Driven

Driven

Driven di Renny Harlin con Sylvester Stallone

drivenDriven. Joe Tanto (Sylvester Stallone), un anziano pilota di Formula Cart, è richiamato a lavorare da un collega perchè plachi le ansie e le insicurezze di un giovane asso in ascesa Jimmy Bly (Kip Pardue). Il giovane non riesce a trovare il giusto equilibrio interiore.
Si troverà a fare da balia al ragazzo che era stato catapultato in drammi esistenziali ed agonistici.

Driven è un film del 2001 diretto da Renny Harlin e ambientato nel mondo delle corse americane della Champ Car, con protagonista Sylvester Stallone. La coppia Harlin-Stallone torna a lavorare insieme dopo il film Cliffhanger – L’ultima sfida. Si tratta di una pellicola fortemente voluta da Stallone che l’ha scritto interpretato e co-prodotto assieme a Harlin.

In Driven compaiono gli ex piloti di Formula 1 Jean Alesi, Mario Andretti, Juan Pablo Montoya, Kenny Bräck, Max Papis, Roberto Moreno, José Adrián Fernández Mier, Tony Kanaan e Jacques Villeneuve, oltre ad essere menzionati i piloti Dario Franchitti, Christian Fittipaldi e Paul Tracy. Tra gli attori ricordiamo anche Burt Reynolds e Gina Gershon.

driven joe tanto sylvester stalloneTitolo originale: Driven
Lingua originale: inglese, tedesco, spagnolo
Paese di produzione: Stati Uniti d’America, Canada, Australia
Anno: 2001
Durata: 116 min
Rapporto: 2.35 : 1
Genere: azione, drammatico, sportivo
Regia: Renny Harlin
Soggetto: Jan Skrentny, Neal Tabachnick
Sceneggiatura: Sylvester Stallone
Casa di produzione: Trackform Film Productions, Champs Productions, Franchise Pictures
Distribuzione (Italia): Warner Bros.
Fotografia: Mauro Fiore
Montaggio: Steve Gilson, Stuart Levy
Effetti speciali: Renny Harlin
Musiche: Brian Transeau
Scenografia: Charles Wood

Attori e personaggi: 

Sylvester Stallone: Joe Tanto
Burt Reynolds: Carl Henry
Kip Pardue: Jimmy Bly
Til Schweiger: Beau Brandenburg
Robert Sean Leonard: Demille Bly
Stacy Edwards: Lucretia Clan
Gina Gershon: Cathy Heguy
Estella Warren: Sophia Simone
Cristian de la Fuente: Memo Moreno

Trailer Driven: link streaming Youtube

La superbia se ne va a cavallo e torna a piedi. (Joe Tanto); Tutti possono scivolare. L’importante è sapersi rialzare. (Jimmy Bly): Ti hanno messo in testa che devi essere il primo in ogni cosa altrimenti sei un fallito. Be’ cancella tutto, la vita è un’altra cosa. (Joe Tanto a a Jimmy Bly); Un uomo può ottenere qualsiasi cosa se lo vuole veramente. Se hai fiducia ti senti imbattibile… e poi e come avere gli orecchioni, è contagioso e se frequenti quelli che ce l’hanno te la trasmettono e questo ti cambia dentro e allora vincere diventa possibile non ti sto chiedendo di avere fiducia in me ma in te stesso e alla fine della stagione forse sarai in testa o forse no ma ti garantisco che allora saprai chi è veramente Jimmy Bly. (Joe Tanto)

To you, he’s ice. Inside, he’s scared. But he likes it. He says it makes him try harder. Today he says the day he’s not afraid is the day he’ll stop. You know, you’re just as scared. And the day you stop caring what other people think and make yourself happy will be even better. Come on! (Sophie)

L.M.

U.S. Marshals – Caccia senza tregua

U.S. Marshals – Caccia senza tregua

U.S. Marshals – Caccia senza tregua di Stuart Baird

U.S. Marshals - Caccia senza treguaU.S. Marshals – Caccia senza tregua, un film d’azione con Tommy Lee Jones, Wesley Snipes e Robert Downey Jr

U.S. Marshals – Caccia senza tregua (U.S. Marshals) è un film del 1998, diretto da Stuart Baird e interpretato da Tommy Lee Jones, Wesley Snipes e Robert Downey Jr.

Dopo Il fuggitivo del 1993, questo è il secondo e ultimo film in cui compare il personaggio del testardo ed agguerritissimo agente degli U.S. Marshals Samuel “Sam” Gerard, grazie a cui Tommy Lee Jones ha vinto l’Oscar al miglior attore non protagonista nel 1994. Non compare solo Gerard ma ritroviamo anche gli altri membri della sua squadra che erano già apparsi ne Il fuggitivo, come ad esempio Marshal Cosmo Renfro, interpretato da un bravissimo Joe Pantoliano.

Realizzato dagli stessi produttori de Il fuggitivo, U.S. Marshals – Caccia senza tregua riprende lo schema narrativo di quest’ultimo, anche se più che di un sequel si tratta di uno spin-off: infatti questa volta i protagonisti della pellicola sono anche gli inseguitori, ovvero Gerard e la sua squadra. 

Dopo aver braccato senza tregua il povero dottor Richard Kimble interpretato da Harrison Ford ne il fuggitivo, in U.S. Marshals – Caccia senza tregua la squadra sarà alle costole di Mark Sheridan (Wesley Snipes), ex marine ed ex agente CIA. L’ex marine viene accusato ingiustamente di aver ucciso due addetti al servizio segreto diplomatico all’interno del garage dell’ONU, mentre questi erano sulle tracce di una spia cinese assoldata per rubare documenti segreti e di essere scappato dopo un incidente aereo. Ad aiutare Samuel Gerard arriverà l’gente speciale John Royce (Robert Downey Jr.), un ambiguo agente della CIA che però non riesce a conquistare la piena fiducia dell’esperto Marshals.

Un film ricco di azione e con una trama che regge fino alla fine non annoiando lo spettatore. Da vedere.

Titolo originale: U.S. Marshals
Paese di produzione: Stati Uniti d’America
Anno: 1998
Durata: 131 min
Genere: azione, thriller
Regia: Stuart Baird
Soggetto: John Pogue
Sceneggiatura: Roy Huggins
Fotografia: Andrzej Bartkowiak
Montaggio: Terry Rawlings
Musiche: Jerry Goldsmith
Scenografia: Maher Ahmad

Attori e personaggi:

Tommy Lee Jones: Marshal Samuel “Sam” Gerard
Wesley Snipes: Mark J. Sheridan
Robert Downey Jr.: Agente speciale John Royce
Irène Jacob: Marie Bineaux
Joe Pantoliano: Marshal Cosmo Renfro
Daniel Roebuck: Marshal Bobby Biggs
Tom Wood: Marshal Noah Woodroow Newman
LaTanya Richardson: Marshal Savannah Cooper
Kate Nelligan: Marshal Catherine Walsh
Patrick Malahide: Bertram Lamb
Tracy Letts: sceriffo Poe

Trailer U.S. Marshals – Caccia senza tregua: link streaming youtube

OK, Michael. Regular or extra crispy?; You play any tricks, I gotta shoot you!; These things are so cool. They can shoot underwater, pour sand in them and they’ll shoot. They shoot every time.; Remember, Sheridan could be anywhere people, stay alive.
Welcome home, Mark. You want to start running again?; You are really on my very last nerve. You are a mind-boggling pain in my ass.; I guess you’ll just have to slap the cuffs on me, and take me in…; 27 stitches my ass.

L.M.

Bats (film)

Bats (film)

Bats Lou Diamond Phillips, Dina MeyerBats è un film di fantascienza del 1999, diretto da Louis Morneau che nel 2007 ha avuto un sequel, Bats 2 (Bats: Human Harvest). Sequel prodotto dal canale americano Sci-Fi.

I pipistrelli del Texas, precisamente di Gallup, sembrano essere impazziti. Arrivano come di consueto di notte, ma invece di volare in tutta tranquillità emettono delle grida acute e decidono di prendere di mira gli esseri umani. Li aggrediscono fino ad ucciderli. Cosa può trasformare innocui volatili in pericolosi serial killer? Per rispondere a questa domanda viene chiamata la dottoressa Sheila Casper (Dina Meyer) ad aiutare lo sceriffo Emmett Kimsey (Lou Diamond Phillips). Accompagna dal suo aiutante scoprirà che è tutta colpa di una irresponsabile sperimentazione genetica. Il tempo a disposizione per fermare la minaccia è pochissimo.

Titolo originale: Bats
Lingua originale: inglese
Paese di produzione: Stati Uniti d’America
Anno: 1999
Durata: 91 min
Genere: fantascienza, orrore
Regia: Louis Morneau
Produttore: Bradley Jenkel
Casa di produzione: Destination Films
Musiche: Graeme Revell

Attori e personaggi:
Lou Diamond Phillips: Emmett Kimsey
Dina Meyer: Sheila Casper
Bob Gunton: Alexander McCabe
Leon (Preston Robinson IV Leon): Jimmy Sands
Marcia Dangerfield: Amanda Branson
Tim Whitaker: Quint
Oscar Rowland: Swanbeck
Juliana Johnson: Emma
Ned Bellamy: Reid
Carlos Jacott: Dr. Tobe Hodge
James Sie: Sergente James
George Gerdes: Chaswick
Kurt Woodruff: maggiore 2
Joel Farar: Bartender

Budget: $5.25 million
Box office: $10.2 million

Bats original trailer Youtube: link streaming

Where do you hide when the dark is alive?; They Will Suck You Dry!; You’re their inflight snack; You are the midnight snack; There. Now it’s securer than the god damn Alamo.; You made them carnivorous; Clip their wings? Man, could you just shoot their damn heads off? And don’t miss; Houston, we’ve got a problem; Are you kidding me? I am not up to my chest in bat shit.

L.M.

Gli scherzi dietro le quinte di Emilia Clarke

Gli scherzi dietro le quinte di Emilia Clarke

Tantissimi gli scherzi dietro le quinte di Emilia Clarke, un’attrice davvero pestifera, ma in fondo spassosa

Gli scherzi dietro le quinte di Emilia ClarkeGli scherzi dietro le quinte di Emilia Clarke, dal set di Game of Thrones a quello di Io prima di te

Secondo i suoi colleghi, sul set Emilia Clarke è molto scherzosa a volte davvero fin troppo. Sam Claflin, che divideva con lei la scena nel drammatico Io prima di te, in cui interpreta un giovane rimasto paraplegico, era spesso costretto ad affidarsi alla collega “madre dei draghi” dovendo recitare immobile su una sedia a rotelle. Ma vatti a fidare della terribile Emilia Clarke! Claflin ha raccontato di aver rischiato di farsi molto male dopo essere stato spinto per scherzo troppo energicamente da Emilia mentre stavano girando una scena romantica che si svolgeva durante un matrimonio.

Gli scherzi dietro le quinte di Emilia ClarkeMa questo non è lo scherzo più terribile architettato dalla bellissima Emilia Clarke. Scherzo ideato ai danni del collega de Il trono di spade Joseph Naufahu, che interpretava il leader dei Dothraki Khal Moro. Durante una pausa delle riprese notturne di Game of Thrones il neozelandese Naufahu si è addormentato su una sedia nella green room per la stanchezza. Mai commettere un simile errore quando nelle tue vicinanze si trova Emilia Clarke. L’attrice ha subito visto l’occasione propizia per una delle sue marachelle che le si stava presentando davanti e ha iniziato a cospargere di caramello il corpo e le mani dell’attore.

Gli scherzi dietro le quinte di Emilia ClarkeTutto questo stava avendo luogo mentre altri due colleghi documentavano l’ennesima malefatta con video e foto, trattenendo a stento le risate per non svegliare la vittima. Joseph Naufahu molto spossato dalle lunghe riprese si è svegliato solo quando Emilia gli ha infilato in bocca il cucchiaio di plastica ripieno di caramello.

In una precedente occasione sempre sul set di Game of Thrones l’attrice aveva scritto le battute del collega sul suo corpo mentre lui era distratto. Insomma, se ti trovi sul set con la terribile Emilia Clarke tieni gli occhi aperti e non farti cogliere in fallo.

Luca Miglietta

Gli scherzi dietro le quinte di Emilia Clarke

Jesse Pinkman doveva morire nella prima stagione di Breaking Bad

Jesse Pinkman doveva morire alla fine della prima stagione di Breaking Bad

Jesse Pinkman doveva morire, ma è stato salvato dallo sciopero degli sceneggiatori del 2007

Jesse Pinkman doveva morire nella prima stagione di Breaking BadJesse Pinkman doveva morire, è difficile pensare a un Breaking Bad senza di lui

Jesse Pinkman doveva morire in Breaking Bad. Sembra incredibile eppure Jesse Pinkman, co-protagonista di Breaking Bad interpretato da Aaron Paul, sarebbe dovuto morire dopo la prima stagione.
Jesse Pinkman doveva morire nella prima stagione di Breaking Bad
Vince Gilligan, il creatore di Breaking Bad infatti aveva intenzione di uccidere Jesse Pinkman durante la prima serie. Questo però non è avvenuto perché uno sciopero generale degli sceneggiatori americani restrinse la prima stagione a soli sette episodi. Lo sciopero degli sceneggiatori del 2007 non riguardò solo Breaking Bad perché causò la riduzione degli episodi di moltissime serie del periodo, basti pensare a Scrubs, The Big Bang Theory, How I Met Your Mother, 24 o Lost.

Jesse Pinkman doveva morire nella prima stagione di Breaking BadSi pensava infatti che potesse essere solo una comparsa nella storia di Walter White, però alla fine della prima stagione il Pinkman di Aaron Paul si rivelò indispensabile. Con grande sorpresa di Gilligan le persone hanno subito amato il personaggio di Jesse ed alcuni si immedesimavano pure in lui per via di molti suoi aspetti caratteriali come le sue insicurezze.
Jesse Pinkman doveva morire nella prima stagione di Breaking Bad
Se Jesse fosse stato ucciso, questo non sarebbe stato gradito dagli spettatori che stavano manifestando tanto affetto per il personaggio e questo spinse gli showrunner a dargli una seconda possibilità, scelta rivelatasi poi azzeccata.

Jesse Pinkman doveva morire nella prima stagione di Breaking BadPare che la puntata nella quale Jesse Pinkman dovesse morire fosse la 1×09, ma la serie si era appunto formata a sette puntate per via dello sciopero degli sceneggiatori.
Jesse Pinkman doveva morire nella prima stagione di Breaking Bad
Una delle iniziali idee di Gilligan su questo personaggio era addirittura estrema e risaliva a molto prima che uscisse il pilot: Jesse Pinkman doveva essere ucciso da Walter White. Walt infatti secondo questa idea, pieno di collera verso lo spacciatore per uno dei suoi soliti disastri, lo avrebbe ucciso. Ora vi spieghiamo meglio come dovevano svolgersi i fatti se questa soluzione fosse andata in porto.

Jesse Pinkman doveva morire nella prima stagione di Breaking BadWalter lo avrebbe rinchiuso in uno scantinato, torturandolo ogni giorno, tagliandogli le dita dei piedi una per una e cauterizzando la ferita con una fiamma, in modo che non sanguinasse. Walter avrebbe dato a Jesse Pinkman una via d’uscita: un filo collegato a un fucile puntato su di lui gli avrebbe finalmente dato sollievo dal dolore. Jesse però non avrebbe preso in considerazione quell’opzione per settimane fino a quando Walter Jr. lo avrebbe scoperto e avrebbe cercato di aiutarlo. Jesse Pinkman, rendendosi conto che era il figlio di Walter, avrebbe deciso finalmente di tirare il filo in modo da ucciderli entrambi.

Jesse Pinkman doveva morire nella prima stagione di Breaking BadVince Gilligan ha detto di aver proposto questa idea ai dirigenti dello studio, ma questa non piacque perché tutti subito dopo gli dissero “Sei seriamente incasinato”. Questa scena così non venne mai girata e aggiungiamo noi che è andata bene così, perché il burrascoso rapporto tra Walter White e Jesse Pinkman è stato fondamentale per il prosegue della serie.

Luca Miglietta

Jesse Pinkman doveva morire nella prima stagione di Breaking Bad

Le sopracciglia di Emilia Clarke

Le sopracciglia di Emilia Clarke

Le sopracciglia di Emilia Clarke, espressive come quelle di pochissime altre attrici

Le sopracciglia di Emilia ClarkeLe sopracciglia di Emilia Clarke permettono all’attrice di fare espressioni davvero buffe e curiose

Alcuni ritengono che recitare dipenda tutto dagli occhi, ma chi può affermare di non aver mai guardato le bellissime sopracciglia di Emilia Clarke. Le sue sopracciglia danno all’attrice una marcia in più per la sua recitazione, pochi attori possono dire altrettanto anche i più bravi. Le sue sopracciglia folte, scure e mobilissime aiutano Emilia Clarke ad esprimere ogni sua emozione dalla più piccola a quella più intensa.

Le sopracciglia di Emilia ClarkePer una legge del contrappasso però quando interpreta Daenerys Targaryen ne Il trono di spade, il suo personaggio più conosciuto utilizza pochissimo le sue sopracciglia. La madre dei draghi è un personaggio glaciale e inflessibile e le sopracciglia dell’attrice si muovono pochissimo.

Si può notare la mobilità delle sue sopracciglia nel film Io prima di te (Me Before You) della regista britannica  Thea Sharrock uscito nel 2016. In questa pellicola infatti Emilia Clarke fa moltissime buffe faccette sfruttando questa parte anomica che la natura le ha donato. La sua capacità di muovere le sopracciglia in tutte le diverse direzioni in pochissimo secondi è davvero spettacolare, sembra quasi si sfoghi per tutte le volte in cui è stata costretta a tenerle ferme ne Il Trono di Spade per via delle caratteristiche del suo personaggio.

Le sopracciglia di Emilia ClarkeIn questo film drammatico – sentimentale, basato sull’omonimo romanzo di JoJo Moyes diventuto un bestseller, Emilia Clarke divide la scena con Sam Claflin.

La eccentrica Louisa Clarke è una cameriera ventiseienne un po ‘strana, totalmente ambigua, in un caffè locale. Lavora per vivere, dedicando la maggior parte del suo denaro alla sua famiglia operaia in lotta, con cui vive. Ha un fidanzato da 6-7 anni, Patrick e una sorella, Treena, che per la maggior parte rimane gelosa e risentita.

Per la sua bravura nel muovere le sopracciglia in rete, soprattutto sui social network da alcuni anni stanno proliferando gruppi e siti che parlano dell’argomento. Chi su Facebook non ha mai visto una foto o un meme sulle sopracciglia di Emilia Clarke.

Ecco un video in cui potete ammiare le sopracciglia di Emilia Clarke: link streaming youtube

Luca MigliettaLe sopracciglia di Emilia Clarke

Carol doveva morire nella terza stagione di The Walking Dead

Carol doveva morire nella terza stagione di The Walking Dead

Carol doveva morire, poi fortunatamente gli autori hanno cambiato idea

Carol doveva morire nella terza stagione di The Walking DeadCarol doveva morire, ma Melissa McBride si è battuta per la sopravvivenza del suo personaggio

Chi segue The Walking Dead sa benissimo che nessun personaggio è davvero al sicuro perché potrebbe morire da un momento all’altro. I pericoli sono molti dagli zombi agli altri esseri umani, che spesso si rivelano essere peggiori dei mostri. Siamo giunti all’ottava stagione e Carol (Melissa McBride) dove considerarsi fortunata per essere stata risparmiata dagli sceneggiatori ed essere ancora viva.
Carol doveva morire nella terza stagione di The Walking Dead
Secondo gli script originali infatti Carol Peletier sarebbe dovuta morire durante la terza stagione, nell’episodio Dentro e fuori (Killer Within), ma al suo posto morì lo sfortunato T-Dog (IronE Singleton), sbranato dai vaganti.
Carol doveva morire nella terza stagione di The Walking Dead
Questa tesi è stata confermata dal regista e produttore degli effetti speciali della serie Greg Nicotero:

nel quarto episodio della terza stagione T-Dog viene morso e si sacrifica per salvare i suoi compagni. Al suo posto inizialmente doveva esserci Carol.
Carol doveva morire nella terza stagione di The Walking Dead
Sicuramente Carol Peletier è uno dei personaggi più riusciti della serie tv di AMC The Walking Dead, quella che ha subito un’evoluzione più marcata durante queste otto stagioni: da moglie sottomessa e silenziosa è diventata coraggiosa, freddo e calcolatrice.

Carol doveva morire nella terza stagione di The Walking DeadGli sceneggiatori pensavano di eliminare il personaggio di Carol Peletier perché non avevano bene in mente come far evolvere il personaggio di Carol e perché negli stessi fumetti da cui è tratta la serie la donna muore presto. Non si sarebbe suicidata come nel comics però sarebbe comunque morta.
Carol doveva morire nella terza stagione di The Walking Dead
Melissa McBride, a proposito della possibile morte del suo personaggio, qualche hanno fa ha raccontato.

mi andava bene, ma comunque ero triste, poi sono andata a parlare con gli autori. Volevo che loro sapessero cosa pensavo di lei. Mi sentivo sempre così tranquilla. Ero felice di parlare di lei, mi ha reso felice. Stavo dando voce alla mia amica Carol, volevo che fosse ascoltata prima di andarsene.
Carol doveva morire nella terza stagione di The Walking Dead
Non sappiamo cosa Melissa McBride abbia detto durante il suo colloquio con gli autori, ma è riuscita a fargli cambiare idea e salvare Carol, un personaggio troppo importante per The Walking Dead. Sicuramente una scelta che ha dato ragione agli showrunner perché risulta difficile pensare alla serie senza di lei. Episodio che comunque fa riflettere sul fatto che basti un niente per modificare radicalmente la trama di uno show televisivo.

Luca Miglietta

Carol doveva morire nella terza stagione di The Walking Dead

Emilia Clarke e il sesso in Game of Thrones

Emilia Clarke e il sesso in Game of Thrones

Emilia Clarke e il sesso, come ha affrontato alcune situazioni imbarazzanti sul set de Il trono di spade

Emilia Clarke e il sesso in Game of ThronesEmilia Clarke e il sesso, lancio della campagna #FreethePenis perché anche gli uomini si spoglino davanti alla macchina da presa

Emilia Clarke e il sesso. Nel corso di Game of Thrones Emilia Clarke e la sua Daenerys Targaryen hanno dovuto affrontare situazioni difficili. Lei è stata violentata, è stata incinta, ha perso il bambino ed infine si è mostrata più volte nuda, come la famosa scena in cui è uscita indenne dalle fiamme.
Emilia Clarke e il sesso in Game of Thrones
Emilia Clarke ha più volte parlato della sua difficoltà a girare scene intime di fronte alla macchina da presa, ma vista l’altissima presenza di sesso nello show non poteva certo tirarsi indietro. Una volta addirittura dopo che i suoi genitori si erano lamentati dello scarso spazio a lei riservato nella serie, Emilia Clarke aveva invitato il padre e la madre a guardare insieme Il Libro dello Straniero, l’episodio in cui lei esce indenne dalle fiamme completamente nuda. L’attrice si è poi immediatamente pentita dell’invito fatto perchè ha girato la scena di nudo senza controfigura e quando il padre l’ha vista comparire senza veli, ha esclamato poco contento: “Ancora?”.

Emilia Clarke e il sesso in Game of ThronesEmilia Clarke ha anche raccontato alla stampa la scena di sesso più folle che ha dovuto girare ne Il trono di spade. Si trattava di una scena piuttosto drammatico perché si trattava di una scena di stupro, ma l’attrice non è riuscita a trattenere le risate durante una delle riprese. Quando il collega Jason Momoa, che nella serie interpreta Khal Drogo, le ha mostrato il suo membro Emilia Clarke si è resa conto che invece del solito sacchetto scuro usato per coprire le parti intime, Momoa aveva optato per un calzino rosa e peloso. L’attrice ha successivamente spiegato il perché delle sue risate “Era enorme, ed era rosa, e io non sapevo più cosa fare”, per poi interrompersi ed aggiungere divertita ai giornalisti “Oddio, ho appena detto questa cosa!”.

Emilia Clarke e il sesso in Game of ThronesEmilia Clarke ha anche lanciato la campagna #FreethePenis per contribuire alla sua maniera a combattere il sessismo nei film, nelle serie tv ed in particolare nello show che le sta più a cuore: Game of Thrones. Si tratta di una questione davvero sentita dall’attrice perché secondo lei se le donne sono costrette a spogliarsi di fronte all’obiettivo, gli uomini dovrebbero fare altrettanto. Così ha deciso di lanciare un appello agli autori de Il trono di spade accompagnandolo da un hashtag ad hoc: #FreethePenis. Emilia Clarke ha spiegato il perché della sua iniziativa:
Emilia Clarke e il sesso in Game of Thrones
credo che ci sia diseguaglianza nella quantità di nudo richiesto alle donne, a questa donna in particolare, e questo dipende dagli autori. Su ragazzi, tirate fuori il pene!.

L.M.

Emilia Clarke e il sesso in Game of Thrones

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi tratti dalla della popolare serie animata ideata da Matt Groening e prodotta da James L. Brooks

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

Episodio 1, Kampeggio Krusty

Questa punizione non è noiosa ed inutile. (Frase alla lavagna)

[In un sogno di Bart]Sono sicuro che vi siete ricordati di portare i vostri arnesi di distruzione… ora sfasciamo questa baracca! (Seymour Skinner)

[In un sogno di Bart]Qualcuno dia fuoco a questi registri! Faccia in fretta! (Skinner)

Però quando vedrai la mia pagella ricordati che quest’anno hanno invertito la scala dei voti. Ora l’ordine è questo: D, C, B, A. (Bart Simpson)

Non mi resta da dire niente a nessuno di voi. Perciò se non vi dispiace rimaniamo in silenzio fino al suono della campanella. (Signorina Hoover)

Signora Caprapall, nel calcolare i miei voti finali spero che lei noti che tutti i miei testi scolastici vengono restituiti in eccellenti condizioni. In alcuni casi sono persino avvolti nella carta originale! (Bart)

[Bart ha modificato le F sulla sua pagella in A+] Scemo! Oh, Bart, perché non hai falsificato dei voti almeno credibili? (Lisa Simpson)

Ciao, ragazzi! È rimasta solo una settimana per iscriversi alla migliorissima estate mai goduta al Kampeggio Krusty! Il Kampeggio Krusty è allestito su un autentico cimitero indiano. Abbiamo il tiro con l’arco, la confezione di portafogli e altro ancora! E per voi cicciottelli il programma esclusivo di Dieta e Canzonatura avrà senz’altro i suoi risultati! E quel che è più bello è: se venite al Kampeggio Krusty passerete l’estate insieme a me! Parola d’indiano! (Krusty, in uno spot)

Saluti a te, Kampeggio Krusty, | sulle rive del lago Gran Serpente. | Sebbene le tue altalene siano arrugginite, | sappiamo che non si romperanno mai. | Dal tuo scintillante e disordinato ingresso, | al tuo sacro campo da baseball, | fino alla pulitissima infermeria | dove tutte le nostre ferite vengono curate. | Saluti a te, Kampeggio Krusty, | proprio sotto il Monte Valanga. | Ti ameremo sempre, Kampeggio Krusty! | Un marchio registrato della Krusty Corporation… | tutti i diritti riservati! Hail to thee, Kamp Krusty,| by the shores of Big Snake Lake. | Though your swings are rusty,| we know they’ll never break.| From your gleaming mess hall, | to your hallowed baseball field, | your spic-and-span infirmary, | where all our wounds are healed. | Hail to thee, Kamp Krusty, | below Mount Avalanche. | We will always love Kamp Krusty! | A registered trademark of the Krusty Corporation… | All rights reserved! (Bambini che cantano al Kampeggio Krusty)

Marge, da quando sono partiti i ragazzi ho perso due chili e mezzo! […] E guarda: capelli nuovi! Mi manca tanto così per pettinarli tutti da un lato! Grrrrr! (Homer Simpson)

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

Dialoghi:

  • Homer: Figliolo, se desideri ardentemente qualcosa in questa vita, devi lavorare per ottenerla! …Ora silenzio, stanno per annunciare i numeri del lotto!
    Annunciatore alla radio: Diciassette.
    Homer: D’oh!
    Annunciatore alla radio: Trentadue.
    Homer: D’oh!
    Annunciatore alla radio: Cinque.
    Homer: D’oh!
    Annunciatore alla radio: Otto.
    Homer: Uh!
    Annunciatore alla radio: Quarantasette.
    Homer: D’oh!
  • Lisa: Non ho mai preso una B in vita mia. Come è potuto succedere?! Mi sento così sporca!  sporco non si toglie! Ok. Calmiamoci. È sicuramente un errore di battitura.  Signorina Hoover! Pare che ci sia un errore sulla mia pagella: mi ha messo solamente “buono” in condotta.
    Signorina Hoover: Senti Lisa, a tutti serve una macchiolina sul proprio curriculum.
    Lisa: Forse non sono stata abbastanza chiara.  Penso che dovrebbe ricredersi. [intanto preme la mano della maestra sulla cattedra]
    Signorina Hoover: Lisa, mi stai facendo male.
  • Bart: Signora Caprapall, se non prendo come minimo la media del C non potrò andare al Kampeggio Krusty!
    Edna: Ti auguro una D-ivertente estate!
  • Homer: A+? Non hai una grande considerazione di me, vero figliolo?
    Bart
    : Nossignore.
    Homer
    : Lo sai, non ci vuole niente a trasformare una brutta D in una bella B. Sei stato troppo ingordo!
    Bart
    : Vuoi dire che non posso andare al campeggio?
    Homer
    : Vedi Bart, abbiamo fatto questo patto perché speravo che ti avesse aiutato a prendere bei voti, invece non li hai presi… Ma perché devi pagare tu per i miei errori?
    Bart
    : Vuoi dire che posso andare?
    Homer
    : Sì… del resto non ti volevo tra i piedi tutta l’estate.
  • Lisa: Prima che vada in campeggio avrò bisogno del vaccino per malaria, rosolia, encefalite, bua…
    Hibbert: Oh, temo proprio che ci troviamo di fronte a un tipico caso di ipocondria. Esiste un solo antico rimedio: un bel lecca lecca.
    Lisa: Dottore, non mi tratti da bambina…
  • Martin Prince Sr.: Ci vediamo quando torni dal Kampeggio Krusty per il bimbo sano e bello.
    Martin: Risparmiami gli eufemismi, è il campeggio dei ciccioni per il tuo piccolo paffutello!
  • Marge: Lisa, fai attenzione alle ortiche. Ricorda: “se le foglie son tre son dolori per te.”
    Homer: “Tre più uno porta fortuna.” (– Lisa, watch out for Poison Ivy. Remember, “Leaves of three, let it be.”
    – “Leaves of four, eat some more!”)
  • Lisa: Il tutto è un tantino più rustico di quanto pensassi.
    Bart: Io non sono preoccupato Lisa, sai perché? Eccolo qui: il sigillo di garanzia Krusty! [scopre un sigillo coperto dalla polvere che recita Krusty Brand Seal of Approval]Lo trovi solo su prodotti conformi ai principi personali di Krusty il Clown.
  • Bart: Non possiamo avere delle pannocchie da arrostire?
    Spada: Stai zitto e mangiati la pigna.
  • Lisa: Mi sento come se stessi per morire, Babi.
    Bart: Moriremo tutti, Lisa.
    Lisa: Io intendevo presto…
    Bart: Anch’io!
  • Marge[voce fuori campo, scrivendo]: “Cari ragazzi, spero che questa lettera vi trovi bene. Noi ce la passiamo benissimo. Vostro padre è in ottima forma da quando… be’, come non mai. […] Ci mancate terribilmente. Spero che questi biscotti alla liquirizia vi sostengano fino al vostro ritorno a casa.”
    Patata: Ehi, Simpson! Di’ a tua madre che quei biscotti erano uno schifo!
    Lisa [voce fuori campo, scrivendo]: “Cari mamma e papà, non ho più paura dell’inferno perché sono stata al Kampeggio Krusty. Le nostre escursioni in campagna sono diventate delle sinistre marce di morte. […] Il nostro centro arti e mestieri è in verità una casa di lavoro alla Dickens. […] Bart riesce a superare le giornate facendo appello alla sua fede incrollabile. Pensa che Krusty il Clown manterrà la sua promessa. Ma io sono molto più pessimista. Non sono sicura che questa lettera vi giungerà poiché i nostri mezzi di comunicazione sono stati interrotti. Ora lo sforzo di scrivere mi ha fatto venire il capogiro, perciò chiudo dicendo… Salvateci! Salvateci subito! Bart e Lisa.”
    Homer: De-hi-hi-ho! Le lettere dei bambini in campeggio!
    Marge: Già, ora si lamenta ma vedrai che quando andremo a prenderla non vorrà più venire via!
  • Bart: Quello non è Krusty il Clown!
    Signor Black: Che ti credi? Che abbia schiaffato un costume da clown addosso a un beone, eh? Insomma…
    Barney [travestito da clown]: Sì Bart, certo che sono Krunchy il clown! [rutta vigorosamente]
    Bart: Va bene, adesso basta! Sono già stato scottato da Krusty in passato: mi sono beccato una tachicardia da quelle vitamine marca Krusty, il mio calcolatore Krusty non aveva né il 7 né l’8 e l’autobiografia era super auto-adulante con molte madornali omissioni, ma questa volta è davvero troppo!
  • Annunciatore televisivo: Interrompiamo lo yoga party di Sadruddin Mahbaradad per questa edizione speciale: “Krisi al Kampeggio Krusty”.
    Kent Brockman: Signore e signori, sono stato nel Vietnam, nell’Afghanistan e in Iraq e posso dire senza timore d’iperbole che questo è un milione di volte peggio di tutte quelle guerre messe insieme!
  • Lisa: È Krusty in persona! Guardate la cicatrice del pacemaker, la voglia a forma di testa di vitello e il suo famoso capezzolo superfluo!
    Krusty: Almeno non siete pignoli come la dogana.
  • Bart: Come hai potuto, Krusty?! Io non presterei mai il mio nome a un prodotto scadente!
    Krusty[piangendo]: Hanno portato un autocarro pieno di soldi fino a casa mia! Io non sono fatto di pietra!
    Bart: Krusty, questo campeggio è un incubo! Ci hanno dato la pappa d’avena, ci hanno costretti a confezionare portafogli e uno dei compagni è stato divorato da un orso!
    Krusty: Oh, mio Dio!
    Bart: Veramente l’orso si è mangiato il suo cappello.
    Krusty: Era un bel cappello?
    Bart: Be’, sì.
    Krusty: Oh, mio Dio!

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

Episodio 2, Un tram chiamato Marge

Il mio nome non è Dottor Morte. (Frase alla lavagna)

In diretta da Laughlin nel Nevada, il concorso Miss Ragazza Americana offertavi da Versatility di Meryl Streep. Profumar come una star e risparmiar! (Troy McLure)

New Orleans! | Dimora di pirati, ubriaconi e prostitute. | New Orleans! | Volgari, costosi negozi di souvenir | Se vuoi andare all’inferno dovresti fare un viaggio a quella Sodoma e Gomorra sul Mississipi. | New Orleans! | Puzzolente, marcia, vomitevole, abietta. | New Orleans! | Putrida, salmastra, bacata, cattiva. | New Orleans! | Molliccia, rancida, schifosa e indecente. | New Orleans!        “New Orleans! | Home of pirates, drunks and whores. | New Orleans! | Tacky, overpriced souvenir stores. | If you wanna go to hell you should take that trip to the Sodom and Gomorrah on the “Mississip”. | New Orleans! | Stinking, rotten “vomity” vile. | New Orleans! | Putrid, brackish, maggoty, foul. | New Orleans! | Crummy, lousy, rancid and rank. | New Orleans! “(Cast Un tram che si chiama Desiderio cantando)

Potrai sempre dipendere dalla gentilezza degli estranei, | per tirati su il morale | e proteggerti dai pericoli. | Un estraneo è solamente un amico che non hai ancora incontrato. | Ancora incontrato. Tram! “            You can always depend on the kindness of strangers, | to buck up your spirits | and shield you from dangers. | A stranger’s just a friend you haven’t met. | You haven’t met. Streetcar!  (Cast Un tram che si chiama Desiderio cantando)

Dialoghi:

  • Marge: Non partecipo ad una recita da quando ero al liceo e ho pensato che sarebbe una buona occasione per conoscere altra gente.
    Homer[con gli occhi fissi sul televisore]: Sembra interessante.
    Marge: Sai, caspiterina, passo tutto il giorno da sola con Maggie e a volte è come se io neanche esistessi.
    Homer [con gli occhi fissi sul televisore]: Sembra interessante.
  • Llewellyn Sinclair: Siete tutte una frana! Quello che voi signore non capite è che Blanche è un fiore delicato che viene calpestato da un tanghero brutale! Ah…lasciamo perdere! Via la scenografia! Sgombrate il palcoscenico! Questa rappresentazione non mi riguarda più!
    Marge al telefono con Homer: Papi, non ho ottenuto la parte. Hai ragione tu: avere interessi esterni è una cosa stupida.
    Llewellyn Sinclair [ascoltando la telefonata di Marge]: Aspettate un momento…
    Marge: Ah, vengo subito a casa. Va bene. Passo a prendere una mega confezione di pollo… strafritto… e due chili di gelato multigusto…
    Llewellyn Sinclair [prendendole la cornetta del telefono]: Smettila di importunare la mia Blanche!
  • Marge: Maggie è allergica alle pere grattugiate e ama un biberondi latte caldo prima del riposino.
    Signora Sinclair: Un biberon? [ride] Signora Simpson, sa cosa sta dicendo un bebè quando tenta di ottenere un biberon?
    Marge: “Pappa”?
    Signora Sinclair: Sta dicendo “Io sono una sanguisuga!” E il nostro scopo qui è di sviluppare un biberon interiore!
  • Homer: Ma Marge, che ne è del dessert?!
    Marge: Caspiterina, aprila da solo la scatoletta del budino!
    Homer: Benissimo! Lo farò! [tira la linguetta di metallo della scatoletta, ma si spezza]Oh, no! Il mio budino è intrappolato per sempre!

Giocate, da bravi, piccoli umani! (Signora Sinclair)

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

Episodio 3, Homer l’eretico

Non diffamerò New Orleans. (Frase alla lavagna)

Bart: Ehi, dov’è Homer?
Marge: Vostro padre sta riposando.
Bart: Riposando dopo una sbornia, riposando perché è licenziato… riposando sempre!

È l’occasione ideale per fare le mie brevettate superspaziali superciucciose frittelle lunari! Vediamo un po’… caramello, preparato per frittelle, fumo liquido…  (Homer)

Uh, trabocco di frittelle… Mmm… (Homer)

.. colesterolo… (Homer)

Forza, TV, fammi vedere un po’ di dolce spazzatura, vai! (Homer)

Signore, mio marito non è del tutto perfetto, ma è un uomo gentile ed onesto. Ti prego, portalo sulla retta via. […] Lui non intende essere sacrilego, Signore. È solo che gli piace dormire la domenica. (Marge)

Prima Chiesa di Springfield. Argomento di oggi: “Quando Homer incontrò Satana”.
First Church of Springfield. Today’s Topic: “When Homer met Satan”. (Insegna)

Salve, sto facendo una colletta per la Fratellanza dei Clown Ebrei. Lo scorso anno a causa dei tornadi settantacinque clown ebrei persero la vita. Il peggior avvenimento fu durante il nostro convegno a Lubbock nel Texas. C’erano parrucche e nasi di gomma sparsi ovunque! Ah, fu terribile! (Krusty)

Marge, metti un po’ più pian il riscaldamento… Ecco, così… (Homer, dormendo circondato dalle fiamme di un incendio)

Voi papere state duramente minando mio karma positivo! …Ma siete tanto carine! (Apu Nahasapeemapetilon, lasciando attraversare la strada a una fila di paperelle)

Signore Iddio santissimo, possa la tua mano amorevole guidare Homer e fargli centrare in pieno il materasso. (Ned) [Homer centra il materasso, ma rimbalza e rientra al primo piano sfondando la finestra]

Non te la prendere, Homer. Nove religioni su dieci falliscono al loro primo anno. (Dio)

Dialoghi:

  • Lisa [pregando in chiesa]: Padre Nostro, che sei nei cieli…
    Bart
    : Lisa! Questo non è né il momento né il luogo!
  • Homer: Per quanto riguarda me, io sto trascorrendo il più bel giorno della mia vita! E devo tutto al fatto di aver marinato la chiesa!
    Marge: Questa è una cosa terribile da dire! Ragazzi, vostro padre non sa quello che dice!
    Homer: Col cavolo, Marge! Sappi che io non andrò mai più in chiesa! Mai più!
    Marge: Homer, non starai veramente rinunciando alla tua fede?
    Homer: No! No, no, no, no…! [pausa]Be’… Sì.
  • Homer: Ehi, cosa c’è di tanto eccezionale nell’andare in qualche edificio ogni domenica? Insomma, Dio non è ovunque?
    Bart: Amen, fratello!
    Homer: E non pensi che l’onnipotente abbia di meglio da fare che preoccuparsi di dove un omino trascorre una miserabile oretta della sua settimana, scusa?
    Bart: Diglielo papà!
    Homer: E se avessimo scelto la religionesbagliata? Ogni settimana non facciamo altro che far arrabbiare sempre di più Dio!
    Bart: Parole sante!
  • [Homer sogna che Dio gli scoperchia la casa]
    Dio: Hai abbandonato la mia Chiesa!
    Homer: Be’, in un certo senso, ma…
    Dio: “Ma” cosa?
    Homer: Non sono un cattivo uomo, lavoro sodo e amo i miei figli, perciò perché dovrei trascorrere metà della mia domenica ascoltando come finirò all’inferno, scusami?
    Dio: Mh, non hai tutti i torti, vecchio mio. Sai, anch’io a volte preferirei guardare il football. Il St. Louis ce l’ha ancora una squadra?
    Homer: No, ora sono a Phoenix.
    Dio: Non mi dire!
    Homer: Sai cosa detesto più di tutto della chiesa? Quei noiosissimi sermoni.
    Dio: Eh, condivido in pieno. Quel reverendo Lovejoy mi scontenta proprio. Gli farò venire un’afta in bocca.
    Homer: Dagliene una pure da parte mia.
    Dio: Oh, lo farò.
    Homer: Così penso che dovrei vivere in modo retto e adorarti a modo mio.
    Dio: Homer, affare fatto. Ora se vuoi scusarmi, devo apparire su una tortilla in Messico.
  • Lisa: Perché dedichi la tua vita alla blasfemia?
    Homer: Non preoccuparti, tesoruccio. Se mi sbaglio ritirerò tutto sul mio letto di morte.
  • Homer: […] lo stesso Dio mi ha detto che dovrei cercare una via nuova.
    Reverendo Lovejoy: Ah, veramente?
    Homer: Eh, sì. Mi è apparso in un sogno. E sapevo che si trattava di qualcosa speciale perché di solito sogno le nudità…di Marge.
    Bart: E così, Homer, hai visto il pezzo da novanta! Che aspetto aveva?
    Homer: Dentatura perfetta, buon profumo, di gran classe… un vero Signore!
  • Reverendo Lovejoy: Homer, Homer! Vorrei che tu ricordassi Matteo 7, 26. Lo stolto che si è fabbricato la casa sulla sabbia.
    Homer: E lei ricordi…  Matteo… 21, 17.
    Reverendo Lovejoy: “E, lasciatili, uscì dalla città e se ne andò a Betania, ove passò la notte”?
    Homer: Sì… ci pensi!
  • Homer: Dovresti passare alla mia religione, Boe. È grandiosa! Niente inferno, niente inginocchiarsi…
    Boe: Mi dispiace Homer, ma sono nato addestratore di serpenti e morirò addestratore di serpenti.
  • Marge: Io ho la responsabilità di crescere questi ragazzi in modo retto e ameno che tu cambi dovrò di loro che il loro padre è… un malvagio.
    Homer: Ragazzi, lasciate che vi racconti di un altro cosiddetto “uomo malvagio”: aveva i capelli lunghi e delle idee bizzarre e non sempre faceva quello che gli altri ritenevano giusto e quell’uomo si chiamava… l’ho dimenticato. Ma il punto è… ho dimenticato anche quello… Marge, tu lo sai di chi sto parlando, quello che guidava quella macchina blu…
  • Marge: Ti prego, non costringermi a scegliere tra il mio uomo e il mio Dio, perché non puoi certo vincere tu.
    Homer: E rieccola di nuovo: sempre a schierarsi dalla parte di qualcun altro: Flanders… la società idrica… Dio…
  • Homer: Senza offesa, Apu, ma quando stavano distribuendo le religioni tu forse eri uscito a fare pipì?
    Apu: Signor Simpson, prego lei pagare per suoi acquisti, sparire per sempre e tornare presto!
  • Homer: Flanders, mi hai salvato… Perché?
    Ned: Accidenti, avresti fatto lo stesso anche per me! […]
    [Homer immagina Flanders intrappolato nella casa incendiata mentre lui è sull’amaca a bere una bibita]
    Homer: È proprio così, vecchio amico…
  • Assicuratore: Sono dell’assicurazione”Disastro totale”. Oggetti di valore?
    Homer: Ehm, un Picasso… la mia collezione di auto d’epoca…
    Assicuratore: Spiacente, questa polizza copre solo le perdite reali, non cose inventate.
    Homer: Oh, questa sì che è bella!
  • Kent Brockman: Incendio: il più antico nemico dell’uomo, insaziabile, privo di rimorsi, inestinguibile.
    Winchester: Uè, lo abbiamo spento!
    Kent Brockman: Tra poco: quali funzionano meglio? Le mollette per bucato con la molla o quelle senza?
  • Homer: Il Signore è vendicativo. Oh, grande Malevolo, mostrami chi flagellare e saranno flaggiati!
    Ned: Homer, non è stato Dio a incendiare la tua casa.
    Reverendo Lovejoy: No, ma Egli stava lavorando nei cuori dei tuoi amici e vicini quando sono venuti in tuo soccorso, siano essi cristiani [guarda Ned], ebrei [guarda Krusty].. [guarda Apu, indeciso]miscellanei…
    Apu: Indù! Siamo settecentodue milioni circa!
  • Homer: Signore, devo farti una domanda: qual è il significato della vita?
    Dio: Homer, questo non te lo posso dire.
    Homer: E dai!
    Dio: Lo scoprirai quando morirai.
    Homer: Non posso aspettare così a lungo!
    Dio: Non puoi aspettare sei mesi?
    Homer: No! Dimmelo adesso!
    Dio: Okay. Il significato della vita è… [parte la sigla di chiusura]

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

Episodio 4, Lisa la reginetta di bellezza

Non prescriverò medicinali. (Frase alla lavagna)

Da oggi Lisa Simpson non è più la piccola Miss Springfield. Pare che il padre della destituita reginetta di bellezza, Homer Simpson, abbia compilato in modo errato la domanda di partecipazione. Nella zona posta sotto l’avvertenza “non scrivere sotto questo spazio” ha scritto “OK”. (Kent Brockman)

Ora passiamo ad altro… il santo padre Giovanni Paolo II [Compare una foto di una capra con un biberon]Adesso basta!… non posso lavorare in queste condizioni!… io me ne vado!… se mi cercate sono da… chiamate il collega… non mi interessa!  (Kent Brockman)

Lisa, come fratello questa è la cosa più difficile che io abbia mai detto: tu non sei cozza. (Bart)

Sponsorizzo di vero cuore questo evento o prodotto. (Krusty)

Dialoghi:

  • Homer: Ehi, nessuna è più carina della mia bambina.
    Marge: Ma tu la guardi con gli occhi di un padre!
    Homer: Be’, se potessi cavare gli occhi a qualcun altro e ficcarli nelle mie orbite lo farei, ma per me lei è bellissima.
    Marge: Hai detto una cosa dolcissima.
  • Homer: Dio vi benedica, ragazzi!
    Marge: Homer, quelli sono gelatai!
    Homer: Per questo!

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

Episodio 5, La paura fa novanta III

E per le notizie riguardanti l’ambiente gli scienziati hanno annunciato che ora l’aria di Springfield è dannosa solo ai bambini e agli anziani. (Giornalista)

La casa del male. “Il tuo negozio che offre molteplici servizi”.
House of Evil. “Your One Stop Evil Shop (Insegna)

Sono Krusty il Clown e tu non mi piaci… Sono Krusty il Clown e io ti ucciderò (Pupazzo parlante di Krusty)

La mia mortadella ha un nome: | è Homer, Homer, Homer! | La mia mortadella ha un cognome: | è Homer, Homer, Ho-ho…! (Homer)

Ecco che se ne va l’ultimo residuo della mia eterosessualità! (Patty, vedendo passare Homer nudo)

Sono stato uno stupido a pensare che a qualcuno interessassero le foto di Whoopi Goldberg nuda! Ma che diavolo?! (Passante)

Sono Marge Bouvier. Sono qui in merito al vostro annuncio: “Cercasi donna bianca nubile per spedizione misteriosa. Devono piacerle le scimmie. Non fumatrice.” (Marge)

Quest’amore è una camera a gas! (Burns)

King Homer. L’ottava meraviglia del mondo. E in più le più grasse di ballerine di can can della città.
“King Homer”. Eight wonder of the world. Plus the chubbiest kickline in town. (Insegna)

Mi sembri un tantino congestionato. Forse dovresti mangiare più verdure e meno persone. (Marge)

Ricordo quando Al Jolson corse in preda al furore omicida al Winter Garden e scalò il Chrysler Building. Non poté più esibirsi in questa città. (Burns)

La frutta è il dolce della natura. (Marge)

Et voilà bello come un quadro! [uno zombie esce dalla terra appena sistemata con la pala] Ah, gli zombie! [lo zombi se ne va e Willie mette nuovamente apposto la terra] Et voilà, bello come un quadro! (Willie)

Dialoghi:

  • Marge: Dove hai preso tutti quei soldi?
    Nonno Abe: Dal governo. Non me li sono guadagnati e non mi servono. Ma se saltano un solo pagamento faccio il diavolo a quattro!
  • Bart: Ehi, Homer, dov’è il tuo regalo?
    Homer: D’oh! …volevo dire: non preoccuparti, figliolo. Ho dimenticato di comprarti un regalo. Ma giurosulla tomba di mio padre…
    Nonno Abe: Ehi!
    Homer: …che te ne comprerò uno ora.
  • Homer: Vendete giocattoli?
    Venditore: Vendiamo oggetti proibiti da luoghi dove gli uomini temono di mettere piede, e yogurt con gelato che io chiamo “congurt”.
    Homer: Senta, a me serve qualcosa per il compleanno di mio figlio.
    Venditore: Ah, forse questo sarà di suo gradimento. [prende un pupazzo Krusty parlante]Prenda questo oggetto, ma – attenzione! – porta con sé una terribile maledizione.
    Homer: Oh, questo è male!
    Venditore: Ma con esso è compreso un congurt gratis!
    Homer: Questo è bene!
    Venditore: Anche il congurt ha una maledizione!
    Homer: Questo è male.
    Venditore: Ma può arricchirlo con uno sciroppo di suo gusto!
    Homer: Questo è bene!
    Venditore: Gli sciroppi contengono benzoato di potassio! [Homer ha uno sguardo assente] E questo è male!
    Homer: Posso andare ora?
  • Nonno Abe:Vi dico che quel pupazzo è perfido! Perfido! Perfido!
    Marge: Nonno, hai detto la stessa cosa di tutti i regali.
    Nonno Abe: Volevo solo un po’ di attenzioni…
  • Bart: Nonno, perché non ci racconti tu una storia? Hai avuto una vita interessante.
    Nonno Abe: Questa è una bugia e tu lo sai!
  • Otto: Uè, chi è questo tizio “Homer”?
    Marge: O è una scimmia preistorica alta quindici metri oppure una trappola per turisti escogitata dalla proloco dell’Isola delle Scimmie.
  • Bart: […] io ho un racconto così pauroso che ve la farete tutti sotto!
    Nonno Abe: Già fatto…
  • Bart: Da “A” – arancia – a “Z” – zebra. Il primo libro a rilievo del bimbino. Sono 26 pagine di avventure alfabetiche.
    Edna: Bart, vuoi dirmi che hai letto un libro destinato ai bimbi dell’asilo?!
    Bart: Be’, quasi tutto…
  • Lisa: Zombie!
    Bart: Per favore Lisa, preferiscono essere chiamati “viventi svantaggiati”!
  • Lisa[sconvolta]: Papà, abbiamo fatto una cosa terribile!
    Homer: Avete sfasciato la macchina?
    Bart: No.
    Homer: Avete risuscitato i morti?
    Lisa: Sì!
    Homer: Ma la macchina sta bene?
    [Lisa e Bart annuiscono]
    Homer:Allora tutto ok!
  • Homer: Risparmiate la mia famiglia! Prendete me, prendete me!
    Zombie[dopo aver “bussato” sulla testa di Homer per sapere se c’è il cervello]: Ma è vuoto!
  • Homer: Beccati questa, Washington! Mangiati il piombo, Einstein! Cala il sipario, Shakespeare!
    Shakespare morendo: Codardo, c’è del marcio a Springfield!
  • Marge: Be’, sono contenta che non ci siamo trasformati in degli zombi scervellati!
    Bart[con aria ebete]: Shh! TV!
    Homer [con aria ebete, riferendosi a quello che vede in TV]: Uomo cadere giù. Mitico.

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

Episodio 6, Grattachecca e Fichetto: il film

Non seppellirò il nuovo alunno. (Frase alla lavagna)

Liberarsi dall’obbligo della giuria è facile. Il trucco è dire che hai pregiudizi contro tutte le razze. (Homer)

Dialoghi:

  • Marge: Non fate arrabbiare il nonno mentre siamo al consiglio di classe. La cena la portiamo noi.
    Lisa: Che porterete da mangiare?
    Homer: Be’, dipende da quello che diranno gli insegnanti: se siete stati bravi pizza; se siete stati cattivi… eh, vediamo… veleno!
    Lisa: E se uno di noi è stato bravo e l’altro cattivo?
    Bart: Pizza avvelenata.
    Homer: Oh no, io non mi fermo due volte!

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

Episodio 7, Marge trova lavoro

Non insegnerò agli altri come volare. (Frase alla lavagna)

Magari potessi andarci io in pensione, quello sarebbe supermitico! (Homer)

Salve, sono Troy McLure! Forse vi ricorderete di me per quei video istruttivi, ad esempio Naftalinando la vostra corazzataScavate da soli la vostra fossa e risparmiate! Bene, nelle sei ore che seguiranno vi illustrerò cosa fare e cosa non fare nella riparazione della fondamenta. (Troy McLure)

La mia vita è piuttosto noiosa. Ieri dei testimoni di Geova hanno bussato alla porta e io non li lasciavo più andar via! Se la sono svignata appena sono andata in cucina a prendere da bere. (Marge)

Ora Marge, ricorda: se qualcosa va storto alla centrale nucleare, tu da la colpa a quello che non sa parlare la nostra lingua. (Homer a Marge mentre si recano al lavoro)

Quella donna è così accattivante! Smithers, il mio cuore batte come un martello pneumatico! (Burns, guardando Marge dai monitor di sorveglianza)

Aaah! Le mie ovaie! (Bart, fingendo di star male)

Mi rifiuto di dormire nello stesso letto con una donna che mi giudica uno scansafatiche! Ora dritto di sotto, apro il divano, srotolo il matera… [Ci ripensa] (Homer)

Stanotte l’ho sognata di nuovo, Smithers…Sai quando tu sei a letto e chi ami entra dalla finestra volando? (Montgomery Burns)

Non te la prendere se perso tu hai. Lottavo con i lupi che ancora eri poppando i capezzoli di tua madre, mì! (Willie)

Dialoghi:

  • Homer: Come dice la Bibbia: “Nel lavoro di tuo marito non devi ficcare… il naso!”.
    Marge: Nella Bibbia c’è “ficcare il naso”?
    Homer: C’è… c’è…
  • Lisa: Credo sia meraviglioso! Mami e papi, l’uno accanto all’altro alla centrale nucleare…sarete proprio come i coniugi Curie!
    Homer: Loro che hanno fatto?
    Lisa: Hanno scoperto il radio! …sono morti entrambi per avvelenamento da radiazioni…
  • Edna Caprapall: Bart, per evitare questo compito hai avuto il vaiolo, il male dei palombari e quell’infelice attacco di sindrome di Tourette!
    Bart: Non l’ho ancora superato! [Simula dei tic nervosi]…Strega! [Abbaia come un cane]

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

Episodio 8, La nuova ragazza del quartiere

Non porterò pecore in classe. (Frase alla lavagna)

Olà, Marinai! Avete fatto il pieno di tacos? Preferireste mangiare un topo di sentina piuttosto che un altro hamburger? venite a saziarvi di pesce a volontà dall’Olandese sfrigolante! […] Salpate alla volta dell’Olandese sfrigolante! (Capitano McCallister nello spot pubblicitario del ristorante L’Olandese sfrigolante)

[Sbavando] Mmmm… gamberetti… (Homer)

Bart, ti prego, slegami… Slegami, ti prego, Bart… Bart, la benzina no… (Abby, vecchia babysitter di Bart)

Cacchio, questo cos’è? Stampelle di ferro? Medicine scadute? Vecchi giornali? Ahhh! [Parlando tra sé ad alta voce] Ok, Homer, sta calmo. Porta tranquillamente questa roba in casa. [Si china e solleva uno scatolone, ma il contenuto si rovescia a terra] Homer, non stai ascoltando! (Homer)

Oh, Laura… Che bella sorpresa. (Bart, indossando una vestaglia alla Hugh Hefner e fumando una pipa giocattolo)

Costui non è un uomo, è una macchina divoratrice priva di pudore! (Capitano McCallister)

Questo è un momento importante tra un ragazzo e suo padre. Figlio, una donna è molto simile a… a… a un frigorifero! È alta circa un metro e 82, pesa 135 chili, fa il ghiaccio e… Oh, aspetta un momento! A dire il vero una donna è molto più simile ad una birra: ha un buon profumo, è bella a vedersi, venderesti tua madre pur di averne una… ma non puoi fermarti ad una: vuoi berti un’altra donna! [Cambio di scena: Homer è sbronzo dopo aver bevuto una decina di birre] … Perciò io dico: “Senti, se vuoi quei soldi vieni a trovarteli perché io non so dove stanno, brutto rospone-salame, mi fai venire voglia di vomitare”.  (Homer a Bart)

Questo è il caso più sfacciato di pubblicità fraudolenta dall’ultima mia causa intentata contro il film La storia infinita! (Lionel Hutz)

T’avrei soltanto marcato!  (Boe)

[Mentre beve birra dalla spina]Il mio cuore si è fermato! …Ah, è ripartito! [riprende a bere] (Barney)

Dialoghi:

  • Sylvia Winfield: Signor Simpson, mio marito ha deciso di traslocare.
    Homer: Andate a finire i vostri giorni in Florida?
    Sylvia Winfield: Già. Be’, ci sono due cosette per aiuraci a far vendere la casa. Uno: quando passa davanti alla sua finestra, potrebbe per cortesia indossare i pantaloni?
    Homer: Mmmmh… No.
    Sylvia Winfield: E due: potrebbe per cortesia ritirare le sue zucche rimaste dai precedenti Halloween?
    Homer: Mmmmh… No.
    Sylvia Winfield: E per cortesia, copra i bidoni dei rifiuti: attirano la fauna!
  • Ruth Powers: A dire il vero io avevo dei dubbi sul fatto di venire a Springfield. Sa, dopo l’articolo La peggior città in americaa cui il TIME ha dedicato la copertina.
    Marge[Orgogliosa] Si vedeva la nostra casa in quella foto!
  • Lisa: Bart! Ti stai facendo il bagno?!
    Bart
    : Già, e sarebbe molto gradita un po’ di privacy da queste parti, tanto per cambiare.
    Lisa
    : Suppongo che il tuo igienismo sia da mettere in relazione con l’arrivo di Laura.
    Bart
    : Be’, a volte un uomo può volere la propria pelle più gialla possibile.
  • Homer: Mi batterò per questa cosa! Marge: Oh, ti prego, no, fallo per me…
    Homer: Spiacente, Marge, è la meta della mia vita. Sono come quello lì, quel… quell’uomo lì, spagnolo, quello che ha sbattuto contro i mulini a vento.
    Marge: Don Chisciotte.
    Homer: No, non è quello. Come si chiama? L’uomo della Mancha…
    Marge: Don Chisciotte!
    Homer: No!
    Marge: Credo fosse proprio quello il nome del personaggio, Don Chisciotte.
    Homer: Benissimo, ora mi documento. [Homer esce dall’inquadratura per andare a prendere un’enciclopedia che, in un’altra inquadratura, sfoglia attento]
    Marge: Allora, chi era? [Homer torna vicino al letto]
    Homer: Lasciamo perdere…
    Marge: Mhh…
  • Bart: Papà, se a una ragazza davvero speciale piacesse un cretino che non la merita tu che faresti?
    Homer: L’ho sposata!
  • Capitano McCallister: Era una notte senza luna, buia come la pece, quando fuori dalla bruma uscì una bestia più stomaco che uomo!
    Homer: Ehi!
    Capitano McCallister: Così dissi ai miei nostromi “Rinforzate l’albero di mezzana!”
    Lionel Hutz: Capitano McCallister, è vero che di fatto lei non è un vero capitano?
    Capitano McCallister: Sì, signore. [Abbassa la testa per la vergogna. Intanto i presenti si scandalizzano]
  • Avvocato dai capelli blu: Vostro onore, vorrei mostrare esattamente quanti gamberetti ha ingurgitato il signor Simpson. Avanti, ragazzi! [Nell’aula di tribunale entra una fila di facchini che trasportano grandi sacchi]
    Facchino: 1800 lettere! Tutte indirizzate a mani di forbice!
    Avvocato dai capelli blu: Voi state cercando il processo contro Lorena Bobbitt, è nell’aula accanto![
  • Capitano McCallister: Venite a vedere il pozzo senza fondo, l’errore più crudele di Madre Natura! Venite per il fenomeno rimanete per mangiare!
    Signora: È orripilante!
    Signore: Ho sentito che è un gorilla depilato…
  • Boe: Ehi… soltanto un secondo, ora vedo… Gay D’Amare?! Sto cercando Gay D’Amare, nessuno si fa avanti? Ma perché non riesco a trovare Gay D’Amare?! [Risate generali]
    Barney: Forse hai degli standard troppo alti.
    Boe: Brutto figlio di…! Se mai scoprirò chi sei ti caccio una salsiccia giù per la gola e ti piazzo una muta di cani affamati nel didietro!
  • Boe:  Barney, non fregarti la birra mentre sono via!
    Barney: Per che razza di ubriacone patetico mi hai preso… Oh, c’è della birra in questo posacenere! [beve la birra dal posacenere]
  • Laura: Pronto, vorrei parlare con Miss K., di nome fa… Lorina.
    Boe: Miss K. Lorina, un momento… Miss K. Lorina! Miss K. Lorina! Forza gente, mettete giù i bicchieri, Miss K. Lorina!

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

Episodio 9, Mr. Spazzaneve

Un rutto non è una risposta. (Frase alla lavagna)

Sarà pure un canale scadente, ma almeno i Simpson sono in tv! (Homer)

Dialoghi:

  • Assicuratore: Ora, prima di darle l’assegno, un’ultima domanda: questo posto, Da Boe, che lei ha lasciato poco prima dell’incidente, era un luogo d’affari di qualche genere?
    Cervello di HomerNon dirgli che eri in un bar. Oh, cos’altro è aperto di notte?
    Homer: È un negozio di pornografia! Stavo comprando della pornoschifografìa!
    Cervello di HomerDe hi hi ho ho! Io a quello non ci avrei mai pensato.
  • Homer[Ammirando uno spazzaneve]: Non posso permettermelo.
    Venditore: Amicone, questa non costa soldi: questa fa soldi! Può pagare le rate spazzando neve dai viali, come secondo lavoro!
    Homer: Be’, veramente dovrei discuterne con mia moglie.
    Venditore: Sua moglie?
    Homer: Ma cosa crede, che io acquisti un bestione da $20.000 solo perché lei fa quel rumore?…Lo compro!
  • Marge: Perché hai acquistato quello spazzaneve? Non possiamo permettercelo!
    Homer: Se devi arrabbiarti ogni volta che faccio una cosa stupida, allora dovrò smettere di fare cose stupide. Sei d’accordo?
    Marge: Bene!
    Homer: Benissimo! Non farò mai più qualcosa di stupido. Buonanotte!
    [Homer si volta e colpisce con la faccia la portiera dello spazzaneve]
    Marge: Oh, Homie, ti sei fatto male?
    Homer[Fra i denti]: D’oh!

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

Episodio 10, La prima parola di Lisa

La maestra non è una lebbrosa. (Frase alla lavagna)

Secondo la rivista “La madre apprensiva” se Maggie non parla entro l’età di un anno sarà necessario un estensore correttivo della lingua. (Marge)

Vi racconterò di quella volta in cui mi sono chiuso dentro l’armadio con Fonzie! Era un altra delle mie macchianzioni cervellotiche! […] Un momento, un momento… quello era Happy Days! (Homer)

.. grasso di maiale… (Homer)

Non è mica facile destreggiarsi con una moglie incinta e un ragazzino smanioso, ma comunque riuscii ad infilarci otto ore di tv al giorno. (Homer)

Ehi, gente! Manca una manciata di secondi ai 100 metri farfalla e con le “donne” della Germania dell’Est che si radono la schiena a novemila miglia di distanza le americane sono sicuramente favorite! (Annunciatore sportivo)

La madre apprensiva. Il vostro bambino è troppo carino?
Fretful Mother Magazine. Is your baby too cute?
(Prima pagina della rivista Fretful Mother)

“Non sparare sulla croce rossa”! Questa non l’ho mai capita! (Homer)

Dialoghi:

  • Marge: Oh, Maggie, quand’è che parlerai?
    Lisa: Non forzatela. Ricordate: “è meglio rimanere in silenzioed essere considerati imbecilli piuttosto che aprire bocca e togliere ogni dubbio.”
    Cervello di HomerChe diavolo significa? Meglio dire qualcosa altrimenti penseranno che sei stupido!
    Homer: Chi la fa l’aspetti!
    Cervello di HomerChe fortuna!
  • Homer: De-hi-hi-ho, ti ho preso il naso!
    Bart: Ti ho preso portafoio!
    [scarica il portafoglio di Homer nel water]
    Homer: D’oh!
  • Marge: Indovina un po’ papi, ci sarà due volte tanto amore in questa casa di quanto ce n’è ora.
    Homer: Lo faremo anche la mattina?
    Marge: No!
    Homer: Ah.
    Marge: Stiamo per avere un altro bebé!
  • Marge: Temo che avremo bisogno di una casa più grande.
    Homer: Niente affatto, ci ho già pensato io. Il nascituro avrà il lettino di Bart e Bart dormirà con noi fino all’età di ventun’anni.
    Marge: Questo non lo devierà?
    Homer: Mio cugino Frank l’ha fatto.
    Marge: Tu non hai un cugino Frank.
    Homer: È diventato Francine nel ’76 poi è entrato in quella setta. Crede che ora il suo nome sia Madre Shabububusettete.
    Marge: Mhrr.
  • Homer: Una volta che ci siamo liberati dei gatti non dovrebbe essere poi tanto male.
    Agente immobiliare
    : Be’, secondo il testamento sono i gatti i proprietari della casa. Voi sareste i loro affittuari.
  • Homer: Papà, prima mi hai dato la vita, ora mi dai una casa per la mia famiglia. Sarei onorato se tu venissi a vivere con noi.
    Nonno: Grazie!
    [Nel presente, alla fine del racconto]
    Bart: E poi dopo quanto tempo lo hai spedito alla casa di riposo?
    Homer: Circa tre settimane! [Tutti ridono]
  • Krusty: Ehi, ragazzi! Ah-ah-ah-ah! L’estate è dietro l’angolo e il Krusty Burger è il panino ufficiale al gusto di carne delle Olimpiadi 1984! […] Fa tutto parte del nostro Krusty Burger Concorso Olimpico a premi. Basa grattare il nome della gara olimpica sul vostro cantorcino e se l’America vince una medaglia d’oro, voi vincete un Krusty Burger! [addenta un panino]
    Regista: E… stop!
    Krusty[sputando il panino]: Datemi da bere, presto! Presto! Bleah! Quel saporaccio non se ne andrà per settimane!
  • Marge: Papi, credo che il bebè stia arrivando…
    Homer: Mitico! Un bebè ed un hamburger gratis! Possibile che questo sia il giorno più bello della mia vita?
    Annunciatore televisivo: Fra poco un’ora dedicata interamente a Gli antenati!
    Homer: Sì!
  • Bart: A me piaceva quando eravamo io, mamma e Homer! Tu hai rovinato tutto! Me ne vado, addio!!!  Lisa[dice la sua prima parola]Bart!
    Bart: Che cos’hai detto?
    Lisa: Bart!
    Bart Perdindirindina! Sai pallale[corre con Lisa in braccio dai genitori] Mamma, papà, sa parlare! Dillo di nuovo Lisa!
    Lisa: Bart! Bart Bart Bart Bart Bart!
    Bart: Sono la sua prima parola!
    Marge: Be’, non mi sorprende, Lisa è pazza d’amore per te. Pensa che tu abbia appeso la Luna.
    Bart: Wow! Lisa, riesci a dire “Mamma”?
    Lisa: Mam-ma!
    Bart: Riesci a dire “David Hasselhoff”?
    Lisa: Devid assfocsa!
    Homer: Riesci a dire “Papà”?
    Lisa: Ho-mer!
    Homer: No, tesoro. “Papà”.
    Lisa: Ho-mer!
    Homer: D’oh!

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

Episodio 11, Il triplice bypass di Homer

Il caffènon è per i bambini. (Frase alla lavagna)

Il sistema sanitario americano è secondo solo a Giappone, Canada, Svezia, Gran Bretagna, beh, tutta l’Europa. Ma puoi ringraziare la tua buona stella che non viviamo in Paraguay! (Homer)

Qui papà Orso, diramate subito un ordine d’arresto per un individuo sospetto alla guida di… una vettura di qualche tipo che si sta dirigendo in direzione… non so, hai presente quel locale che vende chili, eh, quello. La persona sospetta è senza cappello, ripeto, è senza cappello! (Clancy Winchester)

Si dice che la più grande tragedia è quando un padre sopravvive al proprio figlio: questa non l’ho mai capita. Ad essere sincero io ci vedo solo lati positivi! Ahahahahah! (Nonno Simpson)

Dialoghi:

  • Burns:  Guarda quel maiale, come si imbottisce la faccia di ciambelle a spese mie! Ma sì, continua a mangiare… ignaro sei di avvicinarti sempre più alla ciambella avvelenata! Ehehehehehehe!…. ce n’è una avvelenata, vero Smithers?
    Smithers: Be’, no signore… secondo i nostri legali sarebbe omicidio.
    Burns: Maledetta la loro unta pellaccia!!!
  • Assicuratore: Bene, ora qualche domanda…
    Homer [agitatissimo]: Domanda?! Il mio piano va a farsi benedire…  volevo dire, faccia pure…
    Assicuratore: Ottimo. Alla voce “infarti”, lei ha cancellato tre e ha messo zero…
    Homer: Oh-oh! Credevo che dicesse “emorragia cerebrale”!
    Assicuratore: Lei è un alcolista?
    Homer: Mi concedo un bicchiere di Porto a Natale!
  • Hibbert: Homer, temo che lei dovrà sottoporsi ad un intervento di bypass coronarico.
    Homer: Dottore, parli come mangia!
    Dr. Hibbert: Dovrà subire un intervento a cuore aperto.
    Homer: Mi risparmi il suo bla bla medico! Non ho capito.
    Dr. Hibbert: Dovremo tagliare, aprire il torace e riparare il ticchettio.
    Homer: Una sfumatura un po’ più ignorantona?
  • Marge: Homer è all’ospedale! Temono si tratti del suo cuore…
    Selma: Oh, mio Dio!
    Patty: Cosa?
    Selma: 5 centesimi di sconto sulla carta forno!
  • Homer: Continuo a sentire questo irritante battito irregolare… 
    Meccanico
    : È il suo cuore, credo sia giunto al suo ultimo battito!
    Homer: Uuuuh, meno male credevo che fosse il cambio!

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

Episodio 12, Marge contro la monorotaia

Non mangerò cose per soldi. (Frase alla lavagna)

Yabba-Dabba Do! Simpson, Homer Simpson, il più grande uomo che la storia avrà! | dalla città di Springfield un castagno in pieno prenderà!(Homer)

La legge è uguale quasi per tutti. (Sullo stemma del tribunale)

Sapete, una cittadina con del denaro è un po’ come un mulo con un forno a microonde: nessuno sa dove l’abbia preso e gli venisse un colpo se saprà mai come usarlo! (Lyle Lanley)

Siete importanti in un lavoro senza sbocco? State dissipando il prezioso dono della vita davanti a una stupida scatola? Vi state scolando la terza birra della serata? Be’, forse è il momento di entrare a far parte dell’eccitante mondo dei conducenti di monorotaie iscrivendovi all’Istituto Lanley! (Spot di Lyle Lanley)

Il sogno di tutta la tua vita era di correre in mezzo al campo durante una partita di baseball e l’hai realizzato l’anno scorso! Ricordi?  (Marge)

Ciambelle… esiste qualcosa che non riescono a fare? (Homer)

Quella [la monorotaia] fu l’unica follia nella quale si siano mai imbarcati i cittadini di Springfield. Eccetto il grattacielo di bastoncini da gelato… e la lente d’ingrandimento alta 15 metri… e quella scala mobile senza meta. (Marge)

In verità le porte sull’Enterprise non erano meccaniche, avevamo addetti ad entrambi i lati che ci aprivano la porta quando ci vedevano arrivare! (Leonard Nimoy)

Uhlala! Quella la chiami un’ancora? (Capitano Horatio McAllister)

Dialoghi:

  • Smithers: Allora, dove lo scarichiamo questo, signore? Nel campo giochi?
    Burns: No, tutti quei ragazzini diventati calvi stanno suscitando sospetti. Al parco!
  • Sindaco Quimby: Ora vorrei passare la parola al nostro cerimoniere: il signor Leonard Nimoy!
    Leonard Nimoy: Questa bellezza supererebbe l’Enterprise di mille anni luce!
    Sindaco Quimby: E lasciatemi dire: Che la forza sia con te!
    Leonard Nimoy: Ma lei almeno lo sa chi sono io?!
    Sindaco Quimby: Credo di sì…non era una delle Simpatiche canaglie?
  • Marge: Homer, c’è qui un uomo che può aiutarti.
    Homer: È Batman?
    Marge: No, è uno scienziato.
    Homer: Batman è uno scienziato.
    Marge: Non è Batman!

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

Episodio 13, La scelta di Selma

Non griderò “È morta” durante l’appello. (Frase alla lavagna)

Dialoghi:

  • Patty: La sua leggenda vivrà in eterno.
    Cervello di HomerGià, la leggenda della donna Faccia Da Cane!
    Homer [a voce alta]: La leggenda della donna Faccia Da Cane! Questa è proprio bella! De-ih-ih-oh!
    Marge: Homer! Sei un vero maleducato!
    Homer: Che c’è? …D’oh!

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

Episodio 14, Fratello dello stesso pianeta

Il toupee del direttore non è un frisbee. (Frase alla lavagna)

Barton Fink! Barton Fink! (Milhouse Van Houten)

Dialoghi:

  • Cervello: Non dire vendetta, non dire vendetta!
    Homer: Ehmm… vendetta.
    Cervello: È fatta: io me la squaglio! [rumore di passi che corrono e porta che sbatte]
  • Pepi: Oh, papà Homer, sei molto dotto!
    Homer: Dotato, Pepsi. Si dice dotato.
    Pepi: Mi chiamo Pepi.
  • Lou: All’acquario ci sono due tizi che si stando mazziando, capo.
    Commissario Winchester: Là le vendono ancora le banane col gelato?
    Lou: Affermativo.
    Commissario Winchester: Allora andiamole a comprà!

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

Episodio 15, Io amo Lisa

Non chiamerò il direttore “Testa di rapa”. (Frase alla lavagna)

Il dottore dice che non avrei tante emorragie dal naso se non ci infilassi sempre il dito (Ralph)

Ah, dolce pietà! Come sarebbe stata la mia vita sentimentale senza… (Homer)

Caro figliolo, il segreto per conquistare una ragazza, come per aprire una noce, è la perseveranza… Puozz iettà ‘u sangue! E poi fidati, nessuna donna resiste al fascino della divisa. Ahhh, o uiccà! (Commissario Winchester)

Ehi, ragazzi e ragazze! mancano solo quattro giorni al mio show d’anniversario…29 anni! E quando iniziai dissero che non sarei durato neanche una settimana! e sapete che fine hanno fatto quei critici? tutti morti! COME VI TROVATE LAGGIÙ AMICI?!  Eh? eh? (Krusty il clown)

E se questo non funziona sei semplici parole: non-sono-gay, ma-posso-imparare. (Homer)

Non ho pianto quando il mio babbo fu impiccato per aver rubato un maiale… ma piangerò adesso… (Willie)

Dialoghi:

  • Marge:  Questo è per il mio adorabile papino in onore di questa festa speciale!
    CervelloFesta speciale? E adesso che cavolo mi sono dimenticato? Calma, niente panico… È la festa del bacon? No, parlo a vanvera… Uuuh, comincia a spazientirsi, tira ad indovinare!
    Homer: Buon… San Valentino!
    Marge: Oh, te lo sei ricordato!
    Homer: Yuhuuh!
  • Ralph: Signorina Hoover, io non ce l’ho il pastello rosso.
    Signorina Hoover: E perché no?
    Ralph: L’ho mangiato.
  • Ragazzo Cuore: Dove scarico i cuori di manzo?
    Cuoca Doris: Per terra, no?!
    Ragazzo Cuore: Non mi sembra molto pulito…
    Cuoca Doris: Fatti i cavolacci del lavoro tuo, ragazzo cuore!
  • Lisa: Oh no un pacco da parte di Ralph… Oh la cabriolet di Malibu Stacey… [leggendo il bigliettino]“Guarda nel bagallaio”… Intenderà bagagliaio.. Ah, i biglietti per lo show dell’anniversario di Krusty. Ohhh, vorrà che io ci vada con lui..
    Bart: Oh, non è giusto, io sono un fan di Krusty dieci volte più di te, ho persino il test di gravidanza di Krusty.
    Lisa: Non so se dovrei andarci, lui neanche mi piace.
    Bart: Hai ragione Lisa non dovresti andarci, non sarebbe onesto, ci andrò io travestito da te.
    Lisa: E se lui volesse tenermi per mano?
    Bart: Sono pronto a fare quel sacrificio.
    *Lisa: E se lui volesse baciarmi?
    Bart: Sono pronto a fare quel sacrificio.
    Lisa: E se volesse…
    Bart: Non vorresti sapere fino a che punto arriverei!
  • Homer: La tua coscienza?! Lisa, non permettere a quella piccola tiranna imbrogliona di dirti cosa fare.
    Coscienza di Homer: Homer quella è una cosa terribile da dire!
    Homer: Tappati quel cesso!
    Coscienza di Homer: Sissignore…
  • Lisa: Commissario, come si è procurato i biglietti?
    Winchester: Ognuno tiene i suoi santi in paradiso…
    [flashback di Winchester che entra in un cinema a luci rosse dove trova Krusty]
    Comm. Winchester: Ahhh non c’è niente di più meglio di un bel film porno!
    Krusty: Commissario Winchester… è una retata?!?!
    Comm. Winchester: Aaah… è chiaro… e si capisce che è una retata eh… […]
    Lisa: Questa non è una storia adatta ai bambini.
    Comm. Winchester: Hai ragione… e non ti ho detto che non tenevo i pantaloni!
  • Seymour Skinner: E ora la nostra serata giunge al termine…
    Homer: Mitico!
    Seymour Skinner: …con una rappresentazione dettagliata della vita di George Washington.
    Homer: D’oh!

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

Episodio 16, Niente birra per Homer

I pesci rossi non rimbalzano. (Frase alla lavagna)

Se dalla centrale vuoi scappare | al settore 7B devi andare. (Homer, recitando la filastrocca sulla mappa della centrale nucleare)

Se la maledizione del ragno vuoi annientare | un verso della Bibbia devi recitare. Ehm… “Non desiderare la…” Ouh… (Homer)

Il proibizionismo ti mette giù di corda? Bevi il tonico ricostituente del Dottor Duff! Prohibition get you down? Drink Doctor Duff’s health tonic  (Slogan della Duff nel periodo del proibizionismo)

Sapevo fosse un rosso perché non beveva la birra Duff!
I knew he was a commie ‘cause he didn’t drink Duff beer (Slogan della Duff nel periodo del maccartismo)

Non puoi averne mai abbastanza della meravigliosa Duff.
Can’t get enough of that wonderful Duff  (Slogan della Duff)

Mmmm… birra gommosa… (Homer)

Non lasciare che i tuoi amici guidino ubriachi. / È sempre l’ora per una Duff.
Don’t let friends drive drunk. / It’s always time for Duff. (Pubblicità contrastante della birra Duff)

Criceto due, Bart zero. (Lisa)

Salve, sono l’attore Troy McLure! Forse vi ricorderete di me per i filmati istruttivi della motorizzazione come Le avventure di Alice attraverso il parabrezza e La decapitazione di Larry piedi di piombo! (Troy McClure, in un filmato sulle vittime di incidenti automobilistici)

Diciassett’anni avevo, | dell’ottima birra bevevo, | dell’ottima birra bevevo, | un documento falso con me portavo, | Brian McGee mi chiamavo | e la notte i Queen ascoltavo. | Diciassett’anni avevo. (Homer)

Mirate la gravità in tutta la sua gloria! (Milhouse)

[…] ogni buon scienziato è per metà Pavlov e per metà Walt Disney. (Skinner)

Non mi ero mai reso conto di quanto fosse palloso questo gioco! (Homer, sobrio a una partita di baseball)

Ucciderei tutti in questa stanza per una goccia di dolcissima birra, signori… (Homer)

Sai di volerla!
You know you want it!  (Slogan su un manifesto con una donna in bikini con una bottiglia di birra Duff)

Arrenditi alla Duff!
Surrender to Duff  (Slogan pubblicitario su un dirigibile Duff che sgancia bottiglie con paracadute)

Se tu non chiudessi non me ne andrei mai! (Barney a Boe)

Dialoghi:

  • Lisa: Ho coltivato un pomodoro futuristico fertilizzandolo con steroidi anabolici.
    Bart: Quelli che aiutano gli olimpionici a raggiungere nuove vette di bravura?
    Lisa: Gli stessi identici. Questo pomodoro spazzerà via la fame nel mondo
    (…)
    Homer: E il tuo progetto di scienze?
    Bart: Ho pensato di indagare sull’effetto del fumo di sigaretta sui cani.]
    Marge: Bart, non dare le sigarette al cane!
  • Homer: Uh! Muoviamoci: è ora di andare al lavoro, signori.
    Cervello: Loro non sanno che oggi me la squaglio prima per visitare la fabbrica Duff!
    Homer: Si timbra alle 9 si ritimbra alle 5: questo è il piano.
    Cervello: De-ih-oh! Loro non sospettano niente! Bene, alla centrale!
    Homer: E poi alla fabbrica Duff!
    Cervello: Oh no! L’ho detto oppure l’ho solo pensato?
    Homer: Mi devo inventare una bugia alla svelta.
    Marge: Homer, stai andando alla fabbrica Duff? [Homer urla e scappa]
  • Homer: Ehi, Barney, credo che ne abbiamo bevuta abbastanza.
    Barney: Ma sei impazzito? Non abbiamo ancora provato la Duff lampone, la Lady Duff, la Duff anti-tartaro…
  • Winchester [al telefono]: Ah, sì, pronto, signora Simpson, ho delle brutte notizie per lei: suo marito è stato trovato un po’ esanime.
    Marge: Caspiterina, è morto?!
    Winchester: No, no, un momento, volevo dire “ebbro”! Io le scambio sempre quelle due parole! [attacca il telefono e arriva una signora]
    Signora Phillips: Sono la signora Phillips. Ha detto che mio marito è stato trovato ebbro.
    Winchester [imbarazzato]: Ah…
  • Lisa: Vorrei il criceto più intelligente che ha.
    Raphael: Ok… Questo piccoletto scrive libri gialli sotto lo pseudonimo di J. D. McGregor.
    Lisa: Come può un criceto scrivere gialli?!
    Raphael: Eh, beh… prima trova il finale e poi va a ritroso.
  • Ned: Il mio nome è Ned.
    Tutti: Ciao Ned.
    Ned: Sono passati quattromila giorni dal mio ultimo drink. Fu il primo e ultimo grappino al mirtillo… Fui più bestia che uomo!
    Otto: Mi chiamo Otto mi piace fare il botto e sentirmi cotto!
    Hans Uomo Talpa: Mi chiamo Hans e il bere ha rovinato la mia vita. Ho 31 anni compiuti.
    Homer: Mi chiamo Homer e mi trovo qui perché la corte mi ha obbligato a venire.
    Reverendo Lovejoy: Tranquilizzati Homer, con il nostro aiuto non toccherai mai più una birra. [Homer urla e si butta dalla finestra]
  • Marge: Papino, bevi mai per conto tuo?
    Homer: Il Padre Eterno conta come persona?
    Marge: No.
    Homer: Allora sì.
    Marge: Mmmm… Ti occorre una birra per addormentarti?
    Homer: Grazie, ben volentieri!
    Marge: Nascondi mai la birra in qualche punto della casa?
    Homer: Altroché!
    Marge: Hai mai bevuto per evadere dalla realtà? Papino, vorrei che tu facessi una cosa per me.
    Homer: Qualunque cosa!
    Marge: Voglio che tu rinunci alla birra per un mese.
    Homer: Sarà fatto: niente mirra per un mese!
    Marge: Hai detto “birra” o “mirra”?
    Homer: Mirra…
    Marge: Ti prego, papi, so che ci riusciresti…
    Homer: E va bene: incominciando da domani niente birra per un mese.
    Marge: Cos’era quel rumore?
    Homer: Stavo dicendo… “Ttzz, ti amo”.
  • Bart: Cerchi qualcosa?
    Lisa: Cosa ne hai fatto del mio quaderno?
    Bart: L’ho nascosto. Per trovarlo dovrai decifrare una serie di indizi uno più diabolico dell’altro…
    Lisa: Trovato!
  • Reverendo Lovejoy: Coraggio Homer, sentiti libero di dirci quello che vuoi. Non ci sono preguidizi qui, niente.
    Homer: L’altro giorno ero talmente voglioso di una birra che sono entrato di straforo nello stadio di football e mi sono mangiato la terra sotto le gradinate.
    Reverendo Lovejoy: Fuori di qui immediatamente!

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

Episodio 17, Occhio per occhio, dente per dente

Il fango non rientra in nessuno dei 4 gruppi di alimenti. (Frase alla lavagna)

I giapponesi: quegli allevatori di pesci rossi con sandali ai piedi! (Nonno di Montgomery Burns, Wainwright Montgomery Burns)

Queste sono mille scimmie che lavorano a mille macchine da scrivere. Ben presto avranno scritto la più grande opera che l’uomo abbia conosciuto! Vediamo… [Prende uno dei fogli] “Essere o non essere, questo è il bolema, se sia più giusto…” Bolema?! Stupida scimmia! (Burns)

Venite fanciulli a sentir la storia | di un eroe chiamato Homer e di un Burns tutta boria. | Marciamo fino allo stremo, uniti tutti quanti, | lottiamo fino alla morte, o vivremo di rimpianti. | Marciamo giorno e notte, rischiamo le botte, | la centrale a voi, ma l’energia siamo noi. (Lisa)

Non possiamo spaccare le teste come un tempo, ma abbiamo i nostri metodi. Un trucco è quello di raccontar loro delle storie inconcludenti. Per esempio: una volta presi il traghetto per Shelbyville, mi occorreva un nuovo tacco per la scarpa; così decisi di andare a Morganville, che era il nome con cui veniva chiamata Shelbyville a quel tempo. Perciò mi legai una cipolla alla cintura come era di moda in quegli anni. Ora, prendere il traghetto costava un nichelino, e a quei tempi su tutti i nichelini erano incise delle api: si diceva “dammi cinque api per un quarto di dollaro”. Allora, dove eravamo… Ah, sì. La cosa importante era che avevo una cipolla alla cintura come andava di moda quel tempo. Le cipolle bianche non c’erano, a causa della guerra, le uniche in circolazione erano quelle grosse e gialle… (Nonno Abe)

Guarda quelli là attraverso le tenebre che ho creato, non sono affatto tristi, stanno addirittura cantando! Cantano senza spremiagrumi! Cantano senza frullatori! Cantano senza frigorapidi, lavatripidi e microondopidi! (Signor Burns)

Dialoghi:

  • Burns: Chi è quell’agitatore?
    Smithers: Oh, quello è Homer Simpson, signore.
    Burns: Simpson? È uno nuovo?
    Smithers: A dire il vero lui ostacolò la sua campagna elettorale, lei investì suo figlio, lui salvò la centrale dal rischio di una fusione e sua moglie la dipinse nudo!
    Burns: Nudo? Non mi dice proprio niente.
  • Lisa: Riconquisterai la convenzione odontoiatrica?
    Homer: Beh, questo dipende da chi è il miglior negoziatore: il signor Burns oppure io.
    Bart: Papà, ti do questo delizioso fermaporte in cambio del tuo stomachevole danese!
    Homer: Affare strafatto! [Riflettendoci] D’oh!

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

Episodio 18, Siamo arrivati a questo: un clip show dei Simpson

A nessuno interessano le mie mutande. (Frase alla lavagna)

Signora Simpson, suo marito purtroppo è morto… [Marge, Bart e Lisa si terrorizzano] Ahahahah! Pesce d’Aprile! Invece è più vivo che mai! Temo però che non potrà più camminare… (Dottor Hibbert)

In coma? Io entro ed esco dai comi ogni giorno! (Abraham Simpson)

Dialoghi:

  • Signore del negozio: [vede Bart che usa un macchinario per agitare una lattina di birra] Ehi, ragazzino! Quello è solo per i clienti.
    Bart [cerca di distrarre il negoziante] Ehm… Lo sai che qui fuori c’è uno che sta regalando salviettine imbevute?
    Signore del negozio: [cade nel tranello] Wow! Sono nel paradiso dei porcellini!
    Bart: [vede il negoziante correre felice] Deficiente!
  • [Homer apre una lattina di birra che è stata ultra agitata da Bart per fargli un pesce d’aprile]
    Lou: Quell’esplosione sembra provenire dalla casa di Homer Simpson.
    Commissario Winchester: Non ti agitare, è a due isolati da qui.
    Lou: Rilevo fuoriscita di birra dalla canna fumaiola!
    Commissario Winchester: Io procedo a piedi, tu comunica un “codice otto”.
    Lou: [Alla radio] Ci servono dei salatini, ripeto, salatini.

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

Episodio 19, La facciata

Non venderò cure miracolose. (Frase alla lavagna)

Questo cartone sembra disegnato con le mie chiap… Ehi ragazzi! Non è stato fantastico? (Krusty, dopo aver mandato in onda un pessimo episodio di Grattachecca e Fichetto)

Bene! Eccoci qui, la star di Laguna blu ed io, una lacuna con i capelli blu… ma questo… questo è terribile! Prima di tutto i miei capelli sono verdi e non blu! (Krusty)

Quando leggo la vostra rivista non vedo mai né una faccia rugosa né un sorriso sdentato, vergognatevi! (Nonno Abe)

Non rimandare a domani quello che puoi mangiare oggi! (Homer)

Dialoghi:

  • Homer: Ok, cervello, io non piaccio a te e tu non piaci a me, ma facciamola questa cosa così potrò tornare a sbomballarti con la birra!
    Cervello: Affare fatto!
  • Cervello di Homer: Ci siamo Homer, è arrivato il momento di rivelare il terribile segreto del tuo passato!
    Homer: Marge, ho mangiato quelle saponette scicchettose che avevi messo in bagno!
    Marge: Caspiterina!
    Cervello di Homer: No, l’altro segreto!
    Homer: Marge, non mi sono mai diplomato al liceo!
    Marge: Questo non spiega perché hai mangiato le mie saponette. Aspetta… Forse sì!
  • Nonno: Sapete, quando sono confuso do un’occhiata alle mie mutande, contengono una risposta a tutte le domande importanti! Chiamatemi… Abraham Simpson!
    Lisa: Ma nonno come hai fatto a sfilarti le mutande senza toglierti i pantaloni?
    Abraham: Proprio non lo so!
  • Barney: Niente diploma? Come si può cadere così in basso?
    Preside: Barney, dov’è la tua fascia?
    Barney: È caduta nel cesso…
  • Bart: Non ti sei mai chiesto perché ricevi degli assegni senza fare niente?
    Nonno Abe: Perché i democratici sono di nuovo al potere, no?!
  • Coretto: Il pollo ama la polla, | il passero la passera, | ma tutti quanti amano Ned Flanders!
    Homer: Tranne che da me…
    Coretto: Tutti quanti amano Ned Flanders!

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

Episodio 20, La festa delle mazzate

Restituirò il cane guida. (Frase alla lavagna)

Questa sera a Occhio su Springfield: i maramei de Il mago di Oz dove mai saranno oggi? [Inquadratura su un cimitero] E visiteremo un campo nudista per animali. [Inquadratura di animali a cui è applicato l’effetto censura] Ma prima diamo un’occhiata alla festa locale che è stata definita “disgustosa e puerile” da un convegno di montanari: la festa delle mazzate. Secondo una tradizione che risale al fondatore Jebediah Springfield ogni 10 maggio i residenti del luogo si riuniscono per spingere i serpenti nel centro della città e spedirli in paradiso a mazzate. Dopo aver subito accuse ora è il gran cerimoniere Richard Nixon a sfidare lo sputaveleno. (Kent Brockman)

Non c’è altro da fare, non posso essere istruito… [Sospiro] Potrei trovarmi un posto come cavia per testare additivi nei cibi! (Bart)

Dovresti comprimere la tua rabbia in una palletta e scagliarla nel momento opportuno come quel giorno in cui colpito l’arbitro con una bottiglia di whiskey. (Homer)

E allora il buon Dio ci disse, date voi mazzate a tutti i serpenti che strisciano sul ventre, e il vostro colpo sarà di esempio per gli altri. (Reverendo Lovejoy)

[Nell’interfono della scuola] I seguenti studenti hanno vinto una mountain bike: Bart Simpson, Jimbo Jones, Il Secco, Nelson Muntz. Potete ritirare le bici nel magazzino B sottostante. Stupidi! [Risata malefica] Oh…È ancora acceso… (Skinner)

Cittadini di Springfield, la festa delle mazzate è un bidone: ebbe inizio nel 1924 come scusa per pestare gli irlandesi! (Bart)

Io sono un vecchietto, odio tutto tranne Colombo.
I’m an old man. I hate everything but Matlock. (Nonno Abe)

Dialoghi:

  • Nelson: Ve lo immaginate? Una scuola lì fuori senza bulli!
    Jimbo: Secchioni che non vengono neanche pestati, ragazzi che usano i soldi del pranzo per comprarsi ad mangiare…
  • Chalmers: Questi studenti sono tanto intelligenti quanto sembrano?
    Skinner: Scegliamone uno a caso. Ehm, che ne dice di quello? [Indica Lisa]
    Chalmers: Intende questo? [Indica Ralph]
    Skinner: No! No! Lisa Simpson.
    Chalmers: Quando fu la battaglia di New Orleans?
    Lisa: L’8 gennaio 1815, due settimane dopo la fine della guerra.
    Chalmers: Di prim’ordine.
    Ralph: Cos’è una battaglia?
    Skinner: [Ride e scompiglia i capelli a Ralph] Andiamo.
    Chalmers: Quel ragazzo ha detto “Cos’è una battaglia?”.
    Skinner: No, ha detto “Chi è che baccaglia”? Sente delle voci.
    Chalmers: A me è sembrato “battaglia”.
    Skinner: Io ho il raffreddore e perciò…
    Chalmers: Oh, allora sente le “c” al posto delle “t”.
    Skinner: Sì!
    Chalmers: Capisco.
  • Skinner: Sa come si dice: niente fumo tutto arrosto.
    Chalmers: Che strano proverbio.
  • Chalmers: Perché un’operaia della mensa funge da infermiera?
    Doris: Perché così mi becco due buste paga!
  • Bart: Senti papà, a me non serve andare a scuola. Farò strada come lustrascarpe! Lucidatina agli stivali?
    Homer: Nessun figlio mio finirà col diventare un lustrascarpe londinese del diciannovesimo secolo!
  • Marge: Ora ricorda Bart, questa è una scuola religiosa perciò stai attento a quello che dici e a quello che fai.
    Bart: Nessun problema.
    Maestro: Allora Bart, visto che sei nuovo, perché non ci allieti con un bel salmo?
    Bart: Mmh, che ne dice di “Fagioli, fagioli, legumi pazzi”?
    Maestro: Be’, i fagioli erano un alimento base degli israeliti… sì, sentiamo.
    Bart: Fagioli, fagioli, legumi pazzi! Più ne mangi e più strombazzi!
    [Bart viene espulso e inseguito con una mazza]
    Maestro: Distogliete lo sguardo ragazzi, potrebbe assumere altre forme!
  • Lisa: Uccidere i serpenti è male.
    Homer: Può anche darsi, Lisa. Ma fa parte della nostra tanto vera natura umana. In ogni uomo c’è una lotta tra il bene e il male che non può essere placata, capisci mia cara?
  • Nonno Abe: Dopo esserci paracadutati su Düsseldorf mi ritrovai distaccato dal mio plotone. Uscii indenne dalla guerra spacciandomi per cantante tedesca di cabaret.
    [Flashback di Nonno Abe vestito da donna che canta per Hitler]
    Nonno Abe cantante di cabaret: Torna da me Frau Trauser | Torna da me [Hitler, seduto ai tavoli, gli fa delle smancerie. Abe si abbassa una spallina del vestito ma fa cadere le arance dal reggiseno] Oh, cavolo!
    Adolf Hitler: Ach du lieber! Das non è eine tetta!
  • Sindaco Quimby: Per dare inizio alle festività di quest’anno, ecco a voi il nostro onorato cerimoniere: il profeta dell’amore Larry White.
    Barry White: Barry White.
    Sindaco Quimby: No, qui c’è scritto Larry White.
    Barry White: Conoscerò il mio nome.
    Sindaco Quimby: Ah, sì? Be’ vedremo!
  • Lisa: Signor White, potrebbe venire un secondo?
    Barry White: Qualsiasi cosa per una signora.

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

Episodio 21, Marge in catene

Non godo dell’immunità diplomatica. Accidenti! (Frase alla lavagna)

Prodotti che fino ad oggi avreste solo potuto immaginare! Il traghetto a microonde! […] Il portiere canino! […] Il mobiliario: il lampadario per la vostra auto! Tutto questo su…”Non riesco a credere che l’abbiano inventato”! (Annunciatore televisivo)

Salve a tutti, io sono Troy McLure, protagonista di film come P sta per Psycho  o anche Tutte le donne del presidente ! (Troy McLure)

[…] tintarella scappatella: il primo abbronzante che è anche un efficace lassativo! (Dottor Nick Riviera)

Buon Dio! Bacilli influenzali che entrano in ogni orifizio della mia testa! (Skinner)

La statale 401 gira e gira e gira e gira e gira […] (Arnie Pie)

Sindaco di Springfield. Estremamente corrotto.
Mayor of Springfield. Corruptus in extremis. (Stemma del sindaco)

Papà, Rod ha ricevuto il dono delle lingue! (Todd)

Quello slogan del network è vero: “Guardate la Fox e sarete dannati per l’eternità!” (Ned Flanders)

Va bene, esci subito con le mani in alto… due caffè, un deodorante per auto con la scritta “Capricorno” e qualcosa al gusto di cocco che a me mi piace assai. (Winchester)

Marge, lei è venuta nel posto giusto! Assumendo me come avvocato ha diritto a questa scimmia che fuma! (Lionel Hutz)

Che la notizia venga diffusa in lungo e in largo: Marge Simpson è una taccheggiatrice! Ecco un’altra notizia: la pupa in La moglie del soldato è in realtà un ragazzo! Volevo dire… “Ragazzi, che bomba quel film!” (Sindaco Quimby)

Se c’è una cosa di cui l’America ha bisogno è altri avvocati! Riuscite a immaginare un mondo senza avvocati? [appare una nuvoletta in cui i popoli del mondo sono mano nella mano in un prato mentre in cielo c’è un arcobaleno e un sole sorridente] (Lionel Hutz)

Questo verdetto è scritto su un tovagliolo da cocktail! …E dice comunque colpevole! …E colpevole non si scrive così! (Giudice Roy Snyder, ricevendo un verdetto falso da Lionel Hutz)

Marge, mi mancherai da morire e non mi riferisco solo al sesso, parlo anche della tua cucina, la tua bravura nel togliere ogni genere macchia, ma soprattutto mi mancherà quanto tu ogni mattina mi faccia sentire un uomo fortunato. (Homer)

Prigione femminile di Springfield. Una prigione per donne.
Springfield women’s prison. “A Prison for women”. (Insegna)

Io sono Phillips. Mi chiamano così perché ho ucciso mio marito con un trapano Phillips. (Phillips)

Malessere per sempre.
Malaise Forever (Targa sul monumento di Jimmy Carter)

Gli uomini sono feccia! Ma ora mi vedo con uno nuovo. Credo lui sia diverso. [saluta Barney in lontananza] Dice di chiamarsi Homer. Lavora alla centrale nucleare. (Phillips)

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

Dialoghi:

  • Marge: 36 e 6. Stai benissimo. Ora sbrigati o perderai il pulmino.
    Bart: Forse è meglio che me la misuri di nuovo la febbre.
    [La scena si sposta all’interno dell’organismo di Bart]
    Soldato del sistema immunitario: Sergente, continuiamo a ricevere ordini di lasciar vincere il virus.
    Sergente del sistema immunitario: Dev’essere un giorno di scuola. Deponete le armi!
    Virus: Caramba! Facciamo un po’ di pus!
  • Burns: Smithers, questa epidemia non mi spaventa. Mi sono costruito un bunker anti-germico. Non un solo microbo può entrare né uscire.
    [Schiaccia un pulsante e dopo l’apertura di diverse porte blindate si vede Homer nel bunker anti-germico mentre mangia un panino]
    Burns: Tu chi diavolo sei?!
    Cervello di Homer: Niente panico! Inventati una storia credibile!
    Homer: Salve, sono il Signor Burns.
    Cervello di Homer: D’oh!
  • Cittadini: Ci serve una cura! Ci serve una cura!
    Dottor Hibbert: L’unica cura è il riposo a letto. Qualunque cosa vi dia sarebbe soltanto un placebo.
    Cittadina: Dove possiamo trovarli questi placebi?
  • Apu: Aspirina costa 24 dollari e 95.
    Marge: 24 e 95?!
    Apu: Ho ridotto prezzo da quando paziente scappato da manicomio ha adulterato il contenuto.
  • Hutz: Oh, no! Ci è toccato proprio il giudice Snyder!
    Marge: E questo è un male?
    Hutz: Be’, ce l’ha con me da quando ho pressappoco messo sotto il suo adorato cane.
    Marge: L’ha messo sotto!?
    Hutz: Be’, rimpiazzi pure la parola “pressappoco” con “ripetutamente” e la parola “cane” con quella di “figlio”.
  • Ned Flanders: Coraggio, Marge, non preoccuparti. Tutti noi abbiamo avuto le nostre schermaglie con la legge.
    [Flashback. Un poliziotto bussa alla porta di casa Flanders]
    Poliziotto: Lei è Ed Flanders?
    Ned Flanders: No. Ned Flanders.
    Poliziotto: Errore mio.
  • Avvocato dai capelli blu: Signore e signori della giuria, secondo voi chi è più affascinante: Tom Cruise oppure Mel Gibson?
    Giudice Snyder: Cosa vorrebbe dimostrare con questo?
    Avvocato dai capelli blu: Vostro onore, sono talmente sicuro della colpevolezza di Marge Simpson che posso sprecare il tempo concessomi classificando i superfusti!
  • Helen Lovejoy: Be’, come moglie di un pastore sono al corrente di molte informazioni riservate… ed eccole qui: il marito di Marge non guadagna molto e la famiglia è un disastro e ad essere sincera lei… [fa il gesto di bere dalla bottiglia]
    Avvocato dai capelli blu: Che venga messo a verbale che la teste ha voluto intendere “glu glu glu”!
  • E se fermiamo un’immagine di quel fatidico giorno a Dallas vediamo un ciuffo di capelli blu che spunta oltre il recinto! (Professor Frink, mostrando un video dell’assassinio di John Fitzgerald Kennedy al processo per taccheggio di Marge)
  • Lionel Hutz: Pronto, David? Sono tentato da morire!
    David Crosby: È un déjà vu. Ce la farai e sappi che ti voglio bene.
    Lionel Hutz: Anch’io ti voglio bene, amico.
  • Lionel Hutz: Allora, signor Nahasapeemapetilon, se questo è il suo vero nome. Lei non si è mai dimenticato niente.
    Apu: No. Infatti conosco a memoria le formule di tutte forme geometriche! …da quadrato fino a cono.
    Homer: Mmm… cono….
    Lionel Hutz: Be’, se lei non si dimentica mai niente risponda a questo: di che colore è la mia cravatta?
    Apu: Indossa tipica cravatta regimental con righe rosse e bianche con un mezzo nodo Windsor.
    Lionel Hutz [intanto che temporeggia si gira per togliersi la cravatta]: Ah-ah. Davvero? E secondo lei è così? E se secondo lei è così ho una cosa da dirle. Una cosa che potrebbe scioccarla e screditarla. E la cosa è questa: io non indosso affatto una cravatta!
    [Stupore generale, intanto gli penzola dalla manica un’estremità della cravatta]
  • Lionel Hutz: E così, signore e signori della giuria, io ho terminato.
    Giudice Rod Snyder: Signor Hutz, lo sa che non indossa i pantaloni?!
  • Homer: Sentite, ora che vostra madre non c’è non voglio lavare stoviglie. Perciò d’ora in poi bevete direttamente dal rubinetto o dal cartone del latte e/o mangeremo in piedi chinati sul lavandino o sul water.
    Bart: Chi cambierà Maggie?
    Homer: La lasceremo vagare liberamente in giardino e la natura seguirà il suo corso.
    Lisa: Scusate, secondo me se ognuno fa la propria parte riusciremo a tenere pulita questa casa.
    [Prolessi a dieci minuti dopo: la casa è un disastro]
    Bart: Pà, siamo a corto di vestiti puliti!
    Lisa: Mi sembra di indossare lo stesso vestito rosso da una vita.
  • Nelson: Ah-ah! Tua madre è una galeotta!
    Bart: Anche la tua!
    Nelson: Ah, già…! Giochiamo?
  • Ranger [contando i soldi del fondo per il nuovo monumento del parco]: Quindici dollari in meno: la cifra esatta che avremmo guadagnato con il miele caramellato di Marge Simpson. Possiamo ancora permetterci quella statua di Lincoln?
    Signore: Temo che dovremmo ripiegare su qualcosa di più economico.
    Ranger: Ah…
    [All’inaugurazione del monumento]
    Sindaco Quimby: Ed ecco a voi il nostro trentanovesimo presidente Jimmy Carter!
    Cittadino #1: Ma facci il piacere!
    Cittadino #2: È il più grande mostro della storia!

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

Episodio 22, Lo show di Krusty viene cancellato

Non venderò biglietti d’ingresso alla toilette. (Frase alla lavagna)

Oggigiorno è tutto un frega frega… sapete, il fax non è altro che una bistecchiera con sopra attaccata una cornetta! (Nonno Abe)

Vogliamo Chilly Willy! Vogliamo Chilly Willy! (Barney Gumble, Invocando i Red Hot Chili Peppers prima di una loro performance al bar di Boe)

Fate entrare i clown, | quei giocondi rubicondi clown, | quei malincolnici cronici sempre più tonici clown! (Krusty, cantando)

Dialoghi:

  • Krusty: E va bene, facciamo un patto: ogni volta che guarderete il mio show io vi invierò quaranta dollari!
    Voce dalla regia: Gli assegni non saranno onorati.
  • Krusty: Be’, oggi dovevano esserci i cartoni di Grattachecca & Fichetto… solo che ora fanno sullo show di Gabbo! Perciò ecco a voi il gatto e il topo più amati dell’Est Europa: Lavoratore e Parassita!
    [Appare Рабочий И Паразит. Alla fine appare la scritta senza senso “Endut! Hoch Hech!”]
    [Allibito] Ma che diavolo era quello?!
  • Lisa: Due ingiustizie non fanno giustizia, Babi.
    Bart: Invece sì!
    Lisa: Invece no!
    Bart: Invece sì!
    Lisa: Invece no!
    Bart: Invece sì!
    Lisa: Papà!
    Homer: Due ingiustizie fanno giustizia, Lisa!
  • Gabbo: Tutti i ragazzini di Springfield sono dei figli di buona donna!
    [Successivamente all’edizione serale del telegiornale di Canale 6]
    Kent Brockman: Il linguaggio di Gabbo non può essere tollerato né in TV né fuori! Ecco la mia opinione! [pensando di non essere registrato] Questo terrà a bada quei figli di buona donna! Ahah! [appare in sovrimpressione la scritta “Brockman in trouble”] …Che Diavolo?!
  • Lisa: “Mi abbasso i pantaloni per cibo”?!
    Bart: Almeno stai guadagnando qualche soldo?
    Krusty: No, finché quello lì si esibisce gratis!
    Vecchio ebreo: [Cantando in mutande con i pantaloni abbassati alle caviglie] Quella cavalla lì | non è la stessa più, | non è la stessa più, | non è la stessa più!

Bart: Are you making any money?
Krusty: Nah, that guy is giving it away for free.
[Krusty points to the Old Jewish Man]
Old Jewish Man:
[singing and shuffling with his pants down] This old gray mare, she ain’t what she used, ain’t what she used ain’t what she used!

  • Krusty: Trentacinque anni nello spettacolo e già nessuno si ricorda di me! Proprio come quel…come si chiama e…chi era quello? Sai quel tizio…che portava sempre la camicia?
    Bart: Bing Crosby?
    Krusty: Lui.
  • Ballare su e giù in mutande…è così avvilente! (Krusty)
  • Anthony Kiedis: Ciao Boe!
    Flea: Ciao Boe!
    John Frusciante: Ciao Boe!
    Chad Smith: Hey, Boe!
    Boe: Ehi non potete entrare qua dentro vestiti così!
    Dr. Hibbert: [Seduto su uno sgabello del bar in mutande] Devi tenere il passo coi tempi, Boe!

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi
I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi
I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi
I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi
I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

I Simpson citazioni e dialoghi (prima e seconda stagione) — Link articolo
I Simpson citazioni e dialoghi (terza stagione) — Link articolo
I Simpson citazioni e dialoghi (quinta stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (sesta stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (settima stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (ottava stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (nona stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (decima stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (undicesima stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (dodicesima stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (tredicesima stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (quattordicesima stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (quindicesima stagione)

I Simpson quarta stagione citazioni e dialoghi

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghi

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghi

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghi tratti dalla della popolare serie animata ideata da Matt Groening e prodotta da James L. Brooks

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 1, Papà-zzo da legare

Citazioni:

Io non sono un dentista. (Frase alla lavagna)

Oh… Questo è il più bel regalo che abbia mai ricevuto, grazie Babi, grazie Michael! (Lisa Simpson)

(Parlando con voce profonda) Questa è la mia vera voce. Mi chiamo Leon Kompowsky sono un muratore di Patterson, New Jersey. È tutta la vita che sono arrabbiato. Poi un giorno comincio (con la voce di Michael Jackson) a parlare così. (di nuovo con voce profonda) Di colpo tutti mi sorridono e faccio felice la gente di questo pianeta. Perciò continuo a farlo. Morale della favola: chi di noi è veramente pazzo? (Leon Kompowsky/Michael Jackson)

Dialoghi:

  • Homer: Chi s’è fregato la mia camicia?
    Marge: L’ho lavata.
    Homer: Oh, grazie Marge. Ah! Rosa! Marge non posso indossare una camicia rosa al lavoro, tutti indossano camicie bianche. Non sono abbastanza popolare per essere diverso!
    Marge: Al lavoro nessuno farà caso alla tua camicia rosa.
    (Successivamente alla centrale nucleare)
    Burns: Un momento… torna indietro. Zoommata… Perché quell’uomo indossa una camicia rosa?!
    Smithers: È Homer Simpson, signore. Uno dei suoi lumaconi del settore 7G.
    Burns: Simpson, eh? Dal suo abbigliamento sgargiante dev’essere una specie di anarchico con libero pensiero incorporato!
    Smithers: Chiamo la sorveglianza, signore.
    Burns: Eccellente. Questi monitor a colori si sono già strapagati.
  • Leon Kompowsky/Michael Jackson: Sembri un gran simpaticone. Perché ti hanno messo qui dentro?
    Homer: Perché indossavo una camicia rosa.
    Leon Kompowsky/Michael Jackson: Capisco. Anche a me mi vedono pazzo per come mi vesto.
    Homer: Cosa ti metti?
    Leon Kompowsky/Michael Jackson: Un piccolo bianco guanto coperto di strass.
    Homer: Questo è pazzo davvero!
  • Leon Kompowsky/Michael Jackson: Lui lo chiamano “Il Capo”. Si trova qui dal 1968. Non dice una parola, non muove un muscolo.
    Homer: Ciao, Capo!
    Il Capo: Augh.
    Psichiatri: Incredibile! Ha parlato!
    Il Capo: Era ora che qualcuno mi rivolgesse una parola.
  • Psichiatra: Cara signora Simpson, mi dispiace, ma suo marito soffre di un complesso di persecuzione, grossa paranoia e di ostilità vescicale.
    Marge: Se gli parlasse cinque minuti senza menzionare Bart si renderebbe conto di quanto è sano di mente.
    Psichiatra: Vuol dire che esiste davvero un Bart?! Oh, Dio! Esiste un Bart!
  • Psichiatra: Dopo aver parlato con sua moglie riteniamo che lei non rappresenta una minaccia per se stesso né per gli altri.
    Homer: È la cosa più lusinghiera che qualcuno mi abbia mai detto. Posso averlo per iscritto, per favore?
    Psichiatra: Certamente.
  • Bart: Non posso scrivere una canzone, ho solo dieci anni.
    Leon Kompowsky/Michael Jackson: Solo dieci anni? Alla tua età avevo già sei dischi gold!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 2, Il Signor Lisa va a Washington

Uno sputo non è libertà d’espressione. (Frase alla lavagna)

Marge, le vignette non hanno alcun significato profondo. Sono solo stupidi disegni per una risata di spiccioli. (Homer Simpson)

“Perciò brucia la bandiera se devi, ma prima di farlo è meglio che bruci anche altre cose, è meglio che bruci la tua camicia e anche i tuoi pantaloni! Assicurati di bruciare il tuo televisore e anche la tua auto! Ah sì, e non ti dimenticare di bruciare la tua casa, perché nessuna di queste cose può esistere senza sei strisce bianche, sette strisce rosse e un gran mucchio di stelle, sì!” (Nelson Muntz , leggendo il proprio tema patriottico)

“Ricetta per un paese libero: mescolare una tazza di libertà con tre cucchiaini di giustizia, aggiungere un elettorato edotto e impastare bene con il potere del veto.[…] Mescolare due tazze di democrazia, spruzzare liberamente con diritti civili.” (Una bambina)

“Quando l’America nacque in quel caldo giorno di luglio del ’76, i teneri alberi della foresta di Springfield vibravano tendendo verso il sole. E proprio come loro furono nutriti da Madre Natura, così anche la nostra giovane nazione trovò la forza nelle semplici idee di eguaglianza e giustizia. Chi l’avrebbe mai detto che queste querce maestose e una così potente nazione sarebbero nate da una cosa così fragile e così pura?” (Lisa)

Chi l’avrebbe detto che leggere e scrivere avrebbe reso tanto? (Homer)

Signori, noi stampiamo oltre diciotto milioni di banconote al giorno. Oh, e nel caso ve lo steste chiedendo… no, non diamo campioni gratuiti. (Guida)

Deputato, questa è la foresta nazionale di Springfield. Ora, quello che vogliamo fare è raderla al suolo. Secondo la nostra interpretazione artistica essa è stracarica di vegetazione secolare che sta lì ad invecchiare e marcire, arriva la nostra compagnia di taglio e spazza via tutto quel groviglio. Fa parte del ciclo della natura! (Jerry il lobbista)

La città di Washington fu costruita su una palude stagnante circa duecento anni fa e quasi nulla è cambiato. Puzzava allora e puzza ancora adesso! Solo che oggi è il fetido odore della corruzione che stagna nell’aria! […] E chi ho visto io accettare una tangente? Niente popò di meno che l’onorevole Bob Arnold! Ma non si preoccupi deputato, sono certa che lei potrà comprarsi tutti i voti necessari con i suoi sporchi soldi. E questa sarà una nazione fedele al dollaro con libertà e giustizia per nessuno.” (Lisa)

Non mi veniva in mente un modo migliore per dire che l’America fa schifo! (Lisa)

Voglio parlarvi di Lisa S. | la bimba che parla per il nostro interes. | Scopre un ladro e gliela fa pagare | in poco tempo senza aspettare. | Sembra un’accusa stramba ma Lisa è in gamba. (Pianista)

Dialoghi:

  • Lenny: Non vuoi mangiare? Ma che ti è successo, ti si è chiusa la voragine allo stomaco?!
    Homer: Ehi! Tolstoji disse nel Notabili citabili: “mi dia istruzioni, signore, e si tenga il suo pane nero”!
  • Burns: Chi è quel topo di biblioteca?
    Smithers: Homer Simpson, signore.
    Burns: Simpson, eh? È davvero strano la scheda dice che per quel lavoro occorre essere analfabeti.
  • Signorina: Ecco dei distintivi speciali VIP. Vi permetteranno di accedere in posti vietati agli altri comuni turisti.
    Homer: Signorina, la “i” per cosa sta?
    Signorina: “Important”.
    Homer: Uh! E la “v”?
    Signorina: “Very”.
    Homer: Signorina, ancora una domanda…
    Signorina: “Person”.
    Homer: Ah. E per cosa ha detto che stava la “i”?
  • Lisa: Venite al monumento alla memoria di Winifred Beecher Howe?
    Homer: Chi sarebbe?
    Lisa: Ha fatto una delle prime crociate per i diritti delle donne, la ribellione dello spazzolone del 1910 e fu effigiata su una moneta molto impopolare da 67 centesimi.
  • Lisa: Signor Jefferson, mi chiamo Lisa Simpson e ho un problema.
    Statua di Thomas Jefferson: Conosco il tuo problema. Il monumento alla memoria di Lincoln era troppo affollato.
    Lisa: Scusi signore, è solo che…
    Statua di Thomas Jefferson: Nessuno si rivolge mai a me. E non li biasimo. Io non ho mai fatto nulla di importante… Soltanto la dichiarazione d’indipendenza, l’acquisizione della Louisiana e il reggicalze!
    Lisa: Forse è meglio che vada, l’ho beccata in un brutto momento…
    Thomas Jefferson: Aspetta! Ti prego non andare, mi sento tanto solo…

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 3, Quando Flanders fallì

A nessuno piacciono le pacche sulle scottature. (Frase alla lavagna)

Sto per aprire un negozio unico nel suo genere: per mancini! Ci sarà tutto, dallo sbuccia mele alla cetra tirolese per mancini. Lo chiamerò il Sinistrorium! (Ned Flanders)

Son botte, son botte, son botte-botte-botte! | Questa è comicità! (Sigla di Grattachecca e Fichetto)

Marge, la tv ci da così tanto e chiede così poco… è la migliore amica dei ragazzi! (Homer)

Bart, non usare il tocco della morte con tua sorella! (Marge Simpson)

È strano come a volte due torti formino una ragione. (Lisa)

Homer, le villette a schiera a basso costo ci hanno resi vicini di casa. Ma tu ci hai resi amici. (Ned Flanders)

Dialoghi:

  • Marge: Bart, ma quante ore al giorno guardi la televisione?
    Bart: Sei. Sette se c’è qualcosa di decente.
  • Akira: Benvenuti. Io sono Akira, la vostra guida sul sentiero del vero karate. E questa è la nostra mappa: L’arte della guerra di Sūnzǐ. Ci insegnerà la nostra lezione più importante: impariamo il karate in modo da non doverlo mai usare.
    Bart: Ehm, mi scusi signore, io so già come non colpire un tizio. Adesso possiamo tirare fuori i nunchaku?
    Akira: Ahahah, l’impetuosità della gioventù. Per ora, leggiamo.
    Bart: Akira, buon uomo, quando romperemo i blocchi di ghiaccio con la testa?
    Akira: Prima riempi la tua testa di saggezza, poi con essa colpisci il ghiaccio.
    Bart: Ehi, sensei, posso andare al cesso?
    Akira: Se tu credi che puoi, puoi.
    Bart: Pagare per leggere i libri… pft! Al diavolo ‘sta robaccia!
  • Homer: De-hi-hi-ho! Ti dico, il negozio di Flanders era deserto. Allora, cosa pensi del tuo magnificissimo amico, Marge?
    Lisa: Papà, sai cos’è schadenfreude?
    Homer: No, non lo so cos’è schadenfross… Ti prego di dirmelo perché muoio dalla voglia di saperlo.
    Lisa: È un termine tedesco per “gioia infame”, provare piacere per le sofferenze altrui.
    Homer: Oh, andiamo, Lisa. Sono solo contento di vederlo cadere con il culo per terra! Di solito lui è sempre così tutto felice e tranquillo, e circondato dai suoi cari, e mi fa sentire… ehm, qual è l’opposto di quella tua cosa… “gioia infame”?
    Lisa: Acredine.
    Homer: Mitico, quei tedeschi hanno una parola per ogni cosa!
  • Ned: Homer, sono rovinato.
    Homer: Lo so…
    Ned: Sai, in momenti come questi mi rifugiavo nella Bibbia e lì trovavo conforto. Ma anche il buon libro non può aiutarmi adesso…
    Homer: Perché no?
    Ned: L’ho venduto a te per sette centesimi!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 4, Bart l’assassino

Esplosivi e scuola non vanno d’accordo. (Frase alla lavagna)

[Al Piccolo Aiutante di Babbo Natale] Hai mangiato i miei compiti! Non sapevo che i cani lo facessero veramente… (Bart Simpson)

Benvenuti alla fabbrica di cioccolato. Io sono Troy McLure. Probabilmente vi ricorderete di me nei film come La vendetta di Abe Lincoln e Il carro più svitato del West. La storia del cioccolato ebbe inizio con gli antichi atzechi. A quei tempi invece di essere impacchettato in confezioni igieniche, il cioccolato era avvolto da una foglia di tabacco. E invece di essere cioccolato puro come quello che abbiamo oggi, era misto a tabacco sfilacciato. E non lo mangiavano, lo fumavano! (Troy McLure)

Per favore ragazzi, giocate igienicamente! (Cioccolatiere)

Io non corromperò il direttore Skinner. (Frase alla lavagna, durante l’episodio)

Viviamo in un paese talmente isterico riguardo al crimine che un bambino di 10 anni può essere processato come un adulto. (Montgomery Burns )

Dialoghi:

  • Tony Ciccione: Ehi, da dove sbuca il ragazzino?
    Bart: Giù le mani dalla merce!
    Legs: Ma sentilo, il ragazzo è tosto!
    Louie: C’ha fegato!
    Tony Ciccione: Chissà se è anche fortunato! Scegli un cavallo, ragazzo. Shelbyville Downs, terza corsa, che sia quello buono.
    Bart: Ciucciati il calzino!
    Tony Ciccione: “Ciucciati il calzino”… Ok, vediamo… Ehi, aspetta un momento, piccola canaglia! “Ciucciati il calzino” è nella quinta corsa! Ho detto la terza corsa!
    Bart: Non farti infartare!
    Tony Ciccione: Uhm, “Non farti infartare” nella terza, punta doppio! [a Bart] E mentre aspettiamo di vedere quanto sei fortunato ti faccio fare un giro. Vedi, questo è il nostro bar, e da quella parte c’è la nostra slot machine e i tavoli da gioco.
    Bart: Che ficata!
    Mafioso: Ehi, capo, ecco la chiamata per la terza corsa!
    Radiocronista: Mentre escono dalla curva “Fagioli Farciti” ad un’incollatura da “Yabba-Dabba Do”, due lunghezze dietro a “Che puzzone che sono” e a “Via col ventre”. “Ombre rozze” è in coda, ma ecco che arriva “Non farti infartare” sul lato esterno e giunge solo al traguardo “Non farti infartare”!
    Tony Ciccione: Ehi, mi piace questo ragazzo! Non posso credere che stavamo per farlo fuori! Sai miscelare i drink?
  • Bart: Ehm… volevo dire… siete delinquenti voi?
    Tony Ciccione: Bart… è una colpa rubare un tozzo di pane per sfamare la tua famiglia?
    Bart: No!
    Tony Ciccione: Allora supponiamo che hai una famiglia affamata molto numerosa. È una colpa rubare un carico di pane per sfamarla?
    Bart: Eh-eh.
    Tony Ciccione: E se alla tua famiglia non piace il pane, ma piacciono le sigarette?
    Bart: Be’, direi che va bene.
    Tony Ciccione: Ora… se invece di regalarle tu le vendessi a un prezzo che fosse praticamente come regalato, sarebbe questo un crimine, Bart?
    Bart: Cacchio, no!
  • Marge: So che è un bene per un ragazzo avere un lavoretto part-time, ma non sono tanto sicura della gente per la quale lavora Bart. Temo siano dei criminali.
    Homer: Un lavoro è un lavoro! Voglio dire, prendi me. Se la mia centrale inquina l’acqua e avvelena la città, secondo la tua logica, questo farebbe di me un criminale, scusa!
  • Edna Caprapall: Andava pazzo per le esercitazioni antincendio!
    Willie: Cerchi di controllarsi pulzella, per i pargoletti!
  • Tony Ciccione: Sei in anticipo di otto ore sul lavoro, ragazzo!
    Bart: Avete ucciso il mio direttore?
    Tony Ciccione: Ehm, il cinese coi baffi?
    Bart: No! Il mio direttore!
    Legs: Chi? Quello Skinner? No, non l’abbiamo ucciso.
    Winchester: Che nessuno si muova! Siete tutti in arresto per l’omicidio di Seymour Skinner!
    Tony Ciccione: E che è n’omicidio?
    Winchester: Non fare il fricchettone con me, eh! Ammanettateli, ‘uagliò!
  • Tony Ciccione: Non sono stato io a ordinare l’uccisione di Skinner!
    Avvocato dai capelli blu: Lei non è il capo di questa banda?
    Tony Ciccione: No, io faccio solo una capatina al Club di tanto in tanto per leggere il giornale in omaggio.
    Avvocato dai capelli blu: Allora, chi è il perno? Il capo di tutti i capi? Ci dica chi è per favore!
    Tony Ciccione: È quel tizio lì!
    Bart: Ehi!
    Tony Ciccione: Perdonatemi, Don Bartolomeo!
    Louie: Abbiamo tentato di frenare il ragazzo, ma non c’è stato verso! Era come impazzito!
    Legs: Prostituzione, prestito, strozzo, pizzo… al ragazzo ci piaceva intingere il becco in tutte cose!
    Lionel Hutz: Signor Simpson, lei è il padre del ragazzo da dieci anni, crede veramente che lui possa essere il capo di una banda criminale omicida?
    Homer: Be’… non proprio il capo, insomma…Ah! È vero! Tutto vero! Tutti i pezzi combaciano!
    Giudice Snyder: Alla luce delle testimonianze incriminanti rese dai tuoi amici pentiti, dal tuo papà, dai tuoi maestri e dalla sconfinata sfilza di babysitter emotivamente sconvolte, questa corte non ha altra scelta che…
    Skinner: Fermi!
    Marge: Direttore Skinner!
    Homer: Credevo fosse morto!
  • Tony Ciccione: Senti, so che ti abbiamo deluso ma io e i miei ragazzi siamo ancora convinti che puoi avere un brillante futuro nel campo del racket e dell’estorsione!
    Bart: Niente da fare Tony Ciccione, credevo che il vostro gioco fosse una ficata ma ora ho imparato che il crimine non paga!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 5, Homer definito

Non farò stridere il gesso. (Frase alla lavagna)

Quando ti va di parlare con me chiamami al telefono e dimmi di accendere il mio walkie-talkie! (Bart)

Ciao, terrestri! Non imparate niente che io non imparerei! (Otto Disc)

Mmm… viola… (Homer)

E chi l’avrebbe mai detto che un reattore nucleare sarebbe stato così complicato! (Homer)

O Signore, se risparmi questa città dal diventare un buco fumante nella terra proverò ad essere una cristiana migliore. Non so ancora in che modo. Mh… la prossima volta che ci sarà una raccolta di viveri, darò ai poveri qualcosa che a loro piaccia davvero invece dei soliti fagioli in conserva. (Marge)

Un reattore nucleare è molto simile a una donna. Basta solo leggere il manuale e premere il bottone giusto. (Homer)

Un modello esemplare nella mia stessa famiglia, che comodità! (Lisa)

Bart, non dare da mangiare gli alberghi a tua sorella! (Marge)

Homer \sostantivo\ 1. Idiota americano. 2. Homerata (fare una) — avere successo nonostante l’idiozia. Nostro padre. Ora appartiene a tutte le ere a venire. (Lisa, chiudendo il dizionario)

Dialoghi:

  • Smithers: Grazie a Dio è lunedì, signore.
    Burns: Tu cosa hai fatto questo weekend?
    Smithers: Be’, mi sono avvantaggiato con il bucato, ho scritto una lettera a mammina e poi ho portato a tosare Ercole.
    Burns: Chi diavolo è Ercole?
    Smithers: È il mio Yorkshire, signore. È piuttosto minutino, perciò, sa… è una battuta. Ecco una foto di Ercolino.
    Burns: Oh, tu si come sai darti alla pazza gioia.
  • Burns: Di’ pure che sono all’antica, ma i film di una volta erano più sexy quando gli attori rimanevano vestiti. Jean Harlow riusciva ad eccitarmi di più inarcando ad arte un sopracciglio anziché…
    Allarme: Attenzione, problema nel settore 7G!
    Burns: 7G? Chi è l’addetto alla sorveglianza lì?
    Smithers: Homer Simpson, signore.
    Burns: Simpson? È un uomo in gamba, intelligente?
    Smithers: Be’, è stato assunto al tempo del programma “Aiuto Sottosviluppati”…
    Burns: Grazie Presidente Ford.
  • Kent Brockman: La gente parla di fusione.
    Burns: Fusione? È uno di quei fastidiosi termini allarmistici. Noi preferiamo chiamarla “una spontanea fissione sovrabbondante”.
  • Waylon Smithers: Signore, forse non avrò altra occasione per dirle che… le voglio bene!
    Burns: Oh, grazie per aver reso i miei ultimi momenti sulla Terra socialmente imbarazzanti.
  • Burns: Smithers, non resta altro da fare che dare un bacio d’addio alle mie povere chiappe.
    Smithers: Eseguo, signore.
  • Milhouse Van Houten: Mia madre non mi permette di esserti ancora amico. Per questo non sei potuto venire alla festa.
    Bart: Che cavolo ha contro di me?
    Milhouse: Dice che eserciti un’influenza negativa.
    Bart: “Influenza negativa” un corno! Quante volte ti ho detto di non ascoltare tua madre?!
  • Marge: Signora Van Houten, sono la mamma di Bart. Ci siamo conosciute al pronto soccorso quando i ragazzi ingerirono la vernice.
    Luann Van Houten: Ricordo. Prego, si accomodi.
    […]
    Luann: Marge, mi dispiace ma penso che sia meglio che Milhouse non frequenti più suo figlio.
    Marge: Senta, lo so che Bart può essere anche monello, ma so come è fatto dentro. Ha come una scintilla… non è una cosa cattiva, ma è pur vero che gli fa fare delle cose cattive.
  • Telecronista: Sono i Lakers ad avere la palla. Ecco Magic Johnson che si dirige verso il canestro. Magic si ferma, è vittima di un madornale scivolone. la palla gli parte dalle mani, colpisce l’arbitro sulla testa e si infila sul canestro! Vincono i Lakers!
    Magic Johnson: Si direbbe che ho fatto una Homerata!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 6, Tale padre, tale clown

Finirò quello che ho iniziato (Frase alla lavagna)

Ci siam divertiti tanto tanto tanto, | ma è giunto ora il momento di andar | e se questo clown dovesse schiattare domani, | amici battete le mani: | lo show dal ciel io farò. (Canzone finale dello show di Krusty il Clown)

Dua-dua-dua, che superfico sei! | Dua-dua-dua, ma dove te ne vai? | Dua-dua-dua è l’inizio di una cosa fica! (Bart)

Caro Krusty, sono Bart Simpson, amicone Krusty numero 16.302, che rispettosamente restituisce il suo distintivo…Ho sempre avuto il sospetto che nella vita niente avesse importanza, ora ne sono certo. Va a quel paese. Bart Simpson (Bart Simpson)

Un uomo che invidia la nostra famiglia è un uomo che ha bisogno di aiuto. (Lisa)

Dialoghi:

  • Marge: Chi vuole dire la preghiera?
    Lisa: Perché non la facciamo dire al nostro ospite?
    Milhouse: Benedici noi tutti o Signore… Ehi!
    Bart: Krusty, vuoi farci questo onore?
    Krusty: Be’, d’accordo. Sono un pochino arrugginito ma, ci proverò… Baruch atah adonai, eloheinu, melech ha’olam, hamotzi lechem min ha’aretz.
    Homer: De-hi-hi-ho! Sta parlando un linguaggio buffo!
    Lisa: No, papà. Quello è ebraico. Krusty dev’essere ebreo. Vero?
    Homer: Un intrattenitore ebreo?! Ma dai!
    Lisa: Papà, ci sono molti artisti ebrei. Tra cui Lauren Bacall, Bob Dylan, Cary Grant e Mel Brooks.
    Homer: Mel Brooks è ebreo?!
  • Krusty: Papà, quando sarò grande potrò fare il clown?
    Rabbino Hyman Krustofsky: No! Un clown non è un membro rispettato nella comunità!
    Krusty: Ma io voglio far ridere la gente!
    Rabbino Hyman Krustofsky: Hershel, la vita non è uno spasso, la vita è seria! La soda è da bere, non da spruzzare! La torta è da mangiare, non da tirare!
  • Homer: Figliolo, tu non devi seguire le mie orme…
    Bart: Figurati! Non mi piace neanche usare il bagno dopo di te!
    Homer: Brutto bacarospo, io ti…!
  • Bart: Ma rabbino, non è scritto nel Talmud babilonese, e cito, che “un figlio dovrebbe essere allontanato con la mano sinistra e riavvicinato con la mano destra”?
    Rabbino Hyman Krustofski: E..?
    Bart: Allora la sua religione non le comanda di fare pace con Krusty?
    Rabbino Hyman Krustofski: Ma in Esodo il quinto comandamento dice “Onorate vostro padre e vostra madre”. Fine della storia!
  • Bart: “In ogni momento fa che l’uomo sia flessibile come una canna e non rigido come un cedro.”
    Rabbino Hyman Krustofski: Mio piccolo tonto amico… Il Libro di Giosuè dice “Mediterai sulla Torah tutto il giorno e tutta la notte”!
  • Bart: Non è scritto nel Talmud “Chi porterà la redenzione? I giullari.”?
    Rabbino Hyman Krustofski: Mio giovane amico, non ne sono ancora convinto. E questo non è né il momento né il luogo per discuterne!
  • Bart: Oh, rabbino, non disse un grande uomo, e cito “Gli ebrei sono un popolo in gamba. Insomma ho sentito parlare di persecuzione ma quello che hanno subito loro è molto di più. Ma la cosa più strepitosa è che dopo migliaia di anni di attesa e di tenacia e di lotta alla fine ce l’hanno fatta.” Fine della citazione.
    Rabbino Hyman Krustofski: Oh, non ho mai sentito la condizione del mio popolo espressa con tanta eloquenza. Chi lo disse? Il rabbino Hillel?
    Bart: No.
    Rabbino Hyman Krustofski: Era Giuda il Pio?
    Bart: No.
    Rabbino Hyman Krustofski: Oh, adesso ci sono: le pergamene del Mar Morto
    Bart: Temo di no, rabbino. L’ha detto Sammy Davis Jr. Un artista! Come suo figlio!
    Rabbino Hyman Krustofski: Il cantante di colore? Se un artista può pensare in quel modo forse allora io sono del tutto fuori strada. Oh, tutti gli anni di gioia che ho perduto… E per cosa? Per la mia testardaggine…
  • Krusty: Oh, mio papà, tu sei meraviglioso. | Oh, mio papà… Dai, papà! …gentile ed amoroso Conosci le parole!
    Krusty e Hyman: Nessuno è così tanto squisito. | Tu mi hai sempre capito.
    Krusty: Sono venticinque anni che non ci vediamo!
    Rabbino Hyman Krustofski: Oh, ti voglio tanto bene figliolo!
    Krusty: Anch’io ti voglio bene papà!
  • Boe: Ho un elefante nell’occhio…
    Barney: Tieni il mio fazzoletto.
    Boe: Bleah!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 7, La paura fa novanta II

Buona sera a tutti! Prima dello show di Halloween dell’anno scorso vi raccomandai di non farlo vedere ai vostri bambini, ma voi mi avete disobbedito. Be’, l’episodio di quest’anno è ancora peggio: è più impressionante, più violento e temo che abbiano infilato anche qualche parolina sconcia. Perciò rimboccate le coperte ai vostri bambini e… e… Be’, se non mi avete dato retta l’ultima volta nono lo farete nemmeno ora. Godetevi lo show. (Marge)

La mamma di Bambi. Bambi’s mom. (Iscrizione su una lapide)

Perdi peso, chiedimi come. Lose weight now ask me how. (Iscrizione su una lapide)

Ora che ci penso, quello che mi ha venduto questo coso ha detto che i desideri avrebbero portato una grande sfiga. Credevo fosse un modo di dire pittoresco. (Homer)

Sottoponiamo alla vostra considerazione Springfield, una cittadina nella media, con un mostro non altrettanto nella media. La gente di Springfield deve assicurarsi di avere pensieri felici e dire cose felici, perché questo particolare mostro può leggere nelle loro menti, e se contrariato, può trasformare le persone in grotteschi terrori ambulanti. […] Vi ho fatto presente che il mostro è un bambino di dieci anni? Niente male come svolta, eh? Scommetto che questo non ve lo aspettavate. (Voce narrante)

La storia del nostro paese, per adeguarsi alle risposte di Bart sul compito in classe di ieri è stata cambiata di nuovo. Ora l’America è stata scoperta nel 1942 da un certo tizio e il nostro paese non si chiama più “America” ma “Pisellonelandia”. (Edna)

Ciao bella pupa, | ciao mio tesoro, | piccolo grande amor. | Mandami un bacio ancor, | baby, dammi il tuo amor. (Skinner)

Bar Boe? Un attimo ora guardo. Ehi, gente ascoltate. Sono uno stupido idiota con una faccia da schifo e delle mega chiappe e le mie chiappone puzzano e a me piace tanto baciarle. […] Aspetta un momento… (Boe, scherzo telefonico di Bart

Sapete cosa diciamo ogni volta che succede qualcosa di strano? Bart ha fatto bene a fare così, ha fatto proprio bene! (Telecronista)

Posso suggerire un licenziamento a caso tanto per incutere loro la paura di Dio? (Smithers)

Sai, Smithers, ho sempre disprezzato la pigrizia del comune operaio. Poi mi sono reso conto che il su spirito vorrebbe, ma che la carne è debole. Così ho rimpiazzato la carne che è debole con l’acciaio che è forte! E voilà! La più grande conquista nel campo dei rapporti di lavoro dopo il gatto a nove code! (Burns, mostrando il robot operaio)

Non doveva andare così! Non doveva! Doveva essere una cosa bella, non questo assurdo essere abominevole. Oh, Smithers, ho sbagliato a competere con Dio. La vita è preziosa, non è una cosa con la quale giocare. Prendi quel cervello e gettalo nel cesso e tira lo sciacquone! (Burns) 

Tutte le ossa frantumate, organi che perdono fluidi vitali, leggero mal di testa, perdita di appetito… Smithers, io sto morendo… (Burns)

Dialoghi:

  • Homer: Che immondezzaio! Che gusto ci prova la Principessa Carolina a vivere qui?!
    Lisa: Papi, quella è Monaco.
  • Lisa: Io chiedo la pace nel mondo.
    Homer: Lisa, questo è stato molto egoistico da parte tua!
    (Alla sede dell’ONU, dopo che Lisa ha espresso il desiderio della pace nel mondo)
    Presidente del Regno Unito: Oh, scusa per le Falkland, dear friend.
    Presidente dell’Argentina: Be’, no es nada, lo sapevam che eran vostre.
  • Lisa: Ehi, ecco un buon lavoro, papi! Oh, aspetta, devi sapere come usare un litotritore ultrasonico.
    Homer: E che ci vuole?
    Bart: Ehi, pa’, eccone un altro! Ventotto dollari l’ora, è all’aria aperta e incontri un sacco di gente interessante.
    Homer: Oh, che lavoro è?
    Bart: Becchino.
  • Smithers: Quale cadavere dissotterriamo, signore?
    Burns: Non lo so. Mi sento come un bimbo nel paese dei balocchi!
  • Smithers: È il morto nel sacco, signore. Penso che sia vivo.
    Burns: Oh, cadavere cattivo! Cadavere cattivo!
  • Burns: Passami quel cucchiaione da gelato.
    Smithers: Cucchiaione da gelato?!
    Burns: Dannazione Smithers, questa non è scienza missilistica, questa è solo chirurgia del cervello!
  • Lisa: Mamma cos’è che non va?
    Marge: Vostro padre è scomparso!
    Bart: Papà è scomparso? Ma che cacchio dici?!
    Marge: Manca da due giorni!
    Lisa: È vero, non c’è neanche più l’odore!
  • Burns: Forse ti stai domandando perché hai due teste. Vedi, il mio corpo è stato schiacciato così ho fatto trapiantare la mia testa sulla tua abbondande corporatura.
    Homer: Non mi sono svegliato. È tutto un sogno! È solo un sogno!
    Burns: Oh, ma certo, è tutto un sogno. Oppure no? [risata malefica]
    (Titoli di coda)
    Narratore: Prossima settimana su I Simpson.
    Lisa: Non ti dimenticare papi, stasera la mia classe organizza una serata da abbuffarsi a crepapelle.
    Homer: Mmm… spaghetti…
    Burns: Ma Homer, stasera abbiamo il ricevimento per la regina Beatrice d’Olanda!
    Homer: Che palle avere due teste!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 8, Il pony di Lisa

I Bart-bigliettoni non sono valuta legale. (Frase alla lavagna)

Il mio dondolino, | il mio dondolino, | il mio dondolino, | voglio che tu giochi col mio dondolino. (Bambino del talent show)

Palla di Neve II, Piccolo Aiutante di Babbo Natale, questa è Principessa. VI prego di non emergainarla solo perché è diversa. (Lisa)

Non ho intenzione di mentire a te: in questo lavoro ti sparabo addosso. Ognuna di queste buche di arma da fuoco è medaglia all’onore. […] Ti do dritta indiana: cerca di prendere essa nella spalla. (Apu Nahasapeemapetilon)

Lavorerò da mezzanotte alle otto, torno a casa, dormo cinque minuti, faccio colazione, dormo altri sei minuti, mi faccio una doccia, poi ho dieci minuti per bearmi dell’amore di Lisa dopodiché me ne andrò alla centrale nucleare fresco come una rosa…(Homer)

Lo sapevo, eccomi faccia a faccia con il mio desiderio di essere trattata da adulta. (Lisa)

Dialoghi:

  • Homer: Boe, sbrigati, presto! Mancano solo cinque minuti alla chiusura del negozio di musica.
    Boe Szyslak: Be’, allora perché non vai prima lì?
    Homer: Ehi! Ma io te lo dico come svolgere il tuo lavoro?
    Boe Szyslak: Scusa, Homer.
    Homer: Sai, se inclini il bicchiere non ci sarebbe tutta quella schiuma in cima.
    Boe Szyslak: Scusa, Homer!
  • Commesso: Clarinetto…
    Homer: No…
    Commesso: Oboe…
    Homer: No…
    Commesso: Sassofono…
    Homer: No… Aspetti! Può ripetere quest’ultima cosa?
    Commesso: Sassofono.
    Homer: Uhm… “Lisa smettila di suonare quello stupido… sassofono!” Si è quello!
    Commesso: Soprano o tenore?
    Homer: D’oh!
  • Commesso del negozio di animali: Accidenti! Cos’è questa puzza?! [nota la presenza di Homer] Oh, è lei.
    Homer: Mi scusi, ce l’avete un pony?
    Commesso del negozio di animali: Certo amico, eccolo qui.
    Homer [leggendo il cartello]: “Le-vrie-ro sco-z-z-ese”… Ehi, ma questo è un cane!
    Commesso del negozio di animali: Amico mio, lei è più intelligente di quanto non la facessi. Le consiglio di provare l’allevamento di pony sulla statale 401. Basta svoltare a sinistra al mattatoio.
  • Burns: […] è un hobby, non lo faccio per un guadagno personale. A proposito, sei al corrente delle severissime leggi del nostro stato riguardo l’usura?
    Homer: Usu… ra?
    Mr. Burns: Che sciocco, devo aver inventato una parola che non esiste…
  • Marge: Homer, caspiterina! Dove hai intenzione di tenere questo cavallo?
    Homer: Ho tutto sotto controllo: di giorno vagherà libera per il quartiere e di notte si rannicchierà comodamente tra le macchine nel nostro garage.
    Lisa: Papà, no!
    Marge: Non è legale!
    Homer: Tocca ai tribunali deciderlo!
  • Homer: Questo è quanto costa al mese l’amore?
    Signora dell’allevamento: Questi sono prezzi standard delle stalle, signor Simpson. In aggiunta sto insegnando a sua figlia equitazione, strigliatura e compreso nel prezzo dizione.
    Lisa: Padre, tu mi hai reso la fanciulla più felice che sia mai esistita!
  • Marge: Caspiterina, come si fa? Siamo in guai seri. Non ci resta che dare un taglio alle cose superflue.
    Homer: Be’, sai, compriamo sempre vaccini per Maggie per delle malattie che neanche ha…
  • Apu: Ci serve qualcuno per duro ma altamente professionale turno da mezzanotte e otto di mattina.
    Homer: Sono il tuo uomo!
    Apu: Sei assunto!
    Homer: Yu-hu!
    Apu: Ho sempre sognato che sarebbe venuto giorno quando uno di voi avrebbe lavorato per me.
  • Apu: Questi wurstel sono qui da tre anni, essi sono rigorosamente ornamentali. C’è solo un babbione che viene qui e compra loro.
    Homer: Ma io quelli li man… Oh.
  • Lisa: Le piace una carotina dopo il suo pappone d’avena e le piace tanto quando le gratti dietro l’orecchio. E se c’è la radio accesa le piace ascoltare programmi d’attualità al mattino e la sera musica soft. La prego di prendersi cura della mia Principessa.
    Signora dell’allevamento: Nonostante non ci sia alcun mutamento del mio nobile aspetto esteriore posso assicurarti che mi si spezza il cuore.
    Lisa: Oh, non la dimenticherò mai.
  • Lisa: Papi, non devi fare questo!
    Homer: Sì che devo. Vedi Lisa, gli adulti hanno questa cosa chiamata soldi che…
    Lisa: Papà, comprendo perfettamente il sacrificio che hai fatto per me. Per questo ho rinunciato al pony.
    Homer: Davvero?
    Lisa: C’è un grosso stupido animale che amo più di quel cavallo.
    Homer: Oh, no! Che cos’è, un ippopotamo?
    Lisa: Intendo te, stupidone.
    Homer: Oh…

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 9, Sabati di tuono

Non fingerò di essere idrofobo. (Frase alla lavagna)

Sono l’attore Troy McLure, forse vi ricorderete di me per serie televisive tipo Buck Anderson lo sfasciasindacati e La fabbrica del sorriso estivo di Troy & Company! (Troy McLure)

Sai Marge, quel nostro Bart è un capolavoro della tecnica: quel suo sorrisetto accattivante, il suo nasino a bottoncino, il suo pancino ciccino ciccino, la sua radiosa faccetta birichina… mi ricorda come ero io prima che il peso del mondo schiacciasse la mia anima libera. (Homer)

Dialoghi:

  • Cervello: Non capisci? Devi usare la psicologia inversa!
    Homer: Sembra troppo complicato.
    Cervello: Va bene, non usare la psicologia inversa.
    Homer: E invece la userò!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 10, Flambé Boe

Le mutande si indossano sotto i pantaloni. (Frase alla lavagna)

Questa sera festeggiamo l’anniversario d’argento del’incendio al deposito pneumatici di Springfield. 25 anni e ancora brucia alla grande! (Kent Brockman)

L’aumento della gratificazione sul lavoro e l’unione familiare sono veleno per un fornitore come me di intossicanti che annebbiano la mente. (Boe)

Può anche darsi che lui abbia inventato la ricetta ma è stata mia l’idea di venderlo a 6 dollari e 95. (Boe)

When the weight of the world has got you down | And you want to end your life, | Bills to pay, a dead-end job, | and problems with the wife, | But don’t throw in the towel, | ‘Cause there’s a place right down the block | Where you can drink your misery away. | At Flaming Moe’s | (Let’s all go to Flaming Moe’s, | Let’s all go to Flaming Moe’s) | Where the liquor in a mug | Can warm you like a hug. | Happiness is just a Flaming Moe away, | Happiness is just a Flaming Moe away! (Canzone Flaming Moe’s)

Ciao Homer! (Cittadini di Springfield con la faccia di Boe)

Dialoghi:

  • Steven Tyler: Salve Saint Louis!
    Joe Perry: Guarda che siamo a Springfield, Steven…
    Steven Tyler: Ah già… allora siete pronti per rockeggiare?!
  • Bart: Sto cercando un mio amico: di cognome è Centrico e di nome fa Ego.
    Boe: Attenda. Ora vedo. Centrico Ego! Oh, qualcuno veda se in toilette c’è un Ego Centrico!
    Sig. Ego Centrico: Sono io Ego Centrico.
    Boe: Al telefono.
    Sig. Ego Centrico: Pronto, parla Ego Centrico.
    Bart: Ehm, salve.Sig. Ego Centrico: Chi parla? Cosa posso fare per te Bart?
    Bart: Senta, voglio mettere le carte in tavola: questa è una telefonata scherzo che mi si è ritorta contro. Perciò… ciao!
    Sig. Ego Centrico: Sarà meglio la prossima volta… Che giovanotto simpatico!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 11, Il licenziamento di Homer

La recita di Natale non è una schifezza. (Frase alla lavagna)

[Parlando di Burns] La gente crede che lui essendo ricco e crudele non abbia i sentimenti comuni agli altri uomini. E invece ce li ha. (Smithers)

Ich bin ein Springfielder! (Sindaco Quimby)

Il mondo è la mia ostrica, Smithers. (Burns)

Il mio lavoro è la mia ideantità. Se non sono un ispettore come cavolo si chiama…non sono niente! (Homer)

Wow! Cioccolato a metà prezzo!  (Homer)

Ci rammarica annunciare i seguenti licenziamenti che leggeremo in ordine alfabetico… Zimpzon Homer… è tutto. (Voce nell’interfono)

A che serve il denaro se non riesci a incutere terrore al tuo prossimo? (Montgomery Burns)

Tengo vicini i miei amici e ancora più vicini i miei nemici. (Montgomery Burns)

Dialoghi:

  • Boe: Bar Boe? Parla Boe.
    Bart: Hemm… sì. Sto cercando un certo… Muccio Problem.
    Boe: Sì, certo… solo un momento. Ehm… Muccio Probem? Muccio Problem? Allora, questo Problem-Muccio viene fuori sì o no?
    Barney: Ce l’hai già!
    Boe: Oh, porca..! [Al telefono] Sei tu vero?! Stammi a sentire: se ti metto le mani addosso userò la tua testa come secchio e dipingerò la mia casa con le tue cervella!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 12, Ho sposato Marge

Non tormenterò gli emotivi. (Frase alla lavagna)

Tutto accadde all’inizio di quel decennio turbolento conosciuto come “gli anni ottanta”. Quelli erano tempi idealistici: c’era l’ascesa di Gary Hart, c’era l’ascesa dei Supertramp… era un periodo super eccitante per essere giovani! (Homer)

“Cara Marge, quando leggerai questa lettera io sarò già andato via. Tu meriti tutte le migliori cose del mondo e, nonostante io possa dartele, verranno a riprendersele, e io sarò perseguitato come un cane. E poi è chiaro che la tua famiglia non mi vuole qui. […] Ti spedirò ogni centesimo che guadagno per il bambino, ma non mi rivedrai finché non sarò diventato un uomo.” (Homer)

Dialoghi:

  • Marge: “Test di gravidanza a domicilio di Marinaio Bill”?! Homer, non era meglio comprare una marca più conosciuta?
    Homer: Ma Marge, dentro questa scatola c’era in regalo una bellissima pipa!
    Marge: Va bene, vediamo. [leggendo sulla scatola] “Olà, compagna! Se l’acqua blu diventerà un bimbo per te sarà! Se viola tu vedrai niente bimbo tu avrai!”
    Homer: Allora, che colore è? Blu o viola-viola?
    Marge: Rosa.
    Homer: D’oh!
    Marge: “Se il test dovesse fallire per il dottore dovrai partire” Be’, sarà meglio andare dal Dr. Hibbert.
  • Homer: Tesoro, tesoro, credi di essere davvero incinta?
    Marge: Be’, ho la stessa nausea e voglia di preparato per frittelle che ho avuto con gli altri ragazzi…
    Homer: Sì, e io ho la stessa oppressione e sudorazione abbondante di tutte le altre volte!
  • Lisa: Non è colpa nostra se la nostra generazione ha una breve durata d’ascolto. Guardiamo troppa televisione.
    Homer: Non osare mai e poi mai parlare della televisione in quel modo! Ignobili ingrati! Non riescono a tenere la loro… come cavolo si chiama… mente sul qua…
  • Patty: Non so cosa ci vedi in quella brutta polpetta.
    Selma: Se ti piace essere brancicata da qualcosa di grasso e pigro, possiamo sempre prendere un gatto.
    Jaqueline: Lascerebbe meno peli sul nostro divano!
  • Marge: Homer, caro, ci hai mai pensato al futuro? Dimmi…
    Homer: Nel senso: le scimmie saranno i nostri padroni?
    Marge: No, nel senso… come hai intenzione di guadagnarti da vivere? Non posso credere che il tuo lavoro sia molto stimolante.
  • Homer: Cavolo, che finale! E chi l’avrebbe mai detto che Darth coso era il padre di Luke Skylee…quello lì
    Signore: Grazie mille, caro il mio signor Guasta-film!
  • Homer: Marge, sei bella quanto la Principessa Leila e intelligente quanto uno Jedi!
    Marge: Adulatore!
  • Marge: La nostra canzone…
    Homer: Scommetto che quel signore a cui è dedicata la canzone è impazzito di gioia.
    Marge: A dire la verità stava cantando di Dio…
    Homer: Be’, lui è sempre pazzo di… No, lui è sempre incavolato.
  • Dr. Hibbert: Bene, bene, signorina Bouvier. Credo che abbiamo scoperto le ragioni del suo vomito tanto frequente. [a Homer] Congratulazioni!
    Homer: NO!
    Paziente: Poveraccio…
    Dr. Hibbert: Forse questo opuscolo si dimostrerà utile.
  • Abraham: Figliolo, devi sposare quella ragazza!
    Homer: Perché sarebbe un gesto d’onore?
    Abraham: No, perché non potresti mai fare di meglio! Che briccone fortunato! Il pesce è saltato dritto nella barca: non devi fare altro che dargli una mazzata con il remo!
  • Homer: Marge, c’è una cosa che voglio chiederti, ma ho paura perché se mi dici di no, la cosa mi distruggerà e farà di me un criminale.
    Marge: Be’, non ti ho detto di no ultimamente, non ti pare?
    Homer: Marge, io… maledizione, dov’è quel cartoncino?!
    Marge: Quale cartoncino?
    Homer: Be’, io ho scritto quello che dovevo dirti su un cartoncino. Stupido coso, dev’essermi caduto dalla tasca!
    Marge: È questo qui?
    Homer: Cosa dice?
    Marge: “Marge, dal momento che ti ho vista non ho desiderato stare con nessun’altra. Non ho molto da offrirti tranne tutto il mio amore. Vuoi sposarmi?”
    Homer: È proprio quello. Da qua.
    Marge: Oh, Homer. Questo è il più bel momento della mia vita…
    Homer: Allora, vuoi sposarmi?
    Marge: Sì!
    Homer: Yuhuuu! Evviva, mi sposo! Alla faccia vostra gente!
  • Marge: Se dovesse nascere maschio che ne dici di chiamarlo Jay?
    Homer: Marge, non possiamo! Tutti i ragazzi lo chiamerebbero Jay Gay!
    Marge: Be’…che ne dici di Tommaso?
    Homer: Lo chiamerebbero Tommaso Ficcanaso!
    Marge: Leo?
    Homer: Babbeo!
    Marge: Peter?
    Homer: Peto!
    Marge: Marco?
    Homer: Muco!
    Marge: Che ne dici di Bart?
    Homer: Vediamo un po’… Bart, Dart, Carc, Dark… No, non ci vedo niente di male
  • Homer: Oh, Marge, mi dispiace, vorrei tanto potermi permettere un posto migliore…
    Marge: Homer, sarebbe una bugia se dicessi che era così che immaginavo il giorno del mio matrimonio, ma tu sei come immaginavo mio marito…
    Homer: Davvero?
    Marge: Be’, forse non assomigli a Paul Newman, ma sei altrettanto simpatico.
    Sacerdote: Miei cari, siamo qui riuniti al cospetto di Dio e di questo casinò per unire…
    Homer: …Homer.
    Sacerdote: …e…
    Marge: …Marge.
    Sacerdote: …nel vincolo del matrimonio bellissimo. […] Tu, Marge Bouvier, prendi Homer J. Simpson come tuo legittimo sposo?
    Marge: Lo prendo.
    Sacerdote: Homer, stessa domanda, nomi inversi.
    Homer: La prendo.
    Sacerdote: Bene, con l’autorità conferitami dalla Commissione di Gioco dello Stato di dove siamo… io vi dichiaro marito e moglie. Ecco a voi dieci dollari in fiches, puoi baciare la sposa!
  • Homer: Perché non faccio domanda d’assunzione alla centrale nucleare? Da quello che si dice pagano bene.
    Marge: Non lo so… dicono che le radiazioni rendono sterili…
    Homer: Adesso me lo dici!
  • Smithers: Sentiamo, secondo voi qual è il vostro peggior difetto?
    Candidato #1: Be’, io sono un maniaco del lavoro.
    Candidato #2: Io mi impegno all’eccesso.
    Homer: Be’, io ci metto un sacco di tempo ad imparare qualunque cosa, sono una specie di babbione…
    Smithers: Va bene così.
    Homer: …e poi cominciano a sparire degli oggettini dal posto di lavoro…
    Smithers: Basta così, andiamo avanti! C’è un problema con il reattore, voi cosa fate?
    Homer: C’è un problema con il reattore?! Moriremo tutti! [scappa via urlando]
  • Marge: Hai ottenuto il posto?
    Homer: No, cercavano uno bravo… la storia della mia vita…
  • Homer: Figliolo, non ti deluderò, te lo giuro: quando uscirai di qui la prima cosa che vedrai sarà un nuovo e un buon lavoro…
    Patty: Sì, il dottore!
  • Homer: Dopo tutto oggi non ti troveresti qui se io non fossi diventato un responsabile gran capo di famiglia…
    Bart: Possiamo mangiare una scatola intera di marron glacés per pranzo?
    Homer: D’accordo.
  • Homer [nell’interfono]: Sì, cosa vuole?
    Marge [in auto]: Mio marito al mio fianco.
    Homer: Ci vuole anche le patatine?
    Marge: Homer!
    Homer [si rende conto]: Marge! Oh la vacca, sei grossa quanto una botte!
    Marge: Homer, torna a casa con me!
    Homer: No, Marge, non posso proprio. Insomma, guardami, sono un apprendista! Non mi rivelano neanche cosa c’è nella salsa segreta, e non riesco a comprarti un anello decente.
    Marge: Qualsiasi anello va benissimo, se a darmelo sei tu! [Homer prende dal sacchetto un anello di cipolla]
    Homer [mettendole l’anello di cipolla al dito]: Marge, pour vous
    Marge: Ti dispiace se ora me lo tolgo? L’olio mi sta ustionando il dito…
    Homer: Oh, certo.
  • Marge: Homer, ma lo sai perché ti ho sposato?
    Homer: Perché ti ho messo incinta?
    Marge: No… perché ti amo.
  • Homer [cercando di farsi assumere alla centrale nucleare]: Be’, mi stia a sentire, signor pezzente. Se cerca il tipo di dipendente che accetta ogni abuso e non sostiene mai i propri diritti! Io sono l’uomo che fa per lei!! Può trattarmi come spazzatura e io continuerei a leccarle i sederino e a chiamarlo gelato, e se la cosa non le piace: posso cambiare!
    […]
    Burns: Mi piace il suo atteggiamento: altezzoso, nonché smidollato!
    Smithers: Ma quest’uomo non ha nemmeno superato il test attitudinale! Non rischiamo, signor Burns…
    Burns: Non mi interessa! Non sono rimasto tanto impressionato da quanto posai gli occhi su un giovane leccapiedi di nome Waylon Smithers…
    Homer: Intende dire…?
    Burns: Benvenuto a bordo, figliolo.
    Homer: Ho ottenuto il lavoro?! Ho ottenuto il lavoro?!  Evviva! Solo in America potevo ottenere un lavoro!
    Burns: Chi era quella testa calda, Smithers?
    Smithers: Homer Simpson, signore.
    Burns: Simpson, eh? Me lo ricorderò questo nome…
  • Homer: Marge, Marge, dove è il bambino?
    Patty: Proprio dove l’hai lasciato!
    Homer: Stai zitta!
    Patty: Oh, senti, ciccione!
    Homer: No, tu senti! Questa è mia moglie, questo è mio figlio, sono io che pagherò per questo parto, perciò se volete restare vi conviene mostrarmi un pizzico di rispetto!
    Marge: Papi, questo significa…
    Homer: Incominciando da domani sono un tecnico nucleare!
    Dr. Hibbert: Santo Dio!
    Homer: E domani mattina ti ricomprerò l’anello. Poi, andrò in cerca di una casa.
    Marge: Ma il tuo lavoro non comincia domani?
    Homer: Oh, qualcuno mi coprirà…
  • Marge: Homer, è bellissimo…
    Homer: Ehi, per me basta che ha otto dita alle mani e otto dita ai piedi, per me va benissimo. Ah, Bart, l’angioletto di papà…
    [Bart prende un accendino e dà fuoco alla cravatta di Homer, che poi spegne in una brocca di acqua]
    Homer: Brutto nanerottolo, l’hai fatto apposta!
    Marge: Come è possibile? Ha solo dieci minuti di vita…
  • Homer [a Bart]: Sai ragazzo, il giorno che sei nato ho ricevuto il più bel dono che un uomo possa ricevere… [a Lisa e Maggie] con il passare degli anni vostra madre ed io abbiamo ricevuto altri due doni preziosi e non passa giorno che non ringraziamo il Signore per voi tre.
    Marge [entrando in casa, entusiasta]: Homer, non sono incinta!
    Homer: Magnifico, Marge! Mondiale!
    Marge: Evviva!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 13, Radio Bart

Non scolpirò statuine degli dei. (Frase alla lavagna)

Sapete, ho fatto un sacco di cose cattive in questi anni. Pare che ora io ne stia pagando il prezzo. Ma ci sono talmente tante cose che non avrò mai l’occasione di fare: fumare una sigaretta, usare un documento falso, rasarmi una parolaccia sui capelli… (Bart)

Dialoghi:

  • Kent: Perciò, a quanto pare, siamo stati tutti vittime di una crudele beffa condotta da un teppistello di dieci anni. È giunto il momento di puntare il dito – e tutti sono d’accordo – contro i genitori del ragazzo!
    Homer: Non è colpa nostra! Noi non lo volevamo il ragazzo, è stato un incidente!
    Marge: Homer!
    Homer: Eh… Ehm… potrebbe tagliare l’ultimo pezzo, scusi?
    Kent: Signor Simpson, siamo in diretta da costa a costa.
    Homer: Cacchio!
  • Marge: Sting, non è stanco? Forse dovrebbe riposarsi.
    Sting: Non quando uno dei miei ammiratori ha bisogno di me.
    Marge: A dire il vero non credo di aver mai sentito Bart mettere uno dei suoi album.
    Homer: Shh! È bravissimo a scavare.

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 14, Lisa l’indovina

Un sorso di birra spegnerà l’incendio! (Homer)

E con i suoi pronostici abbiamo l’uomo che ci azzecca il 52% delle volte: Fico Jimmy Apollo! (Giornalista sportivo)

Bar Boe, dove la ciotola delle noccioline viene rinforzata ogni ora! (Boe) 

Guarda papi, ho riprodotto un appartamento in miniatura per la mia bambola Malibù Stacy: questa è la cucina, qui è dove stampa il suo bollettino femminista settimanale… (Lisa)

Be’, gente, quando ci azzecchi il 52% delle volte… ti sbagli il 48% delle volte… (Fico Jimmy Apollo, l’uomo dei pronostici sportivi) 

Vuoi un po’ di questi, vero? [fa frusciare delle banconote] Be’, devi sapere chi saranno i vincitori ed io conosco i vincitori! Telefona subito! Ah-ah! Cinque dollari al primo minuto e due per ogni minuto in più! (Spot pubblicitario della hotline del coach)

Hai… raggiunto… il contatto… della linea calda… Per la partita del Miami contro Cin… cin… na… ti… dobbiamo prendere in considerazione molte cose… il vento… sta soffiando… da ovest… a cinque… nodi… (Linea calda per pronostici sportivi)

La biblioteca. Un posto fico. The library. The hip place to be. (Striscione in biblioteca)

…e quando il dottore ha detto che non avevo più i vermi quella è stata la giornata più bella della mia vita. (Ralph)

Uh, un profumo! Versatilità di Meryl Streep! (Marge)

Ogni nota è come una pugnalata al cuore… (Homer)

Ogni domenica è una super domenica. Every sunday is super sunday (Scritta sul cartello della Chiesa presbiteriana di Springfield)

Dialoghi:

  • Lisa: Perché papà non si interessa mai delle cose che faccio?
    Marge: Be’… Ma tu ti interessi mai delle cose che fa lui?
    Lisa: No… Una volta facevamo a gara a chi ruttava più forte, ma ora sono cresciuta.
    Marge: Se vuoi avvicinarti a lui devi essere tu a colmare questa lacuna. Io lo faccio sempre: fingo di provare interesse nel guardare gli attrezzi elettrici, nell’andare a vedere quegli sciocchi film pieni di inseguimenti e… e in altre cose di cui ti parlerò quando sari più grande…
  • Homer: Vedi, Lisa. Boe, l’amico di papà, ha promesso di dargli cinquanta dollari se i Dolphin vincevano la partita.
    Lisa: Vuoi dire che hai scommesso?
    Homer: Be’, non la chiamerei proprio una scommessa… è una cosettina che fanno i papà per rendere il football più eccitante.
    Lisa: Cosa potrebbe essere più eccitante del barbaro balletto del football professionale?
    Homer: Be’, sai… a te piace il gelato, vero?
    Lisa [annuendo]: Mh-mh.
    Homer: E non ti piace di più il gelato quando è ricoperto di cioccolato caldo? E una montagna di panna montata? E nocciole tritate e… una spolverata di quella roba tipo biscotti sbriciolati? [espressione di pura libidine] Mmm… roba tipo biscotti sbriciolati…
    Lisa: Allora il gioco d’azzardo rende ciò che è buono ancora più buono?
    Homer: Proprio così!
  • Homer: […] vedi, Lisa, tua madre ha questa strana idea che giocare d’azzardo sia sbagliatino, anche se nella Bibbia dice che va bene.
    Lisa: Davvero? Dove?
    Homer: Ehm… da qualche parte verso la fine…
  • Marco: Buonasera, sono Marco, sarò il vostro cameriere…
    Homer: Buonasera, sono Homer, sono il vostro cliente!
  • Homer: Figliolo, so che il tuo regalo ti farà impazzire.
    Voce registrata: “Sta’ zitto!” “Sta zitto!” “Non rompere!” “Sta zitto!” “All’inferno!” “All’inferno!”
    Bart: Papà, ti giuro che non mi stancherò mai di questa meraviglia.
  • Lisa da adulta: Questo me l’ha comprato il mio terzo marito. Te lo do in cambio di qualche fiche.
    Croupier: Sicura, signora?
    Lisa da adulta: Non dirmi cosa devo fare, figliolo! Gioco dall’età di otto anni e impegno gioielli dall’età di dodici! Adesso dammi qualche fiche!
  • Reverendo Lovejoy: Sono felice di vedere che almeno qualcuno ha resistito al magnetismo della grande partita.
    Fedele: Oh mio Dio! La partita! [corre via]

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 15, Homer da solo

Non sculaccerò gli altri. (Frase alla lavagna)

Non ho alcuna intenzione di pulirlo! [pausa] Ma chi prendo in giro? (Marge)

Maggie, quando sarai grande potrai succhiare il ciuccio tutto il tempo che vorrai. (Marge)

Sono come delle foche ammaestrate. Lancia loro un pesce e guarda come sbattono le pinne. (Sindaco Quimby, parlando degli elettori)

Molti anni or sono degli esploratori spagnoli scoprirono un piccolo angolo di paradiso nascosto tra le montagne di Springfield. Lo chiamarono rancho Relaxo e si chiama ancora oggi così. A Springfield è l’unica stazione termale a due stelle. Nuotate, fatevi una partita a tennis oppure rimanete seduti a fissare il muro. A Rancho Relaxo siete voi i padroni. Ricordate, non si può scrivere “relaxo” senza “relax”. (Annunciatore)

State ascoltando KOMA. K.O.M.A. Musica leggera rilassante. È in arrivo una serie di canzoni sulle nuvole. (Annunciatore radiofonico)

Oh, salve e benvenuti a Rancho Relaxo! Io sono Troy McLure. Sicuramente vi ricordate di me in film come Oggi ammazziamo, domani moriamo e Gladys, il mulo fico… Ma oggi mi vedrete nella mia più grande interpretazione La vostra video guida turistica a Rancho Relaxo. (Troy mcLure) 

Pollo fritto di Shakespeare! Ordinatelo oggi stesso! (Spot televisivo)

Dormi ben, mio tesor, | che il Natale tuo sia d’or. Buonanotte, mia costoletta di maiale. (Homer, cantando una ninna nanna a Maggie)

Ma ricordate, non possiamo dirvi come dovete divertirvi. Siete voi che dovete dirlo a noi. Come dissi a Dolores Montenegro in A tutte le automobiline… “Fallo a modo tuo, pupa!” (Troy McLure)

“Stammi a sentire, Marge: Maggie era molto giovane e non è che le eravamo poi così attaccati…” No… “Marge, non è strana la vita? Un giorno sono neonati e quando prima te lo aspetti sono già andati via!” (Homer)

Dialoghi:

  • Marge: Grazie per aver accettato di prendervi i bambini mentre sono via.
    Selma: Non preoccuparti.
    Patty: Abbiamo sei mesi di congedo per maternità che non sfrutteremo mai.
  • Bart: Ho paura, Lisa!
    Lisa: Tu credi di conoscere la paura? Be’, io le ho viste nude!
  • Barney: Guarda-guarda! Il piccolo Bart! Ti ricordi di zio Barney? Ehi, Homer, lasciamelo tenere.
    Homer: D’accordo, però fa’ attenzione.
    Barney [prendendo in braccio Maggie]: Oh, no! Qualcuno puzza che ancora… [si annusa l’ascella] Oh, sono io!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 16, Bart l’amante

Non si preoccupi per i suoi pesciolini, cara donzella. Sono diretti in un posto migliore. [si sente il rumore dello sciacquone] (Willie)

“1 + 1 fa 2? Maestra di 4^ elementare divorziata recentemente desidera incontrare uomo di mezza età dai 18 ai 60. Scopo: Salvami. Scrivere a Edna K, casella postale 402.” (Bart)

“Cara Edna, non ho mai risposto a un’inserzione prima d’ora, ma ho trovato la tua irresistibile. Il mio nome è Woodrow. Mi piace tenersi per mano e cenare a lume di candela …ah, dimenticavo: odio gli yo-yo.” (Voce fuori campo)

Niente lettura della Bibbia per te stasera! (Ned Flanders, punendo Todd)

Dannato Flanders! (Reverendo Lovejoy)

Una volta guardava Davey and Goliath, ma secondo lui l’idea di cane parlante era blasfema. (Maude)

“Forse è la birra che parla, Marge… ma tu hai un popò di popò che non stanca mai. Qui hanno delle ciambelline gelate che sono un [scritte incomprensibili] …cinque dollari?! Ma siete matti?!” (Homer)

“Cara Edna, la tua foto mi ha tolto il fiato. Il tuo è davvero un didietro che non stanca mai. Ieri mattina l’ho attaccata nel mio garage perché mi ispirassi mentre cambiavo le candele.” (Voce fuori campo) 

Quando mio padre lasciò la marina imprecava a tutto spiano. Gli è quasi costato il lavoro come fotografo per bambini. Così mia madre mise in cucina il dindarolo della parolaccia: ogni volta che lui imprecava doveva metterci un quarto di dollaro. (Marge)

L’auto-perfezionamento è sempre stata la mia passione. (Homer)

“Caro Woodrow, è giunto il momento di incontrarci. Perché non andiamo fuori a cena e dopo nel mio appartamento a gustarci una cosetta fatta in casa? Affamatamente tua, Edna.” (Edna)

“Quando leggo le tue lettere sento come se tu fossi qui a guardarmi” [A Bart] Bart, abbassa gli occhi! (Edna)

“Edna, ogni secondo che ci separa dal nostro incontro mi trafigge come mille aghi. Vediamoci al Tartufo Dorato questo sabato alle 20. Forse potremmo emozionarci fino all’estasi. Sessualmente tuo, Woody.” (voce fuori campo)

Bart, tu sei la cosa che più si avvicina ad un uomo nella mia vita e questo è talmente deprimente che credo scoppierò in lacrime. (Edna)

Oh, perbacco-bacconcino, s’è rotta! Oh, per dindirindina dovrò farmi un’anti-tetanichina! (Homer)

Bart, questa è la tua maestra?! Devo cominciare ad andare alle riunioni dei genitori! Arr… (Homer, vedendo una foto osè di Edna)

Le lettere d’amore toccanti sono la mia specialità. “Cara pupa, benvenuta nel “Club scaricati”. Numero membri: tu!” (Homer)

Tre semplicissime parole: “sono un gay”. (Homer)

“Carissima Edna, debbo lasciarti. Il perché? Non posso dirlo. Per dove? Non puoi saperlo. Come ci arriverò? Non l’ho ancora deciso. Ma una sola cosa posso dirti: ogni volta che sentirò soffiare il vento esso bisbiglierà il nome…”Edna”. Con un amore che echeggerà attraverso i secoli, Woodrow.” (Voce fuori campo)

Dialoghi:

  • Apu: Signora Krabappel, non ho visto lei da quando abbiamo raddoppiato i prezzi. Insegna ancora?
    Edna: Vediamo …Almeno per un altro giorno.
  • Homer: Quanto prima potrò mollare il mio lavoro e vivere alle spalle del ragazzo!
    Marge: Cosa?! Dimmi il nome di una sola persona che si è arricchita giocando con lo yo-yo!
    Cervello di Homer: Donald Trump? No… Aristotele Onassis? No… Bill Cosby? No…
    Homer: D’oh!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 17, Homer alla battuta

Non mirerò alla testa. Alle spalle sì! (Frase alla lavagna)

Ed ora vorrei presentarvi i nuovi membri della nostra grande famiglia: il nostro nuovo addetto alla sorveglianza Roger Clemens, il nuovo custode Wade Boggs, il nuovo cassiere alla mensa Ken Griffey, Jr., il nostro nuovo… ah, be’, ci inventeremo degli incarichi anche per loro… diamo il benvenuto a Steve Sax, Don Mattingly, Darryl Strawberry, Ozzie Smith, Mike Scioscia e José Canseco! (Burns)

Smithers, massaggiami il cervello! (Signor Burns)

Be’ il signor Burns ce l’ha fatta. | La centrale nucleare ha vinto, | con Roger Clemens che chiocciava sempre, | la tragica malattia di Mike Socscia ci ha fatto sorridere, | mentre Wade Boggs giaceva svenuto sul pavimento del bar. | Stiamo parlando di softball, | dal Maine a San Diego, | parlando di softball. | Mattingly e Canseco, | la grottescamente gonfia mascella di Ken Griffey | Steve Sax e il suo incontro con la legge. | Stiamo parlando di Homer, Ozzie e Straw.
Well, Mr. Burns had done it. | The Power Plant had won it, | With Roger Clemens clucking all the while, | Mike Scioscia’s tragic illness made us smile, | while Wade Boggs lay unconscious on the bar-room tile. | We’re talkin’ softball, | from Maine to San Diego, | talkin’ softball. | Mattingly and Canseco, | Ken Griffey’s grotesquely swollen jaw, | Steve Sax and his run-in with the law. | We’re talkin’ Homer, Ozzie and the Straw. (Canzone durante i titoli di coda)

Dialoghi:

  • Homer: Date un’occhiata qui, ragazzi: la mia mazza magica!
    Carl: Sarebbe quella?!
    Lenny: Be’, sì, anch’io ho una mazza magica!
    Carl: E io un sospensorio stregato!
  • Bart: Sei tu quello che mi ha detto che posso riuscire in qualsiasi cosa basta che mi impegni!
    Homer: Be’, ora sei un po’ più grande e posso finalmente dirti che è una cacchiata! Per quanto tu possa essere bravo in una cosa ci sono sempre circa un milione di persone che sono più brave di te!
    Bart: Afferrato. Impossibile vincere? Non tentare!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 18, Vocazioni diverse

Non vomiterò a meno che non mi senta male. (Frase alla lavagna)

Qualcuno potrebbe scoprire una vocazione nuova mai immaginata, un altro potrebbe rendersi conto che la vita è ingiusta. Pur avendo conseguito un master ad Harvard, potreste fare la baby-sitter ad un mucchio di mostriciattoli, mentre vostro marito sta nudo su una spiaggia con la vostra consulente matrimoniale. (Edna Caprapall)

Io diventerò una famosa musicista jazz. Ho già calcolato tutto. Non sarò apprezzata nel mio paese, ma il mio stile blues viscerale elettrizzerà i francesi. Eviterò gli orrori della droga ma avrò varie storie d’amore focose. Forse morirò giovane, forse no, non l’ho ancora deciso. (Lisa)

Non metterò in mostra l’ignoranza dei docenti. (Frase alla lavagna, durante l’episodio)

Dialoghi:

  • Marge: Crede che la piccola abbia talento?
    Musicista: Sicuro.
    Marge: Crede che un giorno potrebbe diventare una professionista?
    Musicista: Oh, buon Dio, no!
    Lisa: Ma farò pratica tutti i giorni!
    Musicista: Senti, sarò sincero con te, Lisa. E quando dico “sincero” intendo che taglierò le gambe. Tu hai ereditato un difetto conosciuto come dita tozze. Di solito si acquisisce da parte del padre.
    [Inquadratura su Homer, sul divano, che fa cadere la lattina di birra dalle mani]
    Homer: D’oh! Stupide dita!
    Lisa: Si sbaglia, si sbaglia! Non servono dita affusolate per suonare il blues! Il blues viene da qui dentro! [mentre porta la mano al petto osserva le dita] Mio Dio, ce le ho proprio tozze.
  • Bart: Allora, vi piace fare i poliziotti?
    Lou: È fantastico: puoi passare col rosso, parcheggiare dove ti pare, una vasta gamma di pupe…
    Eddie: E quando torni a casa la sera sai che hai contribuito a rendere giustizia.
  • Marge: I voti di Bart sono un tantino migliorati questo trimestre, ma quelli di Lisa sono sprofondati.
    Homer: Oh, a noi tocca avere sempre un figlio bravo e un figlio ciuccio? Ma perché non possono essere bravi entrambi?!
    Marge: Abbiamo tre figli, Homer!
    Homer: Marge, il cane non conta come figlio!
    Marge: No! Maggie!
    Homer: Oh, già!
  • Lisa: Ma perché ti sei addossato la colpa?
    Bart: Perché non volevo che tu ti rovinassi la vita! Hai cervello e talento per realizzare quello che vuoi. E una volta realizzato io sarò lì pronto a chiederti un prestito.
    Lisa: Oh, Babi..

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 19, Morire come un cane

Non ho visto niente di strano nella sala dei professori. (Frase alla lavagna)

Il lotto di stato. Dove vincono tutti. L’effettiva probabilità di vincita è di una su 380 milioni. (Spot pubblicitario)

L’intero stato è improvvisamente in preda alla febbre del lotto e Spingfield non fa eccezione. Infatti ogni copia de Il lotto di Shirley Jackson è stato preso in prestito dalla biblioteca pubblica di Springfield. Naturalmente il volume non contiene alcun cenno su come vincere al lotto, piuttosto è un racconto agghiacciante sul conformismo impazzito.  (Kent Brockman)

Amo gli animali. Trascorro la mia vita salvandoli ed essi non possono ringraziarmi. Ma i pappagalli sì! (Veterinario)

Nessun cane è stato maltrattato nella realizzazione di questo episodio. Un gatto si è sentito male e qualcuno ha sparato ad un’anatra. Tutto qui.
No dogs were harmed in the filming of this episode. A cat got sick and somebody shot a duck, but that’s it. (Scritta in sovrimpressione alla fine dell’episodio)

Dialoghi:

  • Smithers: I cani piacciono alla gente, signore.
    Burns: Sciocchezze. I cani sono idioti! Pensaci Smithers, se io venissi a casa tua e cominciassi ad annusare le tue parti basse e sbrodolarti sulla faccia, tu cosa diresti?
    Smithers: Se lo facesse lei…?
  • Kent Brockman [al telegiornale]: Sì, sono tornato. Kent Brockman non è il tipo d’uomo che lascerebbe un lavoro da cinquecento mila dollari l’anno solo perché ha vinto al lotto. Ehi, io sono un giornalista!
    Homer: Avrà pure un sacco di soldi quello lì, ma c’è una cosa che sono sicuro che non può comprare.
    Marge: E quale sarebbe?
    Homer: Un dinosauro!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 20, Il colonnello Homer

Non dirigerò delle finte esercitazioni antincendio. (Frase alla lavagna)

Se non guardi la violenza non ti desensibilizzerai mai ad essa. (Bart)

La musica country è una palla. Non fa altro che togliere spazio prezioso ai DJ metallari la cui crudeltà e profanità sollazza tutti noi. (Bart)

Homer, sei un grosso sacchettone di zucchero. (Lurleen Lumpkin)

Marge, bisogna essere in due per mentire: uno che mente e l’altro che sente. (Homer)

Dialoghi:

  • Marge: Ma chi è questa donna?
    Homer: Al momento è una cameriera da cocktail disoccupata, ma diventerà una superstar della musica country come… ehm… quel deficiente con il cappello da cowboy… e quella tizia morta!
  • Lurleen: Senti Homer, voglio che d’ora in poi mi fai da manager.
    Homer: Sul serio? Guarda che io non sono un granché con le cifre.
    Lurleen: Fa niente.
    Homer: Prendo un mucchio di decisioni stupide…
    Lurleen: Nessuno è perfetto.
    Homer: … Andavo male a scuola…
    Lurleen: …e io che non ci andavo!
    Homer: La mia igiene personale è stata descritta come…
    Lurleen: Senti Homer, Homer, sarai un manager perfetto.
  • Agente della Grido Ribelle Records: Vorrei acquistare il contratto di Lurleen.
    Homer: Niente da fare amico, non mi chiamano mica “Colonnello Homer” perché sono un deficiente dell’esercito!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 21, Il vedovo nero

I rumori buffi non sono buffi. (Frase alla lavagna)

Ehi, ciucciati lo stegosauro, amico! (Dinosauro parlante)

Se avessi voluto ucciderti ti avrei tirato il collo come una gallina appena varcata questa soglia… Ma poi che razza di ospite sarei stato? (Telespalla Bob)

Torniamo al ventisettesimo Telethon annuale per chi soffre di mal d’auto. (Annunciatore televisivo)

Un tizio entra in un bar e tira fuori un piccolissimo pianoforte e un pianista alto trenta centimetri.. .Oh, aspetta non la posso raccontare questa! (Krusty)

Ah, fuoco! Flagello di Prometeo, progenitore della carne alla brace, annientatore del legno secco! (Telespalla Bob)

[In seguito a un rapporto intimo con Selma] Anche l’omicidio ha i suoi aspetti negativi! (Telespalla Bob)

Dialoghi:

  • Telespalla Bob: Selma, ti dispiacerebbe se facessi qualcosa di azzardato e scioccante dinnanzi alla tua famiglia?
    Selma [porgendo le labbra]: Va bene, però niente lingua.
    Telespalla Bob: Per quanto baciarti sia come baciare un divino posacenere, non intendevo questo. Selma, vuoi tu sposarmi?
    Bart: Non essere sciocca, zia Selma! Quell’uomo è feccia!
    Selma: Allora chiamami Signora Feccia!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 22, Lo show di Otto

Non farò roteare la tartaruga. (Frase alla lavagna)

Figliolo, alcuni dei miei momenti più belli li ho passati sul sedile posteriore di una macchina… De-hi-hi-ho! [immagina di quando da giovane mangiava in auto] (Homer)

Questa sera una città piange. Per la prima volta un campo da hockey si trasforma in un’arena di violenza dopo un concerto degli Spinal Tap. […] Naturalmente sarebbe sbagliato supporre che questo genere di disordine sia nato con il rock ‘n’ roll. Dopotutto ci furono delle risse alla prima de Il flauto magico di Mozart. Perciò qual è la risposta? Bandire la musica? Secondo l’opinione del sottoscritto la risposta sfortunatamente è “sì”! (Kent Brockman)

Uè! Flebati il morale, funghetto! (Otto)

Ave all’autista, all’autista all’autista. | Ave all’autista, all’autista del pulmin. | Beve e impreca, è una vera ciofeca. | Ave all’autista, all’autista del pulmin. (Bambini e Skinner)

Se qualcosa è troppo difficile da fare, non vale la pena farla. (Homer)

Dialoghi:

  • Bill di KBBL Radio: Ragazzi, sparerò una parola che vi ha perseguitato per tutta la vostra carriera: “falliti”. Eppure eccovi qui, tra i Top 105. Qual è il vostro segreto?
    Michael McKean/David St. Hubbins: Be’, dopo la caduta del muro di Berlino i nostri dischi sono stati venduti anche nella parte squallida della cortina di ferro. E questo ci ha dato una spinta.
    Christopher Guest/Nigel Tufnel: Siamo molto famosi in Bulgaria. E come si chiama quell’altra “-ria”?
    Michael McKean/David St. Hubbins: Ungheria.
    Christopher Guest/Nigel Tufnel: Sì, quella lì.
    Harry Shearer/Derek Smalls: Non mi viene in mente nessuno che abbia beneficiato più di noi della caduta del comunismo. E a te?
    Christopher Guest/Nigel Tufnel: Be’, forse la gente che vive nei paesi comunisti.
    Harry Shearer/Derek Smalls: Ah, già. Non ci avevo pensato. Scommetto che hai ragione.
  • Christopher Guest/Nigel Tufnel: Noi pensavamo sapessero roccheggiare a Shelbyville…
    Harry Shearer/Derek Smalls: Ma nessuno rocckeggia come… Springfield!
  • Otto: Sfido chiunque a battere il mio record: quindici incidenti al mio attivo e non una vittima che si sia lamentata!
    Lou: Pregasi esibire la patente.
    Otto: Niente da fare. Mai presa una. Ma se volete una prova della mia identità ho scritto il mio nome qui sulle mutande. [si controlla le mutande] Oh, che grigia! …queste non sono mie!
    Skinner: Questa è l’ultima goccia! Finché non prenderai la patente e indosserai le tue mutande sarai sospeso!
  • Ralph: Pigia la frizione e parte lo sciaquone. | Ave all’au…
    Skinner: Sta’ zitto!
  • Otto: Vi prego, non ho altro posto dove andare! Tenetemi con voi!
    Homer: Niente da fare. Quella battuta non ha funzionato per mio padre e non funzionerà per te.
  • Homer: Ehi, vuoi darci un taglio? Non riesco a sentirmi pensare!
    Cervello di Homer: Voglio delle noccioline.
    Homer: Così va meglio!
  • Marge: Caspiterina, noi siamo l’unica famiglia che ha.
    Homer: Chi se ne frega! Questo non è Happy Days, e lui non è Fonzie! Capito?
    Otto: Uè, signor Esse!
    Homer: Senti brutto intasalavandini, pappone dell’ultimo biscotto, scroccone ricevente telefonate a mio carico, ti voglio vedere fuori da casa mia!
  • Bart: Puoi farcela Otto, sei l’adulto più fico che conosca!
    Otto: Wow, non sono mai stato chiamato “adulto” prima d’ora. …Sono stato processato come adulto!

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 23, L’amico di Bart s’innamora

Non farò schioccare i reggiseni. (Frase alla lavagna)

Ragazzi, per spiegare perché presto i vostri ormoni faranno di voi un facile bersaglio per ogni Don Giovanni dalla sdolcinata parlantina e jeans attillati, vi mostrerò un breve filmato di educazione sessuale. Ezechiele e Ismaele, voi siete esonerati come da richiesta dei vostri genitori, uscite nel corridoio e pregate. (Edna)

E ora che sapete bene come si fa… non fatelo! (Troy McLure, video di educazione sessuale “Guida di coniglietto batuffoletto a tu sai cosa” “Fuzzy Bunny’s Guide to You Know What”)

Buonasera. Sapevate che trentaquattro milioni di adulti americani sono obesi? Tutto insieme quell’eccesso di ciccia potrebbe riempire per due quinti il Grand Canyon. Forse questa cifra non vi sbalordirà, ma tenete in mente che un Canyon è davvero molto grande. […] Gli americani sono cresciuti con l’immagine dell’uomo grasso dal viso rubicondo: Dom DeLuise, Alfred Hitchcock e naturalmente Babbo Natale. Ma nella vita reale Babbo Natale soffrirebbe di calcoli alla cistifellea, ipertensione, impotenza e diabete! (Kent Brockman, puntata del programma televisivo Linea sagace)

Vorrei tanto non avessero inventato il formaggio fritto! (Marge, In una fantasia di Lisa, al funerale di Homer)

Questa rivista dice che puoi dimagrire attraverso l’insegnamento subliminale. Ossia, a tua insaputa un’idea viene improvvisamente inculcata nella tua mente. […] Ti spediranno una cassetta di musica New Age da ascoltare mentre dormi e un potente messaggio imporrà al tuo cervello di mangiare meno! (Lisa)

La mia capienza gastronomica non conosce sazietà. (Homer)

Nessuno più di me è impopolare con le signorine quanto con i signorini! (Martin Prince)

Sai Milhouse, è meglio aver amato e poi perduto… eccetera, eccetera, eccetera… andiamo in sala giochi? (Bart)

Ehi, Samantha, mi dispiace di averti fatto sbattere nella casa dei pinguini. (Bart)

Meglio di no. Sono cinquanta rosari ogni bacio! (Samantha Puzzatta, al collegio di suore)

Dialoghi:

  • Nelson: Signora Caprapall, some mai lei non vive insieme al signor Caprapall?
    Edna: Perché il Signor Caprapall ha seguito anche lui una morbidina giù in una tana di coniglio.
    Samantha Puzzatta: Come facciamo a sapere quando siamo innamorati?
    Edna: Oh, la maggior parte di voi non si innamorerà mai. Si sposerà per paura di morire da soli!
  • Lisa: Papino, che faresti se ti dicessi che potresti dimagrire senza diete e senza alzare un dito?
    Homer: Direi che sei una canaglia bugiarda! Perché, tesoro?
  • Marge: Ma funzionerà quella cassetta? Stasera hai mangiato tre dessert.
    Homer: “Perseveranza” è la parola d’ordine. Quel triumvirato di brioches ha semplicemente seppellito il mio proponimento.
    Marge: Sai papino, c’è un’altra cosa di cui volevo parlarti.
    Homer: Taci, taci, o soave Marge. Perché qui nel boudoir il buongustaio si metamorfizza nel voluttuoso!
    Marge: In nome di Dio, di che caspiterina stai parlando?!
  • Bart: Ehi, mi è venuta un’idea. Perché non andiamo tutti è tre a sputare sulla macchina del direttore?
    Milhouse: Senti Bart, devo dirti la verità, non mi sento ancora pronto per un menagé a trois.
    Bart: Ah, bene. Sono stufo di vedere voi due fare la lotta libera con le labbra. C’è una marea di altri modi per essere schifato in questa città.
  • Lisa: Papi, Papi, sai che giorno è oggi?
    Homer: L’equinozio di primavera?
    Lisa: No, è il quattordicesimo giorno che hai ricevuto la cassetta per dimagrire. Dobbiamo metterti sulla bilancia!
    [Vanno in bagno e Homer si mette sulla bilancia]
    Lisa: Ma pa’, sei aumentato di sei chili.
    Homer: Ciarlatani in malafede con i loro cavilli subliminali! Vadano in malora!
  • Lisa: Ehi Babi, secondo questa rivista tra un milione di anni l’uomo avrà un dito in più.
    Bart: Cinque dita? Bleah, lo show dei mostri!
    Milhouse: Bart, non voglio che mi vedi piangere.
    Bart: Piangi quando ti sbucci il ginocchio, piangi quando ti finisce il latte al cioccolato, piangi quando fai la divisione e ti rimane il resto…
  • Homer: Marge, dov’è quell’aggeggio di metallo che si usa per… scavare… il cibo?
    Marge: Intendi un cucchiaio?

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghiEpisodio 24, Fratello, avresti da darmi due soldi?

Non simulerò convulsioni. (Frase alla lavagna)
I Simpson terza stagione citazioni e dialoghi
I Simpson terza stagione citazioni e dialoghi
I Simpson terza stagione citazioni e dialoghi
I Simpson terza stagione citazioni e dialoghi
I Simpson terza stagione citazioni e dialoghi

I Simpson citazioni e dialoghi (prima e seconda stagione) — Link articolo
I Simpson citazioni e dialoghi (quarta stagione) — Link articolo
I Simpson citazioni e dialoghi (quinta stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (sesta stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (settima stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (ottava stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (nona stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (decima stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (undicesima stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (dodicesima stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (tredicesima stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (quattordicesima stagione)
I Simpson citazioni e dialoghi (quindicesima stagione)

I Simpson terza stagione citazioni e dialoghi