ci hanno lasciato. E come ho girato l’angolo sono venuti tutti da me, come un’onda di esperienze condivise. E anche se mi sentivo al caldo e al sicuro, sapevo che doveva finire. Non è mai un bene vivere troppo a lungo nel passato, e per quanto riguarda il futuro, grazie a Dan, non sembra più così spaventoso… può essere quello che vuoi tu. (J.D.)

Dialoghi:

J.D.: perché è grazie a lei che oggi sono quello che sono.
Dr. Cox: Non puoi accusarmi di questo!
Jordan: Sì… sarebbe troppo meschino!

Precedente: Scrubs – Medici ai primi ferri citazioni e dialoghi stagioni 1-3

Scrubs - Medici ai primi ferri citazioni e dialoghi stagioni Scrubs - Medici ai primi ferri janitor inserviente Zach Braff, Sarah Chalke, Donald Faison, Judy Reyes, John C. McGinley, Ken Jenkins, Neil Flynn

Scrubs – Medici ai primi ferri citazioni e dialoghi (1-3)

Scrubs – Medici ai primi ferri citazioni e dialoghi

Scrubs – Medici ai primi ferri citazioni e dialoghi (stagioni 1-3)

Scrubs - Medici ai primi ferri citazioni e dialoghi stagioni Scrubs stagione 1

Prima stagione

Episodio 1, Il mio primo giorno

Citazioni:

Fin da piccolo ho sempre dormito a dispetto di tutto, tempeste, sirene, qualunque cosa… la scorsa notte non ho dormito. Divento un po’ scemo quando sono nervoso. Sapete, oggi non è soltanto un altro giorno, oggi è il mio primo giorno, e quattro anni di studi, quattro di tirocinio e mucchi di rate da pagare mi hanno fatto capire una cosa: non so un cavolo. (J.D., mentre entra nell’ospedale per il suo primo giorno da specializzando)

Alcohol + Surgery = No No (Ted, scrive sulla lavagna)

Infine, dottori, se c’è stato un errore non ammettetelo con il paziente. Ovviamente se il paziente è deceduto, voi… se ne siete sicuri, voi potete sentirvi liberi di dire a lui o a lei, qualunque cosa. (Ted)

Il tuo didietro è l’abbraccio di due Pringles. (J.D.)

Perché questo idiota tenta di morire ogni giorno durante il mio pranzo!? (Dr. Cox)

Questa è la moderna medicina. Progressi che mantengono in vita persone che avrebbero dovuto morire tanto tempo fa, quando perdettero ciò che le rendeva persone. Ora il tuo lavoro è restare abbastanza sano così che quando qui arriva qualcuno che puoi davvero aiutare, non ti ritrovi tanto sballato da distrarti. (Dr. Cox)

Se si scopre che le infermiere fanno i tuoi compiti, ti sbatteranno fuori di qui tanto velocemente da farti girare la testa. Abbi una discreta giornata. (Dr. Cox)

Eccomi di nuovo ai tempi della scuola. Gli specializzandi in chirurgia sono tutti taglia e affetta, sono i tosti. Quelli in medicina pensano al corpo: diagnosi, analisi. Noi specializzandi in medicina, be’… siamo i secchioni. (J.D.)

Non dimenticherò mai quel momento, il modo in cui sembrava proprio lo stesso, solo del tutto diverso. La vergogna di riuscire a pensare solo a quanto fosse dura per me. (J.D.)

Santo cielo, la sola ragione per cui ho una lista con me è per fingere di ricordarmi i vostri nomi. (Dr. Kelso)

Volevo solo aiutare la gente, la cosa più dura è quanto in fretta devi andare avanti. (JD)

Dialoghi:

J.D.: Ehi Turk!
Turk: Che c’è?
J.D.: Sai quanto mi ha preso la musica rap?
Turk: Coso… Pensa bianco!

Elliot: Tutti i maschi della mia famiglia sono medici: padre, nonno, fratello… sarà per questo che mi hanno dato un nome da uomo, fatto corteggiare ragazze e… scherzo.
J.D.: Avrei riso, ma non hai fatto la pausa…

J.D.: Sto aspettando una persona.
Inserviente: La porta è rotta. Una volta su cinque non si apre.
J.D.: Forse è una monetina incastrata.
Inserviente: Perché lo pensi?
J.D.: Non lo so…
Inserviente: Ci hai ficcato una monetina?
J.D.: No! Dicevo così per dire.
Inserviente: Se ci trovo una monetina… Tu la pagherai.

Episodio 2, Il mio mentore

Citazioni:

Quando non hai altro che vecchie parole, puoi solo metterle insieme e sperare che dicano qualcosa di nuovo. (J.D.)

Sei un chirurgo quindi hai il complesso del dio, la presunzione, sei sposato con il lavoro, sei carino ma molto consapevole di esserlo. Non sai niente di me quindi tutti i tuoi sentimenti vengono da là sotto. Ma soprattutto io sto cercando una cosa vera e tu non sei altro che un bambinetto che non s’è mai sentito dire di no. È un bel mucchio di ragioni, scegli quella che vuoi. (Carla a Turk)

Affascinante! Stavi iniziando a tornare nelle mie grazie e invece hai passato il merito della diagnosi a un’infermiera. [ride] Che nobiltà! Davvero, chiederò ai cuochi in cucina di scrivere “Ne è valsa la pena” su una grande torta! (Dr. Kelso)

Immagino che guardare la partita da solo con uno scotch non sia l’unico modo di guardarla in effetti. Non lo so, è che ho sempre pensato che il bisogno di compagnia fosse un segno di debolezza. (Dr. Cox a Elliot)

Volevo dirti che ho preso in giro J.D. soltanto perché voleva essere amico di una donna e ora sono talmente abbagliato dalla forza del tuo carattere, da quello che dici e che fai che darei tutto per svegliarmi la mattina e guardarti leggere il giornale. Però credo che dovresti smontare dalla tua scopa un secondo, ricordarti com’era quando hai iniziato qui e dare ad Elliot una tregua. Perché può anche avere un caratteraccio, ma è una brava persona. E il tuo culo è bello più che mai oggi! (Turk a Carla)

Fumatori, bevitori, drogati, grassoni, quello che vuoi. Se per te diventa una questione di vita o di morte cambiare le persone che ti stanno intorno, be’… non riuscirai a fare il medico. (Dr. Cox a J.D.)

[Rivolto ] Se non sei fermo nelle tue convinzioni non riuscirai mai a fare il medico! (Dr. Cox a J.D.)

Dialoghi:

J.D.: Will il fumatore, l’ho convinto a smettere!
Dr. Cox: Per sempre? Neanche un’ultima? Perché le ultime sono meglio del sesso, io ne avrò fumate un migliaio.

Episodio 3, L’errore del mio migliore amico

No no no, non c’è nient’altro! Senti, voglio che ti impegni a spargere la voce, signorina: io ne ho abbastanza! Il prossimo specializzando piagnucoloso che arriva da me e vuole un biscotto e una coccola, lo giuro su Aisha, io gli faccio del male! E tu, nevrotico fenomeno da baraccone, porta i tuoi bla bla bla da un blablaologo perché se sei così stupida da affrontare il primario di medicina per un vezzeggiativo semi-quasi offensivo, devi darti da fare ragazza, e cambiare il timoniere della tua nave mentale perché è ubriaco! (Dr. Cox a Elliot)

Mi manchi tanto che a volte mi fa quasi male… (J.D. a Turk)

Episodio 4, La mia vecchia signora

Citazioni:

Questo è davvero sconcertante: il primo giorno il mio capo mi ha detto che, se si escludono il reparto maternità che per lo più si occupa di… be’… lo sapete, e il pronto soccorso con le sue ossa rotte, punti, suture e altre cose così… ha detto che dei pazienti ricoverati in questo ospedale uno su tre muore qui. (J.D.)

Ai chirurghi non piace dare confidenza ai pazienti. Forse perché diventa più difficile operarli, forse perché è troppo rischioso, non lo so. (J.D.)

Preferisco aspettare. Aspettare che un uomo lo voglia così tanto da pensare che non l’avrà mai. Quando è arrivato alla canna del gas, lo faccio mio. (Carla)

Dialoghi:

J.D.: In parole povere è questo: i suoi reni non reagiscono più ai farmaci purtroppo, temo che dovrà iniziare la dialisi.
Sig.ra Turner: Oh, non vado pazza per la dialisi!
J.D.: Già, ma il problema è che non abbiamo scelta.
Sig.ra Turner: Veramente io ce l’ho una scelta: credo di essere pronta a morire! […] Chiuderai la bocca prima o poi! Tesoro, ho 74 anni, sono pronta!
J.D.: Sì, ma con la dialisi può andare avanti altri ottanta o novant’anni.
Sig.ra Turner: Credo che tu stia diventando irrazionale.
J.D.: No! No!
Sig.ra Turner: Prima o poi si muore.
J.D.: Non è vero!

Episodio 5, I miei due padri

Una volta ogni 4,2 secondi un uomo dice una stupidaggine, e una donna lo sente e lo punisce. (J.D.)

Una volta ogni 6,3 secondi un uomo dice una stupidaggine, un altro uomo la sente e lo punisce. (J.D.)

Devo parlare più lentamente o ti cerco un’infermiera che parli imbecillese!?! (Dr. Cox)

Episodio 6, Il mio sbaglio

Citazioni:

Ah Dottor Cox! Ho considerato attentamente il tuo problema, e credo di aver trovato una soluzione: navi da crociera! Pensaci, tutti ti chiamerebbero “Doc”, visiteresti luoghi esotici e accidenti, potresti anche conoscere Charo! (Dr Kelso)

Dialoghi:

Ted: Il futuro del suo impiego verrà discusso alla riunione del consiglio direttivo e fino ad allora, e su questo non sono disposto a transigere, desidero che lei non metta più piede in questo edificio.
Dr Cox: Oggi resterò qui, tutto il giorno.
Ted: Per me va bene. Niente da eccepire. Per me va bene.

Dr Cox: Che stai guardando?
J.D.: Oh, no, mi piace… la sua maglietta. Che tipo di maglietta è?
Dr Cox: Una maglietta bianca.
J.D.: Lo sapevo!

Episodio 7, Il mio super ego

Citazioni:

Ma forse quel che conta non è essere il migliore, forse si tratta di apprezzare quelle piccole cose che ti fanno andare avanti, di apprezzare l’appoggio di chi ti è vicino, di accettare la sensazione di oppressione, anche solo per un momento, o di sentirsi altruista ogni tanto. Non lo so credo che alla fine si tratti di sopravvivere, in un modo o nell’altro. (J.D.)

Episodio 8, I miei quindici minuti

Senti, Supergirl, ti frantumerò in pezzettini così piccoli che nemmeno mia nonna, che riesce a fare dei puzzle di cielo azzurro da mille pezzi in meno di un’ora, riuscirà a rimetterli insieme, neanche lavorandoci sopra un anno intero, anche se dovesse tornare ai tempi di quando aveva una vista perfetta. (Dr. Cox)

Che vuoi che ti dica? Che sei fantastico? Che il tuo esempio spinge i tuoi colleghi a migliorare? Ed invece non te lo dirò. Te la cavi e un giorno potresti diventare bravo ma ora non vedo altro che un tizio talmente preoccupato di quello che gli altri pensano di lui da non avere alcuna fiducia in se stesso. Insomma ti sei almeno chiesto perché ti ho detto di fare da solo la tua valutazione? Volevo che ti fermassi a riflettere su di te e volevo che lo facessi sul serio. In cosa sei bravo, in cosa fai schifo e volevo che lo mettessi per iscritto e non perché io lo vedessi, non perché qualcuno lo vedesse ma perché tu lo vedessi. Perché non è a me che devi rispondere, non è a Kelso che devi rispondere, non devi rispondere nemmeno ai tuoi pazienti santo cielo! Devi rispondere solo ad una persona pivellino e quella persona sei tu! (Dr. Cox)

È buffo quanto le nostre intuizioni possano essere sbagliate. Come quando si cerca il posto fatto per noi e non si capisce che ci si è già. O come il fatto che un manifesto non possa trasformarti in un esempio se lo sei già da anni. Certo, nel mio caso sapevo esattamente come stavano le cose.. E questo non mi piace un granché. (J.D.)

Episodio 9, Il mio giorno libero

Citazioni:

Be’ al momento non ho ancora preso il mio caffè quindi non trovo un modo più colorito per dire: “E chi se ne frega!”… mmm… ma anche così suona piuttosto bene! (Dr. Kelso )

Mi stavo domandando come ci si pettina per riuscire a nascondere le corna! (Dr Cox al Dr Kelso)

Dialoghi:

Dr Cox: Il Dr Benson era il mio mentore, perciò non essere irritante.
J.D.: Quando sono irritante?
Dr Cox: Sai quando parli…
J.D.: Avanti non mi sembr…
Dr Cox: Ecco senti, come fai a non impazzire?
J.D.: Sono abituato…

Dr. Kelso: Dottor Cox non ho diramato una circolare che invita tutto il personale di ruolo ad indossare sempre il camice?
Dr. Cox: Oh si l’ho ricevuta Bob e all’inizio l’ho solamente cestinata. Ma poi ho pensato che non fosse un gesto abbastanza plateale così ho fatto un pupazzo di paglia con le tue fattezze gli ho messo addosso il mio camice con la tua circolare infilata nella tasca e poi ho invitato tutti i bambini del vicinato a dargli fuoco e prenderlo a bastonate!

Episodio 10, Il mio soprannome

Citazioni:

È difficile che dottori e infermiere restino amici per molto tempo, perché all’inizio le infermiere ne sanno più di te, ma dopo pochi mesi gli studi fanno il loro effetto e si nota la differenza. Il futuro dell’amicizia dipende da come l’infermiera prende quel momento. (J.D.)

Pensi al briciolo di pazienza che mi resta come a… mh, non saprei, ecco… alla sua verginità! Pensava che l’avrebbe conservata per sempre fino a quella sera in terza liceo nella quale si sentiva un po’ giù di corda e il suo compagno Kevin che voleva solo esserle amico è passata a trovarla con la cassetta di A proposito della notte scorsa e quattro bottiglie di super-alcolici e Badabum! Svanita per sempre! Proprio come la mia pazienza! (Dr. Cox)

A volte per guardare dentro te stesso devi farlo attraverso gli occhi di un altro.Se sei fortunato quello che vedi ti piacerà, oppure ti insegnerà qualcosa. Se quello che vedi non ti piace devi solo sperare di non aver bruciato troppi ponti.(J.D.)

Episodio 11, Il mio Gesù personale

Citazioni:

Ammaccabanane! (J.D.)

Oh, caspita, Marjorie, sei pungente oggi. Babbo Natale ti ha finalmente donato il cromosoma Y che desideravi? (Dr. Cox)

I miracoli accadono. Credo si tratti solo di aver voglia di cercarli. (J.D.)

Episodio 12, Il mio appuntamento al buio

Sono di turno da mezzanotte quindi con il mio abituale livello di disprezzo verso di voi ma con un’ulteriore aggravante delle 13 tazze di caffè-miscela-pipì che l’infermiera Roberts mi ha fatto indebitamente ingurgitare. Il messaggio ovviamente è che se fate qualche casino dei vostri quest’oggi: aaah! Vi picchio duro! aaah! Vi picchio forte! Allora. Forse qualcuno potrebbe aver notato che tutti e ventisette i pazienti arrivati qui da noi in terapia intensiva quando ho iniziato ieri sera sono ancora vivi ed è più che sicuro che ho intenzione di vederli respirare ancora quando toglierò le tende a mezzanotte. (Dr. Cox agli specializzandi)

Ultimamente penso spesso a quanto sia importante assumersi dei rischi. Penso che alla fine si tratti di superare le proprie paure perché tutte le volte che si corrono dei grandi rischi, indipendentemente da come finisce, sei sempre contento d’averli corsi. (J.D.)

Io ti amo. Mi secchi più di quanto abbia ritenuto mai possibile ma.. voglio passare ogni irritante minuto con te. (Turk)

Episodio 13, Il mio stare in equilibrio

Penso che la chiave di molte cose sia l’equilibrio, che sia l’equilibrio del potere, equilibrio in amore, o a volte semplicemente equilibrio, per alcuni di noi sembra difficile da raggiungere, troppo difficile da conquistare, ma la cosa più importante è non smettere mai di tentare. (J.D.)

Perché devi farlo tu il giro visita? Perché io sto dormendo! Piaciuta? (Kelso al Dr. Cox che si lamenta dei compiti affidatigli)

Pivello, cosa vorresti dire? Che vuoi essere come me? Ma non vedi che nemmeno io voglio essere come me? (Dr. Cox a J.D.)

Episodio 14, La mia storia di droga

Senti pivello. Solo perché ora hai una ragazza, non significa che il mondo sia d’un tratto diventato un gigantesco confetto tutto rosa. I Red Socks giocano da schifo ancora, la nostra Barbie qui ancora non sa che fare con la sua fastidiosa frangia e ancora dovunque i drogati mentiranno, inganneranno e ruberanno solo per rimediare una dose… E ora tu devi svegliarti, tesoro, così farai tardi a scuola! Oh! Hai bagnato il letto! Perché non posso avere un bambino normale senza questi problemi? (Dr. Cox a J.D.)

Ooh ciao, come stai? Ti offro una birra? Questo è un gabinetto per l’amor di Dio, non si fa assolutamente conversazione qui dentro, mai! (Dr. Cox)

Le parole suonano sempre uguali, non importa la bocca da cui escono, anche se è di qualcuno che ti piaceva davvero. (J.D. a Turk)

Dialoghi:

Carla [in fila col Dr. Kelso]: Che ciambelle ci sono oggi?
Altro uomo in fila: Per la miseria, le dispiace signorina, avrei fretta!
Carla: Oh santo cielo! Mi dispiace tanto! Ma che faccio? Ero convinta di avere sei secondi extra per scegliere la mia colazione. Dovrò chiamare la mamma e dirle che ha fatto un pessimo lavoro con me! La ringrazio, infinitamente.
Dr Kelso [al venditore]: Ecco, io direi che gliene ha dette delle ciambelle! [tutti ridono] Alan, per lei offro io. Dio mi aiuti, adoro le sfacciate!

Episodio 15, Le mie vanterie a letto e oltre

Citazioni:

Bravi! Meritate un bell’applauso, bravi! Dio del cielo, adoro il teatrino dei pivelli, davvero, è così! È che.. Entrambi recitate la parte con tale straordinario trasporto che mi avete quasi fatto credere che non fate del sesso lamentoso, nevrotico ed estremamente scialbo, insieme. (Dr. Cox a J.D. ed Elliot)

[Rivolto a J.D. ed Elliot,] Mi piace quel tizio! (Inserviente parlando del Dr.Cox)

Devi schierarti con la pupa, pivello… È uno sbaglio da principiante! Detesto vederlo. (Dr. Cox)

Forse non sai cosa è divertente… Lascia che ti aiuti… I cappelli sciocchi sono divertenti, Alf… molto divertente, chiunque si metta un costume da pollo, oh! I telefoni giganti sono divertenti! (J.D.)

Credo di essere diventato medico perché fin da piccolo volevo aiutare gli altri. Non racconto spesso questa storia, ma mi ricordo che quando avevo sette anni un giorno trovai un passerotto appena caduto dal suo nido… Così lo raccolsi e lo portai a casa mia, gli feci una casetta con una scatola per scarpe e… Ohahah mio Dio ahahah! Sono diventato medico per le stesse quattro ragioni di tutti: donne, soldi, potere e donne. Ma il fatto è che le compagnie assicurative hanno reso impossibile fare soldi veri, il che influisce direttamente sul numero di donne che vengono a dare un’annusata, e non mi chieda a quale albero abbaiano perché sul mio nemmeno ci pisciano. In quanto al potere.. Beh, eccomi qui, durante il mio tempo libero a lasciare che una psicologa tredicenne che non ce l’ha fatta nella medicina vera mi faccia domande sulla mia vita privata. Quindi eccolo qua il vero scoop bella mia: perché non mi spieghi tu come funziona il potere? (Dr. Cox)

Le relazioni? Beh Sigmund, le relazioni sono molto fragili… Basta solo una cosa, una minuscola offesa, ed il sasso diventa valanga, e se sfugge al controllo e prende velocità, Dio te ne guardi, tanto vale levare le tende… La mela non brilla più, così scopri che la ragazzina graziosa che hai sposato non è per niente una ragazzina graziosa, no… È una mangiauomini, e non mi riferisco al genere “oh oh eccola che arriva!”, quella è un’altra cosa.. Mi riferisco a chi usa la tua dignità come uno straccio per pulire ogni brandello di mascolinità rimasto attaccato al lavello. Certo, è possibile che l’abbia tormentata di tanto in tanto, ma giuro su Dio, credevo che il matrimonio fosse fatto così, al punto che quando il nostro rapporto si è chiuso, onestamente, non avrei saputo dire chi odiavo di più.. Se lei.. O me… Me ne stavo li a chiedermi: perché i nostri amici non tentavano di distruggersi a vicenda come noi? E scopro che la risposta era molto semplice.. Loro non erano infelici, noi sì. (Dr. Cox)

I rapporti non funzionano come li vediamo in televisione o al cinema: lo faranno? Non lo faranno? Poi lo fanno e sono felici per sempre… Ma figurati! Nove su dieci si mollano perché non sono ben assortiti fin dall’inizio, e la metà di chi si sposa divorzia comunque. Glielo dico subito, nonostante tutto non voglio passare per cinico, perché non lo sono. Sì, è vero: io credo che l’amore serva soprattutto a vendere molte scatole di cioccolatini e, sa, in certe culture, una gallina. Mi dia dell’ingenuo, non fa niente. Perché, in fondo, continuo a crederci. In buona sostanza, le coppie veramente giuste sguazzano in mezzo alla stessa merda di tutti gli altri, la grossa differenza è che non si lasciano sommergere: uno dei due si farà forza, e ogni volta che occorre, lotterà per quel rapporto. Se è giusto e se sono molto fortunati, uno dei due dirà qualcosa. (Dr. Cox)

Episodio 16, La mia pesante interferenza

Citazioni:

Si inizia con quella che sembra solo una canzone, ma in men che non si dica metà del personale ospedaliero se ne andrà in giro con dei piercing ai genitali, e fornicherà dentro alle nostre ambulanze. (Kelso a Carla)

Ora così ti piaccio, puttanella? (J.D.)

Episodio 17, Il mio studente

Citazioni:

Pivellino! L’unico modo in cui potresti essere meno produttivo ora sarebbe essere lo stesso muro contro cui ti stai appoggiando. Certo, così offriresti a qualche mentecatto un muro contro cui appoggiarsi e riflettere sulla sua indiscutibile pochezza..Aaah lo so! È un vero rompicapo. Ma non devi preoccuparti, cercherò di risolverlo al piano di sopra. Nel frattempo potresti almeno far finta di darti da fare e in questo momento, anche se non hai con te il tuo cestino, oooh è decisamente il migliore per saltellare via di qui Sherly..saltella via. Saltella via. (Dr. Cox)

Molti si innervosiscono quando arrivano gli studenti perché si sentono come costretti ad accettare nuove persone in famiglia, cambia tutto, io invece ero colpito dal fatto che questi pivellini mi mettevano di fronte a me stesso, a quello che ero stato, a quello che sono adesso, e a quello che un giorno potrei diventare. Ma speriamo non troppo presto. (J.D.)

Episodio 18, Il mio cuore di Tuscaloosa

Citazioni.

Sappiamo che si fa in camera da letto, ma si può anche riflettere su ciò che ci capita, ma soprattutto è dove ci si può stendere e lasciar perdere tutto e infine solo dormire. O non dormire. (J.D.)

Vedi Turk laggiù? Lui non sa che a volte piango perché non so se esiste il paradiso dei gatti. (Carla)

Vi scaldo il mio cuor di Tuscaloosa! (Kelso)

Oh ma.. o mio Dio!!! (Turk)

Senti sto frequentando una ragazza, che per inciso è fantastica; e c’è quest’altra donna che purtroppo non riesco ancora a togliermi dalla testa, è fidanzatissima, ed è forse per questo che non riesco a togliermela dalla testa, e potrebbe darsi, e questa è una nuova teoria, che continui a pensare a quest’altra donna -quella che è fidanzatissima- perché ho troppa paura che con la prima potrebbe funzionare sul serio, e Dio mi fulmini se farei mai qualcosa che potrebbe rendere me felice! (Dr. Cox)

Imparai a suonare la chitarra come una giovane canaglia del Mississipi, ma le cose non decollarono finché non mi trasferii a Memphis: poi conobbi il colonnello, ed i successi cominciarono ad arrivare; sfortunatamente mi montai la testa: ingrassai, cominciai ad indossare una tuta e consumare tranquillanti come fossero patatine. Poi nel 1977 morii sulla tazza del cesso… Oppure no? (Kelso)

Episodio 19, Il mio vecchio

Citazioni:

Non ero d’accordo con Cox, avevo i miei buoni motivi per avercela con mio padre. Ma a un certo punto l’ho svestito dalla funzione di padre e ho cercato di inquadrarlo come uomo, è stato allora che ho visto l’aspetto che stentavo a mettere a fuoco. Probabilmente non si era piazzato sul mio divano per passare qualche giorno con me, ma perché non aveva i soldi per l’albergo. Il fantomatico Jake non era un amico di vecchia data, ma un possibile cliente al quale sperava di vendere qualcosa, per tirare avanti. Era questo mio padre un cinquantenne solo e in difficoltà, al quale avrebbe fatto senz’altro piacere un gesto d’affetto una volta tanto. (J.D.)

Forse l’errore è credere che i genitori possano cambiare, in definitiva sono stati più in gamba di quanto gli riconosciamo, ci hanno creato mille problemi, ma hanno anche i loro meriti, tipo infonderti la passione per quello che diventerà il tuo lavoro. O l’abilità nel circondarti costantemente di gente che ti vuole bene. (J.D.)

Dialoghi:

Dr. Cox: Oh, certo, è soltanto colpa mia, ti ho dato un consiglio e tu hai avuto l’impressione che mi importasse di te. Ho fatto un grosso errore… idiota!
J.D.: È che io non ho bisogno di un amico, ho bisogno di un padre.
Dr. Cox: Di qualcosa hai bisogno davvero… eh, tipo della spina dorsale… o forse un paio di testicoli. E intanto che li cerchi pensa a rimediare un cuscino da portarti in giro per l’ospedale, così puoi sfogarti liberamente e piangerci sopra.

Dr. Cox: Quel sospiro la dice lunga. Hai un peso che ti opprime il cuore. Mi rendo conto che hai voglia di sfogarti, di mettermi al corrente dei tuoi problemi perché ti sembra un modo altamente catartico per sgravarti la coscienza, però dammi retta: sarebbe inutile! La via più indicata per me è quella del silenzio! Infagotta le tue ansie e mantienile dentro di te, quello è il loro posto!
J.D.: Mio padre mi ha deluso di nuovo.
Dr. Cox: Scusa… ehm, sei un tossico? Ti droghi?
J.D.: Prego? No!
Dr. Cox: Hai guai con la legge? Sei sottoposto a pestaggi continui? Sei malnutrito?
J.D.: Ho saltato il pranzo, ma qualcosina ho mangiato.
Dr. Cox: Quindi ho ragione io: sei un medico ventiseienne sano e inquadrato nella società che gioca a lamentarsi di quanto è stato ingiusto suo padre.
J.D.: Ma visti i considerevoli disturbi emotivi che mi ha causato…
Dr. Cox: Tutti i genitori procurano considerevoli disturbi emotivi e per quanto ne so, questa è probabilmente la cosa più divertente. Se troverai una che ti metterà al dito la fede e addirittura ti darà un bamboccetto innocente sono sicuro che capirai, ma per adesso credimi quando ti dico che non mi faresti pena neanche se avessi visto tuo padre oggi per la prima volta. Perché tutto sommato poteva essere molto, molto peggio di com’è.

Episodio 20, La mia strada o superstrada

Citazioni.

Anche salace… Se avessi una bistecca me la cuocerei sul tuo bel sederino arroventato! (Dr.Cox)

Quando passi il tempo a combattere contro un flusso costante di morte e malattia, ti accontenti di ogni vittoria. Anche di una sola vittoria contro la tua insicurezza. Ovviamente a volte il tuo ego ti porta a combattere battaglie che non potrai mai vincere. E a volte bisogna ammettere che essere competitivi non è poi così negativo, perché se pensi davvero di avere ragione, devi essere pronto a combattere. In definitiva quando la posta è alta, devi fare di tutto per vincere, certo evitando di perdersi in stupidagini. (J.D.)

Scusa se ti interrompo Bob ma devo farti una rapida domanda: quando sei stato partorito..anzi, deposto dal principe delle tenebre, quel ratto bastardo si è scordato di abbracciarti prima di mandarti per la tua via? Perché non puoi licenziare due brave infermiere solo perché ti senti piccolo ed insignificante; tra l’altro con i tuoi soldi potresti anche rinchiudere un ometto dentro uno sgabuzzino e farlo uscire quando hai voglia di prendertela con qualcuno. (Dr. Cox)

Se tu hai le bolle il rimedio è perfetto, io rimuoverò i tumori pure nel tuo retto, perché fra di noi non esiste un muro, siamo un medico e un chirurgo questo è sicuro, un medico e un chirurgo questo è sicuro. (J.D e Turk.)

Episodio 21, La mia morsa sacrificale

Citazioni.

Diamoci una mossa, ho un biglietto per Indovina chi viene a cena e non vorrei arrivare dopo il dolce. (Laverne)

Buongiorno, pornostar! (Dr. Cox, rivolto a Elliot)

Quando ti iscrivi a medicina ti avvertono subito che sarà una vita di sacrifici. Ma l’idea assume significati diversi per ognuno di noi: qualcuno sceglie di rinunciare a nuove situazioni per raggiungere l’obiettivo che sognano da una vita; altri cedono parte del tempo dedicato a se stessi alla persona che amano; forse la cosa più difficile è scendere a patti con il proprio istinto di conservazione. Ma superato il primo impatto ti rendi conto che ne vale la pena. (J.D.)

Dialoghi.

Dr. Cox: La chiave per affrontare gli allenamenti si riassume in un’unica frase: “inorridisco davanti al mio corpo!”
Turk: Scusi?
Dr. Cox: Il concetto è facile: se ti guardi nello specchio e ti piaci non c’è più speranza, hai già perso la battaglia!
Turk: Non lo dica mai davanti alle adolescenti!

Episodio 22, Il mio avvenimento

Bravo Teddybear. (Dr. Kelso, rivolto a Ted)

Smettila di andare a caccia di guai solo perché il paziente ti sta simpatico e affronta i fatti. (Dr. Kelso)

O il tuo istinto ha ragione, o il tuo cervello sta cercando di proteggerti. (Carla)

Tu pensi che io abbia fatto un errore o speri che lo abbia fatto??? (Tecnico di Laboratorio)

Dialoghi:

Dr. Kelso: Di al dottor Dorian qual è la prima regola in questo ospedale.
Ted: Chi troppo forte ride molto presto piange.

Episodio 23, Il mio eroe

Dolcezza, se avessi voluto tre risposte errate di fila, ti avrei semplicemente chiesto: “Il solito!”. (Dr. Kelso a Elliot)

Ti odiano, Bob. Ti odiano dall’impronta degli zoccoli alla punta del forcone. (Dr. Cox)

Congratulazioni! La tua perseveranza nel raccontare cose di nessunissimo interesse per nessuno al mondo è ancora intatta al cento per cento. (Dr. Cox a J.D.)

È curioso come le persone affrontino le brutte notizie in modo diverso. C’è chi reagisce in modo viscerale. C’è chi rifiuta la realtà. E gli altri… Gli altri semplicemente voltano le spalle. (J.D.)

La chemioterapia sembra innocua, ma in realtà ti iniettano del veleno direttamente nelle vene. (J.D.)

Credo che il senso di solitudine sia una delle esperienze più universali. Probabilmente ci sono un sacco di persone che provano la stessa sensazione. Forse è perché ci sentiamo abbandonati da tutti, o perché capiamo di non essere autosufficienti come credevamo, o perché sappiamo che dovevamo comportarci in modo diverso, o perché scopriamo di non essere bravi come credevamo; qualunque sia il motivo, quando tocchi il fondo puoi sempre scegliere: lasciarti andare all’auto-commiserazione o stringere i denti. Sta a te. [I think one of the most universal human experiences is feeling alone. You’d never know it, but there’s most likely tons of people feeling the exact same way. Maybe because you’re feeling abandoned. Maybe because you realize that you aren’t as self-sufficient as you thought. Maybe because you know you should’ve handled something differently. Or maybe because you aren’t as good as you thought you were. Either way, when you hit that low point, you have a choice. You can either wallow in self-pity… Or you can suck it up. It’s your call.] (J.D.)

Comunque questa storia non parla di questo, ma del giorno in cui ho capito che ammettere di non essere degli eroi è il nostro momento più eroico. (J.D.)

Dialoghi:

Ben Sullivan: Avrò bisogno di uno specialista adesso?
Dr. Cox: Sì, di un oncologo. Dobbiamo proprio parlarne? Avrai qualche altra cosa a cui pensare.
Ben Sullivan: No, penso solo un po’ alla leucemia, sai?
Dr. Cox: Ben! La leucemia è una brutta insignificante malattia e noi non le daremo la soddisfazione di parlarne a meno che non sia strettamente necessario.

Episodio 24, Il mio ultimo giorno

Quando una coppia litiga bisogna andarsene prima di restare invischiati. (J.D.)

Bob… Quando mi hanno detto che eri qui sul tetto ho pensato naturalmente che fosse perché la tua odiosa missione sul pianeta Terra fosse finalmente conclusa. Allora, dimmi… dove si trova l’astronave madre? (Dr. Cox)

Non avere mai paura di venire da me per qualcosa del genere! Il fatto che tu ti prenda a cuore le cose è la ragione per cui mi sono interessato a te fin dal primo momento e il motivo per cui ti stimo come medico e, diavolo, anche come persona! (Dr. Cox a J.D.)

Non so dove si trovasse tua madre quando doveva dirti queste cose, ma non si fa sesso con le persone di cui si è innamorati. Il sesso serve a fare bambini e a vendicarsi. (Jordan a Elliot)

Carla, il mio ex marito è cotto di te, te l’assicuro. Chiedilo al tuo ragazzo, lo sa. Lui e Perry ne parlano di continuo. Non so perché non te l’abbia mai detto… Forse perché ha paura di qualcosa, ahm… E Bob, quando dirai a Perry che quella promozione per la quale lui fa il cagnolino ammaestrato è stata assegnata mesi fa? È una cosa proprio brutta… E adesso tocca a Stecchino! [Riferita a Elliot] Visto che tu non hai il coraggio di dire al tuo collega dottor Dorian che sei ancora pazza di lui, credo proprio che lo farò io al posto tuo. A questo servono gli amici, no? E per concludere: Perry, non puoi davvero immaginare che cosa è successo la prima volta che ho incontrato J.D.. Ci ho fatto l’amore ed è stato grandioso, oh! Ne ho messo a sufficienza di pepe? [Rivolta all’ex marito Cox] Auguro buone vacanze estive a tutti! Ciao! (Jordan)

Dialoghi:

Specializzando: È il mio primo giorno, aspetto una persona.
Inserviente: Questa porta è rotta. Una volta su cinque non si apre.
Specializzando: Forse è una graffetta incastrata.
Inserviente: Perché una graffetta?
Specializzando: Dicevo tanto per dire.
Inserviente: Ci hai infilato una graffetta?
Specializzando: No!
Inserviente: Se ci trovo una graffetta… Sei spacciato.

Scrubs - Medici ai primi ferri citazioni e dialoghi stagioni Scrubs stagione 2

Seconda stagione

Episodio 1, Il mio eccesso

Citazioni:

Sai come so che questo qui è tuo, Farrah? Perché quando ti ho chiamato qualcuno l’ha trovato vicino a una bottiglietta di aranciata e a un giornaletto per teenagers sgualcito. Comunque! Per farla breve, mi è venuta una bellissima idea: dal momento che domani è il mio giorno di riposo, me ne starò sul divano a sorseggiare un whisky, ti chiamerò ogni venti secondi e se tu non risponderai a ogni singola chiamata, ti infilerò quest’affare così in fondo alla gola che dovrai fare pipì ogni volta che squilla. Divertente, vero? (Dr. Cox a J.D.)

Dialoghi:

J.D.: Mi dispiace di essere andato a letto con sua moglie! …È stata una fatalità.
Dr. Cox: Ascolta, primo non è che inciampando sei caduto dentro di lei, poi ci sei uscito e poi ci sei ricaduto… e secondo dovresti capire che non mi va di parlarne, non voglio sapere dove l’avete fatto e non voglio sapere come è stato…
J.D.: Un po’ scolvongente… Uhm mi scusi…

Episodio 2, Il mio usignolo

Citazioni:

Jordan! Che coincidenza! Mi sei apparsa in sogno stanotte… Non ne sono sicuro ma c’era un serpente d’acqua strabico che mi strappava la carne dalle ossa: eri tu, vero? (Dr. Cox)

Carla, in pratica è impossibile sdraiarsi vicino a Jordan visto che quando dorme sta appesa al soffitto a testa in giù tutta avvolta in un bozzolo formato dalle sue ali. (Dr. Cox)

Il sesso è uno sport. Come il racketball: ci dai dentro per mezz’ora, sudi un sacco e speri di non perderci un occhio. (Dr. Cox)

Dialoghi:

J.D. [mentre toglie una scheggia dal piede dell’inserviente]: È buffo, mi fa pensare alla fiaba di Esopo, quella dove il leone tormenta il topolino, finché il topo non toglie una spina dalla zampa del leone…
Inserviente: Ah sì, e poi il leone lo ammazza comunque!
J.D.: No, non lo fa…
Inserviente: Oh sì che lo fa!

Episodio 3, Il mio caso da pubblicare

Citazioni:

Penso che la vita sia condizionata dalle scelte che si fanno mano a mano che si va avanti, tipo quella di ribellarsi ad un superiore, quella di mettere a fuoco le cose si hanno in comune invece del contrario o di permettere a qualcuno di aiutarti una volta tanto. L’importante è credere nelle proprie convinzioni e restare con i piedi per terra. (J.D.)

Dialoghi:

Dr. Cox: Congratulazioni. Così rappresenterai tu la schiera di cani bastonati all’esposizione di Rino. Quando poserai tutto agghindato davanti alla giuria, ricorda di mantenere il sedere bene in vista come sei abituato a fare qui dentro quando lo offri quotidianamente a Kelso. Sono certo che se vincerai l’ambito osso con coccarda sarà il giorno più bello ed eccitante della tua vita ma per l’amor di Dio pivello, a costo di schiattare evita di lasciare un ricordino sul tappeto rosso. Dammi retta: sarebbe imperdonabile causare imbarazzo a padron Bob, giusto?
J.D.: Non mi interessa quello che pensa.
Dr. Cox: Si invece.
J.D.: È vero. È che vorrei essere come lei..però meno in ombra di lei. Non c’è niente di male a piegarsi al gioco ogni tanto. Sa che le dico? Tra 10 anni sarò il suo capo e le darò volentieri la spinta che le serve, non dovrà neanche chiederla..Scusi.

Episodio 4, La mia larga bocca

Citazioni:

Penso che ogni giorno sia fatto di tante piccole prove: a volte viene messo alla prova il nostro carattere, a volte la nostra fermezza, a volte il nostro senso dell’amicizia e se siete fortunati nel momento decisivo ne uscirete vincenti. (JD).

Dialoghi:

Elliot: Dottor Cox meno male che..
Dr. Cox: Ecco lo sento ancora! Questo ronzio nelle orecchie, sembra un: “aaaaaah” ma un po’ più acuto come un “iiiiiiih”
J.D.: Voleva solo farle una domanda.
Dr. Cox: Ed invece tu..tu hai un suono più basso, tipo: “huga, huuga, huuuga”; è più maschio, il che francamente è sorprendente considerandone l’origine, ma non temere, è altrettanto irritante e fortunatamente so come far sparire questo fastidio [Dr. Cox se ne va]

Dr Cox: Adorerai questo caso: venticinque anni, donna… anzi ballerina. Be’, ora non più. Le abbiamo dovuto amputare entrambe le gambe: cancrena bilaterale. Dato che suo marito è deceduto recentemente e l’assicurazione del sindacato artisti non coprirà le spese, dovresti andare da lei e dirle che non potrà restare qui per la riabilitazione.
Elliot: Ah… Ehm… In quale stanza è?
Dr Cox: In nessuna stanza, veramente. In tutta la storia della medicina non si è mai verificato un caso così deprimente. Me la sono inventata!… Andiamo! Se continui di questo passo finirai per salire sul tetto dell’ospedale e buttarti di sotto! Be’, sono solo cinque piani, il che significa che finiresti qua dentro, dove io avrei il dovere di curarti. E questo mi costringerebbe a buttarmi dal tetto dell’ospedale, che come ho già detto è alto solo cinque piani. Riesci a percepire l’assurdità di questo circolo vizioso?

Episodio 5, Il mio nuovo camice

Ascoltami ballerina: frenerei la mia linguetta biforcuta se avessi dimenticato l’emocultura del signor Blare e per l’amor del cielo! Ti ricordi almeno dov’eri il giorno in cui è stato distribuito il buon senso?! Oddio… forse eri… eri in ritardo quel giorno, perché non riuscivi a trovare il tanga giusto per quel paio di jeans a vita bassa che adori, o forse eri troppo preso a ballare a ritmo di una boy band, di quelle che ti fanno battere il cuore, e così non ti sei presentato! Non so… È soltanto un’ipotesi, ma una cosa sola è sicura: ti sei fermato da Babbeonia e hai fatto un rifornimento tale da riempire completamente la tua macchina! È vero o no? (Dr. Cox a J.D.)

Penso che tutto dipenda da come vogliamo essere visti dagli altri: certi vogliono essere visti come i ribelli; certi vogliono essere visti, punto; certi pongono limiti al bisogno di difendere la propria immagine. Quanto a me: quando ho smesso di preoccuparmi della mia immagine ho iniziato ad apparire migliore. (J.D.)

Episodio 6, Il mio Grande Fratello

Non bisogna mai abbandonare il bambino che hai dentro […] è il bambino che abbiamo dentro, che ci impedisce d’impazzire. (J.D.)

Le battute, le risatine, non si fanno perché fanno ridere, ma per tirare avanti e, qualche volta, perché fanno ridere. (Dr. Cox)

Sai una cosa, pivello? Non riuscivo a prendere sonno ieri quindi, tanto per passare il tempo, ho cominciato ad elencare tutte le cose che mi irritano più di te. Allora, ho iniziato con la gente che chiama il Mercoledì “giro di boa”, poi tutti i film con Sandra Bullock, ma ora sono lieto di annunciarti che tuo fratello è in cima nella lista! (Dr. Cox)

La mia fama a scuola ha retto 5 minuti, poi mio padre mi ha fatto suonare la tuba nella banda, e ho sviluppato avambracci imponenti. Alla festa di diploma mi sono esplosi i guanti di seta, tipo incredibile Hulk. (Elliot)

Quel tizio ha mille anni. Cosa vuoi, che vada in Europa in barca in vela, apra un caffè e incontri la ragazza novecentenne della sua vita? (Dr. Cox)

Dialoghi:

J.D.: Siamo ancora ragazzi!
Elliot: Davvero? Che fate per Halloween domani?
Turk: Un tempo ci vestivamo da maiali e facevamo il giro dei bar!
J.D.: Si! Non hai vissuto se non hai visto un maiale ubriaco fare il robot!
Carla: Non vi ha chiesto cosa facevate, vi ha chiesto cosa fate questo Halloween!
Turk: Abbiamo progetti!
J.D.: Grandi progetti!
Elliot: Guardare la tv e dormire?
Turk: Sì, grosso modo…
J.D.: Mi farò il bagno prima…
Turk: Con bolle?
J.D.: Dammi il cinque!

Episodio 7, Il mio primo passo

Dialoghi:

È più o meno questo il momento in cui ti fai male… qui non sei contuso, e qui oooh, Dio del cielo!, eccoci di nuovo. Non contuso – contuso! Baritono – soprano! Sposato con due figli – e morto vecchio […]. Victor – brrg – Victoria! (J.D.)

Oddio Marta, io ci vorrei venire al tuo campo di sicurezza estivo, davvero! Però i miei mi obbligano ad andare nel Maine con loro! Ma, senti, noi facciamo un sacco di fotografie poi torniamo, ci vediamo e mettiamo insieme un bel collage dell’eterna amicizia! Andiamo… ha 16 anni quel ragazzo, si è ammaccato, non mi sembra un dramma… Da bambino anche tu ti sarai fatto male con la tua casa delle bambole. (Dr. Cox a J.D)

Senti non ho tempo ora di fare la lampadina da 100 watt per la tua falena, quindi se potessi volare via sarebbe grandioso: vola… hehe! (Dr. Cox)

Mai lasciare a un uomo certi spiragli. (J.D.)

Mio Dio! saresti più fine se mangiassi una salsiccia lunga mezzo metro nuda nell’atrio. (Dr. Cox)

Qualsiasi dottore con uno spicciolo di orgoglio, non regalerebbe un istante a quella donna. (Dr. Cox)

Senti doc per sentirmi vivo devo superare i limiti ogni tanto. (Paziente)

I miglioramenti dei pazienti sono sempre motivo di giubilo qui al sacro cuore. Eppure, nonostante ciò, non ho festeggiato con un cappellino di carta e fotocopiandomi il sedere. Sai perché? Non perché abbia il nome Johnny tatuato su una chiappa. È un vecchio amico marinaio, abbiamo condiviso cose che non sai. (Dr. Kelso)

Ci sono tante cose che possono prenderti alla sprovvista, a volte solo accorgersi che non sei felice come pensavi, a volte una ragazza sexy che si dà pacche sul sedere, e a volte quando decidi di correre un rischio e perdi. (J.D.)

[A Turk] Le donne tu le capisci al volo, vero ? (Dr. Cox)

[ Rivolto a Elliot] Vedi quell’infermiera laggiù? Io la amo. Ogni sera alle dieci e mezza da un anno la vedo entrare qui e prendersi un caffè, e nemmeno una volta ho avuto il coraggio di chiederle il suo nome. Il punto è che Kelso ha ragione, sai. Non solo sul lavoro, ma anche nella vita privata, detesto rischiare. Vorrei. È solo che… è che non mi decido mai a fare il primo passo. (J.D.)

Forse bisogna decidere cosa siamo disposti a rischiare, alcuni mettono in gioco i propri sentimenti, altri il proprio futuro, quanto a me dovevo imparare a rischiare, punto. Anche se questo significava fare il primissimo passo. (J.D.)

Episodio 8, I miei budini

Citazioni:

Un medico passa più di un terzo delle sue notti in ospedale, ma a dirla tutta non è che si dorme molto. Impari ad apprezzare le piccole cose come svegliarti nel tuo letto, ovviamente se c’è qualcuno con te è il massimo. Già non c’è niente di meglio che svegliarsi a casa. (J.D.)

È per questo motivo che l’emicrania non le passa: qui vede, questo si legge “analgesico”, non “anale gesico”. Signore, le prenda per bocca… (Turk)

Insomma, ammettiamolo: non si può predire quello che accadrà! Ma a volte le cose che non ti aspetti sono quelle che vuoi davvero dopotutto. Forse la cosa migliore è smettere di pensare a dove sei diretto e goderti dove sei. (J.D.)

Dialoghi:

Elliott: Signore, perché sta ridendo?
Dr. Kelso: Chi lo sà. Sarà forse per la buffa faccina che ho disegnato con i piselli. Ma a pistola puntata alla testa direi che mi fa ridere il pensiero che tu possa affrontare qualcuno.

Episodio 9, Il mio giorno fortunato

Citazioni:

Ti sei fatta quattro anni di college e quattro di medicina, giusto? Quindi vado sul sicuro quando affermo che hai almeno otto anni. (Dr. Kelso a Elliot)

È la fortuna, quello che hai dimenticato, è che a prescindere da quello che fai alla fine la fortuna, il fato, dio o chissà cosa finirà sempre col giocare un ruolo più grande di te. (Dr. Cox)

Dialoghi:

Medico dell’obitorio: Mi spiace bello, non ho trovato niente di strano.
J.D.: Non può essere stato un infarto o un’emorragia?
Medico dell’obitorio: Non lo so, non ho cercato queste cose elementari perché faccio malissimo il mio lavoro.
Dr. Cox: Oh, Signora in Giallo!

J.D.: I pazienti sono come fiocchi di neve, non ce ne sono mai due uguali.
Laverne: Abbiamo due ricoveri, maschi 45 anni con porpora trombotica trombocitopedica.
J.D.: Comincio a pensare che anche la storia dei fiocchi di neve sia falsa.
Dr. Cox: Questi se li prende il super dottore.
J.D.: Oh, lei è troppo occupato ad ingoiare rospi?
Dr. Cox: Qualcuno ha appena scoperto di avere le palle! Un po’ come quando fai una partita a basket con il tuo vecchio e riesci a batterlo, non è vero? Be’, ho una brutta notizia per te: è stato un caso!
J.D.: Creda quello che vuole, ma io lo rifarò.
Dr. Cox: D’accordo, come vuoi. È la tua ora. Due pazienti uguali, uno per uno come nel “Cow-boy con il velo da sposa”; uno fa la parte del padre scapolo, sexy e non curante, e quello sono io; l’altro fa la mamma lamentosa, nevrotica e sessualmente repressa, tieni, ti calza a pennello. Ah, ho dato un occhiata ai programmi tv, non ci sono speciali su quella malattia, quindi dovrai fare un salto da blockbuster.

J.D.: Ehi, Dottor Cox. Sarà felice di sapere che ho trattato il mio paziente esattamente come lei ha trattato il suo.
Dr Cox: Me ne frega così poco che stavo per svenire.
Dr Kelso [rivolto a J.D.]: Ehi Asso! Il tuo paziente se n’è appena andato. Deceduto.
J.D.: È Morto?
Dr Kelso: Lo spero bene, altrimenti l’autopsia gli farà male!

Episodio 10, Il mio mostro

Dialoghi:

J.D.: Buongiorno Dr. Cox!
Dr. Cox: Oh, Denise! Lo so benissimo che è giorno, se fosse sera starei cercando di calmare la mia gravida ex-moglie armato di sedia e frusta perché tu ci creda o no sono riuscito a scordarmi di comprarle le patatine fritte.

J.D.: Dai, esci con me. Fa’ la cosa giusta!
La ragazza: Sì, perché no?
Coro dei bambini: Alleluia! Alleluia!
J.D.: Molto divertente coro di piccole pesti! Babbo Natale è un ubriacone!

Dr. Cox: Sai Jordan devo dire che nonostante l’isteria ormonale, c’è qualcosa di indefinibile in una donna incinta, di quasi… spirituale.
Jordan: Davvero??
Dr. Cox: Sul serio sei… non sei mai stata così bella.
Jordan: È per via delle tette giganti.
Dr. Cox: Voglio dire ma te le sei viste!?

Ragazza dello spaccio: Hai un rotolo di spiccioli in tasca o sei solo contento di vedermi?
J.D.: Ho degli spiccioli. Per la lavanderia…

Episodio 11, La mia compagna di sesso

Dialoghi:

Dr. Cox: Novità Laverne?
Laverne: Venerdì prossimo il mio gruppo parrocchiale mette in scena “Rent”, se vuole venire…
Dr. Cox: Sì, novità che non mi facciano venir voglia di spararmi?

Episodio 12, La mia nuova vecchia amica

Aaah, diamine! Mi sono perso il pigiama party giusto? Quel meraviglioso momento in cui voi giovani gettate al vento ogni inibizione e con imbranata dolcezza fate l’amore. Suuu, non siate timidi dai, raccontate allo zio Cox i dettagli più sconci! (Dr. Cox)

Visto? Esame tossicologico: 6 ore di attesa, spaventare a morte il piccolo furfante: 10 secondi. Qui mentono tutti, Dr. Turk! Da quella zucca vuota là dentro a… Me! Quando dico a mio figlio che potrà continuare a vivere con noi quando avrà finito la scuola d’arte. (Kelso)

Ho solo qualche certezza nella vita: che i fiori vanno bene in qualunque occasione; e niente è più importante che trovare il tempo per una vecchia amica, specialmente se la vecchia amica ha visto giorni migliori; perché anche se essere soltanto amici ti spezza il cuore, quando vuoi veramente bene ad una persona incassi il colpo. (J.D.)

Dialoghi:

Zeltzer: Davvero un bel colpo. Il paziente non ha sintomi, e tu hai consigliato una biopsia del midollo! Ma come hai fatto a pensarci?
Dr. Cox: Perchè mi stava rompendo talmente le scatole che ho voluto terrorizzarlo per fargli passare la voglia di tornare qui.
Carla: Oh tranquillo, Dr. Zeltzer, sta scherzando.. !
Zeltzer: Ah, che stupido. Vedi, in questo Leventhal mi batte alla grande… Lui l’avrebbe capito, è un tale “spiritosone”! Beh, naturalmente non riderebbe tanto, se sapesse che vado a letto con sua moglie.

Kelso: Figliolo, hai fatto uso di droghe nelle ultime 48 ore?
Paziente: No, signore, mai preso droghe.
Kelso: Il farmaco che devo darti potrebbe ucciderti se mischiato con dei narcotici!
Paziente: Ah, droghe? Si signore, spesso.

Episodio 13, La mia filosofia

Dialoghi:

Sai, mi ricordo quand’ero ancora un assistente in questo ospedale, bla bla bla, storiella nostalgica. (Dr. Kelso)

Citazioni:

[Turk mostra a J.D. l’anello di fidanzamento destinato a Carla] Turk: Be’?
J.D.: Oooh, è bellissimo. Ma i miei mi ammazzano se sposo un nero.

Episodio 14, Mio fratello, il mio custode

Citazioni:

Come procede, Gandhi? Metterai il velo bianco? (Dr. Cox)

Non è sempre facile fare la cosa giusta. Anteporre i sentimenti altrui ai propri, anche se contrastano con quello che vuoi. Ovviamente ci sono delle conseguenze. Anche se fai la cosa giusta non è detto che le cose andranno per il verso giusto. (J.D.)

Dialoghi:

Dr. Kelso: Ah, Janis Joplin! Santo cielo se era un cesso! Senza offesa giovane, non pensare che io abbia qualcosa contro i brutti.
J.D.: E perché mi dovrei offendere?
Dr. Kelso: Così…

Episodio 15, La sua storia I

Citazioni:

Alla fine tutto si riduce ad una questione di tempismo. A volte hai solo un momento per decidere… e se il momento è giusto e a te sta bene non fartelo sfuggire, la mancanza di tempismo può rovinare tutto. (J.D.)

Devo correre. Stanno riducendo un seno nella tre, e io devo andarli a fermare. (Todd)
Inizio a credere che se mi amasse davvero, lo saprei adesso. Devo fare un passo indietro, e proteggermi, se non voglio soffrire. (Turk)

Il fatto è che tu non sei capace di impegnarti perché significherebbe abbandonare tutte le tue fantasie d’amore inappagato che hai coltivando andando a vedere troppi film con Meg Ryan. È che gli uomini non risolvono tutti i problemi, sono esseri umani e non devi punirlo perché tu sei cresciuta in fretta e non hai mai imparato ad abbandonarti a qualcuno. Lui non è tuo padre chiaro? E poi non è detto che sparisca alla prima difficoltà. E anche se può farti molta paura essere davvero vulnerabile con un’altra persona la cosa più spaventosa è che dentro di te tu sai che questo uomo l’hai scelto e che se scappi da lui adesso scappi dalla persona che avresti sempre desiderato di diventare. (Carla)

Vuoi sapere la mia opinione? Il tuo problema non è che commetti errori… Tu riconosci benissimo le scelte giuste, e poi fai l’opposto, di proposito. Vedi, dietro la spacconeria grossolana che tu ostenti, c’è il paralizzante terrore di accogliere qualcuno nella tua vita. E questo non perché non sei stato amato quando eri piccolo, ma perché nel tuo egocentrismo, l’amore non ti bastava. E tiravi le trecce alle bimbe, e spingevi i bimbi grassi nella polvere, perché nessuno potesse ignorare il piccolo Perry. Be’, il piccolo Perry ora ha 40 anni, ed è così identificato nella sua immagine narcisista e nevrotica di solitario che non riesce a smettere! Continuerai ad allontanare tutti quelli che ti stanno intorno, finché alla fine e, ti prego, fidati di me, non resterà più anima viva. (Analista al Dr. Cox)

Così, hai preso una decisione vantaggiosa per la tua vita privata e professionale? […] Avanti, vorresti dirmi che tu hai ascoltato un altro essere umano? È un grande giorno per me. […] E, Perry… Se c’è qualcuno in quel girone infernale di ospedale che riesce a farsi ascoltare da te, fai quel che puoi per stargli vicino, perché quella persona non è nient’altro che un genio. (Analista al Dr. Cox)

Ci sono milioni di motivi per cui un rapporto può andare a monte. Forse perché non hai le palle per farlo funzionare. Oppure perché sei stufo marcio di fare i salti mortali. Prima o poi mollano tutti. (Dr. Cox)

Ovunque tu stia andando in vita tua, sta sempre attento a Johnny, il paziente con l’Alzheimer galoppante. (Dr. Cox a J.D.)

Dialoghi:

J.D.: Allora, continuerai a proporti?
Turk: Devi saper fiaccare lo spirito di chi ami!

Episodio 16, Il mio Karma

Citazioni:

Buone chiazze dottor Chiazza! (J.D.)

Mi serve un caffè bollente che mi dia sprint alla falcata e che mi trascini le chiappe sul water! (Dr. Kelso)

Certo che nascondo qualcosa! Sono pazza, stupido. Ti ricordi l’altro giorno quando mi hai detto che ero sudata? Be’, ho gridato ogni cinque minuti per mezz’ora dopo che me lo hai detto. Sono insicura da morire. Soffro di panico, claustrofobia, germofobia, fobifobia. Parlo da sola, parlo col mio gatto, parlo con tre diversi psichiatri del fatto che il mio gatto ogni tanto mi risponde con la voce di mia madre. E ieri mattina quando quella stupida infermiera carina ti ha passato i guanti di lattice stavo per uccidere il tizio in barella perché mi ossessionava l’idea di voi due che fate sesso in una cella frigorifera! Perché la cella frigorifera? Perché mio padre aveva una relazione con una macellaia! E come ti accennavo prima sono pazza! Ecco: mi sono aperta! Sei felice? (Elliot)

Tornando a noi, il fatto è che il pipistrello mi ha appena cacciato dalla sua grotta e visto che non ho più il passaporto per la tana del mostro devo chiederti di andare lì ogni tanto e scuoterla col manico di una scopa… tanto per vedere come va. (Dr. Cox)

Sarò troppo New Age ma penso che il karma abbia una forza potente perché penso sincermante che se c’è del cattivo karma in arrivo, be’, non hai scampo. Forse karma vuol dire reagire correttamente, o semplicemente essere quello che si è, in ogni caso c’è di che riflettere… (J.D.)

Episodio 17, Il mio praticante privato

Citazioni:

E finalmente il motivo per cui il Dr Cox e sua moglie avevano divorziato era assolutamente chiaro. (JD)

Dialoghi:

Dr. Cox: Mettiamola così Pivello… Se ti andasse di restare ad aiutarmi con la pericardiocentesi della signora Raily dopo l’orario di lavoro te ne sarei molto grato.
J.D.: Ho un impegno stasera!
Dr. Cox: Oh, quale impegno?
J.D. [Pensando]: Pensa a qualcosa di credibile… È morta mia nonna… No no no, perché se poi muore davvero ti sentirai in colpa, e certo non è più una ragazzina, dovrei chiamarla… Ma quando la chiamo non ho niente da dirle… Certo che ogni tanto potrebbe chiamarmi lei!
Dr. Cox: Pivello!
J.D.: È morta mia nonna!

Pete: Oh be’ sai quando gli prende storto, gli si gonfiano le vene del collo, si agita tutto e inizia a insultarti? Quando ha finito basta che lo fissi dritto negli occhi e gli dici ‘mi scusi stava dicendo qualcosa?’ Non so perché ma funziona fidati.
JD: No ci credo, e dimmi per i nomi femminili come faccio?
Pete: Nomi femminili?
JD: Ah, non fa niente.

Episodio 18, La mia BSC

Citazioni:

Lassie, in seguito alle voci che ti attribuiscono una spiccata tendenza alla zoofilia, ho deciso di smetterla di chiamarti usando i soliti nomi da ragazza e da ora in poi ti chiamerò con il nome del primo cane famoso che mi viene in mente. Ho deciso di cominciare con Lassie perché soddisfa entrambi i requisiti, essendo sia un nome da cane che un nome femminile, quindi dovrebbe aiutarti in questa transizione. (Dr. Cox a J.D. che faceva pratica di baci con il proprio cane impagliato)

Non credo che le persone siano fatte per stare sole, è per questo che se trovi qualcuno a cui tieni sul serio devi lasciare perdere le cose di poco conto, anche se magari non riesci a mollare del tutto, perché niente è peggio che sentirsi soli… pur avendo un sacco di persone attorno. (J.D.)

] Non avvicinarti a me, maniaco! (Laverne)

Apri bene le orecchie, Astro, il grande cane non apprezza il sarcasmo, consideralo un avvertimento. Perchè la prossima volta che ti sento mormorare un’altra patetica battutina acida, ti scruterò nel profondo, scoverò la tua insicurezza più grande e ci punterò un enorme riflettore per il resto della tua vita. (Dr. Cox)

“PIANTATELA PIANTATELA PIANTATELA E PIANTATELA, ok?!?! Ma chi vi credete di essere per darmi dei consigli?!… non fate che lamentarvi dei vostri rapporti tutto il santo giorno!… e tu grande cane puoi ringhiare quanto ti pare tanto non mi fai paura! “Oh no, Jordan si preoccupa solo del bambino” deve essere proprio dura per il Dr. Guardatemi, vero?! GUARDATEMI!! … e voi due?! Che avete da litigare da quando vi siete fidanzati?! Non siete mica la prima coppia a cui capita una cosa del genere… non sarà che avete paura?! E tu, tu… lasciamo stare per un istante che un mese fa mi dicevi che non te la sentivi di uscire con qualcuno perché per me è un vero divertimento starti a guardare mentre cerchi di rovinare un rapporto, dico sul serio… sarò sincero, il mio unico motivo di conforto ragazzi quando sono a casa mia e fisso il soffitto sognando di avere vicino qualcuno con cui parlare, è sapere che nessuno di voi idioti si rende conto di quanto è fortunato!!! (J.D.)

Sono tutti pronti a darti consigli, anche se magari sono più incasinati di te. (J.D.)

Episodio 19, Il mio regno

Citazioni:

A tutti piacerebbe credere che è possibile diventare un’altra persona e cambiare il modo con cui ci vedono gli altri. A volte i cambiamenti non durano a lungo e quando avvengono ti possono mancare le cose che avevi, magari solo un po’. In quanto a me, sono felice di essere come sono, perché io sono John Dorian, il Re degli Allocchi! (J.D.)

Dialoghi:

Elliot: Dr. Cox, mi…
Dr. Cox: Sei inutile, non servi a niente.
Elliot: È vero ma mi sto impegnando di più ultimamente.
Dr. Cox: Barbie, io stavo parlando al computer. Accidenti che autostima!

Dr. Cox: E questa oscenità è il motivo per cui non possiamo permetterci un nuovo computer?!
Dr. Kelso: Be’, in realtà c’è anche l’inutile convegno per cui devo andare a Cleveland. E per inutile convegno intendo torneo di golf, e per Cleveland intendo Hawaii.

Dr. Cox: Hai idea di cosa pensa di te la gente di questo ospedale?
Dr. Kelso: Certe sere vado a letto e me lo chiedo e poi sai cosa mi succede Perry? Mi addormento. E dormo come un ghiro ragazzo mio.

Turk: Non m’importa di quello che pensano di me questi dementi (gli altri chirurghi): Todd si è accampato fuori dal cinema vestito da mago per vedere Harry Potter…
Todd: Cavolo… avevi giurato di non dirlo! C’eravamo dati pure il cinque!
Turk: Todd… Noi ci diamo il cinque per tutto…
Todd: Ma che accidenti stai dicendo! Mi hai fatto arrabbiare ti avverto… [Turk gli porge la mano per battere cinque] Dammi il cinque!

Dr Kelso: Ted. Il dottor Copleman, mi ha appena informato che lascerà l’ufficio di fianco al mio. L’aggravarsi del suo stato di salute gli impedisce di continuare la sua collaborazione.
Ted: Oh poveretto! Dovremmo mandargli un bigliettino?
Dr Kelso: Ma certamente! Vedi se riesci a trovarne uno con scritto: “Storpiato dall’artrite o no, ti voglio fuori dal mio ospedale entro il tramonto così butterò giù il muro e avrò un ufficio gigantesco”.

Episodio 20, La mia interpretazione

Citazioni:

Che vuoi fare, Stephanie, gliela dici tu la verità al nostro amico? Mio Dio, ho soltanto tre settimane e ho già più palle di te, ti rendi conto?! E una mi deve ancora scendere.. (Dr. Cox)

Insomma mi stai dicendo che hai un problema che è soltanto un tuo problema ma vorresti far sì che questo problema diventasse anche un mio problema ma c’è un problema pivello: non è un mio problema! (Dr. Cox)

Io faccio sempre lo stesso identico sogno da anni, ormai: gli tengo la testa sott’acqua finché non sento che l’ultima bollicina non fa… “blup”… (Ted, parlando di Kelso)

Dialoghi:

J.D.: Ascolta, inserviente.. Andrò subito al punto, ho visto il tuo pene e ho notato un possibile melanoma che sarebbe meglio facessi controllare.
Inserviente: Quando hai visto il mio pene?
J.D.: Ieri sera, mentre facevi la doccia..
Inserviente: E tu dov’eri?
J.D.: Nascosto fra i cespugli. È stata solo una coincidenza, voglio dire, se avessi guardato fuori dalla finestra avresti visto il mio pene!
Inserviente: Cosa?? PERCHÈ??
J.D.: Perchè lo tenevo in mano mentre guardavo il tuo..
Dr. Cox: Hai deciso come chiamare questo coso?
Jordan: Penso che lo chiamerò come mio padre…
Dr. Cox: “Evasore Fiscale”?
Jordan: No, Quinn.
Dr. Cox: Non è meglio un nome da maschio come Jack?
Jordan: Forse hai ragione PERCIVAL, Quinn è un nome da femmina.

Episodio 21, La mia regina del dramma

Citazioni:

Quattro chili in una settimana?! Posso farle una domanda: lei vuole farmi esplodere la testa? Perché non può immaginare quanto possa essere frustrante stare qui, lavorando come un matto cercando di gonfiare un microscopico palloncino all’interno di un’arteria ostruita di uno a cui non si chiede altro che farsi.. oh, non lo so… una passeggiata mattutina o un bel piatto di insalata verde fresca e invece si presenta in uno stato del genere… Lo so! lo so! Dovrei fare la parte del “Dottor Mi Interessa Molto”, ma lo sa qual è la sincera verità? Il fatto è questo: ognuno è quel che mangia e chiaramente lei è uscito di qua e si è divorato un ciccione! (Dr. Cox, rivolgendosi ad un paziente in sovrappeso che non segue le cure prescritte)

Volete sapere la verità? Per essere dei bravi medici ed infermiere potete scommettere che avrete dei guai, un sacco. Perché i pazienti sono stupidi e molto spaventati, vogliono essere tenuti per mano: dovete farlo. Altri hanno bisogno di calci in culo ed è vostro dovere darglieli, ma alla fine si tratta soprattutto di capire se avete o no il fegato di dire quello che ritenete in cuor vostro necessario dire. (Dr. Cox)

Dialoghi:

Laverne: Dr. Cox, le va di assaggiare le mie uova alla diavola?
Dr. Cox: No grazie, ho già avuto la diarrea.

Ted: Mi licenzio! (dopo aver riacquistato la fiducia in se stesso ascoltando un discorso del Dottor Cox)
Dr. Kelso: No, niente affatto.
Ted: Beh, vado via prima oggi.
Dr. Kelso: No, tu torni nel mio ufficio e sbrighi tutto il lavoro.
Ted: Bene, ma prima mi prendo una bibita!
Dr. Kelso: Come vuoi. (Ted si allontana trionfante)

Episodio 22, Il lavoro dei miei sogni

Dialoghi:

Ehi Bob, ho un’idea, facciamo così: tu smetti di presentarti qui e noi ti rimpiazziamo con un orologio marcatempo… Ah, e per non sentire la tua mancanza, metteremo un piccolo Bob Kelso a cucù che spunta fuori ogni due minuti e dice: Non ho mai soddisfatto una donna, non ho mai soddisfatto una donna, non ho mai soddisfatto una donna. (Dr. Cox)

Autocinque! (Todd)

E, già che siamo in vena di confessioni Perry: in realtà non sono io la ragazza di cui si parla in My Sharona. Si chiama Sharona. (Jordan)

Dialoghi:

J.D.: Dr Cox…
Dr. Cox: Pivello, se le prossime parole che dici non sono “ci si vede” allora saranno “Oh mio Dio le palle, mi ha dato un pugno sulle palle!”
J.D.: Ci si vede…

Scrubs - Medici ai primi ferri citazioni e dialoghi stagioni Scrubs stagione 3

Terza stagione

Episodio 1, La mia ragazza americana

Citazioni:

D’ora in avanti fammi rispondere solo a Doc, Dottore, Cesare o a Il Pezzo Grosso. Eh noo, non sto scherzando, non scherzo né ora né mai! (Dr. Cox a J.D.)

So che anche solo l’idea di farmi un favore ti provoca un restringimento delle chiappe così forte, che se qualcuno ti infilasse un pezzo di carbone lassù probabilmente potresti cacare un diamante! (Dr. Cox a Kelso)

Quando nessuno ti chiede più aiuto: quello è il fondo del barile. (J.D.)

Ho sempre sognato di essere il padre di un marinaretto gay. (Dr. Cox)

Ti dirò una cosa che mi disse mia nonna quando ero un bambino, anche se allora pensavo fosse mia madre. Mi disse: “Tempo speso a desiderare è tempo perso”. Ed è morta poco tempo dopo. E mia sorella, che in realtà era mia madre, non l’ha mai accettato… Nemmeno il mio papà-fratello… Che domande sono? Se vuoi essere diverso, sii diverso. (Inserviente)

Episodio 2, Il mio viaggio

Citazioni:

Lo so, pasticcino… Questo sarebbe il posto più bello del mondo dove lavorare se non fosse per tutti questi malati. (Dr. Cox)

Cinque mentale! (Todd)

Sono felice se qualcuno vince una battaglia, perché di delusioni qui ne devi ingoiare tante. Forse devi lottare solo per le cose importanti, come per l’orgoglio per quello che fai o l’amicizia. (J.D.)

Carla: Ok, devo fare un annuncio. Abbiamo scelto la data [del matrimonio], diglielo Turk. 24 aprile!
Elliot: Ma dai! La mia è il 25… 2006! [sguardo stupito degli altri] Il posto che piace a me ha una lista d’attesa lunga… Io ci provo!
Turk e J.D. [canticchiando]: Uno, due, tre… Pazzia!

J.D.: Non ci credo che vi sposiate!
Turk: Eh già, vecchio mio.
Dr. Cox: Parlano di nozze! Ma che amorucci! Sentite sorelline Hilton, il signor Queen della 206 si ostina ad avere una clavicola seriamente sfracellata e gli serve un consulto chirurgico. Ora dal momento che è il tuo paziente [rivolto a J.D. e poi a Turk] e che tu sei un chirurgo. Be’, speravo sempre che voi due piccioncine non siate troppo impegnate a scegliere i centrotavola e a decidere una volta per tutte qual è il metodo migliore per attaccare il velo su una zucca pelata. Be’, sarebbe super stupendissimo se andaste a dargli un’occhiatina piccina piccio’.

Elliot: Dottor Cox, questo rossetto mi fa sembrare un clown?
Dr. Cox: Oh… No! Barbie, no! Anzi, ti fa sembrare una prostituta che va esclusivamente con i clown!
Elliot: Oh scusi, errore mio, dimentico sempre che lei è una persona orribile!
Dr. Cox: Oh, è Barbie Battibecco! Miii scusi!

Turk: Fai come vuoi! Posso fare discorsi profondi anche con il Todd!
Todd: Secondo te un gay è arrapato dal suo cetriolo?
Turk: Oh, mio dio.

Episodio 3, La mia balena bianca

Citazioni:

Non dire parolacce davanti al bambino lurido figlio di Minnie! Lo vedi? Adattare… Tu invece ti comporti come un vero squilibrato! (Jordan a Cox).

L’importante è dormire bene la notte, perché hai finalmente affrontato la tua balena bianca […] Non serve un dottore per dirti che una notte di sonno risolve quasi tutto. (J.D.)

Dialoghi:

Pediatra:…dov’è Mister Buffo Pallo?
Dr Cox: Oh, que pasa?
Pediatra: Ho detto dov’è mister buffo pallo?!
Dr Cox:… è in un posto sicuro.
Pediatra: Se gli torci anche un solo capello giuro su Dio che inietto la varicella a tuo figlio.
Dr Cox: Non lo farai…
Pediatra: Lo so… È solo un pupazzo innocente, mio Dio!
Dr Cox: No David, è da collezione!

Elliot: E i tuoi specializzandi?
Murphy: Sì, mi brucia ancora un po’ (l’orecchio), ma almeno adesso ci sento bene!

Episodio 4, La mia serata fortunata

Citazioni:

Dammi un cinque sterile! (Todd)

Lascia che proceda brevemente a illustrarti quella che amo definire La filosofia di Perry:
1) se quello che fa la fila davanti a me al bar non ha deciso cosa comprare quando è arrivato alla cassa, dovrei avere il diritto di ucciderlo;
2) sono quasi sicuro che se da internet togliessero tutta la pornografia resterebbe un solo sito chiamato Ridateci i porno;
3) l’unico modo per essere rispettato come medico, anzi come uomo, è di essere un’isola: nasciamo soli e senza ombra di dubbio moriamo soli. (Dr. Cox)

Il fatto è che, e forse è il caso che te lo appunti… Solo i deboli chiedono aiuto. (Dr. Cox)

Chiedere aiuto non è da deboli. Chi non lo fa ha paura di ricevere un rifiuto. (J.D.)

Dialoghi:

Dr Cox: Accidenti! Quello è davvero un bel casco, principessa…
J.D.: Veramente non è un casco è un supercasco: è più alto. Così non mi rovino l’acconciatura.
Dr Cox: Capisco. Credo proprio che ti farò una ricetta per un paio di testicoli, così potrai sottoporti all’intervento quando meglio credi.

Episodio 5, Il mio “ingombrante” fratello

Citazioni:

Mi dica Dr. Cox, da quanto mio fratello vuole soffocare i vecchietti malati? Dovrei avvertire mia nonna… (Dan)

Ci sono talmente tanti modi in cui potrei risponderti: Mai, neanche tra un milione di anni, assolutamente no, scordatelo, toglitelo dalla testa, niete, negativo, mmhm, naa, noo e naturalmente quello che preferisco in assoluto: l’uomo che cade nel burrone: No… puf…! (Dr. Cox)

Dialoghi:

J.D.: (pensando: Per un medico è importante saper fare quattro chiacchiere) Signor Bobber che cosa vuole insieme insieme al tacchino?
Paziente: Piselli.
J.D.: (pensando: non è facile se il paziente soffre di demenza e dice una parola sola) E da bere?
Paziente: Piselli!
J.D.: E ora per mille dollari e questa sacca di flebo in grado di farla sentire come se avesse di nuovo solo 190 anni: Apelle figlio di Apollo fece una palla di pelle di..?
Paziente: Piselli!
J.D.: Noooo! Mi dispiace signor Bobber! La risposta giusta era pollo purtroppo! Apelle figlio di Apollo fece una palla di pelle di pollo!

Dr Kelso: Scusa tesoro, devo parlarti. Per tutti questi venticinque anni abbiamo solo fatto finta. Una volta ogni due settimane facciamo sesso e poi facciamo colazione senza una parola. Be’… stasera voglio che tu ti metta un bel vestito, perché voglio portarti fuori a cena e voglio finalmente cominciare a dirti tutte quelle cose che non ho mai trovato il tempo di dirti in tutti questi anni… Ti amo anch’io tesoro. [e riattacca]
Ted: Commovente… Davvero, signore…
Dr Kelso: Grazie, Ted. Chiama mia moglie e dille che stasera ho da fare.

Episodio 6, Il mio consiglio per te

Bene, se volete vi racconto come finisce: il Dr Phil dice: “E allora, vuole dirmi come si sente adesso cara signorina?” e la grassona si mette a piangere “Ueè”. D’accordo… sono sicuro che vi state domandando perché ho accettato l’incarico di direttore sanitario visto il mio disprezzo per… be’… per tutti voi… Sarà per i quattro dollari in più in busta paga o sarà perché ho così finalmente l’opportunità di cambiare le cose in questo posto infernale???… È solo per i 4 dollari, credetemi. E visto che il mio stipendio dipende dal fatto che voi, branco di pecore, facciate il vostro dovere, volevo dirvi che questo è il momento giusto per precipitarvi al lavoro, così potrò continuare a pagarmi gli antidepressivi che mi fanno stare così allegro… ANDATE! (Dr. Cox, spegnendo la TV che stanno guardando gli specializzandi)

Non voglio sentire niente di ciò che esce dalla bocca di quell’uomo, a meno che non sia : “Oh mio Dio! Sto morendo! Ecco, sto andando verso la luce ma, un momento! C’è qualcosa di sbagliato, questo è l’Inferno! Ciao Hitler! Ciao Mussolini! Capitan Harlock… Che ci fai qui?” (Dr. Cox)

Dialoghi:

Dr. Kelso [Rivolto al Dr. Cox]: Perry, il fatto che questi ragazzi stiano ronzando intorno a quest’unica paziente mi fa pensare che tu gli abbia detto di ignorare un mio espresso ordine!
Dr. Cox: Bob Kelso! Questo non è assolutamente vero! Io gli ho detto di ignorare OGNI tuo espresso ordine!
Dr. Kelso [Rivolto agli assistenti]: Sì, lo so che siete convinti che io sia un mostro senza cuore, però se vostra nonna fosse qui non vorreste che il suo medico si dedicasse a lei quanto a qualunque altro paziente?
J.D.: Nonna Dorian o Nonna Hobbs? Perché Nonna Hobbs alcune volte è un po’ razzista…
Dr. Kelso: Nonna Dorian.
J.D.: È morta.
Dr. Kelso: Il punto è che a volte ciò che è bene per questo ospedale è anche un bene per i nostri pazienti. Lo so io, lo sapete voi e, indovinate, lo sa anche il Dr. Cox… anche se non lo ammetterà mai solo perché l’ho detto io.
J.D.: Le cose non stanno così.
Dr. Kelso [Rivolto al Dr Cox]: Perry! Qui fa un caldo infernale.
Dr. Cox: Si gela.
Dr. Kelso: È buono questo caffè.
Dr. Cox: Pipì di ratto.
Dr. Kelso: Il Dr. Murphy è un leccapiedi incompetente.
Dr. Cox: Oh Bob! È uno dei migliori dottori con cui io abbia mai lavorato.
Dr. Kelso [Rivolto a J.D.]: Il teste è suo.

J.D.: Così anche ai neri vengono gli occhi neri eh! Non credevo…
Turk: Non ne avevo uno così da quando tua nonna Hobbes mi tirò un sasso…
J.D.: Pensava che tu fossi un ladro!

Carla: Turk… Non ti dispiace se ogni tanto io e Marco parliamo un po’ in spagnolo vero?
Turk [invertendo l’ordine delle parole delle frasi]: Piccola… No che certo ma! Pure fate! Svigno io me la tanto perché… Ciao! Anche noi abbiamo un linguaggio segreto ah!
Marco [in spagnolo]: Che ha detto?
Carla: Non ne ho idea.
Marco e Carla: Imbecille.

Carla: Che ci fa una frittella nel cassetto delle posate?
Turk: Che ci fanno delle posate nel cassetto delle frittelle?!

Dr. Kelso [Rivolto al Dr. Cox]: Stai perdendo il controllo, eh? Cerca di capire: ho temuto che un gruppo di giovani dottor Cox invadessero le corsie intenzionati a chiamarmi Bob e a radermi i genitali quando perdo i sensi alla festa di Natale.
Dr. Cox: Le tradizioni sono tradizioni, Bob!
Dr. Kelso: Già!

Episodio 7, I miei 15 secondi

Ascolta Pemmy, riguardo la tua vita sentimentale, normalmente non mi importa da chi ti fai sbattere accanto al caminetto mentre la tua bocca sussura “Ti prego no, no!” ma i tuoi occhi gridano “Sì! Oddio come è grosso sì! Sì!” ma il fatto che tu esca con la sorellina di Jordan mi costringe a frequentarti anche fuori dall’ospedale e questo non mi va proprio, perciò ecco come stanno le cose: non voglio uscire a cena con te, non voglio andare al bowling con te, non voglio assolutamente più entrare nella mia cucina e sentirti cantare “EHI! WEY! MAMMA MIA! MAMMA MIA! La frittella nel piatto è mia!” (Dr. Cox)

Saremo amicissimi per supersemprissimo se terrai la tua faccia lontanissimo dalla mia! (Dr. Cox)

Smettila, mi ricorda il mio bacio più eccitante, la luna di miele con te, il mare che mi accarezzava i fianchi… mi sa che tu eri al bar. (Jordan)

Dialoghi:

Danni [Rivolta a J.D.]: Che ci fai qui!?
Dr. Cox: L’ho invitato io… Insomma, dopo aver detto quelle cose l’altra sera mi sono sentito molto… ah… be’…
Jordan: In colpa!
Dr. Cox: No!… Non in colpa!
J.D.: In colpa?
Dr. Cox: Sì, è esatto… non mi piace darle ragione.

Episodio 8, La mia amica medico

Sto in posa cosa così il tuo ragazzo può farmi una foto e metterla nel suo album “Persone che mi hanno fatto sentire una femminuccia”! (Dr. Cox)

Carla, ho un figlio di sei mesi, diventerò uno di quei vecchi strambi che portano il figlio al parco e tutti mi guarderanno chiedendosi: mm… sarà il padre, sarà il nonno, sarà il nonno del padre del nonno? Oh mio Dio, ma perché sta spingendo un nano da giardino sull’altalena mentre il suo bambino di cinque anni è per terra che piange? Sta forse facendo uno scherzo al bambino? No, è che neanche riesce a vederlo il bambino e, ora, guarda… prende il nano da giardino, lo mette nella station wagon e se ne va, mentre il suo bambino piange e il nano da giardino se ne sta seduto tranquillo a guardare Alla ricerca di Nemo in DVD. (Dr. Cox)

Alcuni cercano di sfuggire a quello che sono; altri, infine, si accettano per quello che sono. Ma a volte sono i momenti duri quelli che ti aiutano a capire cose sei diventato. (J.D.)

Dialoghi:

Dr. Wen: Mia moglie si è rotta tutte e due le gambe.
J.D.: Forse Buddha ha voluto dire a sua moglie di andare un po’ più piano..

Episodio 9, Il mio sporco segreto

Citazioni:

Lascia che ti racconti una storia, inizia ogni mattina alle 5, l’ora in cui tu ti stai facendo la messa in piega per venire al lavoro… quando ad un certo punto vengo svegliato da un tremendo suono… è forse un gatto sventrato con un coltello da pescatore? No, è mio figlio! Ha fame, ed è talmente pieno di cacca che sto pensando che dovrei assumere uno stalliere ma vado avanti, mi dò da fare perché lo adoro e perché, caspita, mi conosci, sono un filantropo e… corro in ospedale, dove la mia coppa è ricolma sia di colleghi di qualità come te, per esempio, o qualcosa come un autobus nell’ora di punta pieno di malati. Ma per la miseria, mi pagano più o meno quanto uno che spacca sassi con un sasso e lavoro solo 3 o 400 ore a settimana, quindi in fondo non posso davvero lamentarmi… e poi me ne vado a casa, dove mi accoglie il sottile aroma di vomito infanitile, in una casa che di solito odorava di… niente! Niente! Già, in effetti non aveva assolutamente nessun odore, e tutto ciò che voglio fare prima di ricominciare con quel glorioso ciclo è soltanto stendermi sul divano, guardare un programma sportivo con una birra in mano, e, se non sono troppo sudato per il duro lavoro, mettermi una mano nei pantaloni, ma… a quanto pare questo non è quello che Jordan definisce “fare la mia parte”! (Dr. Cox)

Forse il piccolo sporco segreto riguardo al sesso è che non è così sporco.. (J.D.)

Dialoghi.

Dr Kelso: Dr Murphy. Descrivimi lo stato clinico in cui si trova il tuo paziente, il signor Eronson.
Murphy: Ha una Miocardiopatia Dilatativa complicata da un’ipertensione polmonare piuttosto grave.
Dr Kelso: Sbagliato. È morto.

Episodio 10, Le mie regole

Ehi Bob, quando il principe delle tenebre ti richiamerà a casa, ti prego.. promettimi che donerai il tuo corpo alla scienza. E non intendo la scienza medica, ma la NASA. Perché quando tutti quei cervelloni avranno rinunciato a cercare di capire com’è fatto un buco nero, guardando quello spazio dove un tempo ci sarebbe dovuto essere il tuo cuore, diranno finalmente sollevati: “Oh, che sciocchi… Ecco com’è fatto!” (Dr. Cox)

Carla, devi essere paziente. La chirurgia non è così facile come può apparire… Diamine! Fai l’incisione, tagli l’arteria sbagliata, ti fai prendere dal panico, crolli singhiozzante in un angolo… e dopo tutto questo ti lavi e controlli la lista per sapere chi devi ammazzare dopo pranzo. È massacrante. (Dr. Cox)

Hey campione sai chi ha due pollici e non ti ascolta neanche? [indicandosi coi suoi pollici] …Bob Kelso! (Dr. Kelso)

A volte dimentichiamo che le regole hanno un senso; altre volte, be’, le regole vanno infrante. E una volta ogni tanto devi dimenticare tutte le regole e pensare che andrà tutto bene. (J.D.)

Dialoghi:

Dr Cox [Parlando tramite l’interfono a Turk, che si trova in sala operatoria]: Benvenuto a Chirurgo Fried Chicken! Cosa desidera ordinare?… Sì, ehm, pensavo ad una semplice operazione chirurgica senza complicazioni inattese, è possibile? Oh mi dispiace, purtroppo le abbiamo terminate ma, se ha un bambino, può provare uno dei nostri fantastici menù infezione a soli 7000 dollari. Può pagare all’altro sportello…
Turk: Comincio ad essere stanco…
Dr Cox: Oooh mi spiace molto! Hai detto qualcosa?! Perché ho deciso di tenere il dito premuto sul bottone così da non sentire nulla di quello che dite là dentro… ma per correttezza farò io anche la tua parte di conversazione, è una cosa del genere: Bla bla, bla bla bla, bla bla bla, bello molto hip hop! Bla bla, bla bla bla…

Episodio 11, Il mio taglio netto

È incredibile quanto mi sento a mio agio a parlare con te in questi ultimi mesi. Voglio dire, se quel giorno non fossi passato per caso al Festival del Rinascimento e non avessi scoperto che il mio strizzacervelli, l’uomo a cui raccontavo tutti i miei segreti più intimi, ama… ama mettersi una barba gigante e fingere di essere un fabbro ferraio… Que… quello che voglio dire è che mi succede qualcosa ultimamente. Sto dormendo di più e sto bevendo un po’ meno. Faccio perfino complimenti alla gente. (Dr. Cox a suo figlio)

Mi piace pensare che il motivo per cui i pazienti scelgono il Sacro Cuore non sia solo per le voci infamanti che faccio circolare sul conto degli ospedali concorrenti, ma anche perché quando vedono uno dei nostri medici pensano: “Accidenti questo è un vero professionista!” (Dr. Kelso)

In questa aula c’è abbastanza intelligenza da illuminare una città. Non una vera città, badate. Diciamo una minuscola cittadina in cui gli amministratori hanno appena approvato leggi sul risparmio energetico estremamente restrittive. (Dr. Cox)

Prima di tutto voglio dirvi: grazie. Negli ultimi due mesi ero andato alla deriva, perso in un mare di cuccioletti, pucci-pucci, lecca-lecca e, diciamo la verità, mediocri metafore. Ma voi siete stati così gentili da mandare a puttane ogni mio tentativo di insegnarvi una procedura che può decidere se qualche povero idiota di paziente vivrà o morirà e questo mi ha fatto ricordare una cosa che volevo ricordare a tutti voi. Perché sono io a rendere conto… io devo rendere conto di questo devastante, incontestabile dilettantismo che continuate a trascinarvi dietro in questo ospedale dalla mattina alla sera. E credetemi quando vi dico che la prossima volta che uno di voi, perenni delusioni, non avrà neanche la semplice decenza di cercare di fare meglio qualcosa che avreste già dovuto saper fare. Vi getterò fuori di qui in dieci secondi e me ne basteranno altri cinque per cancellarvi dalla mia memoria. (Dr. Cox)

Ognuno affronta i problemi a modo suo: c’è chi si espone per difendere un amico… e la fa franca… e c’è chi deve discuterne con qualcuno. (J.D.)

Io… io lo so cosa mi vuoi dire, credimi, lo so. Perché mai a un uomo civilizzato, raffinato e importante quale sono io dovrebbe fregare anche lontanamente qualcosa se un mucchietto di mediocri dottorini col mocio al naso hanno paura di lui. Giusto? Ahm… sfortunatamente io so insegnare solo attraverso la paura e lo dico a te perché so che questo mio piccolo difetto influenzerà inevitabilmente la tua vita. (Dr. Cox a suo figlio)

Madre di Bradley: Ciao Tesorino, visto che hai tantissime palle e che troppi giochi possono essere iperstimolanti per un bambino, Bradley si chiedeva se potevi prestargliene una per giocare.
Dr Cox: È curioso, perché Jack si stava giusto chiedendo perché quella stramba signora, che per un’ora ha fumato come una ciminiera e parlato al cellulare mentre suo figlio mangiava terra, sarebbe andata da due totali estranei a elargire consigli educativi.
Jordan: Oh… e mi ha anche ringraziato per non averlo chiamato Bradley!

Turk: Devi capire una cosa: se un uomo trova attraente una donna, ci va a letto anche se la odia. Se Tyra Banks mettesse sotto con la macchina mia madre e poi mi offrisse di fare sesso con lei, dovrei chiamare l’ambulanza nudo perché mi sarei già tolto le mutande.
Carla: Carino… con tua madre là in agonia..
Turk [rivolto a J.D.]: Diglielo!
J.D.: Ma non muore mica… Tyra usa le sue conoscenze e convince gli scienziati del governo a trapiantare il cervello della mamma di Turk nel corpo di Heide Klum, lei si innamora di me e viviamo tutti insieme.
Turk: All’inizio sarebbe strano, ma mi adatterei, perché le voglio bene.
J.D.: Anch’io le vorrei bene.

Episodio 12, Il mio superdottore

Aspettati l’inaspettabile e non avrai sorprese. (Dr. Casey)

Se c’è una cosa che ho imparato lavorando in questo ospedale è che non bisogna stuzzicare il boss… O il cuoco, perché in entrambi i casi finisci per mangiare merda. (Elliot)

Ognuno ha le sue croci J.D. e io non voglio essere quello che le scarica su qualcun altro. (Dr. Casey)

Ammettere le proprie croci è già una mezza vittoria […] Eppure è incoraggiante guardarsi intorno e vedere cosa devono affrontare le altre persone. (J.D.)

Dialoghi:

Dr. Casey: Ehi J.D. ci facciamo una birra stasera?
J.D.: Lei crede che un pollo non vorrebbe volare?
Dr. Casey: Non lo so…
J.D.: Io credo che vorrebbe!
Dr. Casey: Sì, anch’io.

Dr. Casey: Bel Posto, ha quell’odore di vomito e noccioline!
J.D.: Sì, mi ricorda la mia prima ragazza… era una giostraia.

J.D.: Dottor Cox, mi servirebbe un po’ d’aiuto.
Dr. Cox: Beyoncé a te serve tanto aiuto. Ma, ehi, dobbiamo tutti arrangiarci con quello di cui Dio ci ha fornito, a meno che non ti bussi alla porta lo staff al completo di chirurgia plastica. Ma credo che anche a loro mancherebbe il coraggio di migliorare questo disastro umano.

Episodio 13, Il mio gabinetto sul tetto

Citazioni:

[Rispondendo a Kelso sulla provenienza di strani rumori nell’ospedale] Se era “Vengo da una terra lontana dove si impara bene a saccheggiare”… non guardate me. (J.D.)
[Riferito al gabinetto sul tetto] Questo è il mio Everest. (Dr. Kevin Casey)

Se c’è qualcosa che sai di saper fare, che sia intubare un paziente o usare un gabinetto all’aperto, e la tua mente continua a impedirtelo, ora sai di poterlo superare. (Dr. Kevin Casey)

Dialoghi:

Dr. Casey: [Riferendosi al gabinetto sul tetto] Ma chi vuole che lo usi?
Inserviente: Sta scherzando?! Oh cavolo, cerchi di immaginarselo: se ne sta qui, all’aria aperta, poi si siede e fa il punto della sua vita. Ho avuto più di una rivelazione su questo coso. Non puoi guardarti nell’anima laggiù in quei cessi infestati di germi.

Episodio 14, Il mio disastro

Citazioni:

Questa è la morale… potresti scoprire che la cosa che odi tanto, è la stessa che ti manca da morire quando non c’è. (Bob. Kelso)

Ci sono molti modi diversi di accettare: accettare di mostrare il proprio lato buono una volta ogni tanto o accettare qualcuno che ami così com’è. Ma alla fine l’importante è accettare che per quanto ti senta solo, per quanto sia doloroso, con l’aiuto di chi ti è vicino ce la potrai fare. (J.D.)

Dialoghi:

Jordan: È il primo compleanno. Deve essere speciale, ci sarà uno zoo tattile per i bambini e dobbiamo pensare a qualcosa per gli adulti.
Dr. Cox: Che ne dici di una roulette russa ma con questa variante: mettiamo un caricatore completo così potranno vincere proprio tutti!

J.D.:è prevista una pignata? devo saperlo per portarmi il casco!
Jordan: Ababa! bocca cucita! please! la sola ragione per cui ti abbiamo invitato è che per qualche strana ragione possiedi già un costume da spongebob!
J.D.: è un regalo… (da parte di me stesso).

Episodio 15, Il mio mentore tormentato

Tutti noi siamo destinati a morire prima o poi. Per pochi fortunati sarà una cosa veloce ma per gli altri sarà una faccenda lenta e dolorosa come una conversazione con te. (Dr. Cox a J.D.)

Non ficcare alcuna parte del tuo corpicino nei miei affari! Dammi retta: non hai niente da guadagnarci pivello! Perché anche se ti imbarcassi per l’angolo più remoto dell’oceano e riuscissi a ripescare in tempo il mio corpo mezzo affogato per liberarmi i polmoni dall’acqua e sottrarmi dall’abbraccio della morte sarei comunque infuriato! Perché la prima faccia che rivedrei sarebbe la tua! (Dr. Cox a J.D.)

Ci sarà sempre uno scontro di potere tra i sessi..e a volte l’uomo deve arrendersi. A volte basta fare un passo nella direzione giusta e ogni tanto, anche se può sembrare banale, l’uomo deve prendersi cura della donna. (J.D.)

Episodio 16, La mia farfalla

Citazioni:

Devo comprare un washboard a Turk. (J.D.)

Devo imparare a suonare il banjo. (J.D.)

La cosa peggiore è pensare a che sarebbe successo se le cose fossero andate diversamente. (J.D.)

Io non credo nel destino, molto dipende da noi e ad ogni azione corrisponde una reazione, dopotutto, anche l’evento più insignificante come il battito d’ali di una farfalla può cambiare ogni cosa, a volte in meglio, anche se all’inizio non sembra. Ma con tanta parte della vita affidata al caso non puoi fare a meno di chiederti: “E se fosse andata in un altro modo?” (J.D.)

Alla fine impari a far tesoro di quelle che volte che va tutto bene e a consolare quelli che ami quando va male e soprattutto ad accettare il fatto che certe cose non dipendono da te. Ma con tanta parte della vita affidata al caso non puoi fare a meno di chiederti: e se fosse andata in un altro modo? (J.D.)

Dialoghi:

Dr. Cox: Carol lo so che sei elegantissima nel tuo camice blu mare ma si può sapere perché ogni volta che metto piede qui dentro devo trovarmi te davanti che mi sommergi di parole?!
J.D.: Ho detto solo buon giorno.

Episodio 17, Il mio non-tradimento

Citazioni:

Dio, la mia infallibilità comincia a pesarmi, richiamami! (Dr. Cox)

Osare significa esporsi ad un rischio e, dunque, rendersi vulnerabili. (J.D.)

È dura perdere per la prima volta ed è anche peggio quando è la centesima. (J.D.)

È incredibile come un piccolo gesto possa riuscire a rimediare tutto. (J.D.)

Episodio 18, La sua storia II

Citazioni:

Hey! Elliot ha proprio un bel culo per essere una bianca! Piantala! Se hai paura di sposarti non è un buon motivo per ridurre ogni donna ai suoi attributi fisici! [arriva il primario di chirurgia, la Dr.ssa Miller] Oh… Il mio nuovo cattivissimo capo con il suo incredibile seno-sedere-piedi… Adoro i piedi! (Turk, pensando)

Per recuperare una giornata niente di meglio che una birra fresca con un amico. (J.D.)

È un mistero come una donna abbia il potere di farti impazzire ogni volta. (J.D.)

Devi avere fiducia che la donna perfetta ti guiderà sempre nella direzione giusta. (J.D.)

Episodio 19, La mia scelta delle scelte

Citazioni:

Arriva il giorno in cui devi prendere una decisione: può essere una scelta professionale o una scelta personale, ma è sempre una questione di integrità. Si tratta di seguire ciò che vuoi veramente, anche se devi dimostrare che c’è qualcuno a cui tieni..e a volte devi fare solo ciò che è giusto per gli amici, anche se vuol dire sacrificare la propria felicità. Alla fine conta solo essere orgogliosi della decisione presa. (J.D.)

Dialoghi:

Jordan: Oh mio Dio, ti sei preso una cotta?
Dr Cox: Chi si è preso cosa?
Jordan: È talmente lampante! Abbiamo un figlio meraviglioso, finalmente c’è una certa armonia fra noi, ma questo è troppo noioso per te, troppo bello! Perciò devi rovinare tutto, giusto? Bene, bravo-bravo Perry.
[Jordan esce di scena lasciando da solo il dr Cox che ora parla con Dio]
Dr Cox: Lo so, che dici di amarci tutti allo stesso modo, ma è una bugia, vero? Ti ho beccato grande capo.

Episodio 20, Il mio difetto

Elliot, ogni anno noi ci ricaschiamo e non ho mai avuto il coraggio di dirti quello che provo. Sono pazzo di te. E se dovessi scegliere tra spassarmela con chiunque altro al mondo o rimanere a casa con te, mangiare una pizza e guardare una schifezza in TV, sappi che sceglierei sempre te. (J.D.)

Voglio quello che non posso avere e quando l’ho ottenuto non lo voglio più. (J.D.)

Le cose possono cambiare in un attimo. (J.D.)

È incredibile come il più piccolo gesto possa salvarti dal baratro. La cosa strana dell’amore è che non sai mai come andrà a finire. (J.D.)

Dialoghi:

Primario di chirurgia: Dovremo entrare da dietro.
Todd: Aaaaah! Ne valeva la pena.

Dr Kelso: Avrei bisogno della tua opinione.
Dr Cox: Sì, con quei pantaloni sembra che tu soffra di meteorismo.
Dr Kelso: Perry, ti dirò la stessa cosa che dissi a un comico che vidi in un locale di spogliarelli: “Non sono qui per ridere”.

Episodio 21, Il mio esame di coscienza

Citazioni.

Non do molto credito a tutte quelle sciocchezze new age: una volta ho visto mia madre stendere mio padre con una padellata in testa e sai che ho fatto? Ho continuato a godermi la mia festa di compleanno! (Dr Cox)

Pensavo seriamente all’amore, a come a volte sia difficile da comprendere..altre volte l’amore è visibile a chiunque. (J.D)

Episodio 22, Il matrimonio del mio migliore amico

Spesso le cose, alla fine, non vanno esattamente come vorremmo. A volte il destino è dalla nostra parte, altre volte, be’, quel che è fatto è fatto… ma devi convincerti che quello che deve accadere, accadrà. Comunque, in qualche modo, finisci sempre con la persona giusta per te. (J.D.)

Segue: stagioni 4-8 Scrubs – Medici ai primi ferri citazioni e dialoghi

Scrubs - Medici ai primi ferri J.D. Elliot Zach Braff, Sarah Chalke, Donald Faison, Judy Reyes, John C

Il sesso ed il cinema

Il sesso ed il cinema

Il sesso ed il cinema Donnie Darko Richard Kelly con Jake Gyllenhaal, Maggie Gyllenhaal, Mary McDonnell, Noah Wyle, Drew Barrymore, Patrick Swayze, Holmes Osborne streaming 55Il sesso ed il cinema, cosa pensano gli attori e i registi del sesso

Il sesso è un modo di comunicare senza parole. (Maggie Gyllenhaal)

A differenza di Freud io non credo che il sesso sia la cosa più importante. È più facile che incidano sulla psicologia il freddo, la fame e la vergogna della miseria. (Charlie Chaplin)

Il sesso è importante e non solo perché ci dà piacere, ma anche per la riproduzione, per le responsabilità che abbiamo nei confronti delle generazioni che seguiranno. Secondo me il sesso è un dovere sociale. (Vincent Cassel)Il sesso ed il cinema Charlie Chaplin tempi moderni Modern TimesL’aspetto che più mi piace dei lupi è che il capo branco può fare sesso con tutte le femmine. (Jack Nicholson)

Per avere successo con l’altro sesso, dille che sei impotente. Non vedrà l’ora di confutarti. (Cary Grant)

È facile togliersi i vestiti e fare sesso. Le persone lo fanno continuamente. Ma aprire la tua anima a qualcuno, lasciarlo entrare nelle tue paure, nel tuo futuro, nel tuo sorriso, questo è essere nudi. (Marilyn Monroe)

Il sesso ed il cinema Marilyn Monroe SexyIn fondo la gente non vuole il sesso, vuole soprattutto poterlo raccontare. (Edwige Fenech)
Ho soltanto due regole per mia figlia appena nata: si vestirà bene e non farà mai del sesso. (John Malkovich)

Vorrei fare un film con molto sesso. Dio mi è testimone che tra mogli e amanti non mi è mai mancata la pratica: è ora di sfruttarla. (Sylvester Stallone)

Tutti veniamo alla luce con la nostra sessualità, grazie a Dio, ma è un peccato che così tanta gente disprezzi e soffochi questo dono naturale. L’arte, la vera arte, viene da lì, come ogni cosa. (Marilyn Monroe)

Se tu hai una vagina e una capacità in questa città, ecco questa è una combinazione letale. (Sharon Stone)

Il sesso ed il cinema Basic Instinct con Michael Douglas, George Dzundza, Jeanne Tripplehorn, Sharon Stone sexy leg crossing streamingSedurre è come scrivere una bella canzone, tutto tecnica e ritmo, tecnica e ritmo. Il talento dell’ironia è una freccia supplementare che non sempre potete avere al vostro arco. (Paolo Sorrentino)

È sporco il sesso? Solo se è fatto bene. (Woody Allen)

Il sesso sano e lussurioso è magnifico. (John Wayne)

L’amore è la risposta, ma mentre aspettate la risposta, il sesso può suggerire delle ottime domande. (Woody Allen)

La differenza tra l’amore e il sesso, è che il sesso allevia le tensioni e l’amore le provoca. (Woody Allen)

Il sesso ed il cinema Nove settimane e mezzo (9½ Weeks) Adrian Lyne con Mickey Rourke, Margaret Whitton, Karen Young, Christine Baranski, Kim Basinger sexy striptease streamingRitengo sia da selvaggi fare l’amore nudi. (Kim Basinger)

Il sesso fa parte della natura, e io seguo la natura. (Marilyn Monroe)

Fin da quando avevo sei anni mi sono sentita sexy. E lasciate che vi dica che fu un inferno, un puro inferno, dover aspettare per poter fare qualcosa a riguardo. (Bette Davis)

Un sex symbol diventa un oggetto, questo è il guaio. Ma se dovessi essere il simbolo di qualcosa, preferirei esserlo del sesso piuttosto che di tante altre cose di cui esistono simboli. (Marilyn Monroe)

Il sesso ed il cinema True Lies di James Cameron con Arnold Schwarzenegger, Tia Carrere, Bill Paxton, Eliza Dushku, Charlton Heston, Jamie Lee Curtis sexy striptease streamingContinuo a considerare la masturbazione come il miglior passatempo possibile. (Jamie Lee Curtis)

Ho perso la verginità a 18 anni. Era ora. Avevo scelto un ragazzo italiano cattolico. Sono stata obbligata a supplicarlo. (Sharon Stone)

Io amo sedurre: visto che non lo faccio nella vita privata, mi piace farlo in scena. (Monica Guerritore)

Penso che sia divertente che fossimo più liberi in materia di sesso nel quarto secolo AC. Ed è anche un po’ sconcertante. (Angelina Jolie)

Il sesso ed il cinema Angelina Jolie, addio al cinema dopo Cleopatra Angelina Jolie sexy feetUna nazione senza bordelli è come una casa senza bagni. (Marlene Dietrich)

Io ricordo il mio primo rapporto sessuale perché ho conservato la ricevuta. (Groucho Marx)

Gay o etero, per me non fa nessuna differenza. Il sesso è sesso, per quanto mi riguarda. A qualcuno piace il sesso opposto e a qualcun altro il proprio. L’identità sessuale è un dato incomprensibile, quasi quanto il successo del telefilm Hazzard: non c’è da rompercisi la testa, è così e basta. Qualcuno graviterà nella sfera di Daisy Duke, altri saranno irresistibilmente attratti da Boss Hogg. (Kevin Smith)

Preferisco fare del buon sesso a casa e recitare tutta vestita. Si può essere sexy anche vestite. (Sharon Stone)

Il sesso ed il cinema Basic Instinct Paul Verhoeven con Michael Douglas, George Dzundza, Jeanne Tripplehorn, Sharon Stone sexy streaming 21Diventando più vecchio apprezzo di più tante cose, per esempio gli alberi; quando ero giovane mi interessavano solo le macchine, gli aerei e le ragazze, adesso mi interessano gli alberi, le macchine, gli aerei e le ragazze. (Francis Ford Coppola)

Il sesso con l’amore è forse la cosa più bella che ci sia, ma anche senza amore non è malaccio! (John Travolta)

Quarantacinque anni a masturbarmi, e continuo senza avere forza nella mano. (Billy Wilder)

Il sesso è la più splendida forma di piacere che Dio abbia regalato agli uomini. Sporcata però, e a volte considerata obbrobriosa, dalla cultura del potere che governa ogni società. (Tinto Brass)

Il sesso ed il cinema Pulp Fiction streaming con Uma Thurman, Samuel L. Jackson, Bruce Willis e Christopher Walken di Quentin TarantinoSulla scena mi piace sgocciolare sesso, far diventare matti gli uomini: ma nella vita quotidiana sono una brava ragazza. (Uma Thurman)

Mi sono divertita un sacco, girando il mondo, conoscendo gente straordinaria e facendo sesso selvaggio. (Pamela Anderson)

Il segreto di un buon matrimonio è tenere le liti pulite e il sesso sporco. (Michael J. Fox)

Secondo un nuovo sondaggio, le donne dicono che si sentono più a loro agio spogliandosi davanti agli uomini che non davanti alle donne. Dicono che le donne giudicano troppo, mentre, naturalmente, gli uomini sono semplicemente grati. (Robert De Niro)

Il sesso ed il cinema Taxi Driver streaming di Martin Scorsese con Robert De Niro, Cybill Shepherd, Jodie Foster, Peter Boyle, Harvey Keitel 40L’America sta diventando una piatta società di vegetariani, astemi e puritani. Io credo nella carne rossa, nel vino e nelle donne. (Jack Nicholson)

Coito ergo sum. (Dino Risi)

Se nella seconda scena ho ancora le mutande addosso penso subito che mi abbiano mandato il copione sbagliato. (Mel Gibson)

Forse le donne sanno fingere gli orgasmi. Ma gli uomini sanno fingere intere relazioni. (Sharon Stone)

Il sesso ed il cinema Basic Instinct con Sharon Stone, Michael Douglas, George Dzundza, Jeanne Tripplehorn streaming 2Il sesso ed il cinema, cosa si dice sul sesso nei film:

Quanto all’amore, cosa volete che vi dica? Mi spiego, non è la quantità dei tuoi rapporti sessuali che conta, ma la qualità. D’altro canto, se la quantità scende al di sotto di una volta ogni otto mesi, è il caso di farsi dare una controllatina. E questo è, più o meno, tutto. (Boris, Amore e guerra)

Il sesso è stata la cosa più divertente che ho fatto senza ridere. (Boris, Amore e guerra)

Beh, ecco… e guarda che non ci sto provando in nessunissimo modo. Uomini e donne non possono essere amici, perché il sesso ci si mette sempre di mezzo. (Harry Burns, Harry ti presento Sally)

Il sesso ed il cinema Harry ti presento Sally streaming di Rob Reiner con Meg Ryan, Billy Crystal, Carrie Fisher, Bruno Kirby 20Ci sono uomini eterosessuali e uomini bisessuali e uomini che non pensano affatto al sesso e allora fanno l’avvocato. (Boris, Amore e guerra)

No, no no no no, non l’ho mai detto! … Sì, hai ragione, non possono essere amici. Cioè, se tutti e due stanno con qualcun altro allora sì, è l’unico emendamento alla regola d’oro: “Se due persone stanno con altri la possibilità di un coinvolgimento diminuisce”. E non funziona lo stesso, perché allora la persona con cui stai non capisce perché devi essere amico della persona di cui sei solo amico, come se mancasse qualcosa al rapporto e dovessi andare a cercartelo fuori. E quando dici “no, no, no, non è vero, non manca niente al rapporto”, la persona con cui stai ti accusa di essere segretamente attratto dalla persona di cui sei solo amico, il che probabilmente è vero. Insomma parliamoci chiaro, vale la regola d’oro, si abolisce l’emendamento: uomini e donne non possono essere amici. Vieni a cena con me? (Harry Burns, Harry ti presento Sally)

Il sesso ed il cinema Harry ti presento Sally streaming di Rob Reiner con Meg Ryan, Billy Crystal, Carrie Fisher, Bruno Kirby 40Cara, tu confondi il sesso con il dormire… Dormire è una cosa che preferisco fare da solo. (Harry Sanborn, Tutto può succedere – Something’s Gotta Give)

Io non riesco neanche a reggermi in piedi. Ci vorrebbe una carica vitale che io non ho per girare a testa alta. Quando faccio l’amore… ecco sì, nell’amore c’è questa tensione. Solo l’amore mi da questa forza. (Maddalena, La dolce vita)

Io non so di preciso cosa si richieda che io dica per poter avere un rapporto sessuale con te, ma non potremmo supporre che io l’abbia detto? Essenzialmente parliamo di uno scambio di sostanze fluide, quindi non potremmo passare direttamente al sesso? (John Nash, A Beautiful Mind)

Il sesso ed il cinema a beautiful mind Ron Howard. With Russell Crowe, Ed Harris, Jennifer Connelly, Christopher PlummerIo ti trovo attraente. Il tuo atteggiamento seduttivo significa che tu provi la stessa cosa, seppure il rituale richiede che noi continuiamo con un certo numero di attività platoniche prima di fare sesso. Io sto procedendo con queste attività, ma quanto al fatto concreto, tutto ciò che voglio è avere un rapporto sessuale con te il prima possibile. (John Nash, A Beautiful Mind)

Per fare l’amore le donne cercano una ragione, agli uomini basta un letto. (Mitch, Scappo dalla città – La vita, l’amore e le vacche)

L’amore penetra nel profondo, il sesso è solo questione di pochi centimetri. (Ragazza comparsa alla finestra, Pallottole su Broadway)

Due cose hanno importanza nella vita, le puttane e la mia parola, e le ho sempre onorate entrambe. (Tony Montana, Scarface)

Il sesso ed il cinema Scarface Brian De Palma, Al Pacino, Michelle Pfeiffer, Steven Bauer, Robert Loggia, Mary Elizabeth Mastrantonio, Paul Shenar, Harris Yulin, Mark Margolis streaming 27Ho fatto sesso tre giorni dopo aver avuto un attacco cardiaco e non sono morto… deve essere una specie di record! (Harry Sanborn, Tutto può succedere – Something’s Gotta Give)

Cosa succede quando ci innamoriamo? Il risultato è la stimolazione dell’ipotalamo. Il cervello rilascia una forte dose di endorfine. Ma perché proprio quella donna o quell’uomo? È responsabile di tutti i feromoni che corrispondono al segnale complementare originario? O sono le corrispondenze fisiche che riconosciamo? Gli occhi della madre. Un odore che stimola ricordi felici? E l’amore è parte del piano? Un grande piano di guerra tra umani per la riproduzione? Batteri e virus sono organismi asessuati. Ad ogni divisione cellulare si modificano, moltiplicano e mutano molto meglio e più velocemente di noi. E a questo noi rispondiamo con la più potente delle armi: il sesso. Due individui mescolano i loro geni, mischiano le carte e creano un individuo che resiste assai meglio ai virus, non importa se sia maschio o femmina. (Nemo, Mr. Nobody)

Il sesso ed il cinema Clerks - Commessi Kevin Smith. With Brian O'Halloran, Jeff Anderson, Marilyn Ghigliotti, Lisa SpoonauerCerto che la gente ne dice di cose strane mentre fa sesso. Una io una volta l’ho chiamata mamma. (Randal, Clerks – Commessi)

La donna che fa godere l’uomo è naturale, ma l’uomo che fa godere la donna… è talento. (Dante, Clerks – Commessi)

Le donne… Sai cosa ti dico? Chi le ha create… Dio deve essere proprio un genio. I capelli, i capelli sono tutto, lo sai? Hai mai affondato il naso in una montagna di capelli sognando di addormentartici sopra? O le labbra: quando toccano le tue è come il primo sorso di vino dopo che hai attraversato il deserto… Le tette, belle tettone, tettine, capezzoli, capezzoli che ti puntano addosso come baionette innestate… E le gambe, non importa che siano colonne greche o gambe di pianoforte: è quel che c’è in mezzo, il passaporto per il Paradiso. […] Sì, signor Simms, ci sono solo due sillabe sulla faccia di questa Terra degne di ascolto: fi – ca. (Frank, Scent of a Woman – Profumo di donna)Il sesso ed il cinema Scent of a Woman - Profumo di donna Martin Brest con Al Pacino, Chris O'Donnell, Gabrielle Anwar, Richard Venture

Dà retta, il mondo è pieno di belle donne, ma non tutte ti portano le lasagne da casa, più che altro ti fanno le corna e basta. (Silent Bob, Clerks – Commessi)

Ciò che è sexy, davvero sexy per una donna è qualcosa di indefinibile: senso dell’umorismo, stile, cortesia… tutto ne fa parte. (George Seth, La truffa perfetta)

Il denaro è potere, anche il sesso è potere, quindi un’operazione denaro per sesso è soltanto uno scambio di potere. (Samantha, Sex and the City)

Si può fare dell’ottimo sesso con chi non ti piace, non rispetti o non ricordi nemmeno! (Samantha, Sex and the City)

Il romanticismo non esiste senza del buon sesso! (Miranda, Sex and the City)

Il sesso ed il cinema Harry ti presento Sally streaming di Rob Reiner con Meg Ryan, Billy Crystal, Carrie Fisher, Bruno Kirby 15Quando io e Jo abbiamo cominciato a uscire volevamo esattamente la stessa cosa: volevamo vivere insieme ma non ci volevamo sposare, perché ogni volta che qualcuno si sposava si rovinava la relazione. In pratica niente più sesso. È vero! È uno di quei segreti che nessuno ti dice! Vedevo tutte le mie amiche che hanno figli e… cioè… ho una sola amica che ha dei figli, Alice, e lei si lamentava che lei e Gary non lo facevano più! Non si lamentava nemmeno, ora che ci ripenso! Lo diceva così, en passant. Diceva che stavano svegli tutta la notte, che erano esausti tutti e due e che i figli gli levavano ogni impulso sessuale che avessero. Io e Jo li ascoltavamo e dicevamo: “Quanto siamo fortunati ad avere questa meravigliosa relazione! Fare l’amore in cucina, per terra, senza paura che entrino i figli… Poter andare a Roma così, su due piedi…” E un bel giorno ero uscita con la figlia di Alice perché le avevo promesso di portarla al circo, e in macchina giocavamo a “Io vedo”: io vedo un marciapiede, io vedo un lampione. Lei ha guardato dal finestrino e ha visto un uomo e una donna con due figli piccoli, l’uomo ne aveva uno sulle spalle. E lei ha detto: “Io vedo una famiglia”, e io ho cominciato a piangere… Non lo so, mi è presa così… Sono tornata a casa e ho detto: “Senti Jo, tanto non ci andiamo mai a Roma, così su due piedi… (Sally Albright, Harry ti presento Sally)

Il sesso ed il cinema Harry ti presento Sally streaming di Rob Reiner con Meg Ryan, Billy Crystal, Carrie Fisher, Bruno Kirby 001Il sesso è il barometro di quello che succede in un rapporto. (Samantha, Sex and the City)
La prima regola di una sana vita sessuale è non prendersi troppo sul serio. (Reverendo Frank, Licenza di matrimonio)

Non so dove si trovasse tua madre quando doveva dirti queste cose, ma non si fa sesso con le persone di cui si è innamorati. Il sesso serve a fare bambini e a vendicarsi. (Jordan, Scrubs – Medici ai primi ferri)

Il sesso è uno sport. Come il racketball: ci dai dentro per mezz’ora, sudi un sacco e speri di non perderci un occhio. (Dr. Cox, Scrubs – Medici ai primi ferri)

Devi capire una cosa: se un uomo trova attraente una donna, ci va a letto anche se la odia. Se Tyra Banks mettesse sotto con la macchina mia madre e poi mi offrisse di fare sesso con lei, dovrei chiamare l’ambulanza nudo perché mi sarei già tolto le mutande. (Turk, Scrubs – Medici ai primi ferri)

 Il sesso ed il cinema scrubs janitorLa cosa strana è che quando mi dice quello che devo fare nella vita, mi fa incazzare e invece quando me lo dice mentre facciamo sesso, in quel caso, mi fa impazzire, lo trovo arrapante. (Miranda, Sex and the City)

Quando avevo cinque anni sorpresi i miei genitori a fare sesso in una posizione che mio padre definì in maniera scherzosa “il martello pneumatico”… Subisco abusi verbali dal mio mentore alla minima occasione, e provo l’impulso irrefrenabile di raccontare continuamente la mia vita. […] Molly, io sono narcisistico, pessimistico, sono ossessivo, e insicuro, e ho una tale paura dell’intimità che ogni mia relazione è un continuo autosabotaggio, che inevitabilmente sfocia in un vuoto di aspettative tradite e disperazione. (J.D., Scrubs – Medici ai primi ferri)

Sai cosa ho letto? Che se non fai sesso per un anno puoi sentirti realmente riverginizzata. (Charlotte, Sex and the City)

Il sesso ed il cinema Scrubs - Medici ai primi ferri Dr Cox defibrillator Zach Braff, Sarah Chalke, Donald Faison, Judy Reyes, John CNina ti ha preso in giro, recordman dell’astinenza sessuale. Se posso saperlo quant’è passato esattamente dall’ultima volta che hai sgombrato il letto da tutti i tuoi peluche, hai lanciato le gambette in aria e hai ringraziato il tuo Dio di non aver indossato i mutandoni ascellari quella mattina? (Dr. Cox a J.D., Scrubs – Medici ai primi ferri)

Pompino? Certo, è bellissimo fatto da una donna, se lei te lo fa… Perché nella vita reale se vuoi un lavoro di bocca, devi lavorare di bocca! Sì, sì, lo so che a certi piace leccare la fica ma per quanto mi riguarda sono degli svitati del cazzo! Intendiamoci, mi piace una bella leccata di figa sul monitor, ma vista da vicino no, non c’è niente di piacevole. E se la signora decide finalmente di concederti il grande favore, ha sempre una fretta del cazzo! (Don Jon)

Oh no, Boris, no! Ti prego! Il sesso senza amore è una vacua esperienza. [Sonja] – D’accordo ma… nella sfera delle esperienze vacue, è una delle migliori! [Boris] (Amore e guerra)

Il sesso ed il cinema Scrubs - Medici ai primi ferri J.D. Elliot Zach Braff, Sarah Chalke, Donald Faison, Judy Reyes, John CIo ci sto. Da quando mi ha licenziato passo lo straccio per il mio appartamento abbaiando. Io non..sono pazzo, mi serve solo una interazione umana e se abbaio i vicini gridano “Fai stare zitta quella bestiaccia!” quindi vado da loro con una bottiglia di scotch a scusarmi per Rusty il mio cane immaginario. L’unico problema è che quando Lady, la mia ragazza, arriva io sono troppo ubriaco per parlare, ma non per fare l’amore. Non pensavate che fossi un organismo che fa sesso vero? (Inserviente, Scrubs – Medici ai primi ferri)

Pompino? E quando mai? Una ragazza così bella non è tenuta a fare i pompini! Una come lei comincia sempre con qualche bacio, poi ti da una leccatina e poi vuole scopare. No, mi correggo vuole fare l’amore e quando dico “fare l’amore” intendo naturalmente la posizione del missionario. Niente pecorina. Niente smorzacandela. (Don Jon)

Il sesso ed il cinema Don Jon streaming con Joseph Gordon-Levitt, Scarlett Johansson, Julianne Moore, Brie Larson, Tony Danza la mia chiesa, i miei amici, le mie donne... il porno 22Il numero di appuntamenti da far trascorrere senza fare sesso è direttamente proporzionale all’età della donna. (Charlotte, Sex and the City)

Questo momento è così bello che ci farei sesso. […]Questo momento è talmente bello che vorrei mettere le corna a quello di prima, sposare questo e procreare tanti piccoli momentini! (Dr. Cox, Scrubs – Medici ai primi ferri)

Il sesso è meglio delle chiacchiere. Le chiacchiere le devi sopportare per arrivare al sesso. (Val, Hollywood Ending)

E mentre l’impotenza di quei giorni svaniva in un ricordo, una tetra disperazione invase la sua mente sconvolta dal sesso. (Mark Renton, Trainspotting)

Il sesso ed il cinema Trainspotting (1996) frasiIl sesso ed il cinema. Ecco una serie di battute sul sesso di Woody Allen:

I politici hanno una loro etica. Tutta loro. Ed è una tacca sotto quella di un maniaco sessuale.

Ho incontrato la mia ex moglie in un ristorante e siccome sono un libertino mi sono avvicinato a lei fluttuando e le ho chiesto esitando: «Che ne dici di tornare a casa e fare l’amore ancora una volta?» E lei mi ha risposto: «Sul mio cadavere!» Io allora ho replicato: «Perché no, è come lo abbiamo sempre fatto».

Ho sognato di essere il collant di Ursula Andress.

L’ultima volta che sono entrato in una donna è quando ho visitato la statua della Libertà.

La mia rottura con Freud è avvenuta sulla questione dell’invidia del pene, lui credeva che fosse limitata alle donne.

La scienza ha sconfitto molte malattie, ha decifrato il codice genetico e ha perfino mandato l’uomo sulla luna, ma se un ottantenne viene lasciato solo in una stanza con due conigliette diciottenni non succede niente di niente. Perché i veri problemi non cambiano mai.

Nell’amore di gruppo c’è il vantaggio che uno, se vuole, può dormire.

Oggi sono più conosciuto: faccio cilecca con le donne più belle.

Provo un intenso desiderio di tornare nell’utero… di chiunque.

Non denigrate la masturbazione, è sesso con qualcuno che ami.

Io ero sempre molto timido in fatto di ragazze. Ricordo che da piccolo presi di nascosto un libro pornografico stampato in braille e stropicciavo le parti sconce.

Se io faccio così bene all’amore, è perché mi sono esercitato a lungo da solo.

Per quanto mi riguarda sono eterosessuale. Ma bisogna riconoscerlo, Essere bisessuali raddoppia immediatamente le tue chances al sabato sera.

La bocca è quell’organo sessuale che alcuni depravati utilizzano per parlare.

Due settimane fa sono stato coinvolto in un buon esempio di contraccezione orale. Ho chiesto ad una ragazza di venire a letto con me e lei mi ha detto di no.

Il sesso è come il bridge: se non hai un buon partner, devi avere una buona mano.

Ho incontrato una bisessuale ma mi ha detto che non andavo bene per nessuno dei suoi desideri.

In sogno, l’amore fra due persone è una cosa magnifica. Se riesci a infilarti tra due persone giuste, però.

Sono contrario ai rapporti prima del matrimonio; fanno arrivare tardi alla cerimonia.

Il sesso ed il cinema Woody Allen old frasi